#HellasWeeklyNews 1 a 1 col TRABZONSPOR nell'ultima amichevole internazionale - Il responsabile della comunicazione di via Francia? E' durato 10 giorni esatti! - Mercato: Quasi fatta per il passaggio dell'attaccante TUTINO in gialloblù - L'ASD Ex Calciatori Hellas Verona ricorda Carla Coletta...


#HellasWeeklyNews +   -   =

Finisce 1 a 1 col TRABZONSPOR al gran calcio di punizione di VELOSO risponde sul finire il giovane BAYKUS...

...Già interrotto il rapporto tra il VERONA e Andrea Sorrentino ormai ex responsabile della comunicazione; la decisione delle parti non può che lasciare molto perplessi visto che l'arrivo del giornalista risale a soli 10 giorni fa!

Anche l'ASD Ex Calciatori Hellas Verona ricorda Carla Coletta la "mitica" magazziniera dello scudetto del Verona scomparsa in questi giorni...

Mercato: Quasi fatta per il passaggio di TUTINO al VERONA, a rivelarlo è TGGialloblu.it che aggiunge 'a Napoli danno ormai per fatto l'affare...' (i particolari sul mercato scaligero i questo post dedicato).

Serie A 2019-20 creato oggi il calendario, l'HELLAS esordirà al Binti col BOLOGNA prima dello scontro diretto a Lecce in trasferta, all terza giornata sarà il MILAN a far visita ai gialloblù che alla quarta saranno di scena a Torino con la JUVE.

Inizia anche il ritiro per la formazione Primavera guidata per la prima volta da mister CORRENT; previste amichevoli con INGOLSTADT 04, CITTADELLA e MILAN.

Anche per 888sport.it l'ultimo posto in Serie A sarà 'conteso' fra VERONA e LECCE date a 3,5 mentre il BRESCIA, di poco 'favorito', si piazza a 5...

Gustosa indiscrezione di mercato rivelata dal quotidiano TuttoSport secondo il quale 'anche il Verona avrebbe cercato lo svincolato Balotelli' poi tutto si sarebbe bloccato sul nascere per circostanze ignote (ma facilmente immaginabili dopo che Via Francia non è stata in grado di competere nemmeno con SPAL, EMPOLI e PARMA rispettivamente per D'ALESSANDRO, MANCUSO e CORNELIUS).

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister JURIĆ dopo l'1 a 1 col TRABZONSPOR «La partita con il Trabzonspor? Ho visto cose positive, ma anche altre che invece sono da migliorare: comunque tutto sommato bene. Buon primo tempo? Sicuramente abbiamo iniziato a giocare, abbiamo anche fatto bene in fase di pressing e scalata là avanti, ma dobbiamo essere più concreti e sfruttare le occasioni: questo lo abbiamo pagato. L’aspetto da migliorare è proprio questo: in A non capitano tante occasioni e bisogna essere in grado di sfruttarle. Verona dà buoni segnali contro squadre di livello? Il Trabzonspor non schierava tutti i titolari e quando sono entrati si è vista la differenza, per noi è stato più complicato. Di certo la squadra inizia a mostrare la propria fisionomia e a fare i movimenti giusti con ancora tanti margini di miglioramento. Si vede la mano dell’allenatore? È ancora presto e le partite non sono preparate con grande attenzione, ma abbiamo creato e fatto bene il pressing alto. Oggi rispetto all’Hoffenheim si sono visti passi avanti. Bologna alla prima giornata? Prima o poi vanno affrontate tutte, ma dobbiamo partire e farci trovare pronti alle prime due giornate prima della sosta. Non saranno gare facili, specie con il Bologna che ha uomini di valore. Più avanti con lo sguardo sul calendario non vado, restiamo concentrati sulle prime due per poi fare un primo bilancio. Bocchetti e Gunter? Devono recuperare la forma migliore, sicuramente sono due giocatori di esperienza quindi spero tornino fisicamente a posto. Bessa? Si sta allenando bene, ma non lo vedo convinto come dovrebbe essere e ho preferito non schierarlo in questo momento. Ragusa? Doveva chiudere e segnare nell’occasione capitatagli» HellasVerona.it

Il presidente SETTI intercettato alla stesura del calendario della Serie A «Se mi chiedete che Verona dobbiamo aspettarci dico una squadra guerriera e battagliera, questo è l’unico modo possibile per rimanere in Serie A. Il mercato? Ci stiamo muovendo con parsimonia, ma arriveremo agli obiettivi» Hellas1903.it


Juric#VeronaTrabzonSpor highligths

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Simone Andrea GANZ torna al COMO! Giocherà con i lariani in prestito dall'ASCOLI. Mimmo DOARDO nuovo preparatore dei portieri della Prima squadra dell'ALBENGA. BIANCHETTI alla SALERNITANA con VENTURA?



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Verona, i 5 moschettieri
Hellas, Chievo, Virtus, Calzedonia e Tezenis verso la nuova stagione, con molte novità di spicco e conferme di un “usato sicurissimo”. Tra ambizioni e speranze
Di Cronaca di Verona - 26 Luglio 2019

Cinque moschettieri al tavolo gialloblù. Tre facce nuove e due “usati sicuri”, uno dei quali è un autentico record vivente, cioè Gigi Fresco. Cinque storie diverse per una stagione che parte tra ambizioni e speranze, senza farsi mancare, com’è normale, qualche inevitabile dubbio. Cominciamo, noblesse oblige, da IVAN JURIC e da un Verona tornato (in fretta) a “riveder le stelle”. Stelle comete o stelle cadenti? Il nuovo Hellas nasce in realtà in punta di piedi, ma con scelte intelligenti. Gente d’esperienza e ragazzi già collaudati, affidati alla grinta e alle idee di un “figlio” di Giampiero Gasperini. Basterebbe questo a garantire a JURIC fiducia senza fine. Ma ci sono anche le avventure con Mantova e Crotone, la serie A assaggiata col Genoa, un curriculum cui manca solo, per ora, il “visto” per la consacrazione. Chi lo conosce lo definisce l’uomo giusto al posto giusto. Bravo tatticamente (vista la…scuola…) ma abile anche a livello umano. Dove sa toccare i tasti giusti con le parole giuste. Diamogli fiducia, se la merita [...]

FONTE: CronacaDiVerona.com


NEWS
Ciao Carla, il commosso ricordo di Fanna: “La mamma dell’Hellas, la mamma di tutti noi”
Mondo Hellas colpito dalla scomparsa di Carla Coletta, per tantissimi anni molto più che magazziniera per il club gialloblù

di Redazione luglio 30, 2019 - 19:00

«La mamma dell’Hellas, la mamma di tutti noi». Voce rotta dall’emozione. Pierino Fanna ricorda così Carla Coletta, per una vita magazziniera al Verona. Anzi, di più, molto di più (quasi 50 anni). Fino a diventare insieme al mitico Pista, al secolo Renzo Manfrin, pure lui magazziniere, simbolo del Verona che c’è ma non si vede. «Carla era tanto per noi», continua Fanna sulle pagine de L’Arena.

«Ha iniziato al Verona quando io nascevo. Disponibile, presente, cortese, gentile, silenziosa. Dispiace se ne sia andata in questi giorni sempre in silenzio. Purtroppo non tutti lo sapevano. Ci sarebbe piaciuto poterla salutare un’ultima volta». Carla avrebbe compiuto 92 anni. «Ha fatto la storia dell’Hellas. Serviva il caffè a presidenti avversari e arbitri. Insieme al Pista rappresentava la parte più bella del nostro Verona. Ci eravamo affezionati a lei. Ma non potevi non voler bene a Carla. Nella mia carriera da giocatore, e penso che questo sia pensiero che posso condividere con tanti compagni, ho riservato un posto nel cuore per lei. Ci siamo rimasti davvero male quando abbiamo avuto la notizia della sua scomparsa».

«Cucinava pure per gli autisti del settore giovanile. Era tutto per noi. Una persona che dava tutta se stessa senza chiedere mai niente in cambio. Non l’ho mai sentita negare qualcosa a qualcuno». Carla non c’è più. Lascia un vuoto. Ma la sua presenza resta viva in chi ha vissuto per cinque decenni un Verona che non c’è più.

CALCIOMERCATO
TS: per Balotelli si era fatto avanti anche il Verona
L’attaccante (attualmente svincolato) avrebbe fatto una “chiacchierata” con la società di via Francia, ma la trattativa sarebbe subito sfumata

di Tommaso Badia luglio 28, 2019 - 12:00

Avrebbe potuto essere Mario Balotelli il grande colpo promesso da Maurizio Setti all’inizio di questo calciomercato: a quanto infatti riportato dall’edizione odierna di Tuttosport, i gialloblù si sarebbero messi in contatto con l’attaccante, attualmente svincolato, per una “chiacchierata”.
La trattativa, però, sembra essere sfumata sul nascere, anche se le ragioni restano al momento ignote.

FONTE: CalcioHellas.it


29 LUG 2019
QUANDO ANCHE CIANO DIVENTA IRRAGIUNGIBILE
Ciano è irragiungibile. Non stiamo parlando di Ribery, di Bale, di Lukaku, ma di Camillo Ciano. Un onesto e magari bravissimo pedatore che ha giocato una sola volta in serie A nella sua carriera. Per il Verona sono troppi due milioni di euro. Costavano troppo anche Mancuso (finito all’Empoli) e Cornelius (al Parma).

A volte, sempre più spesso per la verità, mio pare di vivere su Marte.

Sí, sí, ora lo so che scatenerò i soliti gendarmi del bilancio, i Monti del tifo, una sorta di Troika europea che ricorderà nell’ordine che: il Chievo ha rischiato di fallire. Che nel Veneto il Verona è l’unica squadra in A. Che è saltato anche il Palermo. E via discorrendo. Una volta i tifosi erano i primi sognare. Adesso sembra che siamo diventati tutti dei Barresi col vestitino preso da Zara e la cravattina sottile che fa tanto dirigente.

Fino all’argomento principe: compralo ti el Verona… Che è come dire: mangiati questa minestrina dal gusto merda e per favore dimmi pure che è buonissima.

Il mercato lo giudicheremo alla fine, certamente. Ma per essere chiari: se non si interverrà pesantemente da centrocampo in su e con validi giocatori, la serie B è sicura. E che non si spacci Ciano per un colpo, please. Arrivasse è il minimo che è lecito attendersi.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.Telenuovo.it


Juric e quel sogno di rilanciare Markovic
By Redazione - 28 Luglio 2019

Lazar Markovic è stato uno dei talenti più cristallini lanciato dal calcio serbo negli ultimi 10 anni. Il trasferimento dal suo Partizan Belgrado al Benfica nell’estate del 2013 e, poi, soprattutto quello di un anno dopo dai portoghesi al Liverpool sarebbero dovuti essere i passaggi naturali del percorso calcistico di un campioncino come lui. Classe ’94, esterno d’attacco, velocità, visione di gioco, tecnica smisurata. Ed invece qualcosa si è rotto. Markovic a Liverpool ha clamorosamente fallito. Nonostante sia stato pagato 25 milioni di euro, coi Reds ha totalizzato 34 misere presenze in quattro anni e mezzo, suddivisi tra l’altro tra prestiti in altre squadre europee, dal Fenerbahce allo Sporting CP, dall’Hull City fino all’Anderlecht, una più deludente dell’altra. Relegato nella squadra riserve del Liverpool, a gennaio il club inglese ha deciso di svincolarlo. Ha trovato casa per 6 mesi al Fulham, ma ha fatto male anche lì.

In questa terrificante parabola discendente in più di un’occasione il Genoa di Juric ha provato ad accaparrarselo. Il tecnico croato ha sempre stimato quel gruppo di talentuosi trequartisti serbi nati nei primi anni ’90, ma è riuscito ad ottenere a Genova solo Lazovic e Ninkovic. Non Markovic, la cui valutazione era sempre troppo elevata e soprattutto il suo stipendio fuori budget per i liguri.

Oggi è diverso. Markovic è considerato dagli addetti ai lavori un ex giocatore, nonostante abbia appena 25 anni. Potrebbe accontentarsi di un ingaggio normale e non vede l’ora di ricominciare a divertirsi con il calcio. Il fatto che non sia più vincolato al Liverpool, squadra che di fatto lo ha prima condotto tra le stelle e poi relegato nelle stalle, può essere un importante passaggio mentale per il serbo. E poi Juric potrebbe davvero lavorare su di lui e rilanciarlo per farlo tornare il campione che era.

Oggi non ci è dato sapere se i due si siano parlati di recente e se può sbocciare l’amore con Verona, ma quando Setti parlava di sognare un campione da rilanciare, beh, Markovic potrebbe essere una scommessa davvero intrigante. Foto: Zimbio

Damiano Conati

FONTE: HellasNews.it


I tifosi gialloblù presenti a Bad Zell
luglio 29, 2019

Per l’amichevole in Austria contro il Trabzonspor, una cinquantina i tifosi gialloblù a seguito dell’Hellas Verona

FONTE: HellasNews.it


Serie A, l'incubo dell'ultimo posto: le più a rischio sono Verona e Lecce
del 26 luglio 2019 alle 18:52

Dalla Serie B alla A la distanza può rivelarsi abissale e capita spesso che le squadre neopromosse scivolino all'indietro dopo una sola stagione. Nella stagione scorsa, per esempio, due su tre (Empoli e Frosinone) sono retrocesse, mentre il Parma ha costruito una salvezza piuttosto tranquilla. Gli analisti di 888sport.it hanno già lanciato una scommessa puntata sui bassifondi della classifica: si tratta di indovinare la squadra che occuperà a fine campionato l'ultimo posto. Le maggiori indiziate sono proprio le tre che arrivano dalla B: Verona e Lecce sono date a 3,50, un po' più di fiducia viene riposta nel Brescia, a 5,00. Per Verona e Lecce è disponibile anche la scommessa secca sulla retrocessione: per entrambi, la “caduta” è più probabile della salvezza: 1,65 contro 2,10. Fra i club già presenti in A nella stagione scorsa, il Parma è la più a rischio ultimo posto, dato a 6,00, con la Spal che segue a 7,00. Meglio stanno Bologna, Cagliari e Genoa, a 12, e Sassuolo e Udinese, a 16. Per le altre, le quote salgono parecchio: Sampdoria a 41, Fiorentina e Torino a 101, fino ad arrivare all'impossibile ultima piazza della Juventus, che vale 2001 volte la scommessa.

FONTE: CalcioMercato.com


L'AMICHEVOLE
Col Trabzonspor è 1-1 Veloso protagonista
29/07/2019 17:45
Nell'ultima amichevole in Austria il Verona pareggia 1-1 contro i turchi del Trabzonspor. Al vantaggio di Veloso autore di una pregevole punizione risponde il giovane Baykus a pochi minuti dal termine.

COMMENTO SECONDO TEMPO.
Il Verona parte bene anche nella ripresa e per venti minuti regge il campo. Poi esce alla distanza il Trabzonsport trascinato in particolare da Ekuban e Nwakaeme. E' proprio quest'ultimo a servire a Baykus il pallone dell'1-1 su cui pesa però l'errore di Radunovic.

90' Finisce qui, 1-1.

87' Spunto di Nwakaeme che si libera di due giocatori del Verona e mette in mezzo un insidioso traversone su cui nessuno interviene.

76' Il giovane Baykus raccoglie un traversone di Nwakaeme e al volo batte Radunovic dall'interno dell'area di rigore. Il portiere gialloblù non è però esente da responsaibilità.

71' Undici cambi per Juric.

69' Trabzonspor a un passo dal pareggio. Radunovic da poco entrato al posto di Silvestri devia in angolo su un colpo di testa ravvicinato.

64' Ancora Ekuban protagonista: il destro del ghanese si spegne a lato dai venticinque metri.

62' Juric soddisfatto per l'atteggiamento della squadra. Applausi soprattutto per Veloso che sta guidando il centrocampo del Verona.

60' Fiammata del Trabzonsport con Ekuban che prova con il sinistro dalla distanza ma non trova la porta.

58' punizione dalla sinistra di Veloso. La palla spiove in area di rigore, Dawidowicz manda di poco a lato.

55' spunto di Tupta sulla destra che serve una palla d'oro a Zaccagni ma il tiro del centrocampista viene respinto dalla difesa turca.

50' Avvio di ripresa senza squilli. Ci provano i turchi che reclamano anche un rigore. Fa proseguire l'arbitro Achim.


COMMENTO PRIMO TEMPO. Il Verona continua a dare un senso di solidità e questo è frutto del lavoro di Juric. I reparti restano compatti, il pressing sul portatore di palla è costante ed in ogni zona del campo. Il Trabzonspor del primo tempo, va detto, è una sorta di Primavera mascherata, ma questo non toglie nulla alla prestazione dei gialloblù. Juric prova la doppia punta con Zaccagni trequartista, piacevoli alcune incursioni dei centrocampisti. Di assoluto pregio la punizione di Veloso dal limite dell'area. Da anni non si vedeva uno specialista di questo livello e si sa quanto siano importanti i calci piazzati in alcune partite bloccate.

46'pt: fischia l'arbitro, squadre negli spogliatoi con il Verona in vantaggio per 1-0.

45' pt: Di Carmine per Badu che viene anticipato in extremis in angolo.

30' reazione del Trabzonspor. Tiro dal limite di Kilinc, deviato in angolo da Faraoni

27'pt: GOOOOOL VERONA. Grande punizione di Veloso. Il portoghese dal limite dell'area accarezza di sinistro il pallone che colpisce la traversa e finisce in gol per l'1-0 dell'Hellas.

22'pt: gara senza sussulti. Il Verona non fatica a contenere i turchi, ma praticamente nessuna occasione da gol per i gialloblù, tranne l'angolo di Veloso.

10'pt: Veloso direttamente da angolo, costringe Cakir alla deviazione ancora in corner. Terzo angolo consecutivo per il Verona

2' pt: Di Carmine resta a terra dopo un scontro. Soccorso, l'attaccante riporta una ferita sopracigliare. Può comunque continuare la partita.

1' pt: inizia il match. Trabzonospor imbottito di giovani e senza i big.

Bocchetti e Gunter ancora out. Il Verona è pronto ad affrontare i turchi del Trabzonspor per la seconda amichevole che si gioca in Austria. I due difensori, però restano ai box per i problemi muscolari. Fermo anche Bessa.

VERONA (3-4-1-2) Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Empereur; Faraoni, Badu, Veloso, Vitale; Zaccagni; Tupta, Di Carmine.
A disposizione: Radunovic, Berardi, Pazzini, Henderson, Marrone, Ragusa, Traore, Balkovec, Lee, Lucas, Di Gaudio, Danzi, Almici, Crescenzi.
All.: Juric.

TRABZONSPOR (4-2-3-1) Cakir, Asan, Bilgin (46'Ekuban), Turkmen, Kilinc, Erdogan, Akpinar (46' Nwakaeme), Canbaz, Avdijaj, Nemanja (46' Hosseini), Novak.
A disposizione: Akbulut, Dursun, Tosun, Aydin, Baykus, Eren, Kuckar, Akpinar, Pareira.
All.: Karaman.

Arbitro: Achim
Assistenti: Rolando, Andreas.

IL CALENDARIO
SERIE A: ECCO IL CAMMINO DEL VERONA
29/07/2019 19:59
Questo il cammino completo dei gialloblù nel prossimo campionato 2019/2020.

1) Hellas Verona-Bologna

2) Lecce-Hellas Verona

3) Hellas Verona-Milan

4) Juve-Verona

5) Hellas Verona-Udinese

6) Cagliari-Hellas Verona

7) Hellas Verona-Sampdoria

8) Napoli-Hellas Verona

9) Hellas Verona-Sassuolo

10) Parma-Hellas Verona

11) Hellas Verona-Brescia

12) Inter-Hellas Verona

13) Hellas Verona-Fiorentina

14) Hellas Verona-Roma

15) Atalanta-Hellas Verona

16) Hellas Verona-Torino

17) Lazio-Hellas Verona

18) SPAL-Hellas Verona

19) Hellas Verona-Genoa

LA SCOMPARSA DI UNA FIGURA "MITICA"
Ciao Carla, magazziniera dello scudetto
29/07/2019 16:11
E' scomparsa Carla Coletta, la "mitica" magazziniera dello scudetto del Verona.

Carla, sempre in coppia con "Pista" Manfrin, ha per anni lavorato nel magazzino del Verona conquistando tutti per la simpatia e la cordialità.

Precisissima nel suo lavoro, Carla Coletta è stata uno dei tanti personaggi che hanno contribuito a creare il grande gruppo che poi ha portato a vincere il tricolore nel 1985.

Gli ex calciatori del Verona l'hanno ricordata così: "Ci ha lasciati la Signora Carla Coletta per quasi 50 anni magazziniera al Verona, mamma e confidente di infinite generazioni di calciatori gialloblu...

Un profondo vuoto per chi ha avuto il piacere e l’onore di conoscerla, una vita di lavoro dedicata ai suoi “butei”.

Ciao Carla riposa in pace mai nessuno di noi ti potrà dimenticare, insuperabile la tua limonata al termine di ogni allenamento".

FONTE: TGGialloBlu.it


28.07.2019
Tupta con Kumbulla e Danzi L’Hellas del futuro è già qui?
Mischia Hellas nel ritiro di Feldkirchen FOTOEXPRESS

Il Verona dei giovani. La Giovine Hellas. L’Austria regali riflessi di futuro. Nulla di definitivo, per carità. Ma Ivan Juric ha in mano tre carte jolly. Le può giocare, le può tenere. Magari il soffio del vento del mercato cambierà tutto in corsa. Ma Andrea Danzi, Marash Kumbulla e Lubomir Tupta, oggi, sono tre tipi da Hellas. Sia inteso: questo Hellas. Quello che non può abbandonarsi a spese pazze e, per necessità, dovrà anche scommettere sui suoi ragazzi. Il veronese Danzi è stato paragonato in passato a Benny Vignola. Accostamento irriverente oggi. Ma Andrea ha testa e piedi. In ritiro ha regalato sprazzi di buon calcio. Può crescere all’ombra di Veloso. E Juric non ha certo voglia di bruciare le sue carte migliori. «Viaggio sulla traccia di Tommasi e Garzon» ha confessato Danzi. Per pochi minuti ha pure indossato la fascia di capitano in una delle amichevoli giocate a Mezzano. Un punto di partenza che può diventare punto di arrivo. Classe ’99, Danzi ha raccolto con l’Hellas 5 presenze in A e tredici - con un gol - lo scorso anno. «Abbiamo chiuso bene, vogliamo ripartire meglio. La maglia? Cucita sulla pelle». Lui ha detto.

E al Verona pare vogliano puntare anche su Lubomir Tupta. Nella giusta maniera. Non consegnandoli troppe responsabilità. Ma Juric ci sta lavorando. Pazzini, Di Carmine e dopo pure Tupta. Tenendo conto che l’attacco dell’Hellas dovrebbe essere completato da un’altro arrivo di spessore. Slovacco, classe ’98, Tupta ha già debuttato in A con i gialloblù e la scorsa stagione, seppur a sprazzi, ha visto il campo diciassette volte, mettendo a segno due reti. Punta fisica, in costruzione, di prospettiva. Se là davanti Juric vuole puntare anche sul futuro non può non pensare a Tupta.

E poi c’è Marash Kumbulla, difensore italo-albanese classe 2000. «Riscatto» è la parola chiave. Dopo una stagione di tormenti. «Il peggio è passato». Juric lo ha messo spesso al centro della difesa. Per vedere, per capire, per intuire cosa potrà offrire Kumbulla. Non adesso, non subito, ma in prospettiva. La serie A non aspetta. Il Verona, là dietro, necessità di esperienza. Ma Kumbulla potrebbe crescere piano ed esplodere al momento giusto. «Con me gioca chi merita, non guardo la carta d’identità» dice il tecnico. Il Verona del futuro magari sta già nascendo.
Simone Antolini

FONTE: LArena.it


TEST MATCH: HELLAS VERONA-TRABZONSPOR 1-1
29/LUGLIO/2019 - 17:05
Bad Zell (Austria) - Si chiude 1-1 la seconda amichevole internazionale dei gialloblù dal ritiro di #Feldkirchen2019, con Juric che ha potuto nuovamente contare su una formazione coesa e compatta nell'affrontare l'avversaria come avvenuto contro l'Hoffenheim. Vantaggio gialloblù nel primo tempo con una punizione dal limite calciata alla perfezione dal mancino Miguel Veloso, nella ripresa ristabilisce Baykus per i turchi.


HELLAS VERONA-TRABZONSPOR 1-1
Marcatori: 27' pt Veloso, 36' st Baykus.

Hellas Verona: Silvestri, Rrahmani, Vitale, Faraoni, Badu, Veloso, Zaccagni, Empereur, Dawidowicz, Tupta, Di Carmine.
A disposizione: Radunovic, Berardi, Kumbulla, Pazzini, Henderson, Marrone, Ragusa, Traore, Balkovec, Lee, Lucas, Di Gaudio, Danzi, Almici, Crescenzi.
All.: Juric.

Trabzonspor: Cakir (dal 1' st Akbulut), Asan, Bilgin, Turkmen (dal 1' st Ekuban), Kilinc, Erdogan, Akpinar (dal 1' st Hosseini), Canbaz, Avdijaj, Nemanja (dal 1' st Nwakaeme), Novak.
A disposizione: Dursun, Tosun, Aydin, Baykus, Eren, Kuckar, Akpinar, Nwakaeme, Pareira, Ekuban.
All.: Karaman.

Arbitro: Achim
Assistenti: Rolando, Andreas.

NOTE - Ammoniti: Empereur, Pazzini.

HELLAS VERONA FC - NOTA UFFICIALE
29/LUGLIO/2019 - 16:50
Verona - L'Hellas Verona FC, in seguito a una decisione presa di comune accordo tra le parti, comunica di aver interrotto il rapporto lavorativo con il responsabile della comunicazione Andrea Sorrentino.

Il Club intende ringraziare Andrea per la serietà e la professionalità dimostrate e gli augura le migliori fortune per la sua carriera professionale.

HELLAS VERONA FC - NOTA UFFICIALE
29/LUGLIO/2019 - 16:50
Verona - L'Hellas Verona FC, in seguito a una decisione presa di comune accordo tra le parti, comunica di aver interrotto il rapporto lavorativo con il responsabile della comunicazione Andrea Sorrentino.

Il Club intende ringraziare Andrea per la serietà e la professionalità dimostrate e gli augura le migliori fortune per la sua carriera professionale.

#VALLEDELCHIESE2019: PRIMA DOPPIA SEDUTA PER LA PRIMAVERA, SI INIZIA A FARE SUL SERIO
28/LUGLIO/2019 - 22:00
Roncone (Trento) - Il secondo giorno del ritiro della Primavera a #ValledelChiese2019 porta la prima doppia seduta trentina, iniziata per il reparto arretrato proprio in albergo. L'allenatore Nicola Corrent ha infatti voluto analizzare alcune situazioni video con i difensori prima dell'allenamento mattutino sul campo.

La prima seduta ha visto i gialloblù impegnati, dopo l'attivazione, in un lavoro alternato tra tattica per reparti e forza in palestra, concludendo con una serie di due contro due. Dopo pranzo la squadra e lo staff hanno avuto un paio d'ore di relax, ma nel tardo pomeriggio sono tornati in campo per proseguire con riscaldamento tecnico, partita tattica e partita libera.


Domani è prevista un nuovo doppio allenamento, mentre martedì ci sarà la prima amichevole con l'Ingolstadt 04.


Anche Diego Decarli per la Comunicazione di Valle del Chiese, ospite il mese scorso nella sede dell'Hellas Verona per partecipare alla presentazione di questo ritiro 2019 della Primavera, ha portato i propri saluti a mister Corrent e ai suoi ragazzi, illustrando le potenzialità del connubio tra il calcio e le splendide località della valle.

#FELDKIRCHEN2019 - IL SESTO GIORNO DI RITIRO DEI GIALLOBLÙ
28/LUGLIO/2019 - 21:05

Feldkirchen an der Donau (Austria) - Sesto giorno di ritiro austriaco per i gialloblù, che anche oggi hanno concluso la giornata di allenamenti molto tardi, vicino alle ore 21. Sfruttato appieno il fresco arrivato finalmente a Feldkirchen, con una seduta tattica ad altissima intensità alla vigilia della sfida al Trabzonspor alle 18 di domani. Al mattino spazio invece al potenziamento muscolare in palestra.

#FELDKIRCHEN2019: REPORT ALLENAMENTO
27/LUGLIO/2019 - 22:50

Feldkirchen an der Donau (Austria) - Prosegue il ritiro austriaco dei gialloblù, che sono scesi in campo oggi per una doppia seduta. In mattinata la squadra ha svolto, dopo il riscaldamento tecnico, delle esercitazioni tattiche, mentre nel pomeriggio dopo il riscaldamento c'è stato spazio per un lavoro con la palla ad alta intensità, per poi chiudere con la partita.

#VALLEDELCHIESE2019: INIZIATO IL RITIRO DELLA PRIMAVERA, CORRENT E I SUOI SUBITO IN CAMPO
27/LUGLIO/2019 - 22:00

Roncone (Trento) - La prima squadra in Austria, le Women che si presenteranno a breve e la Primavera al lavoro da oggi nel ritiro di #ValledelChiese2019. Entra nel vivo la stagione gialloblù, con gli uomini di mister Nicola Corrent che in tarda mattinata sono giunti all'Albergo Genzianella, dove trascorreranno 14 giorni di intensa preparazione. Già nel pomeriggio di oggi la squadra è scesa sul campo dell'US Alta Giudicarie per la prima seduta: dopo il riscaldamento e i torelli, una lunga fase di esercitazioni sui possessi ad alta intensità, seguita dalla partitella e da un lungo lavoro aerobico.

Tre amichevoli in programma, contro Ingolstadt 04, Cittadella e Milan, e per il terzo anno consecutivo a Roncone il ritiro sarà seguito quotidianamente su hellasverona.it e sui canali social di Hellas Verona Giovanili

HELLAS VERONA FC - NOTA UFFICIALE
19/LUGLIO/2019 - 16:00
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver riorganizzato e integrato l’area media del Club, che per la stagione 2019/20 vedrà Andrea Sorrentino come responsabile dell'Area Comunicazione. Il nuovo dirigente sarà coadiuvato dal capo Ufficio Stampa Matteo Viscione.

Andrea Sorrentino è nato a Roma. Giornalista professionista dal 2001, ha lavorato come inviato nei maggiori eventi sportivi nazionali e internazionali, maturando un’esperienza ventennale nel settore della comunicazione sportiva.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Simone Andrea GANZ torna al COMO! Giocherà con i lariani in prestito dall'ASCOLI. Mimmo DOARDO nuovo preparatore dei portieri della Prima squadra dell'ALBENGA. BIANCHETTI alla SALERNITANA con VENTURA?
EX VERONA
29 luglio 2019 - 09:39
Ex Verona, Bianchetti interessa alla Salernitana
Il difensore, svincolato, potrebbe finire al club campano

di Redazione Hellas1903

Matteo Bianchetti ha lasciato il Verona al termine della scorsa stagione e attualmente è ancora svincolato.

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, il difensore è finito nel mirino della Salernitana. Il club campano, infatti, sta cercando un difensore capace di adattarsi nella difesa a 3 prevista dal tecnico Ventura e Bianchetti corrisponde all’identikit tracciato dal direttore sportivo Fabiani.

J.M.B.

FONTE: Hellas1903.it


Como
26 Luglio 2019
Calcio como colpo di mercato: Ganz is back!
Arriva in prestito dall'Ascoli per rinforzare il reparto d'attacco.


I tifosi lariani lo aspettavano a braccia aperte. Ora è ufficiale: Simone Andrea Ganz è nuovo giocatore del Como. Arriva dall’Ascoli in prestito.

Calcio como colpo di mercato: Ganz is back!
L’attacante, figlio di Maurizio, tornerà quindi al Sinigaglia dopo aver lasciato un bel ricordo nelle stagioni 2014-2015 e 2015-2016. Erano state 18 le reti alla prima stagione, fondamentali per la promozione in Serie B dell’anno successivo dove non bastarono i suoi 16 centri per mantenere la categoria. Dopo l’esperienza comasca per lui ci sono state Verona, Pescara e Ascoli. Il suo cartellino, dopo le ottime stagioni a Como, lo aveva preso a parametro zero la Juventus dal Milan, squadra dove era cresciuto nel settore giovanile. Nel 2017 è stato poi ceduto a titolo definitivo al Pescara, a gennaio 2018 l’approdo all’Ascoli.

“Non vedo l’ora di iniziare”
Classe 1993 è alla ricera del riscatto dopo alcune stagioni sotto le aspettative. “Qui ho ricordi bellissimi. Non vedo l’ora di iniziare” ha spiegato il bomber. Soddisfatto anche il ds Carlalberto Ludi: “Ha dimostrato grande entusiasmo nel voler tornare al Como”.

FONTE: GiornaleDiComo.it


CALCIO | 26 luglio 2019, 16:42
Calcio, Albenga: il preparatore dei portieri sarà Domenico Doardo

Il comunicato ufficiale:
L'A.S.D. Albenga 1928 comunica che Domenico Doardo sarà il nuovo preparatore dei portieri della Prima squadra allenata da mister Matteo Solari.

Dopo una lunga carriera nel calcio professionistico con le maglie, tra le altre, di Torino, Genoa, Hellas Verona (oltre a 7 presenze con la Nazionale Under 21 guidata all'epoca da Cesare Maldini), Doardo ha già vissuto esperienze negli staff tecnici di Swindon Town e Sunderland (Inghilterra), Terek Grozny (Russia). Nell'ultima stagione, invece, è stato in forza all'Albissola 2010 (Serie C).

A Domenico il caloroso benvenuto da parte di tutta la società.

FONTE: SVSport.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaTorino Juric

#AtalantaVerona highlights


Archivio