Header ADS

HELLAS VERONA 0-0 SPAL: I gialloblù partono forte e per quasi mezz'ora costringono gli avversari nella propria metacampo ma sono gli ospiti con FLOCCARI ad avere la migliore occasione del primo tempo mentre sul finire della ripresa è l'HELLAS a recriminare con CAPPELLUZZO ma gli estensi e sfiorano un gol e poi colgono una traversa...


#VeronaSpal +   -   =

RECAP & IMPRESSIONI
Gara dura e difficile fin dalle prime battute per l'HELLAS com'era nelle previsioni, non perchè la SPAL crei particolari pericoli dalle parti di NICOLAS anzi, è il VERONA a partire in maniera aggressiva e a mettere pressione ai ferraresi che per quasi mezz'ora non riescono a mettere il naso fuori dalla propria metacampo.
Il possesso palla (a volte stucchevole) dei gialloblù è però fine a sé stesso e condotto in maggioranza per vie orizzontali, facile per gli ospiti, disposti in campo alla perfezione da mister SEMPLICI, tenere alla larga PAZZINI e compagni da MERET.
Così al 27° l'occasione più ghiotta capita sui piedi di FLOCCARI che riceve da SCHIATTARELLA sul dischetto del rigore ma per fortuna, preso in controtempo, scivola proprio sul più bello e non impatta al meglio facilitando la tempestiva respinta di NICOLAS.
Le emozioni nel primo tempo si concentrano quasi completamente in questa occasione degli estensi e al 47° il signor Di Paolo termina il primo tempo.
Si riparte col VERONA a premere ma la porta avversaria rimane un miraggio nonostante PECCHIA inserisca attaccanti a ripetizione (passando dal 4-3-3 al 4-2-4 finale) e sul finire di gara le più grosse occasioni per sbloccare la gara: All'81° CAPPELLUZZO anticipa VICARI ma si deve inchinare all'autentico miracolo di MERET mentre all'85° è lo stesso difensore spallino, a porta vuota e spalancata, a cogliere una clamorosa traversa!
Si chiude con il rosso diretto comminato a ZACCAGNI per un fallo con piede a martello su ARINI.

Clicka qui per vedere l'album di Verona 0-0 Spal

Pareggio che tutto sommato non è da buttare contro un avversario ostico come la SPAL che ha avuto un paio di occasionissime contro l'unica scaligera capitata sui piedi di CAPPELLUZZO.
Come sempre la parte difficile è stabilire se siano stati gli ospiti a giocare oltre le loro possibilità chiudendo tutti gli spazi al VERONA (e ripartendo ottenere le migliori occasioni della gara) o siano stati i gialloblù a proseguire nel momento di difficoltà che ormai va avanti da tempo, ma sarebbe un po' come stabilire il sesso degli angeli...
3 a 3 i tiri andati a segno, 9 a 0 in favore dell'HELLAS le conclusioni che non hanno colpito lo specchio.
Per parte mia mi tengo stretto questo punto che permette agli scaligeri di riagganciare il BENEVENTO al secondo posto e non perdere di vista la capolista FROSINONE bloccata a PISA (e prossimo avversario): Tutto fieno in cascina in attesa di tempi (speriamo) migliori.
Qualche rammarico anche oggi per la mancanza di esterni d'attacco in grado di creare superiorità e servire qualche palla a PAZZINI che, nonostante il grande impegno di FARES e ZACCAGNI, non ha ricevuto palloni degni di questo nome e ha regolarmente sbattuto sulla diga BONIFAZI.


LA GARA
In difesa a destra il giovane FERRARI, all'esordio in maglia gialloblù, darà il cambio all'infortunato dell'ultimo minuto PISANO vittima di una distorsione alla caviglia ma sul centro destra sorprende anche l'esclusione di BIANCHETTI (per scelta tecnica) a favore di BOLDOR.
In mediana, come previsto da B/=\S, Franco prende il posto del fratello Bruno ZUCULINI nel 4-3-3 che vede a centrocampo il playmaker FOSSATI ed il giovane ZACCAGNI.
BESSA agirà da esterno d'attacco con FARES alrientro dalla parte opposta e capitan PAZZINI al centro.
Mister SEMLPICI, tecnico della SPAL, risponde col consueto 3-5-2 ma a centrocampo capitan MORA sostituisce CASTAGNETTI mentre in attacco è ANTENUCCI a vincere il ballottaggio con ZIGONI Junior e a far coppia col nuovo acquisto FLOCCARI.

Circa 3000 i sostenitori ferraresi giunti al Binti per tifare SPAL, ad arbitrare la sfida è stato designato il signor Aleandro Di Paolo della sezione Aia di Avezzano.

3° Lungo assedio dell'HELLAS alla porta difesa da MERET conclusa da un colpo di testa alto di ZACCAGNI su cross di SOUPRAYEN...
VICARI colpisce di testa un calcio di punizione che arriva da destra, palla nettamente sul fondo.
ZUCULINI ruba palla sulla trequarti sinistra del fronte d'attacco, parte BESSA che appoggia a PAZZINI dal limite ma la conclusione del capitano non inquadra lo specchio
20° PAZZINI fa a sportellate con il SUV BONIFAZI e alla fine cadono entrambi ad un metro dalla porta difesa da MERET, protestano entrambi ma l'impressione è che non ci sia nulla di particolare (o se c'è derivi da tutti e due).
27° FOSSATI si addormenta in uscita dall'area così SCHIATTARELLA gli soffia palla e serve a FLOCCARI che batte in pratica un calcio di rigore in movimento, fortunatamente l'ex BOLOGNA non impatta al meglio così NICOLAS riesce a respingere senza troppi patemi...
29° BESSA appoggia di testa per per SOUPRAYEN che libero in area colpisce di controbalzo spedendo altissimo!
32° ZUCULINI appoggia a FOSSATI che ci prova dai 25 metri ma spara alto...
46° Ottimo intervento di BOLDOR che in area ruba lo spazio a FLOCCARI, difende palla e subisce fallo.
47° Il signor Di Paolo termina la prima metà di gara.


BOLDOR va alla battuta di un calcio di punizione dai 30 metri spostato sul centrodestra, palla che a giro scende lenta ed è facile preda di MERET.
4° Primo corner della gara, alla battuta va BESSA
FLOCCARI in uscita a gamba tesa su FOSSATI, Di Paolo estrae il giallo!
10° MORA trattiene ZACCAGNI in maniera evidente altra ammonizione per i biancoblù (il capitano ospite era diffidato, salterà il match col PERUGIA).
11° BOLDOR raccoglie la palla spazzata da BONIFAZI ma la sua rasoiata dal vertice sinistro non inquadra la porta ed esce a destra di MERET.
15° ANTENUCCI dal vertice destro tira debole, facile per NICOLAS raccogliere...
17° Siluro di BESSA dai 20 metri in zona centrale: Palla di poco a lato!
19° Buon controllo di FERRARI in attacco ma il suo tiro a giro è fuori.
22° Primo cambio HELLAS: Fuori ZUCULINI dentro LUPPI e VERONA che vira sul 4-2-3-1 con ZACCAGNI che scala in mediana e BESSA che si posiziona sulla trequarti dietro a PAZZINI.
23° ZIGONI ritorna a calcare il prato del Bentegodi! Ovviamente è Gianmarco (figlio di Gianfranco) che rileva ANTENUCCI.
25° Calcio di punizione di SCHIATTARELLA direttamente in porta dalla fascia sinistra, NICOLAS fa buona guardia sul primo palo. Pochi secondi dopo BOLDOR ferma lo stesso SCHIATTARELLA con le cattive e guadagna il cartellino giallo.
32° Occasione SPAL: SCHIATTARELLA imbuca per LAZZARI che scende a destra e mette in mezzo per l'anticipo di ZIGONI che chiama alla paratona di piede NICOLAS! Sul ribaltamento è FOSSATI ad andare alla conclusione dal limite: Palla fuori.
33° PECCHIA mette dentro CAPPELLUZZO, gli fa spazio FOSSATI e VERONA che passa ad una sorta di 4-2-4 con BESSA e ZACCAGNI in mezzo, LUPPI e FARES esterni d'attacco ed il nuovo entrato al fianco di PAZZINI.
34° Nella SPAL DEL GROSSO rileva COSTA.
36° Occasione VERONA: FARES ruba palla a SCHIATTARELLA trova il fondo e mette in mezzo per CAPPELLUZZO che anticipa VICARI e solo un grandissimo intervento di MERET evita all'ex SIENA la gioia del gol!
40° Occasione SPAL: Calcio di punizione battuto da DEL GROSSO vicino al vertice destro dell'area scaligera, palla in mezzo per BONIFAZI il cui tiro è ribattuto dalla difesa gialloblù, palla che carambola sul liberissimo VICARI che si trova davanti la porta spalancata ma tira incredibilmente sulla traversa!
44° Ultimo cambio HELLAS: Dentro un'altro attaccante! GANZ rileva FARES...
48° ZACCAGNI interviene col piede a martello su ARINI e il signor Di Paolo estrae il rosso diretto! Decisione che sembra perlomeno avventata da parte del direttore di gara che prima non ha usato lo stesso metro di giudizio su MORA che poteva essere alla seconda ammonizione.
51° Dopo sei minuti di recupero l'arbitro termina la gara.

FerrariPecchiaF. Zuculini

I VOTI
  • NICOLAS Un paio di incertezze anche oggi (al 64° prima non trattiene poi rinvia sui piedi di un avversario) ma si guadagna la pagnotta con quel piedone che nega il gol a ZIGONI! Voto 6,5
  • FERRARI Parte un po' in sordina ed è quasi ignorato dai compagni che nella prima metà di gara sviluppano più gioco sulla mancina, cresce nella ripresa mettendo a segno un paio di belle giocate (gran palla al 60° per l'imbucata di ZUCULINI) e andando anche alla conclusione (sballata): Bella partita all'esordio per Alex, voto 6,5
  • BOLDOR Un paio di cambi fascia sbagliati malamente nel primo tempo ma anche un tackle perfetto ed una protezione di palla su una vecchia volpe come FLOCCARI che sono da applausi! Il giovane Deian fornisce importanti segni di crescita... Voto 6,5
  • CARACCIOLO Dirige la difesa da veterano senza infamia e senza lode: Voto 6
  • SOUPRAYEN Altre volte ha spinto di più e anche quando PECCHIA lo incita ad affondare non riesce mai a trovare il corridoio giusto, consoliamoci con la buona gara difensiva che altre volte ha lasciato a desiderare: Voto 6
  • ZUCULINI Alla prima presenza da titolare della stagione ruba una gran palla sulla trequarti sinistra del fronte d'attacco ad inizio gara ed è in generale generoso su ogni palla, come dice anche lui nell'intervista del dopogara è comunque positivo il fatto che per una volta non esca a causa di guai fisici... Voto 6 (dal 68° gli subentra LUPPI che non lascia traccia alcuna sul match, voto 5,5)
  • FOSSATI Il colpo ad inizio gara forse lo rintrona un po' e così non s'accorge di SCHIATTARELLA che al 27° gli soffia palla al limite dell'area e per poco non serve a FLOCCARI la palla del vantaggio poi si riprende e tutto sommato raggiunge una stiracchiata sufficienza: Voto 6 (dal 78° gli subentra CAPPELLUZZO che riesce pure a creare l'occasione più limpida della gara scaligera: Voto 7)
  • ZACCAGNI Gioca esterno alto senza convincere nel primo tempo ma cresce un po' nel secondo quando prova la penetrazione venendo fermato con le cattive, meglio da centrocampista ma non è lui a decidere dove giocare... L'espulsione? Immeritata Voto 5,5
  • BESSA Sul centrosinistra in mediana non brilla e quando è spostato sulla trequarti non incanta come in altre occasioni, della sua gara va ricordato quella rasoiata al 62° che passa di poco a lato... Voto 6
  • PAZZINI Abbastanza abulico ma senza ricevere rifornimenti e marcato a uomo da BONIFAZI per Gianpaolo era davvero difficile emergere oggi... Il presunto rigore non assegnato al capitano al 20°? Non mi sembrava proprio solare... Voto 6
  • FARES Non ha mai dato l'impressione di essere entrato in partita, ha girato spesso a vuoto, movimento da ala vera solo in un'occasione (al 70°) in cui ha dribblato il diretto avversario e poi è stato abbattuto... Voto 5(dall'89° gli subentra GANZ che non ha nemmeno il tempo di sudare la maglietta ed è quindi ingiudicabile...)
  • PECCHIA 7 per la fiducia che assegna a BOLDOR, FARES e ZACCAGNI, 5 per l'ultima parte di gara in cui rischia di squilibrare la squadra inserendo tutte le opzioni offensive che ha (e che fin'ora non hanno mai ripagato il rischio): Voto 6 (non è colpa sua se gli esterni d'attacco li deve inventare ogni volta)


[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

DICONO +   -   =

Mister PECCHIA «E' stata una prestazione di carattere, forza, intensità, rabbia, anche a costo di avere poca lucidità sotto porta. Tutti volevamo la vittoria, la squadra in primis ci ha provato fino all'ultimo, abbiamo anche inserito Ganz. Abritraggio? Non ne parlo, dobbiamo essere più forti di tutto, ce lo impone la nostra situazione, il nostro blasone. Bisogna affrontare queste cose con serenità e continuare su questa strada. Non era semplice trovare varchi contro una squadra così fisica e con tanti uomini dietro la linea della palla, ma parte del merito del loro atteggiamento va a noi. Purtroppo non siamo riusciti a segnare, ma abbiamo avuto una buona gestione della gara. Tifosi? In tante gare di Serie A non si vede un pubblico simile. Sono contento che abbiano apprezzato la convinzione dei miei ragazzi, oggi in particolare abbiamo giocato con molti giovani di cui sono contento. Le mie scelte? Le ho fatte con convinzione, sulla base del lavoro settimanale. Frosinone? Giocheremo per i tre punti, abbiamo la testa e le gambe per cercare sempre la vittoria, poi vedremo cosa dirà il campo» HellasVerona.it

Mister SEMPLICI tecnico della SPAL «Era normale soffrire contro il Verona: era un esame importante. Siamo stati bravi a bloccare Pazzini, che è un attaccante che fa la differenza in B. Verona? Deve aumentare il passo, ma ha tutti i mezzi per uscire da questa situazione. Abbiamo fatto una buona gara contro una squadra forte. Non siamo partiti benissimo ma abbiamo creato i presupposti per vincere. Andiamo avanti con serenità e soddisfazione per la prova e per il risultato. Questo era un esame di maturità, la squadra ha risposto bene. Il campionato è ancora lungo, c'è qualche squadra che può rientrare in gioco per la promozione, vedremo cosa dirà il campo» TGGialloBlu.it

Franco ZUCULINI alla prima gara da titolare in campionato «È una situazione che ci fa rabbia, perché non riusciamo a concretizzare quanto creiamo in campo. Stasera avremmo potuto vincerla. Non dobbiamo mollare ma lavorare ancora di più in allenamento. Lavoriamo per migliorare, ci alleniamo tanto ma questa è la Serie B, un campionato difficile dove non si può assolutamente sbagliare. A Frosinone sarà una partita molto importante, loro sono primi e giocano con grande intensità. Ciò che conta di più è il nostro atteggiamento, dobbiamo riuscire a superare questo momento per essere più liberi, anche psicologicamente. In trasferta i tifosi ci seguono sempre in tanti e per questo noi li ringraziamo, il loro supporto è molto importante. Come sto? Bene, la mia è stata una sostituzione di natura tattica ed è stato giusto non rischiare. La squadra mi è piaciuta tanto, soprattutto la mentalità, siamo sulla strada giusta» HellasVerona.it

Daniel BESSA «È un’occasione persa, stiamo lasciando punti per strada. Oggi ci abbiamo messo più cattiveria, con una prova di carattere, ma la palla non è entrata. Ci manca solo il gol. Dobbiamo tornare a fare le nostre giocate, con più qualità e cinismo. Pressione? È normale, siamo la piazza più importante della Serie B. Ce ne rendiamo conto.» Hellas1903.it

Alex FERRARI ha esordito stasera in maglia gialloblù «Il mio debutto al 'Bentegodi' mi ha dato belle sensazioni, mi sono trovato subito a mio agio con la squadra e i tifosi. Per quanto riguarda il campo, il pareggio non è secondo me il risultato più giusto, meritavamo di più noi, ci è mancato solo il gol, abbiamo creato davvero tanto, tenendo le redini del gioco per tutta la partita. Meret ha fatto delle grandi parate, ma noi ci abbiamo provato fino all'ultimo. Ad ogni modo, abbiamo dimostrato che il Verona c'è e che c'è sempre stato, quello di Avellino è solo uno scivolone. Se avvertivamo la tensione? Direi più che era trance agonistica, siamo una squadra unita e volevamo vincere la partita. Verona in difficoltà? Ci sono stati degli episodi sfavorevoli ma noi non molliamo, la strada è quella giusta. Il Verona ha carattere, merita di stare in cima e ci torneremo, sono qui proprio per dare una mano e rendermi utile. Il mio ruolo? Ho giocato da terzino destro, ma posso fare anche il centrale, mi trovo bene in entrambe le posizioni. Adesso testa al Frosinone, troveremo un ambiente ostico e cercheremo di vincere, ci servono i tre punti. Il futuro? Non nego che mi piacerebbe restare, si vedrà, per questo tipo di pensieri è ancora presto» HellasVerona.it


FerrariPecchiaF. Zuculini

LE ALTRE DI B +   -   =

Nell'anticipo di Venerdì il NOVARA ha sbancato il campo del LATINA.
Sabato vittorie esterne per BENEVENTO e AVELLINO rispettivamente per 1 a 0 sul campo della PRO VERCELLI e per 3 a 1 su quello del CITTADELLA.
3 a 1 del BARI sulla TERNANA, 2 a 1 del CARPI sul BRESCIA, impattano PERUGIA 0-0 ENTELLA, VICENZA 1-1 ASCOLI e SPEZIA 2-2 TRAPANI.
Domenica nel primo posticipo la capolista FROSINONE non è andata oltre lo 0 a 0 a Pisa.



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

PRIMA SCONFITTA INTERNA PER LA PRIMAVERA

battuta dai pari età della SPAL, così mister PAVANEL «Nonostante la sconfitta, abbiamo giocato alla pari contro una squadra in grande forza come la SPAL, che veniva dalla prestigiosa vittoria contro il Milan. Siamo stati sfortunati nell'errore da dischetto e dobbiamo lavorare su alcune situazioni di gioco, oltre che sull'aspetto mentale di alcuni elementi. Ora tocca alla Samp, forse la squadra che gioca meglio in questo campionato: sarà un'altra battaglia» HellasVerona.it


IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Mister MANDORLINI sostituisce al GENOA l'esonerato JURIC, per lui contratto sino al 2018. L'ormai 36enne Andrea DOSSENA, dal 2001-2002 per tre stagioni all'HELLAS da terzino prima di arrivare al LIVERPOOL, ripartirà dalla Lega Pro al PIACENZA... Rescissione consensuale per Valeri BOJINOV col PARTIZAN BELGRADO



RASSEGNA STAMPA +   -   =


Posta un commento

0 Commenti