Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Bosko JANKOVIĆ

Bosko Jankovic (Photocredits Hellas Verona)

Nato a/il:Belgrado (Serbia)
il 01/03/1984
Nazionalità:Serba
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2017
Ruolo:Ala/Attaccante esterno
Altezza:183 Cm
Peso:78 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2015 - 2016A15 (+3CI)1 (+1) 
Hellas Verona2014 - 2015A18 (+1CI)1 (+0) 
Hellas Verona2013 - 2014A18 (+1CI)2 (+0) 
Genoa2012 - 2013A19 (+1CI)4 (+0) 
Genoa2011 - 2012A30 (+1CI)6 (+0) 
Genoa2010 - 2011A6 (+1CI)0 (+0) 
Genoa2009 - 2010A30 
GenoaAgo. 2008 - 2009A25 (+1CI)4 (+0) 
Palermo2008 - Ago. 2008A10 
Palermo2007 - 2008A26 (+2CI +2CU)2 (+1 +0) 
MallorcaAgo. 2006 - 2007PD28 (+4CR)9 (+2) 
Stella Rossa2006 - Ago. 2006MSL0 (+4CL)0 (+0) 
Stella Rossa2005 - 2006MSL26 (+5CU)12 (+0) 
Stella Rossa2004 - 2005MSL28 (+4CL +2CU)9 (+1 +0) 
Jedinstvo UbGen. 2004 - 2004SLW2821 
Stella Rossa2003 - Gen. 2004MSL40 
Stella Rossa2002 - 2003MSL133 
Giovanili Stella Rossa2000 - 2002--- 
LEGENDA: MSL=Major Serbian League (Serie A Serbo-Montenegrina), SLW=Serbian League West (Serie C Serba), CL=Champions League, CU=Coppa UEFA, PD=Primera División (Serie A Spagnola), CR=Copa del Rey (Coppa del re spagnola)

Bosko Jankovic - All goals in the Spanish leagueBosko Jankovic Amazing Goal - Genoa vs Chievo

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 21 Luglio 2013
Un altro bel colpo di SOGLIANO questo centrocampista esterno con spiccate doti offensive proveniente dal GENOA, Bosko JANKOVIC può giocare anche da ala e da mezz'ala e, dotato di fisico potente nonchè di importanti mezzi tecnici, 'vede' molto bene la porta al termine delle sue caratteristiche sortite mancine...
Peccato per quelle stagioni 'buttate' a Genova a causa di infortuni che ne hanno frenato l'adattamento al difficile campionato italiano: La migliore stagione in Serie A per il calciatore nazionale serbo risale al 2011-2012 quando con il GENOA giocò 30 gare in campionato 'bollando' 6 volte...

PALMARES SERBO...
Campione in erba nelle giovanili della gloriosa STELLA ROSSA di Belgrado, Bosko esordisce 18enne in prima squadra nel 2002 ed infila subito 13 presenze e 3 gol ma il suo talento viene giudicato ancora acerbo così, a metà della stagione successiva, l'esterno sinistro di centrocampo con propensioni spiccatamente offensive viene girato nei campionati minori del suo paese a fare esperienza...
Nel team del JEDINSTVO UB in effetti per JANKOVIC è quasi un gioco da ragazzi e ne butta dentro ben 21! Quasi uno a partita di media.
Tornato alla squadra della città natia, nel campionato che gli compete sotto l'ala di mister PETROVIC, il calciatore miete successi arricchendo il personale palmares che fin'ora vede 3 vittorie in campionato e 3 Coppe di Lega tutte conquistate in Serbia: Da ricordare la bomba-gol su punizione realizzata in Coppa UEFA agli olandesi del PSV EINDHOVEN al terzo turno di qualificazione...

PRIMERA DIVISIÓN POI IL PALERMO
Dal massimo campionato spagnolo si accorge di JANKOVIC il MALLORCA che per la stagione 2006-2007 lo ingaggia pagando 3 milioni di Euro ai serbi.
Bosko non delude da titolare: 9 centri in 28 presenze e l'esordio nella Nazionale maggiore del suo paese attirando così le attenzioni di BARCELLONA e VALENCIA.
Nell'annata successiva è forte l'interesse del CHELSEA ma la spunta patròn ZAMPARINI che lo vuole al PALERMO e sborsa 8 milioni agli spagnoli! Importante anche il contratto quinquennale da un milione e mezzo a stagione: I vertici rosanero credono fortemente nel serbo che in effetti con COLANTUONO in panchina gioca bene e va a segno anche in Coppa UEFA ma il cambio di allenatore col vulcanico presidente dei siciliani è sempre dietro l'angolo...
E' così che col ritorno di GUIDOLIN JANKOVIC non vede quasi più il campo! Quando il mister lo fa finalmente giocare titolare il 17 Febbraio alla 'Favorita' contro il CAGLIARI e il serbo fornisce l'assist per il primo gol e ne realizza un secondo è difficile sostituirlo prima della fine... In effetti anche il pubblico non capisce e contesta questa decisione dell'allenatore

CINQUE ANNI AL GENOA
E siamo al 2008 quando JANKOVIC viene ingaggiato (a Settembre nelle battute finali del calciomercato) dal GENOA di PREZIOSI: Con il Grifone Bosko conoscerà la sua migliore stagione in Serie A, diventando al contempo un vero idolo per i tifosi rossoblù, ma anche l'amarezza di brutti infortuni e difficili recuperi che ne comprometteranno il rendimento dal 2009 al 2011 quando, in assenza di offerte per il cartellino del calciatore da parte delle società compartecipanti GENOA e PALERMO, il giocatore rimane in Liguria per quella che, come anticipato, sarà la sua stagione più proficua coi genovesi e che gli varrà un rinnovo biennale di contratto.
2012-2013: Nella passata stagione JANKOVIC esordisce come capitano del GENOA alla prima giornata di campionato e dopo 19 gare (e 4 reti) passa al VERONA per una cifra che dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 milioni e mezzo.

Qui trovate la pagina Facebook ufficiale dedicata al calciatore questa invece la pagina Twitter dei fans dell'esterno

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =


  • Due pesi e due misure denunciò al quotidiano serbo 'Vecernje Novosti' quando confrontò le pene inflitte ai tifosi serbi ospiti al 'Ferraris' nell'incontro della loro nazionale contro l'ITALIA il 12 Ottobre 2010 e quelli italiani che interruppero la partita contro il SIENA nel drammatico scontro salvezza fermato da alcuni esagitati tifosi del 'Grifone'
  • Costretto ad abbandonare la tribuna dopo i pesanti insulti rivoltigli da uno spettatore (ed il clima che sullo 0 a 3 si faceva via via più pericoloso anche per il giocatore seduto in tribuna) nello 1 a 4 subito dai suoi compagni contro il SIENA al 'Ferraris', diretto concorrente alla salvezza, quando l'arbitro Tagliavento fu costretto ad interrompere la gara per 50 minuti a causa delle intemperanze dei tifosi del Grifone che avevano fra l'altro preteso la svestizione delle maglie di cui non ritenevano degni i calciatori in campo
  • Capitano del Grifone alla prima giornata del 2012-2013 nella gara vinta contro il CAGLIARI dove fu protagonista anche l'ex gialloblù FREY con parate che rsultarono determinanti...
  • Letale anche su calcio di punizione come ricordano i tifosi scaligeri che nella gara del 18 agosto in Coppa Italia al 'Ferraris' lo videro pennellare sulla testa di GILARDINO un calcio piazzato magistrale! Ma anche la rete in Coppa UEFA agli olandesi del PSV EINDHOVEN non fu malaccio...
  • Gran bel gol al LECCE! Con i salentini l'esterno sinistro si diverte sempre: 3 gol nella stagione di Serie A 2008-2009; da ricordare il 2 a 0 realizzato di tacco da posizione angolata nella doppietta dell'andata...
  • Primo gol con la Nazionale maggiore serba durante le qualificazioni agli Europei del 2008 contro il PORTOGALLO il 28 Marzo 2007 ma JANKOVIC ha esordito 2 anni prima ed ha fin'ora totalizzato 31 presenze, 5 le reti realizzate (24 gare e 8 gol con l'Under 21)
  • Unico serbo ad aver giocato nel PALERMO JANKOVIC ha rotto un 'tabù' con la squadra sicula anche se non gli ha portato granchè bene con GUIDOLIN in panchina...
  • Giocatore dell'anno in Serbia alla fine della stagione 2005–2006 iniziata con Walter ZENGA in panchina

Boško Janković
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boško Janković (in serbo Бошко Јанковић; Belgrado, 1º marzo 1984) è un calciatore serbo, centrocampista dell'Hellas Verona e della Nazionale serba.

Caratteristiche tecniche
Gioca nel ruolo di ala sinistra o mezzapunta, sempre sul centro-sinistra.

Carriera
- Club
Stella Rossa di Belgrado
Esordisce nella stagione 2002-2003 con la Stella Rossa Belgrado, con la quale segna 3 gol in 13 presenze. Nella stagione 2005-2006 ottiene i primi successi, con 12 gol segnati in 6 gare. Vince tre campionati e 3 coppe nazionali.

Maiorca
Nell'estate 2006 passa al Maiorca per 3 milioni di euro. Nella stagione disputa 28 incontri nella Primera División segnando 9 reti.

Palermo
Il 29 giugno 2007 viene acquistato per 8 milioni di euro dalla società italiana del Palermo con la quale sottoscrive un contratto quinquennale da 1,5 milioni lordi a stagione, triplicando il suo ingaggio precedente.[senza fonte] È il primo e unico calciatore serbo della storia della società rosanero.
Inizia titolare con l'allenatore Stefano Colantuono, segnando anche nella partita di andata di Coppa UEFA al 90' contro il Mladá Boleslav, ma con il ritorno del tecnico Francesco Guidolin viene relegato in panchina e in tribuna. Torna in campo titolare il 17 febbraio nella partita casalinga contro il Cagliari a causa delle squalifiche di Fabrizio Miccoli ed Amauri e risulterà decisivo segnando il gol del 2-0 e sfornando l'assist per il gol dell'1-0. Nella stessa partita verrà sostituito e il pubblico non apprezzerà la decisione dell'allenatore. Nell'ultima giornata segna un altro gol contro il Siena; chiude quindi la stagione con 3 reti.

Genoa
Il 1º settembre 2008, nelle ultime ore del calciomercato, passa al Genoa in prestito con diritto di riscatto del cartellino fissato a 3,5 milioni di euro.
Segna il primo gol con la maglia rossoblu il 10 gennaio in Genoa-Torino (3-0). Segnerà poi altri due gol contro Lecce (2-0), con un colpo di tacco da posizione angolata, e Napoli (0-1), con una notevole azione personale. Infine segna il suo ultimo gol stagionale all'ultima giornata di campionato ancora contro il Lecce.
Il 25 giugno 2009 viene riscattato dal Genoa per 3,5 milioni di euro. Infortunatosi ad un ginocchio in amichevole prima dell'inizio del campionato, ha subito un intervento al ginocchio e ha potuto esordire in un incontro ufficiale solo nel girone di ritorno, nella partita vinta per 3-0 contro l'Udinese subentrando a partita in corso. La stessa situazione lo vede protagonista anche nelle due partite successive del campionato di Serie A, la 26ª e la 27ª giornata rispettivamente in casa contro il Bologna (sconfitta per 4-3) ed in trasferta contro l'Inter (pareggio a reti bianche); successivamente un altro grave infortunio lo tiene ancora fuori dal campo per sei mesi, dopo essersi operato a Barcellona in artroscopia per meniscectomia mediale del ginocchio sinistro e revisione del legamento crociato. La stagione 2009-2010 termina così con 3 presenze.
Il 25 giugno 2010 viene rinnovata la compartecipazione del giocatore tra Palermo e Genoa.


Il 12 novembre 2010, dopo otto mesi di inattività, torna in campo giocando la partita del Campionato Primavera contro il Parma. Ritorna in campo con la prima squadra a dieci mesi esatti dall'ultima apparizione, il 6 gennaio 2011 in Genoa-Lazio (0-0) valida per la 18ª giornata di campionato, uscendo all'86' per far posto ad Emiliano Moretti. Chiude la stagione con 6 presenze, l'ultima delle quali alla 27ª giornata giocata il 27 febbraio, nella sconfitta esterna contro il Catania-Genoa per 2-1.
Il 24 giugno 2011 Genoa e Palermo non fanno alcuna offerta per il suo cartellino, così la compartecipazione viene risolta dalla società ligure. Il 25 gennaio 2012 rinnova il contratto coi rossoblu fino al 2014. Il 5 febbraio seguente realizza la prima doppietta col Genoa, nella partita vinta per 3-2 sulla Lazio e valida per la 22ª giornata di campionato. Conclude la stagione con 30 presenze e 6 gol in campionato e una partita in Coppa Italia.
Il 18 agosto 2012 segna su punizione il suo primo gol in Coppa Italia nella partita persa poi ai rigori contro l'Hellas Verona. Il 26 agosto 2012, nella partita Genoa-Cagliari (2-0) della prima giornata del campionato, indossa per la prima volta la fascia di capitano in una partita di Serie A. Il 2 settembre 2012 segna il suo primo gol stagionale in campionato in occasione della trasferta di Catania, per il momentaneo pareggio dei Grifoni nella gara poi persa 3-2.

Hellas Verona
Il 20 luglio 2013 passa all'Hellas Verona in prestito con diritto di riscatto. Il 24 agosto 2013, alla prima partita di campionato contro il Milan, partendo titolare realizza l'assist decisivo per il compagno Luca Toni per il definitivo 2-1. Il 3 novembre 2013 realizza invece la sua prima rete con la maglia dell'Hellas Verona, segnando il secondo gol nella partita vinta contro il Cagliari per 2-1.
Il 18 febbraio 2014 l'Hellas Verona riscatta il suo cartellino dal Genoa. Chiude la stagione con 18 presenze in campionato e una in Coppa Italia, l'8 luglio 2015 rinnova il suo contratto con gli scaligeri per altri due anni.
Inizia la stagione 2015-2016 siglando il primo gol del campionato nell'anticipo del 22 agosto contro la Roma (partita finita 1-1 con il pareggio di Florenzi)

- Nazionale
Ha segnato il suo primo gol in Nazionale serba nelle qualificazioni al campionato d'Europa 2008, nella partita contro il Portogallo (terminata 1-1). Ha partecipato al campionato europeo Under-21 2007, in cui la Serbia Under-21 si è classificata seconda. Non ha partecipato agli Europei 2008 in quanto la sua Serbia non si è qualificata, ma nelle amichevoli in vista della competizione, giocando mezzapunta alle spalle del centravanti Dragan Mrđa, ha realizzato una rete contro la Rep. Ceca Under-21 (1-0) e un'altra rete alla Germania.

Palmarès
- Club
Campionato jugoslavo: 1 Stella Rossa: 2001
Campionato serbomontenegrino: 2 Stella Rossa: 2003-2004, 2005-2006
Coppa di Serbia e Montenegro: 3 Stella Rossa: 2002, 2004, 2006

- Nazionale
Europei di calcio Under-21:
Argento Germania 2004
Bronzo Portogallo 2006
Argento Olanda 2007


Boško Janković
From Wikipedia, the free encyclopedia
Boško Janković (Serbian Cyrillic: Бошко Јанковић; born March 1, 1984 in Belgrade, Serbia, Yugoslavia) is a Serbian footballer playing as a midfielder or striker for the Genoa and Serbia national football team. He is at his best going forward and is equally at home playing in the centre or either wing. He is an attacking minded player, with the tendency to take long shots and free kicks.

- Club career
Red Star Belgrade
Having gone through all age groups in Red Star Belgrade youth setup, 18-year old Janković earned his first taste of full squad action throughout fall 2002, during first half of 2002–03 season under head coach Zoran Filipović.
However, over the winter 2002–03 break in January 2003, Janković was loaned out to lower division side Jedinstvo Ub along with Dušan Basta and Aleksandar Luković in order to gain valuable experience through regular playing time. Over the next season and a half in Ub, he excelled in attacking midfielder position, scoring 21 league goals in 28 matches. At the beginning of 2003-04 league season, Jankovic along with a group of other Red Star youth players was registered both for Red Star and Jedinstvo, which in practice meant that he trained with Red Star during the week while playing league matches for Jedinstvo on Saturdays. However, following the winter break, head coach Slavoljub Muslin decided to discontinue this practice making the players both train and play with Jedinstvo.
All the success prompted new head coach Ljupko Petrović and the rest in Red Star management to bring Janković back during summer 2004, ahead of the 2004–05 season. The move paid immediate dividends as he scored a spectacular free kick goal versus PSV Eindhoven in the first leg of UEFA Champions League 3rd Round qualifying. He followed that up with a notable domestic season in which he scored 10 goals in 25 appearances, showing early signs of the things to come and establishing himself as one of the more important players on the league winning Red Star roster.
Janković truly came into his own throughout the 2005–06 season under head coach Walter Zenga, increasing his league scoring output to 12 goals in 26 appearances while also providing steady service from the left wing to Red Star strikers, most notably Nikola Žigić. At the end of the 2005–06 season, Janković was named Player of the Year.
By this time, he also became a staple in the Serbia-Montenegro under-21 national team with all the exposure leading to increased interest in Janković from abroad. As a result, rumours of a summer 2006 sale became perisistant. Still, he started the 2006–07 league season with Red Star, however after only one match, Janković was sold to RCD Mallorca in August 2006 for €3 million.

RCD Mallorca
The 23-year-old's excellent form shown during the 2006–07 season with Mallorca has caught the attention of both FC Barcelona and Valencia CF, but Janković played down the rumors and suggested he wanted to stay a year or two at Mallorca before making a move for one of the major clubs. In his first season with Mallorca, Jankovic was able to score 9 goals in 28 appearances being himself the top scorer of the Mallorquin team. Chelsea F.C. were rumoured to be very interested in the youngster and some scouts appeared at the Under 21 Championship Final to watch him.
However, on June 28 Italian Serie A club Palermo announced they have signed the Serbian midfielder to a five-year deal. The transfer fee paid to Mallorca was said to be €8 million.

U.S. Città di Palermo
Janković made his scoring debut for Palermo in the UEFA Cup match, but his debut season in Sicily was a disappointment, as he rarely got opportunities to prove himself in the first half of the season, though his playing time and quality of play improved somewhat during the second half of the season.

Genoa CFC
On September 1, 2008, he signed for Genoa CFC on loan from Palermo.
In the summer of 2009, Genoa reportedly exercised a clause in his loan contract to buy full ownership of the player and thus make the deal a permanent one.[5] However, Janković got injured at the start of the season after making only three league appearances. He is the current captain of Genoa.

- International career
Janković scored his first goal for Serbia vs Portugal in a Euro 2008 Qualifying match on March 28, 2007. He then followed up with another goal vs Finland in another Euro 2008 qualifying match on June 2. He recently competed in the 2007 UEFA European Under-21 Football Championship where he scored a goal vs the Czech Republic in Serbia's second group B match and led them to 2nd place in the tournament. After the tournament he was named in the 'UEFA Team of the tournament'.

FONTE: Wikipedia.org