Le schede di B/=\S: Lubomir TUPTA

Pubblicato da Smarso mercoledì 10 ottobre 2018 21:50, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento

Nato a/il:Prešov (Slovacchia) il 27/03/1998
Nazionalità:Slovacca
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2021
Ruolo:Attaccante
Altezza:180 Cm
Peso:- Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2018 - 2019B17 (+2PO)2 (+0) 
Hellas Verona2017 - 2018A2 (+1CI)0 (+0) 
Hellas Verona2015 - 2016A0 (+1CI)0 (+0) 
Giovanili Hellas Verona2015 - 2018Primavera-- 
Giovanili Catania2014 - 2015--- 
Giovanili Tatran Prešov2011 - 2014--- 
Giovanili Slovan Sabinov2009 - 2011--- 
LEGENDA: CI=Coppa Italia, PO=Play Off


NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 10 Ottobre 2018
Arrivato dal CATANIA tre anni fa, il buon Lubomir ha fatto molto parlare di sé nella Primavera scaligera soprattutto nell'ultima stagione quando, nonostante la retrocessione dei ragazzi di PORTA, l'attaccante slovacco ha messo a segno ben 14 goal e ad un certo punto sembrava destinato al POGON STETTINO (formazione del campionato polacco che risuona ancora nelle orecchie dei tifosi scaligeri di una certa età per essere stata avversari dell'HELLAS in Europa nei bei tempi andati) così come prima si vociferava fosse seguito dall'INTER...
Fortunatamente non se ne è fatto nulla e il ragazzo è rimasto buono e tranquillo in panca ad attendere la sua occasione e ha stupito contro il CROTONE quando mister GROSSO, privo di PAZZINI e DI CARMINE, con CISSÉ a mezzo servizio, ha dovuto per forza buttarlo nella mischia e Lubomir ha risposto alla grande.
Non bisogna però commettere l'errore di 'bruciare' il ragazzo attendersi adesso fantasmagorie da Lubo che, come tutti i colleghi anche più famosi di lui, passerà per forza di cose da alti e bassi che lo formeranno come uomo e come calciatore in una (speriamo tutti) luminosissima carriera... Magari a Verona!

Piede destro, prima punta versatile, TUPTA è in grado di giocare anche da esterno offensivo e da trequartista.

Qui trovate la pagina Facebook ufficiale del calciatore, questo invece il profilo Instagram usato da Lubo.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
LUBOMIR TUPTA || Goals and Skills 2017/2018 || Hellas Verona

Ľubomír Tupta
From Wikipedia, the free encyclopedia
Ľubomír Tupta (born 27 March 1998) is a Slovak professional footballer who plays for Hellas Verona as a Forward.

Professional career
Tupta made his professional debut for Hellas Verona in a 4-0 Serie A loss to Udinese Calcio on 23 December 2017.

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2019-20 +   -   =
_


BOLLETTINO MEDICO: LUBOMIR TUPTA
22/OTTOBRE/2019 - 16:30
Verona – Hellas Verona FC comunica che le visite strumentali effettuate nelle scorse ore dal calciatore Lubomir Tupta hanno evidenziato la lesione del menisco esterno del ginocchio sinistro. Dopo un confronto fra staff sanitario e consulenti ortopedici del Club gialloblù, il 21enne attaccante slovacco sarà sottoposto domani mattina ad intervento chirurgico presso l’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar. L’operazione sarà eseguita dal Professor Claudio Zorzi e dal Dottor Venanzio Iacono.

Non sono al momento quantificabili i tempi di recupero.

FONTE: HellasLive.it


Qualificazioni europeo Under 21, Slovacchia-Francia 3-5, in gol Tupta
ottobre 16, 2019

Sconfitta per 5-3 della nazionale slovacca contro i pari età francesi. In gol l’attaccante dell’Hellas Verona, Lubomir Tupta, al 62’. Il gialloblù è stato poi sostituito all’82’. Foto Instagram

FONTE: HellasLive.it


NEWS
Tupta: “Sto giocando poco ma devo allenarmi e credere che un’occasione arriverà”
Il giovane attaccante gialloblù ha parlato dal ritiro della sua nazionale in vista delle prossime due partite di qualificazione all’Europeo U21

di Mattia ZupoOttobre 9, 2019 - 10:10

Lubomir Tupta, attaccante dell’Hellas Verona, ha parlato dal ritiro della nazionale slovacca U21 in vista degli impegni contro Liechtenstein e Francia:
“Dobbiamo vincere la partita contro il Liechtenstein per essere di buon umore. Poi ci prepareremo per la partita con la Francia, che è la favorita del gruppo. Conosciamo la forza del calcio francese e dobbiamo dare tutto. Non giochi contro una squadra del genere ogni giorno, devi divertirti, ma soprattutto farlo responsabilmente”.

RITIRO. “Domenica abbiamo svolto una seduta più leggera, dove ci siamo concentrati principalmente su schemi e vari esercizi. La sera prima di andare a letto abbiamo parlato e abbiamo conosciuto i volti nuovi”.

LIECHTENSTEIN. “Ho visto alcuni video e ho notato che hanno qualche problema sulle fasce. Dobbiamo segnare il prima possibile e fare il nostro gioco”.

HELLAS VERONA. “Nelle prime partite sono andato spesso in panchina e poi in tribuna. Il Verona ha una squadra di buona qualità e abbiamo ottenuto risultati abbastanza buoni, l’allenatore non cambia troppo la formazione. Tutto quello che devo fare è allenarmi e credere che l’occasione arriverà”.

FONTE: CalcioHellas.it


NAZIONALI: TUPTA IN GOL CON L’U21 SLOVACCA
06/SETTEMBRE/2019 - 21:50
Verona - Maglia da titolare e gol per Lubomir Tupta con la Slovacchia Under 21. Al Dalga Stadium di Baku, contro l'Azerbaigian, nel match valevole per il Gruppo 2, l'attaccante gialloblù è partito dal primo minuto nella formazione del commissario tecnico Adrian Guľa nella gara valida per la qualificazione agli Europei di categoria 2021 e ha segnato, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la rete del momentaneo pareggio slovacco all'82': nel finale Baris Ekinjier ha realizzato la rete del definitivo 2-1 per l’Azerbaigian.

Tupta rientrerà ora a disposizione di Ivan Juric. I i prossimi impegni con la Nazionale Under 21 slovacca sono fissati per il 9 e il 15 ottobre contro Liechtenstein e Francia.

FONTE: HellasVerona.it


Tupta non ha convinto, Salcedo al suo posto
By Redazione - 26 Agosto 2019

Juric gli ha dato fiducia per tutta estate, compreso al debutto ufficiale in Coppa Italia, ma purtroppo Lubomir Tupta non ha superato l’esame. Verrà ceduto in prestito secco e al suo posto arriverà Eddie Salcedo, nuovo enfant prodige del calcio italiano.
Uno scambio tra under con lo slovacco che andrà in B per maturare (il Cosenza è favorito) e l’italo-colombiano che lo rimpiazzerà in gialloblù in prestito secco dall’Inter.
Gli affari si potrebbero chiudere già in giornata.
Damiano Conati

FONTE: HellasNews.it


CALCIOMERCATO
Tupta adesso puó partire lo vuole il Cosenza
24/08/2019 00:55
Il Verona potrebbe cedere Lubomir Tupta al Cosenza. L’arrivo di Barrow e Salcedo chiuderebbe le porte all’attaccante di proprietà.

FONTE: TGGialloBlu.it


28.07.2019
Tupta con Kumbulla e Danzi L’Hellas del futuro è già qui?

Il Verona dei giovani. La Giovine Hellas. L’Austria regali riflessi di futuro. Nulla di definitivo, per carità. Ma Ivan Juric ha in mano tre carte jolly. Le può giocare, le può tenere. Magari il soffio del vento del mercato cambierà tutto in corsa. Ma Andrea Danzi, Marash Kumbulla e Lubomir Tupta, oggi, sono tre tipi da Hellas. Sia inteso: questo Hellas. Quello che non può abbandonarsi a spese pazze e, per necessità, dovrà anche scommettere sui suoi ragazzi.
[...]

E al Verona pare vogliano puntare anche su Lubomir Tupta. Nella giusta maniera. Non consegnandoli troppe responsabilità. Ma Juric ci sta lavorando. Pazzini, Di Carmine e dopo pure Tupta. Tenendo conto che l’attacco dell’Hellas dovrebbe essere completato da un’altro arrivo di spessore. Slovacco, classe ’98, Tupta ha già debuttato in A con i gialloblù e la scorsa stagione, seppur a sprazzi, ha visto il campo diciassette volte, mettendo a segno due reti. Punta fisica, in costruzione, di prospettiva. Se là davanti Juric vuole puntare anche sul futuro non può non pensare a Tupta.

[...]
Simone Antolini

FONTE: LArena.it


#PRIMIERO2019, QUANTE DOMANDE AL CINEBROLO! TUPTA: «RITIRO AL TOP, HO TANTA VOGLIA DI COMINCIARE»
17/LUGLIO/2019 - 11:30

Mezzano (Trento) - Primo evento della località del ritiro di #Primiero2019 ieri sera nella piazza di Mezzano dove, a pochi passi dal campo di allenamento, si è svolto il Cinebrolo. Una serata dedicata al cinema, quindi, con la proiezione all'aperto di Bohemian Rhapsody, ma anche a circa mezz'ora di incontro e confronto tra i piccoli tifosi e la delegazione gialloblù. I calciatori Pawel Dawidowicz e Lubomir Tupta, il Team Manager Sandro Mazzola, l'allenatore in seconda Matteo Paro e il responsabile sanitario Dario Donato sono infatti saliti sul palco per rispondere alle tantissime domande arrivate dai presenti, bambini e non solo. Il sogno di diventare calciatore, il cambiamento del calcio negli ultimi anni e l'alimentazione dello sportivo in ritiro sono solo alcuni degli argomenti più gettonati dai presenti.

Le dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Lubomir Tupta, rilasciate a margine dell'incontro: «Ritiro? Qui stiamo davvero benissimo, c'è tutto quello che serve per allenarsi bene. Fa fresco, il campo è in perfette condizioni: possiamo lavorare forte. La prossima stagione? L'anno scorso ho giocato e segnato in Serie B, il sogno per questa stagione è segnare in A, sarà ancora più bello e non vedo l'ora di cominciare. I nuovi arrivati? Grandi giocatori e bravi compagni di squadra. Le amichevoli? Importanti per mettere minuti nelle gambe, saranno test via via più difficili e vogliamo iniziare bene la stagione».

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2018-19 +   -   =
NEWS
Tupta a segno nella goleada della Slovacchia U21 contro l’Armenia
La giovane punta gialloblù ha segnato nell’amichevole terminata 6-0 contro i pari-età dell’Armenia

di Redazione giugno 7, 2019 - 12:24


L’attaccante dell’Hellas Verona, Lubomir Tupta, è sceso in campo da titolare con la maglia della Slovacchia U21 nell’amichevole contro l’Armenia. La partita è terminata con il risultato di 6-0 in favore degli slovacchi, con l’attaccante gialloblù autore del gol del momentaneo 2-0. Nel video sottostante potrete vedere la rete siglata dal classe 1998, bravo a sfruttare un disimpegno errato del portiere avversario:

FONTE: CalcioHellas.it


Serie🅰️💯🔝 @hellasveronafc 🌕🔵

Un post condiviso da Ľubomír Tupta (@lubot11) in data:



RASSEGNA
CdV - "Danzi e Tupta, le «armi segrete» in più per l'Hellas"
13.04.2019 09:30 di Anna Vuerich
Fonte: Corriere di Verona
Il numero odierno del Corriere di Verona suggerisce l'importanza dei "baby" gialloblù nella volata finale del campionato.
In un momento in cui la fatica si fa sentire, dopo un'annata intensa di lotta viva, le nuove energie dei giovani potrebbero rappresentare un'arma fondamentale per la squadra di Fabio Grosso.
Andrea Danzi e Lubomir Tupta sono i principali esempi nominati dal quotidiano scaligero. Entrambi sono stati più volte utilizzati sia dall'attuale mister che dal precedente; entrambi hanno dimostrato grandi qualità, tra le quali dinamismo, intelligenza e voglia di dimostrare il loro valore.
Loro, oltre ad Abdoulaye Traoré e altri "baby", potrebbero quindi diventare pedine importanti per le ultime partite di campionato nella lotta per la Serie A.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


NEWS
Gul’a (ct Slovacchia U-21): “Il Verona non ci ha concesso Tupta”
di Redazione gennaio 5, 2019 - 17:57

In vista degli impegni in Turchia della nazionale slovacca u-21, queste le dichiarazioni del ct sull’attaccante dell’Hellas
Il ct della Slovacchia U-21, Adrian Gul’a, ha parlato al canale mediatico della federazione slovacca, spiegando il motivo dell’assenza di Lubomir Tupta dalla lista dei convocati per le amichevoli con Fenerbahce e Uzbekistan U-23:

“Non possiamo dimenticarci Lubomir Tupta del Verona. Tuttavia il club non lo ha rilasciato perché si preparerà con la prima squadra. E’ un giocatore interessante, ed è un talento enorme dal mio punto di vista”.

FONTE: CalcioHellas.it


CALCIOMERCATO
03 gennaio 2019 - 18:17
Offerta dall’Olanda per Tupta, no del Verona
Importante club chiede l’attaccante ma l’Hellas non ha intenzione di privarsene

di Redazione Hellas1903
Foto Hellas Verona

Un importante club della serie A olandese ha presentato un’offerta al Verona per Lubomir Tupta. Secco il no dell’Hellas, che non ha intenzione di privarsi del giovane attaccante. Fabio Grosso ha intenzione di puntare anche sullo slovacco, che potrà avere nuovo spazio nel girone di ritorno.

FONTE: Hellas1903.it


TUPTA (Verona): primo gol tra i professionisti per l’ex Catania
Di Redazione - 28 dicembre 2018

Penultima giornata del girone d’andata del campionato di Serie B per il Verona che, al “Bentegodi”, fa suo il derby con il Cittadella salendo al terzo posto in classifica.
Una serata speciale per Lubomir Tupta, attaccante slovacco classe ’98 e giovane scoperta del Direttore Sportivo del Catania Christian Argurio.
Prima rete da professionista per lui, un gol che è valso il 4-0 a favore della squadra di mister Grosso.
“Finalmente è arrivato, contento per il gol e per la grande vittoria di squadra”, questo il commento di Tupta che, lo ricordiamo, frutterà qualcosa al Catania sulla futura rivendita del cartellino.

FONTE: TuttoCalcioCatania.com


TUPTA AD HV24: «FINALMENTE IL PRIMO GOL, UNA GIOIA DA CONDIVIDERE CON TUTTI. E SUL FOGGIA...»
28/DICEMBRE/2018 - 15:30
Verona - Le dichiarazioni in anteprima dell'attaccante gialloblù Lubomir Tupta, da scoprire nella puntata di HV24 di questa sera.

«Il primo gol su azione tra i professionisti? Dopo il rigore segnato al Chievo in Coppa Italia lo scorso anno è finalmente arrivato ieri, sono davvero troppo contento. Lo aspettavo da tanto, ho avuto diverse occasioni in questa stagione e la palla sembrava non voler entrare, ma alla fine ci sono riuscito. Ero davvero carichissimo, ho visto la palla arrivare in mezzo all'area grazie alla sponda di Almici e sono andato con tutta la forza che avevo per cercare di colpirla di testa: è andata bene. L'abbraccio dopo il gol? Siamo davvero un gran bel gruppo, condivido questa gioia con tutti i ragazzi.»

FONTE: HellasVerona.it


Il primo gol (su azione) da professionista di Lubomir Tupta
dicembre 28, 2018

In pieno recupero, è arrivato il primo gol tra i grandi. La serata al Bentegodi non poteva meglio per i tifosi dell’Hellas Verona. Dopo la tripletta, la seconda in gialloblù, di Giampaolo Pazzini, è arrivato il primo gol tra i professionisti, su azione, di Lubomir Tupta. L’ex attaccante della Primavera, slovacco classe 1998, si è fatto trovare al posto giusto ed al momento giusto, finalizzando così al meglio l’assist di Almici. Sotto la Curva Sud. Cosa chiedere di più…

Tupta merita la conferma
settembre 24, 2018

Con Di Carmine fermo ai box e Pazzini in dubbio per la sfida di domani contro lo Spezia, Fabio Grosso può sicuramente contare sull’ex bomber della Primavera gialloblù, Lubomir Tupta. Allo stadio Scida di Crotone, all’esordio dal 1’ tra i professionisti, l’attaccante slovacco classe 1998 ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per affermarsi anche nel calcio che conta. Un’alternativa più che valida per Fabio Grosso.

FONTE: HellasLive.it


NEWS
23 settembre 2018 - 19:55
Verso Verona-Spezia, altra possibilità per Tupta?
Lo slovacco può partire titolare anche martedì sera

di Redazione Hellas1903

Poco tempo per festeggiare l’importantissima vittoria a Crotone. L’Hellas è tornato oggi ad allenarsi a Peschiera.

Sul fronte d’attacco non ci sono grandi novità per gli assenti di ieri. Giampaolo Pazzini ha lavorato a parte, il risentimento muscolare accusato nei giorni scorsi non è ancora del tutto superato. Il Pazzo domani potrebbe riaggregarsi al gruppo ma ad oggi rimane il dubbio di vederlo partire dall’inizio con lo Spezia. Samuel Di Carmine ha iniziato la riabilitazione in piscina. Karamoko Cissè è entrato a Crotone al 69′, non ancora in perfette condizioni, e si è visto.

Data l’ottima prova di Lubomir Tupta a Crotone, potrebbe esserci, dunque, una seconda possibilità, pur a distanza di soli tre giorni, per il giovane slovacco di scendere in campo dal primo minuto martedì alle 21 al Bentegodi. A.S.

Foto: hellasverona.it

FONTE: Hellas1903.it


SERIE B
23 settembre 2018 - 10:55
Tupta esalta il Verona a Crotone e anche il Catania gongola
Fu l’attuale d.s. del Catania Cristian Argurio a portarlo in Italia nel 2014

di Redazione ITASportPress

A giudicare da quanto visto ieri a Crotone, la scommessa del Verona su Lubomir Tupta si è rivelata vincente e soprattutto lungimirante sotto l’aspetto economico. Il giovane attaccante slovacco, classe ’98, che ha un contratto fino al 2021 con il club scaligero, ha sfoderato una grande prestazione all’Enzo Scida. Senza Di Carmine e Pazzini, mister Grosso preferisce Tupta a Cisse nel ruolo di terminale offensivo nel 4-3-3. Più dinamico e abile nel muoversi su tutto il fronte d’attacco, il ventenne slovacco è uno specchietto per le allodole per la difesa avversaria, che non ha un preciso punto di riferimento in marcatura. Non solo gli esterni, Matos e Laribi, ma soprattutto Henderson e Colombatto si lanciano negli spazi creati da Tupta che ha colpito un palo e fatto un bellissimo assist per il raddoppio gialloblù.

CROTONE – A fine gara Tupta ha dichiarato: «Quando ho saputo di giocare? Il mister ha cambiato tanti giocatori davanti, io non lo sapevo. Per questo lo ringrazio e ringrazio l’Hellas per questa opportunità. Mi sono allenato sempre al massimo ed è arrivata questa chance. È mancato il gol ma sono felice perché abbiamo vinto, questo è l’importante. Sono consapevole che davanti ci sono tanti attaccanti, ma io cerco sempre di imparare da loro perché sono dei grandi come Pazzini e Di Carmine. L’esultanza al gol di Colombatto? È stato bellissimo che molti compagni siano venuti anche da me, l’unica cosa importante era la vittoria. Ci aspettavamo questo Crotone? Noi abbiamo preparato la partita sapendo di giocare contro una squadra forte. Abbiamo messo in campo tutto per vincere».

ARGURIO – Tupta è sbarcato in Italia nel 2014 acquistato dal Catania per 20 mila euro dal Tatran Pesov, sconosciuto club slovacco. Lo ha scoperto l’attuale d.s. rossazzurro Cristian Argurio che come sempre ha l’occhio sopraffino quando mette piede nella penisola balcanica a caccia di un talento giovane. Un osservatore calcistico con un livello analitico e conoscitivo dei giocatori decisamente elevato quello dell’ex responsabile dello scouting della Juventus per l’Europa orientale. Grazie alle sua capacità anche di organizzazione e codificazione, Argurio è diventato in poco tempo una figura fondamentale nell’economia di una società.

CATANIA – Dopo qualche anno negli allievi, Tupta è stato prelevato in prestito dal Verona con un riscatto bassissimo di 100 mila euro. Il club etneo probabilmente non ci ha creduto fino in fondo visto che il riscatto a cifre basse non ha mai creato dubbi sull’operazione alla dirigenza scaligera. Tupta già subito si è messo in luce in Veneto realizzando 11 gol in 24 presenze con la Primavera e facendo poi un ottimo esordio in Coppa Italia accanto a Toni rivelandosi come uno dei giovani più interessanti di tutto il vivaio gialloblù. Ieri il salto di qualità a Crotone e la sua quotazione in meno di poche ore è salita passando da 400 mila euro (valutazione transfermarkt.it) a quasi un milione. Il Catania gongola visto che ha ancora sul calciatore slovacco una percentuale sulla futura rivendita del 25%.
Redazione ITASportPress

FONTE: ITASportPress.it


Quando il tesoro ce l’hai in casa ma non lo sai (o fai finta di non saperlo)
settembre 23, 2018

A Crotone ha impressionato tutti per personalità e qualità di manovra. Gli infortuni di Di Carmine e Pazzini sono passati quasi in secondo piano grazie all’ex bomber della Primavera gialloblù. Allo Scida, Tupta ha dimostrato di avere qualità per recitare una parte da protagonista anche in Serie B. All’esordio dal primo minuto con l’Hellas Verona, dopo gli spezzoni di partita contro Udinese e Cagliari in Serie A, “Lubo” è andato anche più volte vicino al gol, rete che avrebbe coronato al meglio una prestazione maiuscola. Il classe 1998 ha offerto quantità e qualità, caricandosi sulle spalle il reparto offensivo e sacrificandosi anche in fase di copertura. Una partita ricca di spunti per Fabio Grosso. Allenatore che a differenza di altri ha avuto il coraggio e l’opportunità di lanciarlo nella mischia, sorprendendo tutti. Tupta già da tempo meritava questa occasione, ma per qualche strana ed incomprensibile direttiva, solo oggi è arrivato il suo momento. Meglio tardi che mai, per carità, ma adesso siamo tutti ancora più consapevoli che anche Tupta potrà dare il suo contribuito all’Hellas Verona per raggiungere il suo nobile obiettivo.

FONTE: HellasLive.it


TUPTA: «SENTO LA FIDUCIA DEL MISTER, IMPARO DA DI CARMINE E PAZZINI»
22/SETTEMBRE/2018 - 18:20
Crotone - Le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Lubomir Tupta, rilasciate al termine di Crotone-Hellas Verona, 4a giornata di Serie BKT 2018/19.

«Quando ho saputo di giocare? Il mister ha cambiato tanti giocatori davanti, io non lo sapevo. Per questo lo ringrazio e ringrazio l'Hellas per questa opportunità. Mi sono allenato sempre al massimo ed è arrivata questa chance. È mancato il gol ma sono felice perché abbiamo vinto, questo è l'importante. Sono consapevole che davanti ci sono tanti attaccanti, ma io cerco sempre di imparare da loro perché sono dei grandi come Pazzini e Di Carmine. L'esultanza al gol di Colombatto? È stato bellissimo che molti compagni siano venuti anche da me, l'unica cosa importante era la vittoria. Ci aspettavamo questo Crotone? Noi abbiamo preparato la partita sapendo di giocare contro una squadra forte. Abbiamo messo in campo tutto per vincere».

FONTE: HellasVerona.it


TUPTA (Verona): prima esperienza in C per l’ex Catania?
Di Redazione - 10 luglio 2018
Lubomir Tupta

Cresciuto nelle giovanili di Catania ed Hellas Verona, con due presenze in Serie A nella passata stagione, l’attaccante sloveno classe 1998 potrebbe lasciare il Veneto in questa sessione di calciomercato. Per lui si potrebbero aprire le porte della C, dove la Triestina e altre società valutano il suo profilo. Per Tupta si tratterebbe della prima esperienza professionale nel campionato di terza serie italiano.

FONTE: TuttoCalcioCatania.com


TUPTA: «PRONTI E CARICHI PER I PLAYOUT: POSSIAMO FARCELA»
23/MAGGIO/2018 - 10:00
Verona - Le dichiarazioni dell'attaccante della Primavera gialloblù Lubomir Tupta, rilasciate a Hellas Verona Channel in vista del doppio confronto contro l'Udinese, nei playout di categoria.

«A Milano è stato davvero un peccato prendere gol a tre minuti dalla fine, pareggiando così per 1-1. Ora dobbiamo continuare, con la testa già a sabato, all'Udinese. Dobbiamo mettercela tutta per vincere questi playout e permettere alla Primavera del prossimo anno di giocare ancora nella massima serie. E' un appuntamento importante per tutti noi, dobbiamo arrivarci carichi, sia calciatori che staff, e sono convinto che possiamo farcela. 42 gol in Primavera? Sono molto felice, soprattutto perché è il terzo anno consecutivo in doppia cifra, qualcosa da non dare per scontato. Non posso che continuare a lavorare con umiltà, sperando di farne ancora».

FONTE: HellasVerona.it


GIOVANILI
20 maggio 2018 - 15:07
Talento Tupta: sono 42 i gol con il Verona
Reti a raffica per l’attaccante nelle tre stagioni con la Primavera gialloblù

di Redazione Hellas1903
Foto Grigolini-Fotoexpress

La sua rete con il Milan, a coronamento di un’ottima prestazione, non è bastata per evitare i playout per la salvezza. Il gol siglato sul campo del “Vismara” da Lubomir Tupta è stato il numero 42 con la Primavera dell’Hellas.

Tante sono le marcature della punta slovacca con la maglia gialloblù, nelle diverse competizioni, da quando, nel 2015, fu ingaggiato dal Verona.

Da segnalare, tra l’altro, la tripletta con cui annientò proprio il Milan, in trasferta, nel 6-2 dello scorso campionato. Anche con le giovanili della Slovacchia ha numeri eccellenti: 7 presenze e 4 gol in Under 19, squadra di cui è capitano, 3 e 1 con l’Under 18, 6 e 3 con l’Under 17.

Tupta, inoltre, ha segnato, e sa segnare, in tutti i modi: con il tiro da fuori, di destro, di sinistro, da opportunista, su punizione, ed è un abile rigorista.

Per ora sono due gli spezzoni di partita in campionato, più uno in Coppa Italia, disputati da Tupta con la Prima Squadra dell’Hellas (e proprio in Coppa, col Chievo, realizzò uno dei penalty che permisero al Verona di passare il turno, imponendosi nel derby dopo che tempi regolamentari e supplementari si erano chiusi sull’1-1).

Intanto c’è da centrare la permanenza in categoria, poi le statistiche richiedono una stabile salto in avanti nella rosa dei professionisti per l’attaccante, che ha firmato fino al 2021 col Verona ma che, a gennaio, è stato vicino al trasferimento al Pogon Stettino.
M.F.

FONTE: Hellas1903.it


SPAZIOGIOVANI – LUBOMIR TUPTA: LIVERPOOL? NO GRAZIE, PREFERISCO IL CALCIO ITALIANO
26 aprile 2018 di Rocco Lucio Bergantino

Attaccante classe ’98 della selezione Primavera del Verona, Lubomir Tupta è una prima punta atipica, capace di ricoprire più posizioni sul fronte offensivo del campo.

Io gioco da attaccante o da ala e credo che i migliori in questo ruolo siano Cristiano Ronaldo e Neymar. Io mi ispiro a loro, entrambi sono irreali nel dribbling e nei duelli uno contro uno, anche se il mio idolo rimane Ibrahimovic. [Calciomercato.com]

Dopo aver mosso i primi calci in patria con gli slovacchi del Tatran Presov, il classe ’98 attira su di se le attenzioni di molti top club, in virtù delle sue grandi doti tecnico-tattiche. Di questi, è il Liverpool a seguirlo con maggiore interesse, tentando più volte di vestirlo di rosso.

Ho fatto due provini con il Liverpool e sono stati entrambi positivi, ma le condizioni che si erano create, mi hanno convinto che non avrei potuto rendere al meglio lì. Mi piace il calcio inglese, ma anche quello italiano, che alla fine è stata la mia scelta.

La scelta del ragazzo, dunque, ricade sul calcio italiano.
Nel 2014 arriva a Catania dove si divide fra Allievi Nazionali e Primavera; tuttavia è con la nazionale Under 17 slovacca che Tupta mette in mostra al meglio le proprie qualità, conducendo la selezione fino alla fase elite di qualificazione agli Europei di categoria, con 3 gol e grandi prestazioni.

Il suo percorso di crescita, lo conduce, nell’estate 2015, al Verona.
Gli scaligeri hanno da subito creduto in lui, dapprima prendendolo in prestito, poi riscattandolo ed, infine, facendogli firmare un contratto quadriennale da professionista.

Con la maglia dell’Hellas, il suo score parla di 38 reti siglate in 70 presenze totali nella selezione Primavera, con una media di oltre un gol ogni due partite.
Nella stagione attuale è arrivato anche l’esordio in Serie A, il 23 dicembre 2017 contro l’Udinese arrivando, nelle ultime settimane, ad essere chiamato stabilmente in prima squadra.

Un punto di riferimento per la selezione giovanile scaligera che, in tempi complicati come quelli attuali, potrebbe tornare utile anche in prima squadra.
di Rocco Lucio Bergantino

FONTE: AutoGolAl90.com


Calciomercato
Hellas Verona, Tupta in prova con un club polacco
By Simone Negri
Gen 22, 2018

L’attaccante potrebbe lasciare il Verona
Il mercato di gennaio potrebbe privare l’Hellas Verona di Lubomir Tupta, finora il miglior marcatore della Primavera di mister Antonio Porta. L’attaccante classe ’98 sta infatti svolgendo un periodo di prova con un club della Ekstraklasa, la massima serie del campionato polacco: la società in questione è il Pogon Szczecin, squadra che avrà Tupta a disposizione per qualche giorno, prima di prendere una decisione circa il futuro del giovane slovacco. Come si legge su Calciohellas.it, se le prestazioni del giocatore convinceranno il tecnico Kosta Runjac, il Verona acconsentirà alla cessione in prestito di Tupta per i prossimi sei mesi. Autore finora di 7 reti con la Primavera gialloblu, Tupta potrebbe dunque fare presto la sua prima esperienza nel calcio dei grandi.

FONTE: MondoPrimavera.com


Esordio in Serie A per Lubomir Tupta
dicembre 23, 2017

Alla Dacia Arena di Udine, esordio in Serie A per l’attaccante slovacco della Primavera dell’Hellas Verona, Lubomir Tupta, classe 1998.

FONTE: HellasLive.it


Gli stranieri nella Primavera gialloblù. Lubomir Tupta
By Redazione - 20 dicembre 2017

La debacle dell’Italia mondiale ha fatto riflettere tutti gli addetti ai lavori: troppi stranieri nel Belpaese, la sentenza più comune, a partire dai settori giovanili.

Partendo dalla Primavera gialloblú, Hellas News vuole conoscere i ragazzi stranieri che giocano nella squadra di Antonio Porta e capire se veramente sono un valore aggiunto per il calcio italiano.

Il secondo appuntamento è dedicato a Lubomir Tupta, attaccante slovacco classe 1998, conosciuto dai tifosi del Verona per aver già debuttato in prima squadra.

Tupta arrivò in Italia nel 2014. Fu il Catania ad accaparrarselo per gli Allievi Nazionali, dopo che lo slovacco aveva effettuato due provini addirittura con il Liverpool. D’altronde il ragazzino stava facendo parlare di sé da tempo sia per gli esordi nel Tatran Presov, che per le varie esperienze con le nazionali giovanili del suo paese, che lo portarono a vincere la Frenz Cup in Malesia, con l’aggiunta del titolo di capocannoniere. A Catania tuttavia non fece benissimo, anche per le difficoltà di ambientamento in Italia, ma con la nazionale continuò a brillare trascinandola alla fase elite di qualificazione agli Europei di categoria con 3 reti.

E così nell’estate del 2015, arrivò il Verona, prima con un prestito e poi con il riscatto e la firma di un contratto da professionista fino al 2021.

Tupta è un attaccante esterno, ma può giocare anche come seconda punta, ha grandi doti tecniche e anche fiuto per il gol, come dimostra il suo score in gialloblù dove finora ha realizzato 33 reti su 60 apparizioni con la squadra Primavera.

Stiamo parlando del classico attaccante che proviene dall’Est Europa, che dopo aver fatto faville nel calcio giovanile, può scoppiare e diventare un campione, oppure può sparire e restare nell’anonimato. Al momento ha la testa sulle spalle e non si sta perdendo, nonostante il suo agente Venglos abbia messo in giro voci riguardanti un interesse dell’Inter nei suoi confronti.

Quest’anno sta giocando da fuori quota nella Primavera gialloblù, ma non è da escludere un suo prestito nel mercato di gennaio. Sicuramente in estate verrà mandato altrove per continuare il suo processo di crescita.

Era meglio un italiano al suo posto? In questo caso diciamo di no. Un italiano del suo livello si può trovare, ma costa un occhio della testa e spesso fa già parte del settore giovanile di una big. Quindi in questo caso si può tranquillamente affermare che al momento Tupta non sta rubando spazio a nessuno e si trova in questa posizione per effettivi meriti.
D.Con.

FONTE: HellasNews.it


ĽUBO TUPTA: FIRST GOAL IN A CLUB!

He finally has it! Ľubo Tupta scored in the premier run of the A-team of Hellas Verona. It was at the sixteenth meeting of the Italian Cup. Verona in the city derby defeated Chievo.

Duel finished 1 – 1 after 90 minutes. “The coach sent me on the pitch just after the first minute of the time. He told me to play what I know. As the goal did not fall for another thirty minutes, they were followed by a penalty, “said Ľubo. “The trainer asked me if I’d go. I told him yes. I was supposed to go in second, but the teammate asked me for a change. I got to the word in the fourth series, “said a 19-year-old player. The defender of Prešov was tripped at the penalty area. The ball is played to the left side of the field. “We have converted all penalty, Chievo only four. We are happy. We have passed and we have cast our city rival Chievo. The next round we will start against AC Milan, “said Lubo. “The goal I dedicate to my family, which still supports me. I will continue to play hard and I believe we will get a chance in Serie A, “added Ľubo Tupta.

30. 11. 2017

FONTE: HellasVerona.it


TUPTA: «ASPETTAVO QUESTA OCCASIONE, DARÒ SEMPRE IL MASSIMO PER IL VERONA»
29/NOVEMBRE/2017 - 21:30
Verona - Le dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Lubomir Tupta, rilasciate al termine di Chievo-Hellas Verona, gara valevole per il IV turno eliminatorio della TIM Cup 2017/18.

«Sono molto contento di aver avuto questa opportunità, aspettavo da tanto questo momento, voglio ringraziare tutta la società, dalla squadra al mister e al Direttore Sportivo. Oggi volevo dare il massimo per tutti, per me giocare con la Prima squadra è bellissimo, stasera ancor di più visto che abbiamo passato il turno. In questo gruppo ci sono grandi attaccanti come Cerci e Pazzini che mi stanno insegnando tanto, da loro si può soltanto imparare. I tifosi? Sono spettacolari, sempre con noi, mi hanno fatto emozionare. Voglio dare una mano anche io per raggiungere la salvezza, possiamo farcela».

FONTE: HellasVerona.it


LUBOMIR TUPTA - 27/03/1998 - SLOVACCHIA
Pubblicato il 31.7.17

di Antonio Sepe
Nato 19 anni fa in Slovacchia, Lubomir Tupta comincia a muovere i primi passi nel calcio a 7 anni, nel Jarovce, squadra del suo paese natale. Dotato di un talento sopra la media, non impiega molto a farsi notare dai top club europei, che immediatamente cominciano a bussare alla porta cercando di accaparrarselo. Malgrado possa essere il sogno di molti giovani, lo slovacco rifiuta il Liverpool, con il quale era ad un passo dalla chiusura e opta per il calcio italiano.

Nel 2015 approda in Sicilia - sponda Catania - e si mette subito in mostra tra Allievi Nazionali e Primavera tanto da guadagnare l'interesse del Verona, che ne ottiene il prestito e lo aggrega alla Primavera. Alla prima stagione con la formazione veneta, Tupta fa registrare l'ottimo bottino di 11 gol in 21 partite, che gli vale la chiamata da parte della nazionale slovacca U18, dove mette a segno 1 gol in 3 partite e convince l'Hellas ad acquistarlo a titolo definitivo, facendogli firmare un contratto quadriennale. L'evento che però risulta avere valenza fondamentale nella stagione del giovane slovacco, è l'esordio in Coppa Italia nel match contro il Pavia che lo vede protagonista fin dal primo minuto al fianco del campione del Mondo come Luca Toni.

Nella seconda annata in maglia gialloblu, Lubomir si da molto da fare a tal punto da riuscire addirittura a migliorare i suoi numeri, superando gli 11 gol della stagione precedente e mettendone a segno ben 15, 16 se si conta anche quello arrivato nel match della fase finale del campionato.

Tupta è un attaccante molto duttile: può giocare da seconda punta (perché dotato di un'ottima tecnica) e da esterno offensivo (in quanto non gli manca assolutamente la velocità). Ma il suo ruolo naturale, nonostante la stazza non è così imponente, resta quello di prima punta che gli dà la possibilità di segnare valanghe di gol e di sfruttare le sue caratteristiche migliori, ovvero rapidità e potenza di tiro.


Il suo idolo è Zlatan Ibrahimovic, ma non si rispecchia molto in lui, in quanto in campo ricoprono ruoli differenti; afferma invece di aspirare a diventare come Cristiano Ronaldo e Neymar, due giocatori forti nell'uno contro uno e nei dribbling, ma che sanno anche andare a segno con continuità. Inevitabile poi, se si fa riferimento alla nazionalità, il paragone con Marek Hamsik, bandiera della Slovacchia che Lubomir cerca di emulare.

Per ora la fascia da capitano al braccio ed i gol importanti ci sono, anche se la qualificazione agli ultimi Europei U21 è sfuggita per poco, poi bisognerà vedere se Tupta riuscirà a ripetersi in Nazionale maggiore e magari diventare proprio lui il futuro del suo paese, sulle orme di Marekiaro.

FONTE: PromesseDelCalcio.BlogSpot.com


NEWS
Tupta: “Hellas grande club, lavoro per giocare in prima squadra”
Il giovane attaccante slovacco: “Per giocare ad alti livelli servono sacrifici”

di Redazione Hellas1903, 01/03/2017, 16:05

Intervistato dal portale slovacco www.sportinak.sk, Lubomir Tupta, attaccante della Primavera gialloblù, ha parlato della stagione in corso, dove il Verona è impegnato nella lotta per tornare in Serie A. Inoltre, il giovane centravanti non ha nemmeno mancato di raccontare qualche aneddoto sulla sua vita nel capoluogo veneto.

Così Tupta: “L’Hellas è un grande club e sta facendo di tutto per tornare in Serie A, ovvero la categoria che gli appartiene. Sto facendo il possibile per giocare nella con la prima squadra. Qui a Verona vivo con il mio compagno di squadra Simon Stefanec, abitiamo assieme in un appartamento in modo da trascorrere il tempo libero, durante il quale cerchiamo di rilassarci il più possibile, dal momento che gli allenamenti sono molto impegnativi. Quando possiamo, andiamo spesso in città. Rispetto a Catania, la mia vita qui è molto diversa: lì vivevo all’accademia che era lontana dal centro, non c’era nessun posto dove andare. Ero quasi isolato dal mondo”.

Continua il bomber della Primavera, il quale non dimentica le difficoltà nell’aver lasciato la famiglia a soli sedici anni: “Sì, andare via di casa così presto non è stato per nulla facile, ma ora sono abituato a questo tipo di vita. Desideravo giocare a calcio ad alti livelli, e quindi sapevo che avrei dovuto fare dei sacrifici. Ma grazie alla tecnologia di adesso, riesco a comunicare con la mia famiglia quasi tutti i giorni”.

(Traduzione a cura di Raffaele Campo)

FONTE: Hellas1903.it


Italia’s Young Talent - Alla scoperta di Lubomir Tupta: “Mi ispiro a Ronaldo e Ibra, sogno di esordire in A con l’Hellas”
Ludomir Tupta - Hellas Verona (ph: Francesco Grigolini - Foto express)

05/01/17 16:00 | Rubriche | Autore: Arnaldo Levato
Dalla Slovacchia per emergere, per realizzare un sogno. Un viaggio che fanno tanti giovani calciatori ma lui, grazie al suo talento e alla sua determinazione, è arrivato in Italia dove sta convincendo un po’ tutti. Questa è la storia di Lubomir Tupta, punta classe 1998 della Primavera dell’Hellas Verona, che ha messo a segno 6 gol in 9 gare. Numeri importanti che, indubbiamente, riflettono le sue qualità e potenzialità.

“In effetti il campionato è iniziato alla grande – racconta Tupta a gianlucadimarzio.com – e sinceramente nessuno si sarebbe aspettato che dopo dodici giornate saremmo stati primi con addirittura otto vittorie e una sola sconfitta. Questo rende contenti tutti e ovviamente lo sono io, perché siamo andati davvero oltre le aspettative.

Come ti trovi con Pavanel (allenatore, ndr) e compagni?
“Siamo un bel gruppo, ma lo eravamo anche lo scorso anno fin da quando sono arrivato, quindi credo sia proprio l’ambiente Hellas ad essere così positivo. E in queste prime sei partite si è visto, perché se non ci fosse stato feeling tra i compagni non si sarebbe potuto vincere così tanto. Facciamo della nostra unità un valore aggiunto da esprimere in campo. Vogliamo vincere. Parlando di Pavanel, che dire? Mi vuole bene. Dopo gli allenamenti mi fermo sempre con lui a fare esercizi e tiri in più”.


Parlaci del tuo ruolo e delle tue caratteristiche fisiche…
“Mi sento una prima punta, ma non ho problemi a giocare da mezza e anche da trequartista, per me tutti i ruoli sono graditi, decide il mister. Perfino l’esterno! In generale mi piace sfruttare le mie caratteristiche, non sono particolarmente alto né forte di testa, quindi punto tutto sulla tecnica, sulla velocità, sulla rapidità e potenza di tiro”.

Che differenze hai trovato tra il calcio slovacco e quello italiano?
“Gli allenamenti sono simili, è la qualità media ad essere molto più alta in Italia. E parlo avendo fatto tanti provini sia qui che in Inghilterra. Per me non è affatto scontato dove sono ora e ciò che ho adesso”.


Chi ti ha trasmesso la passione per il calcio?
“È una cosa di famiglia, sia mio nonno che mio papà giocavano, quindi ho cominciato da piccolissimo. Poi la scuola calcio e i provini in giro per l’Europa, fino alla Primavera del Verona e alle chiamate in prima squadra, che sono la cosa più bella per noi giovani. È stupendo allenarsi e giocare con gente come Toni e Pazzini (non trattiene una risata, ndr). E poi c’è la Nazionale, ci voglio andare sempre, è importantissimo per me esserci”.

Un sogno per il futuro?
“Eh, il mio è un sogno grande… Mi piacerebbe giocare in un grande campionato, come i miei idoli. Da Ronaldo a Ibrahimovic. Magari con l’Hellas…”.

Ph: Francesco Grigolini - Foto express

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


LUBOMIR TUPTA
November 27, 2016 · by drfootball1
Lubomir Tupta
Country: Slovakia
Date of birth: 27/03/1998 (18 years old)
Place of birth: Slovakia
Height: 180cm
Youth career: TJ Jarovnice, 1. FC Tatran Prešov, Calcio Catania, Hellas Verona (since 2015)
Current club: Hellas Verona
Squad number: 29
Current national team: Slovakia U-19
Position: winger, second striker, striker
Preferred foot: right
Market value (by transfermarkt.de): 225.000 €
Tournaments participated in: 2015 UEFA European Under-17 Championship qualification elite round (3/0)
Contract until: unknown
Player’s agent: Central Sport Management
Transfer rumours: Inter
Similar type of player: Samuel Eto’o

Strengths:
– pace and acceleration Untitled1
– finishing Untitled1
– dribbling Untitled1
– technique Untitled1
– ball control Untitled
– instinct Untitled
– flair Untitled
– agility Untitled
– creativity Untitled

Weaknesses:
– if he improves his heading ability he will become even more dangerous

Style of play:
– creative, unselfish and prolific striker
– can create a great striking partnership when paired with tall centre forward/target man
– highly technical player gifted with great dribbling skills and ball control
– likes to dribble
– very composed finisher capable on both feet
– extremely dangerous on the counter thanks to his pace and acceleration
– known for his “quick feet”, close control and cleverness at his off-the-ball movements
– often uses his speed and skill to take on defenders
– likes to try to beat offside trap
– intelligent movement, both inside and outside the penalty area
– great sense of positioning while receiving through balls
– attacking movement, positional sense, and ability to interpret the game, which, combined with his pace, mobility and energy, enables him to make effective attacking runs to beat the defensive line
– knows how to use his body to shield the ball from defenders thanks to his technique, cleverness and ball control
– possesses impressive powerful and accurate shooting skills
– very unpredictable for his opponents

He is best suited to playing as:
Striker in 4-4-2.


Video:


Achievements:


League summary (as for 27 November 2016):
No senior team appearances yet.

Description:
Lubomir Tupta was considered to be a huge talent from his earliest years. He joined Catania from Tartan Presov at the age of only 14. Soon after, he went to Verona. Great games in the Primavera side paved way for his senior debut, which happened on 2 December 2015 in Coppa Italia game against Pavia. Lubomir got a chance to play alongside famous Luca Toni in that game. The young striker is developing well and he could move to one of the Serie A teams very soon. He has been a Slovakian international for many years now – he started in the U-16 side and is currently a key player for the U-19 team.

Quotes:


Football Talent Scout potential rating:
8/10

First team material in a top European club.

Links:
Transfermarkt
Soccerway

FONTE: FootballTalentScout.net


SERIE A
Inter, si continua a monitorare Tupta: a giugno contatto col Verona
17.10.2016 23.00 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
L'Inter rimane vigile su Lubomir Tupta, attaccante classe 1998 in forza alla Primavera dell'Hellas Verona che piace non poco a Samaden e al suo staff. Per lui fino ad ora 4 presenze, 5 gol e un assist nel campionato Primavera, come sottolinea FcInterNews quest'oggi. Col Verona inoltre vanno esaminate altre due posizioni a giugno prossimo: Daniel Bessa, in prestito agli scaligeri, e Mouhamed Menaour Belkheir, attaccante algerino che ha fatto il percorso inverso ed ora milita nella Primavera nerazzurra.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


NEWS
Tupta, l’agente: “Verona piazza giusta per lui”
Continua Venglos: “Deve ancora crescere e trovare continuità”

di Redazione Hellas1903, 29/09/2016, 10:46

Dopo l’interesse dell’Inter per Lubomir Tupta, talento della Primavera del Verona, l’agente torna a parlare del futuro del suo assistito.
Mondoprimavera.com, infatti, riporta queste parole di Juraj Venglos: “Tupta ha bisogno di giocare con continuità, magari giocare nuovamente in prima squadra.”
Continua l’agente: “Credo che il Verona sia la piazza giusta per lui. Almeno per ora, per crescere, sicuramente il salto in una grande squadra prima o poi arriverà.”

L’attaccante slovacco è blindato da un contratto fino al 2019 e difficilmente il Verona lo lascerà partire.

FONTE: Hellas1903.it


Tupta sulle orme di Hamsik. Dal no al Liverpool a Ibrahimovic, lo vuole l'Inter
del 22 settembre 2016 alle 11:00
di Emanuele Tramacere

Due vittorie in due partite, con 8 gol segnati all'attivo e una sola rete subita. E' questo lo score del Verona Primavera di Massimo Pavanel che, dopo la delusione per la mancata qualificazione alle fasi finali della passata stagione vuole rifarsi immediatamente con una formazione dal potenziale offensivo importantissimo. Stella del reparto avanzato insieme al connazionale Simon Stefanec, è l'attaccante classe '98 Lubomir Tupta (foto HellasVerona.it).

SECONDA PUNTA MODERNA - Nato a Presov nella Repubblica Slovacca il 23 marzo 1998, Tupta è un attaccante slovacco molto rapido, che può giocare sia da prima punta atipica (non supera il metro e 80), che da seconda punta (il suo ruolo naturale) e, grazie ad un'eccellente tecnica di base, riesce ad incidere anche nel ruolo di esterno d'attacco in un tridente a tre. Tupta si avvicina al mondo del calcio giocato fin da piccolo e la prima partita ufficiale arriva all'età di 7 anni (anche se in realtà non avrebbe potuto) quando scende in campo con il Jarovce: "La mia prima partita è stata a 7 anni - ha confermato in un'intervista al sito ufficiale della CSM, la sua agenzia di procura - e ho giocato illegalmente (lo dice ridendo). Il mio più bel regalo per Natale è sempre stato una pallone, o gli scarpini da calcio".

IL LIVERPOOL E L'APPRODO IN ITALIA - Dopo gli esordi con il Tatran Presov in Slovacchia, Lubomir viene notato da numerosi club europei. Il talento del resto è innegabile e anche le esperienze con le nazionali giovanili lo aiutano a richiamare su di sè l'attenzione degli addetti ai lavori. Dopo la vittoria, con l'aggiunta del titolo di capocannoniere, della Frenz Cup in Malesia, Tupta sostiene diversi provini in tutta Europa. In particolare è il Liverpool ad invitarlo due volte in Inghilterra per un provino, ma Tupta vira drasticamente sul calcio italiano: "Ho fatto due provini con il Liverpool e sono stati entrambi positivi, ma le condizioni che si erano create, mi hanno convinto che non avrei potuto rendere al meglio lì. Mi piace il calcio inglese, ma anche quello italiano, che alla fine è stata la mia scelta".

SULLE ORME DI HAMSIK - Tupta nel 2014 approda infatti al Catania dove si districa fra Allievi Nazionali e Primavera, ma è con la nazionale Under 17 slovacca che Tupta mette in mostra le proprie doti trascinando la selezione fino alla fase elite di qualificazione agli Europei di categoria con 3 gol. Dal Catania nell'estate 2015 è passato al Verona che lo ha prima preso in prestito, poi lo ha riscattato e, infine, gli ha fatto firmare un contratto quadriennale da professionista.

DA TONI A IBRAHIMOVIC - Nella scorsa stagione Tupta ha chiuso il suo bilancio con 11 gol in 24 presenze, ma è l'esordio in prima squadra, in Coppa Italia contro il Pavia, che ha segnato la stagione del ragazzo: "Mi tremavano le gambe - riporta un'intervista alla sua agenzia CSM -, ho sentito subito la pressione e ho avuto i crampi per gran parte della partita. Il salto dalla Primavera alla prima squadra è immenso, ma giocare al fianco di Luca Toni è stato incredibile". Toni è stato per tutto l'anno un grande esempio per Tupta, ma il grande idolo a cui si ispira è un altro dei grandi attaccanti del calcio mondiale: "Io gioco da attaccante o da ala e credo che i migliori in questo ruolo siano Cristiano Ronaldo e Neymar. Io mi ispiro a loro, entrambi sono irreali nel dribbling e nei duelli uno contro uno, anche se il mio idolo rimane Ibrahimovic".

LO VOLEVA L'INTER - Il suo agente, Juraj Venglos segue con grande attenzione i progressi di Tupta e, proprio come successo per la stella della sua agenzia, Marek Hamsik, ha programmato una crescita graduale del suo talento. L'anno scorso Lubomir è andato in gol anche contro le corazzate Inter e Milan che lo hanno segnato su i propri taccuini. Intervnuto ai microfoni di Calciomercato.com Venglos ha confermato il grande interesse che c'è attorno al ragazzo: "Tupta è un ottimo prospetto e per questo di partita in partita è sempre molto seguito dagli osservatori di molte squadre. Ci sono stati contatti in particolare con l'Inter, ma io credo che per il ragazzo sia ancora presto. Lui ha bisogno di giocare con continuità, magari giocare nuovamente in prima squadra e credo che il Verona sia la piazza giusta per lui. Almeno per ora, per crescere, sicuramente il salto in una grande squadra prima o poi arriverà, così come è stato per Hamsik, che dalla Primavera è arrivato ad essere il capitano del Napoli". Progetti di crescita, sogni e grandi speranze. Tupta sogna il calcio dei grandi, ma per ora fa volare il Verona.

FONTE: CalcioMercato.com


Il Verona riscatta Tupta dal Catania
23 GIUGNO 2016 - 16: 16

ANTONIO COSTA @Antocosta77
Un altro giovane giocatore saluta Catania e si accasa definitivamente altrove. E’ il caso di Lubomir Tupta, giovane attaccante centrale slovacco che nelle scorse ore è stato riscattato dal Verona, che lo aveva preso in prestito nella scorsa stagione.

Come riferisce la società rossazzurra sul proprio sito ufficiale “Il Calcio Catania S.p.A. comunica che la società Hellas Verona Football Club ha provveduto ad esercitare il diritto di opzione, previsto dalle vigenti norme federali, per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Lubomir Tupta”.

Fonte foto: calciocatania.it

FONTE: NewsCatania.com


ULTIM’ORA
CATANIA, 14:11
CALCIO, VERONA: DAL CATANIA ARRIVA LUBOMIR TUPTA
Il Catania ha reso noto di aver ceduto il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Michal Chrapek, a titolo definitivo, alla societa' polacca Lechia Gdansk S.A. Inoltre, di aver ceduto il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Lubomir Tupta all'Hellas Verona Football Club. La cessione avviene a titolo temporaneo, con opzione per il riscatto a favore della societa' veneta.

FONTE: Sport.Repubblica.it


Hellas Verona: Delneri riparte col “vecchio e il bambino”
Marco Barzizza - Datasport | 04.12.2015

Toni (38 anni) è tornato in campo, accanto a lui il nuovo tecnico ha scoperto il talentino Tupta, 17enne slovacco arrivato in estate ed esordiente in Coppa Italia col Pavia, partita nella quale ha dimostrato di poter dare una mano ai gialloblu forse già da subito

L’Hellas Verona ha bisogno di rialzarsi dopo l’inizio di campionato tragico, che lo vede all’ultimo posto della classifica di Serie A, unica squadra ancora a secco di vittorie. In settimana, dopo la sconfitta dello scorso weekend a Frosinone, è arrivato il cambio d’allenatore, con l’esonero di Mandorlini e il ritorno su una panca di serie A di Gigi Delneri; con esso la società spera di aver dato la giusta sterzata alla stagione.

Vinta, non senza soffrire, la prima partita ufficiale, in Coppa Italia con il Pavia (Lega Pro), Delneri ha cominciato ad apportare le proprie variazioni e, su tutte, il nome nuovo nelle prossime formazioni gialloblu potrebbe essere quello di Lubomir Tupta, 17 anni. Passato in estate dal Catania al Verona, ha esordito in prima squadra proprio contro il Pavia, guadagnandosi non pochi elogi e apprezzamenti da parte di addetti ai lavori e del suo allenatore. Attaccante esterno, tecnico e veloce, slovacco di Presov, potrebbe essere una spalla ideale per Luca Toni, che di anni ne ha 21 più di lui e di segreti su come lottare nelle area avversarie può insegnargliene a bizzeffe.

A Catania fece faville con gli Allievi Nazionali, prima di passare al Verona negli ultimi istanti della scorsa finestra di mercato estiva. Prestito con diritto di riscatto, Tupta vuole confermarsi a Verona e, col passare del tempo, Delneri potrebbe trovargli nuovamente spazio nel suo undici, magari proprio accanto al “vecchio” Toni, col quale formerebbe una coppia anagraficamente agli antipodi ma tecnicamente complementare. I tifosi del Verona si augurano una pronta risalita in classifica, con la speranza salvezza che non è ancora morta: Delneri, le sue idee e il talentino Tupta potrebbe dare una mano affinché l’Hellas resti in serie A anche alla fine di questa scapestrata stagione.

FONTE: Sports.BWin.it


Buona la prima per il baby slovacco Tupta
dicembre 3, 2015

Piacevole sorpresa della serata di Tim Cup contro il Pavia, si è rivelato il classe 1998, Lubomir Tupta. Nato a Presov (Slovacchia) il giovane attaccante è arrivato all’Hellas Verona quest’estate con la formula del prestito con diritto di riscatto dal Catania, dove nell’ultimo campionato si era messo in mostra con gli Allievi Nazionali.

Esterno d’attacco per caratteristiche, nella Primavera di Massimo Pavanel si è fin da subito adattato, per esigenza, ricoprendo il ruolo di punta centrale. Quattro gol per lui nelle prime 10 giornate di campionato, antipasto della prima convocazione tra i professionisti, dove Delneri lo ha subito catapultato in campo per 90′ in Tim Cup in coppia col capitano Luca Toni.

Un esordio tutto da raccontare al fianco della leggenda gialloblù!

FONTE: HellasLive.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio