Header ADS

HELLAS VERONA 4-1 PERUGIA: Un pasticcio difensivo rischiava di rovinare tutto nel finale ma nei supplementari i gialloblù si scatenano, EMPEREUR trova il primo (gran) gol in maglia scaligera e PAZZINI ripaga l'amore del Binti con una doppietta da urlo! Gara epica...


#VeronaPerugia +   -   =

RECAP
BIANCHETTI non è al meglio e AGLIETTI lo lascia in panchina, ALMICI dal canto suo è squalificato così, il 4-3-3 che scende in campo stasera, è identico a quello che ha battuto il FOGGIA una settimana fa con la sola eccezione del terzino destro che oggi è FARAONI mentre rimane immutato il centrocampo con GUSTAFSON tra HENDERSON e ZACCAGNI e il tridente offensivo dove il riferimento centrale è DI CARMINE a giostrare tra LARIBI e MATOS.
Mister NESTA risponde col consueto 4-3-1-2 con VERRE sulla trequarti dietro la coppia VIDO-SADIQ.

Poco meno di mille i tifosi ospiti presenti in un Bentegodi che ci si aspettava certamente più gremito com'è anche stasera la Curva Sud che, a scanso di equivoci, all'esterno dello stadio ha esposto il comunicato 'Gli esiti sportivi di questa stagione non influenzano e non influenzeranno la nostra linea. In A o in B Setti vattene'.
Dirige la gara il signor Ivano Pezzuto della sezione AIA di Lecce.

Clicka qui per vedere l'album di HELLAS VERONA 4-1 PERUGIA

GARA TATTICA...
Per mezz'ora le due squadre sembrano correre a vuoto con le azioni che si perdono spesso sulla trequarti e le difese che annullano le rispettive azioni d'attacco: Le uniche emozioni sono create da un retropassaggio killer dello svagato DAWIDOWICZ e da ZACCAGNI uomo ovunque che difende, ricicla palloni e avvia ripartenze.

TRE OCCASIONI IN DUE MINUTI PER GLI OSPITI
Alla mezz'ora il PERUGIA prende decisamente in mano la gara col colpo di testa di KOUAN che anticipa di testa EMPEREUR e fa la barba al palo a sinistra di SILVESTRI.
Non passano due minuti ed è ancora KOUAN a ripartire con un prepotente contropiede: La mezzala ospite arriva al tiro dal limite ma, pressato da GUSTAFSON non inquadra la porta.
Insiste il Grifone e non è ancora il 33° quando SADIQ, dal fronte d'attacco destro, si beve prima VITALE e poi sfugge a EMPEREUR puntando SILVESTRI che è bravo a restare in piedi fino all'ultimo e a murare la conclusione a botta sicura del giovane attaccante di scuola ROMA.
Al 37° VIDO s'accentra e conclude dal limite ma il tiro è debole e centrale: SILVESTRI raccoglie...

VERONA AVANTI AL PRIMO TIRO IN PORTA
FARAONI scende per la seconda volta a destra e dalla trequarti traversa a cercare DI CARMINE nei pressi del dischetto, l'ex PERUGIA raccoglie di spalle e si gira in un attimo fulminando GABRIEL con una sassata imprendibile! Gol molto simile a quello realizzato dallo stesso Samuel nell'ultima gara della stagione regolare col FOGGIA. Gialloblù in vantaggio al primo tiro in porta.
Il primo tempo si chiude con il tentativo di VERRE dalla lunetta non trattenuto da SILVESTRI a causa della pioggia che rende viscida la palla: Il portiere cerca di recuperare su KOUAN che invece cerca il rigore con una sceneggiata indegna quando DAWIDOWICZ gli spiega che non è il caso...

GIALLOBLÙ ALLA RICERCA DEL RADDOPPIO, SECONDO GIALLO KOUAN
Al 50° frustata di ZACCAGNI dal limite deviata casualmente dal tacco di LARIBI e GABRIEL, che è già col ginocchio a terra, riesce lo stesso a respingere...
Occasionissima HELLAS al 55°: ZACCAGNI mette DI CARMINE davanti a GABRIEL ma il tiro a colpo sicuro di Samuel viene ancora una volta intercettata dal portiere avversario bravissimo pure in uscita!
Al 57° si fa vivo il PERUGIA: FALASCO ribalta da da sinistra per la volée sul secondo palo di VIDO che termina a lato

FRITTATA SCALIGERA NEL FINALE! PAZZESCA PARATA DI GABRIEL SU PAZZINI...
Il neoentrato LEE cerca gloria all'86° con un tiro dal limite dell'areadeviato sul fondo da GABRIEL.
Un minuto dopo VIDO cade in area nella zona del vertice sinistro preso in mezzo tra HENDERSON che gli sta alle spalle e FARAONI che lo precede: La dinamica non è chiarissima, sembra più l'attaccante avversario che incespica sui gialloblù ma Pezzuto è li e indica subito il dischetto mentre nessuno dell'HELLAS accenna ad una minima protesta...
Alla battuta va lo stesso attaccante che ha subito il fallo e spiazza SILVESTRI sulla destra: La frittata è servita all'88°.
Nei minuti di recupero altra gigantesca occasione col neoentrato PAZZINI che sfrutta di tacco il tiro strozzato di GUSTAFSON ma GABRIEL è ancora monumentale sul tocco maligno del capitano scaligero!

EMPEREUR E DOPPIETTA DEL PAZZO AI SUPPLEMENTARI
Si va ai supplementari con gli allenatori che possono sfruttare il quarto cambio e la pioggia che cade incessantemente.
Al 92° LARIBI batte da destra un calcio di punizione sul palo vicino dove PAZZINI prova a calciare al volo di destro ma la palla va a lato.
Otto minuti dopo sono ancora i gialloblù ad attaccare: FARAONI da destra cerca ancora PAZZINI la cui conclusione è deviata in corner: LARIBI riceve la battuta e serve al limite EMPEREUR che si produce in una rasoiata da paura che s'infila sotto l'incrocio e regala il 2 a 1 al VERONA!
ma non è ancora finita perchè al 115° LEE scappa imprendibile sulla fascia destra, salta agilmente un avversario e traversa a cercare PAZZINI che salta sulla difesa perugina immobile e anticipa pure GABRIEL per il 3 a 1!
Al 121° gloria anche per TUPTA entrato da poco: Lo slovacco avvia l'azione d'attacco portando palla sulla trequarti, appoggia a lato per HENDERSON che crossa sul secondo palo dov'è ancora in agguato PAZZINI, la sua prima conclusione è deviata ancora una volta dall'eroico GABRIEL che però non può fare niente sul successivo tiro del Pazzo che chiude la partita sul 4 a 1 finale!



IMPRESSIONI
Gara tattica e piuttosto noiosa fino alla mezz'ora quando il PERUGIA ha messo ulteriori brividi ai butei inzuppati di pioggia ma rinfrancati dal bel gol di DI CARMINE (fotocopia di quello della scorsa settimana al FOGGIA): Che Samuel si sia davvero sbloccato?
Gol così sono una gioia per gli occhi e riassumono l'essenza delle caratteristiche di un attaccante!
Il VERONA rischia di rovinare tutto nel finale ma bisogna pure rilevare che il portiere avversario GABRIEL le prende proprio tutte in ogni caso tutto è bene ciò che finisce bene e stasera è finita davvero in bellezza col primo gol scaligero di EMPEREUR che sceglie l'occasione più adatta prima della doppia mazzata del Pazzo implacabile sui difensori del PERUGIA ormai mentalmente fuori partita...

Gare come questa restituiscono quel senso epico che tante volte si è perso in questa stagione, ora attendiamo i 180 minuti col PESCARA con un solo risultato ma la certa convinzione che con la testardaggine di stasera il match è certamente abbordabile e col DELFINO il conto è aperto da Giugno 2010 ma... Ne parleremo nel prossimo post.


Radiografia del Gol gialloblù 2018/2019
GiocatoreCoppaCampionatoPlayoffTotale
PAZZINI110213
DI CARMINE18110
MATOS1304
ZACCAGNI0303
CARACCIOLO1203
HENDERSON0303
FARAONI0303
LARIBI0303
TUPTA0202
EMPEREUR0011
ALMICI0101
COLOMBATTO0101
DANZI0101
LEE0101
GUSTAFSON0101
DI GAUDIO0101
BIANCHETTI0101
DAWIDOWICZ0101

VOTI

  • SILVESTRI Bravissimo a chiudere lo specchio a SADIQ al 33°, per il resto normale amministrazione... Completamente spiazzato sul rigore stasera non fa miracoli, 6
  • FARAONI Fornisce a DI CARMINE l'assist sul primo gol e mette lo zampino anche sulla rete di EMPEREUR, buona la gara di Marco Davide che non rischia nulla e martella sulla fascia: 6,5
  • DAWIDOWICZ Anche stasera non è il massimo della concentrazione e su quel retropassaggio ad inizio gara attira varie maledizioni, poi rischia poco o nulla ma Pawel deve imparare ad essere sul pezzo e invece è un po' di tempo a questa parte che appare un po' svagato... 5,5
  • EMPEREUR Al 30° e al 32° appare leggero sugli attacchi di KOUAN e SADIQ, poi si riprende e al 10° dei supplementari realizza un gran gol che apre la strada alla semifinale per il VERONA: 7 (ma anche lui dovrebbe opporsi meglio nei duelli con gli avversari)
  • VITALE Gara insufficiente anche stasera per Luigi che gioca sempre preoccupato, al 32° si fa sfuggire SADIQ e per poco l'ex ROMA non va in gol; sembra non riprendersi più dal grave errore tanto è vero che esce dalla gara e non si vede più se non nella sofferenza: 5
  • HENDERSON Luci ed ombre per lo scozzese oggi: Non si capisce bene cosa succeda nell'occasione del fallo da rigore su VIDO ma si riscatta parzialmente con l'assist per il secondo gol del Pazzo e altre giocate apprezzabili: 6
  • GUSTAFSON Lento e macchinoso come sempre in regia, della sua gara di oggi si salva solo quel tiro al 94° sul quale PAZZINI riesce a deviare di tacco ma GABRIEL si supera! 5,5
  • ZACCAGNI Che bravo Mattia uomo ovunque! Nel primo tempo è l'anima del VERONA quando non lo fermano con le cattive, ma lui si rialza, lotta, conquista palloni e rilancia l'azione... Cala un po' dopo un'ora ma corre per tre, 7 (gli da il cambio all'85° COLOMBATTO: Santiago non incide, vaga per il campo cercando di rendersi utile ma appare spesso avulso dal resto della squadra, 5)
  • MATOS Al rientro dal secondo stop per infortunio non è più lui, a tratti sembra di rivedere quello della scorsa stagione: 5 (gli da il cambio al 72° LEE entra e in 5 minuti fa subito vedere di essere in palla, di pregevole fattura la fuga sulla destra e il cross per il 3 a 1 del Pazzo: 7)
  • DI CARMINE Gran gol anche stasera al primo pallone toccato ma dove è stato fino a due partite fa? Appare trasformato in fiducia e morale: 7 (gli da il cambio all'81° PAZZINI: Il Binti gli tributa il solito omaggio e lui ripaga con una doppietta da urlo e un paio di altre conclusioni che solo un GABRIEL in grandissimo spolvero salvano dalla porta! 8)
  • LARIBI Al 50° per poco non inganna il bravissimo GABRIEL, geniale l'assist per EMPEREUR in apertura di supplementare: 6,5 (gli da il cambio al 120° TUPTA: Non giudicabile ma bravo ad avviare l'azione del 4 a 1)
  • AGLIETTI Se la gioca ancora col 4-3-3 visto che probabilmente ha capito che non c'è tempo per provare altro ma ha il non scontato pregio di non fare il fenomeno e, come il vecchio saggio BAGNOLI, mettere i calciatori nel loro ruolo naturale: Il risultato è il solito VERONA che non gioca certo in maniera irresistibile ma si ritrova come squadra e sa reagire alle difficoltà. Non ha caso anche DI CARMINE sembra un altro giocatore! 6,5

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister AGLIETTI «Abbiamo sofferto perché il Perugia è un’ottima squadra e perché abbiamo commesso un’ingenuità. Però fino a quel momento stavamo controllando e rischiando poco. Mi è piaciuto come la squadra ha saputo reagire. Di Carmine? Lo conoscevo e so quelle che sono le sue qualità e il suo carattere, sono felice per l’applauso dello stadio per lui. Poi entra il Pazzo e fa due grandi gol. Questo è lo spirito di gruppo che ci anima e ci deve portare lontano. Complimenti al Perugia perché ha espresso davvero un buon calcio, per questo la nostra vittoria ha un sapore ancora più speciale. Lo stadio? Secondo me il Bentegodi è magico e quando ci sono queste partite ti può dare davvero tanto, stasera sono stati fondamentali per spingerci a reagire. Sono contento per la prestazione, l’abbiamo preparata così. Sono contento per me, per i ragazzi e per la società. Il Pescara? Nella doppia sfida qualcosa cambia, ma una partita dobbiamo comunque vincerla, non sarà facile ma ci arriviamo carichi» HellasVerona.it

Mister NESTA tecnico del PERUGIA «Abbiamo perso, non voglio attaccarmi all’espulsione di Kouan ma per un contatto aereo il secondo giallo ha pesato troppo. Di certo abbiamo i nostri limiti ma la squadra ha dimostrato tutto l’anno grande attaccamento. I ragazzi hanno fatto un’ottima stagione. Devo ringraziare tutti i tifosi venuti oggi e l’applauso finale è stato il premio migliore per tutti, i ragazzi se lo sono meritato. Ora rientriamo a Perugia, nei prossimi giorni parliamo con la società e vediamo. Rimpianti per la stagione? Sono un allenatore giovane che deve mettere a posto delle cose, qualcosa ho lasciato sicuramente. Da domani rivedrò il percorso, oggi mi sento un allenatore di calcio grazie al Perugia, appena avrò messo a posto le mie cose farò un esame e ripartirò alla grande. Dove? Domani o dopodomani ve lo dico» CalcioGrifo.it

AgliettiNesta

Capitan PAZZINI mattatore con una doppietta nei supplementari parla a Dazn a fine partita «Sensazioni dopo la partita? Sono contentissimo e non tanto per i due gol segnati, ma perché volevamo assolutamente passare il turno. La gara? Abbiamo preso un gol e abbiamo giocato mezzora in superiorità numerica, forse perché i compagni volevano farmi giocare di più. Comunque è stata una partita dura, che forse avremmo potuto chiudere prima. Tifosi? Questa gente merita il meglio e per perciò dobbiamo dare il massimo. Mi sento in debito con questa tifoseria perché mi fa sentire sempre un grande affetto. Sono uno stimolo per tutti per migliorarsi sempre e sono fondamentali. Pescara? Saranno due partite molto importanti, perché il Pescara è una squadra forte che gioca bene a calcio. Mercoledì saremo in casa e dovremo dare il massimo, affrontare il Verona non può essere facile per nessuno. Di Carmine? Sono contento per Samuel, perché ha trovato continuità» HellasVerona.it

Gran gol anche stasera per Samuel DI CARMINE «Ringrazio prima di tutto i tifosi, sono stati favolosi. Ci hanno sostenuti e spinti nei momenti di difficoltà, fino al 4-1. Noi siamo stati bravi, abbiamo avuto tanto carattere. Il gol? Una bella palla di Faraoni, sono riuscito a girarmi, ho calciato forte ed è entrata. Ora dobbiamo continuare così. Non importa chi segna, l'importante è vincere. Pescara? Il mister sarà bravo a sfruttare i giocatori più freschi» HellasVerona.it

Primo gol in gialloblu per Alan EMPEREUR «La Curva Sud? Dopo il gol volevo andare ad esultare là, ma alla fine non ci ho capito più nulla. Volevo che tutti i compagni venissero con me, però non ce la facevo più e allora mi sono buttato a terra. Il gol? È stata una soddisfazione bellissima perché non avevo mai segnato tra i professionisti e poi fare una rete così importante, per il Verona e per me, mi ha reso tanto contento. Una battaglia? I segni che ho sul viso in realtà sono di Samuel Di Carmine che mi ha preso a schiaffi mentre esultavamo per terra, ma ero troppo felice e non ho sentito niente. Altri segni per il Verona? Mi romperei pure il ginocchio pur di andare in Serie A con questa squadra. Ci si vede mercoledì? Carichi!» HellasVerona.it

Luca TONI a La Gazzetta dello Sport «L’Hellas è tra le più forti in corsa. Ha investito molto. Può andare fine fondo. Già doveva vincere campionato. Ma ha questa enorme fortuna di passare dai playoff nei quali non c’è più il Palermo. E la metto tra le candidate alla vittoria finale» TuttoMercatoWeb.com


Di CarmineEmpereur

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

Gli azzurrini Under 17 in finale ai campionati europei di categoria grazie al decisivo gol del centrocampista gialloblù UDOGIE allenato all'HELLAS da mister CORRENT...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

GLI ALTRI PLAYOFF: Al Tombolato non si passa! Il CITTADELLA vince per 2 a 1 e va in semifinale dove incontrerà il BENEVENTO. Mattatore della serata è stato l'attaccante granata MONCINI autore di una doppietta (il suo terzo gol è stato annullato dal primo intervento VAR in cadetteria).



RASSEGNA STAMPA +   -   =