Subscribe Us

SAMPDORIA 2-0 HELLAS VERONA: 94 minuti di nulla da parte dei gialloblù condannano il VERONA alla sesta sconfitta nelle ultime sette gare ma il refrain di tecnico e società è sempre quello 'Siamo tutti lì, obiettivo alla portata'...


#SampdoriaVerona +   -   =

RECAP
Senza PRAET, BELEC e RAMIREZ mister GIAMPAOLO conferma il consueto 4-3-1-2 con BARRETO-TORREIRA e LINETTY in mediana, e CAPRARI che avrà un'altra chance da titolare sulla trequarti dietro ai confermatissimi QUAGLIARELLA-ZAPATA.
4-4-1-1 che in fase offensiva si trasforma in 4-2-3-1 per mister PECCHIA che, privo dell'infortunato FERRARI in difesa, retrocede RÔMULO sulla fascia destra, conferma BÜCHEL e VALOTI in mediana ed esclude ancora una volta VERDE dall'11 iniziale preferendogli i nuovi arrivati MATOS e AARONS.
Sulla trequarti PETKOVIĆ giocherà qualche metro dietro a KEAN.

Clicka qui per vedere l'album di Sampdoria 2-0 Verona

SAMPDORIA: 5 OCCASIONI IN 20 MINUTI
Pronti-via dopo meno di due minuti CAPRARI libero dai 25 metri scalda le mani a NICOLAS!
All'8° il fantasista sul lato destro dell'area gialloblù mette al centro per LINETTY che batte a colpo sicuro su NICOLAS bravo comunque a farsi trovare in traiettoria... Passano tre minuti e CAPRARI serve a QUAGLIARELLA una gran palla dal limite: Il portiere scaligero devia in angolo.
17° FARES perde palla in uscita da destra, CAPRARI gli ruba palla, evita l'intervento di NICOLAS e traversa sul secondo palo dove incorna QUAGLIARELLA ma VUCKOVIĆ sulla linea di porta respinge sul palo e il VERONA si salva ancora una volta!
NICOLAS commette la solita distrazione su rinvio scivolando e regalando palla a QUAGLIARELLA che in area controlla poi serve l'accorrente ZAPATA alla sua sinistra, l'occasionissima dei blucerchiati è neutralizzata dal guardapali scaligero con lo stinco...

SI ABBASSA IL RITMO
...E il VERONA? Subisce fino a metà del primo tempo non uscendo mai dalla propria metacampo e affidandosi per il resto a qualche veloce ripartenza dei vari MATOS, RÔMULO e AARONS ma senza mai riuscire a tirare nello specchio della porta difesa da VIVIANO.
PECCHIA ordina ai suoi attaccanti di mischiarsi per non dare riferimenti agli avversari ma la sterilità in attacco dei gialloblù è a tratti imbarazzante

BARRETO LA SBLOCCA, ALTRE DUE OCCASIONI PER LA SAMP
In apertura di ripresa CAPRARI sfugge ancora al controllo di RÔMULO a sinistra, pronto il cross in mezzo per BARRETO che s'infila alle spalle di VUCKOVIĆ (che sta chiudendo sul suo uomo) e, vanamente inseguito da FARES, spizza di quel tanto che serve ad ingannare NICOLAS e porta avanti i suoi.
Poco dopo è FARES a regalare un'altra occasione agli avversari mentre all'11° ZAPATA a tu per tu col portiere scaligero ignora QUAGLIARELLA alla sua destra e alza sopra la traversa sprecando l'impossibile...

TOH! RIECCO VERDE...
Al 59° VERDE da il cambio ad AARONS e con i due palloni che tocca tira di poco a lato sul palo opposto e provoca un calcio d'angolo (più di quello che hanno fatto i suoi compagni insieme sino a qui).
FARES salva il 2 a 0 bloccando con una scivolata più che mai opportuna l'ennesimo contropiede sprecato dai padroni di casa e poco dopo KEAN potrebbe effettuare il primo tiro in porta dal limite ma la deviazione di MATOS, in fuorigioco netto, neutralizza anche questo pallone

FINALE BLUCERCHIATO CON UN GOL E ALTRE DUE OCCASIONI
All'84° LINETTY in area pesca KOWNACKI falciato di netto da VALOTI: Massima punizione ineccepibile! A battere il calcio di rigore va lo specialista QUAGLIARELLA che ovviamente non sbaglia spiazzando NICOLAS sulla destra.
Pochi minuti dopo KOWNACKI si divora il tris ignorando VERRE alla sua destra e tirando alto da posizione decentrata a sinistra, si chiude al 94° con il neoentrato attaccante polacco che stavolta suggerisce al meglio per QUAGLIARELLA che penetra in area da destra ma è murato da NICOLAS!



IMPRESSIONI
90 minuti di nulla condannano il VERONA alla sesta sconfitta nelle ultime sette gare nonché al 48esimo gol subito in 24 partite alla sconfortante media di due pappine a gara.
Inesistente in attacco, la squadra di PECCHIA anche oggi termina la gara senza tiri in porta se eccettuiamo quello di MATOS che consegna palla a VIVIANO al 92° (quello di KEAN al 74° è annullata dalla deviazione dello stesso brasiliano in evidente posizione di off-side).
Dall'altro lato del campo la difesa mostra le solite crepe (oggi sono i mediani a non aiutare nell'inserimento vincente di BARRETO) con in più le 'ciliegine' fornite da NICOLAS quasi ad ogni rinvio...
È chiaro che così la Serie B è praticamente certa ed è altrettanto sicuro il ragionamento del mister a fine gara 'Siamo tutte lì, obiettivo ancora alla portata!'


RomuloPecchia

VOTI

  • NICOLAS Oggi fa e disfa: Inguardabile nella maggioranza dei rinvii è sempre in ambasce quando si tratta di gestire il pallone (con buona pace del mister al quale piace che il portiere giochi con i piedi), salva qualche situazione pericolosa forse più per demeriti avversari che propri ma tant'è... Voto: 5,5
  • RÔMULO Ogni tanto si fida troppo del proprio dribbling in zone del campo in cui perdere palla è sanguinoso, non si risparmia nel primo tempo quando offre il solito dinamismo poi si spegne nella ripresa, voto 6
  • CARACCIOLO In qualche retropassaggio si fida troppo di NICOLAS ma non commette grossi errori... Voto: 6
  • VUCKOVIĆ Anche il serbo disputa una gara sufficiente nonostante insieme al collega di reparto sia spesso in ritardo nelle chiusure centrali, voto: 5,5
  • FARES Il solito Momo forzato a giocare in una posizione non naturale: Una ne indovina e mille ne sbaglia! Sbaglia spesso in uscita, gli avversari lo sanno e lo pressano costringendolo all'errore ma la colpa non è sua se manca un terzino sinistro che si rispetti dall'inizio del campionato. Voto: 5
  • AARONS Nel primo tempo prova qualche affondo in velocità ma arrivato sulla trequarti non trova soluzioni e si perde. Voto: 5 (gli da il cambio VERDE al 59° e dimostra quanto il tecnico scaligero sbagli a tenerlo fuori: Con i primi due palloni che tocca crea più pericolo lui del resto dei suoi compagni fino a qui. Si spegne quasi subito imitando i compagni. Voto: 6)
  • BÜCHEL Il suo ruolo è quello di rottura e qualche volta interviene al meglio sugli avversari, il problema è che non appena i blucerchiati decidono di accelerare Marcel non ne vede più una... Voto: 5 (gli da il cambio all'84° FELICIOLI che riceve il contentino dopo la punizione della tribuna: Ingiudicabile)
  • VALOTI Mai veramente a suo agio da centrocampista, prova a dare un po' di qualità ma contro avversrai nettamente superiori l'impresa è titanica! Prova a darsi da fare in difesa e falcia nettamente l'avversario causando un rigore, voto: 4,5
  • MATOS Punge nella prima metà di gara ed è spesso irraggiungibile quando parte in velocità ma il calcio è sport di squadra e Ryder continua ad essere troppo innamorato del pallone in una squadra che per parte sua non si muove agevolmente senza palla... Voto: 5,5
  • PETKOVIĆ Sul finire del primo tempo potrebbe fare la cosa giusta ma ignora RÔMULO che accorre in area alla sua destra, il resto della sua gara è rappresentato da un paio di protezioni di palla retrocedendo... Praticamente nulla per un attaccante: Voto 4,5 (gli da il cambio al 66° CALVANO: Svolge il solito compitino senza rischiare nulla, voto 6)
  • KEAN Il ragazzo è senz'altro cresciuto rispetto alla prima metà di campionato e ogni tanto offre sprazzi di tecnica da grande giocatore però non basta ad alzare la qualità offensiva dei gialloblù. Voto: 6
  • PECCHIA Anche oggi la formazione di partenza non mi convince: AARONS parte da titolare per la seconda volta in una squadra che non conosce, VERDE deve purgare ancora in panca, RÔMULO terzino è evidentemente sacrificato e PETKOVIĆ viene tolto troppo tardi a seguito di una gara della stessa consistenza dell'aria... Continua a far girare i giocatori sia in attacco che in difesa per non dare punti di riferimento agli avversari ma finisce per creare più confusione nei suoi.
    A fine partita dirà le solite cose, le stesse che continua a predicare da inizio stagione e che hanno francamente stancato (molto meglio il silenzio stampa). Voto: 5


[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister GIAMPAOLO tecnico della SAMPDORIA «Mi aspettavo una partita rognosa e lo è stata. Dopo 10' avevamo tirato in porta già 3 volte senza segnare e questo poteva innervosirci. Le insidie ci sono dappertutto. Ci siamo un po' complicati la vita, ma non mi è mai parso che la squadra abbia sofferto». Queste in sintesi le parole dell'allenatore della Sampdoria, Marco Giampaolo, al termine della gara vinta contro il Verona per 2-0. Prosegue il mister blucerchiato: «Non siamo riusciti a sbloccare il risultato subito, ci siamo un po' preoccupati, ma alla fine la pazienza e la perseveranza ci hanno premiato. Era una pratica da portare a casa e i 3 punti sono arrivati. I ragazzi hanno fatto il loro dovere e sono molto contento. Il Verona? La mano del suo allenatore l'ho vista. Ho detto a Pecchia di tenere duro. Non lo dico per piaggeria, ma son sicuro che può farcela. Ha le capacità per riuscirci» TGGialloBlu.it

Mister PECCHIA «La partita? La Sampdoria ha meritato, questa gara è un passo indietro rispetto alle prove contro Fiorentina e Roma. Abbiamo sofferto fin dall'inizio la spinta della Samp, provando a fare una buona fase difensiva ma dovevamo essere più spigliati durante il possesso palla. Abbiamo avuto diverse situazioni in cui avremmo dovuto creare qualche pericolo in più alla difesa avversaria, non ci siamo riusciti. Anche nel secondo tempo si sono create diverse azioni da sfruttare meglio. Adesso ripartiamo dalla prossima, pensando a lavorare, insistere e continuare a credere nella possibilità di raggiungere il nostro obiettivo. Corsa salvezza? Pensiamo a noi stessi, provando a raccogliere punti in casa e fuori, a prescindere dal valore degli avversari. Senza fare punti è chiaramente difficile uscirne, dobbiamo pensare a questo, sapevamo sarebbe stata una stagione dura e che potremo raggiungere la salvezza solo stando tutti uniti» HellasVerona.it

MATOS «Lavoro per dare una mano all’Hellas Verona. Noi ci crediamo alla salvezza ed è questo l’obiettivo più importante per tutti. Perché si crea poco? Dobbiamo migliorare tutti, dal portiere agli attaccanti. Al mio arrivo a Verona ho trovato una squadra che ha tanta voglia di lottare per raggiungere l’obiettivo, Verona ha una grande tifoseria e se non arrivano i risultati è normale la contestazione. Dobbiamo cercare di uscire tutti insieme da questo momento. Bentegodi? C’è pressione ed è normale. Siamo incazzati e dobbiamo fare a tutti i costi punti. Lazio? Anche contro la Fiorentina sembrava già persa invece siamo riusciti a vincere e ci proveremo anche lunedì sera a Roma Dobbiamo pensare che riusciremo a salvarci, farei di tutto per la salvezza, nessuno vuole retrocedere diamo l’anima ma questo ad ora non basta» HellasLive.it

Il fantasista CAPRARI non ha segnato ma è stato di sicuro il migliore in campo insieme a BARRETO «Sono contento della prestazione ma soprattutto del risultato, è stata una partita difficile dove nel primo tempo abbiamo avuto tante occasioni da gol che non siamo riusciti a concretizzare. Nel secondo tempo, dove poteva subentrare un po’ di timore proprio in luce delle occasioni avute, abbiamo subito sbloccato il match ed è andata in discesa. Io ho autostima ma più gioco e meglio mi sento, cerco sempre di farmi trovare pronto. Sono lusingato che la Sampdoria mi abbia trattenuto e darò il meglio fino a fine della stagione. Le giornate di mercato non mi hanno toccato, non sapevo nulla, solo del Sassuolo, ma non mi importava perché volevo finire qui la mia stagione» SampNews24.com

PRADÈ dirigente della SAMP a SampdoriaNews.net «Era importantissimo vincere oggi, altrimenti ci saremmo portati addosso un grande rammarico. La partita non si era messa bene, perché quando hai tante occasioni e non fai gol, in Serie A, puoi essere punito. Invece la squadra è stata sul pezzo e continua il suo trend positivo. Siamo contenti» Hellas1903.it

RÔMULO «Il gol ad inizio secondo tempo ha messo la gara in salita per noi. La Samp è una squadra forte che gioca davvero bene e subire il primo vantaggio della squadra di Giampaolo dopo 5’ ci ha tagliato le gambe. Abbiamo cercato di contenerli ma non ci siamo riusciti. Perché non tiriamo in porta? Non lo so. Oggi non ho potuto creare molto perché ho giocato terzino ed abbiamo perso qualcosa nella fase offensiva. Dobbiamo trovare una soluzione per finalizzare di più. Com’è il morale dello spogliatoio? C’è dispiacere perché dopo una bellissima vittoria contro la Fiorentina che nessuno si aspettava, è arrivato il ko contro la Roma e poi oggi contro la Samp. Volevamo il pareggio ma purtroppo non ci siamo riusciti. Il campionato si avvicina alla chiusura e dobbiamo tirare fuori tutto quello che abbiamo. Dobbiamo fare punti subito per mantenere la categoria. Da qui alla fine per noi devono essere tutte finali» HellasLive.it



LE ALTRE DI A +   -   =

Negli anticipi di ieri: La JUVE espugna il Franchi di Firenze vincendo per 2 a 0 ma il NAPOLI ha risposto immediatamente col 4 a 1 alla LAZIO che riporta in testa alla classifica i partenopei.
Poker secco del MILAN a Ferrara sulla SPAL mentre il CROTONE, passato in vantaggio all'80esimo sull'ATALANTA, è stato raggiunto otto minuti più tardi...
0 a 0 nel lunch-match tra SASSUOLO e CAGLIARI.
INTER di misura sul BOLOGNA in inferiorità numerica, 2 a 1.
2 a 0 del TORINO sull'UDINESE, il CHIEVO sempre più in crisi perde al Bentegodi dal GENOA a cui basta un gol per espugnare il campo.
Stasera alle 20.45 ROMA-BENEVENTO chiuderà la 24esima giornata del campionato di Serie A.



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: SALIFU, ottenuto lo svincolo dal MODENA, è passato alla FERMANA...



RASSEGNA STAMPA +   -   =