Le schede di B/=\S: Mattia ZACCAGNI

Pubblicato da Smarso sabato 1 ottobre 2016 09:30, vedi , , | Nessun commento

Nato a/il:Cesena (CE) il 16/06/1995
Nazionalità:Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2022
Ruolo:Centrocampista
Altezza:176 Cm
Peso:73 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2019 - 2020A-- 
Hellas Verona2018 - 2019B29 (+2PO +2CI)3 (+1PO +0) 
Hellas Verona2017 - 2018A6 (+1CI)0 (+0) 
Hellas Verona2016 - 2017B262 
CittadellaGen. 2016 - 2016LP120 
Hellas Verona2015 - 2016A3 (+1CI)0 (+0) 
Unione Venezia2014 - 2015LP331 
Bellaria Igea MarinaGen. 2014 - 2014LP2131 
Hellas Verona2013 - Gen. 2014Primavera122 
Bellaria Igea Marina2012 - 2013LP260 
Giovanili Bellaria Igea MarinaFino al 2012--- 
LEGENDA: LP2=Lega Pro Seconda Divisione, CI=Coppa Italia, PO=Play Off

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 1 Ottobre 2016
...Dopo mezza stagione (quella appena trascorsa) passato più a dar man forte ai compagni della Primavera della quale era diventato un perno fisso per mister PAVANEL, a Gennaio era stato dato in prestito al CITTADELLA che a fine stagione sarebbe stato promosso in Serie B, 12 presenze di qualità per i padovani che l'avrebbero voluto indietro anche per il 2016-17 e invece, un po' per le nuove regole che giustamente 'premiano' i giocatori del vivaio ed un po' perchè Mattia ha dimostrato già dal ritiro di poter rendersi utile alla causa dell'HELLAS, è stato trattenuto e ha già avuto modo di acquisire minutaggio importante con la squadra di PECCHIA della quale fa ora parte in pianta stabile.
Centrocampista metodista, ZACCAGNI gioca preferibilmente da 'play' davanti alla difesa dove al momento ha parecchia concorrenza sia in qualità che in esperienza ma il 21enne ha tutta una carriera davanti a sé e anni per dimostrare di poter dire la sua financo in Serie A magari... Proprio con l'HELLAS!


ROMAGNA-VENETO VIA BELLARIA
...Nativo di Cesena ma Bellariese purosangue, Mattia gioca nelle giovanili del BELLARIA IGEA MARINA fino all'età di 18 anni aggregandosi poi maggiorenne alla prima squadra nella Seconda Divisione di Lega Pro, poche presenze bastano agli scout scaligeri (GEMMI e CALVETTI) per portarlo all'Academy scaligera per una stagione e mezza nella quale, con mister PAVANEL, cresce di gara in gara.
A Gennaio 2014 il ragazzo viene rimandato a casa per sei mesi in attesa di una sistemazione adeguata tra una Serie A palesemente troppo precoce per il percorso formativo di Mattia ed una Serie B che in quel momento non sembra fornire soluzioni adeguate; ma il VERONA crede nel centrocampista romagnolo e nel frattempo lo ingaggia in maniera definitiva.
Per la stagione 2014-15 l'occasione finalmente arriva: Dalla rinnovata Lega Pro a chiamare è l'UNIONE VENEZIA e ZACCAGNI risponde alla grande con 33 presenze, 1 gol e prestazioni da incorniciare!
Nella stagione appena trascorsa la società sceglie di dare una possibilità a Mattia ma, con mister MANDORLINI esonerato a Novembre ed una catena di guai infiniti, ZACCAGNI infila solo tre apparizioni e rischia di essere penalizzato, così la soluzione CITTADELLA appare ideale: Poche pressioni, ad un passo da Verona ed una società ambiziosa e puntuale da anni nelle capaci mani dei Gabrielli.
I granata a fine stagione ritroveranno la Serie B e per il Primavera dell'HELLAS sarà un ulteriore passo avanti in esperienza e minutaggio e, dopo un ritiro nel quale convince il nuovo allenatore PECCHIA, il regista è ora pronto per una nuova sfida.

Qui il profilo Facebook di Mattia mentre questo è il suo account su Instagram.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =


Mattia Zaccagni
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mattia Zaccagni (Cesena, 16 giugno 1995) è un calciatore italiano, centrocampista del Verona.

Caratteristiche tecniche
Gioca prevalentemente come centrocampista centrale o mezzala, possiede una buona visione di gioco ed è abile sia tecnicamente che tatticamente. Grazie alle sue doti atletiche può essere adattato all'occorrenza come terzino destro.

Carriera
- Club
Cresciuto calcisticamente nel settore giovanile della sua città natale, il Bellaria Igea Marina, nella stagione 2012-2013 fa il suo debutto in prima squadra tra i professionisti raccogliendo qualche gettone nel campionato di Seconda Divisione. Fa il suo esordio il 9 dicembre 2012 all'età di 17 anni e mezzo nella partita vinta in trasferta 2-1 contro il Forlì sostituendo a pochi minuti dalla fine della partita Nicastro.

Nell'estate 2013 passa in prestito al Verona, dove viene inserito nelle giovanili e poi tuttavia riscattato dal club scaligero. Nell'estate 2014 viene girato in prestito annuale al Venezia, squadra di Lega Pro, dove il 10 settembre seguente fa il suo esordio nella partita giocata in casa contro il Südtirol; durante la stagione disputa un buon campionato trovando sin da subito un posto da titolare. Tornato dal prestito al Venezia, resta aggregato alla prima squadra dell'Hellas Verona e dopo poche giornate di campionato viene convocato per la prima volta in assoluto dal tecnico Andrea Mandorlini: fa il suo esordio in Serie A il 23 settembre sostituendo Sala al 75esimo nella partita giocata a Milano contro l'Inter.

Il 26 gennaio 2016, durante il mercato invernale, passa per sei mesi in prestito al Cittadella, in Serie B.

Nell'estate seguente torna al Verona, neoretrocesso in Serie B. Nell'ottobre 2016 gli viene rinnovato il contratto per altri quattro anni. Conquista con la società gialloblu a fine annata la promozione nella massima serie.


Mattia Zaccagni
From Wikipedia, the free encyclopedia

Mattia Zaccagni (born 16 June 1995) is an Italian football player who plays for Verona.

Club career
He made his professional debut in the Lega Pro for Venezia on 10 September 2014 in a game against Südtirol.

He made his Serie A debut for Verona on 23 September 2015 as a 75th-minute substitute for Jacopo Sala in a 0–1 loss against Internazionale.

FONTE: En.Wikipedia.org


STAGIONE 2019-20 +   -   =
Hellas Verona, Zaccagni: “Da tanto tempo aspettavo il primo gol in Serie A”
By Nicola Marinello 17 Gennaio 2020

Intercettato dai microfoni de La Gazzetta dello Sport. il centrocampista dell’Hellas Verona Mattia Zaccagni ha raccontato le sensazione provate dopo il suo primo gol in Serie A contro il Genoa.

Queste le sue parole: “Sono felice per il primo gol in Serie A che aspettavo da tanto e orgoglioso per quello che abbiamo fatto contro il Genoa. Sotto uno a zero si può anche patire un po’ ed invece abbiamo reagito e anche sul due a uno abbiamo continuato a macinare gioco. C’è la consapevolezza di potersela giocare con tutti. Siamo stati la rivelazione finora, però non ci vogliamo fermare. Abbiamo un obiettivo in testa, ovvero provare a vincerle tutte e salvarsi“.

Ancora Zaccagni: “Juric mi ha insegnato molto, ho scoperto un ruolo nuovo, prima giocavo più da mezz’ala. All’inizio un po’ scettico perché ho sempre giocato lì. Invece fin da subito mi ha detto di volermi fare giocare più avanti, leggermente allargato. Se mi sento giocatore da Serie A? Adesso sì, due anni fa con l’infortunio non ho potuto giocarmela appieno. Domenica il Bologna? È una squadra tosta e di qualità che rispecchia Mihajlovic, ma possiamo fare una grande partita. Loro giocano ad alti ritmi, hanno un attacco di qualità e sfrutteranno le ripartenze“.

Sulla sua esperienza in riva all’Adige: “Sono a Verona dal 2013, qui sono diventato prima uomo e poi calciatore. In campo cresci prima come uomo e poi come calciatore. Tutto ciò l’ho fatto e continuo a farlo qui, quindi è per questo che l’Hellas è come la mia seconda famiglia. Ibrahimovic? Sono curioso di affrontarlo, l’ho sempre visto in tv. Curioso di vedere anche come si comporta magari nel tunnel, a palla lontana“.

FONTE: Verona.YSport.eu


DALL’ESORDIO A SAN SIRO AL PRIMO GOL IN SERIE A: MATTIA ZACCAGNI PROTAGONISTA NELLA FAVOLA HELLAS
16.01.2020 | 13:00

La Serie A si gode la favola Hellas Verona. La squadra di Ivan Juric è tra le rivelazioni del campionato, per qualità di gioco, punti (25), e giovani talenti che si stanno scoprendo campioni. Tra questi l’ultimo a salire alla ribalta, in ordine cronologico, è stato Mattia Zaccagni, centrocampista offensivo classe 1995. Il numero 20 sta offrendo prestazioni sempre all’altezza, e domenica scorsa, contro il Genoa, ha potuto festeggiare il primo gol in Serie A. L’apice di una scalata iniziata tanti anni fa, e che ora è pronta a puntare nuovi orizzonti.

Mattia Zaccagni nasce a Cesena il 16 giugno 1995. Cresce calcisticamente nel settore giovanile del Bellaria Igea Marina, squadra con la quale, all’età di 17 anni, debutta nel professionismo (Seconda Divisione). Poche presenze sono sufficienti agli osservatori dell’Hellas Verona per decidere di puntare sul suo talento, e nell’estate del 2013 la società scaligera lo preleva in prestito, inserendolo inizialmente nella formazione giovanile. 25 presenze, 3 gol nel campionato Primavera, e una rete anche al Torneo di Viareggio, convincono il club a riscattare il suo cartellino. Nella stagione successiva, Zaccagni viene mandato in prestito annuale al Venezia, in serie C, e le sue qualità iniziano a venire fuori. 33 presenze, condite da 4 assist (specialità della casa) e un gol. Nel 2015 rientra all’Hellas, questa volta per restarci. Andrea Mandorlini crede nel giocatore, e lo fa debuttare in Serie A, il 20 settembre 2015 (Inter-Hellas 1-0). Un esordio a San Siro possono vantarlo in pochi nel curriculum, ma ancora non è il suo momento. Altri sei mesi in prestito al Cittadella permettono al centrocampista di completare la sua crescita, prima di tornare (questa volta definitamente) all’Hellas Verona. E’ l’estate 2016, il club è in Serie B: i suoi 2 gol e 2 assist contribuiscono alla promozione in A. Ma la fortuna non sorride al giocatore. A novembre Zaccagni si rompe il crociato, e dice addio alla stagione. Il Verona torna in B, Mattia rientra più forte e determinato di prima, e trascina nuovamente i gialloblu nella massima serie, segnando anche un gol in finale play-off proprio contro il “suo” Cittadella.

E’ di nuovo Serie A. La stagione inizia con un rinnovo importante, fino al 2022. Poi la parola passa al campo. Titolare inamovibile di Ivan Juric, Zaccagni ha collezionato sino a qui 5 assist e 1 gol in campionato. E nessuno banale. Il primo passaggio vincente ha permesso all’Hellas di sconfiggere a domicilio il Lecce (0-1), e lo stesso è accaduto in casa con il Brescia (2-1). Fino ad arrivare a domenica 12 gennaio. Mattia Zaccagni è il “Man of the match” della sfida salvezza contro il Genoa. I rossoblu passano in vantaggio, la formazione di casa ribalta il risultato grazie a un rigore procurato da Zaccagni e poi al gol dello stesso numero 20. Di rapina. Il primo in Serie A. Giocatore rapido, di piede, ma soprattutto di testa, Mattia è il classico regista offensivo capace di vedere la giocata anche dove non c’è. Un giocatore formato tatticamente e mentalmente, una risorsa preziosa per una squadra, l’Hellas Verona, a cui la lotta salvezza sembra andare sempre più stretta.

FONTE: AlfredoPedulla.com






Verona: Zaccagni e la capacità di creare superiorità numerica
Zaccagni dà imprevedibilità all’Hellas Verona di Juric. Nessuno nella rosa ha le sue qualità nel dribbling

Di Jacopo Azzolini - 8 Gennaio 2020
© foto www.imagephotoagency.it

Il modulo tipo del Verona di Juric consiste nel 3421 con Verre e Zaccagni alle spalle di un’unica punta. Zaccagni è il giocatore dell’Hellas che, dopo Amrabat, più volte crea superiorità numerica. Rispetto al centrocampista, lo fa poi in zone avanzate del campo.
Nessuno ha infatti i suoi numeri nel dribbling. Ne prova 3.2 ogni 90 e ne vince 2. Nel cruciale successo di Ferrara ne ha effettuati, con successo, ben 4. Insomma, dà qualità tra le linee a una squadra che dipende tanto dai cross e dalle corsie esterne.

FONTE: CalcioNews24.com










ZACCAGNI: «RISULTATO BUGIARDO. ATALANTA? LA AFFRONTEREMO CONSAPEVOLI DEI NOSTRI MEZZI»
01/DICEMBRE/2019 - 23:45
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Hellas Verona-Roma, 14esima giornata della Serie A TIM 2019/20.

«Se abbiamo qualche rimpianto? Purtroppo sì, il risultato è bugiardo. Abbiamo affrontato una grande squadra, proponendo il nostro gioco. C'è un po' di rammarico, ma ora ci proiettiamo verso la sfida con l'Atalanta di sabato prossimo. Aspetti da migliorare? Sull'1-1 eravamo in controllo della partita. Poi abbiamo concesso il rigore e loro hanno avuto l'occasione di raddoppiare: è risultato poi più difficile imporre il nostro gioco. Nel secondo tempo siamo scesi in campo determinati e concentrati ma non siamo riusciti a raggiungere il pareggio. Nel recupero, infine, la Roma ha chiuso definitivamente il match. La mia prestazione? Sono contento, però quando non conquistiamo i 3 punti rimane sempre un po' di rammarico. Avrei preferito giocare un po' meno bene, ma aver raggiunto la vittoria. Come mi trovo in questo Verona? Sono contento di far parte di questa squadra: dobbiamo continuare su questa strada, lavorando duramente durante la settimana. La prossima sfida con l'Atalanta? È una squadra molto forte, lo sta dimostrando da 4 anni ormai. Sarà una partita difficile, la affronteremo con la consapevolezza dei nostri mezzi».

FONTE: HellasVerona.it




Un’altra grandissima prova! Avanti così ???????? +3 #hellasveronafc #seriea #hellasveronaparma

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



Zaccagni: “Ingiusto il trattamento ricevuto dai tifosi gialloblù a Napoli. Il gol mi manca tantissimo. Stepinski? Ci auguriamo tutti che si sblocchi”
ottobre 24, 2019

“Se il mister ha detto che dobbiamo fare molto meglio la fase offensiva ha ragione, punto. Lui non è uno che ama i giri di parole. Va dritto al nocciolo della questione. E poi sono contento del ruolo che interpreto. C’è sempre la possibilità di far gol o di dare un assist al compagno, perché attacco di più la profondità però per il resto quando vado a ricevere palla ritrovo quello che ho fatto l’anno scorso. A Napoli non possiamo non far gol. Se avessimo segnato in quelle occasioni sullo zero a zero, avremmo vinto – ha dichiarato Zaccagni a L’Arena – Il ritardo dell’ingresso al San Paolo dei tifosi gialloblù? Su uno di quei pulmini c’era anche un mio amico che mi raccontava giusto lunedì come avesse visto il primo tempo della partita sul telefonino. Per me è accaduta una cosa brutta e bisognerebbe andare a fondo. Non è giusto che delle persone con biglietto e documenti regolari non possano accedere allo stadio. Quanto mi manca il gol? Tantissimo. Stepinski? Noi tutti ci auguriamo che si sblocchi, perché le punte vivono per segnare. Scontri diretti? Dovremo cercare di fare più punti possibili”.

FONTE: HellasLive.it


COSÌ! 💛💙 @hellasveronafc @seriea

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:









08.09.2019
Zaccagni è l’oro dell’Hellas Juric ha un nuovo leader

Calciatori si nasce o si diventa? Guardando Mattia Zaccagni è difficile dare una risposta. Una cosa è certa: la pasta del giocatore è di prima qualità. Innanzitutto il luogo di nascita. Il «Tardelli del Verona» è nato a Bellaria, ridente località della Riviera Romagnola. Gente di mare che però, una volta scesi dalla barca o dai pedalò del salvataggio, appena messi i piedi nella sabbia per dar calci ad un pallone, sapevano dove indirizzarlo nonostante le buche. Negli sessanta e settanta i tedeschi dell'Ovest, padroni del calcio essenziale e non di quello ancestrale praticato dalla Grande Olanda di Cruijff, avevano messo insieme nel giro di dieci anni dal ’66 al ’76, qualcosa come un titolo europeo ed uno mondiale oltre ad una semifinale mondiale e due finali perse con Inghilterra e Cecoslovacchia sui due palcoscenici più importanti. Quando l’immenso Beckenbauer o Bonhof e perfino quel capellone di Kargus scendevano per alcuni giorni in vacanza in Romagna, veniva battuti al campo dell'A.S.A.R a Riccione piuttosto che nel campo parrocchiale di Porto Recanati con un giovanissimo Massimo Palanca a far da raccattapalle. Già perché tutto l'Adriatico da sempre ha sfornato grandi campioni e non solo nel regno della piadina

IL MARE. «Sarà l'aria del mare, non solo» ci raccontava Zaccagni in un'intervista dopo la vittoria a La Spezia nello scorso torneo di serie B, «so solo che quando torno a casa mi ricarico». Una sensazione che ha provato spesso Fausto Pari, mediano della Samp dei miracoli, oggi agente del giocatore. «Lui ha l'occasione di dimostrare di essere un calciatore di serie A. Molto si era visto nel 2017 ma ora deve consacrarsi». Parole in libertà di Setti, quando ancora la serie A era tutta da conquistare, prima della partitissima al Bentegodi con il Cittadella. Il taglio e il tempo giusto e Zac davanti a Paleari che sembrava Kargus, gigante dell'Amburgo e ottimo portiere tedesco schiacciato nella Germania Ovest dalla bravura di Clef prima e soprattutto del mito Maier poi ed il piccolo grande Zaccagni che lo infila come se giocasse il torneo estivo di Bellaria. La rete che ha dato inizio alla rimonta, semplice semplice come battere i vacanzieri tedeschi visti fino ad un mese prima in tv sul tetto del mondo. Lui con Ivan Juric può completare una maturazione importante nata con Mandorlini e quasi completata con Grosso e Aglietti. L'allenatore croato l'ha capita e forse, avrebbe voluto avere la tecnica del Zac e non essere soltanto uno splendida ruba palloni nella sua Croazia. COAST TO COAST. Quando parte Mattia Zaccagni è come quando partivano Busatta o Romulo sulla fascia laterale, solo che lui lo fa anche centralmente. Se non segna, può far segnare. Occhi vispi e furbi, imprevedibilità e quei quadricipiti scolpiti come Jeeg Robot d'acciaio, che gli consentono arresti, dribbling e colpi di tacco da grande giocatore.

IL CONTRATTO. Bene ha fatto il Verona a prolungare il contratto del giovane Mattia sino al 2022. D'altronde l'Hellas lo conosce bene e sa quanto ancora possa migliorare. Il prestito al Venezia e al Cittadella sono serviti e poi la promozione conquistata da protagonista. Oggi Zaccagni e Verre sono mezz’ali complementari ed in grado di arrivare al gol. Con Stepinski o Di Carmine arieti mobili ad aprire gli spazi, loro possono diventare fondamentali per la fase offensiva gialloblù, in attesa sempre di Bessa che per il momento ha le sembianze di Tutino. Insomma nell'Hellas dalle fondamenta solide fatte di ottimi difensori e centrocampisti, Mattia Zaccagni è l'uomo in più della squadra targata 2019/’20: «Il Tardelli del Verona». •

Gianluca Tavellin

FONTE: LArena.it




ZACCAGNI: «RINNOVO? IO E L’HELLAS VOLEVAMO LA STESSA COSA. CARICHI PER LA NUOVA STAGIONE!»
10/LUGLIO/2019 - 13:10
Arbizzano - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate a margine dei test fisici e delle visite pre ritiro 2019/20 all'Isokinetic.

«I test? Abbiamo iniziato, un po' faticosi ma li abbiamo superati (sorride, ndr). Il rinnovo? Sono contento perchè era quello che volevo e adesso ci aspetta una grande stagione. Era una volontà condivisa sia da me che dalla società e siamo riusciti a chiudere. La stagione in Serie A? È sempre difficile da neopromossa, però noi dobbiamo cercare di lavorare tanto e portare a casa i risultati. Nel giro di poco tempo è cambiato molto, ma noi siamo pronti per questa nuova sfida, i giocatori e anche il mister. Il Verona credo abbia le armi giuste e vedremo dunque in ritiro di rimboccarci le maniche. Con Juric si corre tanto? Con lui ho scambiato giusto due battute per ora, ma sappiamo già che ci servirà faticare molto perché lo conosciamo come allenatore, per questo a partire dagli allenamenti cercheremo di sfruttare tutte le caratteristiche del suo gioco. Già quasi 6.000 abbonamenti: c'è entusiasmo? Ce lo aspettavamo perché la tifoseria del Verona la conosciamo bene e ci servirà anche il loro aiuto per salvarci in Serie A. La stagione della consacrazione per Zaccagni? Io mi aspetto di dare il massimo, spero di riuscirci. Quel 2 giugno: su Aglietti? Oggi si apre una nuova stagione, ma credo sia poco ringraziare il mister per quello che ha fatto. Ha saputo gestire alla grande il gruppo e abbiamo fatto una grande impresa tutti assieme. Crescenzi? Ora sembra stare bene, ci siamo allenati per dieci giorni prima di venire qui. Comunque gli auguro di fare una grande stagione».

FONTE: HellasVerona.it


🔥🔥 ZACCAGNI È GIALLOBLÙ FINO AL 2️⃣0️⃣2️⃣2️⃣ 💛💙

Un post condiviso da Hellas Verona FC (@hellasveronafc) in data:



Manca poco ⏳😍🔥🅰️ @hellasveronafc

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



Festa dello sport a Bellaria, premiato Zaccagni
luglio 4, 2019

Il centrocampista dell’Hellas Verona, Mattia Zaccagnia, ieri sera in Piazziale Perugia a Bellaria, è stato uno dei protagonisti della “Festa dello sport", evento organizzato dall’amministrazione locale per premiare le eccellenze sportive di Bellaria Igea Marina stagione 2018/19. Si ringrazia l’amico Andrea per lo scatto.

FONTE: HellasLive.it


STAGIONE 2018-19 +   -   =
CALCIOMERCATO
Hellas, obiettivo numero uno: rinnovo di Zaccagni
28/06/2019 10:00
Ancora non si muove velocemente il mercato in entrata del Verona a una decina di giorni dal ritiro a San Martino di Castrozza (ufficializzato solamente Amir Rrahmani). L'Hellas sta cercando di risolvere le questioni legate ai giocatori in rosa, tra rinnovi e cessioni.

Il primo problema sulla lista è il contratto di Mattia Zaccagni, in scadenza a giugno 2020. Bisogna prolungare il contratto per non rischiare di perdere il centrocampista romagnolo a parametro zero

Il Verona vuole allungare l'accordo fino al 2022. Nel fine settimana sono previsti altri incontri col procuratore di Zaccagni.

FONTE: TGGialloBlu.it


CALCIOMERCATO
IND. CH – Zaccagni e Bianchetti, si va avanti a fari spenti
Nonostante le scarse notizie lasciate trapelare dalle parti, continua senza intoppi il dialogo tra l’entourage dei due giocatori e l’Hellas Verona

di Tommaso Badia giugno 20, 2019 - 13:17

Mentre in casa Hellas impazza il calciomercato in entrata, il d.s. Tony D’Amico ha a che fare anche con la situazione relativa ai rinnovi di Zaccagni e Bianchetti.
Entrambe le parti non sono intenzionate a rilasciare dichiarazioni, ma, raggiunto dai nostri microfoni, un membro dell’entourage dei due giocatori ci ha confidato che al momento il dialogo sta procedendo senza intoppi.
Buone notizie dunque per i tifosi scaligeri, che (salvo clamorose offerte) l’anno prossimo perciò quasi sicuramente ancora ammirare in gialloblù due dei giocatori più importanti e rappresentativi della rincorsa alla Serie A.

NEWS
Zaccagni alla GdS: “L’idea di giocare contro CR7 mi dà grande carica”
Il centrocampista gialloblù, sicuramente tra i migliori dell’ultima stagione del Verona, freme per incontrare i “big” della Serie A

di Tommaso Badia giugno 15, 2019 - 12:19

Quello raggiunto dai giornalisti de La Gazzetta dello Sport è un Mattia Zaccagni che, se potesse, tornerebbe subito in campo: il centrocampista gialloblù, intervistato dai colleghi della Rosea, non ha infatti nascosto la grande carica e la sua voglia di affrontare i campioni della Serie A, e in particolare Cristiano Ronaldo.

Queste infatti le principali dichiarazioni rilasciate da Zac alla GdS:

IL SALTO DI QUALITÀ. «Venivo da un anno complicato a causa di qualche infortunio. Una volta in ritiro mi sono imposto che questa dovesse essere il mio anno e ho lavorato sodo per crescere. Sono proprio contento per come è andata. Sono maturato sia nel carattere che nel modo di affrontare gli allenamenti. Penso di aver fatto un salto di qualità più mentale che tecnico. Sono partito dietro le quinte ma pian piano mi sono ritagliato il mio spazio. E poi la Serie A è stata la ciliegina sulla torta. Voto? Quelli li lascio ai giornalisti».

GROSSO E AGLIETTI. «A Grosso devo molto, ha insegnato tanto sia a me che ai miei compagni: la gestione della palla, il modo di stare in campo, le distanze. Ci schierava per farci essere padroni del gioco. Con Aglietti, invece, abbiamo verticalizzato molto di più, ma sempre con il possesso palla a nostro favore».

PAURA. «Dopo la sconfitta contro il Livorno e il 3-0 di Cittadella nessuno ci credeva più, l’ambiente non era facile e credevamo fosse finita. Però nello spogliatoio ci siamo detti che se fossimo riusciti ad arrivare ai play-off sarebbe stata dura per chiunque giocare contro di noi».

LA FINALE. «Se abbiamo battuto il Cittadella lo dobbiamo soprattutto ai tifosi, grazie ai quali è stato più facile rimontare il 2-0 dell’andata. Il mio gol? Un’azione bellissima, potremmo dire che sia cominciata “alla Grosso” e sia finita “alla Aglietti”».

LA SERIE A. «Non vedo l’ora di giocare: non so cosa succederà quanto per esempio incontrerò Cristiano Ronaldo, ma so che mi darà tanta carica. L’importante sarà però poter sempre contare su uno stadio simile a quello visto contro il Cittadella, perché un Bentegodi così mette in soggezione anche le squadre di Serie A».

FONTE: CalcioHellas.it


Zaccagni: “In Serie A per restarci”
giugno 15, 2019

“Venivo da un anno complicato per qualche infortunio. Una volta in ritiro mi sono imposto che questo doveva essere il mio anno e ho lavorato sodo per crescere. Grosso? Gli devo molto. Mi ha insegnato tanto. Dalla gestione della palla, al modo di stare in campo. Se c’è stato un momento dove ho temuto di non essere promosso? Dopo la sconfitta col Livorno e il 3-0 di Cittadella – ha dichiarato Zaccagni a La Gazzetta dello Sport – Il tifo gialloblù? Abbiamo battuto il Cittadella soprattutto grazie a loro. L’azione del gol? Bellissimo. Un’azione partita alla Grosso e finita alla Aglietti. La Serie A? Non vedo l’ora di tornarci e di restarci. Come fare per salvarsi? Sarà fondamentale poter giocare in uno stadio come quello della finale col Cittadella. Il nostro pubblico mettere in suggestione gli avversari anche in A”.

FONTE: HellasLive.it


CALCIOMERCATO
ZACCAGNI, TINTI LAVORA PER CONTRATTO AL 2022
13/06/2019 16:17
Verona al lavoro per allungare il contratto di Zaccagni. Il giocatore è attualmente in vacanza ad Ibiza ed è rappresentato dalla Tmp soccer di Tullio Tinti, la stessa scuderia di Pazzini.

Il Verona vorrebbe allungare l'accordo almeno sino al 2022.

RINNOVO DEL CONTRATTO
Hellas, si vuole blindare Zaccagni
11/06/2019 09:55
L'Hellas, ufficialmente ancora senza un allenatore all'11 giugno, pensa alla prossima Serie A. Difficilmente la squadra verrà "stravolta": quindi Setti e D'Amico cercheranno di mantenere i migliori giocatori in rosa che siano i potenziali titolari per il nuovo campionato nella massima serie.

L'obiettivo numero uno è quello di tenere Mattia Zaccagni. Il centrocampista, però, è in scadenza di contratto (30 giugno 2020) e se non dovesse rinnovare, in questi mesi, rischierebbe di liberarsi (gratis) a fine anno con la possibilità di accordarsi con altri club già a gennaio.

L’Hellas vuole blindarlo e la trattativa con l'agente è stata avviata.

FONTE: TGGialloBlu.it


FOCUS
L'Arena - "Zaccagni è l'oro di Verona. Setti respinge le sirene"
08.06.2019 10:00 di Anna Vuerich
Fonte: L'Arena
Mattia Zaccagni, centrocampista classe 1995, è diventato un punto fermo del Verona nel corso della stagione appena conclusa in Serie B.
Il suo futuro? "Ha un contratto con noi, parte con noi, crediamo nel ragazzo.", sono le parole di Maurizio Setti riportate oggi dal quotidiano L'Arena, "Poi, da qui a settembre, non so cosa potrà succedere".
Da parte del giocatore, c'è tutta l'intenzione di rimanere: "Qui ho realizzato un sogno. E con il Verona vorrei continuare a vivere la mia magia come col Cittadella. Anche per la prossima stagione", ha dichiarato Mattia.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


La mia forza❤️👨‍👩‍👧‍👦

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



È stata una settimana lunga, anzi lunghissima! Dal passaggio del turno contro il Pescara i giorni non passavano mai! Una gara di andata che per quello che hai creato ha lasciato un po’ di amaro in bocca a tutti, e poi è arrivata domenica... prima della partita esco sempre a tastare il terreno di gioco, appena faccio la scalinata che porta al campo sento già odore di serie A, un Bentegodi che era già in delirio, bandiere giallo blu ovunque, i butei già che cantavano, già si vedeva che sarebbe diventata una serata magica! Minuto 25 segno sotto la sud su un’azione corale, ho i brividi ancora nel scriverlo! Il bentegodi diventa una bolgia e da lì in poi è stato tutto più facile, quindi un grazie immenso va a voi che ci avete sostenuto dal primo all’ultimo minuto della gara, facendo trionfare la nostra VERON/=\⚽️🅰️💛💙

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



ZACCAGNI: «BRIVIDI SE RIPENSO AL GOL, CHE EMOZIONE QUESTO STADIO!»
03/GIUGNO/2019 - 16:20
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Hellas Verona-Cittadella, Finale di ritorno dei Playoff di Serie BKT 2018/19.

«Questa promozione? Vale tanto per me e per la squadra, è stata una vittoria di tutti noi e di tutto il pubblico che ci ha spinto verso il successo. Il gol? Sono molto contento di aver aperto la partita, mi vengono i brividi a raccontarlo. Sono andato a esultare sotto i tifosi e lo stadio era diventato una bolgia. Con l'Hellas da tanto tempo? Io sono felice di essere parte di questa società, perché sono cresciuto qua dalla Primavera e piano piano mi sono inserito sempre di più in prima squadra. Il Verona lo ho nel cuore. La stagione di Zaccagni? L'anno scorso ho avuto un infortunio e poi c'è stata la retrocessione, ma dal ritiro estivo mi sono detto che questo doveva essere il mio anno. Il ricordo più bello di questa stagione sarà questo grande stadio».

FONTE: HellasVerona.it


NEL CASO VE LO FOSTE PERSO
La favola di Zaccagni. Col Verona in A passando per Bellaria
C'è un pezzo di Romagna nella promozione del Verona dalla B alla A appartenente al percorso professionistico della mezzala Zaccagni

03.06.2019 14:44 di Daniele Manuelli
Dopo le ore 23 di domenica 2 giugno 2019, l’uomo che ha sbloccato il play off di ritorno di serie B con il Cittadella, si accascia a terra e piange di gioia per il ritorno in massima serie della squadra che rappresenta (a fasi alterne) ormai da ben cinque stagioni. Parliamo del calciatore, classe 1995, Mattia Zaccagni e dell’Hellas Verona.

La gara e gli inizi. Le telecamere spostano l’attenzione sui protagonisti in campo, noi in particolar modo notiamo quelle di un ragazzino che ha mosso i primi passi in riva all’Adriatico, nella Romagna, sponda Bellaria, dove il pesce a tavola è ormai tradizione consolidata nel menù dei principali ristoranti come il giovane, nel mondo del calcio, appartiene al menù dei palati più raffinati.

Devono averla pensata così i tre allenatori Ciriaco, Antonioli e Zanini che hanno visto da vicino la crescita esponenziale di questo atleta culminata con l’accesso nel mondo del professionismo -sotto la gestione Zanini- nel torneo di Lega Pro inerente alla stagione 2012/2013. Debutto tra l’altro fortunato con vittoria esterna (1-2) nel derby con il Forlì .

Proprio le presenze raccolte in quella stagione, spinsero il Verona a fare un’offerta importante al Bellaria che anche grazie alla sua cessione poté garantirsi un’altra stagione nel calcio professionistico. Anche se occorre precisare, che a sorridere fu soprattutto l’allora presidente Nicolini.

La professione ha spinto Zaccagni a dividersi tra Cittadella - conobbe la promozione dalla C alla B - Venezia e Verona dove ha raccolto le altre due promozioni per un totale di tre in carriera.

La serata della gloria. Immobile, serrato in se stesso, per un interminabile minuto. Poi alza il capo e lentamente si guarda attorno, come per assicurarsi che la luce abbagliante del trionfo, non appartenga a un sogno. Riaprire gli occhi per abbracciare con lo sguardo, la fisicità vociante della folla punteggiata dalle bandiere colorate di giallo e di blu. Quella del suo popolo sia chiaro! Ma uno sguardo anche laddove vi erano i tifosi della sua ex squadra rimasti a sventolare quella bandiera granata che si tingeva a piccoli passi di un rosso che equivaleva al dolore di un sogno spezzatosi anche grazie alla sua rete.

Un momento che va immaginato e raccontato con l’emozione che traspare dopo un percorso lungo e accidentale come il campionato cadetto, ricco di insidie, specie quando a farsi del male molte volte sei proprio tu con le tue stesse gambe (rif. percorso Grosso). Infine la pagina più colorata, quella dal sapore promozione che prende il via attraverso un allenatore che veste in tuta (Alfredo Aglietti) come i mentori Sarri e Klopp. E se la tuta è sinonimo di fortuna, che promozione sia! Ma soprattutto Zaccagni, bellariese doc, rappresenta quell’esempio che vola nuovamente nel paradiso del calcio risalente alla massima serie e che unisce in un solo raggio due città distanti come Verona e Bellaria ma che forse da questa notte così distanti non sono.

Epico quanto può esserlo una storia di vita che porta dalla strada dello stadio “Nanni” di Bellaria a quella della A di Verona. Oggi Zaccagni nella sua Bellaria è simbolo di orgoglio per i suoi tre allenatori Ciriaco, Antonioli e Zanini che in simbiosi delirano per lui eleggendolo simbolo di riscatto per una nuova generazione di fanciulli bellariesi che sogna di emulare la sua carriera.

FONTE: NotiziarioCalcio.com


HELLAS
Zaccagni: Io voglio restare a Verona al 100%
03/06/2019 09:55
“Questa partita la porterò nel cuore per tanto tempo. Penso che a parte i primi minuti a Cittadella, abbiamo dominato nel doppio scontro e li abbiamo annientati. Quest’anno sono cresciuto molto. Sono contento, era quello che volevo. Spero di rimanere”. Mattia Zaccagni parla così dopo la promozione in Serie A.

Anche Zaccagni non vuole muoversi da Verona: "Io giocatore da Europa League o da Champions come dice Aglietti? Ringrazio il mister. Ma io voglio restare qua a Verona il prossimo anno. Tutti ci siamo sentiti importanti. Con Aglietti abbiamo verticalizzato di più mantenendo comunque il nostro gioco. Avevo il morale sotto terra ma ci siamo rialzati grazie alle parole del mister. Io voglio rimanere a Verona al 100%".

Guarda anche:
Zaccagni: a Verona al 100%

FONTE: TGGialloBlu.it




🤵🙂📸 @grigolinifrancesco

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



-1 PLAYOFF 💪⚽️🗡 @hellasveronafc

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



LE UNICHE NOTE POSITIVE DEL VERONA
COSA SALVARE? ZAC, SILVESTRI E...
04/04/2019 11:43
Senza di loro la notte sarebbe ancora più buia. per fortuna, spesso, hanno acceso la luce, con giocate individuali, cantando fuori dal coro stonato. Sono gli unici tre gialloblù che quest'anno hanno fatto veramente la differenza. Chi sono? Beh, il primo è senza dubbio Zaccagni, talento purissimo scoperto da Claudio Calvetti e lanciato da mister Pavanel, quando la Primavera del Verona era un gioiello.

Il secondo è Marco Silvestri, detto San Silvestri, per la qualità miracolosa delle sue parate. Silvestri è stato più volte decisivo nell'evitare delusioni ancora più cocenti nel Verona. A fronte di questo campionato resta ancora più inspiegabile la scelta di Pecchia nella scorsa stagione che continuava a preferirgli Nicolas.

Infine c'è Faraoni: da quando è arrivato ha sicuramente dimostrato grandi qualità sia atletiche sia di personalità. Incredibile che il Crotone se lo sia fatto sfuggire. L'operazione migliore del Verona di quest'anno.

FONTE: TGGialloBlu.it




NEWS
Zaccagni: “Devo tanto a Grosso. Ci meritiamo la A”
Il centrocampista gialloblù è pronto al rientro. E punta dritto alla promozione, da festeggiare magari con un nuovo tatuaggio

di Redazione marzo 21, 2019 - 09:16

Una prima parte di stagione da vero e proprio protagonista, poi l’infortunio che l’ha tenuto fuori nelle ultime quattro partite. Mattia Zaccagni però ora è pronto al rientro: “Sto bene, finalmente“, racconta a La Gazzetta dello Sport.

Guardare le partite dalla tribuna non gli è piaciuto: “Confesso: si soffre maledettamente a guardare le partite dalla tribuna. Un calvario, che roba (ride, ndr ). Comunque è un Verona che ha fatto scattare una molla che già avevamo dentro. Le nostre incertezze non sono mai state legate a fattori tattici o tecnici, ma è sul piano mentale che abbiamo mostrato dei difetti. Con l’Ascoli poteva e doveva andare meglio, ma nulla è compromesso“.

ASCOLI. La partita contro i bianconeri è stata una battuta d’arresto per l’Hellas: “Peccato, perché venivamo da una grande partita a Perugia. Sabato c’è mancato qualcosa dal punto di vista dell’atteggiamento, ed è lì che dobbiamo migliorare. Ci giochiamo tutto in otto gare. E ci crediamo”.

CREMONESE. Ora la sosta, poi ad attendere i gialloblù tra poco più di una settimana ci sarà la Cremonese, sfida che dà il via a un aprile di fuoco: “Dobbiamo vincere questa, prima di tutto. Dopo, avanti con gli scontri diretti. Come si va in Serie A? Banalmente, non sbagliando mai. Il tempo non è molto, ma questo Verona ha le qualità per completare la rimonta“.

GROSSO. Sotto la guida di Fabio Grosso Zaccagni ha fatto un vero e proprio salto di qualità: “Ho ricevuto tantissimo da un allenatore come lui. Ha una dote su tutte: valorizza le tue capacità, ti guarda dentro e cava fuori quello che hai. Io ho iniziato la stagione stando dietro le quinte. Venivo da un lungo stop: l’anno scorso mi sono fermato per un problema al tendine rotuleo, ho dovuto operarmi. Così ho ripreso, di fatto, in ritiro a Primiero. Ho ricevuto la fiducia di Grosso, ha iniziato a impiegarmi più spesso, le cose sono andate bene“.

VERONA. Arrivato all’Hellas nel 2013, partito dalla Primavera, Zaccagni ha poi esordito in A in una partita con l’Inter, a San Siro. “Il Verona mi prese dal Bellaria, qui adesso mi sento a casa, vivo in una città meravigliosa e gioco per una squadra unica. Sono cresciuto come giocatore, come persona. Devo molto all’Hellas“.

TATUAGGI. Oltre al calcio, una delle grandi passioni di Zaccagni sono i tatuaggi: “Ce n’è uno che preferisco: un pallone, con sotto due date. Una, quella del mio debutto in Serie A, il 23 settembre 2015, e l’altra, invece, il 18 maggio 2017, il giorno in cui sono stato promosso con l’Hellas“.

Adesso Mattia punta ad aggiungere un’altra data a quelle sopracitate: “Già, per celebrare una nuova promozione con il Verona. È l’obiettivo da raggiungere. Perché Verona, la città, i tifosi, la squadra, tutti noi, ce lo meritiamo. E stando insieme, uniti e forti, ci si va“.

FONTE: CalcioHellas.it


IL RIENTRO
E speriamo in San Zaccagni...
19/03/2019 10:20
San Zaccagni pensaci tu...

Non c'è dubbio che il centrocampista sia stato il migliore del Verona in questa stagione (assieme a Silvestri) e che la sua assenza abbia pesato notevolmente. Zaccagni ha personalità, passo, corsa ed è l'unico che ha tempi per inserirsi in verticale nel noiosissimo tiki taka del Verona di Grosso.

Ora pare possa tornare in campo dopo la sosta, contro la Cremonese. Un recupero importantissimo in vista delle ultime otto gare.

FONTE: TGGialloBlu.it


Sempre con voi! +3 avanti tutta💪💛💙⚽️

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



HELLAS VERONA
L'INSOSTITUIBILE ZAC FINISCE KO
28/02/2019 10:42
Zaccagni è l'unico centrocampista del Verona che ha dimostrato fino ad oggi personalità e senso tattico. Uno dei pochi nella squadra orizzontale di Grosso, capace di inserirsi di andare al tiro e di attaccare lo spazio in area. Il suo infortunio muscolare (l'ennesimo della stagione che colpisce la squadra veronese...) diventa gravissimo. L'assenza di Zaccagni è difficile da compensare. Nè Colombatto nè Laribi hanno fino ad oggi convinto in quel ruolo. L'unico sarebbe Henderson, sempre più oggetto misterioso di questo Verona.

FONTE: TGGialloBlu.it


Un’altra grande prova di carattere!! Avanti cosi 💪💛💙⚽️ @hellasveronafc

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



NEWS
Premiata ditta Zac&Gustaf: dai flop ai gol salva Verona
Dopo le clamorose occasioni fallite contro il Crotone, sono stati proprio i due centrocampisti a salvare la panchina di Fabio Grosso

di Redazione febbraio 19, 2019 - 09:12

Ci hanno pensato Mattia Zaccagni e Gustafson con i loro siluri a La Spezia a salvare la panchina di Fabio Grosso. Anche se, come sottolinea La Gazzetta dello Sport, Serse Cosmi e Zdenek Zeman rimangono sempre in attesa.
I gialloblù infatti sono ancora ben lontani dal gruppo in corsa per la promozione diretta e i play-off sono tutt’alto che scontati. Intanto però l’ex campione del Mondo si gode i suoi due centrocampisti.

ZACCAGNI. Il numero 20 del Verona ha fatto un vero e proprio salto di qualità in questa stagione, come sottolinea la Rosea.
Dopo l’infortunio che nella scorsa stagione lo aveva tenuto ai box per otto mesi, è tornato più in forma che mai e Grosso ne ha fatto il perno del centrocampo gialloblù, nonché suo pupillo.
Nell’ultimo difficile periodo, nonostante il turbinio continuo di titolari operato dal tecnico, Zaccagni è sempre rimasto titolare. Nella sconfitta contro il Crotone che è quasi costata la panchina al tecnico si era divorato un gol praticamente già fatto.
Ma lo Spezia si è rivelata nuovamente vittima designata (aveva segnato anche all’andata) e al Picco non ha fallito l’appuntamento con il gol. Così, come già successo nel prolifico mese di dicembre, grazie alle sue preziose incursioni Zac ha salvato il posto al tecnico.

[...]

FONTE: CalcioHellas.it


ZACCAGNI: «GOL E VITTORIA PER NOI, PER CHI CI SEGUE SEMPRE E PER ALMICI»
17/FEBBRAIO/2019 - 23:45
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Spezia-Hellas Verona, 24a giornata della Serie BKT 2018/19.

«Vittoria con gol? Sono molto contento, questa rete serviva alla squadra per fare risultato e poi siamo stati bravi a ribaltare la partita. Zaccagni sta crescendo? Mi piace partire da dietro e provare la conclusione da fuori, il mister mi dice di mettere in campo queste cose e io ci provo. Giorni complicati? È stata una settimana dura, siamo stati in ritiro ma lo abbiamo passato molto bene perché siamo sempre stati sereni nell'allenarci. La miglior stagione di Zaccagni? Per ora direi che è così, mi rende molto contento specie dopo gli 8 mesi di stop. Questa partita deve essere un nuovo punto di partenza per tutti, dobbiamo continuare a lavorare con serenità. I tifosi? Non c'è mai niente da dire, vengono sempre in tanti e cantano dall'inizio alla fine. Instagram Stories? Ne farò una con tutta la squadra. Volevo infine dedicare il mio gol ad Almici, che ha recentemente perso sua mamma».

FONTE: HellasLive.it


Zaccagni: “È solo colpa nostra. I tifosi hanno tutto il diritto di contestarci”
febbraio 15, 2019

“Andiamo in ritiro per preparare al meglio una partita che puo` rimetterci in gioco per la serie A. E` solo colpa nostra, in campo ci andiamo noi. Abbiamo sbagliato delle gare che erano gia` nostre. Penso alla partita col Cosenza o quella di Carpi. Li` dovevamo vincerle. Avremmo gia` quattro punti ma se guardiamo ancora piu` indietro, c’ e` veramente da arrabbiarsi. Il pari col Crotone e` un fallimento. Ed invece loro sono stati fortunati. Se segno dopo un minuto la partita prende un’ altra piega. E` un periodo che non ci dice bene – ha dichiarato Zaccagni a L’Arena – Grosso? Lo vedo concentrato come tutti noi. Adesso con la testa siamo gia` a La Spezia. E` chiaro che quando le cose non vanno, la colpa ricada sull’ allenatore ma e` sbagliato. Siamo convinti che il lavoro alla fine paghera`. Dobbiamo superare questo momento come e` successo dopo Brescia. I tifosi hanno tutto il diritto di contestarci. Sta a noi calciatori capire dove possiamo dare qualcosa in piu` per uscire da questo momento. Spero che La Spezia ci dia la scossa. La gara d’andata? Ero entrato da poco in campo, segnare una rete determinante al Bentegodi era il mio sogno. Ci sono riuscito ma non e` stata una partita facile e non lo sara` domenica. Noi pero` dobbiamo andare in campo per vincere. Mi sento bene e sento la fiducia di tutti. Questa e` la cosa piu` importante per un giocatore. Volevo mandare un grosso in bocca al lupo a Gianni Munari. Contiamo di riaverlo presto con noi. Pure Di Gaudio e Vitale sono ottimi ragazzi che si sono inseriti subito bene nel nostro contesto. Ci daranno una mano ne sono sicuro. Il mister non sta passando un grande momento e` chiaro ma lo vedo sempre carico e sul pezzo. Spetta a noi tornare al successo e conquistare punti importanti. Noi ci stiamo preparando bene e soprattutto siamo carichi per ottenere questa benedetta vittoria”.

FONTE: HellasLive.it






L’esultanza di Zaccagni
dicembre 28, 2018

Lo scatto pubblicato sui social dal centrocampista dell’Hellas Verona, Mattia Zaccagni, dopo il successo contro il Cittadella

FONTE: HellasLive.it


NEWS
Strappi e costanza: Zaccagni è la locomotiva del Verona
Il centrocampista è diventato il motore dell’Hellas. Tanta concorrenza a centrocampo, ma Grosso non fa più a meno di lui

di Redazione dicembre 21, 2018 - 09:02

Altro che caviglia k.o., fastidioso lascito della partita di Benevento che aveva, per qualche giorno, messo in dubbio il suo recupero: Mattia Zaccagni, con il Pescara, è stato il motore della vittoria dell’Hellas. Non si è fermato neanche per un istante, il giocatore gialloblù. Il contachilometri deve essere impazzito, tanto ha dovuto girare per seguire gli scatti di «Zacca». Nel Verona che ha ritrovato vittorie e fiducia, il suo apporto è un valore aggiunto. Da confermare, ora, nella trasferta di Livorno, scrive stamani La Gazzetta dello Sport.

FORMA I numeri sono i più credibili testimoni della bontà della stagione del centrocampista: non ci sono solamente i due gol segnati allo Spezia e a Venezia a dare conto di un rendimento rimarchevole, ma pure la costante efficacia delle sue prestazioni, calcolata dalle statistiche e raccontata dai fatti. Con il Pescara, Zaccagni ha conquistato il rigore del raddoppio, poi trasformato da Di Carmine, ed è entrato in maniera determinante nell’azione del 3-0, prodotto da un’autorete di Del Grosso. Di più, Zaccagni ha martellato senza sosta la difesa di Bepi Pillon, incuneandosi tra le linee e creando regolarmente superiorità nella manovra offensiva dell’Hellas. Anche a Benevento, peraltro, le cose erano andate in maniera simile. Sono indici, questi, dello stato di forma di Zaccagni, che tra gli uomini della mediana di Grosso, finora, è parso essere quello dotato di maggiore continuità. (…)

FONTE: CalcioHellas.it




HELLAS VERONA
Tre uomini per tentare la risalita al vertice
11/12/2018 10:47
Tre uomini e una gamba (Fabio Grosso): un italiano, un brasiliano e un sud coreano. Capaci di tenere a galla il Verona nel momento più difficile. Matos e Lee rappresentano una delle poche note positive del Verona. A loro aggiungeteci pure Zaccagni, il giovane centrocampista, scovato da Claudio Calvetti e lanciato qualche anno fa da Massimo Pavanel e avrete il quadro della situazione e anche un motivo per sorridere dopo la gara con il Benevento. Lee e Matos hanno un sacco di limiti, ma anche tante doti. Soprattutto quello dell’intraprendenza e della corsa. Creano superiorità numerica e regalano al Verona un po’ di verticalità. In una squadra leziosa, lenta e orizzontale sono un booster imprescindibile. E’ vero che entrambi hanno anche un sacco di limiti. Matos non vede la porta, sbaglia occasione limpide, segna gol sempre su ribattuta. Ma sulla fascia in questa serie B è un giocatore indispensabile. Lee è un peperino pieno di grinta e buona volontà. Tatticamente un disastro, assolutamente ignorante in fase difensiva che non conosce. Ma è sempre disponibile e imprevedibile. Anche lui regala sorprese ed è l’unico che sputa sangue per la squadra. Zaccagni è assolutamente il migliore centrocampista del Verona. Resta incredibile che Grosso non l’abbia sempre schierato titolare, limitandolo in un assurdo turno over. Ha grinta, corsa verticalità e senso del gol. Deve giocare sempre. In mezzo all’anonimato tre giocatori a cui aggrapparsi per risalire.

FONTE: TGGialloBlu.it


Un punto da cui ripartire 💪💛💙⚽️ #hellasverona 2️⃣0️⃣

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_) in data:



ZACCAGNI: «CREATO TANTO MA SERVIVA IL RADDOPPIO. CONTINUIAMO A LAVORARE PER MIGLIORARCI»
21/OTTOBRE/2018 - 18:41
Venezia - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Venezia-Hellas Verona, 8a giornata di Serie BKT 2018/19.

«Come prendiamo questo pareggio in casa del Venezia? Noi dobbiamo sempre vedere il bicchiere mezzo pieno, cercare di andare avanti per la nostra strada, allenarci sempre a mille e i risultati arriveranno. Sofferto troppo? Abbiamo creato di più sia nel primo che nel secondo tempo, anche se un po' abbiamo sofferto nella ripresa. Ci è mancato il raddoppio, le occasioni ci sono state ma purtroppo il secondo gol non è arrivato. La fiducia dell'allenatore? Io cercherò sempre di ripagarlo, oggi sono contento per il gol e il gioco adottato dal mister mi aiuta a esprimermi al meglio. Teniamo molto palla e andiamo a giocare tra le linee, sono cose che a me piacciono molto, così come anche gli inserimenti dei centrocampisti. Ora si torna al Bentegodi? Dobbiamo guardare avanti e lavorare al massimo per prenderci i tre punti».

FONTE: HellasVerona.it


Zaccagni ritrova il gol dopo più di diciotto mesi
settembre 26, 2018

Più di diciotto mesi sono trascorsi dall’ultima rete realizzata dal centrocampista dell’Hellas Verona, Mattia Zaccagni. In mezzo un fastidioso infortunio al ginocchio che lo ha costretto fermo ai box per diversi mesi. Il classe 1995 ieri sera al Bentegodi contro lo Spezia ha realizzato il gol vittoria, concretizzando al meglio l’assist di Matos. L’ultima rete di Zaccagni era datata 5 marzo 2017, Brescia-Hellas Verona 0-1. Anche in quell’occasione il gol valse tre punti importanti alla causa gialloblù

FONTE: HellasLive.it


ZACCAGNI: «GOL? FINALIZZATO IL LAVORO DI SQUADRA»
25/SETTEMBRE/2018 - 23:07
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate a DAZN al termine di Hellas Verona-Spezia, 5a giornata di Serie BKT 2018/19.

«Il gol? Ovviamente sono felice di aver contribuito alla vittoria con la mia rete, ma la squadra stava già facendo un grande lavoro. Gli obiettivi del Verona? Cerchiamo di dare il massimo partita dopo partita. Non dobbiamo guardare gli altri risultati, pensiamo a noi stessi e ad affrontare la prossima sfida per continuare a fare bene. La gara? Loro sono stati molto bravi a chiudersi dietro e a ripartire con velocità, ma noi abbiamo tenuto palla e siamo stati bravi a muoverla. Alla fine abbiamo trovato lo spazio giusto per il 2-1, sono contento di aver segnato».

FONTE: HellasVerona.it


Il ritorno di Zaccagni
agosto 27, 2018

La sua ultima partita in campionato era datata 5 novembre 2017, Cagliari-Hellas Verona 2-1. L’infortunio al ginocchio sinistro lo aveva costretto all’intervento a febbraio ed a chiudere così anzitempo la stagione. A distanza di nove mesi, Fabio Grosso, in Coppa Italia, l’ha gettato nella mischia sia contro la Juve Stabia che il Catania, 30’ in due partite che hanno permesso a Zaccagni di riprendere confidenza col campo. Ieri il rientro anche in campionato, 30’ dove è riuscito a dare il suo contributo in mezzo al campo alla causa gialloblù.

FONTE: HellasLive.it


STAGIONE 2017-18 +   -   =



INTERVENTO RIUSCITO PER MATTIA ZACCAGNI
20/FEBBRAIO/2018 - 16:25
Verona - E' perfettamente riuscito l'intervento al tendine rotuleo sinistro a cui è stato sottoposto Mattia Zaccagni. L'operazione, durata circa 40 minuti, è stata eseguita dal professor Zorzi presso l'Ospedale Sacro Cuore di Negrar (VR), assistito dal dottor Iacono e alla presenza del dottor De Vita.

Il commento di Claudio Zorzi, primario del reparto di ortopedia e traumatologia dell'Ospedale Sacro Cuore di Negrar: «Il paziente ha risposto molto bene all'intervento, con una corretta sanguificazione dell'area interessata. A mio parere, tenendo conto dell'età del paziente e del tipo di patologia, ci sono ottime possibilità che guarisca nel migliore dei modi»


Mattia Zaccagni con Claudio Zorzi (a sinistra) e Venanzio Iacono (a destra)

COMUNICATO MEDICO: MATTIA ZACCAGNI
20/FEBBRAIO/2018 - 09:00
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che il calciatore Mattia Zaccagni, a causa del persistere dell'infiammazione al tendine rotuleo del ginocchio sinistro, in giornata sarà sottoposto a un intervento chirurgico per la risoluzione della patologia.

UN MESE DI STOP PER ZACCAGNI, CALVANO IN LISTA
17/NOVEMBRE/2017 - 12:30
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che il calciatore Mattia Zaccagni, in seguito al persistere dell'infiammazione al tendine rotuleo del ginocchio sinistro, è stato sottoposto a una visita specialistica che ha evidenziato la necessità di una terapia conservativa della durata di almeno 30 giorni.
Contestualmente, il calciatore è stato temporaneamente rimosso dalla lista dei calciatori utilizzabili depositata presso la Lega Serie A, e al suo posto è stato inserito Simone Calvano, che sarà già convocabile per la sfida di lunedì contro il Bologna. Il centrocampista, che ha scelto la maglia numero 23, ha inoltre prolungato il proprio contratto con l'Hellas Verona fino al 30 giugno 2020.

HELLAS VERONA-RAPPR. LOCALE 15-0: LE PAROLE DEI PROTAGONISTI GIALLOBLÙ
12/LUGLIO/2017 - 21:15
Mezzano (Trento) - Ecco le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia e dei centrocampisti Mattia Zaccagni e Andrea Danzi, rilasciate al termine di Hellas Verona-Rappr. Locale 15-0, primo test match del ritiro di #Primiero2017.
[...]

Zaccagni: «Ripartiamo dal gruppo, qui per crescere ancora»

[...]

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2016-17 +   -   =
BUON COMPLEANNO ZACCAGNI
16/GIUGNO/2017 - 00:01

Tanti auguri Mattia!

La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra
augurano buon compleanno a Mattia Zaccagni.
Il centrocampista gialloblù compie oggi 22 anni.

FONTE: HellasVerona.it


Zaccagni: “Un sogno chiamato Serie A”
maggio 28, 2017

Un’altra stagione è giunta al termine, una stagione bellissima, conclusa con un sogno chiamato Serie A! Adesso un po’ di riposo. Grazie di tutto ragazzi. Questo il commento sui social del centrocampista dell’Hellas Verona, Mattia Zaccagni.

FONTE: HellasLive.it


PARLA IL CENTROCAMPISTA
Zaccagni: Promozione? Emozione indescrivibile
27/05/2017 12:46
"Quella appena trascorsa è stata una stagione fantastica per tutti, sono molto contento per gli obiettivi raggiunti. Il ricordo più bello è legato al primo gol, ad Ascoli. Le festa a Cesena? Un'emozione indescrivibile, di quelle che ti porti dentro tutta la vita. Credo che non si sia mai vista una curva così a Cesena, ma anche in piazza Brà è stato bellissimo: erano le 3 di notte e c'era ancora gente ad aspettarci per fare festa". Queste le parole di Zaccagni nella sede di Isokinetic, in occasione di un evento del gruppo.

Il centrocampista cesenate ha proseguito: "La mia stagione? Quest'anno sono maturato tanto, ho imparato tanto dai compagni più esperti, sia in campo che fuori, non voglio smettere di crescere. Mister Pecchia? Ha sempre detto che gioca chi si impegna negli allenamenti, perciò ho sempre dato il massimo, riuscendo a ritagliarmi il mio spazio. Un commento sul gruppo? Siamo stati molto uniti, soprattutto nei momenti in cui le cose si facevano più difficili, grazie a questa nostra forza siamo riusciti a conquistare la promozione. Il futuro? Io lo vedo in gialloblù, spero di rimanere qui e di fare bene. La Serie A? Me l'aspetto più difficile della cadetteria, dovremo cercare di rimanere concentrati e uniti per portare a casa le partite che contano. Dalla Serie B dobbiamo portare con noi quella cattiveria che molte volte siamo riusciti ad esprimere in campo".

FONTE: TGGialloBlu.it


PROMOSSO
Zaccagni del Verona sfida la Papu Dance!

L’estate non è ancora iniziata ufficialmente ma – social alla mano – i calciatori, soprattutto dopo aver raggiunto un grande obiettivo, magari il ritorno in serie A, non hanno proprio voglia di smettere di danzare e divertirsi: provate a chiedere a Mattia Zaccagni, 21 anni, centrocampista cesenate dell’Hellas Verona appena fresco di ritorno in serie A, pronto a sfidar un certo Papu Gomez!
Zaccagni fa festa coi compagni del Verona

Zaccagni fa festa coi compagni del Verona

Parliamoci chiaro: l’attaccante argentino dell’Atalanta è bravo e simpatico, ma prima o poi doveva capitare che – da altri lidi calcistici – potessero spuntare dei rivali per i suoi celebri balletti negli spogliatoi, diventati ormai una “hit” ballata un po’ in tutto il Mondo, persino dall’altra parte dell’Oceano, negli Stati Uniti, grazie alla famiglia di Antonio Nocerino.
Tutto bello, certo, ma visto che il momento di grande entusiasmo da parte dei giocatori del Verona dopo la riconquista della serie A (e che spettacolo Gennaro Troianiello, subito dopo il pareggio di Cesena che aveva dato la certezza ai gialloblù del ritorno nella massima serie), è proprio il caso di continuare a festeggiare.


E così mentre Davide Luppi, Simone Andrea Ganz e Antonio Aldo Caracciolo si dilettano tra musica e discoteche, all’insegna però di festeggiamenti abbastanza classici, ecco che Mattia Zaccagni si erge a protagonista di una Zaccagni dance che magari, da qui a qualche mese (se ripetuta con attenzione), potrebbe anche provare a mettere in difficoltà il Papu!

Mattia Zaccagni del Verona

E se il Verona non smette mai di festeggiare, capita più o meno lo stesso anche dalle parti di Avellino, dopo la sofferta salvezza conquistata solo all’ultima giornata – sempre in serie B – con tanto di pernacchie da parte di Castaldo e Ardemagni nei confronti dei rivali della Salernitana. A proposito, sono sempre i due attaccanti i grandi protagonisti della festa irpina, non solo con la squadra ma con tantissimi tifosi avellinesi! E allora, che l’estate cominci e che la festa non finisca mai!

FONTE: SocialFC.it


Boldor, Ferrari L. e Zaccagni alla cena del 'New Hellas Group'
19/APRILE/2017 - 09:45
Verona - Una serata tra i tifosi per i gialloblù. Deian Boldor, Lorenzo Ferrari e Mattia Zaccagni - accompagnati dal team manager Sandro Mazzola e dallo SLO Matteo Tosi - ieri hanno partecipato alla cena dei calcio club organizzato dal Nuovo Coordinamento Calcio Club New Hellas Group presso il ristorannte 'La Pergola' di Legnago. Presenti 200 supporter a rappresentare i club "storici" di Nogara, Vallese, Concamarise, Asparetto e Villabartolomea, che hanno accolto i calciatori del Verona per un momento di condivisione all'insegna dello stare insieme con i colori dell'Hellas. Tante foto e autografi per i gialloblù, che hanno lasciato il ristorante intorno alle 22, dopo aver partecipato alla lotteria benefica.

Giudice Sportivo: Zaccagni salterà #NovaraVerona
05/APRILE/2017 - 14:15
Verona - Il Giudice Sportivo, Emilio Battaglia, ha squalificato per una giornata il calciatore gialloblù Mattia Zaccagni, ammonito durante Hellas Verona-Spezia «per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; già diffidato» (quinta sanzione). Non sarà quindi a disposizione per Novara-Hellas Verona, 35a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

Zaccagni: «Rigore netto. Andiamo avanti uniti»
26/MARZO/2017 - 16:10
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Hellas Verona-Pisa (1-1), 32a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Il calcio di rigore? Era netto, l'hanno visto tutti quanti e l'arbitro, decidendo di non darlo, ha sbagliato. Poteva anche evitare di ammonire Bessa. Oggi abbiamo fatto una buona partita, sia dal punto di vista tecnico che tattico. Purtroppo le partite non sono tutte uguali, noi mettiamo sempre in campo il nostro gioco e le nostre qualità. Indipendentemente dal modulo, sappiamo di avere una rosa molto ampia, fatta da giocatori che si sanno adattare a ruoli diversi. Andiamo avanti uniti, ci sono ancora dieci partite da giocare. Trapani? Ogni trasferta rappresenta un'insidia. Noi andremo là per fare la nostra gara, consapevoli di poter portare a casa la vittoria. Sono a disposizione della squadra e del mister, da parte mia ci sarà sempre il massimo impegno e la massima disponibilità»

Pazzini e Zaccagni ospiti del calcio club 'Hellas Bulldogs'
23/MARZO/2017 - 09:45

Verona - In compagnia dei tifosi del Verona per una sera, respirandone la passione all'interno del ritrovo gialloblù di Sant'Ambrogio di Valpolicella, l'Osteria 'Perbacco'. Giampaolo Pazzini e Mattia Zaccagni, accompagnati dal team manager Sandro Mazzola, sono stati ospitati dal calcio club 'Hellas Bulldogs'. Qualche ora per approfondire la conoscenza dei due calciatori dell'Hellas in un momento conviviale di condivisione, con i gialloblù che, prima di lasciare la serata intorno alle 22, hanno voluto donare magliette e gagliardetto per ringraziare dell'ospitalità ricevuta.

FONTE: HellasVerona.it


NEWS
Pecchia su Zaccagni: “Mi assomiglia, ma deve fare più gol”
L’allenatore gialloblù: “Pisano recuperato, bisogna dargli tempo”

di Redazione Hellas1903, 10/03/2017, 14:03
Fabio Pecchia, nel corso della conferenza stampa, ha parlato anche di alcuni giocatori della rosa del Verona.
Zaccagni simile a Pecchia? “Deve fare qualche gol in più. A me piaceva entrare molto più in area, lui sta crescendo e sono contento per lui. Bisogna fare molto attenzione con i giovani e gestirli al meglio.”
[...]

NEWS
Zaccagni: “Ogni partita è una guerra”
Il centrocampista del Verona: “A Brescia vittoria chiave”

di Redazione Hellas1903, 08/03/2017, 11:09

Intervistato da “La Gazzetta dello Sport”, Mattia Zaccagni, in rete domenica col Verona a Brescia, parla della situazione dell’Hellas dopo due successi di fila che hanno riportato i gialloblù al secondo posto in classifica.
Dice Zaccagni: “La mentalità che abbiamo è giusta, ma le difficoltà sono maggiori. Ogni partita è una guerra, ci sono sempre sorprese”.
Continua il centrocampista: “Ho dedicato alla mia squadra il gol di Brescia. Era una partita chiave. È un gol per i miei compagni in tutti i sensi”.

FONTE: Hellas1903.it


Zaccagni: «Felice per il gol, ancora di più per i 3 punti»
05/MARZO/2017 - 18:45
Brescia - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni , rilasciate al termine di Brescia-Hellas Verona (0-1), 29a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Sono molto contento per questi 3 punti. Era importante ritornare alla vittoria fuori casa, proponendo il nostro gioco. La trasferta stava quasi diventando un tabù. Ci è mancato ancora qualcosa in fase realizzativa, dobbiamo essere più cattivi sotto porta per segnare di più. È un momento particolare, il Verona non si è mai ammalato, siamo un gruppo e stiamo tutti uniti, lavorando sempre per i nostri obiettivi e per poterci portare a casa delle belle soddisfazioni. Sono contento di essere utile al mister, con lui ho un ottimo rapporto, faccio ciò che mi chiede e sa che posso cambiare tranquillamente di ruolo assieme a Bessa o Romulo perché sappiamo adattarci a posizioni differenti. Cerco sempre di sfruttare ogni allenamento al meglio. Durante una stagione possono capitare dei momenti in cui non sei al top, l'importante è dare sempre il massimo. Il gol? Lo dedico a tutti i miei compagni, sono contentissimo di poter dare il mio contributo, è una rete che ci ha permesso di tornare a casa con i tre punti ma soprattutto di ritornare in una posizione di classifica migliore. I tifosi? Sono cose che succedono nel gioco del calcio, sappiamo che Verona è una piazza molto importante e altrettanto calda, il nostro dovere è quello di cercare di rispondere dando il meglio di noi stessi. Da questo momento pensiamo solo a lunedì prossimo contro l'Ascoli ed ai prossimi tre punti in palio. Ho 21 anni ma in questo campionato mi sento parecchio cresciuto anche grazie alla mano che mi danno i più esperti durante la settimana. Mi sento maturato.

FONTE: HellasVerona.it


Serie B, il Verona espugna Brescia e raggiunge in vetta Spal e Frosinone
Un gol di Zaccagni regala i 3 punti a Pecchia in casa dei lombardi. La formazione di Semplici non va oltre l'1-1 contro gli uomini di Gattuso. Colpaccio del Perugia che cala il pokerissimo ad Avellino. Finisce 1-1 il derby tra Benevento e Salernitana.

BARISERIE B 5 MARZO 2017 17:35 di Marco Beltrami

Missione compiuta per il Verona nel primo dei due posticipi domenicali della 29a giornata di Serie B. La squadra di Pecchia ha battuto per 1-0 in trasferta il Brescia grazie ad un gol di Zaccagni contribuendo alla crisi dei lombardi di mister Brocchi pesantemente contestato. Un risultato che riporta il sorriso in casa Hellas, con Pazzini e compagni che risalgono al primo posto in classifica momentaneamente a pari punti con il Frosinone, impegnato nel monday night contro il Cittadella e la Spal.

[...]

FONTE: Calcio.FanPage.it


Giudice sportivo: una giornata a Zaccagni
21/FEBBRAIO/2017 - 17:05
Verona - Il Giudice Sportivo, Emilio Battaglia, ha squalificato per una giornata il calciatore gialloblù Mattia Zaccagni in quanto espulso durante la gara Hellas Verona-SPAL «per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco». Il calciatore non sarà quindi a disposizione per Frosinone-Hellas Verona, 27a giornata della Serie B ConTe.it.

FONTE: HellasVerona.it


CALCIOMERCATO
Zaccagni nel mirino delle grandi
05/01/2017 12:38
Il tesoro che non ti aspetti. Il Verona potrebbe trovare in casa un gioiello i cui margini di miglioramento ( e quindi in prospettiva la sua valutazione) non conoscono per ora limiti.

Le prestazioni super di Mattia Zaccagni con la maglia del Verona hanno fatto finire il suo nome sui taccuini di mezza serie A. Tutte le grandi, a caccia di giovanissimi talenti italiani con cui ricostruire un nucleo di giocatori nazionali, lo stanno seguendo. Grande attenzione da parte dell'Inter, che dopo gli anni "Internazionali" vorrebbe ora seguire il modello Juventus con un forte connotato italiano. E c'è poi naturalmente la Juventus con cui il Verona intrattiene ottimi rapporti (stima Marotta-Setti tramite il comune amico ex Sampdoria Antonio Guastoni, commercialista) che ha mandato a Verona a maturare un giovane interessante come Ganz.

Non manca in questa lista il Milan, sempre più intenzionato a puntare sui migliori giovani italiani. E Zaccagni, non c'è dubbio, lo è. Voci che però non devono distrarre Zaccagni, che invece deve solo pensare a crescere e a ottenere successi con il Verona. Quello che sarà il suo futuro, è legato, fortemente a questo.

FONTE: TGGialloBlu.it


Zaccagni: «Bella prestazione, ora pensiamo a chiudere bene l'anno»
24/DICEMBRE/2016 - 17:55
Carpi - Segui su Hellas Verona Channel le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Carpi-Hellas Verona (1-1), 20a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Con il Carpi abbiamo fatto una buonissima gara, giocando come sappiamo. Purtroppo non siamo riusciti a fare il secondo gol, nonostante l'iniziativa fosse sempre nostra. Siamo una squadra di carattere, dobbiamo dimostrarlo ogni partita. Sono soddisfatto della maglia da titolare, cerco sempre di fare il massimo, mettendomi a disposizione della squadra e del mister. Sono molto contento di questo girone d'andata, ora pensiamo a chiudere al meglio l'anno nella sfida di venerdì contro il Cesena. Maresca? Per me è un maestro, mi dà una grande mano, sia in campo che fuori. Cerco sempre di prendere quanto posso da lui e dagli altri punti di riferimento, come Coppola e Pazzini. Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutti i tifosi gialloblù».

FONTE: HellasVerona.it


SERIE B
Verona, Zaccagni: "Feriti dalla sconfitta col Novara. Dobbiamo rialzarci"
15.11.2016 13.23 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Ospite della trasmissione "Lunedì nel Pallone" in onda su TeleArena Mattia Zaccagni dell'Hellas ha rilasciato alcune dichiarazioni: "La sconfitta con il Novara ci ha fatto male - riporta HellasNews.it -. Eravamo abituati a vincere e non ci aspettavamo uno stop ma ora dobbiamo rialzarci subito e riprendere il cammino. Il Cittadella è una squadra che conosco bene. Con loro ho conquistato la promozione in serie B completando il percorso di maturazione di Venezia. Loro sono una formazione che cerca sempre di imporre il gioco ed è consapevole delle proprie qualità. Ovviamente per me non può essere una gara come tutte le altre e mi piacerebbe essere titolare. Ma va bene essere inserito anche a partita in corso. Spero di mettere in difficoltà il mister nelle scelte".

LEGA PRO
Padova, nel mirino ci sono Zaccagni e Branca
11.11.2016 14.04 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
Il direttore sportivo del Padova, Giorgio Zamuner, sta lavorando alacremente per rinforzare la squadra in vista del mercato di gennaio. In prima fila ci sono Simone Branca, che ad Alessandria è chiuso da Cazzola e Mezavilla, e Mattia Zaccagni, di proprietà dell'Hellas Verona. Per l'attacco occhi su Bizzotto e Vitor Da Silva, ex Chievo.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Ufficiale: Zaccagni gialloblù fino al 2020
27/OTTOBRE/2016 - 18:45

Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver prolungato, fino al 30 giugno 2020, il contratto del centrocampista classe '95 Mattia Zaccagni.

Queste le dichiarazioni del centrocampista dopo il prolungamento: «Sono molto contento di aver prolungato il mio contratto. Con questa Società, in cui sono arrivato nel 2013, e con questo gruppo mi sento come a casa, e adesso guardiamo al futuro per raggiungere insieme i nostri obiettivi».

Zaccagni: «Che emozione il gol. Pazzini? Un fuoriclasse»
15/OTTOBRE/2016 - 18:15
Ascoli - Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Ascoli-Hellas Verona (1-4), 9a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Sono molto felice per il gol e per la vittoria della squadra. Abbiamo sofferto, ma la squadra ha reagito bene e ha conquistato tre punti importanti. Adesso dobbiamo continuare così, senza guardare le altre squadre. Mi sono sempre allenato al massimo, ringrazio il mister per l'opportunità: lui e il Direttore Sportivo già in ritiro mi hanno dimostrato la loro fiducia, perciò ho cercato di darmi da fare. La squadra ha reagito bene e ha conquistato tre punti importanti. Adesso dobbiamo continuare così, senza guardare le altre squadre. Pazzini? È fuoriclasse, fuori categoria, come giocare in 12. Ascolto i consigli di Maresca, da giocatori con la sua esperienza c'è sempre da imparare. L'apporto della mia famiglia? Sono molto contento mi seguono sempre, dedico a loro questo gol. La mia emozione dopo il gol? All'inizio non ci credevo nemmeno io, ci ho messo un po' a metabolizzare il tutto».

FONTE: HellasVerona.it


15.10.2016
Gioia Zaccagni "E con Pazzini si gioca in 12..."
Mattia Zaccagni esulta dopo la rete all'Ascoli (Fotoexpress)

Mattia Zaccagni è entrato dopo 25 minuti del primo tempo e ha cambiato il volto di Ascoli-Verona, segnando poi anche il primo gol con la maglia gialloblù, il secondo dei quattro realizzati dall'Hellas al Del Duca.
«Sono molto felice per il gol e per la vittoria della squadra», ha raccontato ai microfoni dopo il match. «Abbiamo sofferto, ma la squadra ha reagito bene e ha conquistato tre punti importanti. Adesso dobbiamo continuare così, senza guardare le altre squadre. Mi sono sempre allenato al massimo, ringrazio il mister per l'opportunità: lui e il Direttore Sportivo già in ritiro mi hanno dimostrato la loro fiducia, perciò ho cercato di darmi da fare. La squadra ha reagito bene e ha conquistato tre punti importanti. Adesso dobbiamo continuare così, senza guardare le altre squadre. Pazzini? È fuoriclasse, fuori categoria, come giocare in 12. Ascolto i consigli di Maresca, da giocatori con la sua esperienza c'è sempre da imparare. L'apporto della mia famiglia? Sono molto contento mi seguono sempre, dedico a loro questo gol. La mia emozione dopo il gol? All'inizio non ci credevo nemmeno io, ci ho messo un po' a metabolizzare il tutto».

FONTE: LArena.it


Nico nel Cuore: Cappelluzzo e Zaccagni incontrano i Pulcini 2007
18/SETTEMBRE/2016 - 14:40

Verona - Domenica speciale per i calciatori gialloblù Mattia Zaccagni e Pierluigi Cappelluzzo che, all'indomani della sfida tra Hellas Verona e Avellino, si sono recati alla 12a edizione del torneo internazionale categoria Pulcini 'Nico nel Cuore - Memorial Nicola Invento'. Al termine della seduta d'allenamento con la prima squadra i due giovani, che hanno iniziato il proprio percorso nell'Hellas Verona proprio dal Settore Giovanile, hanno salutato la formazione dei Pulcini 2007 del Verona in campo per il match con il Montorio Calcio. Cappelluzzo e Zaccagni hanno inoltre donato una maglia firmata da tutta la rosa della prima squadra che sarà messa all'asta a scopo benefico.

Zaccagni: «Sto crescendo, voglio fare bene»
23/LUGLIO/2016 - 20:09

Racines (Bolzano) - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Mattia Zaccagni, rilasciate al termine del test match Hellas Verona-Sudtirol: «Abbiamo dimostrato di essere sulla strada giusta. La mia crescita? Sono contento del mio percorso, rispetto al passato mi sento più giocatore, sono giovane ma voglio fare bene e crescere. Ritmi di gioco alti? E' il calcio moderno, ma stiamo iniziando a capire come funziona. L'intensità comporta anche essere aggressivi e quindi non bisogna mai tirare indietro la gamba. I miei obiettivi? Voglio fare bene. Ho dei compagni che mi stanno aiutando tanto voglio crescere e farò di tutto per riuscirci».

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2015-16 +   -   =
Esercitata la controopzione per Cappelluzzo e Zaccagni, Tupta è gialloblù
23/GIUGNO/2016 - 13:30
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver esercitato i diritti di controopzione per i calciatori Pierluigi Cappelluzzo e Mattia Zaccagni, che rientrano rispettivamente dalle società Pescara Calcio e A.S. Cittadella. Comunica inoltre di aver esercitato il diritto di opzione per l’acquisto a titolo definitivo, dalla società Calcio Catania, delle prestazioni sportive del calciatore Lubomir Tupta.

FONTE: HellasVerona.it


Mercato Cittadella, il Verona riscatta Zaccagni: adesso è ufficiale
Dimitri Canello 23 giugno 2016

Adesso è anche ufficiale. Mattia Zaccagni è stato riscattato dal Verona dopo che il Cittadella aveva esercitato l’opzione di rinnovo in seguito al termine del prestito della passata stagione. Questo il comunicato del club scaligero: “L’Hellas Verona FC comunica di aver esercitato i diritti di controopzione per i calciatori Pierluigi Cappelluzzo e Mattia Zaccagni, che rientrano rispettivamente dalle società Pescara Calcio e A.S. Cittadella. Comunica inoltre di aver esercitato il diritto di opzione per l’acquisto a titolo definitivo, dalla società Calcio Catania, delle prestazioni sportive del calciatore Lubomir Tupta”

FONTE: PadovaGoal.it


20.06.2016
Fares, Checchin e Zaccagni
L’Hellas si coccola i giovani

Per andare in Serie A serviranno giovani forti. L’ultimo Crotone ha avuto molto dai vari Yao e Capezzi, prestiti di Inter e Fiorentina, così come da Balasa e Ricci della Roma. Il Cagliari, l’altra direttamente promossa dell’ultima B, ha bussato solo alla porta della Juve per la coppia Tello-Cerri e del Torino per Barreca, ma in casa aveva già Deiola, Krajnc e soprattutto Murru. Tutti, tranne Barreca fermo a 15, sono andati oltre le 20 presenze. Titolari nell’85 per cento dei casi i quattro del Crotone, nel 56 per cento i sei del Cagliari. Dotarsi di ragazzi di qualità sarà basilare per il Verona, con 42 partite davanti ed una rosa che non andrà oltre i 19 elementi fra i 18 della prima lista e Gomez come uno dei due tesserati-bandiera. Gli altri a poter occupare l’altro posto sono Moras e Rafael, gli unici ad aver militato nel club per quattro stagioni di fila come impone la norma, ma l’intenzione dell’Hellas di staccarsi da entrambi non cambierà solo per poter disporre di un giocatore senior in più. Troppo pochi, per questo gli under 21 (illimitati) saranno determinanti. L’Hellas sta meglio di tante altre, con ragazzi di proprietà che non obbligheranno il diesse Filippo Fusco a girare nervosamente l’Italia chiedendo giovani ai top club. La base di partenza però è solida. Fra chi è già pronto e chi potrebbe esserlo a breve.

[...]
UOMO OVUNQUE. Mattia Zaccagni viene da cinque buoni mesi al Cittadella con cui ha vinto il girone A di Lega Pro e convinto la società a chiedere al Verona un riscatto che Fusco annullerà subito dopo esercitando il controriscatto. Tre presenze in Serie A più 45 fra C2 e C1 a 21 anni, comprese quelle con Bellaria e Venezia, sono un bagaglio da alimentare velocemente. Utile, agli occhi di Pecchia, nei tre della mediana ma anche fra i tre d’attacco.

[...]
A.D.P.

FONTE: LArena.it


Zaccagni: “Felice del controriscatto dell’Hellas Verona”
giugno 20, 2016
Il futuro di Mattia Zaccagni sarà a Verona. Dopo una seconda parte di stagione da protagonista col Cittadella in Lega Pro, con promozione in Serie B, il club patavino ha deciso di riscattare Zaccagni, ma prontamente la società di via Belgio, come già raccontato la settimana scorsa da Hellas Live, ha subito esercitato il controriscatto.

“A Cittadella sono stati pochi mesi ma davvero molto intensi. Direi fantastici. Per me è un orgoglio aver contribuito alla promozione in Serie B – ha dichiarato Zaccagni – Sono a conoscenza che il Cittadella mi ha riscattato, ma che l’Hellas Verona ha già pronto il controriscatto e questo non può che farmi piacere. Sono molto contento della decisione del club scaligero e non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura. Darò sempre il massimo, ci potete scommettere. Spetterà a me dimostrare durante il ritiro le mie qualità e conquistare così la fiducia di allenatore e compagni”.

FONTE: HellasLive.it


Zaccagni: «Finalmente mi sono sbloccato e ora sotto con la Spal»
Domani l’ultimo atto della SuperCoppa. I granata non hanno alternative, devono solo vincere Jallow nell’orbita del Carpi che lo vorrebbe per tentare la risalita in A. Oggi Citta-Prato per la Berretti

di Diego Zilio
21 maggio 2016

CITTADELLA. L'ha inseguito con la stessa insistenza con cui prova le sue incursioni nel cuore delle difese avversarie. E, alla fine, quel benedetto gol è arrivato. Il suo primo in maglia granata.
«Con quella rete si è sciolto un nodo allo stomaco» ammette ora il quasi 21enne (lo sarà a giugno) Mattia Zaccagni, tra le più belle rivelazioni del Cittadella di quest'anno. «Non sono un centravanti e non vivevo questa situazione come un'ossessione, però è da quando sono arrivato che lo cercavo. E mi fa piacere che sia stato un gol pesante, quello del 3-2, in una partita importante come quella di Benevento. Ci tenevamo molto, perché vogliamo questa SuperCoppa e poi perché puntavamo a cancellare il risultato dell'ultima trasferta che avevamo fatto al Sud, perdendo la finale della Coppa Italia a Foggia».

Per alzare il trofeo occorre, però, superare la Spal nella gara di domani sera (alle 20.45, al Tombolato). «Se avessimo trovato il gol del 5-2 a Benevento sarebbe stato diverso, ma così i favori del pronostico vanno ai ferraresi, che potranno giocare potendo accontentarsi del pareggio. Non è un vantaggio da poco».

Di sicuro con questo incontro calerà il sipario su un'annata difficile da dimenticare. E già si comincia a pensare alla prossima. «Io sono in prestito dall'Hellas Verona, con un'opzione a favore del Cittadella e una contro-opzione esercitabile dalla società scaligera. La sua retrocessione in Serie B sposta un po' le prospettive, ma francamente non so cosa succederà: credo che nel giro di un paio di settimane i due club si metteranno d'accordo. Per quanto mi riguarda mi sono ambientato subito bene e non è così scontato quando si arriva a stagione in corso, come è accaduto a me. Penso che questa sia la piazza ideale in cui un giovane può crescere, mi piacerebbe rimanere».

[...]

FONTE: MattinoPadova.Gelocal.it


LEGA PRO
Un talento a centrocampo
Citta si rinforza così


27/01/2016 11:12
Ora il Citta è a posto. Il ds Stefano Marchetti ha sistemato la squadra dopo gli infortuni che hanno bloccato molti giocatori a centrocampo. Dall'Hellas Verona arriva Mattia Zaccagni, centrocampista, classe 1995: nato a Cesena, Zaccagni ha vestito la maglia del Venezia la scorsa stagione e collezionato 3 presenze in Serie A con la squadra scaligera in questa stagione.

FONTE: TGBiancoScudato.it


Calciomercato Verona, Zaccagni passa al Cittadella
MARTEDÌ 26 GENNAIO 2016 17:09
CITTADELLA - Il Verona screma la rosa di Del Neri e saluta Zaccagni. Il centrocampista scende in prestito in Lega Pro, dove proverà a difendere il primato del Cittadella nel girone A.

LA NOTA - "L’Hellas Verona FC comunica di aver ceduto a titolo temporaneo, con diritto di opzione e contro opzione, le prestazioni sportive del calciatore Mattia Zaccagni all’Associazione Sportiva Cittadella".

FONTE: CorriereDelloSport.it


Calciomercato
CENTROCAMPO, SPUNTA ZACCAGNI PER SOSTITUIRE H'MAIDAT
Il ventenne centrocampista gioca nel Verona

Brescia. Si chiama Matteo Zaccagni, ha vent'anni e gioca nel Verona. Potrebbe essere lui il centrocampista in predicato di sostituire l'imminente partenza di H'Maidat per Roma. Originario di Bellaria, è sbocciato nella Primavera scaligera per poi passare in prestito al Venezia in Lega Pro dove ha giocato 33 partite nella scorsa stagione per poi tornare a Verona in estate, inserito nel gruppo della Prima squadra nella corrente stagione dove ha esordito in A sommando 3 presenze per 49 minuti totali. La sua, pare essere, tra i due/tre nomi sull'agenda di Renzo Castagnini, la candidatura più calda al momento.
autore Redazione il 09/01/2016 01:18:52

FONTE: BresciaInGol.com


Zaccagni: la sorpresa che cerca conferma
1 ottobre 2015

Vent’anni compiuti a giugno, precampionato di buon livello e debutto in serie A a San Siro con personalità. Mattia Zaccagni sta vivendo un sogno e ce la sta mettendo tutta per emergere e diventare un giocatore di assoluto valore. L’inizio è stato promettente: il baby centrocampista romagnolo ha approcciato al “mondo dei grandi”senza paura ed ora cerca conferme. Considerate le precarie condizioni di Sala, se il Mister dovesse decidere di non rischiarlo l’alternativa più probabile è il giovane Mattia, maturo quanto basta per dimostrare appieno le sue qualità.

FONTE: HellasNews.it


sabato 26 settembre 2015
FOTONOTIZIA - RI - Calcio, Mattia Zaccagni dal Bellaria all'esordio in serie A
Mattia Zaccagni: Inter-Verona, minuto 75': i neroazzurri sono avanti grazie ad un gol di Felipe Melo siglato 13 minuti prima. Tra le fila dei veneti esce uno stanco Sala che lascia il posto a Mattia Zaccagni (nella foto Hellasverona.it). Niente di strano, se non fosse che il mediano classe 1995 e con un contratto che lo lega al Verona fino al 2017, solo due anni fa indossava la casacca del Bellaria. Dopo soli due anni - ed una esperienza con la maglia del Venezia - eccolo qua ad affrontare nientemeno che l'Inter.

FONTE: SportRomagna.BlogSpot.it


VERONA, ESORDIO IN SERIE A PER ZACCAGNI

Simone Negri 23 settembre 2015
Quella tra Inter ed Hellas Verona resterà una gara da ricordare per il gialloblu Mattia Zaccagni, nonostante la partita sia finita sul risultato di 1-0 in favore dei padroni di casa. Dopo una buona stagione in Lega Pro con la maglia del Venezia, il giovane centrocampista degli scaligeri ha infatti coronato quello che è il sogno di ogni bambino, ovvero fare l’esordio in Serie A. Se poi il debutto avviene in una cornice speciale come San Siro, allora ci sono tutti gli ingredienti per far sì che questa rimanga una serata indimenticabile. E pazienza se i ragazzi di Mandorlini sono usciti sconfitti: il campionato è soltanto alle prime battute e di tempo per rifarsi ce n’è in abbondanza. E magari, chissà, per il classe ’95 Zaccagni ci saranno altre occasioni per esprimere le proprie doti e dimostrare di poter dire la sua anche nella massima serie…

FONTE: MondoPrimavera.it


La giovane promessa gialloblù: Mattia Zaccagni
agosto 6, 2015

Ha già dimostrato ottime qualità durante le prime uscite dell’Hellas Verona di Andrea Mandorlini. Il giovane centrocampista gialloblù si racconta.
“Sono originario di Bellaria, paese in provincia di Rimini dove ho iniziato a giocare a calcio. Nel 2013 sono passato nella Primavera gialloblù di mister Pavanel, e l’anno scorso sono stato in prestito a Venezia in Lega Pro, dove mi sono trovato bene e ho fatto 33 presenze. Ora sono qui in ritiro con la Prima Squadra del Verona e sono molto contento di questa esperienza. Ho un ricordo bellissimo dell’annata a Verona con la Primavera, abbiamo passato una splendida stagione grazie a tutto lo staff ed alla società. Eravamo un bel gruppo con dei giocatori che si sono poi distinti in altre squadre, come Donsah. Con Mandorlini c’è un gruppo veramente forte e collaudato, vedremo come reagiremo ai primi impegni ufficiali ma secondo me sarà un’annata importante per il Verona. Dove posso arrivare? Ancora non lo so. Sto cercando di dare il massimo e mettermi in mostra e quando il mister mi darà fiducia cercherò di ripagarlo. Con Mandorlini mi trovo bene, sto iniziando a capire cosa vuole da me e piano piano mi sto inserendo bene nel gruppo. Toni e Pazzini? Nei primi allenamenti girarsi e vedere campioni come loro in campo con me è stato molto emozionante. Da loro ho solo da imparare e mettere in pratica quello che apprendo”. Fonte: radio Bellla e Monella

FONTE: HellasLive.it


STAGIONE 2014-15 +   -   =
ALTRE NEWS
Unione Venezia, doppio procuratore per Zaccagni: un turno di stop
Ammenda per il club

08.06.2015 18:20 di Valeria DEBBIA
Un’ammenda di € 800,00 nei confronti della società Unione Venezia e una giornata di squalifica per il centrocampista Mattia Zaccagni: questa la decisione adottata in relazione alla comunicazione inoltrata dalla Procura federale e al conseguente patteggiamento delle parti.

Contro il mediano arancioneroverde era stato aperto un procedimento "per aver, in violazione all’art. 1 bis, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, in relazione a quanto disposto dagli artt. 16, comma 3 e 18 del Regolamento Agenti Calciatori, indebitamente conferito, in costanza di valido ed ancora efficace vincolo contrattuale con l’Agente di Calciatori, Sig. Gian Luca Bagni, altro mandato all’Agente di calciatori, Sig. Fabio Algeri". La società ha dovuto quindi rispondere per responsabilità oggettiva ai sensi dell’art. 4, comma 2 del Codice Giustizia Sportiva, in ordine all’addebito contestato al proprio tesserato.

FONTE: TuttoLegaPro.com


Ecco Alba e Zaccagni dalla Primavera dell’Hellas Verona
Calcio Lega Pro. Due promesse gialloblu per Dal Canto Anche il Viareggio “salta”: curiosità per i ripescaggi

19 luglio 2014
MESTRE. Dopo due prodotti del vivaio atalantino, eccone un paio che arrivano dal Verona. Dunque il Venezia continua a pescare nel settore giovanile dei club di serie A. Ieri pomeriggio il direttore sportivo De Franceschi ha incontrato i diciannovenni Mattia Zaccagni e Fabio Alba, trovando l’accordo per la prossima stagione.

I due rgazzi verranno in laguna con la formula del prestito. L’Hellas aveva preso il centrocampista Mattia Zaccagni la scorsa estate dall’Igea Bellaria, poi a gennaio era stato riscattato dopo le ottime prestazioni fatte con la Primavera di mister Pavanel: 25 presenze (con 3 reti) in campionato, cinque al torneo di Viareggio (e una rete) e una in Coppa Italia per il centrocampista nato il 16 giugno 1995, con 2446’ giocati nella passata stagione con la maglia gialloblù.

[...]
Michele Contessa

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


STAGIONE 2013-14 +   -   =
ESCLUSIVA TUTTOHELLASVERONA
FOCUS PRIMAVERA - Zaccagni, Califano: "Prima di arrivare a Verona giocava in attacco. Gemmi e Calvetti hanno visto bene"
18.02.2014 11:32 di Michele Zomer Twitter: @Mikzomer
Doti tecniche, facilità di corsa e grande temperamento. Queste, in pillole, le migliori doti di Mattia Zaccagni, altro interprete di prospettiva a disposizione di mister Pavanel nella formazione Primavera. Arrivato in estate dal Bellaria, il giovane centrocampista ha subito guadagnato la fiducia del tecnico di Portogruaro che non ha faticato a trovargli uno spazio fisso in mediana.

Per conoscere più da vicino questo giocatore la nostra redazione è andata a bussare in casa Bellaria, precisamente dal direttore sportivo Gianni Califano, il quale non ha esitato a redigere un'accurata cronistoria del percorso del talento classe '95, ora in riva all'Adige.

Nome: Mattia
Cognome: Zaccagni
Luogo e data di nascita: Bellaria 16/06/1995
Ruolo: centrocampista
Squadra: Primavera Hellas Verona
Stagione: Campionato 14 presenze - 3 gol. Viareggio Cup: 5 presenze - 1 gol

Direttore partiamo dalla sue caratteristiche. Che tipo di giocatore è Zaccagni e quali le sue migliori doti?
Califano: "Quando lo vidi per la prima volta venne schierato in posizione avanzata sull'esterno. Notai subito delle buone doti che a centrocampo potevano essere maggiormente sfruttare. Mattia è un calciatore dotato di grande visione di gioco, accelerazione importante nei primi metri e ottima gestione della palla. La scorsa stagione ha disputato cinque gare con la maglia del Bellaria in Seconda divisione ed ha mostrato subito di essere un giovane interessante. Ha giocato centrale nel centrocampo a tre, mentre quest'anno ha dimostrato di essere anche una buona mezzala. Penso quindi posa ricoprire tutti i ruoli del centrocampo con grande sicurezza e tranquillità. Ora in una Primavera importante come quella del Verona, grazie a strutture adeguate e tecnici preparati, avrà l'occasione di migliorare ulteriormente. Nutro grande fiducia nelle sue capacità, che se sfruttate al meglio potranno consentirgli di togliersi importanti soddisfazioni".

Quando il colpo di fulmine col giocatore?
Califano: "Quando arrivai a Bellaria (due anni fa, ndr) Mattia militava negli Allievi e venne selezionato dalla società per affrontare il ritiro estivo con la Prima Squadra. Il ragazzo si mise isubito n mostra meritando attenzione da parte della società. Dopo il ritiro iniziò il campionato con la Beretti. Chiesi al tecnico delle giovanili di spostarlo a centrocampo e fu, ora possiamo dirlo, una mossa vincente. Dopo Natale passò stabilmente in Prima Squadra debuttando in campionato. Per noi fu una grande soddisfazione riuscire a portare un bellariese doc fra i professionisti".

Prima di arrivare a Verona partecipò a degli stage con altre società?
Califano: "Nessun stage, ma per il giocatore si erano fortemente interessate realtà come Modena, Pescara e Chievo Verona. Ma i buoni rapporti con Gemmi e Calvetti, e la volontà del giovane di approdare in una piazza come quella scaligera, hanno fatto la differenza. Fra Verona e Bellaria c'è un grande rapporto di stima reciproca che come in questo caso ha fruttato ad entrambi".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


HELLAS VERONA
Primavera, ecco tutti i protagonisti
12/02/2014 21:15
Di seguito la Primavera del Verona ai raggi X. Giocatore per giocatore scopriamo i fantastici ragazzi di Massimo Pavanel che stanno facendo grandi cose sia in campionato che al Torneo di Viareggio.

[...]
ZACCAGNI Mattia, nato il 16 Giugno 1995 è appena stato riscattato completamente dal Verona grazie a un girone d’andata di altissimo livello. Ha una visione di gioco da grande giocatore, detta i tempi alla squadra e sa essere devastante nel dribbling. Giocatore di prospettiva.

[...]
Alessandro Betteghella

FONTE: TGGialloBlu.it


PRIMA DI VERONA +   -   =
Calciomercato: Fall al Rimini, il gioiello del Bellaria Zaccagni al Verona
12:56 - 03 Agosto 2013
Dopo Francesco Nicastro, è ufficiale un altro rinforzo per l'attacco del Rimini. Marco Osio ritrova un altro ex Bellaria: Ameth Fall, classe '91, in prestito dal Catania, proprietario del cartellino. Il Bellaria ha ceduto il gioiello della Berretti, il centrocampista Mattia Zaccagni ('95), al Verona. L'affare è stato concluso con la formula del prestito con diritto di riscatto. In contropartita il Bellaria ha ottenuto Oscar Arzamendia, centrocampista paraguaiano di 19 anni. A breve arriveranno le firme dell'ex Santarcangelo Nicola Del Pivo ('92), dell'attaccante Fabrizio Fioretti ('90) e del terzino sinistro Francesco Sabatucci ('91), ex Lumezzane. Pepe otterrà dallo Spezia Nicolas Izzillo, trequartista-seconda punta classe '94.

FONTE: AltaRimini.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#BolognaVerona Dawidowicz

#VeronaGenoa highlights


Archivio