Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Miguel VELOSO


Nato a/il:Coimbra (Portogallo) il 11/05/1986
Nazionalità:Portoghese
Contratto:Definitivo fino al 30 Giugno 2020
Ruolo:Centrocampista
Altezza:173 Cm
Peso:71 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2019 - 2020A34 (+1CI)3 (+0) 
GenoaOtt. 2018 - 2019A21 (+1CI)0 (+0) 
Genoa2017 - 2018A22 (+1CI)1 (+0) 
Genoa2016 - 2017A23 (+2CI)0 (+1) 
Dinamo Kiev2015 - 2016PLU20 (+4KU +5CL +1SU)2 (+1 +0 +0) 
Dinamo Kiev2014 - 2015PLU14 (+5KU +9EL)1 (+2 +3) 
Dinamo Kiev2013 - 2014PLU20 (+4KU +8EL)1 (+0 +1) 
Dinamo Kiev2012 - 2013PLU24 (+1KU +10CL +2EL)2 (+1 +0) 
Genoa2011 - 2012A29 (+2CI)2 (+0) 
Genoa2010 - 2011A20 (+2CI)0 (+0) 
Sporting Lisbona2010 - Ago. 2010PL0 (+1EL)0 (+0) 
Sporting Lisbona2009 - 2010PL25 (+3TL +3TP +4CL +10EL)3 (+2 +2 +1 +3) 
Sporting Lisbona2008 - 2009PL21 (+1TL +7CL +1ST)0 (+0 +1 +0) 
Sporting Lisbona2007 - 2008PL29 (+2TL +6CL +5CU +1ST)1 (+0 +0 +0 +0) 
Sporting Lisbona2006 - 2007PL23 (+5CL)0 (+0) 
Olivais e Moscavide2005 - 2006SD287 
Giovanili Sporting Lisbona2000 - 2005--- 
Giovanili Clube Atlético e Cultural1999 - 2000--- 
Giovanili Benfica1994 - 1995--- 
LEGENDA: SD=Segunda Divisão (Serie B Portoghese), PL=Primeira Liga (Serie A Portoghese), CL=Champions League, CU=Coppa UEFA, ST=SuperTaça Cândido de Oliveira (Supercoppa di Lega Portoghese), TL=Taça da Liga (Coppa di Lega Portoghese), TP=Taça de Portugal (Trofeo Calcistico Portoghese), EL=Europa League, CI=Coppa Italia, PLU=Prem"jer-liha (Serie A Ucraina), KU=Kubok Ukraïny (Coppa di Lega Ucraina), SU=Superkubok Ukraïny (Supercoppa di Lega Ucraina)

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 20 Luglio 2019
Di indole lenta e compassata, il pupillo di JURIĆ è apparso un po' sovrappeso e un po' giù di forma ma non ha certo sfigurato alla prima uscita del VERONA nel ritiro di Primiero contro i dilettanti locali: Piede fino, ottima visione di gioco, se la condizione fisica lo sosterrà (pare che il play portoghese sia piuttosto soggetto agli infortuni) e il nuovo tecnico scaligero riuscirà a coinvolgerlo e farlo sentire parte importante del progetto scaligero, i gialloblù potrebbero avere ingaggiato un giocatore di qualità in mezzo al campo, sicuramente più in la con gli anni rispetto al desiderata GUSTAFSON ma altrettanto rapido (nel senso che anche VELOSO non è mai stato un fulmine di guerra) e probabilmente più forte dal punto di vista tecnico...

GIOVANE STELLA DAL BENFICA ALLO SPORTING
Partito dalle fila del BENFICA all'età di 8 anni, lascia le Águias dopo 5 annate per approdare al CLUBE ATLÉTICO E CULTURAL (società satellite dello SPORTING) e sbocciare 14enne coi Leões Verde e Brancos che lo inseriscono definitivamente nelle giovanili dove quattro anni più tardi, con Paulo BENTO in panchina, vince il campionato nazionale di categoria (e incrocia un giovanissimo Cristiano RONALDO).
Divenuto professionista nel 2005-06 viene girato in prestito all'OLIVAIS E MOSCAVIDE che milita nella C portoghese e si distingue insaccando ben 7 gol in 28 presenze.
Tornato allo SPORTING, trova ancora l'ex tecnico delle giovanili BENTO che nel frattempo ha fatto carriera e ora dirige la prima squadra e lo inserisce spesso da titolare in difesa; lo spostamento verso la mediana avverrà per Miguel (Luis Pinto) solo dal 2006-07 quando giocherà spesso in coppia con João MOUTINHO ed è da quella data che la crème della Premier League si interessa a VELOSO partendo dl MANCHESTER UNITED e, passando per l'ARSENAL, arrivare al TOTTENHAM ma il giocatore rimane in pianta stabile allo SPORTING anche in Europa sino all'estate del 2010 quando, fra i tre litiganti FIORENTINA, ARSENAL e MILAN, a spuntarla è il GENOA che ingaggia il regista dai piedi di velluto per una cifra totale di circa 9 milioni, il cartellino di ZAPATER e il 20% su un'eventuale rivendita.

IN SERIE A COL GENOA
La prima stagione col Grifone è un mezzo fiasco nonostante la rosa, oltre al neoarrivato VELOSO, conti altri nomi importanti come ad esempio Luca TONI ma anche EDUARDO e RAFINHA: GASPERINI viene esonerato dopo 10 partite, patròn PREZIOSI non risparmia al play frustate verbali ('Non ha ancora capito cosa significa giocare a Genova', 'meglio asini che corrono che cavalli fermi, qui non si fanno passeggiatine e tocchetti, anche se si è nazionali. Stiamo soffrendo a centrocampo: o si svegliano i nostri o si cambia') e anche la stampa locale infierisce (il Secolo XIX 'vis pugnandi da aumentare, peso da diminuire'); con l'arrivo di BALLARDINI Miguel finisce in panca a Gennaio.
Nella seconda stagione in Liguria il giocatore sembra offrire prestazioni di livello più elevato con MALESANI in panca e una forma ritrovata (ad inizio stagione confida a Repubblica 'Il segreto del mio successo? Semplice: 10 chili in meno') ma è un fuoco di paglia e sul finale di campionato il portoghese cala nettamente insieme ai compagni, la piazza è in subbuglio (gli ultras interrompono la partita contro il Siena e invitano i giocatori a togliersi la maglia) e anche se il GENOA si salva VELOSO, che nella sua nazionale brilla anche agli Europei, viene bersagliato dalle critiche.

QUATTRO STAGIONI ALLA DINAMO KIEV
Terminato il campionato europeo in Polonia-Ucraina nell'estate 2012, dove il PORTOGALLO si ferma solo in semifinale con la SPAGNA (che poi batterà proprio l'ITALIA di mister PRANDELLI in finale), Miguel viene ingaggiato con un quadriennale dalla DINAMO KIEV per 7 milioni di Euro + 1 e mezzo di bonus vari.
Con gli ucraini 127 presenze e 14 gol in un quariennio ma soprattutto due coppe di lega e due vittorie in campionato ma il 30 Giugno 2016, a poco più di 30 anni, VELOSO rimane senza contratto.

RITORNO AL GENOA
L'8 Luglio seguente Miguel ottiene il permesso di allenarsi col GENOA nel ritiro austriaco di Neustift im Stubai ma, come non manca di sottolineare la società, si tratta soltanto di un’opportunità per allenarsi e non di un ritorno in pianta stabile con tanto di tesseramento. Mister JURIĆ intanto preme per un suo rinnovo... Che avviene prontamente alla fine di Luglio a poco più di tre settimane dal suo secondo arrivo in rossoblù: Il giocatore firma un biennale.
Svincolatosi ancora il 30 Giugno 2018 torna ad essere un giocatore del Grifone ad Ottobre, il resto è storia recente: Altro svincolo e a 33 anni nuova avventura insieme a JURIĆ in gialloblù.

Qui trovate il profilo Instagram ufficiale del calciatore che ha un altro account ufficiale su Facebook.
Questo è invece l'account Twitter (ma l'ultimo aggiornamento risale a più di tre anni fa).

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Miguel Veloso - Portuguese Genius

Miguel Veloso
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Miguel Luis Pinto Veloso, noto semplicemente come Miguel Veloso (Coimbra, 11 maggio 1986), è un calciatore portoghese, centrocampista del Verona.

Biografia
È figlio dell'ex calciatore António.
È sposato con Paola Preziosi, figlia di Enrico Preziosi presidente e proprietario della squadra di calcio italiano del Genoa.
Il 12 settembre 2016 nasce il loro primo figlio, Leonardo.

Caratteristiche tecniche
Regista di centrocampo mancino, forte fisicamente e bravo tecnicamente, è dotato di buona visione di gioco.

Carriera
- Club
In Portogallo
Comincia la sua carriera calcistica con il Clube Atlético e Cultural, una società giovanile di Lisbona.
Nel 2000, quattordicenne, si trasferisce allo Sporting Lisbona; con la squadra giovanile guidata da Paulo Bento vince il campionato nazionale di categoria nella stagione 2004-2005.
Nel 2005, divenuto professionista, viene girato in prestito all'Olivais e Moscavide, squadra di terza serie portoghese, con la quale colleziona 28 presenze e 7 reti in campionato.
Nel 2006 viene richiamato allo Sporting da Paulo Bento, divenuto nel frattempo l'allenatore della prima squadra. Nella stagione 2006-2007 è spesso titolare in difesa, mentre a partire dall'annata seguente va a formare la coppia del centrocampo bianco-verde insieme a João Moutinho.

Genoa
Il 30 luglio 2010 lo Sporting Lisbona, attraverso il proprio sito ufficiale, ne comunica la cessione al Genoa in cambio di Alberto Zapater (valutato 2 milioni di euro) più un conguaglio economico di 9 milioni; il calciatore portoghese firma un contratto da 1,5 milioni di euro a stagione e sceglie la maglia numero 42. Il 27 febbraio 2011, durante la partita di Serie A contro il Catania, sbaglia un calcio di rigore che poteva risultare il suo primo gol nella massima serie. Il 20 marzo seguente, durante la partita giocata allo Stadio Dall'Ara contro il Bologna, è costretto al cambio e ad un periodo di stop di circa un mese e mezzo. Torna in panchina l'8 maggio 2011, in occasione del derby contro la Sampdoria vinto per 2 a 1 dal grifone. Torna in campo, invece, il 14 maggio seguente, durante la penultima giornata di campionato giocata allo Stadio Olimpico di Roma contro la Lazio (4-2), subentrando nel corso del secondo tempo. Termina la stagione 2010-2011 con 22 presenze, di cui 20 in campionato e 2 in Coppa Italia.
L'11 settembre 2011, durante la seconda giornata del campionato 2011-2012 (prima partita effettiva a causa dello sciopero indetto dall'AIC) giocata contro l'Atalanta e terminata sul punteggio di 2-2, segna il suo primo gol in Serie A. In totale, in questa stagione, disputa 29 partite in Serie A ed altre 2 in Coppa Italia, segnando 2 reti.

Dinamo Kiev
Il 4 luglio 2012, tramite un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito, la Dinamo Kiev annuncia l'acquisizione di Miguel Veloso per 7 milioni di euro più 1,5 milioni di bonus. Il calciatore portoghese firma un contratto quadriennale fino al 30 giugno 2016 con la società ucraina.
Il 18 settembre segna la prima rete con la maglia della Dinamo nella prima partita del gruppo A di Champions League persa dalla squadra ucraina per 4-1 al Parco dei Principi contro i padroni di casa del Paris Saint-Germain. Tre settimane dopo, il 7 ottobre, segna nei minuti di recupero la sua prima rete in Prem'er-Liha nella trasferta persa dalla Dinamo contro il Dnipro con il risultato di 2-1. Conclude la prima stagione in Ucraina con 24 presenze in campionato e due gol.
Dal 30 giugno 2016 rimane senza squadra essendo terminato il contratto con la società ucraina, dopo quattro stagioni con 112 presenze e 10 gol.

Ritorno al Genoa
L'8 luglio si aggrega al ritiro del Genoa a Neustift im Stubaital (Austria) dopo aver rifiutato il suo trasferimento al Monaco. Il 30 luglio decide di firmare per i rossoblù tornando così ufficialmente al Genoa dopo i quattro anni passati in Ucraina. Fa il suo esordio stagionale il 12 Agosto 2016 nel terzo turno di Coppa Italia contro il Lecce segnando anche il suo primo gol e contribuendo alla vittoria finale per 3-2 e al passaggio del turno. A causa di un paio di infortuni nel girone di ritorno, chiude la stagione con sole 23 presenze.
Il 29 aprile 2018 torna al gol in Serie A, siglando il gol nella sconfitta per 3-1 contro l'Atalanta. A fine stagione si svincola.
Il 19 ottobre 2018 torna tuttavia alla squadra rossoblu per la terza volta. Torna a giocare nella partita persa contro il Milan per 2-1 del 31 ottobre seguente (recupero della prima giornata), subentrando a Romulo.

Hellas Verona
Rimasto svincolato, il 20 luglio 2019 si trasferisce al Verona dove firma un contratto annuale. Il 25 agosto, nel debutto in campionato con gli scaligeri segna su punizione il gol del pareggio al Bologna. Il 21 settembre segna contro la Juventus con un calcio al volo all'incrocio dei pali da 25 metri. Il 29 giugno 2020 prolunga per un'altra stagione con il club veneto.

- Nazionale
Nel 2003, con la nazionale Under-17, vince da capitano il campionato europeo di categoria disputato proprio in Portogallo. Continua il suo cammino con le nazionali giovanili con delle convocazioni in Under-19 e, di seguito, per l'Under-21, partecipando, con quest'ultima, all'Europeo del 2007.
Esordisce in nazionale maggiore il 13 ottobre 2007, in occasione della partita giocata contro l'Azerbaigian; nel 2008, invece, viene convocato per la fase finale di Euro 2008, scendendo in campo nel terzo incontro del girone contro la Svizzera. Il 14 ottobre 2009, nella gara di qualificazione al Mondiale 2010 contro Malta, segna il suo primo gol in nazionale. Nel 2010, dopo aver terminato al secondo posto del gruppo 1, partecipa alla fase finale dei Mondiali 2010 in Sudafrica, scendendo in campo negli ultimi minuti della seconda e della terza partita della fase a gironi.
Il 15 novembre 2011, durante i play-off di qualificazione all'Europeo 2012, segna il suo secondo gol (il momentaneo 5-2) con la maglia della nazionale nella partita giocata contro la Bosnia ed Erzegovina, match terminato sul punteggio di 6-2 per i lusitani. Durante la fase finale, che vede il Portogallo eliminato in semifinale dalla Spagna dopo i tiri di rigore, Veloso disputa tutti match.

Palmarès
 - Club
   Competizioni nazionali
      Coppa del Portogallo: 2
         Sporting: 2006-2007
         Sporting: 2007-2008

      Supercoppa di Portogallo: 2
         Sporting: 2007
         Sporting: 2008

      Coppa d'Ucraina: 2
         Dinamo Kiev: 2013-2014
         Dinamo Kiev: 2014-2015

      Campionato ucraino: 2
         Dinamo Kiev: 2014-2015
         Dinamo Kiev: 2015-2016


Miguel Veloso
From Wikipedia, the free encyclopedia

This name uses Portuguese naming customs. The first or maternal family name is Pinto and the second or paternal family name is Veloso.

Miguel Luís Pinto Veloso (Portuguese pronunciation: [miˈɣɛɫ ˈlwiʃ ˈpĩtu vɨˈlozu]; born 11 May 1986) is a Portuguese professional footballer who plays for Italian club Hellas Verona. Mainly a defensive midfielder, he can also operate as an attacking left back.
He started his career with Sporting, for which he appeared in 165 games all competitions comprised, and also spent two years with Genoa before joining Dynamo Kyiv in 2012. After winning four domestic honours in Ukraine, he returned to Genoa in 2016.
A full international since 2007, Veloso earned over 50 caps for Portugal, appearing at two World Cups and as many European Championships.

Club career
Born in Coimbra, Miguel Veloso started his football career at S.L. Benfica, but was rejected for being slightly overweight at the time, entering Lisbon neighbours Sporting CP's youth system at the age of 14. There, he was promoted to the first team for the 2004–05 pre-season, which took place mainly in England; he started out as a central defender.

In order to give him more playing time, Sporting loaned Veloso to C.D. Olivais e Moscavide in the third division, and he helped them promote to the second level with a career-best seven goals. As a result, he was recalled by the Lions – though it appeared difficult for him to grab a place in the starting team, because of the presence of players with much more experience such as Ânderson Polga, Tonel, Marco Caneira or Custódio – and ended up playing 23 Primeira Liga matches during the campaign as his team (again) finished second. He was equally impressive in his debut in the UEFA Champions League, a 1–0 home win against Inter Milan where he stopped Patrick Vieira and Luís Figo from playing effectively, earning Man of the match accolades in the process.

In 2007–08, Veloso was ever-present in Sporting's central midfield, alongside fellow youth graduate João Moutinho. The club again lost the league to FC Porto, and the same befell in the following season, with the player being involved in some run-ins with manager Paulo Bento; in the previous off-season and following January transfer window, he attracted interest from several Premier League sides, but nothing materialized.

Veloso helped Sporting reach the last-16 in the 2009–10 UEFA Europa League, after scoring in both legs of the 4–2 aggregate win against Everton;[10][11] the club could only, however, finish fourth in the domestic league.

On 30 July 2010, Veloso was sold to Genoa C.F.C. in Italy. On 4 July 2012 he moved teams and countries again, signing a four-year contract with FC Dynamo Kyiv in the Ukrainian Premier League.

On 31 July 2016, after 127 games across all competitions (14 goals) and four major titles, including the double in the 2014–15 campaign, 30-year-old Veloso returned to Genoa. He left the Stadio Luigi Ferraris two years later, but returned shortly after agreeing to a new deal.

On 20 July 2019, Veloso signed with Hellas Verona a one year contract.

FONTE: Wikipedia.org

Miguel Veloso ● Sporting CP ● All 13 GoalsMIGUEL VELOSO ● Génova ● Goals & Skills