Subscribe Us

BALOTELLI e razzismo al Bentegodi: Per favore pietà! Invoco almeno la presunta innocenza da parte dei media e l'intervento risolutivo da parte degli organi competenti: Basterebbero poche telecamere e la certezza della pena contro i pochi che rovinano l'immagine di una città intera...


#VeronaBrescia +   -   =

...Come ben sa chi conosce la mia storia personale allo stadio e chi frequenta da qualche tempo questo blog, mi sono sempre scagliato con furore contro chi discrimini il prossimo per qualunque motivo dentro e fuori dallo stadio ma stavolta, al contrario di quanto è successo nei confronti di KESSIE in occasione di VERONA-MILAN dello scorso 15 Settembre, l'onestà intellettuale (che spero mi riconosca anche chi non è d'accordo con quanto scrivo) mi impone di sottolineare che alla TV non si sono percepiti i presunti e schifosi UH UH con i quali alcuni subumani attirano l'attenzione della massa e purtroppo riescono a distinguersi una volta tanto dalla mediocrità alla quale la natura li ha destinati.
Questo non significa che qualche ululato (sostantivo non corretto dal momento che sono semmai i lupi e non le scimmie, alle quali il cretino frustrato vorrebbe associare le persone di colore, ad ululare) non vi sia stato e d'altra parte sfido chiunque ad evitare che in mezzo alla folla non trovi posto purtroppo anche uno 0,05% di minorati mentali (come questo video pare testimoniare) ma da lì a scatenare il tam-tam mediatico a cui stiamo assistendo contro Verona e i suoi (tanti) tifosi degni di questo nome, permettetemi, ce ne passa...

E invece, dal 54° minuto di VERONA-BRESCIA, quando ancora tutti i presenti allo stadio e a casa, assistendo al gesto improvviso di BALOTELLI, si chiedevano che cosa stesse succedendo, c'era chi tra TV, giornali e web già preparava il pezzo su Verona razzista e i suoi sostenitori ignoranti emettendo un giudizio a prescindere senza nemmeno prima documentarsi. Il motivo? Chiarissimo: Suscitare clamore con scontati cliché per attirare qualche like in più da annoiati lettori e/o vendere più copie accontentando gli inserzionisti pubblicitari.

Per favore facciamola finita con il finto buonismo una volta tanto e decidiamo se combattere realmente il razzismo come hanno fatto (e tutt'ora stanno facendo) ad esempio in Premier League: Basta qualche telecamera a buon mercato e la voglia di fare pulizia, costa poco ed il risultato è assicurato sempre che ci sia la volontà politica di allontanare gli indegni da eventi sportivi, concerti e occasioni di ritrovo pubblico in genere.
Se questa volontà non c'è si vada avanti come ora stabilendo se gli UH UH siano stati in quantità sufficiente per giustificare la chiusura di un settore o di tutto il Binti, metodo insieme empirico (perchè si basa sulla distanza tra chi quei cori li fa e chi deve trascrivere su un block-notes che li sente) e ingiusto (perchè fa pagare tutti a causa di pochi imbecilli), ma per favore basta con i processi basati sulle presunzioni.


Intanto, dopo le gravi dichiarazioni espresse ad una radio locale da un dirigente di 'Forza Nuova', erroneamente presentato dai media come capo ultrà della tifoseria scaligera, lo stesso è stato dichiarato persona non gradita al Bentegodi fino al 30 Giugno 2030 (qui tutte le spiegazioni del caso da parte di CalcioEFinanza.it).
È l'inizio di un repulisti? Stiamo finalmente assistendo ad una rivolta della società civile che troppo a lungo ha sopportato e sottovalutato il fenomeno legato al razzismo negli stadi?
Personalmente ritengo che la strada sia ancora lunga ma è un inizio che promette bene anche se nel frattempo il dirigente di cui sopra ha goduto di un grosso momento di notorietà completamente gratuito (a danno ormai fatto) dal momento che troppo tardivamente ha smentito quello che molti sapevano o sospettavano, sostenendo cioè di esprimere opinioni esclusivamente come componente della suddetta forza politica.
Ora si vada a cercare uno per uno quei 15-20 che Domenica, rigorosamente nascosti dietro una muraglia umana, hanno ritenuto di potersi far beffe delle più elementari regole di convivenza civile senza conseguenze e daspiamo pure quelli, chissà che una volta tanto l'esempio non porti ad educarne molti altri...


Arriva anche la decisione ufficiale da parte del giudice sportivo '...I cori sono stati chiaramente percepiti, oltre che dal calciatore, anche dal rappresentante della Procura federale posizionato in prossimità; considerato, inoltre, che dopo i cori si sono levati, invece, da parte dei tifosi assiepati nell’attigua «curva sud» cori di sostegno, seguiti da un lungo applauso' si è deciso di chiudere per un turno il settore Poltrone Est del Bentegodi.
Non si può far altro che prendere atto della giustizia sportiva (in attesa che anche quella ordinaria faccia il suo giusto corso) anche se, a causa di 20 cretini, dovranno purtroppo pagare nell'ordine:
  • I frequentatori delle Poltrone Est, settore nel quale trovano solitamente posto bambini e famiglie e dal quale appare quantomeno improbabile che siano partiti gli UH UH visto che anche lo stesso BALOTELLI, nei video della partita, sembra rivolgersi alla Curva Sud nella sua sacrosanta protesta
  • 16mila innocenti (o la stragrande maggioranza di essi) che erano andati ad assitere, più o meno tranquillamente, ad un evento sportivo
  • La città scaligera tutta, colpita da un ingentissimo danno d'immagine che sui media l'ha riportata indietro ad anni molto più bui che non si sentiva il bisogno di rivivere

Il presidente SETTI si è detto stupito a RaiNews 24 'Siamo un capro espiatorio', dello stesso avviso il DO BARRESI 'Il provvedimento ci lascia perplessi e anche stupiti, giacché lo riteniamo molto duro, specie se si arrivasse all'individuazione di quei pochi soggetti, come specificato dal Giudice Sportivo, nel contesto di un settore di migliaia di tifosi'.

Il 20 Dicembre viene parzialmente accolto dalla Corte Sportiva d’Appello Nazionale FIGC il ricorso della società scaligera in merito alla chiusura del settore Poltrone Est: Anziché l’intero settore si chiuderà solo lo spicchio 8 dello stesso. Ovviamente soddisfatto il club che si esprime attraverso l'avvocato Fanini 'Riteniamo che in seguito alla nostra approfondita difesa sia stato di fatto riconosciuto il grande impegno e sacrificio di Hellas Verona nell’adottare le precauzioni necessarie per prevenire comportamenti di natura discriminatoria nonché successivamente ai fini dell’individuazione dei responsabili secondo quanto previsto dal Codice di Giustizia Sportiva. E’ una sospensiva che auspichiamo consentirà a tutti i tifosi dell’Hellas Verona di riflettere e responsabilizzarsi, essendo sempre ferma intenzione del Club continuare a combattere fermamente ogni episodio, anche se posto in atto da pochissimi, che sia manifestazione di qualsiasi forma di deprecabile intolleranza, collaborando con le Forze dell’Ordine e le Autorità preposte'.

...Pochi giorni più tardi risulta un solo indagato per i buuh razzisti contro BALOTELLI: Non tifa HELLAS ed è residente ad Agrigento! Questo non consola più che tanto dal momento che anche un unico grido razzista sarebbe stato di troppo ma più di qualche media dovrebbe magari ritrattare per aver additato un città intera.
Daspo di 5 anni quindi al 'tifoso' siciliano che, unico identificato fra pochi altri, provocò BALOTELLI con quell'ignominioso uh-uh al Bentegodi

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


RASSEGNA STAMPA +   -   =