Header ADS

Le schede di B/=\S: RÔMULO Souza Orestes Caldeira


Nato a/il:Pelotas (Brasile)
il 22/05/1987
Nazionalità:Brasiliana e Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2019
Ruolo:Difensore/Centrocampista
Altezza:178 Cm
Peso:72 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
SquadraStagioneSeriePartiteGoal
Hellas Verona2017 - 2018A37 (+3CI)3 (+0)
Hellas Verona2016 - 2017B39 (+2CI)4 (+0)
Hellas Verona2015 - 2016A9 (+1CI)0 (+0)
Juventus2014 - 2015A40
Hellas Verona2013 - 2014A336
Fiorentina2012 - 2013A202
FiorentinaGiu. 2011 - 2012A100
Atletico ParanaenseGiu. 2011CB SA50
CruzeiroSet. 2010 - Mag. 2011CB SA161
Santo André2010 - Ago. 2010CB SB10
Santo André2009 - 2010CB SA221
Chapecoense2009CB SC--
Metropolitano2008?--
Juventude2007CB SA--
Duque de Caxias2007CB SB--
LEGENDA: CB SA=Campeonato Brasileiro Série A (Serie A Brasiliana), CB SB=Campeonato Brasileiro Série B (Serie B Brasiliana), CB SC=Campeonato Brasileiro Série C (Serie C Brasiliana), CI=Coppa Italia

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 15 Agosto 2013
Se nella vita di ogniuno esiste una parola magica, quella di ROMULO deve per forza essere eccletismo! D'altronde unendo voglia di arrivare e mezzi tecnici rimangono solo da aspettare gli inevitabili tempi di ambientamento legati anche all'intelligenza tattica e poi, uno che sa veramente giocare a calcio, può giocare in ogni zona del campo.
Facile a scriversi, molto meno da mettersi in pratica ma il signor Souza Orestes Caldeira, nato in Brasile ma con doppia nazionalità avendo radici italiche, c'è riuscito alla grande se è vero (com'è vero) che partendo dalla difesa è stato impiegato proficuamente in mediana e negli ultimi tempi anche come esterno d'attacco, preferibilmente a destra ma all'occorrenza anche dalla parte opposta: Una nuova freccia per l'arco di mister MANDORLINI che sicuramente apprezzerà e sfrutterà appieno (anche se il terzino brasiliano sembra molto più a suo agio nell'offendere che nel difendere)...


DUE ANNI DI SERIE MINORI POI IL SANTO ANDRÈ
ROMULO conosce il calcio 'serio' relativamente tardi: A 20 anni, quando le 'stelle' sue connazionali fanno già parlare di sè da tempo in Nazionale e nei desideri dei maggiori club europei, il calciatore nato a Pelotas frequenta il calcio minore verdeoro con CAXIAS, JUVENTUDE, METROPOLITANO e CHAPECOENSE.
La grande occasione arriva nel 2009 quando il SANTO ANDRÈ, appena promosso nella Serie A brasileira, lo chiama a difendere la categoria: La 'mission' fallisce ma ROMULO attira le attenzioni del CRUZEIRO di Belo Horizonte con il quale disputa 16 gare nella stagione successiva e segna un gol arrivando 4° nel Campeonato Brasileiro Série A 2010.
Nemmeno il tempo di ambientarsi ed è già tempo di cambiare casacca ecco l'ambizioso ATLETICO PARANENSE di Curitiba che fino a Giugno del 2011 lo fa giocare col contagocce: Solo 6 le presenze per il calciatore 'venuto dal basso'...

CON LA FIORENTINA INIZIA L'AVVENTURA ITALIANA...
Gli emissari viola convincono i dirigenti brasiliani il 29 Giugno del 2011 con due milioni e mezzo, al difensore un ricco quadriennale ma ROMULO non è ritenuto un titolare fisso ne da Sinisa MIHAJLOVIC prima ne da Delio ROSSI poi: I viola concludono il campionato con un 'misero' 13° posto ed il neogialloblù si deve accontentare di 10 presenze nella sua prima stagione italiana.
Con l'arrivo in panchina dell'ambizioso MONTELLA, la FIORENTINA si riscatta alla grande e anche le presenze di ROMULO raddoppiano: Il brasiliano non è una prima scelta ma si rivela utile in ogni zona del campo, segna il suo primo gol in Serie A e ad Aprile fa vincere i 'gigliati' per 4 a 3 contro il TORINO.

In questo calciomercato ROMULO viene ritenuto di troppo dal tecnico di Firenze che lo lascia al VERONA in prestito con diritto di riscatto; nella città di Giulietta & Romeo il difensore ritroverà TONI suo compagno in viola nel 2012 2013.
Qui trovate una pagina Facebook dedicata al calciatore ma questa è quella ufficiale; qui invece il profilo twitter.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =


  • Quasi gol ma meraviglioso lo stesso... Col BRESCIA all'ottava di andata un numero incredibile del brasiliano: Slalom clamoroso 'versione GARRINCHA': Il brasiliano supera COLY in tunnel poco dopo la linea di mezzeria, poi passa tra BUBNJIC e BISOLI completamente disorientati dal suo estro... Fatto fuori anche LANCINI RÔMULO si trova a tu per tu con MINELLI in posizione leggermente decentrata ma il suo tocco morbido sbatte sul palo! Peccato ma che spettacolo...
  • Col VERONA son tornato a correre ma ero ad un passo dal ritiro! Così il jolly di fascia destra brasiliano dopo due anni di sofferenze ed il ritorno ai livelli ai quali l'avevamo conosciuto alla prima stagione di HELLAS 'Alla JUVE è stata dura, piangevo ogni sera che tornavo a casa... Non riuscivo a liberarmi dal dolore, poi hanno scoperto un problema alla testa del femore e, curato quello, il resto è andato sempre meglio. Ora sono felice e voglio riconquistare la Nazionale con la maglia gialloblù! Impossibile tornarci dalla B? Ho imparato che se ci credi puoi fare tutto'
  • ROMULO festeggia la 100esima presenza in gialloblù proprio nel derby di Coppa Italia col CHIEVO superato ai rigori dall'HELLAS!
  • Rivincita con la Nazionale azzurra 'Se penso mai a quella maglia azzurra persa a causa dell'infortunio? Guarda... Sette anni fa vivevo rivendendo profumi, non avevo nemmeno una squadra e mia madre non possedeva una casa... Parlare di Nazionale mi sembra ancora incredibile e comunque si, mi impegno ogni giorno a fondo per tornare ai livelli di prima' così risponde il jolly scaligero a una domanda di Gianluca Vighini e successivamente rivela a Gianluca Tavellin come, dopo l'annata-rivelazione 2013-14, è stato vicino a smettere l'anno scorso a seguito del terzo intervento chirurgico per ridurre la dolorosa pubalgia a causa della quale ha giocato solo 500 minuti in due stagioni...
  • Tragedia CHAPECOENSE, il ricordo di ROMULO ex della squadra brasiliana distrutta dal disastro aereo a Medellin 'Il mio procuratore ha sentito il papà di Winck che ci ha riferito che Claudio sta bene ma è molto triste e scosso per i suoi compagni e i familiari delle vittime. Nenem, Nivaldo e Winck li conosco bene e si sono salvati perché non convocati. Io ho giocato nella Chapecoense nel 2009, conoscevo tanti di quelli che erano a bordo dell’aereo, non solo calciatori, ma anche alcuni tra dirigenti e giornalisti.
    Una tragedia tremenda, ricordo molto bene quando ho giocato lì e con molti di quei ragazzi abbiamo conquistato la finale del campionato Catarinense. Non ho sentito nessuno della società anche perché il 99% era a bordo dell’aereo. Prego per i familiari delle vittime. La Chapecoense gioca in Serie A brasialiana e mi ricorda il Verona, anche se più piccola per storia e blasone, sono organizzati e hanno una tifoseria fantastica, sempre molto presente. È entrata nella storia del calcio brasiliano perché avevano appena conquistato una finale molto ambita nonostante non fosse tra le società brasiliane più importanti. Mi sono trovato davvero molto bene. Oggi è un giorno triste
    '


  • Rinnovo fino al 2019 per ROMULO che, ristabilitosi appieno dopo due stagioni di gran sofferenza, è tornato a fare la differenza in mezzo al campo e non solo! Colpaccio che il patròn SETTI commenta così 'Siamo molto felici di poter annunciare questo rinnovo. Si tratta di un calciatore che sta dimostrando sul campo le sue indubbie qualità e di un uomo che ha voluto fortemente continuare la sua avventura con i nostri colori. Ora guardiamo avanti, per raggiungere insieme i nostri obiettivi comuni' ovviamente felicissimo anche il brasiliano che ringrazia tutti via twitter 'Voglio ringraziare Dio per questo rinnovo e soprattutto per la guarigione, grazie anche a tutte le persone che mi hanno sostenuto nei momenti più difficili (specialmente Pamela mia moglie)!!! Grazie Presidente, direttore, staff ed Alex (fratellone)!!! Insieme raggiungeremo i nostri obbiettivi!!!'. Pochi giorni dopo TGGialloBlù svela i dettagli dell'accordo: Il contratto del giocatore sarà di 700mila Euro a stagione in cadetteria per il 2016-17 poi, in caso di promozione, tornerà a 1,2 milioni com'era prima; nel caso i gialloblù non venissero promossi il brasiliano si libererebbe (più o meno) gratuitamente...
  • Forza IONITA! ROMULO fa gli auguri di pronta guarigione all'ex compagno moldavo vittima della frattura scomposta del perone, questo il messaggio via social 'Forza amico mio, sei un guerriero e tornerai molto più forte di prima!!!! Questi mesi passeranno in fretta!!!! So cosa significa stare fuori a lungo, non é facile, ma poi torniamo più forti come professionisti ma soprattutto come uomini!!!'
  • ROMULO rivede i compagni ed il campo a Gennaio ma perché torni a disposizione della squadra passa un altro mese buono poi, prima della gara contro la FIORENTINA a metà Marzo, tra squilli di trombe annuncia: 'Sono pronto! Ho passato un calvario ma finalmente sono guarito e tornerò quello di prima...' ma il giorno dopo, sembra a causa di un semplice affaticamento muscolare (sperando che sia solo quello), il calciatore si ferma ancora
  • Firmino perde una buona occasione per starsene zitto! Aldilà dell'antipatia dimostrata verso piazza e società nel momento del passaggio dalla FIORENTINA all'HELLAS, l'agente del giocatore dimostra ancora una volta di parlare a vanvera dopo aver dichiarato che ROMULO è pronto a scendere in campo e invece, come lo stesso giocatore ammette ad Ottobre 2015, dovrà passare almeno un altro mese buono...
  • Dopo un altro intervento chirurgico e un lungo stop, a fine Ottobre secondo Firmino l'agente di ROMULO, il giocatore sarebbe pronto al rientro ma la sensazione è che, come altre volte, parli parli senza dire niente...
  • Inaspettata ricaduta o forse risalita mai davvero cominciata dal momento che, come fulmine a ciel sereno, arriva la notizia che il convalescente ROMULO, che pochi giorni prima aveva rilasciato un'intervista in cui aveva lasciato intendere di essere sulla via della piena guarigione ('Mi manca solo minutaggio in campo' aveva detto alla radiotrasmissione 'Fuorigioco').
    In realtà dovrà tornare in Brasile per ulteriori visite sugli infortuni che dalla fine della stagione 2013-14 ne pregiudicano l'impiego: La notizia lascia di sasso tifosi e addetti ai lavori che non vedono l'ora di rivederlo in campo al meglio...


  • Non riscattato dalla JUVENTUS dopo un'annata piagata dagli infortuni a causa della quale non ha raggiunto nemmeno lontanamente la quantità di presenze che sarebbero state necessarie per il riscatto obbligatorio da parte dei bianconeri, l'HELLAS si ritrova con una minusvalenze di circa 3 milioni (4 per riscattare il giocatore dalla FIORENTINA meno 1 pagato dalla 'Vecchia Signora' per il prestito) ed il giocatore praticamente senza mercato: Situazione davvero ingarbugliata da risolvere per i gialloblù che ben difficilmente potranno sostenere l'ingaggio di ROMULO per tutta un'altra stagione ma il mercato è ancora agli inizi...
  • La pubalgia non da tregua a ROMULO che deve operarsi; l'intervento verrà eseguito a San Paolo del Brasile e verrà seguito dallo staff medico scaligero...
  • Si può dare di più? A Torino in bianconero, il brasiliano non sta vivendo una grande annata e a fine Novembre, complice qualche infortunio di troppo ed un difficile ambientamento, ha messo insieme solo 3 presenze tra Campionato e Champions League! Un po' poche considerato che il suo riscatto diventerà obbligatorio solo se scenderà in campo in almeno il 60% delle gare dei bianconeri (e al momento si è intorno al 20%)...
  • Sedotto e... Abbandonato! Mister PRANDELLI dopo aver tenuto il jolly brasiliano sulla corda per una maglia azzurra ai mondiali lo ha escluso nonostante l'importante defezione di MONTOLIVO in mediana: Decisione che fa sensazione quella del cittì (anche se in realtà il giocatore ammette di essersi autoescluso) e che lascia alla tifoseria scaligera molto amaro in bocca dopo che ROMULO si era risparmiato le fatiche delle ultime gare di campionato per essere al meglio a Coverciano... Anche mister MANDORLINI esalta il gesto del giocatore 'Altro che giocare al risparmio! Era un po' che non stava bene...'
  • Preconvocazioni mondiali 2014 in Brasile, nel listone dei 30 preconvocati c'è anche Romulo!
  • ...Ad Aprile arriva la prima chiamata azzurra per il brasiliano naturalizzato che potrà essere utile al cittì Cesare PRANDELLI in più di un ruolo! Per ora è solo un test a Coverciano il 14-15 aprile insieme ad altri 42 calciatori ma le potenzialità di ROMULO nel far parte della squadra che parteciperà ai mondiali in Brasile non sono poche
  • ROMULO e l'HELLAS, numeri record! Una stagione da incorniciare quella del jolly brasiliano con il VERONA! Ecco, a fine Febbraio, i numeri che parlano di 5 gol e 8 assist...
  • Quella frase antipatica dell'agente Adriano Di Vittorio che a CalcioMercato.com dichiara 'Il Verona può riscattarlo solo con la volontà del ragazzo, al momento è da escludere questa ipotesi', oltre che essere irriverente è pure falsa perchè il VERONA ha un contratto chiaro con la FIORENTINA (attuale proprietaria del cartellino del giocatore che a sua volta ha firmato un contratto fino a Giugno 2015 con i viola) grazie al quale può riscattare la metà di ROMULO ad un prezzo già fissato di poco sotto ai 2 milioni di Euro dopodichè è chiaro che la volontà del giocatore conterà eccome perchè in nessuna azienda conviene tenere un dipendente insoddisfatto ma in futuro, chiunque sia interessato ad ingaggiare il giocatore dovrà parlare anche con i gialloblù checchè ne dica il signor Di Vittorio...


  • Il 'Brutto Anatroccolo' com'era soprannominato da alcuni tifosi viola che vedevano quasi con tenerezza ROMULO impegnarsi al massimo per raggiugere i livelli tecnici dei compagni senza arrivare mai: Tanta corsa, tanto impegno ma mezzi tecnici scarsi, commentano su firenzeviola.it, tanto da far dubitare sulle sue origini brasiliane... Nonostante questo, la partenza del terzino destro evolutosi in jolly, ha lasciato a Firenze un po' di amaro in bocca fra quelli che vedevano il calciatore in crescita dopo due anni in viola...
  • Due gol in Serie A, tra le tante doti Souza Orestes Caldeira non può certo vantare il fiuto del gol ma nel massimo campionato italiano ha rotto il ghiaccio in INTER 2-1 FIORENTINA del 30 Settembre 2012; il 21 Aprile dell'anno successivo mette a segno il decisivo 4 a 3 all'Artemio Franchi che vale la vittoria sul TORINO
  • 'Mi ricorda CAFU...' - diceva l'ex CT verdeoro (ed ex mediano all FIORENTINA) Carlos DUNGA - 'È in grado di raggiungere facilmente il fondo e mettere in mezzo cross precisissimi'
  • ROMULO e l'arte dell'ecclettismo, cresciuto come difensore nei campetti del calcio minore brasiliano, l'ex FIORENTINA è diventato via via un jolly: Dotato di buona corsa e mezzi tecnici all'altezza è stato impiegato come esterno d'attacco alla sua prima stagione italiana per poi essere impostato da MONTELLA come interno di centrocampo ruolo che dovrebbe coprire prevalentemente anche nell'HELLAS...
  • Primi calci tra gioia e... Povertà! così ROMULO alla Gazzetta dello Sport «A sei anni volevo già diventare calciatore, a 13 sono andato via di casa. Giocavo a Caxias, lontana 130 chilometri, ed era molto difficile: non c’era un bel letto, la coperta era solo una e la squadra a volte non ci dava neanche il cibo. Nei weekend liberi, non potevo tornare: non avevo i 10 euro per il viaggio. A 17 anni prendevo l’equivalente di 250-300 euro. Poi, quando avevo più bisogno, mi hanno licenziato dicendo che non avevo le qualità per fare il calciatore. A vent’anni ero senza squadra, senza procuratore, senza tutto»


Rômulo Souza Orestes Caldeira
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rômulo Souza Orestes Caldeira, noto più semplicemente come Rômulo (Pelotas, 22 maggio 1987), è un calciatore brasiliano, centrocampista dell'Hellas Verona, in prestito dalla Fiorentina.

Biografia
Ha il doppio passaporto avendo genitori di origini italiane.

Caratteristiche tecniche
Ha giocato prevalentemente come terzino destro, ma può essere impiegato anche sulla fascia sinistra. Ha un'ottima corsa, una discreta tecnica e sa curare bene anche la fase difensiva. Nel corso della preparazione estiva 2011 di Cortina d'Ampezzo è stato più volte provato anche come esterno d'attacco. Durante il ritiro 2012 di Moena ha cominciato ad essere impiegato anche nel ruolo di interno di centrocampo, risultando un vero e proprio jolly.

Carriera
- Club
Le stagioni in Brasile
Dopo aver militato nelle serie minori brasiliane con le maglie del Caxias, del Metropolitano e della Chapecoense con una breve esperienza alla Juventude, nel 2009 fa il suo esordio nella Série A brasiliana con il Santo André. Nel 2010 approda al Cruzeiro dove disputa 16 partite segnando un gol. Nel 2011 passa in prestito ad un'altra importante squadra brasiliana, l'Atlético Paranaense, dove rimane fino a giugno.

Fiorentina
Il 29 giugno 2011 viene acquistato dalla Fiorentina per una cifra intorno ai 2,5 milioni di euro, con cui firma un contratto quadriennale. Esordisce in Serie A il 21 settembre in Fiorentina-Parma (3-0), subentrando al 74' ad Alessio Cerci.
Il 30 settembre del 2012, alla sesta giornata del campionato successivo, mette a segno a San Siro il suo primo goal in Serie A nella sconfitta per 2-1 contro l'Inter. Il 21 aprile 2013 Romulo realizza il secondo gol in maglia viola, segnando il gol decisivo del 4-3 contro il Torino.

Verona
Il 14 agosto 2013 passa in prestito con diritto di riscatto della metà all'Hellas Verona. Esordisce col club scaligero il 17 agosto 2013 nella partita di Coppa Italia Palermo-Verona (0-1), subentrando nel secondo tempo a Jacopo Sala. Il 15 settembre mette a segno il primo gol con la maglia gialloblu durante la vittoria casalinga per 2-0 sul Sassuolo.
Il 14 luglio 2014 il Verona riscatta l'intero cartellino del giocatore dalla Fiorentina, per 3,5 milioni di euro.


Prestito alla Juventus
Il 2 agosto 2014 passa alla Juventus in prestito oneroso ad un milione di euro con diritto di riscatto fissato a 6 milioni, che diventerà obbligatorio se, nel corso della stagione, il giocatore avrà disputato almeno il 60% delle gare ufficiali. Decide di indossare la maglia numero 2. Il 16 settembre seguente esordisce con la nuova maglia, subentrando a Stephan Lichtsteiner nel match di Champions League vinto per 2-0 contro il Malmö allo Juventus Stadium. Questa partita segna anche il suo debutto nelle coppe europee. Il 20 settembre fa il suo esordio stagionale in campionato, nella vittoria per 1-0 sul campo del Milan. È costretto a saltare il resto della prima parte di stagione a causa di continui problemi agli adduttori. Nel mese di dicembre decide di operarsi ed è così costretto ad uno stop di tre mesi. Torna in campo il 9 maggio 2015, nel pareggio casalingo per 1-1 contro il Cagliari. In seguito alla partita contro l'Inter del 16 maggio (2-1), è vittima di una lesione al retto femorale della coscia sinistra, che lo costringe a chiudere anzitempo la stagione. Il giocatore termina la sua prima annata alla Juventus disputando solo cinque partite tra campionato e coppe, senza mai andare a segno. Al termine della stagione la Juventus decide di non esercitare il diritto di riscatto ed il giocatore fa quindi ritorno al Verona.

Ritorno al Verona
Nella stagione 2015-2016 gioca poche partite a causa dei numerosi problemi fisici che lo affliggono dove tuttavia racimola in campionato solamente 9 presenze. Con la retrocessione a fine stagione in Serie B del Verona, arriva nel settembre 2016 il rinnovo di contratto con gli scaligeri prolungando fino al giugno 2019. Il 1º maggio 2017 è decisiva al 90+5 la sua rete nella vittoria interna per 3-2 nel derby veneto disputato sotto la pioggia al Bentegodi, contro il Vicenza. Tuttavia durante l'intera stagione riesce a giocare con più continuità con i gialloblu, contribuendo notevolmente alla promozione dei veneti dopo solamente un anno, nella massima serie.
Il 16 ottobre seguente, segna la rete della vittoria nella partita vinta in casa per 1-0 contro il neo-promosso Benevento.
Il 31 marzo 2018, nella sconfitta di 3-0 in trasferta contro l'Inter, disputa l'ultima parte della partita in porta dopo l'espulsione del compagno Nicolas.

Genoa
L'11 luglio 2018 passa al Genoa da svincolato.

- Nazionale
Dal 14 al 15 aprile 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale italiana Cesare Prandelli per un test di valutazione funzionale in vista dei Mondiali 2014. Il 13 maggio 2014 è stato inserito nella lista di 30 calciatori pre-convocati in vista dei Mondiali 2014. Tuttavia, nonostante fosse stato inserito in seguito anche nella lista dei 23 calciatori disponibili per il mondiale, il 2 giugno rifiuta la convocazione, dichiarando di non essere al 100% dal punto di vista fisico e preferendo cedere il posto a chi più in forma di lui.

FONTE: Wikipedia.org