Header ADS

HELLAS VERONA 1-3 NAPOLI: Meritato successo dei partenopei che chiudono la gara già nel primo tempo con lo sfortunato autogol di SOUPRAYEN e il gol di MILIK mentre GHOULAM ha chiuso i conti al 62°. Inutile il forcing finale dei gialloblù che hanno pur preso coraggio dal gol su rigore di PAZZINI e la superiorità numerica...


#VeronaNapoli +   -   =

RECAP & IMPRESSIONI
Sul fatto che il NAPOLI abbia largamente meritato il successo ottenuto credo ci sia poco da discutere, basta andare a contare le occasioni avute dai partenopei aldilà degli evidenti errori tecnici dei gialloblù per scoprire come il 3 a 1 vada addirittura stretto agli ospiti.
VERONA quasi non pervenuto in attacco nel primo tempo anche per la discutibile scelta tattica di PECCHIA che, come fatto in precedenza con l'AVELLINO in Coppa Italia, priva la squadra dell'unico centravanti di ruolo (nonchè capitano) PAZZINI per scegliere la velocità del falso nove BESSA: In effetti è del VERONA la prima grande occasione con un'azione stupenda e rapidissima al 24° avviata dal tacco di VERDE ma la conclusione di Daniel lascia a desiderare...
Personalmente non sono d'accordo con la decisione del mister gialloblù (che oltretutto ricorre al Pazzo troppo tardi) perchè se è vero che Gianpaolo è apparso molto in ritardo di condizione nel primo impegno ufficiale è anche vero che il capitano è e rimane il giocatore più pericoloso da opporre agli avversari in questo momento con tutto il rispetto per la sopraffina tecnica di BESSA che non appare al momento in grado di giocare al centro dell'attacco (così come CERCI del resto).

Clicka qui per vedere l'album di Verona 1-3 Napoli

Sconfitta che fa male ma che non può preoccupare più che tanto data la caratura dell'avversario, secondo tempo con un HELLAS in crescita che dopo il rigore realizzato magistralmente da PAZZINI ha preso coraggio e che nel forcing finale, in superiorità numerica ha rischiato davvero di riaprire la gara.
Da rivedere alcuni meccanismi difensivi ma è pur vero che HEURTAUX e FERRARI giocavano insieme per la prima volta come pure CÁCERES sulla corsia destra, incoraggiante invece la crescita di SOUPRAYEN che pur non brillando è stato molto più attento del solito dietro.
NICOLAS ha alternato un paio di buonissimi interventi con uscite da far accaponare la pelle (soprattutto sui corner avversari).

Il mercato chiude tra più di una settimana e l'impressione è che, chiusa (almeno per la società di Via Francia) la questione portieri, sia necessaria un po' di forza fisica in più in mediana, qualcosa sull'esterno d'attacco e soprattutto un vice-Pazzo, magari con caratteristiche diverse, pur di non costringere PECCHIA ad inventarsi soluzioni tattiche come quella vista stasera: Non sarà facile per FUSCO perchè il tempo stringe ed i migliori sono quasi tutti accasati...


LA GARA
Con BIANCHETTI e CARACCIOLO fuori causa mister PECCHIA parte con FERRARI e HEURTAUX difensori centrali nello 'strano' 4-3-3 che vede CÁCERES e SOUPRAYEN ai lati della retroguardia e centrocampo inedito con BÜCHEL tra ZACCAGNI e RÔMULO.
Sorprende non poco l'esclusione di capitan PAZZINI al centro dell'attacco dove è BESSA a giostrare da falso nueve supportato ai lati da CERCI e VERDE.
Modulo speculare per il NAPOLI di mister SARRI che fa riposare MERTENS e parte con MILIK puntero al centro fra il velocissimo INSIGNE a sinistra e CALLEJON a destra.
Serata ventosa nel catino del Bentegodi con 350 agenti e 50 telecamere a controllare eventuali intemperanze del pubblico (peraltro poco numeroso anche considerando la squalifica che obbliga a mantenere la Curva Sud deserta).
Dopo il doveroso minuto dedicato alle vittime dell'attentato a Barcellona si parte agli ordini del signor Fabbri della sezione AIA di Ravenna.

 3° BÜCHEL perde palla in mediana, INSIGNE viene prontamente servito e va allla conclusione centrale dal limite: Bravo NICOLAS a bloccare la palla a terra...
18° Tentativo a giro da posizione sinistra di INSIGNE sul primo alto, palla fuori di poco.
19° INSIGNE scatenato va ancora alla conclusione dal limite leggermente decentrato: NICOLAS para a terra.
22° HAMSIK al tiro dal limite, palla completamente sbagliata che finisce in Curva Nord.
24° Grande azione dell'HELLAS avviata dal tacco geniale di VERDE che serve dietro di sé BESSA, Daniel dopo un veloce uno-due con RÔMULO si inserisce in area attendendo il cross del connazionale che puntualmente arriva ma l'impatto con la palla del fantasista non è dei migliori e la palla vola sopra la traversa difesa da REINA.
26° HEURTAUX esagera nel palleggio in uscita dall'area e prontamente HAMSIK lo punisce, lo slovacco ruba palla e serve CALLEJON che in area fortunatamente cicca un po' graziando NICOLAS!
29° Cross da destra per INSIGNE che penetra centralmente poi spara di poco fuori sulla sinistra del portiere scaligero...
32° NAPOLI IN VANTAGGIO: Calcio d'angolo battuto da sinistra a favore dei partenopei, NICOLAS in uscita perde completamente di vista la palla che colpisce la parte frontale alta della caviglia di SOUPRAYEN (intento a proteggersi da CHIRICHES) e poi carambola in porta vanamente inseguita da NICOLAS... Il guardapali gialloblù invoca la carica di MILIK ma il VAR presieduto dal signor Doveri conferma la regolarità dell'azione direttamente nella cuffietta del direttore di gara.
37° Calcio di punizione di INSIGNE dai 20 metri: Palla fuori...
39° IL NAPOLI RADDOPPIA: RÔMULO perde una palla sanguinosa sulla trequarti destra, DIAWARA serve INSIGNE che parte in velocità e dopo 40 metri di campo inutilmente inseguito da SOUPRAYEN serve alla perfezione MILIK che entra in area dalla parte opposta e batte imparabilmente NICOLAS!
42° Occasione HELLAS: HEURTAUX vede l'inserimento di CERCI in area dalla mancina e lo serve, ottima la conclusione dell'ex Colchonero e purtroppo anche la risposta di REINA che si salva in corner...
43° Calcio d'angolo di RÔMULO in area per l'incornata di CÁCERES che non inquadra lo specchio.
44° Il NAPOLI attacca alla ricerca del terzo vantaggio, HAMSIK la mette sul palo destro per CALLEJON che in area la mette sul dischetto del rigore dove ZIELINSKI spara fortunatamente alto.
45° HAMSIK alla conclusione dal limite, palla fuori.
46° Il signor Fabbri termina la prima parte di gara dopo un minuto di recupero, NAPOLI in vantaggio anche nel possesso palla 59%

#VeronaNapoli highlights

 0° Ripresa che si apre sotto una fitta pioggia, CERCI spostato a fare il centravanti viene sostituito in fascia dall'avanzamento di RÔMULO mentre BESSA retrocede in mediana a sinistra nella sua naturale posizione. Nessun cambio, si riparte...
 6° CERCI prova a pescare il jolly su una palla che cade verticale in area ma non impatta al meglio e sparacchia a lato.
 8° Spettacolare ribaltamento di lato di BESSA che pesca perfettamente VERDE dalla parte opposta: Ottima la conclusione angolata dell'ex AVELLINO ma è molto bravo anche REINA a deviare sul fondo!
12° Altro pericolo per l'HELLAS su calcio d'angolo battuto da CALLEJON, NICOLAS esce ancora a farfalle ma fortunatamente CHIRICHES incorna alto da posizione favorevolissima
14° MILIK premia l'inserimento da sinistra di INSIGNE che va al tiro: Para NICOLAS.
15° Ancora MILIK protagonista con un tiro da fuori area, blocca agevolmente NICOLAS.
16° Primo cambio NAPOLI: Dentro MERTENS fuori MILIK. Poco dopo INSIGNE cerca e trova il neoentrato MERTENS con una palla filtrante: Il belga entra in area da sinistra ma fortunatamente non riesce a superare NICOLAS.
17° TRIS NAPOLI: Uno-due tra INSIGNE e MERTENS con lo scugnizzo che rimette per il belga una palla deliziosa in verticale, Dries si presenta a tu per tu con NICOLAS che esce a valanga ma non trattiene, subito dietro irrompe il liberissimo GHOULAM che insacca di prepotenza sotto la traversa... Inutili le proteste del portiere scaligero il signor Fabbri convalida il gol probabilmente senza nemmeno consultare la moviola a bordo campo.
19° Primo cambio HELLAS: ZACCAGNI lascia il posto a FARES.
21° Cambia ancora SARRI: HAMSIK viene richiamato in panca, entra ALLAN. Il NAPOLI ormai giostra abilmente con un possesso palla teso a sfiancare i gialloblù senza rischiare più nulla...
27° Cambia anche PECCHIA: Dentro il grande assente PAZZINI al posto di CERCI.
28° Ultimo cambio NAPOLI: CALLEJON fa spazio a GIACCHERINI...
29° Brutto fallo di HEURTAUX su GIACCHERINI, cartellino giallo per il centrale francese.
31° MERTENS scarica il destro su calcio di punizione da fuori area ma non inquadra la porta.
32° BESSA cerca ancora VERDE ma stavolta il tiro dalla distanza del talento di scuola ROMA esce...
33° ZIELINSKI per INSIGNE che penetra dalla fascia sinistra, bravo NICOLAS a respingere il tiro dell'attaccante napoletano.
37° Bravo BESSA a sfruttare l'erroraccio di di HYSAJ su un lancio dalle retrovie scaligere, Daniel si inserisce nel cuore dell'area partenopea e al momento del tiro è trattenuto e atterrato in maniera evidente dal difensore albanese: Inevitabile il cartellino rosso estratto dal signor Fabbri in faccia a HYSAJ ed il penalty assegnato ai gialloblù.
38° L'HELLAS ACCORCIA LE DISTANZE: Alla battuta del calcio di rigore va ovviamente capitan PAZZINI che non perdona e fulmina REINA a mezza altezza con un tiro centrale...
40° FARES da sinistra la mette in mezzo per PAZZINI che di destro impegna REINA! È calcio d'angolo: Il VERONA ha preso coraggio e ci crede mettendo pressione al più quotato avversario... Sulla successiva battuta del corner è CÁCERES a schiacciare di testa ma purtroppo la palla esce! Segue l'ultimo cambio gialloblù con VALOTI che sostituisce HEURTAUX.
45° Calcio di punizione di RÔMULO per il gran colpo di testa di VALOTI appostato nel cuore dell'area avversaria: Palla che non esce di molto sul palo detsro.
47° Fallo duro di RÔMULO che abbatte l'ennesima volata di INSIGNE e becca l'ammonizione invocata anche da GIACCHERINI che prende a sua volta il giallo (come da regolamento) per comportamento scorretto nell'istigazione all'intervento dell'arbitro.
49° Dopo quattro minuti di recupero il signor Fabbri cala il sipario e sancisce la meritata vittoria di un NAPOLI nettamente superiore.

FerrariPecchiaRomulo

I VOTI
  • NICOLAS Tra i pali è spesso decisivo come in avvio di gara quando al 3° blocca un pericoloso rasoterra di INSIGNE ma nelle uscite mette i brividi: Grosse responsabilità sul primo vantaggio ospite e rischia grossissimo anche sul liscio al 57° sul calcio d'angolo di CALLEJON e l'incornata imprecisa di CHIRICHES... 7 per il coraggio di provarci sempre e comunque 4 per non riuscirci praticamente mai sui corner e mettere la squadra in difficoltà: Voto 5,5
  • CÁCERES L'uruguayano è molto più a suo agio sulla corsia di destra anche se INSIGNE per lui è quasi sempre un miraggio, decisamente meglio nelle incornate nell'area avversaria come al minuto 43 e al minuto 85 ma un difensore deve soprattutto difendere: Voto 5,5
  • FERRARI Fa il suo anche grazie alla 'spalla' non indifferente fornita dal nuovo compagno francese, senza infamia e senza lode: Voto 6
  • HEURTAUX Parte malissimo con quell'erroraccio in uscita dall'area al 26° quando si fa rubar palla da HAMSIK, si riscatta parzialmente sul finire del primo tempo con quel lancio lungo per CERCI che impegna severamente REINA, becca un'ammonizione nel secondo tempo per un duro fallo su GIACCHERINI. Deve crescere mentalmente e ritrovare continuità, l'accrescere dei meccanismi con i compagni farà il resto: Voto 5,5 (al 72° è sostituito da VALOTI: Gran colpo di testa al 90° giusto per ricordare a tutti che Mattia c'è e può tornare utile, efficae l'impatto sulla gara rispetto ai minuti giocati ma non è giudicabile)
  • SOUPRAYEN Notevole la crescita del terzino francese in fase difensiva e del resto oggi con CALLEJON come avversario diretto non era giornata per azzardare qualche affondo in più, comunque nel complesso non demerita: Voto 6
  • RÔMULO Unico affondo da ricordare quello al 24° quando galoppa sulla destra e crossa in mezzo per BESSA ma sulla sua gara pesa come un macigno quella palla persa sulla trequarti al 39° che causa il fulmineo contropiede di INSIGNE ed il conseguente raddoppio avversario, fortunatamente il brasiliano commette raramente errori come questo: Voto 5 (sulla fiducia)
  • BÜCHEL In apertura di gara perde barbinamente palla in mezzo al campo e per poco INSIGNE non insacca, come diga davanti alla difesa non mi ha convinto granchè, sbaglia un lancio di 20 metri sulla sinistra... Da rivedere: Voto 5
  • ZACCAGNI Mattia ha sicuramente i numeri per fare meglio di oggi ma a volte non da l'impressione di essere totalmente coinvolto nel gioco dei compagni, deve crescere anche in personalità: Voto 5,5 (al 64° è sostituito da FARES: All'85° da sinistra mette in mezzo un'ottima palla per PAZZINI ma non fa altro per tutta la gara, sicuramente meglio da esterno d'attacco che da terzino, anche lui deve crescere più in fretta, voto 5,5)
  • CERCI Ci prova su quella palla fornita al 42°da HEURTAUX ma purtroppo anche la risposta di REINA è ottima... In avvio di ripresa PECCHIA gli fa fare la punta centrale ed è chiaramente un pesce fuor d'acqua... Sta crescendo di gara in gara ma non era questa la sera in cui poteva cambiare la deriva del match: Voto 5,5 (al 72° è sostituito da PAZZINI: Segna il gol-bandiera su rigore ed esulta polemicamente con l'allenatore, poco dopo raccoglie il cross di FARES e di destro impegna REINA, con lui in campo il risultato finale non cambiava ma è un dato di fatto che la sua sola presenza di capitano aiuta tutti in personalità e rende la squadra più pericolosa, voto 6,5)
  • BESSA All'8° è davvero spettacolare il ribaltamento di lato con cui pesca perfettamente VERDE dalla parte opposta e sul finire ha l'intuizione che provoca il rigore poi trasformato da PAZZINI, suoi sono i piedi migliori in campo per i gialloblù: Voto 6,5
  • VERDE Geniale il colpo di tacco con cui avvia una grande azione dell'HELLAS al 24°, sua anche la conclusione più pericolosa al 53° sul ribaltamento sopraffino di BESSA, uno dei migliori acquisti di questo mercato e può crescere ancora molto: Voto 6,5
  • PECCHIA Da buon tecnico si assume responsabilità e decisioni importanti come quella (molto discutibile) di puntare sulla velocità di BESSA come falso nove e privarsi di un PAZZINI apparso in ritardo di condizione in Coppa Italia... Non ci sono contrprove ma l'esperimento non gli riesce e ritarda troppo anche l'inserimento del capitano provando al centro dell'attacco persino CERCI: Voto 5

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister PECCHIA2 «Col Napoli ho visto personalità e voglia di mantenere la gara viva nonostante di fronte avessimo un avversario di grandissimo livello. La partita l'avevo preparata così, ho fatto valutazioni tecniche, considerando la condizione di molti calciatori e l'avversario che c'era davanti, avevo bisogno di velocità e ho fatto determinate scelte. Contro una squadra che subisce pochissimo abbiamo creato molte situazioni, spiace per come abbiamo preso i primi due gol, abbiamo avuto molte situazioni per riaprirla. Sto assistendo alla crescita della condizione di molti calciatori, non dimentichiamoci che abbiamo tanti ragazziche vengono da un periodo di inattività. La nostra crescita passerà anche dal migliorare dei singoli. La rabbia del Pazzo mi fa piacere perché non è mai semplice accettare la panchina, lo capisco. Veniamo da un'annata in cui il centrocampo mi ha sempre dato grandi garanzie, abbiamo fisicità, qualità e quantità. Ci vorrà del tempo, lo stare insieme e il conoscersi di più migliorerà anche gli automatismi della fase difensiva, dobbiamo insistere e giocare sempre a calcio, oggi la squadra l'ha fatto sempre nonostante l'avversario di livello che abbiamo affrontato. Mi è piaciuta la spinta del pubblico, uno spettacolo degno del Bentegodi» HellasVerona.it

RÔMULO «Nel primo tempo abbiamo cercato di chiudere tutte le linee di passaggio e il Napoli non ha trovato tanto spazio. Sul primo gol che abbiamo preso ci poteva stare un fallo su Nicolas, ma se sbagli contro squadre forti come questa è difficile recuperare. Il Napoli è più avanti anche di condizione, ha fatto amichevoli importanti e un'ottima gara in Champions, era difficile giocarci contro. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio e trovato il gol del 3-1 anche se sembrava che la partita fosse ormai chiusa. Pazzini? Oggi è rimasto in panchina perché il mister ha preparato così la gara, ha fatto una scelta e non c'è stata nessuna polemica. Adesso dobbiamo continuare a lavorare in vista della partita contro il Crotone per cercare di portare casa i tre punti» HellasVerona.it

Alex FERRARI «Sapevamo di avere di fronte un avversario forte e si è visto, ma siamo scesi in campo tutt'altro che battuti e abbiamo provato a dire la nostra. Possiamo ancora migliorare tanto, dobbiamo crescere. Difesa? Mi sono trovato bene, al di là degli errori siamo una buona linea con grandi margini. Il mister ci aveva chiesto di non pensare solo a difendere, di essere propositivi e così abbiamo fatto. Siamo un bel gruppo, e solo stando uniti possiamo giocarcela con tutte. Tra una settimana tocca al Crotone, così come oggi scenderemo in campo per vincere e dire la nostra» HellasVerona.it

Mister PECCHIA1 'pepato' a PremiumSport «La rabbia di Pazzini? Mi fa piacere, è lo spirito giusto, ma è stata una scelta tecnica e tattica che rifarei. Io faccio delle valutazioni in base allo stato di forma dei giocatori e agli avversari che andiamo ad affrontare. Volevo mettere più velocità sulle fasce e non dare punti di riferimento ai loro centrali, che sono molto forti. Il vantaggio del Napoli? C’è una mano di Koulibaly su Nicolas, ma il VAR ha valutato così e comunque non penso avrebbe cambiato l’andamento della gara» CalcioMercato.com



L'ALTRO ANTICIPO +   -   =

Nel match delle 18.00 la JUVENTUS ha battuto il gol con MANDZUKIC, DYBALA e HIGUAIN ma aldilà del punteggio finale il CAGLIARI ha ribattuto colpo su colpo nel primo tempo e poteva anche pareggiare al 38° se FARIAS non avesse sbagliato il calcio di rigore assegnato ai sardi grazie al VAR, la nuova moviola in campo, che il signor Maresca ha consultato dopo il fallo di ALEX SANDRO su ČOP...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: È stato bello cullare il sogno di rivedere Juan Manuel in gialloblù ma era realmente un colpo impossibile dati i parametri di ingaggio dl giocatore; ITURBE riparte dalla Prima Divisione messicana dove giocherà la prossima stagione allo XOLOS di Tijuana... GRECO, MARRONE, MARTINHO e MORAS ancora in cerca di sistemazione per il prossimo futuro



RASSEGNA STAMPA +   -   =