Anteprima VERONA-GENOA: I gialloblù rinfrancati dal pareggio all'Olimpico ma anche stavolta la tegola non manca e riguarda VIVIANI che è stato operato alla caviglia! Sarà ancora 3-4-3 per arrivare all'agognata vittoria? GASPERINI alle prese con un ambiente poco sereno ed una frangia di tifosi in rivolta...

Pubblicato da Smarso giovedì 21 gennaio 2016 21:53, vedi , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#VeronaGenoa +   -   =

...Tradizione tutto sommato favorevole ai colori scaligeri al Binti tra VERONA e GENOA: In 10 gare i gialloblù sono riusciti ad imporsi sul Grifone nella metà delle occasioni mentre in altre quattro è uscito il pari e solo una volta i rossoblù sono riusciti a strappare i 3 punti, come a dire che l'occasione è più che ghiotta per ottenere l'agognata vittoria inseguita in campionato dal 23 Agosto.
La compagine genoana, la più antica del calcio italico (sport che fu introdotto dai marinai inglesi scesi nel porto di Genova), vinse solo in occasione del primo match disputatosi a Verona tra le due squadre il 27 aprile 1958.
La prima vittoria scaligera risale invece al 12 Maggio 1974 e curiosamente grazie a due autoreti avversarie mentre tre anni dopo la vittoria fu griffata grazie alla rimonta nei minuti finali griffata LUPPI e FIASCHI.
L'ultima vittoria dell'HELLAS risale all'annata 2013-14 quando il gol di DONADEL e la doppietta di TONI non lasciarono scampo al Cricket and Footbal Club mentre nella stagione scorsa terminò 2 a 2 il 24 Settembre in notturna quando, sotto di 2 a 0 grazie ad un paio di svarioni di Rafa MÁRQUEZ puniti da MATRI, TACHTSIDIS prima e IONITA poi riuscirono a pareggiare i conti.

VERONA 2-2 GENOA, gli highlights e le immagini del 24 Settembre 2014

QUI VERONA
GOLLINI non ce la fa: Il portiere ha lavorato a parte a causa di una botta alla spalla contro il GENOA non sarà disponibile, nel frattempo la dirigenza scaligera ha bloccato RAFAEL sempre più vicino al CAGLIARI ma contro i rossoblù giocherà COPPOLA.
VIVIANI operato in Portogallo, a causa dell'infortunio alla caviglia rimediato a San Siro col MILAN, ne avrà per qualche tempo.
SILIGARDI e PISANO pronti al rientro, per ALBERTAZZI ci vorrà ancora un po' come per TONI, SOUPRAYEN e RÔMULO del resto.
SAMIR sarà disponibile solo nella prossima settimana dopo aver sbrigato le ultime pratiche burocratiche in Brasile prima di poter giocare in Italia.

Convocati
Fuori GOLLINI, SOUPRAYEN, TONI e RÔMULO (oltre ovviamente a VIVIANI fresco di intervento chirurgico), recuperano PISANO e SILIGARDI

Portieri: 37. Coppola, 1. Rafael
Difensori: 6. Albertazzi, 22. Bianchetti, 5. Helander, 18. Moras, 3. Pisano, 41. Winck
Centrocampisti: 97. Checchin, 28. Emanuelson, 19. Greco, 10. Hallfredsson, 23. Ionita, 26. Sala, 13. Wszolek, 20. Zaccagni
Attaccanti: 93. Fares, 21. Gomez Taleb, 7. Jankovic, 11. Pazzini, 27. Rebic, 16. Siligardi

Probabile formazione
3-4-3 con Coppola; Bianchetti-Moras-Helander; Sala-Ionita-Greco-Emanuelson; Wszolek-Pazzini-Rebic;


QUI GENOVA
Ambiente poco sereno anche in casa GENOA dove qualche tifoso non ha gradito la paurosa flessione del Grifone, ora al quint'ultimo posto ad un solo punto dal PALERMO battuto peraltro 4 a 0 nell'utlimo turno di campionato, e se l'è presa con mister GASPERINI che ha risposto per le rime facendo pure dei nomi!
Dopo l'ennesima ammonizione rimediata non saranno disponibili TAMBÈ e il difensore BURDISSO fermato dal giudice sportivo, al suo posto è pronto DE MAIO.
Probabile panchina, almeno in partenza, per il fresco ex TACHTSIDIS.
Possibile tridente iniziale formato da PEROTTI, PAVOLETTI ed il nuovo arrivo CERCI!

Convocati
A disposizione anche il nuovo arrivato CERCI.

Portieri: Perin, Lamanna, Donnarumma.
Difensori: Ansaldi, De Maio, Izzo, Marchese, Munoz.
Centrocampisti: Capel, Lazovic, Rigoni, Dzemaili, Rincon, Laxalt.
Attaccanti: Perotti, Cerci, Suso, Ntcham, Pavoletti, Pandev.

Probabile formazione
3-4-3 con Perin; Munoz-De Maio-Izzo; Ansaldi-Rincon-Rigoni-Laxalt; Perotti-Pavoletti-Suso;

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister DELNERI «Il Genoa? Quello che conta è fare una buona partita. Crediamo in quello che stiamo facendo, siamo in crescita, stiamo diventando più solidi e sappiamo che ci aspetta un girone di ritorno importante. Giocheremo al massimo per vincere, tre punti sarebbero fondamentali sia per la classifica e sia per la spinta psicologica. La squadra allenata da Gasperini è solida e aggressiva, mentre in attacco hanno trovato un attaccante che vede la porta. Noi andremo in campo senza svilirci, puntando a fare il massimo. Abbiamo corsa e stiamo bene fisicamente, tutte qualità per giocare un girone di ritorno importante. Come sta Gollini? Con il Genoa non ci sarà, al suo posto in porta giocherà Coppola. E' una scelta tecnica, sia Ferdinando che Rafael mi danno affidabilità, ma ho deciso di puntare sul primo. Pisano è recuperato, Albertazzi non ci sarà e a sinistra non abbiamo molte alternative. C'è Fares, che ha qualità e sta facendo bene, ma è ancora giovane e deve crescere. Chi in attacco? Ora abbiamo due attaccanti a disposizione, Pazzini e Gomez. Ci sono poi esterni con passo importante e altri calciatori duttili. Non abbiamo una formula di gioco, possiamo utilizzare tante situazioni tattiche e vedremo quale sarà la migliore per la sfida al Genoa. Per il resto, altre indicazioni arriveranno dalla rifinitura» HellasVerona.it

WSZOŁEK alla radio ufficiale dell'HELLAS «A Verona mi trovo bene, sento la fiducia dell'allenatore Delneri che sta credendo in me e questo per me è un fattore importante per le mie prestazioni in campo. Continuiamo così. So dove devo migliorare e mi alleno ogni giorno per questo. Non penso al futuro, sono concentrato sull'Hellas. La prossima gara di campionato contro il Genoa in casa al Bentegodi? Entriamo in campo ben consapevoli di cosa dovremo fare, dobbiamo dare il massimo per conquistare i tre punti contro un ottimo avversario. Dobbiamo pensare positivo e sputare sangue, per me sarà una partita particolare avendo giocato alla Sampdoria per due stagioni. Bisogna rimettere in campo la prestazione vista nel secondo tempo contro la Roma: abbiamo i tifosi migliori del mondo, sono sempre con noi. Con il mister stiamo lavorando sulla mentalità: parliamo tanto tra di noi, la fiducia del tecnico è un aspetto molto importante» CalcioNews24.com

Giuseppe Riso agente di GOLLINI «L'esperienza in grandi piazze non gli manca: ha giocato a Firenze, a Manchester, ed ora è a Verona. Senza dubbio una piazza di grande storia, di grande attenzione da parte dei tifosi, dove è contento di giocare. Quella inglese è una parentesi che l'ha formato molto, un'esperienza che lo ha fatto crescere e maturare tanto. Rimpianti per non essersi imposto coi Red Devils? Nessuno, rifarebbe sicuramente la scelta. Poi è stata una scelta condivisa quella di tornare in Italia per giocare: voleva crescere e giocare qui e non si è sbagliato. L'obiettivo, adesso? Dare continuità, raggiungere l'Under 21 e salvarsi con il Verona soprattutto, continuando a giocare a questo livello» TuttoMercatoWeb.com


#VeronaGenoa Wszolek

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

SIMPATICA SVISTA SULLA GAZZETTA: MANDORLINI GUIDA IL BOLOGNA? ...Anche la rosea sbaglia verrebbe da dire leggendo l'articolo sulla cronaca di BOLOGNA-LAZIO in cui l'ex tecnico del VERONA viene fatto sedere sulla panchina dei felsinei! A segnalarlo LArena.it

PREMIO SANTE BEGALI, VIVIANI in testa a metà campionato nella speciale classifica per i giocatori dell'HELLAS più corretti rispetto ai minuti giocati, il regista di scuola ROMA è davanti a IONITA e SILIGARDI...


#VeronaGenoa Delneri

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Ufficiale l'arrivo di Francelino MATUZALÉM al MIAMI FC. Maurizio LANZARO, 4 presenze nel VERONA della prima parte del 2001, si accasa al FOGGIA in Lega Pro mentre Gabriele PUCCIO, primo acquisto della stagione 2008-09 in quel VERONA che faticava in C, ingaggiato dal RIMINI. LEEDS e QPR dall'Inghilterra interessate a CACCIATORE! Il 37enne MUTU non smette ancora! Dopo i 6 mesi in India torna in Romania per la seconda parte di stagione. Il 22enne RAVASI dalla Primavera in Lega Pro 'Appena mi hanno fatto il nome della Pro Patria, ho deciso in due secondi, non ci ho pensato due volte, è una bella piazza ed una società importante. Anche il fatto di giocare con calciatori di categoria mi ha convinto' ma i bustocchi sono ultimi e la situazione appare abbastanza disperata...

BASKET NBA: Troppo forti i THUNDER di DURANT e WESTBROOK, i NUGGETS di GALLINARI devono piegare la testa

SCANDALO SCOMMESSE ANCHE NEL TENNIS: 'Gare sospette perse da 16 tra i primi 50 del mondo'


Radiografia del Gol gialloblù 2015/2016
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
TONI134
PISANO022
PAZZINI022
JANKOVIĆ112
GOMEZ011
HELANDER011
IONITA011
VIVIANI011
MORAS011
HALLFREDSSON101
WINCK101

RASSEGNA STAMPA +   -   =
23/gen/2016 12.15.00
Probabili formazioni Verona-Genoa: Confermato Rebic, torna De Maio
Sfida salvezza fra Verona e Genoa, coi veneti quasi ad un'ultima spiaggia. Delneri recupera Sala e conferma Rebic; Gasperini affida a De Maio il posto dello squalificato Burdisso.

Pazzini guida l'attacco del Verona

Redazione Goal
Per il Verona si fa sempre più difficile la situazione di classifica, con l'ultimo posto occupato e la zona salvezza che dista già ben 12 punti. La squadra di Delneri arriva dal pareggio strappato in trasferta alla Roma e cercherà contro il Genoa la prima vittoria in questo campionato.

La squadra di Gasperini, però, sta attraversando un buon momento ed è reduce da due vittorie consecutive, contro Atalanta e Palermo. Il Genoa è a +5 dalla zona retrocessione e una vittoria al Bentegodi sarebbe importante per allontanarsi ulteriormente dalla zona calda.

Il Verona recupera Sala, che va subito in campo a completare la linea difensiva davanti a Gollini con Moras, Helander e Pisano. Rebic giosterà alto sull'out sinistro, con Wszolek su quello opposto, mentre Ionita e Halfredsson saranno gli interni. In attacco spazio a Gomez al fianco di Pazzini.

Nel Genoa è squalificato Burdisso, spazio quindi a De Maio al fianco di Muñoz e Izzo al centro della difesa, per Marchese sarà ancora panchina. A centrocampo sono confermati Rincon e Rigoni centrali, Ansaldi e Laxalt sulle fasce. In attacco ci saranno Perotti, Pavoletti e Suso, che dovrebbe spuntarla sul nuovo arrivato Cerci.

FONTE: Goal.com


Hellas Verona-Genoa, le probabili formazioni
Scritto da Alessandro Rutar il 23 gennaio 2016 alle 08:00.

Gara valida per la 21ª giornata del campionato di Serie A, in programma domenica 24 gennaio 2016, ore 15:00.

QUI HELLAS VERONA – Il 4-4-2 di Delneri ritrova Pisano dal primo minuto a presidiare l’out mancino di difesa. Quasi certo l’impiego da titolare anche di Rebić, o sull’esterno destro o al fianco di Pazzini in attacco. Nel primo caso, sarà Juanito Gómez a completare il tandem offensivo. Occasione da titolare probabile anche per Hallfreðsson in mezzo al campo.

Hellas Verona (3-4-3): Gollini; Sala, Moras, Helander, Pisano; Rebić, Ionita, Hallfreðsson, Emanuelson; Pazzini, Gómez. All.: Delneri.

QUI GENOA – Dentro De Maio dal primo minuto a sostituire lo squalificato Burdisso. È con tutta probabilità l’unica variazione rispetto alla gara contro il Palermo, con il tridente d’attacco confermato a pieni voti dopo l’ottima prova offerta e il centrocampo che diffida dal rinunciare ai suoi titolari dopo essere riuscito a trovare finalmente un certo equilibrio.

Genoa (4-3-3): Perin; Izzo, Muñoz, De Maio, Ansaldi; Rincón, Rigoni, Laxalt; Suso, Pavoletti, Perotti. All.: Gasperini.

FONTE: MondoPallone.it


Verona-Genoa: probabili formazioni e statistiche
Suso Genoa Palermo 2016 - LaPresse

Di Enrico Turcato
Ultimo aggiornamento 8 ore fa - Pubblicato on 22/01/2016 at 11:27
Dopo cinque sconfitte di fila in campionato si è ripreso il Genoa, che ha battuto Atalanta e Palermo senza nemmeno subire un gol

PROBABILI FORMAZIONI
Verona (4-4-2): Gollini; Sala, Moras, Helander, Pisano; Wszolek, Hallfredsson, Greco, Ionita; Rebic, Pazzini. All.: Delneri Squalificati: -
Indisponibili: Romulo, Albertazzi, Pisano, Siligardi, Toni, Souprayen, Viviani

Genoa (3-4-3): Perin; Munoz, De Maio, Izzo; Ansaldi, Rincon, Rigoni, Laxalt; Suso, Pavoletti, Perotti. All.: Gasperini
Squalificati: Burdisso (1)
Indisponibili: També, Cissokho, Figueiras.

STATISTICHE OPTA
Il Verona ha perso quattro delle ultime sei sfide di Serie A con il Genoa (1V, 1N), incluse le ultime due consecutive. Il Genoa, però, ha vinto solo una volta in casa del Verona, nel primo incrocio giocato in Veneto tra le due squadre nel massimo campionato, nell’aprile 1958: da allora cinque vittorie gialloblu e quattro pareggi.

22 partite consecutive senza vittorie in Serie A: è la striscia negativa più lunga della storia del Verona nel massimo campionato – l’ultimo successo è datato maggio 2015 contro l’Empoli. Dopo cinque sconfitte di fila in campionato si è ripreso il Genoa, che ha battuto Atalanta e Palermo senza nemmeno subire un gol.

Solo il Sassuolo (1127 minuti) ha trascorso più tempo del Verona (1095) su punteggio di parità in questo campionato. Nessuno ha subito più gol di testa del Verona in questo campionato (nove, come l’Empoli), mentre solo Juventus e Palermo (otto ciascuna) ne hanno segnatipiù del Genoa (sette).

Verona (tre) e Genoa (sette) sono le squadre che hanno segnato meno gol nei primi tempi di questo campionato. Il Verona ha segnato soltanto due gol su azione inquesto campionato, almeno nove in meno di qualsiasi altra squadra. Il Verona è la squadra che ha realizzato più gol sugli sviluppi di calcio di punizione indiretta (quattro), mentre il Genoa (quattro, come il Torino) è quella che ha subito più reti in questo modo.

Leonardo Pavoletti ha segnato otto gol nelle ultime otto partite giocate in campionato, con 11 tiri nello specchio – tutti e 10 i gol di Pavoletti in questa Serie A sono arrivati dall’interno dell’area di rigore, in media uno ogni cinque tocchi in area. Artur Ionita ha segnato un solo gol al Bentegodi in Serie A, proprio contro il Genoa nel settembre 2014.

FONTE: It.EuroSport.com


21 gennaio 2016 at 13:20
Genoa, i probabili undici anti Verona
Autore Michele Santoro
Senza Burdisso squalificato, spazio al ritorno di De Maio da titolare; Perotti c’è, per Cerci manca ancora l’ufficialità; spazio a Suso

Tutto pronto in casa genoana per il prossimo turno di campionato: il “Grifone”, domenica alle 15, sarà di scena al “Bentegodi”, contro un Hellas ultimo e bisognoso di punti. Trasferta complicatissima per gli uomini di Gasperini, che potrà contare su tutta la rosa, fatta eccezione per capitan Burdisso, squalificato, e Tambè, ancora infortunato.

Genoa, quindi, che contro gli scaligeri adotterà il classico 3-4-3, con la certezza Perin in porta, Izzo, De Maio e Munoz a comporre il terzetto difensivo; Laxalt e Ansaldi larghi sulle fasce con Rincon e Rigoni in mezzo al campo. Qualche dubbio in più per l’attacco: a meno di clamorosi colpi di scena, Perotti dovrebbe essere delle gara; ipotesi avvalorata dalle dichiarazioni, rilasciate in settimana, dal presidente Preziosi: “Deciderà lui cosa fare, se vuol rimanere, noi non lo vendiamo“.

A chiudere il trio d’attacco ci saranno Suso, entrato bene negli schemi rossobblù, e, naturalmente, il bomber, Leonardo Pavoletti. Perplessità anche sulla presenza di Alessio Cerci: dopo le visite mediche di lunedì, conclusesi positivamente, non è ancora arrivata la firma sul contratto, attesa comunque nelle prossime ore.
Michele Santoro

FONTE: PassioneDelCalcio.it


Hellas Verona una macchina da cross

21 gennaio 2016
Il Genoa continua la preparazione in vista della sfida contro l’Hellas Verona. Una partita insidiosa contro la quale giocano anche le statistiche storiche non certo incoraggianti.
All’apparenza questa potrebbe essere l’occasione ideale per invertire la tendenza negativa: gli scaligeri sono ultimi in classifica con solo nove punti e dovranno rinunciare al centrocampista Viviani.
Il Genoa, invece, ha dalla sua le ali dell’entusiasmo dovute alle due vittorie consecutive ed una bella crescita di gioco. Occorre però prestare la massima attenzione alla sfida perché i gialloblù vengono dal pareggio di Roma e rimangono la seconda squadra per cross utili con 168 palle giocabili.

Certo il record non è bissato ne dai tiri e nemmeno dalle realizzazioni, ma è comunque un dato che indica una tendenza offensiva, per fortuna poco redditizia, visto che è anche la squadra tra le peggiori per tiri effettuati nello specchio della porta.
Il Genoa, sia per uomini che per caratura tecnica e duttilità tattica, ha la possibilità di piegare gli avversari per centrare la terza vittoria consecutiva, risultato che potrebbe muovere la classifica e dare una fondamentale carica all’ambiente.
Con la speranza che, nonostante la nebbia prevista, possa splendere il sole sulle maglie rossoblu.
Massimo Tagino

FONTE: GenoaNews1893.1t


Verona – Genoa, le probabili formazioni
Probabili formazioni Verona-Genoa: Delneri perde Viviani per infortunio; Gasperini schiera De Maio al posto dello squalificato Burdisso


Autore: Michele Ranieri - 21 gennaio 2016 - 15:14
Domenica alle 15.00 il Bentegodi ospiterà la sfida tra Verona e Genoa. La formazione di Delneri è ancora alla ricerca della prima vittoria e dopo l’ottimo pareggio in casa della Roma, gli scaligeri sono carichi per conquistare i tre punti. Difronte troveranno un Genoa reduce da due belle vittorie con Pavoletti in splendida forma.

VERONA – Delneri cambia modulo e si affida al 4-2-3-1 con Pazzini dal primo minuto. Esordio dall’inizio per Rebic schierato da trequartista insieme a Ionita e Wszolek. In mezzo al campo agiranno Hallfredsson e Greco. Difesa a 4 con Sala terzino destro, Helander e Moras centrali e a sinistra Emanuelson.

GENOA – Gasperini si affida ancora una volta alla vena realizzativa di Pavoletti supportato da Perotti e Suso in grande spolvero contro il Palermo. Al posto dello squalificato Burdisso ci sarà De Maio con Munoz e Izzo a completare il reparto difensivo. In mezzo al campo giocheranno Rincon e Rigoni, sulle fasce Laxalt e Ansaldi.

PROBABILI FORMAZIONI VERONA-GENOA:
VERONA (4-2-3-1): Gollini; Sala, Moras, Helander, Emanuelson; Hallfredsson, Greco; Wszolek, Ionita, Rebic; Pazzini In Panchina: Rafael, Coppola, Winck, Bianchetti, Riccardi, Zaccagni, Checchin, Jankovic, Juanito Gomez, Fares. Allenatore: Delneri

Squalificati: nessuno
Diffidati: Moras, Souprayen
Indisponibili: Romulo, Albertazzi, Pisano, Siligardi, Toni, Souprayen, Viviani

GENOA (3-4-3): Perin; Munoz, De Maio, Izzo; Ansaldi, Rincon, Rigoni, Laxalt; Suso, Pavoletti, Perotti. In panchina: Lamanna, Donnarumma, Bruno Gomes, Gakpè, Marchese, Capel, Ntcham, Pandev, Lazovic, Dzemaili, Tachtsidis. Allenatore: Gasperini

Squalificati: Burdisso
Diffidati: T. Costa, Izzo, Rincon
Indisponibili: També

FONTE: StopAndGoal.net


Pubblicato il:20 gennaio 2016
ALESSANDRO CARIOCA - Esperto di Calcio
SERIE A, IL PRONOSTICO DI SASSUOLO-BOLOGNA E VERONA-GENOA
I consigli per le scommesse relativi a questi due match della ventunesima giornata di campionato.

In serie A non c'è mai il rischio di annoiarsi, visto che le sorprese sono sempre dietro l'angolo. Sarà così anche nella ventunesima giornata di campionato, con match come Sassuolo-Bologna e Verona-Genoa dai pronostici molto difficili. E' vero che il fattore campo potrebbe essere una determinante per l'esito finale dei match, ma chi gioca in trasferta come Bologna e Genoa ha dimostrato nelle ultime settimane di voler puntare al successo pieno anche in trasferta. Ecco perché ci aspettano delle partite dove tutto può accadere: i consigli per le scommesse.

Sassuolo-Bologna
[...]

Verona-Genoa
La classifica di serie A ci dice che la salvezza per il Verona è davvero una missione quasi impossibile. Del resto gli scaligeri non hanno ancora vinto nemmeno una partita in questo campionato, anche se contro la Roma nel pareggio per 1-1 dell'Olimpico si sono visti segnali di miglioramento. Per tenere viva la speranza in questo turno la formazione di Delneri dovrà sfruttare il turno casalingo e battere il Genoa, tra l'altro una concorrente per la permanenza in serie A. I rossoblù però hanno vinto le ultime due partite e sembrano aver ritrovato lo smalto dei giorni migliori, grazie alle reti di Pavoletti. Ecco perché i pronostici sono molto difficili, dovremmo vedere una partita equilibrata. Pronostico: gol.

FONTE: It.BlastingNews.com


Scommesse Serie A: lente d'ingrandimento su Verona - Genoa, arriveranno i primi tre punti per l'Hellas?
Scritto da TopSpot1982 | Mercoledì, 20 Gennaio 2016
Non era mai successo di vedere una squadra ancora a zero vittorie dopo venti giornate di campionato. E' accaduto al Verona che chiude chiaramente la classifica di Serie A ma che arriva dal buon 1-1 in casa della Roma e al Bentegodi cerca il primo successo contro un Genoa in ripresa.

Nuova rubrica di TopSpot82 che per ogni giornata del campionato di calcio italiano ci segnala una partita interessante più per statistiche interessanti, numeri curiosi e quote di valore più che sul big match in calendario. Per questa 21° giornata di Serie A per esempio il big match è senza dubbio Juventus - Roma, e non certamente la lotta nei bassi fondi tra Verona - Genoa su cui ci concentriamo.

Il Verona come detto non ha ancora vinto in una stagione da incubo dove al momento gli scaligeri chiudono all'ultimo posto con 9 punti, frutto di altrettanti pareggi (maggior squadra da X in Serie A finora), tra cui l'1-1 all'Olimpico contro la Roma (alla prima di Spalletti) della settimana scorsa che ha ridato un minimo di morale alla banda di Gigi Del Neri.

Il Genoa vive la lite tra Gasperini - Prezioni ed alcuni tifosi. Aria di polemica che il Gasp non ha più trattenuto facendo nomi e cognomi dopo l'ottimo 4-0 rifilato al Palermo, 2° vittoria di fila visto anche il 2-0 a Bergamo, che ha fatto respirare i grifoni che si sono rialzati un pò dalla zona calda di retrocessione, ma anche questa diventa una sfida importante. Prima di Bergamo il Genoa non aveva mai vinto in trasferta (3 pareggi, 6 sconfitte), dove la squadra del bomber Pavoletti ha un andamento palesemente più lento per questo potrebbe avere valore giocare sullo sblocco del Verona @3.00 su Snai

Continuate a seguirci con le nostre varie rubriche fisse di ogni settimana sul campionato di calcio italiano e in attesa degli articoli con analisi, statistiche, news e pronostici da parte dei nostri esperti sulla 21° giornata di Serie A.

FONTE: BetItaliaWeb.it


FOCUS
Verona, solo 3 titolari presenti in campo alla prima di andata e di ritorno
20.01.2016 14:30 di Giorgia Segala
Footstats.it, portale che si occupa di statistiche del calcio italiano, ha riportato per ogni squadra il numero di titolari che hanno giocato sia la prima partita del girone di andata, sia la prima del girone di ritorno. Per quanto riguarda l'Hellas Verona, solo 3 gialloblù hanno giocato la prima partita dei due gironi: Moras, Sala e Greco. Solo loro hanno fatto il loro ingresso in campo contro la Roma in entrambe le occasioni, prima agli ordini di Andrea Mandorlini, poi a quelli di Luigi Delneri. Otto undicesimi cambiati, allenatore cambiato, risultato uguale: sia alla prima partita, sia alla ventesima, infatti, il Verona è riuscito a portare a casa un punto col medesimo risultato di 1-1.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


DOPO L'OPERAZIONE ALLA CAVIGLIA
Viviani: Mi riprenderò tutto con gli interessi
21/01/2016 17:02
"E' andato tutto alla grande: sono solo piccoli incidenti di percorso... Io sono sempre lo stesso: già da domani si ricomincia a lavorare per rientrare... E MI RIPRENDERÒ TUTTO CON GLI INTERESSI". Questo il messaggio che Federico Viviani ha voluto lanciare a tutti i tifosi gialloblù, dopo l'operazione alla caviglia in Portogallo.
L.VAL.

MOMENTO NO
La parabola discendente di Bosko Jankovic
20/01/2016 11:18
Aveva dato segnali incoraggianti in precampionato, mostrando grinta, voglia di spaccare il mondo e buoni colpi durante le prime amichevoli. Bosko Jankovic in estate era carico, convinto di poter lasciare il segno in questa stagione, dopo aver faticato nei primi anni in gialloblù per convincere Mandorlini a concedergli fiducia e continuità. In luglio aveva rinnovato il contratto, in agosto alla prima di campionato con la Roma ha fatto esplodere il Bentegodi segnando il gol del vantaggio e dell'illusione. Doveva essere la stagione della sua definitiva consacrazione, dopo un'annata difficile per quel grave infortunio al malleolo che gli fece saltare 12 partite tra novembre e febbraio.

Bosko però non ha mai convinto del tutto alternando buone prove e troppi passaggi a vuoto. Con l'arrivo di Delneri Jankovic ha perso ogni certezza. Due deludenti spezzoni di partita contro Empoli e Milan, prima di restare in panchina dall'inizio alla fine contro Sassuolo, Juventus, Palermo e Roma, segnali chiari che Bosko in questo momento non rientra nei piani dell'allenatore friulano. Jankovic si era adattato con sacrificio al 4-3-3 di Mandorlini. Nel calcio di Delneri sta facendo tanta fatica e la società ha deciso di cederlo. Comprensibile. (L.F.)

VERONA-GENOA, I PRECEDENTI IN A
In 10 gare, 5 successi dei MASTINI sui GRIFONI
20/01/2016 11:11
Verona-Genoa in Serie A al Bentegodi, non è un match con una grandissima tradizione, ma la storia premia nettamente gli scaligeri. In 10 incontri disputati, l’Hellas è riuscito ad affermarsi 5 volte. I pareggi invece sono stati 4 e soltanto una volta, i rossoblù sono riusciti ad espugnare lo stadio veneto. Quell’occasione (27 aprile 1958), combacia col primo scontro tra le due formazioni e risale al Campionato 1957/58 (30^ giornata). I gialloblù persero 1-3 e ad aprire le marcature furono proprio loro con Tesconi al 29’. Poi ci fu la rimonta genoana per effetto delle reti di Dalmonte al 41' e di Abbadie al 51' e al 71' .

I veneti s’imposero nei successivi 3 incontri, il primo dei quali, risale alla stagione 1973/74 (12 maggio 1974 – 29^ giornata). Il punteggio finale fu di 2-0 per le autoreti di Derlin al 38' e di Rosato al 44'. Il 2° successo venne ottenuto nel torneo 1976/77 (30 gennaio 1977 – 14^ giornata). Il Verona vinse 3-2 ed i marcatoti furono Luppi (V) al 20' e al 78’, Pruzzo (G) al 22' e al 26’ e Fiaschi (V) all’86’. L’annata successiva (1977/78, 26 febbraio 1978) arrivò la 3^ vittoria alla 20^ giornata: 2-0 grazie ad una doppietta di Mascetti al 42’ al 44’.

Il primo dei 4 pareggi si verificò nel 1982/83, esattamente il 6 febbraio 1983 alla 19^ giornata: 2-2. Ad andare in gol per primi furono gli ospiti con Briaschi al 18' i quali raddoppiarono al 51’ per l’autogol di Oddi. L’Hellas accorciò sempre su autorete (Benedetti al 55’) e pareggiò definitivamente all’84’ con Oddi. Nelle annate 1983/84 e 1989/90, altre due “ics”. Il 18 dicembre 1983 la gara terminò 0-0, mentre l’8 aprile 1990 fu 1-1 (a Fanna al 6’, rispose Fontolan al 69’).

Il 4° successo dei “mastini” avvenne nel 1991/92 (17 novembre 1991 – 10^ giornata). La partita terminò 2-1 (23’ Prytz (V) su rig., 28’ Eranio (G) e 49’ Raducioiu (V).

La 5^ ed ultima vittoria gialloblù è di due stagioni fa (2013/14). Il 30 marzo 2014, lo score finale fu di 3-0 con le reti di Donadel al 35’ e di Toni all’89’ e al 94’. Mentre l’anno scorso, la gara si è conclusa 2-2: grifoni in avanti di 0-2 (34' e 48' Matri) e poi raggiunti al 52' da Tachtsidis e al 64' da Ionita.

Domenica 24 gennaio alle ore 15, scaligeri e liguri incroceranno nuovamente i guantoni per la 21^ giornata. I padroni di casa sono reduci dal bel pareggio in trasferta all’Olimpico di Roma per 1-1 contro i giallorossi e sono ancora alla ricerca della 1^ vittoria stagionale. Se ottenuta, avvicinerebbero proprio gli ospiti (quintultimi con 22 punti) per alimentare le speranze di salvezza.

PRECEDENTI VERONA-GENOA IN SERIE A:
Partite giocate: 10
Vittorie H.Verona: 5
Pareggi: 4
Vittorie Genoa: 1
Gol fatti H.Verona: 18
Gol fatti Genoa: 11
ANDREA FAEDDA

FONTE: TGGialloBlu.it


Genoa: vittoria, gol e la questione Gasp-tifosi
Scritto da: Matteo Oneto il: gennaio 19, 2016
[...]

La prossima gara, nella tana dell’Hellas Verona, è un’altra tappa da non fallire, anche se il recente risveglio dei gialloblù, ultimi e staccati in classifica, non lascia immaginare una passeggiata di salute. Certo, se arrivasse il terzo exploit di fila, il Grifo aggancerebbe a tempo di record un folto gruppetto di avversarie dirette per un piazzamento finale non certo esaltante ma pur sempre accettabile dopo le vicissitudini patite nel girone di andata. Ed è inutile negare che i sei punti strappati ai “cugini” in due capitoli di campionato riapre il derby per la superiorità cittadina.

[...]

Due parole, infine, sulla querelle Gasp-tifosi. A precisa domanda il mister ha risposto facendo i nomi dei suoi principali contestatori, che probabilmente guidano non più di qualche centinaio di adepti . I social network sono stati subissati di interventi in gran parte a favore del trainer, che non deve perdere la serenità ed è pregato, d’ora in poi, di non aggiungere verbo in merito: darebbe visibilità a personaggi relativamente rappresentativi, che sarebbe preferibile lasciare nell’ombra.
PIERLUIGI GAMBINO

FONTE: GenoaSamp.com


Verona-Genoa: le probabili formazioni

23 gennaio alle 10:32
Torna in campo la Serie A per la 21esima giornata di campionato, la seconda del girone di ritorno. Ecco le probabili formazioni:

VERONA-GENOA domenica ore 15
Verona (4-2-3-1): Gollini; Sala, Moras, Helander, Pisano; Hallfredsson, Ionita; Rebic, Juanito Gomez, Wszolek; Pazzini.
A disp.: Rafael, Coppola, Winck, EmanuelsonBianchetti, Riccardi, Zaccagni, Checchin, Jankovic, Greco, Fares. All.: Delneri
Squalificati: nessuno - Indisponibili: Romulo, Albertazzi, Pisano, Siligardi, Toni, Souprayen, Viviani

Genoa (3-4-3): Perin; Munoz, De Maio, Izzo; Ansaldi, Rincon, Rigoni, Laxalt; Suso, Pavoletti, Perotti.
A disp.: Lamanna, Donnarumma, Bruno Gomes, Gakpè, Marchese, Capel, Ntcham, Pandev, Lazovic, Dzemaili, Tachtsidis. All.: Gasperini
Squalificati: Burdisso (1) - Indisponibili: També, Cissokho, Figueiras.

Hellas Verona: Viviani fuori un mese

22 gennaio alle 12:21
Operazione alla caviglia in Portogallo per il centrocampista del Verona Federico Viviani. Secondo il Corriere di Verona l'ex Roma dovrà stare ai box per almeno un mese.

Verona-Genoa: le probabili formazioni

22 gennaio alle 10:04
Torna in campo la Serie A per la 21esima giornata di campionato, la seconda del girone di ritorno. Ecco le probabili formazioni:

VERONA-GENOA domenica ore 15
Verona (4-2-3-1): Gollini; Sala, Moras, Helander, Emanuelson; Hallfredsson, Greco; Wszolek, Ionita, Rebic; Pazzini.
A disp.: Rafael, Coppola, Winck, Bianchetti, Riccardi, Zaccagni, Checchin, Jankovic, Juanito Gomez, Fares. All.: Delneri
Squalificati: nessuno - Indisponibili: Romulo, Albertazzi, Pisano, Siligardi, Toni, Souprayen, Viviani

Genoa (3-4-3): Perin; Munoz, De Maio, Izzo; Ansaldi, Rincon, Rigoni, Laxalt; Suso, Pavoletti, Perotti.
A disp.: Lamanna, Donnarumma, Bruno Gomes, Gakpè, Marchese, Capel, Ntcham, Pandev, Lazovic, Dzemaili, Tachtsidis. All.: Gasperini
Squalificati: Burdisso (1) - Indisponibili: També, Cissokho, Figueiras.

FONTE: CalcioMercato.com


13:17 | giovedì 21 gennaio 2016
Hellas Verona, Wszolek: «Sento la fiducia di Delneri
L'ex Samp: «Contro il Genoa come un derby»

di Andrea Bartolone - twitter: @andreabartoloneFoto: ©Imagephotoagency.it

HELLAS VERONA WSZOLEK GENOA - Pavel Wszolek, laterale dell'Hellas Verona, è stato intervistato da "Radio Bella e Monella" nel corso di "Questo è il Verona" presentando la prossima sfida di campionato contro il Genoa: «A Verona mi trovo bene, sento la fiducia dell'allenatore Delneri che sta credendo in me e questo per me è un fattore importante per le mie prestazioni in campo. Continuiamo così. So dove devo migliorare e mi alleno ogni giorno per questo. Non penso al futuro, sono concentrato sull'Hellas. La prossima gara di campionato contro il Genoa in casa al Bentegodi? Entriamo in campo ben consapevoli di cosa dovremo fare, dobbiamo dare il massimo per conquistare i tre punti contro un ottimo avversario».

LE DICHIARAZIONI - Prosegue Wszolek: «Dobbiamo pensare positivo e sputare sangue, per me sarà una partita particolare avendo giocato alla Sampdoria per due stagioni. Bisogna rimettere in campo la prestazione vista nel secondo tempo contro la Roma: abbiamo i tifosi migliori del mondo, sono sempre con noi. Con il mister stiamo lavorando sulla mentalità: parliamo tanto tra di noi, la fiducia del tecnico è un aspetto molto importante».

FONTE: CalcioNews24.com


ALTRE NOTIZIE
Genoa, i 20 convocati per la sfida contro il Verona: Cerci c'è
23.01.2016 18.12 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Sono 20 i giocatori convocati dall'allenatore del Genoa Gian Piero Gasperini in vista della sfida di domani contro l'Hellas Verona valida per la 21esima giornata di Serie A. A disposizione Alessio Cerci, calciatore arrivato pochi giorni fa in prestito dal Milan. Di seguito l'elenco completo.

Portieri - Perin, Lamanna, Donnarumma.
Difensori - Ansaldi, De Maio, Izzo, Marchese, Munoz.
Centrocampisti - Capel, Lazovic, Rigoni, Dzemaili, Rincon, Laxalt.
Attaccanti - Perotti, Cerci, Suso, Ntcham, Pavoletti, Pandev.

SERIE A
Genoa, domani al Bentegodi un osservatore dello United per Perin
23.01.2016 18.52 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Il Manchester United ha accreditato un suo osservatore per la sfida tra Hellas Verona e Genoa che andrà in scena domani al Bentegodi. Nel mirino del club inglese - rivela Sky - l'estremo difensore rossoblù Mattia Perin.

ALTRE NOTIZIE
Genoa, domani la sfida col Verona: Preziosi presente alla rifinitura
23.01.2016 16.20 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
C'era anche Enrico Preziosi all'allenamento di rifinitura svolto questo pomeriggio dal Genoa in Veneto. Domani la squadra di Gasperini affronterà l'Hellas Verona al Bentegodi, una gara molto importante per i rossoblù che vogliono portare avanti la striscia positiva che va avanti da due turni.

LE STATISTICHE
Il Genoa non vince a verona dagli anni Cinquanta. Una grande chance per l'Hellas?
23.01.2016 12.37 di Redazione Footstats Twitter: @FootStatsCalcio
Tocca tornare agli Cinquanta del Novecento per ritrovare l'ultima vittoria del Genoa al Bentegodi contro il Verona. Stagione 1957/58, i grifoni si imposero per 3-1. Sono solamente due le affermazioni dei liguri in casa dei gialloblu, l'altra è stata ottenuta nel campionato 1952/53 (0-2).
Una lunga imbattibilità del Verona in casa contro il Genoa che può essere un segnale di speranza per la truppa di Delneri che è alla ricerca ancora della prima vittoria in campionato. Il Genoa per ora può vantare una sola vittoria in trasferta su dieci gare giocate.

TUTTI I PRECEDENTI A VERONA (SERIE A E B)
12 vittorie Verona
13 pareggi
2 vittorie Genoa
38 gol Verona
20 gol Genoa

LA PRIMA SFIDA A GENOVA
1951/1952 Serie B Verona vs Genoa 0-0

L'ULTIMA SFIDA A GENOVA
2014/2015 Serie A Verona vs Genoa 2-2

RASSEGNA STAMPA
Corriere del Veneto: "Hellas-Genoa, deciderà il fattore P"
23.01.2016 09.13 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
Uno ha ritrovato il gol smarrito dopo tre mesi. L'altro, invece, è l'attaccante in copertina in questo scorcio iniziale del 2016. Domani, al Bentegodi, Verona-Genoa sarà un incrocio stuzzicante anche tra loro due: Giampaolo Pazzini e Leonardo Pavoletti, scrive il Corriere del Veneto. Ecco che la partita tra Verona e Genoa viaggia in controluce attorno alle qualità delle punte, attorniate da alfieri lussuosi. Delneri è pronto a schierare l'Hellas con un 4-4-2 a trazione anteriore, con il Pazzo affiancato da Gomez e Wszolek e Rebic a correre sulle fasce. Gasperini studia un tridente che, se in piena forma, vale i posti di vertice del campionato: insieme a Pavoletti, Perotti e Cerci, appena ingaggiato dal Genoa.

RASSEGNA STAMPA
Genoa, Il Secolo XIX sulla salvezza: "Differenza Gasperini"
23.01.2016 07.48 di Daniel Uccellieri
Il Secolo XIX in edicola questa mattina si concentra sulla corsa salvezza, con il Genoa che può contare su un importante punto a favore: l'allenatore. "Differenza Gasperini", titola il quotidiano genovese. Fra gli ultimi tecnici del Grifone, Gasperini è il più vincente, mentre l'ex Delneri è il peggiore. A Verona per il tris di vittorie e per allontanare le polemiche.

SERIE A
Gasperini con una freccia in più. Cerci l'arma (tattica) per sognare
23.01.2016 07.20 di Tommaso Bonan
Il Genoa riparte... con un Cerci in più. Il passaggio ufficiale in prestito dal Milan, arrivato nella giornata di ieri, ha fatto da preludio al primo allenamento dell'esterno con la truppa di Gasperini. Il quale, di fatto, da domenica contro l'Hellas Verona potrà contare su un titolare in più. Così in attesa di sviluppi dal fronte Perotti-Roma, il Genoa contro la squadra di Delneri potrebbe presentarsi anche con un incredibile tridente Perotti-Pavoletti-Cerci. Ipotesi suggestiva, che comunque potrebbe rimanere tale se è vero che il futuro dell'argentino pare a tinte giallorosse. Non prima di domenica, però. Adesso Gasperini ha l'imbarazzo della scelta, anche da punto di vista tattico, data anche la presenza in rosa di un giocatore come Suso (già in gol con la maglia rossoblu). Cerci-Pavoletti-Suso, di fatto, potrebbe essere il tridente di Gasperini per il proseguo del campionato (qialora Perotti dovesse passare alla Roma), con le alternative pronte all'uso in caso di necessità (da Gakpe a Lazovic, fino a Pandev e Capel). Il tutto, con la possibilità di variare anche l'assetto tattico in un eventuale 3-5-2 (con Cerci come seconda punta). Come si dice in questi casi, un giocatore polivalente, dal quale tutto il Genoa può trarre vantaggio.

PROBABILI FORMAZIONI
Le probabili di Hellas-Genoa - Imbarazzo della scelta in attacco per Gasp
Fischio d'inizio domenica ore 15. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!

23.01.2016 06.50 di Giovanni Cimino
Altro giro, altro tentativo dell'Hellas Verona di acciuffare la vittoria contro il Genoa, la prima della stagione. Dopo il sorprendente pari di Roma, Delneri può solo vincere contro il Grifone e aspettare poi qualche regalo dal mercato. Gialloblù con appena quattro punti all'attivo al Bentegodi e soli 6 reti messe a segno, che valgono la sgradita palma di peggiore attacco casalingo. Dall'altra parte, un Genoa reduce da due importantissimi successi consecutivi, contro Atalanta e Palermo, che hanno progressivamente diradato le nubi. E al Bentegodi, i rossoblù di Gasperini potranno utilizzare tutto il rilevante reparto offensivo, con gli ultimi due "gioielli" Suso e Cerci. Campo ostico, quello scaligero, per il Genoa, che ha battuto una sola volta in Verona in 10 precedenti di A, addirittura quasi 60 anni fa, il 27 aprile del 1958. A dirigere la sfida, l'internazionale Rocchi.

COME ARRIVA IL VERONA Una delle ultime chiamate in ottica salvezza per l'Hellas di Gigi Delneri. Non vincere anche contro un Genoa comunque in netta ripresa, sarebbe l'ennesimo passo verso il ritorno in serie B. Forti del pari dell'Olimpico, i rossoblù puntano tutto sulla vena realizzativa di Pazzini, vista l'assenza prolungata di Toni. Indisponibili anche Romulo, Albertazzi, Viviani e Souprayen. Il tecnico friulano potrebbe così optare per il 4-4-2, inserendo più uomini offensivi. Davanti a Gollini, largo a Sala e Pisano sugli esterni, Moras e Helander al centro. Sulla mediana, Ionita e Hallfredsson al centro, Wszolek e Rebic esterni con il principale compito di offendere, mentre la coppia d'attacco sarà formata da Gomez e Pazzini.

COME ARRIVA IL GENOA Cinque punti dalla terz'ultima, ma con tanta voglia di ottenere un'altra vittoria e allontanarsi definitivamente dagli impicci di classifica. Il Genoa di Gian Piero Gasperini vuol confermarsi ad alti livelli e sfruttare l'immenso potenziale offensivo a propria disposizione, visto che oltre a Suso, c'è l'ultimo arrivato Cerci e c'è ancora Perotti. Out Burdisso causa squalifica, fuori anche Cissokho e i due mediani Tachtsidis e Figueras, oramai destinati a lasciare Genova. 3-4-3 per il Grifone con Perin tra i pali, difesa composta da Munoz, De Maio e Izzo. Sugli esterni Ansaldi e Laxalt, mentre in mezzo, accanto a Rigoni, è ballottaggio Rincon-Dzemaili. Abbondanza in avanti, con il solo Pavoletti sicuro di una maglia da titolare, mentre Suso, Perotti e Cerci si giocano due posti.

LE PROBABILI FORMAZIONI:
Hellas Verona (4-4-2) Gollini; Sala, Helander, Moras, Pisano; Wszolek, Ionita, Hallfredsson, Rebic; Gomez, Pazzini. Allenatore: Delneri

Genoa (3-4-3) Perin; Munoz, De Maio, Izzo; Ansaldi, Rincon, Rigoni, Laxalt; Suso, Pavoletti, Perotti. Allenatore: Gasperini

ARBITRO: Gasperini

SERIE A
Genoa, Preziosi: "Perotti gioca a Verona, poi lunedì è un altro giorno"
22.01.2016 17.00 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
LaRoma24.it ha intervistato Enrico Preziosi, presidente del Genoa, a proposito del futuro di Diego Perotti. "Domenica Perotti gioca a Verona con la maglia del Genoa, poi lunedì è un altro giorno. Il resto sono solo cavolate e basta, di programmato non c'è niente".

LE STATISTICHE
Terza sfida nostalgia per Delneri
22.01.2016 14.32 di Redazione Footstats Twitter: @FootStatsCalcio
E' un bilancio in perfetto equilibrio quello che emerge dagli scontri diretti in campionato fra Luigi Delneri e Gian Piero Gasperini: 2 successi per parte e 2 segni "x" (entrambi per 1-1 nel corso della stagione 2008-2009).
Per l'allenatore dell'Hellas Verona, fra l'altro, si tratterà della terza 'sfida nostalgia' di fila. Dopo l'esordio contro la Juventus (guidata nel 2010-2011), il primo punto raccolto contro la Roma (allenata nel 2004-2005), ecco stavolta il Genoa, vale a dire l'ultima squadra diretta in Serie A (nel 2012-2013) prima di sedersi sulla panchina degli scaligeri.

TUTTI I PRECEDENTI FRA DELNERI E GASPERINI (SERIE A)
2 vittorie Delneri
2 pareggi
2 vittorie Gasperini
6 gol fatti squadre Delneri
7 gol fatti squadre Gasperini

SERIE A
Verso la 21esima - Hellas-Genoa, Delneri già all'ultima spiaggia
22.01.2016 14.20 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
È un'impresa davvero complicata, a tratti impossibile, quella di Luigi Delneri all'Hellas Verona. Perché soli sei punti in quattordici giornate ponevano gli scaligeri all'ultima posizione in classifica. I tre pareggi nelle ultime sei, con il tecnico ex Juventus, hanno di certo migliorato la media - non di molto - ma non la classifica. Anzi, il quartultimo posto dista dodici punti, con il Genoa che è al quintultimo che ora è a ventidue, tredici lunghezze più sopra.
Delneri incontra il recente (o quasi) passato. Poiché il tecnico di Aquileia ha allenato il Grifone nel 2012-13, con solo due vittorie e due pareggi in tredici partite. Un momento complicato, quello della banda Preziosi, capace di salvarsi di sei punti - ma con la penalizzazione del Siena ad aiutare. Chiaro che un'eventuale sconfitta con il Genoa sarebbe la pietra tombale di una stagione nata malissimo - con gli infortuni di Toni e Pazzini, uniche punte in rosa - e continuata pure peggio.

ALTRE NOTIZIE
Genoa, la tifoseria organizzata a Gasperini: "Intervista diffamatoria"
20.01.2016 22.03 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Il sito di Primocanale riporta il comunicato della tifoseria organizzata del Genoa, in risposta al tecnico Gian Piero Gasperini dopo la conferenza post-partita di domenica contro il Palermo:

"In conseguenza dell'intervista diffamatoria rilasciata dal Signor Giampiero Gasperini, volontariamente imbeccato dalla stampa filo-societaria nell'ottica esclusiva di distogliere l'attenzione dai concreti problemi del Genoa cfc, esprime la più totale solidarietà a Leopizzi, "Cobra" e Traverso, attaccati personalmente solo perché fanno parte del Tifo Organizzato.

La Tifoseria Organizzata, ci mette sempre la faccia, come nel confronto assolutamente pacifico al Pio XII dopo la sconfitta nel derby, evidentemente indigesto al Signor Gasperini per il fatto di non essere stato invitato, che è consistito in una chiacchierata con la squadra ed è servito ad unire ancora di più giocatori e tifosi, cioè gli unici ad avere come obiettivo esclusivo il bene del Genoa.

Noi andiamo avanti per la nostra strada certi che i giocatori si impegneranno per raggiungere la salvezza.

Noi facciamo parlare i fatti e non i social network! TUTTI A VERONA!!! FORZA GENOA!!!"

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona e la salvezza dell'Hellas: "Due ali per volare"
20.01.2016 09.43 di Pietro Lazzerini
Il Corriere di Verona di questa mattina titola: "Hellas, due ali per iniziare a volare". Con il redivivo Wszolek e l'arrivo di Rebic, Delneri ha le frecce per far correre la squadra. Adesso l'impresa non sembra più impossibile. Ci crede anche l'ex Fanna che ha dichiarato: "Con questa mentalità ci si può provare fino alla fine".

SERIE A
Genoa, come potrebbe cambiare l'attacco rossoblù con Cerci
20.01.2016 07.45 di Andrea Piras
[...] Domenica prossima il Genoa andrà a far visita al Verona, ormai all'ultima spiaggia se vuole rimanere agganciato al treno salvezza. I rossoblù dovranno fare molta attenzione perchè nel campionato italiano nulla è scontato, chiedere proprio alla Roma per credere. Al "Bentegodi" il Grifone dovrà mostrare lo stesso furore agonistico mostrato contro Atalanta e Palermo, mentre dal punto di vista tattico si torna al tridente puro con l'incognita Perotti ma con un Cerci in più.

ALTRE NOTIZIE
Genoa, allenamento tra campo e mercato. Preziosi in visita alla squadra
19.01.2016 21.57 di Tommaso Bonan
Una giornata piena di eventi in casa Genoa, caratterizzata dalle ultime novità di mercato e soprattutto dalla visita del presidente Preziosi, arrivato a Genova per stare vicino al mister e ai giocatori e seguire l'allenamento dal principio alla fine. Dopo le due vittorie incamerate contro Atalanta e Palermo - riporta il sito ufficiale del club - sotto con la prossima trasferta di Verona con il gruppo carico, e impegnato oggi in una lunga serie di esercitazioni tecniche e partitelle, corredate dalle rifiniture atletiche che saranno implementate nella doppia sessione in programma mercoledì.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Gollini: "Adesso continuità e salvezza col Verona"
19.01.2016 16.15 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Nella stagione difficile e complicata dell'Hellas Verona, c'è un sorriso. Coi guantoni. Si chiama Pierluigi Gollini, che si è preso il posto da titolare con gli scaligeri e che, contro la Roma, è stato protagonista di un'altra partita di livello. "E' un ragazzo che ha tutto per essere un grande portiere. Ero sicuro che avrebbe fatto bene". A parlare, per Tuttomercatoweb.com, è l'agente del ragazzo, Giuseppe Riso.

Pierluigi è un ragazzo che, peraltro, prima di Verona ha giocato in grandi piazze e nei settori giovanili di Manchester United e Fiorentina.
"E' vero, l'esperienza in grandi piazze non gli manca: ha giocato a Firenze, a Manchester, ed ora è a Verona. Senza dubbio una piazza di grande storia, di grande attenzione da parte dei tifosi, dove è contento di giocare. Quella inglese è una parentesi che l'ha formato molto, un'esperienza che lo ha fatto crescere e maturare tanto".

Rimpianti per non essersi imposto coi Red Devils?
"Nessuno, rifarebbe sicuramente la scelta. Poi è stata una scelta condivisa quella di tornare in Italia per giocare: voleva crescere e giocare qui e non si è sbagliato".

L'obiettivo, adesso?
"Dare continuità, raggiungere l'Under 21 e salvarsi con il Verona soprattutto, continuando a giocare a questo livello".

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona e la squadra di Delneri: "Hellas, la nuova guardia"
19.01.2016 08.43 di Pietro Lazzerini
Il Corriere di Verona di questa mattina titola: "Hellas, la nuova guardia". Delneri si affida a Wszolek, Ionita, Pazzini e Gollini per tentare l'impresa della salvezza. Una missione quasi impossibile alla quale la squadra crede ancora nonostante la classifica terribile.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


22.01.2016
Juanito in evidenza
Hallfredsson in mediana

Continua la preparazione del Verona in vista della gara interna di domenica contro il Genoa, Gigi Delneri ha voluto testare la condizione dei suoi opponendoli alla Primavera di Pavanel, che ben sta facendo nel campionato di categoria. Il tecnico di Aquileia ha ruotato tutti gli elementi a disposizione, schierando per altro dal primo minuto Pisano. Interessante la metacampo con Ionita e Hallfredsson mediani e Wszolek e Gomez esterni.
La prima frazione si è conclusa sull’1-0, grazie al gol siglato da Juanito Gomez. Da segnalare almeno cinque prodigiosi interventi del baby Vencato.
Il raddoppio subito a inizio ripresa: Greco sventaglia su Jankovic, che di prima intenzione trafigge il portierino gialloblù. A seguire in rete Siligardi e ancora Juanito, di Dagnoni il gol degli uomini di Pavanel per il 4-1 finale in favore della prima squadra. Domani è in programma un allenamento mattutino, a porte chiuse.

21.01.2016
L'Hellas rischia di perdere ancora Viviani
Viviani, ancora infortunato

Il Verona rischia di perdere ancora Federico Viviani che stamattina si si è sottoposto ad accertamenti clinici e diagnostici alla caviglia destra nella clinica specializzata 'Hospital Santa Maria' di Oporto per il protrarsi del dolore derivante dal trauma distorsivo rimediato in occasione di Milan-Hellas Verona dello scorso 13 dicembre. I controlli, effettuati dal professor Niek Van Dijk, necessiteranno di ulteriori esami ma è serio il rischio di un intervento che toglierà all'Hellas il suo regista per la fase cruciale della stagione. Viviani, fra pubalgia e i problemi alla caviglia, ha già saltato otto gare di campionato.
Alessandro De Pietro

20.01.2016
Blitz a Peschiera di Samir, poi vola in Brasile
Samir sorride con la maglia gialloblù

Blitz a Peschiera per Samir. Il nuovo difensore dell’Hellas, dopo aver indossato la maglia gialloblù, si è recato al centro Paradiso per conoscere mister Delneri e i compagni di squadra. Alla fine dell’allenamento Samir è tornato in Brasile per definire le ultime pratiche e dalla settimana prossima si metterà a disposizione del Verona per aiutare i gialloblù nella corsa alla salvezza.
Luca Mantovani

19.01.2016
Serie A

Da più di un mese non è più l’allenatore del Verona ma ieri mattina la «Gazzetta dello Sport» ha riportato Andrea Mandorlini in panchina. Nell’edizione del lunedì della «rosea», a pagina 19, nel sottotitolo della pagina dedicata alla sfida tra Bologna e Lazio si legge «La squadra di Mandorlini avanti con Giaccherini e Destro...». Un errore che avrà strappato un sorriso non solo a Mandorlini ma anche a Donadoni....

FONTE: LArena.it


Hellas Verona-Genoa: 22 convocati
Postata il 23/01/2016 alle ore 16:35

Verona - Dopo la rifinitura pomeridiana, mister Delneri ha convocato 22 calciatori per la sfida contro il Genoa, 21a giornata del campionato Serie A TIM 2015/16 in programma domenica 24 gennaio (ore 15) allo stadio 'Bentegodi'.

Assenti gli infortunati Gollini, Souprayen, Toni e Romulo.

HELLAS VERONA-GENOA
CONVOCATI

Portieri
37. Coppola
1. Rafael

Difensori
6. Albertazzi
22. Bianchetti
5. Helander
18. Moras
3. Pisano
41. Winck

Centrocampisti
97. Checchin
28. Emanuelson
19. Greco
10. Hallfredsson
23. Ionita
26. Sala
13. Wszolek
20. Zaccagni

Attaccanti
93. Fares
21. Gomez Taleb
7. Jankovic
11. Pazzini
27. Rebic
16. Siligardi

Ok la rifinitura, applausi per il 'Pazzo'
Postata il 23/01/2016 alle ore 16:00

Peschiera - Si e' chiusa a Peschiera la preparazione in previsione della sfida di domani con il Genoa. Gollini ha proseguito il lavoro differenziato in palestra e dunque non sarà della gara. Nessun'altra sostanziale novità dall'infermeria. Il gruppo si e' dedicato lungamente a del riscaldamento a secco e a del lavoro atletico poi sotto con delle esercitazioni tecnico-tattiche per poi chiudere il cerchio con una partitella a campo ridotto, impreziosita da interessanti giocate: da segnalare un gol al volo di Pazzini, figlio di un destro a incrociare che ha strappato gli applausi del pubblico presente alla rifinitura, ancora una volta a porte aperte.

Delneri: «Sempre più solidi, gioca Coppola»
Postata il 23/01/2016 alle ore 13:30

Peschiera - Rivivi su Hellas Verona Channel la conferenza stampa integrale di mister Luigi Delneri alla vigilia di #VeronaGenoa.

GENOA? GIOCHEREMO AL MASSIMO PER VINCERE
«Il Genoa? Quello che conta è fare una buona partita. Crediamo in quello che stiamo facendo, siamo in crescita, stiamo diventando più solidi e sappiamo che ci aspetta un girone di ritorno importante. Giocheremo al massimo per vincere, tre punti sarebbero fondamentali sia per la classifica e sia per la spinta psicologica. La squadra allenata da Gasperini è solida e aggressiva, mentre in attacco hanno trovato un attaccante che vede la porta. Noi andremo in campo senza svilirci, puntando a fare il massimo. Abbiamo corsa e stiamo bene fisicamente, tutte qualità per giocare un girone di ritorno importante. Come sta Gollini? Con il Genoa non ci sarà, al suo posto in porta giocherà Coppola. E' una scelta tecnica, sia Ferdinando che Rafael mi danno affidabilità, ma ho deciso di puntare sul primo. Pisano è recuperato, Albertazzi non ci sarà e a sinistra non abbiamo molte alternative. C'è Fares, che ha qualità e sta facendo bene, ma è ancora giovane e deve crescere. Chi in attacco? Ora abbiamo due attaccanti a disposizione, Pazzini e Gomez. Ci sono poi esterni con passo importante e altri calciatori duttili. Non abbiamo una formula di gioco, possiamo utilizzare tante situazioni tattiche e vedremo quale sarà la migliore per la sfida al Genoa. Per il resto, altre indicazioni arriveranno dalla rifinitura».

IL NOSTRO MOMENTO
«Come stiamo? I ragazzi lavorano bene, il risultato di Roma ci dà forza e convinzione per continuare la nostra volata fino a maggio. Sappiamo che dovremo dare il massimo, ma la squadra è migliorata sotto tutti i punti di vista dal mio arrivo a oggi. Potremmo avere qualche punto in più, che magari ci avrebbe dato maggior consapevolezza, ma continuiamo ad allenarci con grande intensità e consapevolezza. Poi c'è sempre il nostro pubblico, che ci darà sicuramente una mano. Vogliamo ottenere qualcosa insieme ai tifosi».

IL MERCATO
«L'arrivo di Samir? Ha caratteristiche importanti, vedremo quando rientrerà dal Brasile come potrà darci una mano. Marrone? E' un calciatore che ho già allenato. Si stanno valutando delle situazioni, dobbiamo cercare calciatori con certe caratteristiche che possano dare una mano al nostro gioco. A centrocampo con l'infortunio di Viviani, che spero di recuperare il prima possibile, occorre fare qualcosa. Se non arriverà qualcuno faremo comunque crescere i nostri giovani, come Checchin».

Tanta tattica a Peschiera, rifinitura a porte aperte
Postata il 22/01/2016 alle ore 13:30

Peschiera - Si e' alzata l'asticella della concentrazione allo 'Sporting Center Il Paradiso', a due giorni dalla sfida contro il Genoa. La mattinata di lavoro si e' aperta con del riscaldamento curato dal prof. Alimonta, intervallato da attività a secco e con la palla. Quindi largo a mister Delneri, che ancora una volta ha spinto forte sulla tattica: in pratica una lunga "lezione" in vista della gara di domenica, con cui si è concluso l'allenamento. Lavoro differenziato per Gollini, alle prese con un trauma contusivo alla spalla. Domani rifinitura a porte aperte, fino a indicazioni dello staff tecnico, alle 14.30.

4-1 con la Primavera, domani porte chiuse
Postata il 21/01/2016 alle ore 16:25

Peschiera - Si avvicina la gara interna con il Genoa dunque questo pomeriggio mister Delneri ha voluto testare la condizione dei suoi opponendoli alla Primavera di mister Pavanel, che ben sta facendo nel campionato di categoria. Il tecnico di Aquileia ha ruotato tutti gli elementi a disposizione, schierando per altro dal primo minuto Pisano. La prima frazione si è conclusa sull'1-0, grazie al gol siglato da Juanito Gomez. Da segnalare almeno cinque prodigiosi interventi del baby Vencato. Il raddoppio subito a inizio ripresa: Greco sventaglia su Jankovic, che di prima intenzione trafigge il portierino gialloblù. A seguire in rete Siligardi, ancora Juanito e Dagnoni per gli uomini di Pavanel. Domani è in programma un allenamento mattutino, a porte chiuse.

#AskWszolek, ecco le risposte di Pawel!
Postata il 21/01/2016 alle ore 16:10
Verona – Di seguito le risposte di Pawel Wszolek all'#ask proposto sulla nostra pagina ufficiale di Facebook. Grazie a tutti per le domande, pubblichiamo le 3 che ci sono piaciute di più, quelle di ‪Fabio Tagliaro, Andrea Marinella e Dawid Krzystoń.

Fabio Tagliaro: È stata una sorpresa la visita di Nawalka, l'allenatore della Polonia? Ti ha dato qualche speranza di poter esser inserito nella lista per i prossimi Europei?
«L’allenatore della Nazionale mi segue, questo mi dà fiducia, ha una lista con 40 nomi ma sono 23 possono andare all’Europeo. Mi ha dato dei consigli per migliorare e giocare meglio, mi ha fatto un “in bocca al lupo”. Sono contento che mi tenga in considerazione».

Andrea Marinella: ultimamente stai giocando molto bene, come ti ha "trasformato" Delneri?
«Contro Juve e Palermo potevo fare di più, sicuramente sto meglio in campo e fisicamente, l’anno scorso avevo giocato poco e quando prendi il ritmo si gioca meglio. Tutta la squadra sta migliorando».

Dawid Krzystoń: dove ti vedi tra 3 anni?
«Penso partita per partita, mi ha sempre affascinato il Manchester United, ma sono al Verona e mi trovo bene. Ora tocca al Genoa, vediamo cosa succede».

Wszolek: «Genoa? Pronti a dare tutto»
Postata il 21/01/2016 alle ore 14:20

Verona - Le dichiarazioni del centrocampista Pawel Wszolek, rilasciate durante la trasmissione 'Questo è il Verona' in onda sull'official radio Radio Bellla&Monella.

IO, VERONA E L'HELLAS
«Come mi trovo qui? A Verona sto alla grande, ho trovato bravi ragazzi e grandi campioni. Stiamo giocando molto bene, se continuiamo così possiamo andare avanti con fiducia. Siamo sulla strada giusta, il portiere avversario è sempre il migliore in campo ma noi dobbiamo continuare a giocare. Sono sicuro che prima o poi la ruota girerà e la situazione cambierà. Come mi trovo con mister Delneri? L'anno scorso, alla Sampdoria, con Mihajlovic facevo il terzino destro. Con Rossi, invce, giocavo largo nel 3-5-2. Pur non disputando tante partite, questo mi ha aiutato molto perché mi ha permesso di imparare a difendere. Ora qui sento la fiducia dell'allenatore, fattore per me importantissimo, e so dove devo migliorare. Mi alleno duramente per questo, perché devo crescere sia tecnicamente che sui cross, ora penso a fare bene quello che mi chiede il mister, cioé di attaccare lo spazio per sfruttare tutta la mia velocità e dare profondità alla manovra. Il lavoro del mister dal punto di vista mentale? Nel mondo del calcio questo è fondamentale per fare i risultati. Lavoriamo e parliamo tanto su cosa possiamo fare per migliorare, guardiamo molte partite e l'importante è aiutarci tra di noi, come squadra».

DOPO LA ROMA
«Contro la Roma, personalmente, penso di aver fatto una buona prestazione. Tutta la squadra ha disputato una grande partita e, grazie ai miei compagni, sono riuscito a far partire il contropiede giusto. La prestazione dell''Olimpico' ci dice che dobbiamo crederci, siamo in grado di fare belle partite e abbiamo bisogno di fiducia. Tutto però deve partire dal dare il massimo in allenamento, il 200%. Poi dobbiamo scendere in campo e dare tutto, anche con l'aiuto dei nostri tifosi che sono i migliori del mondo. Non ho mai visto un pubblico come quello di Verona, è unico».

ORA IL GENOA
«La sfida contro il Genoa? Quando ero alla Samp questo era un bel derby, che io purtroppo non ho mai avuto la fortuna di giocare. Sarà una grande partita, dove noi dovremo scendere in campo per dare il massimo. Sappiamo cosa dobbiamo fare, ripartiamo dalla prestazione messa in campo contro la Roma».

CAPITOLO NAZIONALE
«Non vedo l'ora di tornare a giocare con la Nazionale polacca, ma ora per me conta solo il Verona. Il Commissario Tecnico della Polonia, Adam Nawałka, è venuto a vedermi durante gli allenamenti e mi ha confermato che mi sta seguendo. Anche lui mi ha detto dove devo migliorare, però mi ha spronato a continuare così. Come saranno gli Europei? Ci sono squadre molto forti e altre emergenti, ma se la Polonia riuscirà a superare il girone potrà fare bene. Prima comunque penso al Verona, poi viene la Nazionale».

WSZOLEK NEL TEMPO LIBERO
«Quali sono i compagni con cui ho legato di più? Mi trovo bene con tutti. Durante i ritiri sono in camera con Gollini ed è molto simpatico. Tutti comunque, quando sono arrivato, mi hanno aiutato nell'inserimento in questo gruppo. Com'è Verona? Bella, anche se c'è freddo (ride, ndr). Non ho ancora visto tutto, ma credo che sia fra le città più belle d'italia. Nel tempo libero sto molto con mia moglie, facciamo delle passeggiate e guardiamo dei film».

Viviani sottoposto a intervento chirurgico
Postata il 21/01/2016 alle ore 14:05

Verona - L’Hellas Verona FC informa che il calciatore Federico Viviani è stato sottoposto, presso l’Hospital Santa Maria di Oporto, a un intervento in artroscopia di pulizia della caviglia destra. L’operazione, eseguita dal professor Van Dijk, è perfettamente riuscita. I tempi di recupero saranno valutati in base all’evoluzione del quadro clinico.

Esami clinico-diagnostici alla caviglia per Viviani
Postata il 21/01/2016 alle ore 10:25

Verona - L’Hellas Verona FC comunica che il calciatore Federico Viviani stamani è stato sottoposto ad accertamenti clinici e diagnostici legati alle condizioni della caviglia destra presso la clinica specializzata 'Hospital Santa Maria' di Oporto, alla luce del protrarsi del dolore derivante dal trauma distorsivo rimediato in occasione di Milan-Hellas Verona dello scorso 13 dicembre. I controlli sono stati effettuati dal professor Niek Van Dijk.

Nuova partitella con la Primavera
Postata il 20/01/2016 alle ore 16:20

Peschiera - Giornata di "doppio" oggi nel quartier generale di Peschiera. La mattinata e' stata trascorsa in palestra, il pomeriggio invece sul campo. Mister Delneri, assieme a Conti e D'Angelo, si è concentrato sui movimenti difensivi. Sul campo 1 il preparatore Alimonta ha torchiato una parte del gruppo, puntando forte sul fondo. Continuano a migliorare Albertazzi e Pisano, prossimi al definitivo reintegro nel plotone. Domani, ormai come consuetudine, partitella in famiglia con la Primavera di Pavanel, a porte aperte, alle 14.30.

Premio 'Gianni Brera', riconoscimento per Luca Toni
Postata il 20/01/2016 alle ore 13:15

Verona - Riconoscimento a Luca Toni nell'ambito del premio 'Gianni Brera - Sportivo dell'anno 2015'. L'attaccante gialloblù sarà premiato lunedì 25 gennaio, alle ore 18.15, presso il 'Teatro dal Verme' di Milano (via San Giovanni sul Muro, 2). Un premio importante per il capitano dell'Hellas Verona, che si è distinto sia per i risultati ottenuti sul campo (capocannoniere della Serie A Tim 2014/15 con 22 reti) e sia per l'esempio che lui stesso è riuscito a dare, umanamente e sportivamente, in ogni partita, valori che il famoso giornalista Gianni Brera amava raccontare. Giunta alla 15a edizione, la manifestazione vedrà la partecipazione anche di altri importanti personaggi del mondo dello sport come Gianluigi Buffon, la ciclista recordwoman Anna Mei, il giornalista Bruno Longhi insieme a Giovanni Trapattoni e il nuotatore paralimpico Federico Morlacchi.

La giuria, composta da giornalisti, ex sportivi e altre personalità, ha assegnato in passato questo premio a personaggi del calibro di Paolo Maldini, Fabio Capello, Marcello Lippi e Valentina Vezzali. Il riconoscimento sarà assegnato dal Circolo Culturale 'I Navigli' (fondato nel 1999), ideatore e promotore del premio, che ha scritto una pagina importante dell'aggregazione e della socialità a Milano, contribuendo alla vita culturale della città con l'organizzazione di eventi come il concorso nazionale di poesia e pittura dedicato a Alda Merini e Guido Bertuzzi.

Ripartono gli allenamenti a Peschiera
Postata il 19/01/2016 alle ore 17:20

Peschiera - Ripresa sotto il sole per il Verona. Allo 'Sporting Center' squadra divisa in due gruppi sotto l'occhio attento di mister Delneri. Sul campo 1, insieme al preparatore Luca Alimonta, seduta atletica per chi ha giocato nella sfida contro la Roma, mentre sul campo 2 riscaldamento, esercitazioni tecniche e possesso palla per tutti gli altri, a cui si sono aggiunti anche Pisano e Siligardi. Ha lavorato in parte con il gruppo, prima di proseguire il programma differenziato, anche Michelangelo Albertazzi, seduta in palestra invece per Souprayen. Terapie per Toni e Viviani. Domani in programma una doppia seduta, alle ore 10 e alle ore 14.30, a porte aperte.

'Premio Sante Begali', Viviani in testa a metà campionato
Postata il 19/01/2016 alle ore 16:50

Verona - Prosegue, di giornata in giornata, il 'Premio Sante Begali', che da sette stagioni celebra il calciatore dell'Hellas Verona più corretto in campo in rapporto ai minuti giocati, dedicato alla memoria di una leggenda gialloblù. A prendere il posto di Francesco Benussi, premiato al termine dello scorso campionato, per ora è Federico Viviani, che nonostante il ruolo delicato è finora il meno falloso, con un solo cartellino giallo rimediato in 957 minuti giocati. Seguono a distanza ravvicinata Ionita e Siligardi.

'PREMIO SANTE BEGALI' - REGOLAMENTO
Vince il calciatore che:
non ha mai vinto nelle edizioni precedenti
ha giocato almeno metà delle partite
non ha mai ricevuto un'espulsione diretta
ha ricevuto meno ammonizioni in rapporto ai minuti giocati

'PREMIO SANTE BEGALI' - CLASSIFICA A FINE GIRONE DI ANDATA
1) Federico Viviani
2) Artur Ionita
3) Luca Siligardi
4) Filip Helander
5) Matteo Bianchetti
6) Juan Ignacio Gomez Taleb
7) Pierluigi Gollini
8) Evangelos Moras
9) Luca Toni
10) Samuel Souprayen

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Ufficiale l'arrivo di Francelino MATUZALÉM al MIAMI FC. Maurizio LANZARO, 4 presenze nel VERONA della prima parte del 2001, si accasa al FOGGIA in Lega Pro mentre Gabriele PUCCIO, primo acquisto della stagione 2008-09 in quel VERONA che faticava in C, ingaggiato dal RIMINI. LEEDS e QPR dall'Inghilterra interessate a CACCIATORE! Il 37enne MUTU non smette ancora! Dopo i 6 mesi in India torna in Romania per la seconda parte di stagione. Il 22enne RAVASI dalla Primavera in Lega Pro 'Appena mi hanno fatto il nome della Pro Patria, ho deciso in due secondi, non ci ho pensato due volte, è una bella piazza ed una società importante. Anche il fatto di giocare con calciatori di categoria mi ha convinto' ma i bustocchi sono ultimi e la situazione appare abbastanza disperata...

BASKET NBA: Troppo forti i THUNDER di DURANT e WESTBROOK, i NUGGETS di GALLINARI devono piegare la testa

SCANDALO SCOMMESSE ANCHE NEL TENNIS: 'Gare sospette perse da 16 tra i primi 50 del mondo'

Super Gallinari non basta ai Denver Nuggets: troppo forti i Thunder di Durant e Westbrook

Non basta un grande Danilo Gallinari a Denver per battere i Thunder di Durant e Westbrook. Il Gallo - per l'ottava volta nelle nove gare disputate nel 2016 - sfonda quota 20: sono 27 i punti contro Oklahoma, conditi da tre rimbalzi e un assist.

Ma dalla parte opposta i due All Star combinano per 57 punti (30 Durant con 12 rimbalzi, 27 Westbrook con 12 assist) e ricevono l'apporto di Kanter sotto canestro: 25 punti, suo massimo stagionale. Finisce 104-110, è la quinta vittoria consecutiva per i Thunder, sempre più terza forza a est dopo Golden State e San Antonio.

Questi i risultati della notte Nba: Denver Nuggets-Oklahoma City Thunder 104-110; Phoenix Suns-Indiana Pacers 94-97; New Orleans Pelicans-Minnesota Timberwolves 114-99; Miami Heat-Milwaukee Bucks 79-91.

Tennis, è scandalo scommesse. La BBC: "Gare sospette perse da 16 tra i primi 50 del mondo"

di Marco Lobasso
ROMA - Una bomba sulla credibilità del tennis mondiale.
La BBC e Buzzfeed hanno reso noto di essere entrate in possesso di documenti su partite truccate ai massimi livelli, con dentro anche 3 match di Wimbledon. Sarebbero coinvolti 16 top 50 mondiali, alcuni in gara anche in questi giorni agli Australian Open. Le presunte combine riguarderebbero reti di scommesse in Russia ma anche in Italia, al Nord e in Sicilia. I giocatori e le partite sospette sarebbero state segnalate alla Tiu (Tennis Integrity Unit) dell'Atp.

I documenti risalirebbero al 2007 e a un'inchiesta nata dopo una partita tra il top ten mondiale, il russo Davydenko, e l'argentino Vassallo-Arguello. I giocatori furono dichiarati ”puliti” ma le indagini avrebbero individuato una rete di scommesse ben più ampia.

L'Atp con il suo n.1 Kermode nega: «Tolleranza zero sui casi di match fixting. Investiamo tanto danaro sulla Tiu e verifichiamo ogni informazione. Sanzionati già 16 tennisti, 6 sospesi a vita. Respingiamo ogni sospetto di poca attenzione». L'Agipronews conferma: «Segnaliamo allerta immediata per ogni anomalia di scommesse. Ma non sempre ciò significa combine».

Impegnato agli Australian Open, il n.1 del mondo Novak Djokovic ammette a sorpresa: «Nel 2007 uno sconosciuto ha cercato di coinvolgermi in un match truccato. Il mio enturage l'ha bloccato prima ancora che parlasse con me.Oggi la situazione mi sembra più tranquilla». Roger Federer, invece, è dubbioso: «Vicenda molto grave che va presa sul serio, ma vorrei vedere delle prove concrete su questa storia». Infine, dall'Italia, parla l'ex numero 1 d'Italia Filippo Volandri: «Ho fiducia nell'Atp. Non basta, però: bisogna alzare il livello dei controlli. Ha fatto bene Djokovic a dire la sua verità. L'allerta deve essere totale».

FONTE: Leggo.it


UFFICIALE: Mutu torna a giocare in Romania
Getty Images

18 gennaio alle 11:52
A 37 anni Adrian Mutu di smettere non ha alcuna intenzione. L'ex attaccante di Inter, Verona, Parma, Chelsea, Juventus, Fiorentina e Cesena giocherà la seconda parte di stagione al Targu Mures, in Romania. Mutu è reduce dall'esperienza in India al Pune City.

FONTE: CalcioMercato.com


RESTO DEL MONDO
UFFICIALE: Miami FC, arriva Matuzalem per il centrocampo di Nesta
21.01.2016 16.33 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Matuzalem Francelino da Silva è un nuovo giocatore del Miami FC: il club statunitense ha annunciato il suo arrivo dopo il divorzio con l'Hellas Verona. Nesta, tecnico della squadra, al proposito ha detto: "La sua carriera parla per lui, ha dimostrato di essere un giocatore esemplare".

LEGA PRO
UFFICIALE: Rimini, tesserato il centrocampista Gabriele Puccio
20.01.2016 20.18 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Fonte: Riminicalcio.com
L'A.C. Rimini 1912 comunica di aver tesserato il centrocampista classe 1989 Gabriele Puccio. Il neo biancorosso in carriera ha disputato 127 partite in Lega Pro (Verona, Portogruato, Pavia, Monza, Savona, Pergolettese, Vigor Lamezia, Mantova) e 4 in Serie B (Portogruaro). Gabriele Puccio, questo pomeriggio ha disputato il primo allenamento con i nuovi compagni e sarà presentato domani giovedì 21 gennaio alle ore 14:00 nella sala stampa dello stadio Romeo Neri.

ALTRE NOTIZIE
Pro Patria, Ravasi: "In campo darò sempre il mille per mille"
18.01.2016 13.52 di Alessio Calfapietra
Da alcuni giorni Riccardo Ravasi (22) è un nuovo giocatore della Pro Patria. Arrivato in prestito dall'Hellas Verona, ha già avuto modo di esordire nel pareggio interno contro il Pavia.

Attaccante scuola Como, transitato anche per l'Inter, si presenta così ai microfoni del sito ufficiale bustocco: "Appena mi hanno fatto il nome della Pro Patria, ho deciso in due secondi, non ci ho pensato due volte, è una bella piazza ed una società importante. Anche il fatto di giocare con calciatori di categoria mi ha convinto. Le mie caratteristiche? Sono una prima o seconda punta, spero di dare il mio contributo a livello realizzativo".

La situazione in classifica della Pro Patria è critica (ultima ad otto punti), ma Ravasi regala una promessa ai tifosi: "Ho fatto solo due allenamenti con la squadra ma la mia sensazione è piu' che positiva, se vogliamo possiamo farcela. Quando scenderò in campo darò sempre il mille per mille sperando di fare anche qualche goal per contribuire alla salvezza".

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Chievo, il Leeds studia Cacciatore
20.01.2016 12.15 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
Sirene inglesi per il difensore del Chievo Verona, Fabrizio Cacciatore. Il Leeds del Presidente Cellino studia il profilo del giocatore gialloblù, già visionato domenica scorsa in occasione della partita contro l'Empoli. E alcuni emissari inglesi saranno presenti anche domenica all'Olimpico, dove il Chievo giocherà contro la Lazio. Cacciatore nel mirino del Leeds. E sullo sfondo l'ipotesi QPR...

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Foggia, ufficiale l’arrivo di Lanzaro: la foto della firma

Gianluca Di Marzio 20-01-2016 11:57
Si attendeva l'ufficialità per l'arrivo di Maurizio Lanzaro al Foggia ed è arrivata oggi, con la firma del giocatore sul nuovo contratto. A confermarlo il sito ufficiale della società rossonera, tramite un comunicato ufficiale: “Il Foggia Calcio comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del calciatore Maurizio Lanzaro, classe ’82, in forza fino a qualche giorno fa alla Salernitana. Lanzaro ha all’attivo 351 presenze tra i professionisti di cui 128 in A con le maglie di Roma, Verona, Empoli e Reggina e 43 presenze nella Liga Spagnola con la maglia del Real Saragozza. Lanzaro verrà presentato ai media questo pomeriggio alle ore 18:00 nella sala stampa Antonio Fesce dello stadio Pino Zaccheria.”

FONTE: GianlucaDiMarzio.com

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio