Subscribe Us

Ivan JURIĆ è il nuovo allenatore dell'HELLAS VERONA

Ivan Jurić

Data di nascita:25/08/1975
Luogo di nascita:Spalato (Croazia)
Nazionalità:Croata
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2020
Ruolo:Centrocampista
Altezza:175 Cm
Peso:68 Kg
Posizione:
CARRIERA DA ALLENATORE/PREPARATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteRuolo 
Hellas Verona2019-2020A-Allenatore 
GenoaOtt. 2018-Dic. 2018A7 (+1CI)Allenatore 
Genoa2017-Nov. 2017A12 (+1CI)Allenatore 
GenoaApr. 2017-2017A7Allenatore 
Genoa2016-Feb. 2017A25 (+3CI)Allenatore 
Crotone2015-2016B42 (+3CI)Allenatore 
Mantova2014-2015LP38 (+3CILP)Allenatore 
GenoaSet. 2013-2014Primavera-Allenatore 
Palermo2012-Feb. 2013A-Vice All. 
Inter2011-Set. 2012A-Preparatore 
Genoa2010-2011Primavera-Preparatore 
LEGENDA: Vice All. Vice allenatore, LP Lega Pro, CILP Coppa Italia Lega Pro, CI Coppa Italia
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Genoa2009-2010A19 (+1CI +5EL)0 (+0 +0) 
Genoa2008-2009A33 (+2CI)0 (+0) 
Genoa2007-2008A34 (+1CI)0 (+0) 
Genoa2006-2007B25 (+5CI)1 (+0) 
Crotone2005-2006B38 (+2CI)2 (+2) 
Crotone2004-2005B28 (+3CI)0 (+1) 
Crotone2003-2004C124 (+4PO)3 (+0) 
Crotone2002-2003C125 (+1CI +1CIC)1 (+0 +0) 
Crotone2001-2002B33 (+3CI)4 (+0) 
AlbaceteGen. 2001-2001SD201 
Siviglia2000-Gen. 2001SD30 
Siviglia1999-2000PD122 
Siviglia1998-1999SD222 
Siviglia1997-1998SD322 
Hajduk Spalato1996-1997PHNL256 
Hajduk Spalato1995-1996PHNL242 
Hajduk Spalato1994-1995PHNL60 
Giovanili Hajduk Spalato1993-1994--0 
LEGENDA: PHNL Prva Hrvatska Nogometna Liga (Serie A Croata), SD Segunda División (Serie B Spagnola), PD Primera División (Serie A Spagnola), CI Coppa Italia, CIC Coppa Italia Serie C, PO Play Off, EL Europa League

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
La piazza avrebbe voluto AGLIETTI dopo la clamorosa e totalmente inaspettata promozione in Serie A ma Ivan JURIĆ, ovviamente, di questo non ha colpa e male (malissimo a dire il vero) hanno fatto gli ultrà da tastiera, ben protetti dall'anonimato, a prendersela col tecnico croato sui social in maniera preventiva.
Il nuovo allenatore scaligero andrà giudicato esclusivamente per i risultati ottenuti sul campo, com'è sacrosanto che sia, aldilà delle simpatie e delle antipatie dei tifosi.

Personalmente, pur dispiacendomi per il trattamento riservato ad Alfredo (finito dritto tra miti B/=\S per quel che potrà mai valere) e dovendo rinunciare all'uomo che, nei fatti, ha dimostrato grandissimo amore per i colori scaligeri nonché competenze tecniche e umane non indifferenti, avrei preferito altri profili quali ad esempio GUIDOLIN (che pure aveva manifestato interesse) o IACHINI (altro ex molto più esperto) o ancora MALESANI, però l'ex tecnico del GENOA non mi dispiace per carattere, passionale e sanguigno come piace dalle nostre parti (non perdetevi lo sfogo da allenatore del MANTOVA), e idee di gioco corsa, aggressività e 3-5-2 di base: Ora però gli si dovrà fornire una squadra in grado di apprendere e proporre il suo calcio, altrimenti l'ennesimo strappo di SETTI nei confronti della piazza, avrà vita molto breve come l'HELLAS in Serie A...

CANTERA HAJDUK QUADRIENNIO IN LIGA
Dopo un'annata nella primavera dell'HAJDUK di Spalato, squadra della sua città natale, JURIĆ esordisce nella massima serie calcistica croata a 19 anni e dalla stagione successiva diventa subito un perno del centrocampo degli Splitski Bili.
Nel 1997 viene ingaggiato dal SIVIGLIA precipitato in Segunda División ma, dopo una stagione da titolare nei Rojiblancos che non riescono ad agganciare la promozione, l'inamovibilità di Ivan viene messa via via in discussione sino alle sole 3 presenze dal 2000 al Gennaio 2001 prima del passaggio all'ALBACETE.

IL QUINQUENNIO AL CROTONE E L'INCONTRO CON GASPERINI
Nel 2001 il passaggio al CROTONE alla seconda stagione in Serie B della sua storia ma l'annata non ingrana e, dopo cinque allenatori che si susseguono sulla panca dei Pitagorici, il presidente VRENNA non riesce ad evitare la retrocessione.
Nel 2003-04 ad allenare i calabresi arriva Gian Piero GASPERINI che così tanta influenza avrà sull'Ivan allenatore: Il Gasp conduce gli Squali ad una nuova promozione in cadetteria attraverso i playoff e li mantiene in categoria fino all'estate del 2006 quando l'allenatore torinese viene chiamato sulla panchina del GENOA dove porta con sé JURIĆ sempre più suo alter ego sul campo.

QUADRIENNIO AL GENOA E RITIRO
Con il Grifone quattro annate dalla Serie B all'Europa League e, nella primavera 2010 l'addio al calcio giocato, un po' a sorpresa 'È stata una decisione più emotiva che razionale o pensata, dopo 17 anni da professionista. Il Genoa con me è stato grande, mi ha trattato benissimo e mi ha lasciato possibilità diverse'


PRIMA CON CORRADI POI ANCORA CON GASPERINI
Dopo il corso allenatori comincia a praticare come preparatore tecnico nella Primavera del GENOA agli ordini di Sidio CORRADI, poi il patentino di seconda categoria e, nel 2012, segue GASPERINI all'INTER come assistente tecnico.
Fa parte dello staff del Gasp anche nel 2012 quando è promosso a vice allenatore del PALERMO.

DA DICEMBRE 2012 'BALLA DA SOLO'
A Dicembre 2012 Ivan partecipa con successo al corso di abilitazione per il master di allenatori professionisti Prima Categoria-UEFA Pro in compagnia di tanti ex gialloblù, esce dallo staff di GASPERINI e a Settembre 2013 sostituisce ERANIO come allenatore della Primavera del GENOA assumendo per la prima volta l'incarico di capo allenatore.
Nell'annata successiva diventa allenatore del MANTOVA in Lega Pro e, dopo una buona stagione coi Virgiliani, il ritorno al CROTONE in Serie B in veste di tecnico: Coi Pitagorici un calcio aggressivo e spettacolare come poche volte visto in cadetteria e la prima, storica promozione del club calabrese in Serie A.

TIRA E MOLLA AL GENOA
A Giugno 2016 diventa allenatore del GENOA ma, dopo un ottimo girone di andata in cui riesce a battere anche la Juve, una grave flessione, due soli conquistati in 10 partite e il patròn PREZIOSI decide di esonerarlo virando su mister MANDORLINI ma, meno di due mesi dopo, il proprietario del club genovese decide di richiamarlo in tutta fretta e JURIĆ porta la squadra alla salvezza alla penultima giornata.
Confermato nella stagione successiva dura fino ad inizio Novembre quando perde il derby con la SAMPDORIA e viene di nuovo esonerato col GENOA penultimo e 6 punti in 12 partite.
Dopo 11 mesi, il 9 Ottobre 2018, Ivan viene richiamato sulla panchina del GENOA sostituendo a sua volta BALLARDINI ma ancora, dopo aver fermato la Juve a domicilio reduce da 8 vittorie consecutive, ottiene due soli punti in sei partite e PREZIOSI lo licenzia per la terza volta.

...E ORA IL VERONA
Dopo aver esonerato GROSSO a due giornate dal termine del campionato, il presidente SETTI ingaggia AGLIETTI per almeno due partite (probabilmente nessuno nemmeno in Via Francia crede più alla promozione) così, mentre Aglio ne busca 3 all'esordio al Tombolato, il patròn scaligero inizia a guardarsi attorno per contattatare un nuovo tecnico per la stagione 2019-20: Al Binti si vede l'ex Pippo INZAGHI prendere appunti, poi si inizia a parlare di JURIĆ ma nel frattempo Alfredo inizia ad ingranare, conquista i playoff, il PALERMO arrivato terzo viene penalizzato e, partita dopo partita, la rocambolesca promozione scaligera diventa realtà in un Bentegodi gremito il 2 Giugno.
Il resto è storia... O almeno quanto ci viene raccontato: Meno di due settimane di riflessione in Via Francia per confermare Aglio o scegliere JURIĆ e alla fine la (scontata) scelta del tecnico croato in barba alle aspettative di un'intera tifoseria già ampiamente 'scottata' dalle gestioni PECCHIA-GROSSO.

Questo il profilo Instagram ufficiale di mister JURIĆ

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =


Ivan Jurić
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ivan Jurić (Spalato, 25 agosto 1975) è un allenatore di calcio ed ex calciatore croato, di ruolo centrocampista, allenatore dell'Hellas Verona.

Carriera
- Giocatore
   CLUB
Ha esordito nell'Hajduk Spalato nel 1994 e vi è rimasto fino all'estate 1997 totalizzando 49 presenze e 8 reti.
Nel 1997 viene acquistato dal Siviglia dove resta fino al novembre 2000 con 89 presenze e 12 reti alle spalle.
Viene ingaggiato in seguito dall'Albacete (20 presenze e una rete) e poi nel 2001 dal Crotone. Resta 5 anni in questa squadra (152 presenze complessive e 9 reti).

È stato acquistato dal Genoa nel campionato 2006-2007 sotto consiglio del tecnico Gian Piero Gasperini che lo aveva conosciuto ed apprezzato a Crotone. Al Genoa ha disputato quattro campionati, segna la sua unica rete con la maglia del Grifone in Genoa-Juventus (1-1). Giocatore tra i più apprezzati dalla tifoseria rossoblu, noto anche per il suo look piratesco e per la passione per la musica metal, il 14 giugno 2010 rilascia al giornale Il Secolo XIX un'intervista in cui annuncia il suo ritiro dal calcio giocato.

Con le squadre italiane ha totalizzato 259 presenze (86 in Serie A, 124 in Serie B e 49 in C).

   NAZIONALE
Pur avendo giocato in quasi tutte le rappresentative giovanili croate, è stato convocato ed ha fatto il suo esordio in Nazionale maggiore soltanto a 33 anni per l'amichevole vinta in casa della Romania l'11 febbraio 2009.

- Allenatore
Nel maggio 2010 ha partecipato al corso allenatori e dal 7 luglio è entrato a far parte dei quadri tecnici della squadra Primavera del Genoa guidata da Sidio Corradi.
Nell'estate del 2011 ha seguito il corso per allenatori di seconda categoria presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano[6] e ha superato l'esame il 18 luglio.

Inter e Palermo
Il 5 luglio 2011 entra a far parte dello staff tecnico dell'Inter su richiamo di Gian Piero Gasperini, come assistente tecnico, fino all'esonero del tecnico il 21 settembre 2011, restando comunque sotto contratto con l'Inter.
Il contratto coi nerazzurri viene sciolto quando il 16 settembre 2012 Gasperini diventa l'allenatore del Palermo, in modo tale che Jurić diventi il vice allenatore della squadra siciliana. Viene esonerato insieme a Gasperini il 4 febbraio 2013. Il 25 febbraio Gasperini viene richiamato e l'11 marzo riviene esonerato.
Il 10 dicembre 2012 Juric inizia a frequentare a Coverciano il corso di abilitazione per il master di allenatori professionisti Prima Categoria-UEFA Pro e dal 2013 esce dallo staff di Gasperini.

La reazione del tecnico del Mantova Ivan Juric dopo la sconfitta contro la Giana Erminio

Genoa Primavera e Mantova
Il 23 settembre 2013 subentra a Stefano Eranio alla guida della formazione Primavera del Genoa portando la squadra ad un 11º posto finale in campionato.
Dal 17 giugno 2014 è allenatore del Mantova portandolo ai sedicesimi della Coppa Italia Lega Pro e ad un 12º posto in Lega Pro.

Crotone
Il 9 giugno 2015 torna da allenatore al Crotone in Serie B firmando un contratto biennale. Il 29 aprile 2016, dopo il pareggio per 1-1 in casa del Modena, porta il Crotone ad una storica promozione in Serie A.

Genoa
Il 28 giugno 2016 torna al Genoa, stavolta come allenatore della prima squadra. Dopo un buon girone d'andata, in cui spicca la clamorosa vittoria interna per 3-1 contro la Juventus, nelle sue ultime dieci partite ottiene solamente due punti e il 19 febbraio 2017, in seguito alla sconfitta per 5-0 contro il Pescara ultimo in classifica e con la squadra al 16º posto, viene sollevato dall'incarico e sostituito da Andrea Mandorlini.
Il 10 aprile 2017 è richiamato sulla panchina rossoblù in sostituzione di Mandorlini. Riesce a centrare la salvezza con una giornata d'anticipo.
Confermato per la stagione successiva, è nuovamente esonerato il 5 novembre 2017, dopo la sconfitta per 2-0 nel derby della lanterna, con la squadra al penultimo posto in classifica e con soli 6 punti raccolti in 12 giornate. È sostituito da Davide Ballardini.
Il 9 ottobre 2018, quasi un anno dopo, Ballardini viene esonerato e Jurić viene richiamato al Genoa, che si trova a metà classifica con 12 punti e con una partita da recuperare. Il 21 ottobre, al debutto, pareggia per 1-1 all'Allianz Stadium di Torino contro la capolista Juventus, fermandola così dopo 8 vittorie di fila. Nelle successive sei giornate di campionato, però, la squadra ottiene solo due punti, frutto di due pareggi. Il tecnico croato è sollevato dall'incarico il successivo 7 dicembre, all'indomani della sconfitta interna contro la Virtus Entella dopo i tiri di rigore al quarto turno di Coppa Italia. È sostituito da Cesare Prandelli sulla panchina del club ligure.

H. Verona
Il 14 giugno 2019 viene ufficializzato il suo ingaggio al Verona, neopromosso in Serie A.

Palmarès
- Giocatore
   Campionato croato: 1 Hajduk Spalato: 1994-1995
   Coppe di Croazia: 1 Hajduk Spalato: 1994-1995
   Supercoppe di Croazia: 1 Hajduk Spalato: 1994

- Allenatore
   Panchina d'argento: 1 2015-2016

FONTE: Wikipedia.org