CITTADELLA 3-0 HELLAS VERONA: I padroni di casa passeggiano sulle macerie tattiche lasciate da GROSSO, troppo poco il tempo a disposizione di mister AGLIETTI per cambiare le cose ma è da apprezzare il coraggio di giocare con due punte e un trequartista. HELLAS fuori dai playoff, disastro completo che ha chiare responsabilità in SETTI.


#CittadellaVerona +   -   =

RECAP
Consueto 4-3-1-2 per mister VENTURATO che schiera i granata con IORI regista fra le mezzali PROIA e BRANCA dietro al fantasista SCHENETTI che cercherà di innescare in attacco la coppia DIAW-MONCINI.

Mister AGLIETTI vara il suo VERONA lasciando per il momento da parte il 4-3-3 e scegliendo un 4-3-1-2 in cui brilla il tandem offensivo PAZZINI-DI CARMINE con LEE (e non LARIBI) trequartista dietro di loro.
In una mediana completamente inedita torna COLOMBATTO dal primo minuto in cabina di regia al posto del lento e farraginoso GUSTAFSON mentre DANZI e HENDERSON faranno le mezzali.
Scelte nette anche in difesa dove VITALE, MARRONE e DAWIDOWICZ si accomodano in panchina: FARAONI e BALKOVEC agiranno ai lati della coppia centrale BIANCHETTI-EMPEREUR.

Poco meno di 450 i tifosi scaligeri presenti al Tombolato, dirige il signor Ivano Pezzuto della sezione AIA di Lecce.

Clicka qui per vedere l'album di CITTADELLA 3-0 HELLAS VERONA

PADRONI DI CASA SUBITO AGGRESSIVI
CITTADELLA subito aggressivo col solito martellante BENEDETTI che al 2° minuto mette in area per l'incornata di ADORNI (perso da BIANCHETTI), è bravissimo SILVESTRI a neutralizzare.
Al 9° risponde il VERONA con un tiro velleitario di FARAONI da distanza proibitiva: Palla in curva.
BRANCA conquista un altro calcio d'angolo col suo tiro da fuori deviato dalla difesa gialloblù al 10°...

OCCASIONE HELLAS
Bel movimento offensivo degli scaligeri al 17°, LEE riceve al limite e imbuca per PAZZINI che stoppa di sinistro e prova a giro di destro: Grandissima risposta di PALEARI!

1-2-3 CITTADELLA
Al 20° comincia lo show dei padroni di casa col calcio d'angolo battuto da SCHENETTI da destra, sponda di ADORNI per DIAW che in area si gira in un amen su PAZZINI e insacca di prepotenza sul primo palo.
Il secondo gol dei granata locali arriva al 32°: BRANCA combina con BENEDETTI sulla mancina e mette in mezzo dove le marcature gialloblù sono sempre larghe, MONCINI ha il tempo di vedere la palla che scende e, sorprendendo alle spalle BALKOVEC, incorna imparabilmente per SILVESTRI.
Al 39° AGLIETTI cambia disposizione tattica scalando LEE esterno sinistro e allargando DANZI dalla parte opposta in un 4-4-2 che diventa 4-2-4 in fase offensiva ma la deriva non cambia perchè un minuto più tardi il Citta trova il tris con IORI che in spaccata anticipa COLOMBATTO e sul secondo palo insacca la palla fornitagli dal calcio d'angolo destro di BENEDETTI.
Al 44° sono ancora i padovani pericolosi con la conclusione dal vertice sinistro di SCHENETTI bloccata agevolmente da SILVESTRI.
Un minuto dopo ci prova LEE dal vertice sinistro dell'area piccola ma la palla vola altissima.

RIPRESA LENTA, GARA IN GHIACCIO PER IL CITTA
Con i padroni di casa che controllano agevolmente la gara, mister AGLIETTI si gioca il doppio cambio: HENDERSON lascia il posto a MATOS e GUSTAFSON sostituisce COLOMBATTO; il modulo rimane il 4-4-2 con LEE e Ryder esterni di centrocampo.
Due minuti dopo FARAONI, già ammonito, interviene lungo in tackle prendendo prima la palla e poi, scivolando sul terreno viscido, anche la caviglia destra di un avversario: Secondo Pezzuto il fallo merita il secondo giallo e Marco Davide deve rientrare negli spogliatoi anticipatamente...

DOPPIO GIALLO PER FARAONI, IL CITTA VICINO AL POKER...
Al 59° il nuovo tecnico gialloblù è costretto a giocarsi il terzo cambio: Inserendo ALMICI per DI CARMINE; pochi secondi dopo improvvisa accelerata del CITTADELLA col solito BENEDETTI che crossa da fuori area a sinistra per l'accorrente SCHENETTI che al volo tira alto di poco!
GUSTAFSON ci prova dalla distanza al 60°: Facile la presa alta di PALEARI.
Al 68° strano tiro-cross di ALMICI sceso sul corridoio destro: PALEARI guarda la palla uscire sul palo lontano con un po' di apprensione.
Un minuto dopo PROIA si divora il quarto gol sparando altissimo il diagonale di IORI che giunge puntuale sorprendendo alle spalle EMPEREUR e BALKOVEC.
Contropiede del neoentrato PANICO al 90°: SCHENETTI conclude a giro da destra con palla che sfiora l'incrocio lontano! Il fantasista del Citta ci riprova poco dopo dal lato opposto non cogliendo lo specchio.
I butèi presenti al Tombolato intonano un quanto mai opportuno Io creedooo, risorgerò...



IMPRESSIONI
Il Citta passeggia sulle macerie tattiche lasciate da GROSSO mentre i gialloblù, mentalmente fragili e sempre clamorosamente leggeri in difesa, si sciolgono alle prime difficoltà.
Nel primo tempo una sola occasione-gol di PAZZINI e tre pappine subite di cui due da corner dalla squadra scaligera peraltro al sesto gol sul groppone in due partite: Naturale perdere il piazzamento agli spareggi in questa maniera, tutto troppo facile per i granata mentre i gialloblù potevano anche rimanersene negli spogliatoi nella ripresa.

Apprezzabile il coraggio di mister AGLIETTI che prova a giocare col trequartista dietro alla coppia di prime punte PAZZINI-DI CARMINE ma in effetti la sua squadra gioca (passatemi il termine non consono) ancora con i dettami di GROSSO grazie alla coerenza, chiarezza di idee e consapevolezza del momento della sua proprietà: Ora tutto è demandato all'ultima partita della regular season col FOGGIA ma il destino non è più nelle mani degli scaligeri...



VOTI

  • SILVESTRI Grande intervento dopo due minuti su ADORNI che ha dato subito un'idea di come sarebbero andate le cose, purtroppo non riesce più a mettere una pezza agli errori dei compagni; da rivedere l'uscita sul terzo gol... 6
  • FARAONI Torna nel suo ruolo naturale ma non incide mai perchè anche perchè dal suo lato la catena BENEDETTI-BRANCA è devastante e dopo meno di un'ora si fa cacciare per doppio giallo costringendo AGLIETTI a forzare il terzo cambio: 4,5
  • BIANCHETTI Si perde ADORNI in marcatura dopo due minuti e rischia grosso, poi naufraga nei calci da fermo al pari dei compagni... 5
  • EMPEREUR Vedi quanto scritto per BIANCHETTI solo che lui si fa passare dalla palla di IORI al 69° quando PROIA si divora il poker! 5
  • BALKOVEC Sul raddoppio MONCINI lo sorprende platealmente alle spalle e al 69° rincorre PROIA insieme ad EMPEREUR su una palla che andava letta meglio. Mai un affondo: 4
  • DANZI Il ragazzo si è involuto rispetto alla stagione scorsa, è sempre timido, spaesato sia da mezzala che quando si scambia con COLOMBATTO in regia: 5
  • COLOMBATTO prova a dare ordine ma è il primo a perdere il filo, al 40° si fa superare da IORI per il terzo gol granata: 4 (gli da il cambio GUSTAFSON al 55° un tiro in porta di facile lettura per PALEARI, entra a gara largamente compromessa ed è ininfluente: 5,5)
  • HENDERSON Chi l'ha visto? Tocca tre palloni ma si muove senz'arte né parte: 4,5 (gli da il cambio MATOS al 55° Dopo l'infortunio non gioca più con la verve e la vivacità di inizio campionato: 5)
  • LEE Il koreano si impegna e prova anche il tiro in più occasioni ma la porta non la becca mai e quando gli capita viene murato. La miglior cosa della sua gara è l'imbucata per il Pazzo al 17°: 5
  • DI CARMINE Avulso dalla squadra, non dialoga col Pazzo né si propone coi compagni: È come la partita non lo riguardasse... 4 (gli da il cambio ALMICI al 57° vede sempre in ritardo lo sviluppo dell'azione ed il conseguente passaggio che avrebbe dovuto dettare ma è normale per uno che ha giocato la prima partita e poi è stato accantonato fino ad ora: 5,5)
  • PAZZINI Arriva tardi su qualche pallone di troppo e quando nel primo tempo si fa soffiare la palla in una buona transizione fa infuriare anche AGLIETTI, suo l'unico tiro degno di questo nome al 17° che rappresenta anche l'unica occasione-gol costruita dai gialloblù in tutta la partita! 5
  • AGLIETTI Gli va riconosciuto il coraggio di giocarsela con due punte vere (almeno sulla carta) ed una mezzapunta, probabilmente non pensava che la situazione fosse così grave prima di accettare l'incarico ma avrà un'altra settimana per pentirsene: Davanti alla vergognosa rassegnazione della squadra nel secondo tempo nessuno tecnico avrebbe potuto fare di più... 6

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister VENTURATO, tecnico del CITTADELLA «Ci dispiace non aver realizzato la quarta rete. Bisogna comunque fare i complimenti alla squadra per la grande prestazione, che ha raccolto una vittoria importante, decisiva. Il Verona è una squadra forte, averla superata deve restituirci grande entusiasmo. È quello che dovevamo fare in campionato, in tante occasioni abbiamo giocato bene ma non raccolto punti, in altre ci sono state buone prove per un tempo, il primo o il secondo, e anche in questo caso ne siamo usciti penalizzati. Dobbiamo fare tesoro della gara con il Verona, e ripeterci nell’ultima della stagione regolare. Sperando poi ce ne possano essere altre ancora. Il nostro calcio è questo, noi ci proviamo sempre. Il nostro gioco, i risultati, passano per la prestazione collettiva, della squadra, che deve riuscire a esprimersi sempre al meglio. Lo ripeto: i tifosi sono il sale del calcio. I ragazzi hanno meritato l’applauso, e hanno così sottolineato l’entusiasmo della gente al Tombolato che si percepiva benissimo dal campo. Mi auguro che ci possano essere altre occasioni per regalare nuove soddisfazioni ai nostri tifosi – ha concluso Venturato -. Per fare questo, prima di tutto, bisogna vincere a Palermo». MediaGol.it

Mister AGLIETTI «La prestazione? Questa partita è stata difficile subito dopo il loro gol, perché non siamo riusciti reagire. Nel calcio si può andare sotto, ma bisogna rimanere in partita e soffrire insieme, uniti e compatti, così si può anche pareggiare e vincere nel secondo tempo. Nella ripresa poi, dopo l'espulsione di Faraoni, la gara è finita. Delusione? Sono qui da sole quarantotto ore, ma quando sono arrivato mi è sembrato di vedere negli occhi dei ragazzi la voglia di fare bene, ero convinto per questo motivo che avremmo fatto una prestazione diversa. Dovremo analizzare i motivi che hanno portato a questo risultato, in un derby e in una partita che vale quasi una stagione, ma noi ce la siamo complicata fin da subito. Se credi in qualcosa, e io credo in questa squadra, e poi non hai la risposta che ti aspettavi è normale che ci sia delusione, ma non voglio scaricare le responsabilità su nessuno ed è giusto che tutti si prendano le proprie. Tutto in 90'? Si decide tutto sabato e se vinciamo sono convinto che abbiamo buone possibilità di entrare nei playoff. Se giochiamo come oggi però sarà difficile arrivarci, anche perchè affrontiamo una squadra che darà tutto per raggiungere la salvezza in Serie B. Abbiamo la possibilità sabato di trasformare i fischi di oggi in applausi, perché dobbiamo avere dignità e voglia di vincere. I tifosi? Era giusto andarci a prendere davanti a loro tutte le responsabilità e quindi anche i fischi». HellasVerona.it

Capitan PAZZINI «Oggi non c'è niente da dire, siamo stati vergognosi. Una squadra che deve fare i playoff non può fare una partita del genere. Ci prendiamo tutte le responsabilità di una prestazione simile, abbiamo fatto pena e possiamo solo chiedere scusa. Mi sento responsabile in questo momento, dopo anni che sono qui. Ora c'è un'altra settimana, non dipende più da noi dopo oggi. Quando scendi in campo devi avere fame e orgoglio, una squadra che ha obiettivi di un certo tipo fa altre prestazioni. Oggi ci meritiamo tutti gli insulti dei tifosi, che anche quest'anno ci hanno sempre sostenuto. E' un enorme dispiacere, ora pensiamo al Foggia e poi faremo i bilanci» HellasVerona.it


AgliettiPazzini

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

PLAYOFF PRIMAVERA 2: I ragazzi di mister PORTA subito fuori agli spareggi a Formello contro i pari età della LAZIO...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
HELLAS VERONA
04.05.2019 | 23:50
Da Setti a D’Amico: povero Hellas, meriti molto di più

Il calcio non è improvvisazione, ma organizzazione e competenza. L’Hellas Verona riesce a fare tutto al contrario, neanche se lo facesse apposta potrebbe peggiorare. Dal presidente Setti al direttore sportivo D’Amico: storia di un indecisionista che quando scende in campo (Aglietti in panchina) lo fa in modo tardivo e inopportuno. E di un direttore sportivo che ha scoperto di poter lavorare in serie B senza un perché. Della sua stagione da strafalcioni gestionali (un direttore dovrebbe avere il controllo, lui lo ha al contrario) ricordiamo una conferenza stampa dopo il pareggio contro il Crotone fatto di insulti verso i giornalisti locali che – poverini – durante la settimana avevano osato criticare. Povero Hellas, sei passato da Sean Sogliano (una promozione dalla B e due signori campionati in A) a D’Amico, sorvoliamo pure sulle precedenti tappe intermedie. Ma come si può, caro presidente Setti, incontrare Cosmi diversi mesi fa per poi condizionare il suo arrivo al successivo risultato negativo di Grosso che poi ha regolarmente vinto ed è rimasto in sella? Che strategia è, quali sono gli esempi? Non basta avere un buon organico se manca tutto il resto. E lo diciamo comunque vada l’epilogo della stagione, certe cose possono anche arrivare per caso. Ma sarebbe un caso, dopo una gestione senza capo né coda: povero Hellas, meriti molto di più.

FONTE: AlfredoPedulla.com


05 MAG 2019
IL CORAGGIO DI CHIEDERE SCUSA
Le parole del capitano Giampaolo Pazzini nel post partita di Cittadella, suonano come un barlume di serietà e onestà da troppo tempo assenti in questo disastrato Hellas Verona.

Chiede scusa il Capitano, ammette che non c’è anima, non scarica colpe ad altri, anzi, ci mette la faccia, lui che per mesi ha visto il campo col contagocce (es: nove partite, zero minuti), lui che nonostante Grosso lo abbia snobbato e talvolta umiliato si ritrova tutt’ora capocannoniere del Verona.

È certamente tra i meno responsabili di questa disastrata stagione, ma sente tuttavia di dover rompere il silenzio stampa imposto e comportarsi da uomo e non da codardo

E per far capire quanto sia sincero e dispiaciuto per i tifosi, non solo ne giustifica i fischi di fine partita ma con grande onestà intellettuale aggiunge che, per quanto fatto sul campo, di fischi e ingiurie la squadra ne avrebbe meritati molti, ma molti di più.

Da Pecchia a Fusco, da Grosso a D’Amico, per non parlare di Setti, nessuno che sia sentito in dovere in questi anni di chiedere scusa, chi per il fallimento sportivo, chi per promesse mai mantenute, chi per aver mancato di rispetto a migliaia di tifosi.

Anzi, peggio, hanno proposto arroganza, megalomania, ipocrisia e falsità.

Per quel che vale, grazie Capitano. Sono certo che un minimo di vergogna almeno tu l’hai provata e questo, in un Verona che pullula di esseri “senza vergogna”, non può che essere apprezzato.

… e liberaci dal male… amen.
Mauro MIcheloni

04 MAG 2019
ILLUSIONE
Illudersi che un allenatore possa cambiare faccia ad una squadra in due giorni è pura follia. Aglietti rischia di essere solo una foglia di fico che tenta di coprire le vergogne della società. Non è e non potrà mai essere colpa sua. Il problema è tutta quella filiera di comando che Setti non ha ancora deciso di epurare come si doveva fare già dopo la passata stagione. Una filiera che lo ha portato al disastro più completo, inviso come non mai da una piazza che non ne può davvero più di una simile situazione.

E’ strano come Setti non riesca più a prendere una decisione seria ormai dal giorno in cui decise di privarsi di Sogliano. Da quel momento, allontanando tutti quei dirigenti, è iniziato il declino irreversibile del Verona. Sono passati ameni addetti stampa, imbarazzanti direttori sportivi, figure che hanno creato il disagio odierno, ma Setti ha continuato per la sua strada, convinto che sia la strada migliore e non un dirupo che ormai lo ha inghiottito senza pietà.

Sarebbero anche problemi di Setti se tutto questo non si riflettesse sull’Hellas Verona che sta conoscendo un percorso di declino sportivo senza precedenti, il tutto a fronte di una ricchezza finanziaria mai toccata in sorte da nessuna società precedente. E’ questo che fa veramente incazzare la gente. Dovrebbe essere un momento in cui il Verona naviga tranquillamente in serie A, con l’obiettivo di prendersi delle soddisfazioni e crescere. Ed invece l’incapacità dell’accozzaglia dirigenziale voluta dal presidente di Carpi, costringe a continue umiliazioni, fino a quest’ultima: essere ad un passo dal non andare ai play-off.

Siamo davanti al fallimento totale, al completo naufragio di questa nave, in cui miseri personaggi non hanno nemmeno la dignità di andarsene in fretta, unico atto di orgoglio che potrebbero fare. Invece se ne stanno tutti zitti, coperti, nascosti, nel tentativo di far passare ‘a nuttata. Aiutati da menestrelli complici che sono come il parmigiano. Stanno bene su tutto, perfino sulla merda.
Gianluca Vighini

04 MAG 2019
IL PAGELLONE DI CITTADELLA-VERONA
SILVESTRI 5. Sembra aver smarrito quella sicurezza che per tanti mesi lo aveva fatto emergere in questa squadra. E’ mia, è tua, è sua: rischia di rovinare quanto di buono fatto fino ad oggi.

FARAONI 3. La più brutta gara da quando è a Verona. Semplicemente irriconoscibile. Scambia la garra con falli inutili e viene giustamente espulso.

EMPEREUR 4. Scherzato in ogni frangente, sbaglia praticamente tutto quello che c’è da sbagliare.

BIANCHETTI 4. Sembra quello timido e impacciato di qualche anno fa. Finisce inghiottito dentro la mediocrità del Verona e contribuisce in maniera fondamentale all’imbarazzante fase difensiva gialloblù.

BALKOVEC 4. Sembra che giochi ad 1,2,3 stella. Il problema è che quando si gira è sempre in ritardo. E quelli del Cittadella lo fanno fesso quando vogliono.

DANZI 4. Un pesce fuor d’acqua. Francamente così si rischia di rovinare un buon giovane che non è un fuoriclasse. Una delle mosse sbagliate di Aglietti.

COLOMBATTO 4. Un fantasma. Impalpabile in cabina di regia, nullo nelle coperture preventive. La cura Grosso lo ha completamente svuotato. dal 9′st Matos 5. Almeno ci prova. Con scarsi risultati, ma ci prova.

HENDERSON 4. Pareva un buon giocatore, invece era un calesse. Assolutamente inutile è una delle più grandi delusioni di questa stagione. E senza papà Grosso rischia di essere ancora peggio… dal 9′st Gustafson 4: é come mangiare la ricotta. Non sa di niente.

LEE 3: piazzato trequartista vince l’oscar dell’indisponenza. Continua a correre a vanvera, non è mai concreto, sbaglia gol facili. Per favore, pietà!

PAZZINI 5.5. L’unico ad avere qualche sprazzo di orgoglio nella putrida giornata del Tombolato. Ma non strappa la sufficienza nemmeno lui.

DI CARMINE 3. Affonda miseramente senza nemmeno un sussulto. Inutile anche al fianco del Pazzo, è l’emblema del mercato di D’Amico. dal 14′st Almici 5: toh chi si rivede! Torna a giocare e per poco non segna sbagliando un traversone

AGLIETTI 4. Ovviamente il voto è più per Grosso che per lui. Ma in panchina c’era lui ed è stato lui a dire che questa squadra è forte. Quindi gli va chiesto conto. Non convincono le scelte a centrocampo, ci prova, giustamente e con coraggio con Pazzini e Di Carmine, è rimasto attonito per la prova senza carattere di questa squadra. Conoscendolo proverà qualche terapia shock in settimana…
Giovanni Vitacchio

FONTE: Blog.Telenuovo.it


SERIE B
Serie B Cittadella-Verona 3-0: Diaw, Moncini e Iori in rete
I granata chiudono la pratica nella prima frazione e scavalcano in classifica la squadra di Aglietti

© LAPRESSE

sabato 4 maggio 2019 19:54
CITTADELLA - Il Cittadella si aggiudica il derby veneto battendo il Verona al Tombolato per 3-0. Tutte le reti nella prima frazione di gioco: sblocca Diaw, raddoppia Moncini e Iori cala il tris. Nella ripresa le speranze di rimonta degli ospiti diminuiscono ulteriormente a seguito dell'espulsione di Faraoni. Il Cittadella si porta così a quota 50 punti in classifica, scavalcando proprio il Verona fermo a quota 49. I granata sono settimi, mentre gli scaligeri (sulla cui panchina è amaro l'esordio del tecnico Aglietti) si trovano appaiati alla Cremonese in ottava posizione.

LA PARTITA - Il Cittadella si fa vedere subito, con Adorni che al 2' impegna Silvestri. Il vantaggio granata arriva al 21': sugli sviluppi di un corner Adorni sale altissimo e di testa serve Diaw, stop e botta a rete che batte Silvestri, 1-0.Al 32' il raddoppio: Branca va al cross, in area Moncini anticipa tutti e insacca di testa, 2-0. Il tris arriva al 41': Benedetti si incarica della battuta di un calcio d'angolo, palla a Iori che anticipa Colombatto e di controbalzo infila la porta avversaria, 3-0. Nel finale si vede il Verona: Paleari respinge un tiro-cross, la palla diventa preda di Lee che però spedisce alto.

LA RIPRESA - Nel secondo tempo, le cose si mettono ancora più in salita per il Verona al 12', quando Faraoni rimedia il secondo giallo del proprio incontro e lascia anzitempo la contesa: gli ospiti restano in 10. Il Cittadella cerca immediatamente di approfittare della situazione con Schenetti, che però conclude alto. Al 24' i padroni di casa sono pericolosi con Proia che, messo a tu per tu con Silvestri dal filtrante di Benedetti, spara alto. La partita non offre molto altro: il Verona non oppone resistenza, il Cittadella sfiora il poker al 44', con il destro a girare di Schenetti.

FONTE: CorriereDelloSport.it


CITTADELLA
05 maggio 2019 - 09:04
Cittadella-Verona, Venturato vuole i playoff: “Grandissima prestazione, ma adesso bisogna vincere a Palermo”
Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Cittadella al termine della gara vinta per 3-0 contro l’Hellas Verona

foto tg24.it

Gara perfetta.

Può essere interpretata così la prestazione di ieri del Cittadella contro l’Hellas Verona. I granata hanno sconfitto gli scaligeri per 3-0, in un match in cui l’unico rammarico è quello di non messo a segno il quarto gol che avrebbe permesso ai veneti di insediarsi in una posizione di vantaggio rispetto ai gialloblu, in caso di arrivo a pari punti in classifica. Intervistato al termine dalla gara, il tecnico Roberto Venturato ha espresso tutta la sua soddisfazione per il risultato: “Ci dispiace non aver realizzato la quarta rete. Bisogna comunque fare i complimenti alla squadra per la grande prestazione, che ha raccolto una vittoria importante, decisiva. Il Verona è una squadra forte, averla superata deve restituirci grande entusiasmo. È quello che dovevamo fare in campionato, in tante occasioni abbiamo giocato bene ma non raccolto punti, in altre ci sono state buone prove per un tempo, il primo o il secondo, e anche in questo caso ne siamo usciti penalizzati. Dobbiamo fare tesoro della gara con il Verona, e ripeterci nell’ultima della stagione regolare. Sperando poi ce ne possano essere altre ancora“.

L’allenatore classe 1963 ha poi proseguito parlato del lungo applauso dei tifosi granata a fine partita: “Il nostro calcio è questo, noi ci proviamo sempre. Il nostro gioco, i risultati, passano per la prestazione collettiva, della squadra, che deve riuscire a esprimersi sempre al meglio. Lo ripeto: i tifosi sono il sale del calcio. I ragazzi hanno meritato l’applauso, e hanno così sottolineato l’entusiasmo della gente al Tombolato che si percepiva benissimo dal campo. Mi auguro che ci possano essere altre occasioni per regalare nuove soddisfazioni ai nostri tifosi – ha concluso Venturato -. Per fare questo, prima di tutto, bisogna vincere a Palermo“.

FONTE: MediaGol.it


Disastroso debutto di Aglietti sulla panchina dell'Hellas Verona. Tris del Cittadella al Tombolato.
05/05/2019 00:03 - by Gaudio_Pedalino
Disastroso debutto di Alfredo Aglietti sulla panchina dell’Hellas Verona che esce stritolato dal Tombolato con il Cittadella. Il neo allenatore, da quarantottore alla guida dei gialloblù, decide di schierare una difesa che, sulla carta, rispecchia le caratteristiche dei giocatori con Faraoni e Balkovec, esterni, Bianchetti ed Empereur, centrali. A centrocampo, dove manca lo squalificato Zaccagni, via con Danzi, il ritrovato Colombatto e Henderson quindi, Lee, alle spalle di Pazzini e Di Carmine. Parte subito a mille la squadra di casa e ci vuole di pronto intervento di Silvestri, con il piede, per fermare una capocciata di Adorni. Al quarto d’ora squillo gialloblù con Pazzini che, servito da Lee, chiama al grande intervento Paleari sul secondo palo. Al ventesimo il Cittadella passa in vantaggio da azione da calcio d’angolo che conferma la grandissima sofferenza storica dei gialloblù su palle inattive, ricordiamo che nell’ultima di B subimmo quattro reti sempre da situazioni analoghe. Adorni trova Diaw, a centro area, e la girata del ventisettenne di Cividale del Friuli risulta imparabile per Silvestri. Ci si aspetta la reazione degli scaligeri che non arriva mentre la squadra di casa continua a pressare e, alla mezzora, trova il doppio vantaggio. Monchini, servito da Branca elude i difensori e insacca. Al quarantesimo il tris è servito. Ancora l’azione d’angolo si dimostra letale. Il pallone spiove, dove arriva, indisturbato capitan Iori che, con un tocco morbido, mette in rete. Si va al riposo sotto tre pesantissime reti e con una squadra che sembra essersi rassegnata fin dal primo svantaggio. Dopo dieci minuti Aglietti cerca di cambiare le carte in tavola togliendo gli insufficienti Colombatto e Henderson per Gustafson e Matos. Un minuto dopo la sostituzione, un’entrata troppo irruenta di Faraoni costa al terzino il secondo giallo e la doccia anticipata. Aglietti richiama un impalpabile Di Carmine per Almici. Il Cittadella non infierisce, pur mantenendo costantemente il controllo della partita che termina, dopo tre minuti di recupero, fra i fischi della folta rappresentanza scaligera. Con i risultati odierni la squadra esce pure dai play off e sabato prossimo, contro il disperato Foggia, si giocherà tutto sperando anche in qualche regalo degli avversari e nella giustizia sportiva che potrebbe prendere provvedimenti nei riguardi del Palermo.

FONTE: RadioRCS.it


LE PAGELLE
Le Pagelle del Verona: A Cittadella si consuma un altro disastro. Play off a rischio.
05.05.2019 09:00 di Enrico Brigi Twitter: @enrico_brigi
Silvestri 5 Salva la baracca dopo pochi minuti sull’inzuccata di Adorni. In occasione delle tre reti subite, poteva, forse, fare qualcosa di più. Nella ripresa viene graziato da Proia. Più incerto del solito.

Faraoni 4,5 Soffre oltremisura le continue incursioni di Schenetti. Impreciso e nervoso becca due gialli - il secondo forse un pelo eccessivo - che gli costano il cartellino rosso. Guarderà il Foggia dalla tribuna.

Bianchetti 5 Perde la marcatura su Adorni dopo pochi minuti, per fortuna ci pensa Silvestri. Disattento e spesso in ritardo nelle chiusure.

Empereur 5 Cerca come sempre di fare il suo arrangiandosi con mestiere. Questa volta, però, come i suoi compagni di reparto, accusa qualche sbandamento di troppo.

Balkovec 4,5 Si fa colpevolmente anticipare da Moncini nell’azione del 2 a 0. In fase di spinta non lascia praticamente notizie di sè.

Colombatto 4,5 Esce dalla naftalina dove lo aveva relegato Grosso. Ha sulla coscienza la rete del 3 a 0 quando concede a Iori l’incornata vincente. Deludente oltre ogni più rosea aspettativa. (dal 54’ Gustafson 5 prosegue la parabola discendente.)

Danzi 4,5 Denota scarsa aggressività e una evidente mancanza di personalità. In netta fase involutiva. Ammonito salterà la sfida con il Foggia per squalifica.

Henderson 4,5 Passeggia per il campo senza costrutto. Finisce giustamente anzitempo sotto la doccia. (dal 54’ Matos 5 entra a partita ampiamente compromessa e non fà nulla per cercare di cambiarne le sorti)

Lee 4 Al rientro dalla squalifica indossa l’abito del trequartista. Si libera bene sotto misura ma spara alto. Per il resto la solita confusione.

Di Carmine 4 Semplicemente un fantasma. Brutta figura per lui che da questi parti aveva già giocato qualche stagione fa. Aglietti lo richiama quando perde Faraoni, espulso. (dal 58’ Almici 6 non lo si vedeva dalla sconfitta di Lecce. Nel suo piccolo, non demerita.)

Pazzini 5 Paleari gli nega il gol su un delizioso destro a giro, appena dentro i 16 metri. Incredibile ma vero è lui a marcare Diaw quando l’attaccante granata porta in vantaggio il Cittadella. E’ forse l’unico a mostrare un pizzico di buona volontà ma, purtroppo, questo non basta. Davanti alle telecamere, con ammirevole dignità, ci mette la faccia.

Aglietti 5,5 Al debutto sulla panchina gialloblù si affida subito al 4-3-1-2 con Lee alle spalle di Pazzini e Di Carmine. Aveva davanti l’arduo compito di rimettere insieme in due giorni i cocci di una formazione che ha da tempo smarrito ogni minima certezza. Assiste con lo sguardo smarrito alla prestazione senza capo nè coda della sua nuova squadra. In certe partite, come lui stesso ha ribadito, le motivazioni dovrebbero arrivare da sole.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Subite 11 reti nelle ultime 5 giornate, 6 in 180’
maggio 5, 2019

L’Hellas Verona è stato in grado di subire sei reti negli ultimi 180’, ben 11 nelle ultime cinque partite giocate. È questo il triste bilancio dei gol subiti dai gialloblù nelle ultime gare. L’Hellas Verona non vince dalla trasferta di Perugia datata 8 marzo.

Hellas Verona, una squadra senza anima e cuore
maggio 5, 2019

Allo stadio Tombolato, l’Hellas Verona ha mostrato ancora una volta i suoi limiti. Di gioco ma soprattutto mentali. In partita per poco più di un quarto d’ora, i gialloblù hanno subito issato bandiera bianca in casa del Cittadella, incassando la decima sconfitta in campionato, la sesta lontano dal Bentegodi. La prima di Aglietti sulla panchina scaligera è stata imbarazzante, Hellas Verona che era chiamato a giocarsi le speranze di entrare nella roulette degli spareggi promozione nello scontro diretto proprio contro la squadra di Venturato. Alla fine, Iori e compagni senza alcun affanno, hanno meritatamente portato a casa l’intera posta in palio, realizzando tre reti, tutte nel primo tempo, nate sempre da grossolani errori del reparto difensivo veronese. La squadra di Aglietti ora è chiamata alla sfida di sabato prossimo al Bentegodi contro il Foggia, ultima possibilità per strappare un pass per i playoff. Ma oramai quanto fatto sino ad oggi è già bastato per creare una frattura, mai vista prima, col fantastico pubblico gialloblù. Ed è proprio questa la sconfitta più grande della società di Maurizio Setti. Perdere un patrimonio così importante, anche per scelte a dir poco scellerate, dovrebbe quantomeno far riflettere il numero uno del club.

Hellas Verona, 1 punto nelle ultime 5 giornate
maggio 5, 2019

Esordio peggiore non poteva esserci per Alfredo Aglietti. La prima sulla panchina dell’Hellas Verona ha solo evidenziato gli infiniti problemi della squadra gialloblù capitanata da Pazzini. Negli ultimi 450’, gli scaligeri sono stati in grado di raccogliere solo la miseria di un punto (a Pescara, ndr). Un vergognoso bottino che ha giustamente ad oggi estromesso l’Hellas Verona persino dai playoff, ultimo treno per ambire alla Serie A. A novanta minuti dalla chiusura del campionato, la stagione va verso un finale a dir poco fallimentare sotto molteplici punti di vista.

Pagelle
maggio 4, 2019

Silvestri 5, Faraoni 4.5, Bianchetti 5, Empereur 5, Balkove 5; Danzi 4.5, Colombatto 4 (Gustafson 5), Henderson 4 (Matos 5); Lee 4; Di Carmine 4 (Almici sv) Pazzini 5. All: Aglietti 5

Parole per tutti
maggio 4, 2019

Al triplice fischio finale, l’Hellas Verona di Aglietti si è presentato sotto il Settore Ospiti occupato dai 435 tifosi gialloblù. Parole per tutti, staff e giocatori

FONTE: HellasLive.it


05 maggio 2019 - 09:00
Crollo Verona: 10 gol subiti in quattro partite
Difesa gialloblù ridicolizzata e sempre più deficitaria

di Redazione Hellas1903

Dieci gol subiti in quattro partite.
Questo l’andamento del Verona tra la gara con il Benevento e quella con il Cittadella. Un crollo verticale, una media di 2.5 reti incassate a turno.
La difesa (o fase difensiva) dell’Hellas è sempre più deficitaria. Al Tombolato è stata ridicolizzata dal Cittadella, come già avvenuto, e spesso, in questo periodo.

NEWS
04 maggio 2019 - 20:22
Pagelle Verona, il disastro continua
Difesa a pezzi, squadra senz’anima. Niente da salvare

di Matteo Fontana, @teofontana

SILVESTRI 5
Gli tirano addosso da tutte le parti, prende gol da distanza ravvicinata, ma negli ultimi tempi anche lui sembra essersi appiattito sul livello deprimente di una squadra che non c’è più. Incerto.

FARAONI 5
Ce la mette tutto dal punto di vista agonistico, e così finisce per eccedere. Prende due ammonizioni, entrambe indiscutibili, e viene espulso. La grinta non basta.

BIANCHETTI 4,5
Spazzato via dall’organizzazione offensiva del Cittadella. Gli attaccanti di Venturato gli scappano via e non riesce mai a tenerli. In evidente calo atletico.

EMPEREUR 5
I rammendi non gli riescono. Cerca di farsi sentire in area, e invece non se la cava mai. Una giornata brutta per lui e, ancor di più, per il Verona.

BALKOVEC 4
Buco colossale sulla rete di Moncini, il gol che, di fatto, sigla la chiusura morale della partita. Sembra che gli difettino gli strumenti per difendere con un minimo di attenzione. Sempre in difficoltà.

DANZI 5
Il centrocampo del Cittadella lo stritola fisicamente. Prova a imbastire qualche tocco preciso, la cosa non gli riesce. Deve accelerare, e non di poco, in termini di maturazione atletica e tattica.

COLOMBATTO 4
Del tutto fuori dalla partita. Non era titolare da mesi: a Cittadella non dimostra di valere il posto dall’inizio. Dispiace, perché il ragazzo ha talento, ma se non lo esibisci è un boomerang. Iori lo sorprende sul gol del 3-0.

HENDERSON 4
Anche lui rientrato nella categoria dei grandi involuti dell’Hellas. Non lascia nessuna traccia di sé, eccezion fatta per qualche pallone giocato senza sufficiente concentrazione.

LEE 4
Aglietti lo mette a fare il trequartista e non tira fuori nulla. Leggerissimo, non è un ruolo adatto a lui. Sbaglia pure un gol che doveva, o poteva, essere facile. In profonda crisi di rendimento.

PAZZINI 5
Ha sul piede la chance per dare il vantaggio al Verona: non riesce a trovare lo spazio e calcia addosso a Paleari. Non gli manca la rabbia, ma si perde in mezzo alle maglie della difesa del Cittadella. In copertura viene beffato da Diaw sulla prima rete subita dall’Hellas.

DI CARMINE 4
Non pervenuto. Palloni toccati pochi, e nessuno in maniera costruttiva. Aglietti l’ha allenato all’Entella e ne conosce pregi e difetti: a Cittadella emergono soltanto i secondi.

MATOS 5,5
Entra a partita ormai chiusa.

GUSTAFSON 5,5
Idem con patate.

ALMICI ng

AGLIETTI 5
In due giorni non poteva fare miracoli. In realtà, da questo Verona non ha saputo cogliere neppure qualcosa di buono. Responsabilità relativa, dati i presupposti: prova a pungere l’orgoglio di una squadra che continua a non dare segni di averne.

FONTE: Hellas1903.it


CORI CONTRO SETTI
Squadra “si scusa” tifosi fischiano

04/05/2019 19:57
Dopo la vergognosa sconfitta col Cittadella, i giocatori, su indicazione di Aglietti, sono andati sotto la curva dei tifosi per scusarsi della prestazione.

I tifosi hanno fischiato i gialloblù e hanno intonato cori contro Setti.

NONO, MA IL PERUGIA DEVE GIOCARE
L'Hellas ora è fuori dai play-off
04/05/2019 20:00
Il Verona, dopo la bruttissima sconfitta di Cittadella, è al momento fuori dai play-off, nono in classifica, superato proprio dal Cittadella. Nel pomeriggio lo Spezia di Volpi ha vinto col Crotone (2-0), mentre la Cremonese, pareggiando col Brescia, ha agganciato il Verona ed è in vantaggio per la differenza reti (negli scontri diretti è parità assoluta, con andata e ritorno finite 1-1). Inoltre il Perugia deve ancora giocare (lunedì col Foggia) e può andare a 50 punti. Il Verona può essere addirittura decimo in vista dell'ultima di campionato col Foggia, che si gioca la salvezza al Bentegodi. Nelle altre partite Venezia-Pescara (2-2) e Ascoli-Palermo (1-2).

ECCO CLASSIFICA ZONA PLAY-OFF
Brescia 67, Lecce 63, Palermo 62, Benevento 56, Pescara 52, Spezia 51, Cittadella 50, Cremonese e Verona 49 (in vantaggio i lombardi per differenza reti), Perugia 47 (con una partita in meno).

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE B
Il Mattino di Padova: "Il Citta strapazza il Verona e riaggancia i playoff"
05.05.2019 10:41 di Andrea Piras
Successo importantissimo e rotondo per il Cittadella che ha travolto 3-0 il Verona e torna ad occupare una posizione all'interno dei playoff. Questo il titolo in prima pagina dell'edizione odierna del Mattino di Padova: "Il Citta strapazza il Verona e riaggancia i playoff".

RASSEGNA STAMPA
L'Arena: "Disastro Hellas, playoff a rischio"
05.05.2019 09:33 di Andrea Piras
Playoff a rischio per il Verona. L'Hellas è stato travolto ieri dal Cittadella per 3-0 e ha visto la sua posizione in classifica scendere notevolmente. Questo il titolo in prima pagina dell'edizione odierna de L'Arena: "Disastro Hellas, playoff a rischio. Decisiva l'ultima sfida col Foggia".

Chievo battuto - Sconfitta pesante anche per il Chievo che al "Bentegodi" è stato battuto 4-0 dalla Spal nell'anticipo del sabato alle 18. Questo il titolo dedicato ai gialloblu: "Il Chievo travolto dalla Spal".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


AGLIETTI: «DIFFICILE SPIEGARE QUESTA PRESTAZIONE. SONO DELUSO, SABATO VOGLIO DIGNITÀ E VOGLIA DI VINCERE»
04/MAGGIO/2019 - 21:05
Cittadella - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Alfredo Aglietti, rilasciate al termine di Cittadella-Hellas Verona, 37a giornata della Serie BKT 2018/19.

«La prestazione? Questa partita è stata difficile subito dopo il loro gol, perché non siamo riusciti reagire. Nel calcio si può andare sotto, ma bisogna rimanere in partita e soffrire insieme, uniti e compatti, così si può anche pareggiare e vincere nel secondo tempo. Nella ripresa poi, dopo l'espulsione di Faraoni, la gara è finita. Delusione? Sono qui da sole quarantotto ore, ma quando sono arrivato mi è sembrato di vedere negli occhi dei ragazzi la voglia di fare bene, ero convinto per questo motivo che avremmo fatto una prestazione diversa. Dovremo analizzare i motivi che hanno portato a questo risultato, in un derby e in una partita che vale quasi una stagione, ma noi ce la siamo complicata fin da subito. Se credi in qualcosa, e io credo in questa squadra, e poi non hai la risposta che ti aspettavi è normale che ci sia delusione, ma non voglio scaricare le responsabilità su nessuno ed è giusto che tutti si prendano le proprie. Tutto in 90'? Si decide tutto sabato e se vinciamo sono convinto che abbiamo buone possibilità di entrare nei playoff. Se giochiamo come oggi però sarà difficile arrivarci, anche perchè affrontiamo una squadra che darà tutto per raggiungere la salvezza in Serie B. Abbiamo la possibilità sabato di trasformare i fischi di oggi in applausi, perché dobbiamo avere dignità e voglia di vincere. I tifosi? Era giusto andarci a prendere davanti a loro tutte le responsabilità e quindi anche i fischi».

PAZZINI: «OGGI VERGOGNOSI, POSSIAMO SOLO CHIEDERE SCUSA»
04/MAGGIO/2019 - 21:00
Cittadella (PD) - Le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Giampaolo Pazzini, rilasciate al termine di Cittadella-Hellas Verona, 37a giornata della Serie BKT 2018/19.

«Oggi non c'è niente da dire, siamo stati vergognosi. Una squadra che deve fare i playoff non può fare una partita del genere. Ci prendiamo tutte le responsabilità di una prestazione simile, abbiamo fatto pena e possiamo solo chiedere scusa. Mi sento responsabile in questo momento, dopo anni che sono qui. Ora c'è un'altra settimana, non dipende più da noi dopo oggi. Quando scendi in campo devi avere fame e orgoglio, una squadra che ha obiettivi di un certo tipo fa altre prestazioni. Oggi ci meritiamo tutti gli insulti dei tifosi, che anche quest'anno ci hanno sempre sostenuto. E' un enorme dispiacere, ora pensiamo al Foggia e poi faremo i bilanci»

SERIE BKT: CITTADELLA-HELLAS VERONA 3-0
04/MAGGIO/2019 - 16:50
Cittadella (PD) - Termina 3-0 per il Cittadella la gara del Tombolato. I gol, tutti nel primo tempo, sono di Diaw, Moncini e Iori. Ultima di regular season tra una settimana al Bentegodi col Foggia, orario e giorno da definire.

CITTADELLA-HELLAS VERONA 3-0
Marcatori: 20' pt Diaw, 32' pt Moncini, 41' pt Iori.


Incontro terminato, Cittadella 3, Verona 0.
90+3' Secondo tempo terminato, Cittadella 3, Verona 0.
90+1' Fuorigioco. Alberto Almici(Verona) prova il lancio lungo, ma Giampaolo Pazzini e' colto in fuorigioco.
90' Tentativo fallito. Andrea Schenetti (Cittadella) un tiro di destro da fuori area di poco a lato sulla sinistra.
90' Tentativo fallito. Andrea Schenetti (Cittadella) un tiro di destro dalla sinistra dell'area di poco alto sulla destra. Assist di Giuseppe Panico.
89' Tiro respinto. Matteo Bianchetti (Verona) un colpo di testa da centro area. Assist di Andrea Danzi con cross.
89' Calcio d'angolo, Verona. Calcio d'angolo causato da Luca Ghiringhelli (Cittadella).
89' Tiro respinto. Giampaolo Pazzini (Verona) un tiro di destro da fuori area. Assist di Lee Seung-Woo.
88' Fallo di Simone Pasa (Cittadella).
88' Ryder Matos (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
86' Fuorigioco. Ryder Matos(Verona) prova il lancio lungo, ma Giampaolo Pazzini e' colto in fuorigioco.
85' Fuorigioco. Federico Proia(Cittadella) prova il lancio lungo, ma Stefano Scappini e' colto in fuorigioco.
85' Sostituzione, Cittadella. Stefano Scappini sostituisce Davide Diaw.
84' Jure Balkovec (Verona) e' ammonito per un brutto fallo.
84' Giuseppe Panico (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella meta' campo avversaria.
84' Fallo di Jure Balkovec (Verona).
84' Davide Diaw (Cittadella) e' ammonito per un brutto fallo.
84' Fallo di Davide Diaw (Cittadella).
84' Ryder Matos (Verona) conquista un calcio di punizione nella meta' campo avversaria.
82' Fallo di Domenico Frare (Cittadella).
82' Matteo Bianchetti (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
82' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Samuel Gustafson (Verona).
81' Tiro respinto. Andrea Schenetti (Cittadella) un tiro di destro da fuori area. Assist di Manuel Iori.
79' Andrea Schenetti (Cittadella) conquista un calcio di punizione sulla fascia sinistra.
79' Fallo di Alberto Almici (Verona).
79' Fallo di Davide Diaw (Cittadella).
79' Alan Empereur (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
78' Domenico Frare (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
78' Fallo di Giampaolo Pazzini (Verona).
76' Lee Seung-Woo (Verona) e' ammonito per un brutto fallo.
75' Manuel Iori (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella meta' campo avversaria.
75' Fallo di Lee Seung-Woo (Verona).
73' Fuorigioco. Luca Ghiringhelli(Cittadella) prova il lancio lungo, ma Andrea Schenetti e' colto in fuorigioco.
72' Sostituzione, Cittadella. Giuseppe Panico sostituisce Gabriele Moncini.
72' Sostituzione, Cittadella. Simone Pasa sostituisce Simone Branca.
69' Fallo di Davide Diaw (Cittadella).
69' Ryder Matos (Verona) conquista un calcio di punizione sulla fascia destra.
69' Tentativo fallito. Federico Proia (Cittadella) un tiro di destro da centro area tira alto. Assist di Amedeo Benedetti.
68' Domenico Frare (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
68' Fallo di Giampaolo Pazzini (Verona).
62' Matteo Bianchetti (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
62' Fallo di Gabriele Moncini (Cittadella).
61' Giampaolo Pazzini (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
61' Fallo di Davide Adorni (Cittadella).
60' Tiro parato. Samuel Gustafson (Verona) un tiro di destro da fuori area parato sotto la traversa. Assist di Giampaolo Pazzini.
59' Sostituzione, Verona. Alberto Almici sostituisce Samuel Di Carmine.
59' Tentativo fallito. Andrea Schenetti (Cittadella) un tiro di destro da centro area che e' completamente fuori bersaglio sulla destra. Assist di Amedeo Benedetti con cross.
58' Fallo di Giampaolo Pazzini (Verona).
58' Davide Adorni (Cittadella) conquista un calcio di punizione sulla fascia sinistra.
57' Secondo cartellino giallo per Marco Faraoni (Verona) per un brutto fallo.
57' Fallo di Marco Faraoni (Verona).
57' Amedeo Benedetti (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
57' Matteo Bianchetti (Verona) conquista un calcio di punizione sulla fascia destra.
57' Fallo di Gabriele Moncini (Cittadella).
55' Sostituzione, Verona. Samuel Gustafson sostituisce Santiago Colombatto.
55' Sostituzione, Verona. Ryder Matos sostituisce Liam Henderson.
55' Andrea Danzi (Verona) e' ammonito per un brutto fallo.
54' Fallo di Andrea Danzi (Verona).
54' Andrea Schenetti (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
53' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Matteo Bianchetti (Verona).
52' Fuorigioco. Marco Faraoni(Verona) prova il lancio lungo, ma Samuel Di Carmine e' colto in fuorigioco.
50' Fuorigioco. Samuel Di Carmine(Verona) prova il lancio lungo, ma Giampaolo Pazzini e' colto in fuorigioco.
49' Fallo di Liam Henderson (Verona).
49' Amedeo Benedetti (Cittadella) conquista un calcio di punizione sulla fascia sinistra.
47' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Jure Balkovec (Verona).
47' Tiro respinto. Andrea Schenetti (Cittadella) un tiro di sinistro dalla destra dell'area. Assist di Domenico Frare.

Inizia il Secondo tempo Cittadella 3, Verona 0.
45+2' Primo tempo terminato, Cittadella 3, Verona 0.
45' Tentativo fallito. Lee Seung-Woo (Verona) un tiro di destro da centro area che e' completamente fuori bersaglio sulla destra.
45' Tiro respinto. Lee Seung-Woo (Verona) un tiro di destro da fuori area. Assist di Andrea Danzi.
44' Tiro parato. Andrea Schenetti (Cittadella) un tiro di destro da fuori area parato palla indirizzata nell'angolino in basso a sinistra.
43' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Matteo Bianchetti (Verona).
42' Fallo di Santiago Colombatto (Verona).
42' Gabriele Moncini (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
41' Gol! Cittadella 3, Verona 0. Manuel Iori (Cittadella) un tiro di destro da posizione molto ravvicinata palla indirizzata nell'angolino in basso a sinistra. Assist di Amedeo Benedetti con cross da calcio d'angolo.
40' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Jure Balkovec (Verona).
38' Fallo di Giampaolo Pazzini (Verona).
38' Manuel Iori (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
38' Fuorigioco. Amedeo Benedetti(Cittadella) prova il lancio lungo, ma Gabriele Moncini e' colto in fuorigioco.
35' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Marco Faraoni (Verona).
34' Matteo Bianchetti (Verona) e' ammonito per un brutto fallo.
34' Fallo di Matteo Bianchetti (Verona).
34' Gabriele Moncini (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
32' Gol! Cittadella 2, Verona 0. Gabriele Moncini (Cittadella) un colpo di testa da centro area palla indirizzata nell'angolino in basso a destra. Assist di Simone Branca con cross.
30' Calcio d'angolo, Verona. Calcio d'angolo causato da Luca Ghiringhelli (Cittadella).
30' Tiro respinto. Lee Seung-Woo (Verona) un tiro di destro da centro area. Assist di Liam Henderson.
30' Fuorigioco. Domenico Frare(Cittadella) prova il lancio lungo, ma Gabriele Moncini e' colto in fuorigioco.
29' Tiro respinto. Manuel Iori (Cittadella) un tiro di destro da fuori area. Assist di Gabriele Moncini con suggerimento di testa.
28' Santiago Colombatto (Verona) conquista un calcio di punizione sulla fascia destra.
28' Fallo di Simone Branca (Cittadella).
27' Tiro respinto. Lee Seung-Woo (Verona) un tiro di destro da fuori area. Assist di Liam Henderson.
25' Marco Faraoni (Verona) conquista un calcio di punizione nella meta' campo avversaria.
25' Fallo di Simone Branca (Cittadella).
25' Tentativo fallito. Andrea Danzi (Verona) un tiro di sinistro dalla destra dell'area che esce di molto sulla sinistra.
25' Tentativo fallito. Liam Henderson (Verona) un colpo di testa da centro area che esce di molto sulla destra. Assist di Jure Balkovec con cross.
24' Samuel Di Carmine (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
24' Gioco pericoloso di Manuel Iori (Cittadella).
22' Marco Faraoni (Verona) e' ammonito per un brutto fallo.
22' Marco Faraoni (Verona) conquista un calcio di punizione sulla fascia destra.
22' Fallo di Amedeo Benedetti (Cittadella).
21' Gol! Cittadella 1, Verona 0. Davide Diaw (Cittadella) un tiro di sinistro da centro area sotto la traversa. Assist di Davide Adorni con suggerimento di testa da calcio d'angolo.
20' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Jure Balkovec (Verona).
19' Fallo di Andrea Danzi (Verona).
19' Davide Adorni (Cittadella) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
17' Tentativo fallito. Samuel Di Carmine (Verona) un colpo di testa da centro area che e' completamente fuori bersaglio sulla destra. Assist di Marco Faraoni con cross.
17' Tiro parato. Giampaolo Pazzini (Verona) un tiro di destro da centro area parato palla indirizzata nell'angolino in basso a destra. Assist di Lee Seung-Woo.
15' Fallo di Manuel Iori (Cittadella).
15' Santiago Colombatto (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
14' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Marco Faraoni (Verona).
12' Fallo di Lee Seung-Woo (Verona).
12' Davide Diaw (Cittadella) conquista un calcio di punizione sulla fascia destra.
10' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Andrea Danzi (Verona).
10' Tiro respinto. Simone Branca (Cittadella) un tiro di sinistro da fuori area.
10' Tentativo fallito. Davide Adorni (Cittadella) un tiro di destro da centro area che esce di molto sulla sinistra. Assist di Andrea Schenetti con cross da calcio d'angolo.
10' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Alan Empereur (Verona).
9' Tentativo fallito. Marco Faraoni (Verona) un tiro di destro da fuori area che e' completamente fuori bersaglio sulla destra.
9' Tiro respinto. Andrea Danzi (Verona) un tiro di destro da fuori area. Assist di Lee Seung-Woo.
7' Fuorigioco. Domenico Frare(Cittadella) prova il lancio lungo, ma Gabriele Moncini e' colto in fuorigioco.
5' Fallo di Domenico Frare (Cittadella).
5' Giampaolo Pazzini (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
5' Tiro respinto. Andrea Schenetti (Cittadella) un tiro di destro da fuori area. Assist di Amedeo Benedetti.
3' Fallo di Federico Proia (Cittadella).
3' Andrea Danzi (Verona) conquista un calcio di punizione nella propria meta' campo.
3' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Andrea Danzi (Verona).
2' Tiro parato. Davide Adorni (Cittadella) un colpo di testa da centro area parato palla indirizzata nel centro della porta. Assist di Amedeo Benedetti con cross.
2' Calcio d'angolo, Cittadella. Calcio d'angolo causato da Matteo Bianchetti (Verona).

Inizia il Primo tempo.

Le formazioni sono state annunciate e i giocatori stanno effettuando il riscaldamento

Grazie per aver seguito con noi la diretta di questo match: arrivederci al prossimo turno di Serie B.

Il Cittadella andrà a Palermo per l'ultima giornata, il Verona ospiterà il Foggia.

Cittadella straordinario quello ammirato oggi in campo: Benedetti da urlo, anche l'attacco fa faville. Con questa vittoria i padovani superano il Verona in classifica e rientrano in zona playoff. Verona deludente e senza verve: si deciderà tutto all'ultima giornata.

FINE PARTITA: CITTADELLA-VERONA 3-0. Meritata vittoria dei padroni di casa.
90+1' Pazzini pescato tre volte in fuorigioco oggi.
90' Altro destro insidioso di Schenetti: palla di poco a lato.
89' OCCASIONE CITTADELLA! Grande ripartenza di Panico e palla a Schenetti che con uno splendido destro a giro sfiora il palo.
88' Il Verona non oppone alcuna resistenza.
85' SOSTITUZIONE PER IL CITTADELLA. Fuori Diaw, dentro Scappini.
84' CARTELLINO GIALLO PER IL VERONA. Ammonito Balkovec.
84' CARTELLINO GIALLO PER IL CITTADELLA. Ammonito Diaw per una spinta.
81' Ci si avvia verso la conclusione del match: altro calcio d'angolo per i padovani.
76' CARTELLINO GIALLO PER IL VERONA. Ammonito Lee per il fallo su Iori.
72' SOSTITUZIONE PER IL CITTADELLA. Fuori Moncini, dentro Panico.
72' SOSTITUZIONE PER IL CITTADELLA. Fuori Branca, dentro Pasa.
69' OCCASIONE CITTADELLA! Gran filtrante di Benedetti per Proia che scatta sul limite del fuorigioco ma, tutto solo davanti a Silvestri, sparacchia altissimo.
67' Tiro-cross dalla destra di Almici che sfiora la parte alta della rete.
64' Ritmi più bassi in questa fase: Cittadella sempre perfetto, il Verona non c'è più.
60' Ci prova Gustafson dal limite: Paleari controlla.
59' SOSTITUZIONE PER IL VERONA. Fuori Di Carmine, dentro Almici.
59' OCCASIONE CITTADELLA! Schenetti in controbalzo su cross dalla sinistra: palla oltre la traversa.
57' 2° Giallo/Rosso Marco Davide Faraoni per un fallo su Benedetti.
55' SOSTITUZIONE PER IL VERONA. Fuori Henderson, dentro Ryder Matos.
55' SOSTITUZIONE PER IL VERONA. Fuori Colombatto, dentro Gustafson.
55' CARTELLINO GIALLO PER IL VERONA. Ammonito Danzi per il fallo su Schenetti.
51' Il Cittadella mantiene il possesso palla con ordine.
47' Schenetti calcia, ma addosso a Empereur.
46' INIZIO SECONDO TEMPO DI CITTADELLA-VERONA. Si riparte dal 3-0 della prima frazione.

Il Cittadella non dovrà commettere l'errore di mollare o di abbassarsi: quanto al Verona, appena scavalcato in classifica, dovrà cercare una grande rimonta.

Cittadella stellare nella prima frazione: difesa perfetta, centrocampo dinamico e attacco super mobile. Il Verona, dato per favorito, delude le attese: Pazzini e Lee si muovono molto, male Di Carmine.
Int.
FINE PRIMO TEMPO: CITTADELLA-VERONA 3-0. Non c'è storia, per ora, nel derby veneto.
45' OCCASIONE VERONA! Paleari respinge un tiro-cross, poi Lee sparacchia alto.
44' Sinistro di Benedetti da fuori, nessun problema per Silvestri.
41' GOL! CITTADELLA-Verona 3-0. Rete di Iori. Angolo perfetto di Benedetti, Iori di controbalzo con la suola anticipa Colombatto e infila sul primo palo Silvestri.
37' Dodicesimo gol in campionato per Moncini, il settimo di testa.
34' CARTELLINO GIALLO PER IL VERONA. Ammonito Bianchetti per il fallo su Moncini.
32' GOL! CITTADELLA-Verona 2-0. Rete di Moncini. Gran cross di Branca, Moncini beffa Balkovec e di testa infila Silvestri.
31' In appena trenta minuti il Cittadella ha già collezionato sei calci d'angolo.
29' Il Cittadella accumula cross e manovre avvolgenti.
25' Danzi al volo con il sinistro, tiro sporcato.
22' CARTELLINO GIALLO PER IL VERONA. Ammonito Faraoni per una gomitata di reazione su Benedetti.
21' GOL! CITTADELLA-Verona 1-0. Rete di Diaw. Stacco imperioso di Adorni sugli sviluppi di un angolo, la palla arriva a Diaw che stoppa e con un sinistro potente fulmina Silvestri.
17' Pazzini raccoglie in area e prova il destro a giro: Paleari in tuffo respinge.
15' Contatti dubbi nell'area del Verona: l'arbitro fischia, si riparte.
10' Branca in controbalzo trova una deviazione: ennesimo angolo per il Cittadella.
9' Faraoni al volo dalla lunga distanza: palla fuori.
6' Meglio i padroni di casa in questa primissima fase.
2' OCCASIONE CITTADELLA! Adorni di testa su calcio d'angolo, bravissimo Silvestri.
1' COMINCIA CITTADELLA-VERONA. Prima palla per i padroni di casa.

Cittadella privo dell'infortunato Settembrini, novità Diaw in avanti. A dispetto delle attese c'è Colombatto nel Verona, mentre Lee rientra dalla squalifica: coppia d'attacco Di Carmine-Pazzini.

Le due panchine: Finotto, Parodi, Luca Maniero II, Pasa, Camigliano, Luca Maniero I, Panico, Bussaglia, Drudi, Cancellotti, Scappini e Siega per il Cittadella. Tupta, Dawidowicz, Gustafson, Ferrari, Berardi, Almici, Laribi, Munari, Vitale, Marrone, Matos e Kumbulla per il Verona.

Modulo 4-4-2 per il Verona: Silvestri - Bianchetti, Faraoni, Balkovec, Empereur - Danzi, Henderson, Colombatto, Lee - Di Carmine, Pazzini.

Modulo 4-3-1-2 per il Cittadella: Paleari - Benedetti, Frare, Adorni, Ghiringhelli - Branca, Iori, Proia - Schenetti - Diaw, Moncini.

Anche i gialloblù arrivano da un periodo negativo.

Due punti nelle ultime quattro gare per i padroni di casa.

Due soli punti separano le due squadre, accomunate però da un unico obiettivo: l'accesso ai playoff.

Benvenuti alla diretta del match tra Cittadella e Verona.


CITTADELLA: Paleari, Benedetti, Iori, Adorni, Schenetti, Moncini (dal 27' st Panico), Frare, Proia, Branca (dal 27' st Pasa), Ghiringhelli, Diaw (dal 40' st Scappini).
A disposizione: Maniero, Parodi, Siega, Camigliano, Drudi, Maniero, Bussaglia, Cancellotti, Finotto.
All.: Venturato.

HELLAS VERONA: Silvestri, Faraoni, Bianchetti, Empereur, Balkovec, Danzi, Colombatto (dal 10' st Gustafson), Henderson (dal 10' st Matos), Lee, Pazzini, Di Carmine (dal 12' st Almici).
A disposizione: Ferrari, Berardi, Munari, Vitale, Marrone, Laribi, Kumbulla, Dawidowicz, Tupta.
All.: Aglietti.

Arbitro: Pezzuto (sez. AIA di Lecce).
Assistenti: Lombardi (sez. AIA Brescia) e Affatato (sez. AIA di Vco).

NOTE. Ammoniti: Bianchetti, Danzi, Lee, Diaw. Espulso: al 12' st Faraoni per doppia ammonizione. Spettatori: 4.343.

PLAYOFF PRIMAVERA 2: LAZIO-HELLAS VERONA 1-0
04/MAGGIO/2019 - 14:45
Roma - Termina con la vittoria della Lazio la sfida di Formello, con il Verona che esce sconfitto ma a testa alta dai quarti di finale playoff di Primavera 2. Amarezza sui volti dei ragazzi di Porta, che hanno giocato una gara di grande intensità. Decide la rete a inizio gara di Czyz, a cui non è bastata in risposta la reazione e la voglia proposta dai gialloblù nella ripresa: risultato finale 1-0.

LAZIO-HELLAS VERONA 1-0
Marcatori: 9' pt Czyz.


Secondo tempo
50' Triplice fischio
49' Fiumicetti si accentra e prova a incrociare, di poco a lato
44' Agbugui fino in fondo guadagna un corner, spinge l'Hellas
42' Zitelli a botta sicura, deviazione provvidenziale oltre il palo
39' Verona sbilanciato e scoperto a sinistra, Falbo si ritrova in area e va a calciare: Chiesa respinge e sventa la grande occasione
33' Falbo si sovrappone a sinistra e calcia secco dal limite con il mancino, plastico si distende Chiesa a bloccare
29' In solitaria Bianchi prende tutto il campo disponibile in ripartenza, Righetti spende saggiamente il giallo per fermarlo
27' Sane cercato in profondità in area di rigore raggiunge la sfera ma viene anticipato in uscita bassa da Alia
22' Sane arriva sul fondo e cerca l'appoggio dietro per Lisi, che in dribbling si allunga troppo la sfera
12' Calcio di punizione da posizione defilata: Fiumicetti prova a calciare, ma la soluzione è centrale
10' Abukar sfonda dal centrosinistra ed entra in area, il suo tiro è respinto ottimamente da Peretti
1' Riprende la gara

Primo tempo
47' Ultimo pericolo dei padroni di casa dalla bandierina e poi fine primo tempo
40' Corner per il Verona calciato da Lucas, confusione nell'area avversaria con il pallone poi allontanato da Baxevanos
30' Squillo della Lazio con Capanni, cross di Falbo e incornata dell'attaccante biancoceleste che si stampa sul primo palo
11' Chiesa con la manona devia sopra la traversa un pericolosissimo tiro di Capanni
9' GOL LAZIO Cross dalla fascia sinistra biancoceleste, Czyz colpisce al volo e supera Chiesa dal limite dell'area piccola
6' Spunto di Fiumicetti che vince un rimpallo ed entra in area, ma il pallone gli viene tolto al momento del tiro
1' Partiti


LAZIO: Alia, Armini, Falbo, Bianchi, Silva, Baxevanos, De Angelis (dal 40' st Zitelli), Abukar, Scaffidi (dal 21' st Petricca), Capanni, Czyz.
A disposizione: Marocco, Franco, Kaziewicz, Arapi, Shoti, Francucci, Cesaroni, Cerbara, Nimmermeer, Russo.
All.: Bonacina.

HELLAS VERONA: Chiesa, Meneghini, Agbugui, Peretti, Dal Cortivo (dal 44' pt Righetti) (dal 34' st Vigolo), Brandi, Sane, Lucas, Caon (dal 1' st Lisi), Saveljevs, Fiumicetti.
A disposizione: Ciezkowski, Tota, Hudzik, Plaka, Martinez, Nardi, Amayah.
All.: Porta.

Arbitro: Garofalo (sez. AIA Torre del Greco).
Assistenti: Fine (sez. AIA Battipaglia) e Nasti (sez. AIA Napoli).

NOTE. Ammoniti: Silva, Bianchi, De Angelis, Peretti Righetti. Espulso: al 14' Silva per somma di ammonizioni.

FONTE: HellasVerona.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio