Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Darko LAZOVIĆ



Nato a/il:Čačak (Serbia) il 15/09/1990
Nazionalità:Serba
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2022
Ruolo:Esterno offensivo
Altezza:181 Cm
Peso:66 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2019 - 2020A-- 
Genoa2018 - 2019A33 (+1CI)3 (+0) 
Genoa2017 - 2018A21 (+3CI)0 (+0) 
Genoa2016 - 2017A33 (+3CI)2 (+0) 
Genoa2015 - 2016A15 (+1CI)0 (+0) 
Stella Rossa2014 - 2015SL28 (+2KS)10 (+0) 
Stella Rossa2013 - 2014SL145 
Stella Rossa2012 - 2013SL23 (+2KS +6EL)4 (+1 +0) 
Stella Rossa2011 - 2012SL27 (+6KS +4EL)7 (+1 +1) 
Stella Rossa2010 - 2011SL16 (+3KS)2 (+0) 
Stella Rossa2009 - 2010SL91 
Borac Čačak2008 - 2009SL28 (+5CU)3 (+1) 
Borac Čačak2007 - 2008SL143 
Giovanili Borac Čačak2004 - 2008--- 
LEGENDA: SL=Superliga (Serie A Serba), CU=Coppa UEFA, KS=Kup Srbije (Coppa di Lega Serba), EL=Europa League, CI=Coppa Italia

Darko Lazović gol iz slobodnog udarca - Zvezda Ventspils 7:0Darko, hvala ti od tvoje Crvene zvezde

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 6 Agosto 2019
...Rimasto svincolato dopo quattro stagioni in Serie A col GENOA (110 presenze e 5 gol) non ci ha pensato molto per raggiungere il 'mentore' JURIĆ all'HELLAS dopo che i due avevano lavorato bene insieme al Grifone, anche se a singhiozzo a causa degli esoneri e richiami del tecnico croato, dal 2016 a Dicembre 2018.
Darko non è certo un top player ma si sa districare bene dalla mediana in su nella posizione di esterno, predilige la fascia destra ma eventualmente può giocare anche sulla mancina, dal punto di vista tecnico può essere associato a quello che una volta veniva chiamato il tornante perchè possiede un buona velocità che può sfruttare sia negli inserimenti offensivi che nei ripiegamenti difensivi.

Da evidenziare il fatto che già conosce il credo tattico del nuovo tecnico scaligero e presumibilmente non ci metterà molto a calarsi nel ruolo che JURIĆ gli ritaglierà addosso; rovescio della medaglia il fatto che in Serie A non ha segnato molto rispetto alla Superliga dove probabilmente era maggiormente libero da alchimie tattiche: Speriamo allora che sforni assit a go-go!

GIOVANILI NEL BORAC ČAČAK, CAPITANO DEL MITICO STELLA ROSSA...
Il 14enne Darko inizia a fare sul serio nel BORAC squadra della sua città natale (Čačak è una città della Serbia centrale con poco meno di 120mila abitanti) con la quale esordisce in Superliga appena maggiorenne e dove rimane per un paio di stagioni prima che gli scout del leggendario FUDBALSKI KLUB CRVENA ZVEZDA non decidano di portarlo a Belgrado nel 2009.
Dopo un paio di stagioni di ambientamento nella capitale il 21enne LAZOVIĆ diventa prima titolare e infine pure capitano vincendo con i rossobianchi due Coppe di Lega e un campionato.
La sua stagione più produttiva a livello di goal è però anche l'ultima in Serbia perchè a Gennaio 2015, a sei mesi dalla scadenza del contratto, si accorda col GENOA per approdare in Serie A (Belgrado non la prendono bene e gli tolgono la fascia di capitano).

QUATTRO STAGIONI AL GENOA E ORA IL VERONA
Darko esordisce in Serie A alla prima di campionato quando il CFC viene sconfitto in trasferta a Palermo: Non sarà una stagione facile per mister GASPERINI che al giro di boa si troverà al quart'ultimo posto, va certamente meglio nella seconda metà di campionato quando i liguri battono l'INTER (facendo perdere al Biscione un piazzamento in Champions League) e risalgono fino a metà classifica; LAZOVIĆ va e viene dal campo e al termine della stagione raggranella 16 presenze tra campionato e Coppa Italia.
Nel 2016-17 mister JURIĆ prende il posto del suo maestro Gasp e Darko diventa inamovibile, a Dicembre segna il suo primo gol in Serie A (decisivo contro la FIORENTINA) ma il GENOA, stavolta dopo un ottimo girone d'andata in cui spicca il 3 a 1 sulla JUVENTUS, arranca nel girone di ritorno.
Il tecnico autore del miracolo CROTONE della stagione precedente viene esonerato a Febbraio ma con MANDORLINI le cose non vanno meglio così, al suo ritorno ad Aprile, JURIĆ fa appena in tempo a salvare il Grifone.
Stagione 2017-18, il tecnico croato è ancora in sella ma dura fino a Novembre prima di essere sostituito da BALLARDINI: Altra stagione in chiaroscuro per i genovesi e per Darko che conclude l'annata con 24 presenze senza mai andare a segno.
L'esterno offensivo torna in gol solo sul finire del 2018, nel frattempo l'attuale allenatore scaligero è ritornato sulla panchina del GENOA per la terza volta ma non farà in tempo a vedere il secondo e ultimo gol stagionale del serbo perchè patròn PREZIOSI nel frattempo ha già scelto PRANDELLI con il quale LAZOVIĆ rimane titolare e conclude il contratto con 34 presenze e 3 gol prima del suo arrivo da svincolato all'HELLAS.

Qui trovate la pagina Facebook ufficiale del calciatore aggiornata al 2015, questo invece il profilo Twitter anch'esso poco usato dal calciatore...

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Darko Lazović la croqueta, run and beautiful assist vs EmpoliDarko Lazovic • 2016/17 • Genoa • Best Skills, Passes & Goal

Darko Lazović
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darko Lazović (Дарко Лазовић; Čačak, 15 settembre 1990) è un calciatore serbo, centrocampista dell'Hellas Verona.

Caratteristiche tecniche
Centrocampista offensivo, destro di piede, ama giocare prevalentemente sulla fascia di competenza, ma si disimpegna in maniera efficace anche sulla corsia mancina. Oltre ad avere buone capacità di inserimento, è dotato di una buona velocità e di un ottimo scatto. Gioca prevalentemente largo a destra in attacco nel 4-3-3. Nel Genoa giocava anche come esterno di centrocampo nel 3-4-3, indifferentemente a destra o a sinistra.

Carriera
- Club
Inizia la sua carriera calcistica nel FK Borac Čačak. Pochi anni dopo viene subito notato da alcuni osservatori della Stella Rossa che lo portano a Belgrado. In sei anni di permanenza alla Stella Rossa vince due volte la Coppa di Serbia nel 2010 e nel 2012 e il campionato nel 2014. Nella stagione 2014-2015 realizza dieci reti in trenta partite fra campionato e coppa nazionale.

Arrivo in Italia al Genoa
Nel gennaio 2015 firma per il Genoa, con il trasferimento che diventa ufficiale dopo la scadenza del suo contratto con i serbi, avvenuta il 30 giugno 2015. Esordisce in Serie A il 23 agosto 2015 in occasione della sconfitta esterna per 1-0 alla prima giornata contro il Palermo.

Il 15 dicembre 2016 segna il primo gol in Serie A in maglia rossoblù, nella vittoria per 1-0 contro la Fiorentina (recupero del turno della terza giornata che era stato sospeso per pioggia). All'ultima giornata di campionato trova il suo secondo gol, nella sconfitta per 3-2 contro la Roma (inoltre gara di addio di Francesco Totti).

Il 22 dicembre 2018 torna a segnare dopo più di un anno e mezzo dall'ultima volta, nella vittoria per 3-1 contro l'Atalanta. Il 28 gennaio seguente va nuovamente in rete, realizzando un gol spettacolare da fuori area, nella partita vinta 3-1 fuori casa contro l'Empoli.

Il 14 aprile 2019 raggiunge le 100 presenze in Serie A, nel derby perso per 2-0. A fine stagione rimane svincolato.

Nazionale
Dopo aver militato nella Nazionale Under-21 del suo Paese, il 14 dicembre 2008, a soli 18 anni, fa il suo esordio nella Nazionale maggiore, in occasione della partita amichevole contro la Polonia.

Palmarès
- Club
Competizioni nazionali
   Campionato serbo: 1
      Stella Rossa: 2013-2014
   Coppa di Serbia: 2
      Stella Rossa: 2009-2010, 2011-2012

FONTE: Wikipedia.org