Header ADS

HELLAS VERONA 1-0 CAGLIARI: Contro la peggior squadra vista al Binti in questa stagione i gialloblù hanno perlomeno la decenza di provarci e fortunatamente la VAR vede quello che alla terna arbitrale sfugge... SPAL e CROTONE sono alla portata, ora si tratta di capire se è solo un prolugare l'agonia o finalmente un punto di svolta


#VeronaCagliari +   -   =

RECAP
Dopo il tonfo al Vigorito mister PECCHIA, come sempre ineffabile nella conferenza stampa prepartita, cambia ben sei titolari (qualcosina dev'essere successo negli spogliaitoi di Benevento a fine gara) e vara l'ennesima formazione-surprise della stagione: Fuori CARACCIOLO, VALOTI e PETKOVIĆ, tre elementi che in un modo o nell'altro parevano punti fermi nei rispettivi reparti, e dentro BIANCHETTI, ZUCULINI, FOSSATI con AARONS dal primo minuto a dare una mano in avanti a CERCI... Vedremo dunque all'opera una mediana totalmente inedita al centro e poco rodata pure sulle esterne ma a questo punto non c'è più nulla da perdere.
3-5-2 per mister LOPEZ con scelte obbligate in difesa a causa delle squalifiche di CEPPITELLI e ANDREOLLI e abbastanza limitate anche in mediana dove l'ex IONITA rappresenta l'animus pugnandi degli avversari.
Reparto d'attacco affidato alla coppia SAU-PAVOLETTI.

Clicka qui per vedere l'album di Verona 1-0 Cagliari

Si parte agli ordini del signor Valeri della sezione AIA di Roma 2.

MEZZ'ORA DI NULLA CALCISTICO
Fischiata fino ad inizio gara dallo stadio che chiede ai gialloblù rispetto dei colori e impegno, la squadra di PECCHIA inizia e prosegue con un atteggiamento diverso da quello di Mercoledì ma la qualità è quella che è e sia da una parte che dall'altra latitano geometrie di gioco e occasioni con CERCI quasi avulso da quello che gli accade intorno ed in eterno off-side, AARONS che non ci capisce molto e le corse di FARES e RÔMULO che sbagliano costantemente al momento del cross.

FOSSATI INCOCCIA SU PAVOLETTI, LA VAR CONCEDE IL RIGORE
Al 33° FOSSATI va a lla conclusione su una palla che carambola fuori dall'area e prende il braccio sinistro di PAVOLETTI leggermente staccato dal corpo, timide le proteste dei gialloblù ma la VAR richiama l'attenzione di Valeri, lungo conciliabolo via etere e l'arbitro che va a controllare di persona il rallenty: È rigore! Sulla palla va RÔMULO che a mezza altezza batte teso sulla destra di CRAGNO, il portiere rossoblù si tuffa molto bene e pare smorzare la traiettoria del pallone ma fortunatamente non abbastanza, il VERONA è in vantaggio...

COLPO DI CODA DEL CAGLIARI
Al 46° MIANGUE trova un corridoio a sinistra e traversa sul secondo palo dove PAVOLETTI anticipa VUCKOVIĆ e incorna verso NICOLAS che è proteso in avanti alla ricerca del pallone: Grandiosa la reazione di reni del portiere scaligero che inverte il movimento e con la mano destra stoppa la palla prima che la difesa spazzi!Nel finale altro colpo di testa del centravanti rossoblù verso la porta scaligera ma stavolta l'incornata è debole e centrale...

RIPRESA: VERONA VICINO AL RADDOPPIO
Prima CERCI stringe al centro da destra e scarica in porta di sinistro un tiro troppo telefonato per impensierire CRAGNO, poi al 7° FARES inventa un colpo di tacco a spedire palla sul secondo palo dove PISACANE cerca di spazzare via ma colpisce male e riesce solo ad alzarla. CERCI di spalle prova la rovesciata, CRAGNO respinge ma irrompe ZUCULINI che anticipa tutti e insacca il suo primo gol in Serie A! Ma il signor Doveri, dopo un veloce silent check con i suoi collaboratori, annulla tutto per l'evidente fuorigioco di CERCI.

IL CAGLIARI CI PROVA MA L'ARGINE SCALIGERO TIENE BOTTA
Al 13° ospiti vicinissimi al pari: FARAGÒ mette in mezzo da destra, PAVOLETTI è puntualissimo a raccogliere il suggerimento ma fortunatamente il colpo di testa esce di poco!
Pochi minuti più tardi 'veronica' di FARES sul difensore avversario messo fuori tempo, Momo arriva ai 25 e prova a scaricare in porta con tutta la forza che ha: CRAGNO respinge di pugno e blocca il tentativo del franco-algerino.
Occasionissima del CAGLIARI al 37°: FARAGÒ nel cuore dell'area ci prova la prima volta ed è murato da SOUPRAYEN, così sulla seconda prova il puntone per anticipare tutti ed in questa occasione è grandioso NICOLAS a mettere la manona e a sventare la minaccia!
A fine partita i giocatori vanno sotto la Curva in un improbabile tentativo di riconciliazione e infatti vengono fischiati e invitati a tornarsene presto negli spogliatoi...



IMPRESSIONI
Vittoria che non fa altro che aumentare i rammarici ma che è sempre meglio di qualunque altro risultato, e intanto SPAL e CROTONE sono ancora nei radar mentre non scappano del tutto nemmeno SASSUOLO (in attesa della gara di stasera a San Siro) e CAGLIARI ora a -4: Insomma i giochi non sono ancora fatti e l'agonia scaligera continua.
Per quanto s'è visto oggi la montagna da scalare rimane comunque immane e considerando che davanti il VERONA ha trovato forse uno degli avversari più deboli visti al Bentegodi in questa stagione... Non è un bel segnale.
Ringraziamo santa VAR e rimandiamo il de profundis di un'altra settimana, vuoi mai che SPAL e CROTONE mollino qualcosa.


RomuloPecchiaNicolas

VOTI

  • NICOLAS Gli agognati 3 punti arrivano sicuramente anche per merito del portiere scaligero che oggi, con almeno due interventi prodigiosi, salva il risultato. Sbaglia il primo rinvio all'88°: Voto 7,5
  • FERRARI Inizia (male) da terzino destro ma dopo 10 minuti cambia posizione con BIANCHETTI e le cose vanno un po' meglio anche perchè SAU non fa una partitona: 6
  • BIANCHETTI Buona anche la gara di Matteo che combatte da par suo anche da terzino destro, duro quando serve (giusta l'ammonizione che gli infligge Doveri) buone scelte di tempo nell'anticipo: 6
  • VUCKOVIĆ Deve fronteggiare un PAVOLETTI forse non al massimo della condizione in questo momento ma il centravanti avversario non è di quelli da sottovalutare e infatti anticipa il difensore scaligero in un paio di occasioni ma fortunatamente le sue incornate non producono guai... Jagos può e deve dare di più se vuole andare ai mondiali: 5,5
  • SOUPRAYEN Ad un tratto si concede di saltare in dribbling addirittura tre avversari ma quando si tratta di difendere... È purtroppo un'altra cosa: 5,5
  • RÔMULO Il capitano prosegue nel suo correre e aggredire anche abbastanza a vanvera, nel primo tempo tutti i cross fuori misura poi il gol su rigore che porta la vittoria. Nel secondo tempo sparisce: 6
  • ZUCULINI Ma perchè fino ad ora è stato relegato in panca? Franco mette in campo il carattere che a Benevento è venuto meno e trascina i compagni con la sua garra. Si produce in due/tre conclusioni da fuori che volano in Curva ma almeno ci prova e di questi tempi è già tanta roba. Esce giustamente tra gli applausi ed è tra i migliori in campo 7 (gli da il cambio TUPTA al 77°: Dopo Udine altri minuti in Serie A per il 20enne slovacco che si produce in un tignoso intervento difensivo nel finale quando la palla scotta, n.g.)
  • FOSSATI Gara diligente di Marco che da torto alle scelte effettuate dal tecnico sino a qui, l'ex CAGLIARI non fa cose eccezionali ma riesce ad essere più 'presente' di BUCHEL e almeno sui livelli di CALVANO. Suo il tiro da fuori che produce il calcio di rigore trasformato poi da ROMULO: 6,5
  • FARES Partita di spessore di Momo schierato finalmente nel suo ruolo naturale, il passo c'è... Le doti tecniche meno ma quando gli riesce il nuemero (tacco a servire CERCI al 52° e 'veronica' al 62°) mette in apprensione gli avversari. Nella mezz'ora finale va a fare il falso nove e di sicuro fa più di quanto fatto dal compagno Alessio in 60 minuti, 6,5
  • AARONS La sua confusa gara si distingue paradossalmente in un anticipo difensivo probabilmente decisivo a metà ripresa, 5 (gli da il cambio CARACCIOLO al 69°: Il difensore va a dar man forte dietro quando è più pressante la forza della disperazione degli avversari, apprezzabile il tentativo di testa nel finale ma parte in anticipo e viene colto in fuorigioco, 6)
  • CERCI Un'ora a corricchiare in cerca di una posizione in campo senza mai trovare il bandolo della matassa, se questo è il giocatore che abbiamo atteso 3 mesi e mezzo e che dovrebbe essere decisivo nel finale stiamo freschi... L'attenuante è che non gioca nel suo ruolo: 4,5 (gli da il cambio VALOTI al 60°: Non in perfette condizioni fisiche il figlio di Aladino si limita a girare un po' sperso per il campo e a guadagnare l'ennesimo cartellino giallo in una zona del campo assolutamente inoffensiva, 5)
  • PECCHIA Scelte cervellotiche anche oggi ma alla fine il risultato arriva e quindi ha ragione lui... Curiosità: Dove è stato Franco ZUCULINI fino ad ora? L'argentino non avrà 90 minuti nella gambe ma l'ora e passa che fornisce è sicuramente più incisiva dei vari BUCHEL, VALOTI e CALVANO... 6

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

PECCHIA «E' stata una vittoria importante, perchè siamo tornati a fare tre punti e restiamo in corsa per il nostro obiettivo. Faccio i complimenti al mio gruppo, probabilmente questa prestazione è frutto anche delle dimissioni del nostro Direttore Sportivo, che ha dato una scossa all'ambiente. Dopo la brutta prestazione contro il Benevento oggi abbiamo avuto una reazione, la squadra ha dimostrato di avere un'anima diversa. Quest'anno abbiamo avuto difficoltà a dare continuità ai risultati, ma la nostra stagione è stata caratterizzata da grandi reazioni dopo brutte cadute, la squadra ha risposto sul campo. Dobbiamo continuare ad allenarci e a lavorare, avremo bisogno delle energie fisiche e psicologiche di tutti. Ora siamo a due punti dalla salvezza, l'obiettivo è ancora alla nostra portata» HellasVerona.it

Mister LOPEZ tecnico del CAGLIARI «C’era tanto in gioco, difficile vedere del bel calcio in una situazione come questa, lo sapevamo in anticipo. Diventava importante conquistare le seconde palle, a volte ci siamo riusciti, a volte no. Vero che nel secondo tempo abbiamo giocato troppo su Pavoletti, mentre per esempio avremmo dovuto più giocare su Cossu, che si muoveva da una parte e dall’altra per cercare la superiorità numerica e ogni volta che ha ricevuto palla ha tentato di fare una giocata. Nella ripresa abbiamo comunque avuto due buone occasioni per segnare. Avevamo un vantaggio più ampio, purtroppo abbiamo perso tre partite in una settimana: quella che ci ha fatto più male è stata quella col Torino, maturata nel secondo tempo. Contro il Genoa non avremmo meritato di perdere e oggi si può dire più o meno la stessa cosa: ha vinto il Verona perché ha segnato su rigore, nel calcio contano i gol, l’episodio ha dato ragione ai nostri avversari. La partita di sabato contro l’Udinese diventa fondamentale sulla via della nostra salvezza. Per preparare al meglio la partita, per restare insieme e concentrati sull’impegno abbiamo deciso in accordo con la società di andare in ritiro da domani» TuttoMercatoWeb.com

RÔMULO «Abbiamo dimostrato i nostri valori giocando nel modo giusto, con cattiveria e intensità, bisognava vincere e ci siamo riusciti, siamo contenti per questo. Le dimissioni di Fusco? Per noi è ancora il nostro DS, ci ha dato tantissimo e lo stimiamo, se tornasse saremmo contenti. Ci dispiace che se ne sia andato, abbiamo giocato anche per lui. Le contestazioni? I tifosi hanno tutto il diritto di protestare, noi dobbiamo rispondere sul campo attraverso le prestazioni come quella di oggi. Il rigore? Il portiere sapeva che avrei calciato lì ma ho tirato forte, per fortuna è entrata. Ora dobbiamo dare continuità, non abbiamo più tempo per sbagliare ed entrando in campo con questa grinta e questa voglia possiamo raggiungere il nostro obiettivo» HellasVerona.it

Il 37enne Andrea COSSU ex molto fischiato al suo ingresso al Bentegodi «Potevamo fare di più, ci abbiamo provato sino alla fine a raddrizzare la partita ma non ci siamo riusciti. C’è tanto rammarico, certamente sappiamo tutti di dovere dare di più. Andiamo avanti, sempre a testa alta e dando il massimo. Sta a noi trovare soluzioni alternative alla testa di Pavoletti. Cercheremo di lavorare di più durante la settimana, è l’unico modo per migliorare. Io? Mi alleno come gli altri, quando vengo chiamato in causa do tutto quello che ho dentro. Dobbiamo capire in fretta cosa non sta funzionando e trovare i rimedi. Non abbiamo paura, siamo pronti a prenderci le nostre responsabilità e aumentare gli sforzi per arrivare alla salvezza al più presto. Tutti uniti usciremo da questa situazione» TuttoMercatoWeb.com

NICOLAS «È stata una partita molto sofferta, sapevamo di dover portare a casa una vittoria e lo abbiamo fatto tutti insieme da squadra vera nonostante la bruttissima partita di Benevento e i punti persi. Sono contento che le mie parate abbiano dato una mano, soprattutto negli ultimi momenti della gara. Una prestazione e una vittoria che dedico ai miei compagni, sarà una lotta fino alla fine. Post Benevento? È arrivato un cambio di mentalità, dentro di noi è scattato qualcosa dopo le parole del direttore sportivo, ora dobbiamo soltanto pensare a vincere anche con risultati e prestazioni come quelle di oggi. Fusco? Personalmente è dispiaciuto tanto, non si è mai sottratto al confronto e ci ha sempre messo la faccia soprattutto nei momenti peggiori. Tutti gli vogliamo ancora bene e sarebbe bello vederlo ritornare. La decisione di Fusco ci ha toccato tutti e ci siamo resi conto che stavamo facendo male. Mi è dispiaciuto tanto e volevo rivederlo a Verona. Tifosi? Capisco la contestazione perché la nostra è una squadra con una grande storia, in questo momento voglio concentrarmi solo sul risultato, il confronto con loro è anche su questo. Chiedo di non mollare per darci una mano. Salvezza? La classifca parla chiaro, siamo ad un passo dalla SPAL e non possiamo permetterci di buttare al vento il lavoro fatto sin qui» HellasVerona.it

FARAGÒ centrocampista del CAGLIARI «Non attraversiamo un momento semplice ma ora non dobbiamo abbatterci: invece dobbiamo reagire tutti insieme, avere la forza e la personalità per venirne fuori. Non siamo riusciti a trovare la qualità e lo spunto negli ultimi venticinque metri. Il gioco non è stato fluido, il Verona era in vantaggio, si è difeso con tutti i suoi effettivi. Dobbiamo lavorare in settimana per trovare soluzioni offensive diverse e fornire migliori palloni ai nostri attaccanti. Pensiamo a questa partita. Da martedì andiamo in ritiro per prepararla nel modo migliore. Per noi è come una finale: serve concentrazione per ottenere 3 punti importantissimi» TuttoMercatoWeb.com

Giancarlo MAROCCHI ex calciatore e ora commentatore Sky «Setti ha detto chiaramente che avrebbe fatto investimenti ridotti perché si è speso troppo negli anni scorsi. Di fronte a un discorso così aperto e chiaro, i tifosi dovrebbero capire e stare vicini alla squadra» HellasNews.it

Gigi APOLLONI ex difensore gialloblù «Quella del Verona è stata una grande vittoria dopo le polemiche, la tensione, la contestazione. Hanno ritrovato fiducia e unità d'intenti, tutti hanno dato il loro contributo ieri. L'impegno dei giocatori è stato massimo, il cuore, quello che chiede sempre il tifoso veronese, lo hanno messo tutti. Dal punto di vista della classifica, sono tre punti pesantissimi. Se la settimana turbolenta, con l'addio del direttore sportivo, ha aiutato? Non so giudicare dall'esterno, avrà avuto le sue ragioni se ha lasciato. La squadra ha difficoltà evidenti ma non devono essere un alibi, altrimenti le difficoltà si triplicano. L'ambiente deve essere sempre compatto e intendo squadra, staff, società, persino giornalisti: così così si superano le difficoltà. Il Verona ha in mano il proprio destino E' così, ma serve pensare partita dopo partita. Gli scontri diretti pesano, ma ogni partita assegna tre punti. Una percentuale alla salvezza gialloblù? Io sono fiducioso, penso che le possibilità siano tante. Ancora una volta penso che dipenderà dai tifosi, il loro apporto è fondamentale per trascinare la squadra» TuttoMercatoWeb.com

Elvis ABBRUSCATO ex attaccante scaligero «Verona sa trasportare la squadra nei momenti critici. E' un pubblico che pretende, ma che sa anche dare tutto alla squadra durante i novanta minuti. Penso ci sia stata una grande risposta da parte della squadra. Se hanno inciso le polemiche della settimana e le dimissioni di Fusco? Penso che Pecchia ha dimostrato una volta in più di essere un ottimo allenatore. Da tecnico, preferisco sempre avere la squadra dalla mia più che il direttore sportivo, dovendo scegliere. Il Verona ha questo punto di forza e deve sfruttarlo» TuttoMercatoWeb.com



LE ALTRE DI A +   -   =

Negli anticipi di ieri la JUVE ne ha fatti 4 al BENEVENTO al domicilio mentre l'indomita SPAL ha imposto comunque l'1 a 1 all'ATALANTA.
Gran 2 a 0 della FIORENTINA all'Olimpico contro la ROMA! Finisce 0 a 0 il derby della Lanterna a Genova.
Il CHIEVO va in vantaggio al San Paolo al 74° ma riesce a farsi superare e battere dal NAPOLI nei minuti finali.
Vittoria importantissima in chiave salvezza per il CROTONE col BOLOGNA: 1 a 0 il risultato finale che coglie anche il TORINO contro l'INTER.
Alle 18.00 UDINESE-LAZIO, alle 20.45 MILAN-SASSUOLO


Radiografia del Gol gialloblù 2017/2018
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
PAZZINI044
KEAN044
CÁCERES033
ZUCULINI B.123
VERDE213
VALOTI022
CERCI022
RÔMULO022
VERDI011
CARACCIOLO011
BESSA011
VUCKOVIĆ011
FERRARI011
FARES101

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

Toto diesse: Dopo CARLI, FAGGIANO, GIBELLINI e MARCHETTI spunta anche l'ipotesi interna Massimo MARGIOTTA attuale responsabile del Settore Giovanile dell’HELLAS



RASSEGNA STAMPA +   -   =