Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Michelangelo ALBERTAZZI


Nato a / il:Bologna (BO) il 07/01/1991
Nazionalità:Italiana
Contratto:Definitivo Fino a Giugno 2018,
svincolato a Gennaio 2017
dal Collegio Arbitrale
Ruolo:Difensore
Altezza:185 cm
Peso:73 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2017 - Gen. 2018A00 
Hellas Verona2016 - 2017B00 
Hellas Verona2015 - 2016A100 
Milan2014 - 2015A0 (+1 CI)0 (+0) 
Hellas Verona2013 - 2014A15 (+2 CI)0 
Hellas Verona2012 - 2013B12 (+3 CI)1 
VareseGen. 2012 - 2012B20 
Getafe2011 - Gen. 2012PD00 
Milan2010 - 2011Primavera-- 
Milan2009 - 2010Primavera-- 
Milan2008 - 2009Primavera-- 
Bologna2007 - 2008B00 
Bologna2000 - 2007Giovanili-- 
Calderara di Reno1999 - 2000Giovanili-- 
PallaviciniFino al 1999Giovanili-- 

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 1 Agosto 2015
Michelangelo torna nella città e nella squadra che più di tutte ha creduto in lui: Prima in prestito, poi in comproprietà si dice sia stato perso alle buste col MILAN perchè parlando con l'ex diesse SOGLIANO pochi giorni prima avrebbe chiesto un significativo aumento dello stipendio indispettendo non poco Sean che consigliò forse la dirigenza scaligera di non mettere troppi soldi sul piatto...
Acqua passata comunque ALBERTAZZI è ben felice di tornare dove ha conosciuto la Serie A e messo a segno il suo primo gol da professionista anche se ad essere sincero devo dire di non aver capito in fondo questa scelta della società di Via Belgio: Un conto è l'opportunità di mercato (si dice che il 24enne arrivi a parametro 0 anche se in teoria il suo contratto col MILAN, da più parti, era dato in scadenza nel 2016) sicuramente favorevole, altro conto è puntare tutto sul ragazzo come terzino sinistro mentre l'ex rossonero è in realtà un centrale che ha palesato più di qualche lacuna come esterno...
Staremo a vedere se sarà proprio lui il titolare da quella parte almeno fino al recupero di SOUPRAYEN oppure se la dirigenza gialloblù tornerà sul mercato per chiudere la 'falla' in maniera più decisa (lasciando comunque al centro tante buone prospettive e nulla più al momento dietro MÁRQUEZ e MORAS)


Con le idee chiare fin da giovanissimo, Michelangelo rifiuta a 16 anni un contratto 'a peso d'oro' da parte dell'ARSENAL pronto a ricompensarlo con 750.000 Euro in 3 stagioni e decide di rimanere nella squadra della sua città e vicino ai suoi cari a Bologna.
In un'età in cui la maggioranza dei suoi coetanei pensa a cosa fare nella vita ALBERTAZZI è convocato regolarmente dalla squadra felsinea che milita in cadetteria anche se non scende mai in campo ma arriva comunque l'offerta del MILAN che ne acquista la comproprietà per un milione e lo lascia a maturare in Emilia per tutta la stagione (anche se con la formazione Primavera rossonera partecipa a Gennaio 2008 al 'Torneo di Viareggio' e convince i vertici milanisti a Febbraio a versare altri 800mila Euro per acquistare anche la seconda metà del cartellino; poi LEONARDO, allora tecnico della prima squadra, gli preferisce l'ex gialloblù ODDO al centro della difesa e lo lascia ancora coi felsinei).

Nell'annata 2009-2010 con gli Under del diavolo guidati da mister STROPPA, Michelangelo vince la Coppa Italia e nell'estate del 2011 viene mandato a fare esperienza al GETAFE in Spagna ma il difensore anche a causa di alcuni guai fisici provocati da un batterio presente nell'acquedotto della città spagnola non riesce a conquistare la fiducia di mister GARCIA (che giudica pure la sua rosa fin troppo ampia), non vede mai il campo e a Gennaio viene richiamato alla base per terminare la stagione al VARESE squadra con la quale esordisce in Serie B il 1° Maggio 2012 (VARESE 2-1 NOCERINA).

Tornato al MILAN, nonostante l'ottima prova fornita nel trofeo TIM, non convice del tutto ALLEGRI: Il 31 Luglio il passaggio all'HELLAS in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione, la buona stagione in Serie B, il primo gol tra i Pro, la Promozione ed il riscatto della comproprietà poi, forse anche a causa di uno screzio con l'ex DS Sean, il ritorno al MILAN che lo vince alle buste per la stagione 2014-15 ma mister Pippo INZAGHI praticamente non lo vede e lo fa giocare solo nei quarti di Finale di Coppa Italia... Ora il ritorno all'HELLAS con un triennale.

Questo il sito del suo fan club, qui trovate invece la sua pagina FaceBook ufficiale...
Ma Michelangelo è molto attivo su web e ha pure due profili su Instagram: Questo e quest'altro


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Michelangelo Albertazzi
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michelangelo Albertazzi (Bologna, 7 gennaio 1991) è un calciatore italiano, difensore dell'Hellas Verona.

Caratteristiche tecniche
Mancino naturale, è un difensore centrale capace di ricoprire anche il ruolo di terzino sinistro.

Carriera
- Club
Bologna
Inizia a tirare i primi calci al pallone nella sua Bologna, la città in cui è nato il 7 gennaio del 1991. Dopo che il giocatore rinuncia a un'offerta economicamente allettante da parte dell'Arsenal, pronto ad offrirgli 250.000 euro all'anno per 3 stagioni, appena compiuti sedici anni la società emiliana gli propone un contratto da professionista e riceve la sua prima convocazione in Serie B per la partita Treviso-Bologna del 26 maggio 2007. Da allora riceverà altre convocazioni in prima squadra, senza mai scendere in campo.

Milan
Ad agosto dello stesso anno, il Milan ne acquista la metà del cartellino per un milione di euro, lasciandolo crescere in Emilia per un altro anno. A gennaio, però, il ragazzo si aggrega alla Primavera dei rossoneri per il Torneo di Viareggio 2008 e le due società si accordano sul passaggio a titolo definitivo alla squadra milanese.
Nel 2009 scende in campo nella finale di ritorno del Campionato Berretti 2008-2009 vinta contro la Juventus e con la Primavera dei rossoneri vince la Coppa Italia Primavera 2009-2010.

Getafe e Varese
Il 29 giugno 2011 viene acquistato in prestito dal Getafe. Mai impiegato dal tecnico della squadra spagnola Luis García, il 30 gennaio 2012 termina anticipatamente il periodo in prestito al Getafe e rientra al Milan che il giorno seguente lo gira in prestito al Varese. Il 1º maggio 2012 fa il suo esordio in maglia biancorossa e tra i professionisti nella partita valida per la 38ª giornata della Serie B 2011-2012 Varese-Nocerina, terminata 2-1.


Verona
Il 30 giugno 2012 rientra per fine prestito al Milan che il 31 luglio seguente lo gira in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione al Verona. Esordisce con la squadra veneta il 18 agosto 2012 nella gara valevole per il terzo turno della Coppa Italia 2012-2013 finita 1-1 e vinta poi ai rigori. L'8 dicembre seguente ha segnato il suo primo gol in carriera nella partita vinta per 3-1 contro l'Ascoli. Ha terminato la stagione con la promozione in Serie A grazie al secondo posto ottenuto dal Verona nel campionato di Serie B, nel quale ha disputato 12 partite. Il 12 luglio 2013 viene riscattato dai gialloblu, che divengono comproprietari del suo cartellino.
Il 24 agosto seguente fa il suo debutto nella massima serie italiana, in occasione del match valevole per la prima giornata vinto per 2-1 proprio contro il Milan. Nella prima stagione in Serie A disputa 15 gare alle quali se ne aggiungono altre 2 in Coppa Italia.

Ritorno al Milan
Il 20 giugno 2014 ritorna di proprietà del Milan dopo la risoluzione della compartecipazione alle buste. Sceglie di indossare la maglia numero 14. Il 27 gennaio 2015 esordisce con la maglia rossonera nella partita valevole per i quarti di finale di Coppa Italia contro la Lazio.

Ritorno all'Hellas Verona
Il 30 luglio 2015 torna all'Hellas Verona a titolo definitivo, firmando un contratto triennale fino al 2018. Nel 2016 è vittima di un grave infortunio che lo costringe a saltare la stagione. Messo fuori rosa nella stagione 2017-2018, vince la causa di reintegro. La società non ottempera al reintegro e quindi nel gennaio 2018 si svincola d'ufficio con un risarcimento.

- Nazionale
La sua prima convocazione, con annessa presenza, risale al 24 gennaio 2006, per la partita Under-16 Italia-Portogallo. A 17 anni il tecnico Rocca lo convoca per l'Europeo Under-19 del 2008, dove l'Italia viene sconfitta in finale dalla Germania.
Nel 2009 è titolare della Nazionale Under-20 ai Giochi del Mediterraneo, dove vince la medaglia d'argento, e ai Mondiali Under-20. Nei Mondiali di categoria disputa 5 partite realizzando due gol, uno nella seconda partita della fase a gironi contro Trinidad e Tobago (2-1) e l'altro nella partita successiva contro l'Egitto (2-4) e venendo espulso al 115º minuto del quarto di finale perso ai supplementari contro l'Ungheria.
Nel luglio 2010 fa parte della selezione che disputa l'Europeo Under-19 in Francia. Durante la manifestazione, che vede la Nazionale italiana Under-19 eliminata al primo turno, gioca le prime due partite della fase a gironi mentre è costretto a saltare la terza e ultima per squalifica a causa dell'espulsione ricevuta nella gara precedente contro la Croazia.

Palmarès
- Club
Campionato nazionale Dante Berretti: 1 Milan: 2008-2009
Coppa Italia Primavera: 1 Milan: 2009-2010

- Nazionale
Europei di calcio Under-19 Argento (Repubblica Ceca 2008)
Giochi del Mediterraneo Argento (Pescara 2009)

FONTE: Wikipedia.org