Header ADS

PESCARA 0-1 HELLAS VERONA: ...Dopo 16 anni i gialloblù tornano a vincere all'Adriatico a seguito di una gara tosta, tutta cuore e sostanza! Ora sotto col CITTADELLA col vantaggio dei due risultati su tre e il campo amico al ritorno ma occhio a non abbassare la guardia contro VENTURATO e i suoi!


#PescaraVerona +   -   =

RECAP
Mister PILLON sceglie la linea della continuità e conferma il 4-3-3 visto al Bentegodi Mercoledì con BETTELLA e SCOGNAMIGLIO al centro della difesa, BRUGMAN playmaker e MANCUSO al centro del tridente d'attacco.
Conferma dieci undicesimi della semifinale d'andata anche AGLIETTI che sceglie COLOMBATTO mezzala al posto di DANZI e poi si affida al resto del 4-3-3 che non ha sfondato contro il DELFINO.

Record stagionale di presenze all'Adriatico-Cornacchia con quasi 14mila persone sugli spalti, circa 400 sono i tifosi scaligeri giunti in Abruzzo, dirige il signor Eugenio Abbattista della sezione AIA di Molfetta.


Clicka qui per vedere l'album di PESCARA 0-1 HELLAS VERONA

SOLO VERONA PER QUASI MEZZ'ORA
Inizia all'attacco il VERONA con DI CARMINE che si presenta a tu per tu con FIORILLO e si fa ipnotizzare... Ma era in offside.
All'11° gran palla da destra di Samuel DI CARMINE sul secondo palo dove LARIBI spara a rete ma viene murato da BALZANO.
È ancora LARIBI un paio di minuti più tardi a provarci dal vertice destro con un liftato che coglie solo l'esterno della rete.
Al 17° altra invitantissima palla da destra messa in area da HENDERSON, sul palo lontano c'è ancora l'onnipresente LARIBI che prova a girare di testa ma non coglie lo specchio!
Al 22° LARIBI si produce in un lancio da 60 metri dalle retrovie per MATOS che prova l'incornata in area ma l'impatto è debole e tra le braccia di FIORILLO.
Un minuto più tardi DI CARMINE appoggia dietro centralmente per l'accorente HENDERSON ma l'highlander dal limite spara in Curva!

MANCUSO INTERROMPE LA SUPREMAZIA SCALIGERA
Il PESCARA gioca basso, preoccupato, al 28° accenna ad una reazione con MANCUSO che dal limite dell'area cerca il jolly e, grazie ad una fortuita deviazione, per poco non ci riesce ma SILVESTRI, pur colto in contro tempo, riesce a smanacciare sul fondo...

I GIALLOBLÙ INSISTONO
Alla mezz'ora LARIBI ci prova ancora una volta con una conclusione dai 25 metri che finisce alta sulla traversa...
DI CARMINE parte sul filo di fuorigioco grazie ad una bella giocata di LARIBI al 36° e a tu per tu con FIORILLO stavolta non sbaglia ma ancora una volta il signor Abbattista, dopo aver consultato il VAR, annulla per fuorigioco di Samuel.
In chiusura di primo tempo BRUGMAN appostato al limite cerca il piazzato vincente ma allarga troppo la mira e la palla esce sul palo opposto...

IL PESCARA REAGISCE AD INIZIO RIPRESA
PILLON deve aver catechizzato a dovere i suoi negli spogliatoi perchè nella ripresa è un altro PESCARA: Al 47° DAWIDOWICZ affronta SOTTIL sulla fascia destra, l'esterno avversario riesce a crossare pericolosamente per MARRAS piazzato, sul palo lontano, che in spaccata fallisce di un nulla il tap-in!
Insiste il PESCARA, DAWIDOWICZ spazza in area ma sulla ribattuta va al tiro da fuori MARRAS al 48°, palla deviata dalla difesa gialloblù sul fondo.
Al 51° su cross di SOTTIL è MEMUSHAJ a provarci da fuori ma SILVESTRI blocca.

GIALLOBLÙ COLPO SU COLPO
Tre minuti più tardi COLOMBATTO fa partire il contropiede, LARIBI s'accentra e giunto al limite apre a destra per l'accorrente FARAONI che però non ne ha più e tira debole favorendo l'intervento di FIORILLO...
Al 61° COLOMBATTO mette in mezzo un bel traversone per DI CARMINE che anticipa di testa SCOGNAMIGLIO ma non inquadra la porta.
Dopo LEE che ha dato il cambio a LARIBI entra anche PAZZINI per COLOMBATTO e al 67° il VERONA vira al 4-4-2.
Occasionissima PESCARA al 68°: SOTTIL mette in mezzo da sinistra MANCUSO batte a colpo sicuro ma non ha fatto i conti col grandissimo SILVESTRI che si tuffa alla sua destra e con la manona riesce a respingere!
Gara senza respiro: Un minuto più tardi è MATOS ad andare alla conclusione dopo una belle ripartenza gialloblù ma spara alle stelle...

RIGORE HELLAS, DI CARMINE TRASFORMA!
Minuto 72: Palla geniale servita dal limite da PAZZINI per DI CARMINE che s'imbuca e per una volta sfugge a SCOGNAMIGLIO, il difensore biancazzurro trattiene in maniera evidente Samuel che cade in area, il signor Abbattista indica il dischetto, il VAR conferma: È rigore!
Toccherebbe a PAZZINI la battuta ma il capitano parlotta con DI CARMINE che gli chiede di tirare, ricevuto il consenso del Pazzo DI CARMINE piazza la palla e... Spiazza FIORILLO sulla destra a mezza altezza! VERONA in vantaggio.

ASSALTO DELFINO
PILLON cambia la tattica, dentro BELLINI e PESCARA col 3-4-1-2, dal canto suo anche AGLIETTI prepara la coraggiosa contromossa: 3-4-3 con MATOS esterno di centrocampo e LEE a sinistra sulla linea di PAZZINI e DI CARMINE.
All'83° MARRAS prova l'imbucata per MANCUSO che pressato dalla difesa gialloblù prova la conclusione che gli viene deviata sul fondo.
Quattro minuti più tardi è ancora MARRAS al cross da sinistra per BELLINI che in spaccata arriva con un pizzico di ritardo!
Abbattista ha concesso quattro minuti di ritardo, il DELFINO sente che la finale sfugge e SCOGNAMIGLIO commette un altro madornale errore colpendo FARAONI con un calcio sotto gli occhi dell'arbitro: Naturale il secondo cartellino giallo (il primo era stato preso in occasione del fallo da rigore) e la conseguente espulsione per l'autorevole difensore centrale biancazzurro.
Nell'ultimo minuto di recupero il PESCARA fa ancora paura: MARRAS consegna in area a BELLINI che si gira in un amen all'altezza del dischetto ma tira di poco alto!


Radiografia del Gol gialloblù 2018/2019
GiocatoreCoppaCampionatoPlayoffTotale
PAZZINI110213
DI CARMINE18211
MATOS1304
ZACCAGNI0303
CARACCIOLO1203
HENDERSON0303
FARAONI0303
LARIBI0303
TUPTA0202
EMPEREUR00011
ALMICI0101
COLOMBATTO0101
DANZI0101
LEE0101
GUSTAFSON0101
DI GAUDIO0101
BIANCHETTI0101
DAWIDOWICZ0101

IMPRESSIONI
...È la serata della caduta dei tabù per l'HELLAS che torna a vincere sul campo del PESCARA a 16 anni dall'ultima vittoria e lo fa in un minitorneo in cui i padroni di casa perdono per la prima volta dopo 6 vittorie e 7 pari nei playoff.
Gran VERONA nel primo tempo: I gialloblù hanno messo sotto il DELFINO per quasi mezz'ora e poi hanno concesso solo un paio di tentativi agli avversari; normale che nella ripresa i padroni di casa siano usciti ma il VERONA ha tenuto botta e, pur soffrendo la forza della disperazione del PESCARA dopo essere passati in vantaggio, sono riusciti ad ottenere in maniera meritata l'unico risultato che serviva per accedere alla finale.

Per quanto riguarda i singoli gran bella partita di LARIBI fino all'affrettata sostituzione con LEE: Personalmente non ho capito questa mossa del mister se non per questioni tattiche legate all'ingresso di PAZZINI ma, col senno di poi, la mossa ha indebolito l'HELLAS sulla fascia sinistra dove Karim fino a quel momento era stato pericolosissimo...
A proposito del Pazzo: Grandissima l'imbucata sui piedi di DI CARMINE che poi c'ha messo del suo e ancora più grande l'assenso del capitano alla battuta del calcio di rigore da parte di Samuel, PAZZINI ha dimostrato ancora una volta di essere imprescindibile in campo e negli spogliatoi.
Menzione speciale anche per SILVESTRI che nel primo tempo non è stato impegnato ma al 68° ha letteralmente salvato il risultato!

Ora sotto col CITTADELLA consci del vantaggio dei due risultati su tre e di giocare al Bentegodi il ritorno ma occhio ai granata che hanno vinto sul campo degli Aquilotti e hanno servito un secco 3 a 0 al Vigorito al BENEVENTO: La squadra del bravissimo VENTURATO sarà una brutta gatta da pelare, servirà da parte dei gialloblù il cuore visto stasera e la voglia di reagire alle difficoltà per ottenere un risultato assolutamente insperato alla vigilia di questi spareggi!



VOTI

  • SILVESTRI Poco impegnato nel primo tempo si guadagna la pagnotta col miracoloso intervento su MANCUSO al 68°! Marco vale la Serie A: 7,5
  • FARAONI Tra luci ed ombre stasera, appare forse un po' sottotono fisicamente ma del resto tre partite in un settimana si fanno sentire. Impreciso in qualche appoggio di troppo: 5,5
  • DAWIDOWICZ Pawel fa generalmente buona guardia ma anche stasera in un paio di occasioni non risulta proprio sul pezzo, come ad inizio ripresa quando lascia crossare SOTTIL... 6
  • EMPEREUR Desta buone impressioni fino a quando l'adduttore destro gli dice basta: 6 (gli da il cambio al 21° BIANCHETTI che zitto zitto non sbaglia nulla e si candida per un posto al fianco di Pawel nel doppio confronto finale: Bentornato Matteo! 6,5)
  • VITALE ...Ancora una volta è spesso latitante sulla sinistra dove si vede più spesso LARIBI a fare il terzino e in fase di spinta non lascia particolari segni: 5,5
  • HENDERSON Un altro che fa tanto lavoro sporco ma la sua 'sostanza' in mediana è comunque apprezzabile: 6
  • GUSTAFSON Come all'andata GUSTAFSON risultat vivo e vivace (pur con i suoi tempi), l'allontanamento di GROSSO ha giovato anche a lui che ora appare molto più sicuro ed efficace: 6,5
  • COLOMBATTO Trasformato in brutto anatroccolo dalla mancanza di fiducia di GROSSO si ritrova stasera bel cigno da mezzala: Lotta, combatte, avvia la manovra e mette in mezzo anche una gran palla per DI CARMINE al 61°; buona partita anche per Santi: 6,5 (gli da il cambio al 67° PAZZINI: Il capitano entra quando le speranze di abbattere il fortino biancazzurro cominciano a scemare e regala a DI CARMINE un'imbucata geniale, decisivo anche se non riesce a tener palla come dovrebbe in talune occasioni: 7)
  • MATOS Ryder conferma la sua fase calante, anche stasera mai uno spunto, mai un'idea... Al 64° fa tutto bene ma quando entra in area dal vertice non tira! 5,5
  • DI CARMINE AGLIETTI lo mette di fronte alle sue responsabilità e Samuel ritrova una verve mai vista in campionato! Decisivo anche stasera quando si procura e batte in maniera vincente il penalty, 7
  • LARIBI Il migliore in campo nel primo tempo, esce troppo presto nel secondo ma dov'è stato Karim fino ad ora? Ottima arma nella doppia finale contro il CITTADELLA... 7 (gli da il cambio al 56° LEE: Si da da fare ma non trova mai un corridoio e sbatte regolarmente contro gli scogli difensivi biancazzurri, 5)
  • AGLIETTI ...A voler trovare il pelo nell'uovo non capisco la mossa LEE al posto di LARIBI ma è un dettaglio, grande onore ad Alfredo di San Giovanni Valdarno che in pochi giorni ha rivoltato il VERONA come un calzino estraendo sangue puro da rape com DI CARMINE, LARIBI e stasera COLOMBATTO: 7

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

L'amaro addio di mister PILLON «Ringrazio tutti, società, giocatori, tifosi, soprattutto Repetto (responsabile dell'area tecnica del Pescara, ndr) che mi ha sempre sostenuto nei momenti meno propizi. La mia esperienza termina qui. Mi dispiace tanto. Questa è una delle più grandi delusioni della mia carriera. Un episodio ha determinato il corso degli eventi. Il primo tempo non è andato come avrei voluto non era un’indicazione quella di stare bassi. Il merito è stato dell’avversario senza dubbio di spessore» TGGialloBlu.it

Mister AGLIETTI «Il segreto di Aglietti? È il risultato del lavoro mio e dello staff. Quando sono arrivato qui ho trovato persone disponibilissime, io ci ho messo lavoro, passione e idee, però non mi piace celebrare qualcosa che non è ancora realizzato, siamo arrivati alla finale e ora dobbiamo vincerla. Crederci? Ci credevo perché vedevo come stava la squadra e come lavorava ultimamente. All'andata abbiamo fatto 0-0 solo per i miracoli di Fiorillo e per un po' di imprecisione nostra sull'ultimo passaggio, questa sera invece non abbiamo avuto le stesse occasioni ma la mole di gioco è stata comunque grandissima, al momento giusto siamo riusciti a colpire e poi abbiamo tenuto bene. Siamo contenti, ma il tutto deve essere condito da ciò che tutti ci auspichiamo. Di Carmine? Sapevo che Samuel avrebbe risposto presente, ma sono contento per tutta la squadra: tanti in questo momento sono riusciti a cambiare marcia e atteggiamento. Anche in difesa si stanno comportando molto bene, abbiamo preso solo un gol (su rigore) nelle ultime tre partite. Credo che tutto questo sia frutto del lavoro ma anche della disponibilità dei ragazzi. Tornare a Cittadella uno scherzo del destino? Quando sono arrivato dissi che le cose nel calcio cambiano in fretta, iniziammo là, prendemmo una scoppola e i tifosi ci contestarono giustamente. Giovedì abbiamo l'occasione di giocarci tanto su quel campo dove abbiamo disputato una delle peggiori partite della stagione, dovranno essere diversi la prestazione e il risultato, ma sarà anche un Verona diverso. Un'avventura che si è prolungata turno dopo turno? Un allenatore credo vada anche visto lavorare, i risultati a volte possono essere troppo altisonanti o l'esatto contrario. Per me è una grande soddisfazione arrivare qui, è la prima volta in finale Playoff per me: troveremo un Bentegodi sicuramente strapieno al ritorno, ma prima servirà una buona partita a Cittadella perché questa squadra va presa assolutamente con le molle» HellasVerona.it

PillonAglietti

Samuel DI CARMINE ha trasformato il rigore-vittoria «L'emozione di andare in finale? Per il nostro cammino e per il nostro sogno oggi era fondamentale battere questo grande Pescara. Siamo contenti perché la squadra ha avuto carattere, è stata una partita difficile ma siamo riusciti a portarla a casa. Il rigore? Ringrazio Pazzini per avermi lasciato calciare il rigore, è stato un grande gesto. È stata una bella azione: lui mi ha visto fare il movimento, mi ha dato la palla e ormai ero in porta, poi il difensore mi ha buttato giù ma dagli undici metri è andata bene. L'importanza di due attaccanti così? È fondamentale per una squadra come il Verona, peccato solo non essere riusciti a giocare molto assieme quest'anno ma spero che magari per il prossimo anno sarà così. Cittadella? Sono una grande squadra, però lo siamo anche noi e stiamo bene mentalmente quindi sono sicuro che faremo una bella partita. L'ultima al Bentegodi? Dopo aver visto il risultato dell'altra Semifinale ci speravamo davvero, è importantissimo avere il nostro grande pubblico a spingerci. Loro ci danno enorme calore in questo momento, intanto andiamo al Tombolato a fare una grande partita e poi si vedrà» HellasVerona.it

Samuel GUSTAFSON «L'azione del rigore? È stata una bella giocata, ma quando davanti a te hai uno fra Di Carmine e Pazzini non è difficile fare qualcosa di bello. Gustafson cresciuto? A me piace avere spesso la palla fra i piedi, giocare in fase di possesso e quando ci riesco sono contento perché so di avere qualità: è il mio modo di dare un contributo alla squadra. Una grande serata? Ho sentito questa grande soddisfazione, per il Verona ora c'è l'ultimo passo. Questa sera siamo tutti felici, poi domani iniziamo a preparare la partita contro il Cittadella. L'ultima al Tombolato? La ricordo, ma anche quella vinta da noi in casa. Secondo me siamo più forti di loro, speriamo di dimostrarlo giovedì. L'apporto di Mister Aglietti? Ci possono essere tante motivazioni, so che Aglietti ha portato entusiasmo e voglia di proseguire il più possibile. Abbiamo lavorato tutto l'anno, questi sono anche frutti che raccogliamo alla fine di un lavoro. Obiettivo vicino? Io voglio andare in Serie A con il Verona, tutti hanno la stessa motivazione» HellasVerona.it

DI CARMINE a Dazn al 95esimo «Sono contento perché è un rigore decisivo per il nostro cammino. Ringrazio Giampaolo (Pazzini ndr) che me lo ha lasciato tirare, perché siamo noi due i rigoristi. Era pesante ma me la sono sentito di calciarlo. Siamo due attaccanti forti, possiamo giocare insieme perché siamo complementari. Per adesso meglio che entri a gara in corso, perché inizialmente abbiamo fatto fatica, ma siamo una coppia forte – ha dichiarato Di Carmine a DAZN – Il mister all’intervallo? Ci ha detto di continuare così e di crederci fino alla fine. Dobbiamo fare i complimenti anche al Pescara che è una grande squadra e ci ha dato del filo da torcere. Siamo contenti di questo risultato. La finale? Un traguardo importante. Sarà una partita complicata perché sono una grande squadra ma ce l’andremo a giocare» HellasLive.it


Di CarmineGustafson

L'ALTRO PLAYOFF +   -   =

Le Streghe scherzano col fuoco e il CITTADELLA le brucia: Clamoroso 3 a 0 dei granata di VENTURATO sul campo del BENEVENTO, i padovani attendono il VERONA nella doppia finale per la A!



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: La LAZIO pronta a riscattare RÔMULO dal GENOA, il BAYERN abbandona la pista REBIĆ



RASSEGNA STAMPA +   -   =