Le schede di B/=\S: Darko LAZOVIĆ

Nato a/il:Čačak (Serbia) il 15/09/1990
Nazionalità:Serba
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2022
Ruolo:Centrocampista/Attaccante Esterno
Altezza:181 Cm
Peso:66 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2019 - 2020A-- 
Genoa2018 - 2019A33 (+1CI)3 (+0) 
Genoa2017 - 2018A21 (+3CI)0 (+0) 
Genoa2016 - 2017A33 (+3CI)2 (+0) 
Genoa2015 - 2016A15 (+1CI)0 (+0) 
Stella Rossa2014 - 2015SL28 (+2KS)10 (+0) 
Stella Rossa2013 - 2014SL145 
Stella Rossa2012 - 2013SL23 (+2KS +6EL)4 (+1 +0) 
Stella Rossa2011 - 2012SL27 (+6KS +4EL)7 (+1 +1) 
Stella Rossa2010 - 2011SL16 (+3KS)2 (+0) 
Stella Rossa2009 - 2010SL91 
Borac Čačak2008 - 2009SL28 (+5CU)3 (+1) 
Borac Čačak2007 - 2008SL143 
Giovanili Borac Čačak2004 - 2008--- 
LEGENDA: SL=Superliga (Serie A Serba), CU=Coppa UEFA, KS=Kup Srbije (Coppa di Lega Serba), EL=Europa League, CI=Coppa Italia

Darko Lazović gol iz slobodnog udarca - Zvezda Ventspils 7:0Darko, hvala ti od tvoje Crvene zvezde

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 6 Agosto 2019
...Rimasto svincolato dopo quattro stagioni in Serie A col GENOA (110 presenze e 5 gol) non ci ha pensato molto per raggiungere il 'mentore' JURIĆ all'HELLAS dopo che i due avevano lavorato bene insieme al Grifone, anche se a singhiozzo a causa degli esoneri e richiami del tecnico croato, dal 2016 a Dicembre 2018.
Darko non è certo un top player ma si sa districare bene dalla mediana in su nella posizione di esterno, predilige la fascia destra ma eventualmente può giocare anche sulla mancina, dal punto di vista tecnico può essere associato a quello che una volta veniva chiamato il tornante perchè possiede un buona velocità che può sfruttare sia negli inserimenti offensivi che nei ripiegamenti difensivi.

Da evidenziare il fatto che già conosce il credo tattico del nuovo tecnico scaligero e presumibilmente non ci metterà molto a calarsi nel ruolo che JURIĆ gli ritaglierà addosso; rovescio della medaglia il fatto che in Serie A non ha segnato molto rispetto alla Superliga dove probabilmente era maggiormente libero da alchimie tattiche: Speriamo allora che sforni assit a go-go!

GIOVANILI NEL BORAC ČAČAK, CAPITANO DEL MITICO STELLA ROSSA...
Il 14enne Darko inizia a fare sul serio nel BORAC squadra della sua città natale (Čačak è una città della Serbia centrale con poco meno di 120mila abitanti) con la quale esordisce in Superliga appena maggiorenne e dove rimane per un paio di stagioni prima che gli scout del leggendario FUDBALSKI KLUB CRVENA ZVEZDA non decidano di portarlo a Belgrado nel 2009.
Dopo un paio di stagioni di ambientamento nella capitale il 21enne LAZOVIĆ diventa prima titolare e infine pure capitano vincendo con i rossobianchi due Coppe di Lega e un campionato.
La sua stagione più produttiva a livello di goal è però anche l'ultima in Serbia perchè a Gennaio 2015, a sei mesi dalla scadenza del contratto, si accorda col GENOA per approdare in Serie A (Belgrado non la prendono bene e gli tolgono la fascia di capitano).

QUATTRO STAGIONI AL GENOA E ORA IL VERONA
Darko esordisce in Serie A alla prima di campionato quando il CFC viene sconfitto in trasferta a Palermo: Non sarà una stagione facile per mister GASPERINI che al giro di boa si troverà al quart'ultimo posto, va certamente meglio nella seconda metà di campionato quando i liguri battono l'INTER (facendo perdere al Biscione un piazzamento in Champions League) e risalgono fino a metà classifica; LAZOVIĆ va e viene dal campo e al termine della stagione raggranella 16 presenze tra campionato e Coppa Italia.
Nel 2016-17 mister JURIĆ prende il posto del suo maestro Gasp e Darko diventa inamovibile, a Dicembre segna il suo primo gol in Serie A (decisivo contro la FIORENTINA) ma il GENOA, stavolta dopo un ottimo girone d'andata in cui spicca il 3 a 1 sulla JUVENTUS, arranca nel girone di ritorno.
Il tecnico autore del miracolo CROTONE della stagione precedente viene esonerato a Febbraio ma con MANDORLINI le cose non vanno meglio così, al suo ritorno ad Aprile, JURIĆ fa appena in tempo a salvare il Grifone.
Stagione 2017-18, il tecnico croato è ancora in sella ma dura fino a Novembre prima di essere sostituito da BALLARDINI: Altra stagione in chiaroscuro per i genovesi e per Darko che conclude l'annata con 24 presenze senza mai andare a segno.
L'esterno offensivo torna in gol solo sul finire del 2018, nel frattempo l'attuale allenatore scaligero è ritornato sulla panchina del GENOA per la terza volta ma non farà in tempo a vedere il secondo e ultimo gol stagionale del serbo perchè patròn PREZIOSI nel frattempo ha già scelto PRANDELLI con il quale LAZOVIĆ rimane titolare e conclude il contratto con 34 presenze e 3 gol prima del suo arrivo da svincolato all'HELLAS.

Qui trovate la pagina Facebook ufficiale del calciatore aggiornata al 2015, questo invece il profilo Twitter anch'esso poco usato dal calciatore...

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
Darko Lazović la croqueta, run and beautiful assist vs EmpoliDarko Lazovic • 2016/17 • Genoa • Best Skills, Passes & Goal

Darko Lazović
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darko Lazović (Дарко Лазовић; Čačak, 15 settembre 1990) è un calciatore serbo, centrocampista dell'Hellas Verona.

Caratteristiche tecniche
Centrocampista offensivo, destro di piede, ama giocare prevalentemente sulla fascia di competenza, ma si disimpegna in maniera efficace anche sulla corsia mancina. Oltre ad avere buone capacità di inserimento, è dotato di una buona velocità e di un ottimo scatto. Gioca prevalentemente largo a destra in attacco nel 4-3-3. Nel Genoa giocava anche come esterno di centrocampo nel 3-4-3, indifferentemente a destra o a sinistra.

Carriera
- Club
Inizia la sua carriera calcistica nel FK Borac Čačak. Pochi anni dopo viene subito notato da alcuni osservatori della Stella Rossa che lo portano a Belgrado. In sei anni di permanenza alla Stella Rossa vince due volte la Coppa di Serbia nel 2010 e nel 2012 e il campionato nel 2014. Nella stagione 2014-2015 realizza dieci reti in trenta partite fra campionato e coppa nazionale.

Arrivo in Italia al Genoa
Nel gennaio 2015 firma per il Genoa, con il trasferimento che diventa ufficiale dopo la scadenza del suo contratto con i serbi, avvenuta il 30 giugno 2015. Esordisce in Serie A il 23 agosto 2015 in occasione della sconfitta esterna per 1-0 alla prima giornata contro il Palermo.

Il 15 dicembre 2016 segna il primo gol in Serie A in maglia rossoblù, nella vittoria per 1-0 contro la Fiorentina (recupero del turno della terza giornata che era stato sospeso per pioggia). All'ultima giornata di campionato trova il suo secondo gol, nella sconfitta per 3-2 contro la Roma (inoltre gara di addio di Francesco Totti).

Il 22 dicembre 2018 torna a segnare dopo più di un anno e mezzo dall'ultima volta, nella vittoria per 3-1 contro l'Atalanta. Il 28 gennaio seguente va nuovamente in rete, realizzando un gol spettacolare da fuori area, nella partita vinta 3-1 fuori casa contro l'Empoli.

Il 14 aprile 2019 raggiunge le 100 presenze in Serie A, nel derby perso per 2-0. A fine stagione rimane svincolato.

Nazionale
Dopo aver militato nella Nazionale Under-21 del suo Paese, il 14 dicembre 2008, a soli 18 anni, fa il suo esordio nella Nazionale maggiore, in occasione della partita amichevole contro la Polonia.

Palmarès
- Club
Competizioni nazionali
   Campionato serbo: 1
      Stella Rossa: 2013-2014
   Coppa di Serbia: 2
      Stella Rossa: 2009-2010, 2011-2012

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2019-20 +   -   =
LAZOVIC: «QUESTO HELLAS MERITAVA ALMENO UN PUNTO, ORA TUTTI INSIEME PER BATTERE IL TORO»
07/DICEMBRE/2019 - 18:10
Bergamo - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Darko Lazovic, rilasciate al termine di Atalanta-Hellas Verona, 15esima giornata della Serie A TIM 2019/20.

«Se c'è dispiacere? Tanto, avremmo infatti meritato di portare a casa almeno un punto. L'espulsione ci ha condizionato, perchè ci ha costretto ad attuare una maggior fase difensiva e abbiamo subito il terzo gol. I continui elogi sull'essere una sorpresa del campionato? Dobbiamo continuare a lavorare su questa strada, abbiamo giocato due buone partite senza conquistare punti, per questo siamo un po' delusi. Se dipende dall'esperienza? Sicuramente, potevamo gestirla meglio durante la situazioni di vantaggio come nelle sfide contro Inter e Juventus. Gasperini e Juric? Sono due grandi allenatori con idee di gioco molto simili».

FONTE: HellasVerona.it


Hellas Verona: l’imprecisione di Lazovic nel dribbling
Lazovic e Faraoni sono tatticamente importanti per l’Hellas Verona. L’ex Genoa però è troppo impreciso quando prova a dribblare

Di Jacopo Azzolini - 22 Novembre 2019
© foto www.imagephotoagency.it

L’Hellas Verona è una squadra che chiede molto ai propri quinti. Sia Lazovic che Faraoni ricoprono una posizione molto alta in fase di possesso, sulla stessa linea degli attaccanti. Lo scopo è cogliere impreparato l’avversario sul lato debole, con cambi campo sugli esterni.
Entrambi stanno facendo molto bene, anche se Lazovic può migliorare la precisione nel dribbling. L’esterno ex Genoa infatti è uno dei giocatori con più dribbling sbagliati dell’intero campionato, ben 21. Quelli vinti sono appena 9. Insomma, non è molto efficace quando punta l’avversario.

FONTE: CalcioNews24.com


LE NOSTRE RUBRICHE: 'A TU PER TU CON... DARKO LAZOVIC'
20/NOVEMBRE/2019 - 18:30

Verona - In Serbia l'approccio allo sport è lo specchio della caratura della gente, il miglior risultato di un lavoro grezzo nella testa di chi non si tira mai indietro. Inizia così la nuova puntata della rubrica 'A tu per tu' di Hellas Verona Channel, con l'esterno Darko Lazovic protagonista. Una storia che parte da Čačak, città notoriamente devota alla pallacanestro: Darko ne è attratto, influenzato, ma poi continua dritto sulla strada che lo porta a indossare la maglia della Stella Rossa di Belgrado. Da lì all'Italia e infine l'Hellas Verona...

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
Hellas Verona, finalmente Lazovic: il serbo risponde a Juric
Rivoluzione patavina. Padova trasformato dal calciomercato
31.10.2019 09:30 di Luca Chiarini
"Sta facendo bene le due fasi, finora ha avuto tante palle gol, se li avesse segnati sarebbe stato stupendo. Gli manca un po' quello", diceva di Lazovic alla vigilia del match con il Sassuolo Ivan Juric. Quella che adesso sembra una premonizione, non più tardi di pochi giorni fa era un ibrido di esortazione e auspicio che il serbo non ha impiegato molto a raccogliere. Il gol-vittoria di Parma non è casualità, ma naturale conseguenza di un canovaccio che forse il tecnico di Spalato aveva intravisto prima di tutti.
Corre forte, Darko, che fino a martedì aveva sprecato qualche occasione di troppo per la poca lucidità sotto porta, rovescio della medaglia del lavoro dispendioso a tutto campo impostogli dal suo allenatore. Al Tardini è però arrivata la tanto attesa rete, che adesso può innescare un effetto domino: maggiore autostima, mente sgombra e più coraggio, da tramutare il più possibile in nuove realizzazioni nel prosieguo del campionato.

[...]

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


ESCLUSIVE
Ag. Lazovic a CH: “In estate rifiutate offerte importanti. Juric lo ha aspettato a lungo”
Le dichiarazioni del procuratore dell’esterno serbo, autore del gol vittoria nella trasferta di ieri sera contro il Parma

di Mattia Zupo Ottobre 30, 2019 - 15:47

Dopo due sconfitte consecutive, l’Hellas Verona è tornato a vincere. Contro il Parma al Tardini ci ha pensato Darko Lazovic con una bella conclusione dalla distanza finita sotto l’incrocio dei pali, che non ha lasciato scampo a Sepe. Prima rete in gialloblù per l’esterno serbo, che come il Verona arrivava da alcune prestazioni positive senza però raccogliere quanto meritato, per imprecisione, poca lucidità o per sbagliarsi nella scelta finale. Per un commento sulle prime settimane in gialloblù del classe 1990, la nostra redazione ha contattato in esclusiva il suo agente, Bojan Ostojic:

Come commenta il primo gol di Lazovic e il suo inizio in maglia gialloblù?
“Darko era molto felice dopo il gol che ha portato 3 punti molto importanti per il club. Non è solito a segnare gol da fuori area, ma è una cosa in più. Il Verona non è stato fortunato negli ultimi due turni, ma il calcio restituisce sempre, come successo ieri. Un buon inizio”.

Ci può raccontare come è stata la sua estate e perché ha deciso di venire al Verona?
“Juric è stato molto importante e questo è stato il motivo più grande per scegliere l’Hellas Verona.
Ha aspettato a lungo Darko nella pre-season. Quest’estate c’erano molti club interessati perché era svincolato. Abbiamo ricevuto offerte dal Besiktas, dalla Cina, dall’Arabia Saudita e dagli Emirati per contratti davvero importanti, ma Darko ha scelto con la sua famiglia per rimanere ancora in Italia: si godono la vita e il calcio lì”.

Come vede i gialloblù in ottica lotta salvezza?
“Sarà una grande competizione fino alla fine. Ho molta fiducia in Juric e nella sua strategia. Inoltre se dovessero fare qualche buon affare in inverno, le chances di salvezza aumenterebbero. Comunque sarà molto interessante”.

FONTE: CalcioHellas.it


RASSEGNA
GdS: " Lazovic, non solo corsa. Sulla sinistra mister qualità"
23.10.2019 12:00 di Enrico Brigi Twitter: @enrico_brigi Vedi letture
Fonte: La Gazzetta dello Sport
L'edizione odierna della "Gazzetta dello Sport" dedica spazio oggi a Darko Lazovic. L'attaccante serbo è arrivato quest'anno dal Genoa, fortemente voluto da Juric che lo aveva già avuto alle sue dipendenze durante la sua permanenza sulla panchina rossoblù.
Il giocatore, in queste prime partite di campionato sempre titolare e sostituito solamente due volte, ha mostrato di possedere grandi doti di corsa e qualità. Arrivato in riva all'Adige a costo zero si sta dimostrando un acquisto azzeccato, per il quale va dato giusto merito anche al direttore sportivo scaligero Tony D'Amico.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


LAZOVIC: «LA PUNIZIONE DI VELOSO? LO CONOSCO, SAPEVO AVREBBE SEGNATO»
25/AGOSTO/2019 - 23:25
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Darko Lazovic, rilasciate al termine di Hellas Verona-Bologna, 1a giornata della Serie A TIM 2019/20.

«Non è stato facile giocare con un uomo in meno sin dall’inizio per tutta la durata della gara. Abbiamo avuto carattere e spirito giusto, dobbiamo continuare così. Siamo riusciti ad ottenere un punto importante per la salvezza, il nostro unico obiettivo. Veloso? Lo conosco bene, ha un gran tiro e quando ci hanno dato quella punizione ho subito sperato facesse gol. In ottica campionato la squadra può fare ancora meglio: lo abbiamo dimostrato con il carattere che ci ha permesso di giocare una buona partita. I tifosi? Il pubblico ci ha sempre sostenuto: è proprio una tifoseria calda. Sono contento perché alla fine ci hanno applaudito: è stato proprio un bel gesto».

LAZOVIC: «VERONA? GRUPPO FORTE E DI QUALITÀ, TANTA VOGLIA DI FAR BENE CON QUESTI COLORI»
13/AGOSTO/2019 - 18:00
Peschiera - Le principali dichiarazioni del nuovo centrocampista gialloblù Darko Lazovic, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

«La scelta di Verona? Bella piazza, bella tifoseria. E poi è stato importante mister Juric, che ha cominciato a chiamarmi per convincermi fin da quando è arrivato al Verona, così come la società. E' importante sentire la fiducia di queste componenti, penso di aver fatto la scelta giusta e che dimostrerò in campionato il mio valore. Il gruppo? C'è molto talento, con un mix di giovani ed esperti. Il mio ruolo? Con Juric, che mi conosce bene, ho sempre fatto l'esterno di centrocampo, sia a destra che a sinistra, poi si vedrà ma io sono a disposizione e devo dimostrare ogni giorno di meritare un posto. Contratto lungo? Sono uno che quando cambia squadra vuole starci a lungo, anche qui voglio fare bene e restare più tempo possibile. La Serie A? Vorrei lottare fino alla fine per la salvezza, negli anni al Genoa ho maturato molta esperienza in questo senso e questa piazza merita di stare in Serie A. Coppa Italia? Domenica si comincia, è sempre bello quando si inizia a giocare. Prima pensiamo a passare il turno, poi arriva il campionato dove dovremo cercare di fare subito punti preziosi, che aiutano sempre».

Benvenuto Darko LAZOVIĆ
06/AGOSTO/2019 - 14:00
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo definitivo, le prestazioni sportive del calciatore Darko Lazovic. Il centrocampista, classe 1990, ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2022.

Dopo le esperienze nel proprio paese con l'FK Borac Čačak e con la Stella Rossa, Lazovic ha collezionato più di cento presenze con la maglia del Genoa e ha anche vestito la maglia della Nazionale Serba. Da oggi è un nuovo calciatore gialloblù.

FONTE: HellasVerona.it


PRIMA DI VERONA +   -   =
Lazovic, Tutino, Ciano facciamo chiarezza
By Redazione - 1 Agosto 2019

L’Hellas aveva quasi chiuso per Tutino. L’esterno d’attacco del Napoli era vicinissimo al Verona, aveva già fatto visita alla città scaligera e ai colleghi giornalisti di Cosenza aveva già svelato del suo imminente passaggio in gialloblù. Però il Napoli non ha mai accettato l’offerta del Verona: prestito con diritto di riscatto. I partenopei puntano al prestito secco per non perdere un giocatore su cui puntano per il futuro. Non ci sono altre squadre sullo sfondo: si tratta solo di problemi con la formula del suo passaggio al Verona.

Ecco che allora D’Amico, stanco di questo tira e molla, ha chiuso definitivamente con Lazovic, esterno destro di 29 anni che Juric conosce benissimo. Lazovic non ha accettato l’offerta del Verona di qualche settimana fa perché puntava un contratto pluriennale che alla fine è arrivato. Domani il serbo sarà a Verona per le visite mediche e la firma per i prossimi 3 anni.

E Camillo Ciano? Al momento il Verona ha bloccato la trattativa perchè i 2 milioni richiesti dal Frosinone sembrano veramente fuori mercato e sono comunque fuori budget per le casse gialloblù. Se non accadrà nulla nelle prossime settimane, la trattativa con Ciano potrebbe riprendere nuovamente a fine mese, ma al momento, nonostante il braccio di ferro messo in piedi dal giocatore e dal suo vulcanico procuratore Raiola, Ciano non si muoverà da Frosinone. A meno che il Verona non alzi l’offerta. Foto: Zimbio

Damiano Conati

FONTE: HellasNews.it


Verona, fatta per Lazovic
Verona

01/08/19 13:15| Calciomercato | Autore: Redazione
Tutto fatto per Darko Lazovic: la neo promossa Hellas Verona ha riportato l'esterno offensivo, potenziale rinforzo per l'attacco, sotto la corte di Juric che lo ha già allenato a Genoa. A giugno il giocatore ha chiuso il suo ultimo contratto con il club rossoblù, con il quale ha collezionato 3 gol e 4 assist in 34 presenze stagionali nella stagione passata.

I contatti duravano da tempo, ma alla fine la società gialloblù è riuscita ad assicurarsi il giocatore. La campagna di rafforzamento e del direttore sportivo D’Amico continua con rinforzi di esperienza nonostante il budget ridotto: per Darko Lazovic è pronto un contratto triennale.
FONTE: GianlucaDiMarzio.com

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Ecco perché D’Amico è in pressing su Ciano
By Redazione - 22 Luglio 2019
[...]

Insomma, in questo momento Ciano ha superato i vari Sprocati, Ninkovic e Lazovic nelle scelte di D’Amico. La palla però resta tra le mani del Frosinone.

Damiano Conati

FONTE: HellasNews.it


Lazovic verso l’Hellas Verona di Juric
Il serbo ritroverebbe Juric, Veloso e Bessa

di Redazione Pianetagenoa - 18 Luglio 2019
Il gol di Lazovic (foto di Genoa CFC Tanopress)

Sky Sport rivela che l’Hellas Verona starebbe pensando a Darko Lazovic. Il tornante serbo, svincolato dal Genoa, è uno dei nuovi nomi accostati al club neopromosso in Serie A. In gialloblù ritroverebbe Ivan Juric, Miguel Veloso e Daniel Bessa.

FONTE: PianetaGenoa1893.it


Genoa, 100 presenze in A per Lazovic nel derby
10 Aprile 2019
Lazovic

Una domenica che si infila nel derby. Caratterizzata dalla partita n° 100 in Serie A e tutte con la maglia del Genoa.
Una settimana, o meglio. Una giornata particolare per Darko Lazovic. L’ex capitano della Stella Rossa, in caso di impiego, raggiungerà la tripla cifra per presenze nel massimo campionato. Chissà che non possa festeggiare la ricorrenza con un altro gol. Un altro risultato positivo. “A Napoli abbiamo dimostrato di essere una squadra unita, dando l’anima per conquistare un punto prezioso in dieci per gran parte del tempo. Servono punti. La lotta salvezza è aperta”. Di sicuro la migliore per lui delle quattro stagioni in rossoblù, come testimonia il record di segnature (3). Empoli, Atalanta e Napoli le sue vittime.

FONTE: LiguriaNotizie.it


Genoa, Lazovic: “Spero di rinnovare il mio contratto con questo club”
19 Marzo 2019 18:52 Alfonso Grosso

Darko Lazovic è finito del mirino della Lazio in vista della prossima stagione.
Queste le parole dell’esterno d’attacco rossoblù ai microfoni di Mozzartsport.com:

“Io alla Lazio a giugno? Il mio contratto scade alla fine della stagione e questa è l’unica certezza. Non parlo con nessuno, l’unico club con cui sto negoziando è il Genoa. Vedremo se riusciremo ad aggiustarlo. Sono stato qui per quattro anni”, ha concluso dal ritiro della Nazionale serba. Dubbi sul futuro, una storia ancora tutta da scrivere e sullo sfondo l’interesse di tantissimi club europei per il serbo classe ’90.

FONTE: LeBombeDiVlad.it


Agosto 2017
Mercato di fascia: contatto col Genoa per Darko Lazovic
CALCIOMERCATO

Secondo Il Corriere dello Sport Claudio Lotito avrebbe contattato il suo omologo del Genoa, Enrico Preziosi: argomento del colloquio Darko Lazevic. Ventisette anni da compiere il 15 settembre, esterno di fascia dotato di velocità e di un buon dribbling, con la nazionale serba ha messo insieme sei gettoni dopo le 10 presenze con l'Under 21. In rossoblù dal 2015, il tornate ha un contratto fino al 2020, per lui in questa stagione 2 gol e 5 assist in 33 presenze in A, cui vanno aggiunte le 3 recite in Coppa Italia; 16 gare in tutto invece nel primo anno all'ombra della Lanterna.

[...]

FONTE: RadioSei.it


COPERTINA
DARKO LAZOVIC: "SIAMO TORNATI QUELLI DELL'ANDATA"
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews

21.04.2017 14:18 di Franco Avanzini
Darko Lazovic si è ritrovato dopo un periodo alquanto buio. Il ritorno di Ivan Juric ha regalato nuova linfa all'esterno del Genoa. Il giocatore ha parlato al sito ufficiale della società Genoacfc.it. Le prime battute sono tutte per l'ultima prestazione offerta contro la Lazio:

“Finalmente abbiamo prodotto una prova all’altezza del girone di andata. Io come i compagni siamo delusi dal non esserci ripetuti con l’anno nuovo. Qualcosa si era inceppato. Siamo tornati intensi e determinati, ritrovando il gioco della prima parte. Dobbiamo continuare a dare il massimo”.

La prossima sfida per il Genoa sarà quella contro la Juventus allo Stadium. Un match dal grande fascino e al tempo stesso molto complicata per il Grifone. Il ricordo dell'andata, con il 3 a 1 finale, è sempre ben impresso nella mente di giocatori e tifosi. “La Juventus è la squadra più forte del campionato, può vincere la Champions. All’andata fu una giornata storica per noi. Tre gol in mezzora, chi l’avrebbe detto? Deciderà il mister la tattica, se aspettarli o prenderli alti. Siamo umili e consapevoli della differenza di valori. Dopo questi segnali positivi, l’obiettivo è continuare a giocare da Genoa come ci chiede il mister e come è nello spirito di questa squadra. Testa sul campo e massima concentrazione”.

E per ottenere la concentrazione maggiore, Lazovic, come molti suoi compagni, si cimentano coi tiri a canestro. “In palestra mi piace giocare a basket. Ninkovic e Veloso sono due assi”.

FONTE: RadioSei.it


15 Dicembre 2016
Serie A, Genoa-Fiorentina 1-0: Lazovic castiga Sousa
Il Genoa supera per 1-0 nel recupero del Ferraris i viola.


Il Genoa supera per 1-0 la Fiorentina nel recupero della terza giornata di serie A giocato al Ferraris e ricominciato al 28' del primo tempo dopo la sospensione di settembre per terreno di gioco impraticabile. Lazovic decide il match e porta il Grifone al decimo posto a quota 23, i viola restano settimi e si interrogano sulle discutibili scelte di Paulo Sousa.

Il tecnico portoghese infatti lascia inizialmente fuori Kalinic, il più in forma dei suoi, e Ilicic, dentro Zarate: il cambio di formazione non paga. Il Genoa domina il primo quarto d'ora fino all'intervallo e dopo essersi avvicinato al gol con Rigoni (uscita a vuoto di Tatarusanu), passa al 37' con Lazovic, a segno su cross di Ninkovic. Viola spuntati in attacco e mai pericolosi.

Ripresa, il Grifone sfiora subito il raddoppio con Simeone. Sousa ritorna sui suoi passi e al 53' toglie Milic, schierato fuori ruolo, inserendo Kalinic. I gigliati alzano il baricentro e colpiscono una traversa al 59' grazie ad una grande giocata di Zarate, anche Vecino mette i brividi a Perin due minuti dopo. Finale di marca viola, ma il fortino ideato da Juric resiste, non bastano gli ingressi di Ilicic e Tello ai toscani. Allo scadere è anzi l'undici genoano ad andare a un passo dal raddoppio con Ntcham.

FONTE: SPortal.it


I nuovi stranieri della Serie A: Darko Lazovic (Genoa)
Di Redazione - 27/07/2015 00:00

Nuovo appuntamento con la rubrica di SpazioCalcio che vi presenta i nuovi stranieri della Serie A, oggi tocca a Darko Lazovic acquistato dal Genoa.

Nome: Darko Lazovic
Data di nascita: 15 settembre 1990
Nazionalità: serba
Ruolo: centrocampista-attaccante
Costo trasferimento: parametro zero

Ripetere lo straordinario sesto posto sembra una missione quasi impossibile per il Genoa di Gian Piero Gasperini, ma i rossoblù stanno cercando di rinforzarsi il più possibile per puntare di nuovo all’Europa League, non raggiunta quest’anno soltanto per problemi burocratici. Uno dei primi colpi a livello temporale è stato Darko Lazovic, serbo arrivato a parametro zero dopo una vita alla Stella Rossa, che ha firmato un contratto quadriennale già nello scorso gennaio alla fine di una trattativa iniziata già a fine 2014. Sembra anche essere il miglior momento per acquistarlo, infatti, il serbo arriva dalla sua migliore in assoluto a livello realizzativo con ben dieci reti in trenta presenze totali che sono valse la seconda posizione alla sua squadra alle spalle del Partizan. Nello scacchiere tattico di Gasperini dovrebbe prendere il posto di Iago Falqué passato alla Roma, infatti anche se Lazovic non è mancino preferisce giocare sull’out destro. Si tratta di un giocatore tecnicamente di altissimo livello, abilissimo nel dribbling secco, lascia spesso sul posto il diretto avversario per poi mettere in mezzo palloni pericolosissimi. Non è comunque il classico giocatore fumoso che aspetta soltanto il pallone sui piedi per muoversi, difatti, è sempre puntuale anche negli inserimenti senza palla. Sarà invece da confermare anche in Serie A la sua abilità realizzativa, anche se le qualità per fare la differenza ci sono tutte. Con Diego Perotti sull’altro lato potrebbe formare un duo sugli esterni capace di mettere in crisi qualsiasi fase difensiva, garantendo assist in quantità e gol pesanti, adesso è compito di Gasperini svezzarlo nel calcio italiano per sognare di nuovo l’Europa.

FONTE: SpazioCalcio.it


4 agosto 2015 - 08:06
Focus on: Darko Lazović, nuovo idolo del Genoa
Alla scoperta dell’esterno offensivo in forza ai rossoblù

di Nello Fiorenza

Un’altra delle scommesse del presidente Preziosi da consegnare nelle mani di mister Gasperini. Talentuoso ventiquattrenne preso a parametro zero dalla Stella Rossa di Belgrado per arricchire il parterre degli esterni offensivi del Genoa. Lazović è l’arrivo più atteso, il nome che può fare gol ai tanti fantallenatori alla ricerca di un centrocampista da bonus. Titolarità: Discreto Salute: Discreto Bonus: Buono No Malus: Ottimo Lega a 8: 7° slot Lega a 10: 6° slot

Chi è Lazović? L’identikit dell’ala che segna e fa segnare
Nazionale serbo classe ’90, le referenze del giocatore sono ottime: corsa, dribbling e anche un discreto tiro dalla media distanza. La scorsa stagione è stato nominato capitano della Stella Rossa e ha chiuso la sua annata con 10 reti, quale miglior marcatore dei rossobianchi di Belgrado. Rapido e capace negli inserimenti, Lazović predilige giocare a sinistra per poi rientrare e tentare la conclusione oppure il passaggio smarcante verso i compagni. Un esterno specialista dell’assist e che fa valere la sua velocità nell’uno contro uno. Talento precoce che sembrava destinato a dover lasciare i Balcani già da ragazzino e che invece è alla prima esperienza fuori dai confini nazionali. Il Grifone lo aspetta per la sua nuova avventura

Gasperini arma un nuovo tridente
Potenzialmente un tridente nuovo di zecca quella che attende il Genoa per la stagione 2015/2016. Andati via Iago Falque e Niang, Gasperini dovrà per forza di cose inserire uno tra Gakpé – altro nuovo acquisto rossoblù – e Lazović. Se non tutti e due. Entrambi hanno gamba per reggere fisicamente il lavoro che il mister richiede agli esterni. Andranno tuttavia verificati anche i tempi di inserimento in un campionato non semplice come quello italiano. Il lavoro delle ali nel gioco gasperiano è particolare, diverso da quello richiesto in altri tridenti. Il serbo potrebbe presto ritagliarsi un ruolo di primo piano dato che le sue caratteristiche ben si adattano al gioco del Genoa – il tecnico rossoblù lo ha provato anche da trequartista alle spalle di due attaccante in un atipico cambio modulo. Al fantacalcio Lazović – che nelle liste figura centrocampista nel Classic e trequartista con l’inserimento del nuovo ruolo Gazzetta – ha le carte in regola per diventare una felice sorpresa. Sulla scia di un altro serbo, Bosko Janković, anche lui spera di diventare un esterno esplosivo per l’attacco rossoblù.

FONTE: FantaMagazine.com


Darko Lazovic, ecco chi è il nuovo acquisto del Genoa
Classe ’90, buon fiuto del gol misto a tecnica e velocità: ecco la scheda di Darko Lazovic, uno dei primi giocatori del Genoa per la stagione 2015/16.

Come in ogni sessione di calciomercato, Fantagazzetta propone le schede di tutti i nuovi calciatori che arrivano in Italia. Capire come cambia la Serie A è indispensabile, in primis per i tifosi, ma anche per i fantallenatori, che devono conoscere storia, fantascheda, statistiche e consigli per i nuovi arrivati. Ecco dunque la scheda di Lazovic proposta da Fantagazzetta.

CHI E’. Talento classe 1990 del calcio serbo, origini moraviche, passato calcistico nella famosissima Stella Rossa e qualche convocazione in Nazionale maggiore: queste in due parole, le principali informazioni su Darko Lazovic, nuovo centrocampista della squadra rossoblu, già opzionato nel mercato di gennaio, ma arrivato a Genova solo nel mese in corso, da svincolato.

IL RUOLO. In realtà ancora non si ha certezza del suo effettivo ruolo in campo, trattandosi di un centrocampista offensivo molto duttile ed abile a giocare sia come trequartista che come ala d’attacco, predilige la fascia destra, ma è abile anche nell’altra corsia laterale (come aveva detto a CG Claudio Onofri, Lazovic è destro di piede e gioca prevalentemente a destra ndrCG). Giocatori del genere piacciono molto a Gasperini che sa come farli rendere al massimo, ma il posto da titolare è strettamente condizionato dalle partenze dei big.

CARATTERISTICHE TECNICHE. Centrocampista offensivo poco più di 180 centimetri di altezza per meno di 70 kg di peso: non certo un colosso, ma proprio per questo è dotato di una buona velocità e di un ottimo scatto. Giocherà molto probabilmente come nella scorsa stagione hanno giocato Iago Falque e Perotti, ma a differenza di quest’ultimi, predilige la fascia di competenza del suo piede forte, il destro, pur essendo abile anche con l’altro piede. Buone capacità di inserimento, anche senza palla e gioco prettamente offensivo, condito da doti realizzative non da poco.

FANTACONSIGLI. E’ presto per consigliarvelo nelle vostre aste di inzio Campionato: il suo assiduo impegno in campo dipenderà molto dalle partenze dei giocatori che la scorsa Stagione han fatto felice la squadra rossoblu. Per ora possiamo solo dirvi che, se quotato tra i centrocampisti (suo collocazione più naturale), può essere un arma in più della Vostra fantasquadra, visto il suo ruolo in campo (molto vicino all’area avversaria) e le sue doti finalizzative (che però sono da confermare contro i difensori italiani).

STATISTICHE. Cresciuto nelle giovanili del Borac Cacak, squadra del suo paese natale, è passato alla prima squadra, dove in tre Stagioni, ha giocato 47 match e siglato sette reti. La svolta c’è stata nel 2009, quando la Stella Rossa, ha deciso di puntare su di lui: con i rossobianchi, ha disputato ben 6 Stagioni, giocando complessivamente 140 match, oltre 10.000 minuti all’attivo e ben 32 reti, oltre ai 27 assist che lo rendono appetibile anche per il ruolo di suggeritore per i compagni di squadra. L’avventura con la Zvezda, gli ha permesso, inoltre, sia di calcare i campi di calcio internazionali (con l’Europa League), sia di guadagnarsi la convocazione in Nazionale maggiore (dove però non ha giocato molto).

Clicca qui per leggere l’articolo su Fantagazzetta.com

pubblicato il: 23 giugno 2015

#Calciomercato: Lazovic firma con il Genoa e perde la fascia di capitano

Cresciuto nella Stella Rossa fino a conquistare la fascia di capitano, per Darko Lazovic è arrivato il momento della svolta con l’accordo siglato con il Genoa per l’arrivo in rossoblu a parametro zero a fine stagione.
Il club serbo non ha preso bene la notizia della firma del giocatore con il Grifone e ha deciso di togliergli la fascia di capitano, affidandola a Lukovic.

Il giocatore, confermando la trattativa con il Genoa, ha dichiarato di essere rimasto un po’ sorpreso dalla decisione del club e dell’allenatore, aggiungendo di rispettare la volontà della dirigenza senza alcuna polemica: “Ho un ottimo rapporto con tutti, rispetto la decisione, anche se non mi ha fatto piacere apprendere la notizia di aver perso la fascia da capitano dai media: nessuno me ne aveva parlato prima. Sono qui da tanti anni e avrei preferito saperlo direttamente dalla società”.

Secondo la stampa serba, tra le motivazioni che hanno spinto Lazovic a firmare per il Genoa ha influito la situazione economica della Stella Rossa: il club, infatti, ha un debito rilevante che si trascina da tempo nei confronti del giocatore.
Anche se l’ala destra cerca di non dare rilevanza al problema: “E’ vero, il debito è notevole ma sono consapevole della situazione difficile del club e di tutto il paese. E’ per questo che non l’ho mai citato in giudizio, anche se avrei potuto farlo”.

Per il calciatore classe ’90, quindi, si prospetta l’opportunità di rimettersi in gioco in Serie A, con la possibilità di crescere ulteriormente affidando il suo futuro al Genoa firmando un quadriennale con il club rossoblu.
goganga

pubblicato il: 27 gennaio 2015

FONTE: CanaleGenoa.it


WORLD FOOTBALL
Video: Red Star Belgrade's Darko Lazovic Hit by Flare Tossed by Red Star Fan

SEAN SWABY
APRIL 28, 2014

Pyro displays can make for some amazing scenes. Sometimes, they can act to intimidate a visiting team. Fire can also be quite dangerous.
This is an example of the latter.
When Red Star Belgrade scored against Serbian rival Partizan Belgrade on Saturday, one supporter decided to chuck his flare onto the pitch, hitting Darko Lazovic.
He appears to run off unscathed afterward.

FONTE: BleacherReport.com

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio