Subscribe Us

Le schede di B/=\S: MATUZALÉM Francelino da Silva

Matuzalém Francelino da Silva

Data di nascita:10/06/1980
Luogo di nascita:Natal (Brasile)
Nazionalità:Brasiliana
Ruolo:Centrocampista
Altezza:175 Cm
Peso:73 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2015-2016A70 
Bologna2014-2015B35 (+4PO +1CI)0 
Genoa2013-2014A210 
GenoaGen. 2013-2013A151 
Lazio2012-Gen. 2013A00 
Lazio2011-2012A21 (+2CI +6EL)1 (+0 +0) 
Lazio2010-2011A22 (+1CI)0 (+0) 
Lazio2009-2010A18 (+1CI +5EL +1SI)1 (+0 +1 +0) 
Lazio2008-2009A14 (+3CI)0 (+0) 
Real Saragozza2007-2008VL14 (+1CR)1 (+0) 
Shakthar Donetsk2006-2007VL16 (+6KU +7CL +4CU +1SU)7 (+2 +2 +2) 
Shakthar Donetsk2005-2006VL28 (+4KU +2CL +8CU +1SU)10 (+1 +0 +0) 
Shakthar Donetsk2004-2005VL24 (+4KU +8CL +4CU +1SU)8 (+0 +2 +1) 
Brescia2003-2004A30 (+2CI)3 (+0) 
Brescia2002-2003A30 (+2CI)0 (+1) 
Piacenza2001-2002A28 (+1CI)3 (+0) 
Napoli2000-2001A26 (+2CI)1 (+0) 
Napoli1999-2000B26 (+7CI)0 (+0) 
BellinzonaMar. 1999-1999PL72 
Vitoria1998-1999CBA13 (+3CB)0 (+0) 
Vitoria1997-1998CBA1 (+2CB)0 (+0) 
LEGENDA: CBA=Campeonato Brasileiro Série A (Serie A Brasiliana), CB=Copa do Brasil (Coppa di Lega Brasiliana), PL=Prima Lega (Serie A Svizzera chiamata in seguito Super League), CI=Coppa Italia, VL=Vyšca Liha (Serie A Ucraina), KU=Kubok Ukraïny (Coppa di Lega Ucraina), SU=Supercoppa Ucraina, CL=Champions League, CU=Coppa UEFA, PD=Primera División (Serie A Spagnola), CR=Copa del Rey (Coppa del Re Spagnola), EL=Europa League, SI=Supercoppa Italiana, PO=Playoff

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 24 Settembre 2015
Arrivato dal mercato dei parametri zero il centrocampista brasiliano non è certo quello che si può considerare un acquisto destinato a cambiare gli equilibri ma, dati gli infortuni contemporanei di HALLFREDSSON, ROMULO e IONITA ai quali si è ulteriormente aggiunto quello di MARQUEZ, che pure in mediana poteva dare una mano in caso di emergenza, MATUZALÉM si potrà rivelare molto utile e forse per certi versi fondamentale.
Piedi buoni, visione di gioco ed intelligenza tattica da playmaker Francelino dopo 10 stagioni di Serie A da protagonista in piazze come NAPOLI e LAZIO, conosce a menadito il campionato di massima serie e le pressioni a cui si è sottoposti; inoltre a fine carriera, senza più nulla da dimostrare, potrà accomodarsi in panchina senza particolari patemi quando le prime linee recupereranno appieno sentendosi comunque pienamente parte del progetto HELLAS.

DA SUBITO PROFESSIONISTA IN BRASILE E IN SVIZZERA, POI AL NAPOLI VIA PARMA...
A soli 17 anni il talento in erba Francelino Da Silva fa subito parte della prima squadra col VITORIA di Bahia nella Serie A brasiliana e a 19 anni, dopo 7 gare nella Prima Lega svizzera col BELLINZONA, viene portato in Italia dal PARMA che lo gira in comproprietà al NAPOLI per la stagione in cadetteria del 1999-2000 al termine della quale conquisterà la massima serie coi partenopei rimanendo come seconda linea anche per la stagione successiva.

PIACENZA, BRESCIA E CAMPIONATI ESTERI (CON GLORIA)
Riscattato dal PARMA alle buste viene di nuovo girato in comproprietà, stavolta al PIACENZA per la stagione 2001-2002 dove sarà il primo giocatore straniero a giocare per la società biancorossa; terminata la stagione con una salvezza fa rientro alla base per essere definitivamente ceduto al BRESCIA di Carletto MAZZONE: Con le 'Rondinelle' MATUZALÉM rimarrà altre due annate fino al ritiro di Roby BAGGIO alla fine del 2003-2004.
Con 14 milioni di 'buone ragioni' gli ucraini dello SHAKTHAR di Donetsk convincono il BRESCIA a cedere Francelino che nell'ex paese dell'Unione Sovietica conquista ben due campionati consecutivi, una Supercoppa ed esordisce in Champions League.
Dopo 3 stagioni, con decisione unilaterale, lascia Donetsk e viene ingaggiato come svincolato dal REAL SARAGOZZA in Liga spagnola ma, anche a causa di un infortunio, giocherà poco e non potrà evitare la retrocessione della squadra.

RITORNO IN SERIE A...
Per la stagione 2008-2009 la LAZIO lo preleva in prestito oneroso con diritto di riscatto definitivo fissato a 7,5 milioni ma il regista brasiliano sarà continuamente condizionato da problemi fisici e giocherà poco per le successive due stagioni.
In ogni modo la LAZIO ne acquista definitivamente il cartellino a Luglio 2009 ma 3 anni dopo, a causa dell'arrivo in ritiro con 5 giorni di ritardo non giustificato, viene messo fuori rosa e vi rimane per mezza stagione senza mai scendere in campo in gare ufficiali sino al trasferimento al GENOA da Gennaio 2013 ancora in prestito oneroso con diritto di riscatto definitivo fissato a 1,5 milioni per il Grifone che lo riscatta a Luglio.
Ma nella stagione successiva altri infortuni lo frenano ed il 1º luglio 2014 rescinde il contratto il contratto che lo lega ai liguri per accasarsi al BOLOGNA appena retrocesso in cadetteria.
Coi felsinei MATUZALÉM si scatena a centrocampo tanto che a 34 anni risulta determinante nella conquista della Promozione ai playoff, segna il record personale di presenze in una stagione (40 tra campionato, playoff e Coppa Italia), diviene capitano degli emiliani e conquista il 3º posto nella Top 15 dei centrocampisti più bravi della Serie B!
Tutto questo però non convince il BOLOGNA a rinnovare il contratto a Francelino che, dopo essere stato accostato al CHIEVO, viene ingaggiato dall'HELLAS in piena emergenza infortuni a metacampo.

Questo il suo account instagram ufficiale...

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • Uomo dal discutibile sense of humor Francelino che celebra in questo modo un paio di suoi interventi assassini nella Serie A 2012-13
  • Rescissione consensuale per Francelino annunciata ufficialmente ad inizio Gennaio dal sito dell'HELLAS: Arrivato il 18 Settembre, l'avventura scaligera del centrocampista brasiliano è durata meno di quattro mesi!
  • Già terminata l'avventura scaligera per Francelino? In uscita MATUZALÉM che a quanto pare potrebbe provare la NASL al MIAMI prima di appendere le scarpette al chiodo.
  • Pena detentiva trasformata in 64.500 Euro di multa a causa di guida in stato di ebbrezza! Il 5 Novembre 2014 il giudice Monica Parentini del tribunale di Genova aveva richiesto per Francelino 6 mesi di reclusione in quanto recidivo nel guidare ubriaco, la pena fu poi trasformata in 64.500 Euro di multa grazie alla bravura degli avvocati e alla clemenza della corte ma il centrocampista, nel frattempo passato dal GENOA al BOLOGNA, rischiò grosso davvero...
  • Al BOLOGNA con 14 anni di ritardo... Il regista brasiliano è stato ingaggiato dal club felsineo a parametro zero per la stagione 2014-15 ma in realtà era stato 'promesso' ai rossoblù dal PARMA già nel 2001! Ma non se ne fece nulla e la società del presidente GAZZONI (che quell'anno fu battuta anche dal BRESCIA per la corsa a TONI) fu battuta in volata dal PIACENZA di GARILLI...
  • Una stagione da urlo quella appena trascorsa in cadetteria col BOLOGNA: MATUZALÉM coi suoi 34 anni suonati gioca per 40 gare (tra campionato, playoff e Coppa Italia) trascinando i felsinei alla promozione e risultando a fine stagione fra i 3 migliori centrocampisti della cadetteria secondo una classifica stilata dalla Lega Serie B!
  • Scintille in allenamento al GENOA quando, dopo un duro intervento di MATUZALÉM sul compagno di squadra TOZSER che reagisce male, i due vengono quasi alle mani... Poco dopo la cosa si ripete con NADAREVIC!
  • Sostituzione... Con rosso! ROMA-GENOA del 12 Gennaio 2014, GASPERINI richiama in panchina MATUZALÉM per sostituirlo con KOFI ma il brasiliano, fischiatissimo dai tifosi capitolini per via del suo passato laziale, risponde con dei gestacci! L'arbitro se ne accorge e lo ammonisce per la seconda volta con conseguente espulsione, essendo il giocatore ancora in campo si tratta di un'espulsione strana ma valida a tutti gli effetti secondo il regolamento, con buona pace KOFI che deve ritornare in panca...
  • Presta la macchina all'amico che... Lo mette nei guai! A Maggio 2013 fattaccio a Genova: Francelino presta la Mercedes ad un collega e amico che gioca nel campionato polacco tale Nerylon Ferreira De Oliveira il quale, ubriaco al volante, si schianta contro un muro poi fugge lasciando nell'auto una ragazza 18enne ferita! Processo per direttissima e condanna a un anno e quattro mesi per l'amico ma multa anche a MATUZALÉM che faceva girare la sua auto senza assicurazione...


  • La grinta va bene ma... Il troppo storpia come potrà testualmente confermare l'ex trottolino gialloblù BROCCHI costretto a terminare la carriera da calciatore a Maggio 2013 a causa di un intervento piuttosto irruento di MATUZALÉM che provoca (la dura reazione di BARONIO via Twitter e) il riacutizzarsi di un vecchio infortunio subito dal buon Chicco nella sua pur lunga parabola calcistica... Ma Francelino si ripete anche nel derby con la SAMPDORIA mettendo ko KRSTICIC con un fallo 'assassino' (peraltro nemmeno da rosso per il direttore di gara) che lo appieda per il resto della stagione
  • Secondogenito italiano per Francelino che, già padre di Matuzalém junior, fa il bis col piccolo Filippo...
  • Trasferimento irregolare in Spagna Alla fine della stagione 2006-07 invocando il famoso Articolo 17 rescinde unilateralmente con gli ucraini e si accorda con gli spagnoli del REAL SARAGOZZA ma qualcosa non quadra nell'operazione e circa due anni più tardi il Tribunale Sportivo di Losanna accoglie le proteste dello SHAKTHAR: Il club iberico ed il giocatore sono obbligati a pagare ben 12 milioni di euro agli ucraini
  • 'Il Professore' che sfidava 'Il Profeta' Nella LAZIO di HERNANES e LEDESMA, Francelino vinceva spesso il confronto in quanto tenuto in estrema considerazione da Mister REJA al tempo allenatore dei biancazzurri 'MATUZALÉM mi ha meravigliato, adesso ho capito di che spessore è, di grande livello. Io lo chiamo il professore, ha una visione di gioco straordinaria'
  • Capitan Scorpione nello SHAKTHAR In due stagioni con la squadra ucraina Francelino aggiungerà tre allori (2 Campionati, 1 Supercoppa) al suo ricco palmarès ma il suo gol più celebre, ribatezzato subito dai calciofili come 'Colpo dello Scorpione', rimarrà di certo quello realizzato tuffandosi in avanti e, piegando le gambe indietro, colpendo il pallone con la suola dello scarpino sinistro! Una magia di scuola brasileira che fece venir giù lo stadio di applausi...
  • LUCESCU 'Il migliore che abbia mai allenato!' Mister LUCESCU ne rimase stregato e lo volle a tutti i costi con sé allo SHAKTHAR 'Matu è stato il miglior giocatore che ho mai avuto. L’ho conosciuto tramite Corioni, che lo aveva nel Brescia. Me ne sono innamorato subito e l’ho proposto al presidente ucraino e così Francelino iniziò l’avventura con noi. Tatticamente lui è un giocatore molto duttile ed io l’ho trasformato da mediano basso a centrocampista d’attacco. Era diventato un punto di riferimento per tutti e divenne il capitano della squadra'
  • Primo straniero del PIACENZA in comproprietà dal PARMA per la stagione di Serie A 2001-2002: Con Walter NOVELLINO in panca, MATUZALÉM sarà con AMAURI il a primo giocatore di nazionalità non italiana nella squadra biancorossa e conquisterà la salvezza da protagonista con 30 presenze (ma non fu nemmeno in panchina in quell'ignominiosa ultima gara che decretò la retrocessione dell'HELLAS per un solo misero punto dopo un girone di ritorno vergognoso a causa di una gestione societaria quanto meno discutibile da parte dell'allora presidente e patròn PASTORELLO)...
  • Aggredito a Napoli vuole tornare in Brasile In una notte tra mercoledì e giovedì in un pub-discoteca il centrocampista viene riconosciuto, preso a male parole e aggredito da un gruppo di tifosi che, mal digerendo il non esaltante momento del NAPOLI, gli tirano pure delle lattine che lo costringeranno ad andare al pronto soccorso! Non si capisce bene come sia andata e se abbia reagito o meno provocando una rissa in ogni caso la società partenopea lo multa a causa degli orari nontturni non certo da atleta...
Matuzalem funny red card Roma-GenoaFrancelino Matuzalem "Macellaio Award 2012/2013"

Matuzalém
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Matuzalém Francelino da Silva, meglio noto come Matuzalém (Natal, 10 giugno 1980), è un calciatore brasiliano, centrocampista del Verona.

Caratteristiche tecniche
Soprannominato Il Professore per le sue doti di playmaker in mezzo al campo, è un centrocampista mancino che nel corso degli anni si è trasformato da mediano a regista con propensione offensiva.

Carriera
- Club

Gli esordi
Da professionista, dopo due anni con la maglia del Vitoria Bahia ed una breve parentesi con la maglia del Bellinzona, viene acquistato dal Parma che lo gira subito con la formula della comproprietà al Napoli. Rimane sotto il Vesuvio per due stagioni, nelle quali si disciplina tatticamente e caratterialmente e conquista la promozione in Serie A nel 2000. Al termine del campionato successivo viene riscattato dal Parma, che lo gira sempre in comproprietà al Piacenza, dove esordisce come primo calciatore straniero nella storia del club biancorosso. Contribuisce con 28 presenze e 3 reti alla salvezza della squadra all'epoca allenata da Walter Novellino (già suo allenatore al Napoli).
La stagione successiva approda dal Parma al Brescia. Rimane agli ordini di Carlo Mazzone per due stagioni, conquistando altrettante salvezze e siglando due reti nell'ultima partita della carriera di Roberto Baggio, contro il Milan.

Le stagioni in Ucraina e Spagna
Nel 2004 il Brescia lo cede alla formazione ucraina dello Shakhtar Donetsk per una cifra di 14 milioni di euro: con la formazione allenata da Mircea Lucescu ha vinto nel 2005 e nel 2006 il campionato ucraino, vestendone anche la fascia di capitano. Tra i vari gol segnati con la squadra arancio-nera si segnala quello realizzato contro il Siviglia il 15 marzo 2007 in Coppa UEFA. Matuzalém si esibì nel cosiddetto "colpo dello scorpione": calciò il pallone con la suola del piede sinistro tuffandosi in avanti.
Nel luglio 2007, attraverso il cosiddetto "articolo 17" che lo rende contrattualmente libero, diventa un calciatore della squadra spagnola del Real Saragozza. Con gli spagnoli colleziona solamente 14 presenze ed una rete a causa di un infortunio, ma il suo apporto non serve ad evitare la retrocessione della squadra.

Il ritorno in Italia
Il 18 luglio 2008 viene ufficializzato il suo trasferimento alla Lazio in prestito per 800 000 euro, con diritto di riscatto dell'intero cartellino per 7,5 milioni di euro. Esordisce in campionato con la maglia della Lazio il 31 agosto a Cagliari, ma già a partire dalla sua prima stagione in biancoceleste il suo rendimento viene condizionato da problemi fisici, che limitano a 32 le sue presenze nelle prime due stagioni.
Il 19 maggio 2009 il Tribunale Sportivo di Losanna accoglie il ricorso formulato dallo Shaktar riguardo al trasferimento di Matuzalém nel Real Saragozza. Il club spagnolo e il giocatore brasiliano vengono condannati al pagamento in solido di circa 12 milioni di euro a beneficio della squadra ucraina.
Il 9 luglio 2009 viene riscattato dalla società capitolina. L'8 agosto 2009, nella finale di Supercoppa italiana contro l'Inter, segna la rete del momentaneo 1-0 con un fortuito rimpallo; la partita finirà 2-1 per la Lazio. Il 18 ottobre 2009 torna al gol anche in Serie A (Lazio-Sampdoria 1-1).
Nel ritiro estivo di Auronzo di Cadore 2012 il centrocampista brasiliano si presenta con cinque giorni di ritardo, con la società biancoceleste che decide di metterlo fuori rosa.

Il famoso 'Colpo dello Scorpione'

Genoa
All'inizio della sessione invernale di calciomercato viene ceduto al Genoa con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto. Fa il suo esordio stagionale e con la maglia dei Grifoni 6 gennaio 2013, nella vittoria interna sul Bologna (2-0). Il 3 febbraio 2013 durante la partita contro la Lazio un suo intervento provoca la riacutizzazione di un vecchio infortunio a Cristian Brocchi, che chiude così la sua carriera sportiva. Realizza il suo primo gol con la maglia genoana il 14 aprile successivo, nel derby contro la Sampdoria. Nel mese di luglio viene riscattato dalla società ligure per una cifra di circa 1,5 milioni di euro.
Il campionato successivo esordisce alla seconda giornata, in occasione della sconfitta casalinga per 2-5 contro la Fiorentina. A causa di un brutto infortunio rimediato in occasione della trasferta contro il Parma, chiude la stagione con solo 21 presenze e 0 gol.
Il 1º luglio 2014 rescinde il contratto con il Genoa.

Bologna e Verona
Il 4 luglio 2014 firma un contratto annuale con il Bologna, club appena retrocesso in Serie B. A fine stagione il Bologna vince i playoff e ottiene la promozione in Serie A, e Matuzalem risulterà uno dei trascinatori della squadra. Con 35 partite giocate (più le 4 dei playoff), mette a segno il record personale di presenze in una stagione e si piazza 3º nella Top 15 dei centrocampisti di Serie B secondo una classifica stilata dalla Lega Serie B. Ha giocato inoltre le ultime partite da capitano, ruolo cedutogli da Archimede Morleo, per via delle ottime qualità da condottiero di Francelino.
Il 18 settembre 2015 passa a parametro zero al Verona, sottoscrivendo un contratto annuale. L'8 gennaio 2016 risolve consensualmente il contratto con il club veneto.

- Nazionale
Matuzalém non è mai stato convocato dalla Nazionale brasiliana, anche se è stato una colonna nelle rappresentative giovanili compiendo, insieme all'amico Ronaldinho, l'intera trafila. Insieme vincono nel 1997 il Campionato mondiale con la Nazionale Under-17 verde-oro e partecipano al campionato del mondo Under-20 1999 con la nazionale di categoria.

Palmarès
- Club
Campionato Baiano: 2 Vitoria: 1997, 1999
Campionato del Nordest: 2 Vitoria: 1997, 1999
Campionato ucraino: 2 Shakthar Donetsk: 2004-2005, 2005-2006
Supercoppa d'Ucraina: 1 Shakthar Donetsk: 2005
Coppa Italia: 1 Lazio: 2008-2009
Supercoppa italiana: 1 Lazio: 2009

-Nazionale
Oro ai Mondiali di calcio Under-17: Egitto 1997
Bronzo al Campionato sudamericano di Calcio Under-20: Argentina 1999

FONTE: Wikipedia.org