Subscribe Us

Un centrocampista Primavera come 'Alice nel paese delle meraviglie': Nell'84-85 TERRACCIANO fu aggregato alla prima squadra senza mai scendere in campo ma, allenarsi col VERONA futuro tricolore agli ordini di BAGNOLI, fu comunque un privilegio immenso...

Antonio Terracciano

Data di nascita:29/11/1966
Luogo di nascita:Verona (VR)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Centrocampista
Altezza:181 Cm
Peso:72 Kg
Posizione:
CARRIERA DA DIRIGENTE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteRuolo 
CastelnuovoSandrà2010 - 2011D-Direttore Sportivo 
Hellas Verona2009 - 2010--Supervisore sett. giovanile 
CastelnuovoSandrà2008 - 2010Eccellenza-Direttore Sportivo 
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Valenzana2001-2002C280 
Mantova2000-2001C2300 
Brescello1999-2000C1310 
Carrarese1998-1999C1290 
Fiorenzuola1997-1998C1272 
Brescello1996-1997C1311 
Carpi1994-1996C1622 
Triestina1989-1994B/C11182 
Hellas Verona1988-1989A150 
Hellas Verona1987-1988A110 
Mantova1985-1987C2/C1482 
Hellas Verona1983-1985A00 
Giovanili Hellas VeronaFino al 1983--- 

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
...Tra gli 'invisibili' e quasi dimenticati di quella storica cavalcata che portò all'incredibile scudetto gialloblù nell'annata 1984-85 (impresa mai più riuscita, ad una realtà provinciale, nei maggiori campionati professionistici europei e mondiali se escludiamo il LEICESTER di RANIERI che nel 2015-16 ha vinto una Premier League comunque non paragonabile per difficoltà a quella Serie A dove giocavano fuoriclasse assoluti come MARADONA e le distanze in termini economici tra grandi e piccole erano forse anche più pronunciati) c'è anche il 18enne Antonio TERRACCIANO che, cresciuto nelle giovanili scaligere, vedrà i futuri campioni solo nove volte dalla panchina e senza mai scendere in campo al loro fianco nella stagione del tricolore se non in Coppa Italia (dove peraltro, a fine Marzo 1985, fornì a DI GENNARO l'assist per la doppietta ed il passaggio ai quarti di finale) ma ebbe comunque la sfacciata fortuna di vivere dall'interno quella irripetibile stagione e crescere con i gialloblù Campioni d'Italia.

SERIE A COL VERONA, BANDIERA DELLA TRIESTINA
Cresciuto nelle giovanili scaligere Antonio debutta in prima squadra solo al MANTOVA in C2 dove, arrivato nell'Ottobre 1985 in prestito dai Campioni d'Italia, rimarrà per due stagioni conquistando la promozione in C1 e vincendo anche una Coppa Italia di categoria.
Tornato in gialloblù nell'annata 1987, esordisce in Serie A il 20 Settembre nel 4 a 1 contro l'AVELLINO (dando il cambio a Luciano BRUNI al 55esimo) e il 26 Novembre in Coppa UEFA contro lo SPORTUL STUDENTESC.
Nell'autunno 1989 ecco l'approdo in Serie B alla TRIESTINA, squadra nella quale TERRACCIANO rimarrà per cinque stagioni divenendo una bandiera della formazione alabardata nonostante la retrocessione in C1.

...ALTRE SEI STAGIONI IN C1, DUE IN C2 POI IL RITIRO
Nel 1994 i biancorossi friulani subiscono il fallimento economico e devono ripartire dai dilettanti mentre il centrocampista di scuola gialloblù emigra al CARPI: 2 gol in 2 stagioni con gli emiliani in C1, categoria nella quale continua a permanere con BRESCELLO, FIORENZUOLA, CARRARESE, ancora BRESCELLO fino al ritorno al MANTOVA in C2 e la chiusura di carriera col VALENZANA a 36 anni.

JOLLY AL CASTELNUOVOSANDRÀ CON PARENTESI AL VERONA
Appesi gli scarpini al chiodo, Antonio riparte da Direttore Sportivo al CastelnuovoSandrà (dove ha fatto un po' di tutto dall'allenatore al responsabile del settore giovanile ed è il più fidato collaboratore del presidente MARTINELLI) nel 2008 e con la squadra del basso Garda rimane fino al 2011 conquistando una promozione in Serie D.
Nel 2009-10 ha lavorato anche in seno all'HELLAS VERONA come supervisore del settore giovanile e coordinatore dell'area tecnica.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =


Antonio Terracciano
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Terracciano (Verona, 29 novembre 1966) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera
- Calciatore
Cresciuto nelle giovanili del Verona, nell'ottobre 1985 viene mandato in prestito al Mantova, con cui ottiene la promozione in Serie C1 nella stagione 1985-1986. Dopo un'altra stagione con i virgiliani, nel 1987 rientra a Verona, debuttando in Serie A (il 20 settembre 1987 contro l'Avellino) e in Coppa UEFA, contro i rumeni dello Sportul Studentesc. Nella prima stagione in Serie A colleziona 11 presenze in campionato, che salgono a 15 l'anno successivo. All'inizio della stagione 1989-1990 è l'unico rinconfermato nella rosa della formazione scaligera, a causa dei problemi economici della società; nel mercato autunnale, tuttavia, scende in Serie B, acquistato dalla Triestina.

Rimane nella formazione alabardata per cinque stagioni, diventandone una bandiera con 112 presenze e vivendo la retrocessione dalla Serie B alla C1. Dopo il fallimento del 1994, in seguito al quale la Triestina riparte dal Campionato Nazionale Dilettanti, Terracciano torna in Serie C1, al Carpi, dove rimane per due stagioni. In seguito milita, sempre in Serie C1, nel Brescello (con cui raggiunge i playoff per la Serie B), nel Fiorenzuola, nella Carrarese e ancora nel Brescello, con cui sfiora nuovamente la Serie B perdendo la finale dei playoff contro il Cittadella.

Conclude la carriera tornando per una stagione nel Mantova, e quindi disputando 8 partite nel campionato 2001-2002 con la maglia della Valenzana.

Conta 30 presenze in Serie A, tutte con la maglia del Verona.

- Dirigente
Dopo il ritiro ricopre l'incarico di direttore sportivo del Castelnuovo, formazione dilettantistica veronese, e nella stagione 2009-2010 affianca questo incarico a quello di supervisore del settore giovanile dell'Hellas Verona. Nell'estate 2010 lascia l'incarico al Verona per dedicarsi interamente al Castelnuovo, promosso in Serie D; dopo la retrocessione dei veronesi non viene riconfermato nel ruolo.

Il 7 marzo 2018 il Verona gli affida il ruolo di "ambasciatore gialloblu" per gestire i rapporti con città e tifoseria per incentivare le attività benefiche della società.

Palmarès
- Competizioni nazionali
   Coppa Italia Serie C: 1 Triestina: 1993-1994

FONTE: Wikipedia.org