Subscribe Us

HELLAS VERONA 3-3 TORINO: L'ultima partita dell'anno regala ai tifosi scaligeri una gara storica che vede gli scaligeri, sotto per 3 a 0, rimontare gli avversari! Non era mai successa, nella storia gialloblù, una remuntada così clamorosa ma 9 gol in 3 gare non possono non preoccupare...


#VeronaTorino +   -   =

RECAP & IMPRESSIONI
VERDI e BERENGUER rappresentano una coppia di fantasisti difficile da tenere sotto controllo ed è lì che il TORINO fa la differenza trovando in ZAZA una boa ideale in mezzo all'area; la partita si gioca su questo mismatch tecnico-tattico ed è quasi naturale il vantaggio griffato ANSALDI poco dopo la mezz'ora.
Nella ripresa JURIĆ vuole svoltare e butta nella mischia STĘPIŃSKI e VERRE al posto di ZACCAGNI e DI CARMINE. Il VERONA parte con buon piglio ma nei sei minuti che vanno dal 54° al 60° gli ospiti trovano il bis e il tris con BASELLI e ANSALDI: Partita finita? Macché!
Al 63° il mister prova l'all-in inserendo anche PAZZINI e il capitano da la scossa prima realizzando il penalty dell'1 a 3 e poi propiziando il secondo gol con una girata improvvisa degna dei tempi migliori!
Quando vedi STĘPIŃSKI divorarsi il pari su una ghiottissima ripartenza ti sembra che sia tutta un'illusione e invece è proprio il polacco ad agguantare il pari sottoporta con il piattone sinistro che interrompe un digiuno durato 10 mesi!

Non è finita finchè non è finita! Il VERONA non ha sentito il gong che evidentemente ha fatto addormentare il Toro sul 3 a 0 a favore e con una rimonta clamorosa ha conquistato un punto che è tutto grasso che cola e torna a muovere la classifica dopo due gare a secco.
Gara a suo modo storica perchè mai prima l'HELLAS, sotto di tre gol, era riuscito a rimontare così come al TORINO non era mai successo di subira una tripla rimonta ma il punto guadagnato, se da un lato premia la ferrea volontà dei gialloblù, non può far passare in secondo piano i 9 gol buscati in 3 partite: HELLAS che sta succedendo? Fino alla 13esima quella scaligera era stata tra le prime difese della Serie A, poi l'infortunio a KUMBULLA e i chiari di luna ad un RRAHMANI praticamente chirurgico fin li e lo splendido giocattolo costruito da JURIĆ comincia a mostrare preoccupanti segni di cedimento...
Deriva davvero molto pericolosa da cambiare al più presto!



LA PARTITA
Mister JURIĆ ritrova KUMBULLA dal primo minuto al centro della difesa e anche GÜNTER rientra sul centrosinistra con RRAHMANI dalla parte opposta a completare il pacchetto arretrato, invariato il resto del 3-4-2-1 rispetto alla gara della settimana scorsa con l'ATALANTA quindi con PESSINA e ZACCAGNI confermati sulla trequarti e DI CARMINE puntero al centro.
Risponde con una tattica speculare MAZZARRI con IZZO, NKOULOU e BREMER nella linea di difesa, AINA al posto del convalescente DE SILVESTRI sull'esterno destro con BASELLI e RINCON al centro e ANSALDI dalla parte opposta, BERENGUER e VERDI sulla trequarti e ZAZA al posto del 'Gallo' BELOTTI unico attaccante.

Dirige la sfida il signor Federico La Penna della sezione AIA di Roma 1.

Clicka qui per vedere l'album di HELLAS VERONA 3-3 TORINO

IL TORO FA VALERE SUBITO LA MAGGIORE QUALITÀ
Al 5° BERENGUER semina il panico penetrando a centro area, salta RRAHMANI poi KUMBULLA ma fortunatamente SILVESTRI gli si oppone in uscita bassa! Poco dopo arriva ZAZA dal vertice sinistro con una conclusione pericolosa ancora respinta dal portierone gialloblù ma il Toro carica a testa bassa!
VELOSO stende BASELLI poco fuori area al 22°, alla battuta VERDI pericoloso a giro sul primo palo: Palla fuori.
RINCON al 25° supera FARAONI sulla linea di fondo poi la da in area dove BERENGUER di prima batte SILVESTRI ma la palla era nettamente uscita sul fondo.
Situazione di attacco granata 3 contro 3 al 33°, ANSALDI sceglie la conclusione dalla distanza respinta in tuffo da SILVESTRI poi la difesa scaligera recupera...

GRANATA IN VANTAGGIO POCO DOPO LA MEZZ'ORA
Ospiti in vantaggio al 36°: BERENGUER difende ostinatamente palla al limite in mezzo a tre gialloblù poi penetra e la da al vicino VERDI che a sua volta imbuca per ANSALDI in sovrapposizione in area sulla sinistra: Il tremendo terra-aria sotto l'incrocio fulmina SILVESTRI sul primo palo!
VELOSO cross da sinistra sul palo lontano al 38°, DI CARMINE cerca l'incornata ma la conclusione è debole ed è facile per SIRIGU bloccare a terra...
ZAZA si gira dal limite al 41°, palla facile da leggere per SILVESTRI.
Al 47° direttamente da calcio d'angolo battuto da destra, VELOSO trova la conclusione più pericolosa di tutto il primo tempo per l'HELLAS ma SIRIGU di pugno respinge sulla linea di porta.

STĘPIŃSKI E VERRE AD INIZIO RIPRESA...
Doppio cambio per JURIĆ ad inizio ripresa: STĘPIŃSKI e VERRE sostituiscono rispettivamente ZACCAGNI e DI CARMINE.
STĘPIŃSKI difende palla sulla linea laterale al 47°, LAZOVIĆ parte fulmineo in fascia sulla sinistra e sulla scivolata disperata di AINA cerca il secondo palo di piatto: Palla sul fondo!

BIS E TRIS TORO!
Al 54° BERENGUER trova un corridoio libero sulla sinistra, affonda in velocità superando RRAHMANI anche con un dribbling a rientrare poi il tiro a uccellare SILVESTRI sul palo opposto con leggera deviazione di KUMBULLA: Palla che sbatte sul palo prima di infilarsi in porta dalla parte opposta!
FARAONI dal vertice destro al 57°: Abbranca facile SIRIGU.
Al 59° AINA da sinistra pesca perfettamente BASELLI a centro area, il centrocampista del TORINO si trova a battere un calcio di rigore in movimento ma SILVESTRI è strepitoso in uscita a salvare lo 0 a 3!
Tris Toro al 60°: Da calcio d'angolo battuto a destra i granata fanno sponda a centro area, palla fuori per ANSALDI che di controbalzo secca un SILVESTRI evidentemente spaesato.

PAZZINI-GOL, INIZIA LA RIMONTA...
AMRABAT ha problemi al ginocchio, gli da il cambio PAZZINI al 63°.
VELOSO da fuori area al 64° Tiro sbilenco che termina a lato...
BREMER fa volume col braccio sinistro sul cross di STĘPIŃSKI al 67°, La Penna consulta il VAR poi concede il rigore alla cui battuta va PAZZINI per la battuta centrale bassa e il 112° centro in Serie A (il primo in questo campionato).
Al 75° veloce 1-2 tra BELOTTI e ZAZA
AL 76° girata improvvisa di PAZZINI sul primo palo, SIRIGU con un miracolo la smanaccia sul palo alla sua destra ma li in agguato c'è VERRE che insacca con un micidiale tap-in!
STĘPIŃSKI sfiora il pari al 77° rubando palla a NKOULOU sulla trequarti ma al momento della conclusione si allarga troppo e trova solo l'esterno della rete sprecando una ghiottissima occasione!
Incredibile pari HELLAS al minuto 84: VELOSO la mette al limite per VERRE che la da fuori a FARAONI, cross sul palo lontano dove STĘPIŃSKI è tenuto in gioco da AINA, difende palla e di piatto sinistro batte SIRIGU con una rasoiata dalla parte opposta!

GARA VIVA FINO ALLA FINE!
Incursione del neoentrato MEITE al 90°, palla a ZAZA che la mette rasoterra a fil di porta: GÜNTER la spara sul fondo con un intervento decisivo!
SIRIGU fuori dai pali al 94°, ci prova PAZZINI da fuori area ma la palla finisce sul fondo. Sul ribaltamento di fronte fa più o meno la stessa cosa AINA: Palla sopra la traversa.
Un minuto più tardi il signor La Penna fischia tre volte dopo 5 minuti di recupero.


Radiografia del Gol gialloblù 2019/2020
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
DI CARMINE033
VELOSO022
PESSINA022
FARAONI022
VERRE022
KUMBULLA011
LAZOVIĆ011
SALCEDO011
PAZZINI011
STĘPIŃSKI011
EMPEREUR101

VOTI

  • SILVESTRI Qualche incertezza sul primo e sul terzo gol ma annulla l'incursione di BASELLI al 59° risultando alla fine decisivo sul pari finale 6--
  • RRAHMANI BERENGUER lo supera fin dalle prime battute e al 54° lo sotterra quando realizza il secondo gol granata: Il calo della difesa in queste ultime tre partite lo coinvolge molto da vicino, speriamo solo si riprenda al più presto dopo il lungo periodo in vacanza che arriverà... 5
  • KUMBULLA Decisivo su BERENGUER all'inizio, rischia su ZAZA con quello sguaiato retropassaggio al 20° e al rientro mostra luci e ombre com'è normale che sia. Ora al pari di RRAHMANI cerchi la condizione migliore 6
  • GÜNTER Fra i tre dietro è forse il migliore anche perchè il TORINO affonda più dalla parte opposta 6,5
  • FARAONI Soffre maledettamente gli affondi granata dalla sua parte e raramente trova la sovrapposizione ma è suo l'assist per il 3 a 3 di STĘPIŃSKI 6,5
  • VELOSO Al 47° da calcio d'angolo trova la conclusione più pericolosa dei gialloblu in tutto il primo tempo e parte dai suoi piedi il 3 a 3 finale ma non brilla ancora come nelle prime gare di campionato: Deve ritrovare lo smalto dei tempi migliori! 6
  • AMRABAT Protesta oltre il limite per il fallo di reazione di RINCON e becca un giallo che gli farà saltare la prossima. Nella ripresa fa vedere qualche sprazzo del miglior AMRABAT poi si deve arrendere al dolore all'anca 6 (gli da il cambio PAZZINI al 63°: A fine gara rivela che un piccolo intervento chirurgico estivo l'ha fatto rimanere indietro di preparazione ma oggi è la miccia che innesta la clamorosa reazione, non potrò mai essere super partes nei giudizi sul Pazzo quindi mi si perdoni se oggi gli affibbio un 10! Veni, Vidi, Vici come Gaio Giulio Cesare l'incredibile 3 a 3 finale è in gran è parte merito suo e lo premia dopo tante sofferenze...)
  • LAZOVIĆ Sulla sinistra è spesso imprendibile quando si innesta ma altrettanto spesso effettua scelte sbagliate purtroppo... 5,5
  • PESSINA Si vede poco ma sbaglia anche poco... 6
  • ZACCAGNI Esce vincente da un paio di corpo a corpo che fanno sperare il meglio ma la verità è che Mattia oggi delude un po' anche il mister che ammette nel dopogara di non averlo visto bene in settimana e ad aver sbagliato a dargli fiducia 5 (gli da il cambio VERRE al 46°: Come PAZZINI da la svolta alzando al contempo il tasso di qualità scaligera sulla trequarti, bravo a farsi trovare pronto ma se oltre al gol riuscisse a trovare continuità di rendimento... 7)
  • DI CARMINE Gioca condizionato da un dito rotto lotta, combatte ma la davanti sembra sempre fuori dalla partita anche perchè il VERONA non riesce mai ad esprimersi come ha fatto fin qui così il mister lo toglie 5,5 (gli da il cambio STĘPIŃSKI al 46°: Torna al gol, il primo in maglia scaligera, a distanza di dieci mesi dall'ultima gioia ed è un gol importante perchè agguanta un'insperato 3 a 3... C'è anche da ricordare che se ne divora uno che poteva risultare altrettanto determinante a causa di un movimento che tutto è tranne quello di una prima punta 6)
  • JURIĆ Nel dopopartita è il primo a riconoscere di aver sbagliato qualcosa sia nella selezione degli undici che nella preparazione alla partita... Ammette che la settimana è stata condizionata dalle voci di mercato e dalle troppe feste nonostante le due sconfitte ma ha l'intuizione giusta ad inizio ripresa ed è bravo (e fortunato) anche col terzo cambio puntando su PAZZINI sempre anima della squadra anche se ai margini: Speriamo che, coerentemente con quanto fatto fino a qui, torni a dare un po' di considerazione in più anche all'infinito capitano gialloblù 7 anche perchè i 3 che butta dentro fanno un gol a testa!

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister JURIĆ «Questo Verona è una squadra che non muore mai? Sono stati bravissimi! Dopo il 3-0 penso che qualsiasi squadra si sarebbe arresa, invece noi ci abbiamo creduto, facendo tutto in maniera fantastica. Abbiamo raddrizzato una partita che sembrava persa. Cosa è cambiato fra primo e secondo tempo? Non avevamo la giusta fame nei primi 45’, magari hanno influito alcune cose che non mi sono piaciute in settimana, comunque non ho visto le caratteristiche che ci hanno contraddistinto in questi mesi: la volontà, i particolari, l’attenzione, le seconde palle, l’aggressività, fare le cose semplici e fatte bene. Ci è mancato tutto. Nel secondo tempo, al di là dei due gol presi, ho visto un Verona come è di solito, nonostante la differenza che si è vista nel primo tempo fra le due squadre. Si è notato che possiamo mettere in difficoltà chiunque e i ragazzi sono stati bravissimi. I tre cambi dalla panchina? Tutti e tre sono entrati in modo fantastico, ci hanno dato slancio e qualità in avanti, facendo gol e creando occasioni. Hanno fatto bene. Pazzini? ‘Pazzo’ è un ragazzo eccezionale. Lui ha un po’ di problemi fisici che non gli permettono di allenarsi con continuità in gruppo: facciamo un lavoro a parte con lui e adesso siamo riusciti a trovare un po’ di costanza nelle ultime settimane. Giampaolo lo fa con una volontà allucinante, sa qual è il suo ruolo. Oggi ha avuto mezz’ora per dimostrare chi è e a parte il gol ha fatto cose importantissime. Penso che sarà utile anche come persona, oltre a quello che ci può dare in campo. Su questo non avevo dubbi e sono contento di averlo. Sosta e ritiro in Tunisia? Adesso bisogna riposare quattro o cinque giorni per poi ricominciare a lavorare. Ci aspettano subito partite importantissime per noi e dobbiamo farci trovare pronti, perché sarà tutto difficile: dobbiamo essere carichissimi. Servirà recuperare le energie e fare un grande girone di ritorno» HellasVerona.it

Mister MAZZARRI tecnico del TORINO «È davvero una beffa non portare a casa i tre punti oggi. È stata una partita incredibile, è difficile spiegare cosa sia successo. Abbiamo giocato la migliore partita dell’anno, forse anche degli ultimi due o tre, contro una squadra che può mettere in difficoltà chiunque. Fino al 3-0 siamo stati impeccabili, oserei anche dire perfetti. Purtroppo poi è successo un po’ di tutto, al di là delle nostre disattenzioni. Probabilmente il 3-0 ci ha fatto pensare che la partita fosse già chiusa, che potevamo segnarne ancora facilmente uno o due. Ci siamo complicati la vita da soli per delle sciocchezze, sono davvero arrabbiatissimo. Per evitare il secondo ed il terzo gol veronese bastava che tutti i giocatori tenessero la linea, in modo tale che i loro attaccanti finissero in fuorigioco. Resta però il fatto che se giocheremo così, evitando però queste disattenzioni, potremo vincere tante partite» TorinoFC.it

PazziniJuricStepinski

Capitan PAZZINI c'è «Un Verona che non muore mai? È così, volevamo chiudere bene questo 2019. Dopo un primo tempo sotto tono abbiamo trovato la forza per reagire, contro una grande squadra. Il pareggio è il giusto premio. I gol segnati dai subentrati? Significa che abbiamo fame, che abbiamo voglia di lottare e che remiamo tutti nella stessa direzione. Sono contento per il gol, così come per Verre e per Stepinski. Oggi è una giornata positiva. Gli applausi del Bentegodi? Loro con me sono sempre grandi, li ringrazio ancora perchè anche oggi ci hanno trascinato. Gran parte del merito va a loro» HellasVerona.it

Due gol per ANSALDI oggi «Non ci sono parole per descrivere la partita di oggi. Fino al 70' abbiamo disputato un'ottima partita, poi abbiamo cercato di gestire il vantaggio. E' difficile trovare le parole. Non so se sia stato un problema mentale; sicuramente non fisico perchè stavamo bene e lo abbiamo dimostrato quando dopo il 3-3 abbiamo rialzato la testa e ci siamo ributtati in avanti. Dopo una vittoria sembra tutto positivo, dopo un pareggio come quello di oggi invece sembra tutto il contrario. Occorre equilibrio: dobbiamo solo continuare a lavorare per evitare di prendere gol. La doppietta? Sono contento, ma purtroppo è mancato qualcosa per essere pienamente felice» TorinoFC.it

Primo gol in maglia scaligera per STĘPIŃSKI «La mia prestazione? Sono molto contento per il gol, lo cercavo da molto tempo, è stata una bella sensazione tornare a segnare. Ho ancora molto da lavorare ma sono soddisfatto di come sto lavorando. La rezione collettiva? Nel primo tempo non abbiamo fatto la nostra solita prestazione: eravamo poco aggressivi, perdavamo alcuni contrasti. Poi c'è stata la reazione da parte del gruppo, abbiamo fatto 3 gol in 20 minuti colmando lo svantaggio. Il nostro spirito di squadra è ciò che ci caratterizza dall'inizio del campionato. Sono molto felice sia per me che per tutti i ragazzi. I consigli di Juric? Al momento della sostituzione mi ha detto di mettermi a disposizione della squadra, di mostrare in campo ciò che faccio durante la settimana di preparazine alla gara. L'ingresso di Pazzini? Giochiamo spesso insieme durante gli allenamenti, il suo ingresso in campo è stato fondamentale per la squadra. Io posso solo ammirare una carriera come quella di Pazzini. Nel 2020? Mi auguro di andare in gol più spesso» HellasVerona.it


MazzarriAnsaldi

LE ALTRE DI A +   -   =

Negli anticipi di ieri il BRESCIA ha ottenuto un rotondo 3 a 0 al Rigamonti nello scontro diretto col LECCE e alla seconda vittoria consecutiva guarda al futuro con qualche speranza in più mentre il NAPOLI è stato battuto ancora una volta ad opera del PARMA per 2 a 1: Amaro l'esordio in panchina per GATTUSO che ha sostituito l'esonerato ANCELOTTI.
1 a 0 della SAMPDORIA nel derby della Lanterna contro il GENOA: Decisivo il gol di Manolo GABBIADINI.



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

La Primavera di CORRENT raddrizza una gara nata male contro la CREMONESE e con una grande determinazione si porta dallo 0 a 2 al 4 a 2 tornando al successo!

La procura di Catania indaga in merito ad alcuni match di Serie A del 2013-14, sotto la lente degli inquirenti anche il 5 a 1 con cui il NAPOLI asfaltò il VERONA al San Paolo all'epilogo stagionale...



RASSEGNA STAMPA +   -   =