Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Karim LARIBI


Nato a/il:Milano (MI) il 20/04/1991
Nazionalità:Italiana e Tunisina
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2021
Ruolo:Centrocampista
Altezza:175 Cm
Peso:67 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
BariGen. 2020 - 2020B-- 
Empoli2019 - Gen. 2020B13 (+3CI)0 (+0) 
Hellas Verona2018 - 2019B27 (+5PO +2CI)4 (+0 +0) 
Cesena2017 - 2018B39 (+2CI)7 (+2) 
Cesena2016 - 2017B32 (+3CI)2 (+1) 
Sassuolo2015 - 2016A110 
Bologna2014 - 2015B38 (+4PO +1CI)8 (+0 +0) 
LatinaGen. 2014 - 2014B10 (+4PO)2 (+1) 
Sassuolo2013 - Gen. 2014A10 (+2CI)0 (+1) 
Sassuolo2012 - 2013B90 
Sassuolo2011 - 2012B7 (+1CI)1 (+1) 
Foggia2010 - 2011LP28 (+6CILP)4 (+0) 
Giovanili Palermo2009 - 2010--- 
Giovanili Fulham2007 - 2009--- 
Giovanili Inter2003 - 2007--- 
LEGENDA: LP=Lega Pro Prima Divisione, CILP=Coppa Italia di Lega Pro, CI=Coppa Italia, PO=Playoff

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 25 Aprile 2019
...Doveva rappresentare la 'quota fantasia' in questo HELLAS e ammetto candidamente che sulle sue parole durante la presentazione avevo costruito un film pazzesco con i gialloblù ovviamente protagonisti e del resto ancora adesso sbaverei all'idea di vederlo sulla trequarti dietro la coppia PAZZINI-DI CARMINE in un 4-3-1-2 stile BRESCIA per intenderci e invece... Invece tra il dire e il fare si è messo di mezzo (in maniera assolutamente corretta e legittima sia chiaro) mister GROSSO al quale, essendo il tecnico dei gialloblù, è sempre spettata l'ultima parola anche a dispetto dei risultati non certo entusiasmanti degli scaligeri in questa stagione.

Rimane il fatto che il Karim visto (ed in talune circostanze ammirato) al CESENA, è stato del tutto spoetizzato e nel nostro HELLAS non ha mai fornito una prestazione degna di nota, destino subito del resto da tutti i trequartisti/fantasisti/mezze punte dal 'Divin Codino' BAGGIO ai giorni nostri, sempre incastrati tra l'attitudine al difendere troppo poco per essere considerati centrocampisti e il non attaccare abbastanza per essere considerati delle punte e di conseguenza scomodi da gestire anche per allenatori ben più navigati e sagaci del tecnico scaligero che ha provato LARIBI da esterno, mezzala e perfino punta senza tuttavia ricavarne mai niente di anche solo accettabile: Contento lui (noi sicuramente no).


GIOVANILI IN ITALIA E ALL'ESTERO POI FOGGIA E SASSUOLO
Insieme a gente come BALOTELLI, DESTRO, SANTON e altri ha fatto parte di una categoria Allievi all'INTER potenzialmente da crack ma Karim aveva bisogno di distinguersi e così, di nascosto dai dirigenti nerazzurri ai quali raccontava di essere impegnato nelle gite con la scuola mentre invece effettuava provini in Inghilterra col FULHAM (tra le altre), nel 2007 dopo quattro anni col Biscione passava ai Cottagers.
Dopo un paio di stagioni e maggiorenne da poco, Karim torna in Italia, nelle fila del PALERMO dove rimane per un'altra annata a giocare nella Primavera prima di provare l'ebrezza del calcio professionistico al FOGGIA in Lega Pro e con mister ZEMAN, che non ha mai timore nel lanciare i giovani soprattutto quelli tecnicamente dotati come LARIBI, mette a segno 4 gol in 28 presenze ma nonostante ciò i pugliesi non lo riscattano ed il fantasista passa così al SASSUOLO per la stagione 2011-12 in Serie B.
Ai neroverdi bastano sette presenze e un gol per capire che il ragazzo ha stoffa e lo ingaggiano in compartecipazione per il 2012-13 annata nella quale, con DI FRANCESCO in panca, Karim vedrà però il campo solo nove volte ma gli emiliani vinceranno il campionato cadetto.

I PRESTITI AL LATINA E AL BOLOGNA PRIMA DEL RIENTRO AL SASSUOLO
Alla scadenza delle comproprietà l'italotunisino rimarrà al SASSUOLO definitivamente perchè né il PALERMO né la squadra di patròn SQUINZI offrirà un centesimo per il cartellino del giocatore che riuscirà ad esordire subito in Serie A ma non troverà la continuità che cerca così a Gennaio 2014 arriva il prestito al LATINA in cadetteria squadra con la quale concquisterà la finale playoff grazie anche al suo gol in semifinale contro il BARI...
Per la stagione successiva LARIBI rimane ancora in B col prestito al BOLOGNA dove finalmente è un titolare fisso e con i felsinei va a segno ben otto volte ma per il 2015-16 non viene confermato in rossoblù rimanendo così in Emilia ma facendo ritorno al SASSUOLO.

DUE STAGIONI IN ROMAGNA E ORA IL VERONA
Ancora una volta, coi neroverdi proprietari del suo cartellino, Karim trova poco spazio così nella stagione 2016-17 va a 'cercar fortuna' al CESENA squadra con la quale esordisce il 27 settembre 2016 dopo più di 9 mesi ai margini e solo il 19 Novembre seguente ritorna a giocare una partita intera ma a Gennaio si toglie la soddisfazione del gol contro la sua ex squadra SASSUOLO trascinando i romagnoli ai quarti di finale di Coppa Italia dopo ben 46 anni!
71 presenze e 9 gol in campionato dopo, il fallimento del CESENA costringe LARIBI a cambiare ancora, ecco quindi l'occasione nell'ambizioso HELLAS (ma non a costo zero come tutto lascerebbe supporre).

Qui trovate la pagina Instagram ufficiale del calciatore questo invece il suo profilo su Facebook.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Karim Laribi
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karim Laribi (Milano, 20 aprile 1991) è un calciatore italiano naturalizzato tunisino, centrocampista del Bari, in prestito dal Verona.

Biografia
Laribi è nato a Milano da padre tunisino e madre italiana di Domus de Maria in Sardegna, e in virtù di questo è stato convocato per la Nazionale sarda.

Caratteristiche tecniche
Tatticamente è un calciatore polivalente, viene impiegato prevalentemente come esterno sinistro a centrocampo, con caratteristiche offensive, ambidestro di piede, possiede una buona tecnica di base e anche un buon dribbling, tuttavia si dimostra molto efficace nel tiro dalla distanza.

Carriera
- Club
Ha fatto parte delle giovanili dell'Inter (come il fratello maggiore Omar) insieme a Balotelli, Destro, Santon, Obi e Krhin ma veniva considerato poco e così diceva ai dirigenti dell'Inter, per giustificare le sue assenze, che andava in gita scolastica ma in realtà svolgeva i provini con il Fulham, che lo ha arruolato per 2 anni nelle giovanili. Il 19 agosto 2009 passa al Palermo. Dopo una stagione nella Primavera rosanero, cominciata con la sconfitta nella Supercoppa italiana contro il Genoa, nel 2010 viene ceduto dai rosanero in prestito con diritto di riscatto al Foggia in Lega Pro Prima Divisione, dove disputa un'ottima stagione con 28 partite e 4 reti sotto la guida di Zdeněk Zeman.

Il 1º luglio 2011 passa in prestito con diritto di riscatto sulla compartecipazione al Sassuolo, disputando 7 partite e segnando una rete in Serie B. Nell'estate 2012 viene quindi riscattato dai neroverdi emiliani.

Il 18 maggio 2013, dopo 9 presenze, vince il campionato di Serie B e conquista la promozione in Serie A con la squadra emiliana guidata da Eusebio Di Francesco. Il 20 giugno, termine ultimo per le risoluzioni delle compartecipazioni, né Sassuolo né Palermo fanno un'offerta per il cartellino del giocatore, che resta quindi nell'ultima società che lo ha tesserato. Nella stagione successiva esordisce in Serie A nella prima giornata di campionato in cui il Sassuolo perde per 2-0 in trasferta contro il Torino, entrando in campo al 79' al posto di Francesco Magnanelli.


L'8 gennaio 2014 passa in prestito con diritto di riscatto fino al termine della stagione al Latina. Alla 41ª giornata realizza i suoi primi gol stagionali, grazie a una doppietta in Cesena-Latina (1-3). Nella semifinale di ritorno dei play-off di Serie B segna il temporaneo 2-1 in casa contro il Bari: il 2-2 finale consegnerà la finale ai pontini.

Ritornato al Sassuolo per fine prestito, il 23 luglio 2014 passa al Bologna in prestito con diritto di opzione a favore del Bologna e di contro-opzione a favore del Sassuolo.

Segna il suo primo gol in maglia rossoblù contro il Cittadella, il 27 settembre 2014. Successivamente segna un gol contro il Trapani Calcio e realizza la sua prima doppietta in maglia felsinea contro il Bari. Alla vigilia di natale segna contro la Pro Vercelli.

Cesena
Il 27 agosto 2016 passa in prestito con diritto di riscatto al Cesena. Il 27 settembre, dopo 277 giorni fuori dal rettangolo verde, fa il suo esordio con la maglia bianconera contro l'Ascoli Picchio F.C. 1898, match che terminerà a reti bianche. Nella partita seguente contro la sua ex squadra Latina mette a segno il suo primo assist per Milan Đurić nel temporaneo vantaggio bianconero, partita che poi terminerà in pareggio. Torna a giocare una partita per tutti gli interi 90 minuti solamente il 19 novembre nella sconfitta ai danni dei romagnoli per 1 a 0 contro lo Spezia Calcio. Debutta in Coppa Italia nella partita vinta ai supplementari dai romagnoli per 2-1 contro l'Empoli in terra toscana, il 29 novembre 2016. Mette a segno la sua prima rete in bianconero, il 18 gennaio 2017 nella partita di Coppa Italia vinta dai romagnoli per 1-2 al Mapei Stadium contro la sua ex squadra. La sua rete risulterà decisiva per permettere al Cesena di raggiungere i quarti di finale della competizione nazionale, dove mancava da ben 46 anni. In Avellino-Cesena del 22 aprile 2017 segna la sua prima rete in campionato nel match che terminerà 1-1.

Hellas Verona
Il 31 luglio 2018 viene ufficializzato il suo arrivo al Verona a parametro zero.

Empoli
L'8 luglio 2019 si trasferisce a titolo temporaneo all'Empoli.

Bari
Il 21 gennaio 2020 passa in prestito al Bari.

Nazionale
Di origini tunisine, comincia ad essere preso in considerazione per i colori azzurri dell'Italia a partire dall'Under-19, giacché viene convocato per uno stage dal 6 al 9 settembre 2009.
Dopo aver giocato 4 partite con la Nazionale italiana Under-20, debutta con l'Under-21 nell'amichevole del 15 agosto 2012 in Olanda (vittoria azzurra 4-0). Il 10 settembre seguente gioca la sua prima gara valevole per la qualificazioni al Campionato europeo di calcio Under-21, prendendo parte a Italia-Eire (2-4).
Il 24 marzo 2017 debutta con la nazionale tunisina in una partita amichevole contro il Camerun persa per 1 a 0.

Palmarès
- Competizioni giovanili
Campionato Giovanissimi Nazionali: 1 Inter: 2005-2006

- Competizioni nazionali
Campionato italiano di Serie B: 1 Sassuolo: 2012-2013

FONTE: Wikipedia.org