Header ADS

SPURI detiene un singolarissimo record: Con 2 presenze in 3 anni di Serie A riuscì a laurearsi Campione d'Italia sostituendo GARELLA solo nei 10 minuti finali a Bergamo quando mister volle concedergli una meritata gloria guadagnata costantemente dietro le quinte...

Sergio Spuri

Data di nascita:03/06/1962
Luogo di nascita:Fabriano (AN)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Portiere
Altezza:193 Cm
Peso:84 Kg
Posizione:
CARRIERA DA ALLENATORE/PREPARATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteRuolo 
Alma Fano2015-2016DPrep. Port.- 
Alma Fano2014-2015DPrep. Port.- 
Matelica2013-2014???Prep. Port.- 
Bellinzona2010-2011-Prep. Port.- 
Gualdo2009-2010???Prep. Port.- 
Pergolese2007-2008Ecc.Allenatore- 
GualdoApr. 2007-2007Pro.Allenatore- 
Settempeda2005-2006???Cons./All.- 
Real Sassoferrato2005-2006???Allenatore- 
Lugano2004-2005-Tecnico Giovanili- 
LEGENDA: Pro.=Torneo Promozione della LND, Ecc.=Torneo Eccellenza della LND
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Maceratese1997-1998C223-15 
Maceratese1996-1997C229-29 
Maceratese1995-1996D24-11 
Vis Pesaro1994-1995C210 
Vis Pesaro1993-1994D34-18 
Gualdo1992-1993C233-40 
L'Aquila1991-1992D34-17 
L'Aquila1990-1991D34-25 
Chieti1989-1990C25-5 
Chieti1988-1989C234-24 
Jesina1987-1988C224-28 
Udinese1986-1987A00 
Hellas Verona1985-1986A1 (+3CI)-3 (-3) 
Hellas Verona1984-1985A1 (+5CI)0 (-7) 
Hellas Verona1983-1984A00 
Anconitana1982-1983C134-31 
Anconitana1981-1982C226-15 
Anconitana1980-1981C26-6 
Anconitana1979-1980C110 
Giovanili AnconitanaFino al 1979--- 

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
Sergio SPURI chi era costuì? Come (e peggio) del Carneade di Don Abbondio il secondo portiere dell'HELLAS tricolore 1984-1985 è un guardiapali misconosciuto tra i vari protagonisti di quell'anno ma il numero 1 nativo di Fabriano in provincia di Ancona può vantare un ricco palmarès avendo vinto, oltre allo scudetto punta massima della sua carriera, anche un campionato di C2, uno di interregionale, due di dilettanti ed un altro da allenatore nel torneo di Promozione.
VERONA a parte tutti titoli di serie inferiori certo ma... Vincere non è mai facile!
Singolarissimo poi il record di Sergio che con 2 presenze in 3 anni di Serie A riuscì pure a laurearsi Campione d'Italia sostituendo GARELLA solo nei 10 minuti finali a Bergamo quando mister volle concedergli una meritata gloria guadagnata costantemente dietro le quinte...

DA ANCONA CON FURORE...
Fisico da pallavolista/cestista data la sua altezza (194 cm, il più alto in quel momento in Italia nel suo ruolo) e le capacità atletiche, Sergio scelse una terza via dove essere alti aiuta: Portiere in una squadra di calcio.
Ed in effetti il ragazzino ci sa fare tanto che esordisce a soli 17 anni in C1 con l'ANCONITANA squadra nella quale SPURI disputa le (pur brevi) giovanili e nell'anno successivo, con i dorici retrocessi in C2 ed un'età da Primavera, il guardapali fabrianese è costantemente aggregato alla prima squadra anche se non da titolare ruolo che comunque otterrà 19enne insieme alla promozione in C1 alla fine del campionato 1981-82 e ad un posto nella Nazionale di Serie C.

...MA IN SERIE A NON C'È SPAZIO!
Per la stagione '83-'84 mister BAGNOLI lo vuole a Verona: Il 22enne di belle speranze SPURI farà il secondo di GARELLA ma il numero 1 scaligero gode sempre di ottima salute ed in più sfodera prestazioni fenomenali una dietro l'altra, difficile anche solo pensare di poter giocare al suo posto anche solo mezza gara e infatti alla sua prima annata scaligera Sergio non vedrà mai il campo mentre nell'84-85 in campionato farà 10 minuti a Bergamo solo per partecipare ai festeggiamenti tricolore (e metterà insieme qualche presenza nelle fasi preliminari di Coppa Italia).
'Far muffa' in panca a 23 anni per tre stagioni consecutive (anche dietro a uno tra i portieri più efficaci d'Italia) non può essere il massimo delle aspirazioni per uno che forse si attendeva di più dalla Serie A, così il portiere marchigiano va all'UDINESE guidata da 'Picchio' DE SISTI ma anche lì deve fare il secondo senza mai giocare e alla fine retrocede pure in cadetteria coi friulani.

MEGLIO IL CALCIO MINORE (ANCHE DA ALLENATORE)
Dalla stagione 1987-1988 SPURI non giocherà mai aldisopra della C2 ma si toglierà comunque molte soddisfazioni da protagonista vincendo il Campionato Interregionale con L'AQUILA nel 1991-1992 e due Campionati Nazionali Dilettanti con VIS PESARO e MACERATESE squadra in cui chiuderà la carriera nel 1997-98 dopo aver sfiorato la promozione in C1 nell'annata precedente.
Dopo aver provato altro, ad Aprile del 2007 subentra a Vito CRUCCOLO come allenatore dell'A.S. GUALDO CALCIO appena ripartito dal torneo di Promozione dopo 86 anni di storia a causa del fallimento dei biancorossi dell'S.S. GUALDO: In quel momento la squadra non è messa male nel campionato di Promozione a 8 punti dalla capolista CITTÀ DI CASTELLO ma si parla di non meglio precisati problemi di spogliatoio... Ad ogni modo il buon Sergio porta i suoi ragazzi in Eccellenza torneo in cui guiderà poi la PERGOLESE.
In seguito Sergio prova la carriera di assicuratore alla quale alterna/associa la preparazione dei portieri in squadre di calcio dilettantistico.

Questa la pagina Facebook creata dai tifosi di SPURI.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • Termina bruscamente l'esperienza al BELLINZONA in Svizzera: Come il classico fulmine a ciel sereno arriva dal presidente GIULINI il licenziamento in tronco per mister MORININI ed il suo staff che comprende SPURI come allenatore dei portieri
  • Consigliere o allenatore? A Novembre 2006 la FIGC squalifica SPURI per 3 mesi in quanto reo di aver auto di fatto mansioni da allenatore all'SSD SETTEMPEDA, nella stagione precedente, seppur assunto ufficialmente come consigliere
  • Scudetto con l'HELLAS a parte il portiere marchigiano può vantare un ricco palmarès avendo vinto, oltre al tricolore scaligero punta massima della sua carriera, anche un campionato di C2, uno di interregionale, due di dilettanti ed un altro da allenatore nel torneo di Promozione. Verona a parte tutti titoli di serie inferiori certo ma si sa... Vincere non è mai facile!
  • 2 presenze in 3 stagioni di Serie A con l'HELLAS: Questo il singolarissimo record di Sergio che riuscì pure a laurearsi Campione d'Italia sostituendo GARELLA solo nei 10 minuti finali a Bergamo ??? quando mister volle concedergli una meritata gloria guadagnata costantemente dietro le quinte...
  • Realista più del re Sergio capisce subito che a Verona giocare sarà praticamente impossibile 'Come faccio a pretendere di giocare'-dirà nella sua avventura gialloblù-'quando davanti ho un mostro di bravura come Garella? Accetto la realtà per com'è...'
  • Nazionale di Serie C ??? quando nell'ANCONITANA diventa giovane titolare
  • Altezza mezza bellezza dicono ma essere alti aiuta anche in altri ambiti e lo sport è sicuramente tra questi: Fisico da pallavolista/cestista Sergio scelse di fare il portiere di calcio e con il suoi 194 cm era il più alto in quel momento in Italia nel suo ruolo

18 gennaio 2015 Alma Fano-Maceratese parla SPURI preparatore dei portieri a Fano

Sergio Spuri
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sergio Spuri (Fabriano, 3 giugno 1962) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Carriera
- Giocatore
Cresce nelle giovanili dell'Anconitana, club che lo fa esordire all'età di diciassette anni nel campionato di Serie C1 della stagione 1979-1980, dove i dorici retrocessero. Negli anni successivi diventa titolare, conquistando nel 1982 il campionato di C2 e il ritorno in terza serie.
Nella stagione 1983-1984 viene chiamato al Verona di Osvaldo Bagnoli a fare il secondo di Claudio Garella. Gioca solo le partite preliminari della Coppa Italia dove gli scaligeri arrivano in finale, perdendola contro la Roma. L'annata seguente consacra i gialloblù campioni d'Italia, e il portiere fabrianese può fregiarsi del tricolore giocando appena 10' a Bergamo.
Nella stagione 1986-1987 fa il vice con la maglia dell'Udinese, con le zebrette che retrocedono. Negli anni successivi veste le maglie della Jesina, del Chieti, dell'Aquila con cui vince il torneo di Interregionale e del Gualdo, prima di approdare alla Vis Pesaro dove nel 1995 vince il Campionato Nazionale Dilettanti.
Chiude la sua carriera alla Maceratese dove viene allenato da un suo ex compagno di squadra al Chieti, Giovanni Pagliari. A Macerata, dove gioca anche con Stefano Colantuono, dopo aver vinto il campionato dilettantistico del 1996 perde, l'anno successivo, la finale play-off contro il Livorno per accedere in C1.

- Allenatore
Nella seconda metà degli anni duemila allena il Gualdo, vincendo nel 2007 il campionato umbro di Promozione, e la Pergolese di Pergola nel torneo marchigiano di Eccellenza.

Palmarès
- Giocatore
Campionato italiano: 1 Hellas Verona 1984-1985
Campionato italiano di Serie C2: 1 Anconitana 1981-1982 (girone B)
Campionato Interregionale: 1 L'Aquila 1991-1992 (girone F)
Campionato Nazionale Dilettanti: 2
  • Vis Pesaro 1993-1994 (girone E)
  • Maceratese: 1995-1996 (girone F)

- Allenatore
Campionato di Promozione: 1 Gualdo 2006-2007 (girone A)

FONTE: Wikipedia.org