Header ADS

HELLAS VERONA 2-3 BOLOGNA: Buon VERONA per un'ora poi il pensiero di gestire il risultato (o forse più verosimilmente un calo fisico verticale) e l'uno-due felsineo che taglia le gambe gli scaligeri... Anche un pareggio sarebbe servito a poco e siamo qui a fare i conti con la quinta sconfitta di fila


#VeronaBologna +   -   =

RECAP & IMPRESSIONI
Partita veloce e divertente anche se gli errori si sono sprecati da entrambe le parti dati i ritmi altissimi e le difese spesso sguarnite e colte in castagna dalle ripartenze.
Al 12° il generosissimo FARES resiste al contrasto di un avversario e rincorre una palla che pare destinata ad uscire in fallo laterale, pronto il cross sul secondo palo dove CERCI, al primo gol in maglia scaligera, sorprende MIRANTE indeciso nell'uscita.
Passano 9 minuti e DESTRO, pescato da PALACIO liberissimo ad un metro dalla porta, non può sbagliare!
Sostenuto dal proprio pubblico l'HELLAS barcolla ma non molla e al 33° il VERONA è di nuovo avanti: VERDE crossa dalla trequarti sinistra ancora sul palo lontano, CÁCERES imperioso sovrasta MASINA e di testa schiaccia a terra! MIRANTE respinge come può ma sul secondo tentativo dell'esterno uruguagio non può fare null'altro che raccogliere la palla in fondo al sacco nonostante l'uscita kamikaze.
Nel secondo tempo i gialloblù spingono alla ricerca del gol che chiuderebbe la gara ma quando, dopo un'ora senza risparmiarsi, la squadra di PECCHIA pensa di gestire il vantaggio arretrando commette un errore madornale e i felsinei ne approfittano al 74° col talentino della Primavera OKWONKWO ben pescato dal cross di VERDI e al 76° con DONSAH lasciato libero di cercare il tiro dal limite praticamente senza opposizioni!
L'uno-due stende il VERONA che a quel punto fa quel che può con la forza della disperazione ma è troppo poco per sperare di raddrizzare questa partita e probabilmente anche per rimanere nella massima serie...

Clicka qui per vedere l'album di Verona 2-3 Bologna

Brutta botta questa inopinata sconfitta (la quinta di fila come non accadeva da Aprile 2001 in Serie A) alla vigilia del minigirone della salvezza con SASSUOLO, GENOA e SPAL nelle prossime tre partite ma d'altra parte quando in fase difensiva si commettono errori come quelli di oggi è davvero difficile portare a casa non solo i punti ma anche la speranza...
Inutile girarci troppo attorno: Il VERONA è ora a -3 dal GENOA terzultimo e a -4 dalla SPAL mentre SASSUOLO, CROTONE e UDINESE appaiono già imprendibili.
Fuori dallo stadio un migliaio di tifosi mettono in atto una contestazione, SETTI se ne va sconsolato e la luce in fondo al tunnel ancora non si vede.
Un paio d'anni fa di questi tempi la squadra scaligera perdeva a Frosinone e MANDORLINI veniva esonerato: Era l'inizio di una fine annunciata in una situazione tristemente simile a quella attuale... Non ci resta che sperare nel mercato di Gennaio ma servirebbe una sorta di miracolo!

LA GARA
Mister PECCHIA torna al consueto 4-3-3 dopo tre gare in cui il 4-4-2, Cagliari a parte, aveva destato buone impressioni nonostante gli zero punti ottenuti, FARES torna sulla fascia sinistra della difesa mentre anche in mediana, accanto a RÔMULO e a Bruno ZUCULINI, si rivede BÜCHEL.
Trio d'attacco con capitan PAZZINI ad agire come punta centrale fra CERCI e VERDE.
Dalla parte opposta mister DONADONI propone i felsinei in versione 4-3-2-1 con MIRANTE che torna dal primo minuto a proteggere la porta rossoblù, gli ex HELANDER e DONSAH rispettivamente in difesa e a centrocampo mentre VERDI agirà sulla trequarti a PALACIO qualche metro dietro all'unica punta DESTRO.
In panchina si rivede Mimmo MAIETTA.

Poco meno di 800 i tifosi rossoblù in trasferta al Binti, si parte agli ordini del signor Maurizio Mariani della sezione AIA di Aprilia.

 6° GONZALEZ trattiene CERCI pronto a ripartire, il signor Mariani estrae il cartellino giallo per il difensore felsineo.
 8° VERDI da sinistra la mette a centro area ma CERCI in scivolata arriva in leggerissimo ritardo! L'azione riparte velocemente e BÜCHEL in tackle fa strike atterrando due avversari: Giallo anche per l'ex EMPOLI.
12° VERONA IN VANTAGGIO: Il generosissimo FARES resiste al contrasto di un avversario e rincorre una palla che pare destinata ad uscire in fallo laterale, pronto il cross sul secondo palo dove CERCI, al primo gol in maglia scaligera, anticipa KRAFTH e sorprende MIRANTE indeciso nell'uscita. Alessio ritrova il gol in Serie A: Non segnava da Marzo 2016!
18° RÔMULO da destra la mette sul primo palo dove CÁCERES ci prova al volo col piede mancino ma alza troppo la mira...
21° PAREGGIO BOLOGNA: PALACIO in percussione coglie DESTRO completamente libero sottoporta, a Mattia non serve altro che chiudere gli occhi e sparare in porta! Dopo 190 giorni l'ex ROMA torna al gol
25° Calcio d'angolo di VERDI per il colpo di testa di HELANDER: NICOLAS smanaccia sopra la traversa.
28° DESTRO in area anticipa CARACCIOLO ma la sua conclusione esce di lato...
33° HELLAS AVANTI DI NUOVO: VERDE da sinistra traversa sul secondo palo, CÁCERES imperioso sovrasta MASINA e di testa schiaccia a terra! MIRANTE respinge come può ma sul secondo tentativo dell'esterno uruguagio non può fare null'altro che raccogliere la palla in fondo al sacco nonostante l'uscita kamikaze. Quinto gol in serie A per Martin che non segnava nel massimo campionato italiano da Gennaio 2015
34° Mister DONADONI 'punisce' MASINA e lo chiama in panca, dentro MBAYE.
41° GONZALEZ esce dall'area in maniera distratta e regala palla a VERDE che parte verso MIRANTE ma dal limite calcia male favorendo l'intervento del guardapali rossoblù.
43° PULGAR dalla mediana lancia una palla col contagiri sul piede di DESTRO che aggancia al meglio e addomestica il pallone sull'esterno dell'area piccola ma per fortuna il suo 'scavetto' non inquadra lo specchio...
45° PULGAR dai 25 metri prova la conclusione: NICOLAS si tuffa e blocca.
47° Il primo tempo si chiude con VERDE che trova il fondo sul lato sinistro e la mette in mezzo ma la palla, diretta a PAZZINI, lo scavalca...

#VeronaBologna highlights

 2° BÜCHEL dal limite spara in curva
 9° POLI cerca DESTRO con un lancio profondo, NICOLAS esce sull'attaccante avversario e neutralizza il pericolo ma Mattia era comunque in fuorigioco.
11° Secondo cambio HELLAS: DESTRO lascia il posto a OKWONKWO.
13° FARES contrasta OKWONKWO in maniera fallosa sulla linea laterale: Il signor Mariani estrae il cartellino giallo.
15° VERDI penetra da sinistra superando agilmente CÁCERES e RÔMULO poi trova solo l'esterno della rete...
18° CERCI col mancino batte un calcio di punizione sul palo coperto dal portiere ospite che si allunga e smanaccia in corner.
22° Primo cambio HELLAS: BÜCHEL esce stremato, gli da il cambio FOSSATI.
28° PAZZINI fa 40 metri in mezzo al campo senza trovare quasi opposizione poi fa correre RÔMULO sulla destra, il brasiliano la mette in mezzo sul secondo palo dove CERCI arriva con un pizzico di ritardo ma l'arbitro annulla tutto per il fuorigioco di Alessio.
29° PAREGGIO BOLOGNA: VERDI dopo un paio di finte la mette in mezzo all'area da destra, OKWONKWO salta di testa (con CÁCERES che si accorge troppo tardi del perciolo) e trova il pari!
31° 3 A 2 BOLOGNA: DONSAH si muove indisturbato fino a raggiungere il vertice sinistro dell'area dove FOSSATI non pressa e retrocede a dar manforte in difesa, a Godfred non pare vero e di destro scaglia una rasoiata che s'infila nell'angolino opposto!

33° Secondo cambio HELLAS: Mister PECCHIA butta dentro LEE al posto di CERCI.
41° LEE in area tira al volo su una palla che scende dall'alto, HELANDER svirgola la respinta e per poco non inganna MIRANTE che alza sopra la traversa...
44° Ultimo cambio di DONADONI: FALLETTI sostituisce OKWONKWO.
47° CÁCERES di testa regala palla a FALLETTI che scatta verso NICOLAS ma fortunatamente è troppo precipitoso e tira malamente in curva!
49° Gara che si chiude dopo 4 minuti di recupero con la conclusione alta di FOSSATI.


I VOTI
  • NICOLAS Non ha colpe sui 3 gol presi, esce bene quando ne ha l'occasione ed in generale non sbaglia nulla anche se non fa miracoli... Voto: 6
  • CÁCERES Imperioso nel gol del vantaggio dove arriva con furioso ardore sul timido MASINA ma qualche suo intervento in difesa è da rivedere come nell'occasione del pareggio di OKWONKWO o della palla persa su FALLETTI. Croce e delizia: Voto 5,5
  • HEURTAUX L'impegno c'è ma ogni volta che tocca palla per il lancio alla BONUCCI ti sorprendi a pensare che la perda... Probabilmente lo pensa anche lui e così sceglie di ribattere in tribuna per sicurezza, voto 6
  • CARACCIOLO Attualmente è il difensore più in forma nel reparto arretrato ed è sempre difficile da superare, purtroppo è una magra consolazione visto che anche oggi il VERONA ne prende 3. Voto: 6
  • FARES Anche da lui gioie e dolori: Bravissimo nell'assist sul primo vantaggio scaligero ma dov'era sul gol del pari invece di marcare DESTRO? Voto 5,5
  • RÔMULO Quando parte in progressione è difficile da fermare ma stringi stringi non produce nulla di concreto... Voto 5,5
  • ZUCULINI Tanto lavoro 'sporco' e passi avanti nel controllo della Garra... Voto: 6
  • BÜCHEL Vedi più o meno quanto scritto su Bruno con l'aggravante che per un passaggio giusto ne sbaglia 9 e quando è ora di far filtro si vede pochino... Voto: 5 (gli da il cambio al 67° FOSSATI: Perchè lascia tutto quello spazio al tiro vincente di DONSAH? Voto: 5)
  • CERCI Oggi è l'attaccante più pericoloso, mette a segno il vantaggio e sfiora un altro paio di gol, è onesto a fine gara quando confessa che forse questa squadra è troppo morbida quando si tratta di difendere a tutti i costi un vantaggio... Per sua stessa ammissione può fare meglio: Voto 6 (gli da il cambio al 79° LEE: Entra sempre in campo a giochi fatti e ogni volta trova il modo di rendersi utile: Che sia il caso di concedergli qualche minuto in più? Ingiudicabile)
  • PAZZINI Se stava male oggi non s'è notato più che tanto, ha cercato di far salire la squadra per un'ora almeno poi nemmeno lui ha saputo fare più nulla... In area non gli arrivano palloni (ma non è una novità) ma del resto lui non si fa vedere più che tanto, voto 5,5
  • VERDE Suo l'assist per il gol di CACERES poi poco altro in una gara in cui ha badato molto anche a difendere soprattutto quando, col passare dei minuti, il VERONA ha virato sul 4-4-2. Voto: 6
  • PECCHIA Fa con quello che ha e anche oggi probabilmente schiera la miglior squadra che ha a disposizione (anche se non si capisce perchè non giochi prima la carta LEE per cercare la velocità nei ribaltamenti di fronte)... Sugli errori individuali può far poco ma continuo a pensare che, al contrario di quanto dice, la squadra non stia crescendo per nulla in fase difensiva. Voto: 5,5


[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Radiografia del Gol gialloblù 2017/2018
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
PAZZINI044
VERDE213
ZUCULINI B.112
KEAN011
RÔMULO011
CERCI011
CÁCERES011

DICONO +   -   =

Il Direttore Sportivo FUSCO «Abbiamo fatto, a mio avviso, una prestazione importante, questa sconfitta sa davvero di beffa. Veniamo da cinque sconfitte consecutive e questo è un dato di fatto, ma solo a Cagliari abbiamo steccato e non ho visto una squadra scollata. Stasera, senza quel black-out di cinque minuti avremmo potuto portarla a casa. Proprio per questo il rammarico stasera è doppio, sentivamo di poterla vincere, ancora una volta siamo stati puniti da episodi, ma questa non è una scusante. Devo fare valutazioni tecniche rispetto a quanto visto sul campo, e stasera abbiamo fatto una prestazione di un certo livello andando in vantaggio per due volte, non facciamoci condizionare dalle emozioni. Feeling pubblico-allenatore? È un dispiacere, questa è una piazza appassionata e i tifosi meritano una squadra che lotta, come il Verona sta facendo. La contestazione? È legittima quando non arrivano i risultati, ma non ci siamo mai arresi. Dobbiamo andare avanti con queste le prestazioni, per far arrivare i punti che ci servono. Pecchia? Oggi ho visto una squadra che segue il mister, per un gruppo che veniva da quattro sconfitte consecutive la sfida è stata approcciata nel modo giusto. Siamo amareggiati e arrabbiati, parlare ancora di una sconfitta fa male» HellasVerona.it

Mister PECCHIA «Si fa fatica ad accettare questa sconfitta, a mio avviso immeritata, ma dobbiamo tenerne contro. Mi dispiace perchè tutti i miei ragazzi avevano fatto una grande prestazione prima del secondo gol subito. La salvezza è a quattro punti, a portata di mano, bisogna continuare ad insistere, ho fiducia in questo gruppo perchè so che è in grado di riprendersi da questa situazione. Dal punto di vista dell'atteggiamento non posso rimproverare nulla ai ragazzi, anche sul 2-1 abbiamo spinto per trovare il gol, stavamo conducendo la gara con voglia, personalità e grinta. Purtroppo dopo il gol del 3-2 abbiamo perso fiducia, ora dobbiamo pensare solo a lavorare» HellasVerona.it

Mister DONADONI tecnico del BOLOGNA «La vittoria è importante. Sapevamo che l’ambiente di Verona ci avrebbe dato del filo da torcere, così come la squadra avversaria, tanto bisognosa di punti. Il risultato ci soddisfa pienamente, ma in campo abbiamo reso meno di quello che potevamo invece fare». Così l’allenatore del Bologna, Roberto Donadoni al termine del match vinto 2-3 contro il Verona. Continua il tecnico felsineo: «Abbiamo sofferto troppo. Serve un bagno di umiltà da parte di tutti. Il calcio è fatto di sacrificio, sofferenza ed entusiasmo. Un tackle perso non deve fare la differenza. Bisogna tirare fuori un po’ più la nostra personalità. A chi mi riferisco? E’ un discorso generale. Guai ad adagiarsi. Il lassismo non premia nessuno e non porta risultati» TGGialloBlu.it

Il match-winner Godfred DONSAH «Quando vengo a Verona cerco di fare bene, perché è qua che sono cresciuto. Grazie al Verona ho trovato la serie A. L’Hellas è partito bene, loro sono partiti forte e siamo stati in difficoltà nei primi 45 minuti. Poi siamo cresciuti noi e sono felice per il mio gol. Ora loro devono solo crederci fino alla fine. Il calcio è strano, oggi sei giù, domani sei su. Devono crederci!» HellasNews.it

Rodrigo PALACIO attaccante del BOLOGNA «Abbiamo interpretato bene la ripresa, dimenticando il brutto primo tempo: non era facile, percome si è messa la partita. Dopo quattro sconfitte ci voleva questa vittoria, ora dobbiamo fare in modo che non si ripetano i soliti alti e bassi» TuttoMercatoWeb.com

CERCI «C'è davvero grande rammarico perché per 65 minuti abbiamo dato tutti massimo, scendendo in campo con energia e ordine. Siamo andati due volte in vantaggio e in queste situazioni la partita bisogna vincerla, soprattutto quando la giochi in casa. La squadra deve crescere soprattutto in personalità, dobbiamo invertire la rotta. Il pubblico? È normale siano arrabbiati, ci hanno spinto e sostenuto fino alla fine anche oggi ma purtroppo è arrivata la quinta sconfitta consecutiva. Pentito del Verona? Per niente, sapevo benissimo che sarebbe stata dura fin dall'inizio. È un'avventura che mi fortificherà e spero che la mia esperienza e i miei gol potranno dare una mano alla squadra» HellasVerona.it

Il difensore del BOLOGNA GONZALEZ «Siamo venuti a Verona per vincere e l’obiettivo è raggiunto. Ciò non toglie che l’atteggiamento del primo tempo sia stato sbagliato, in A non ci sono partite facili ma bisogna fare meglio. Ci vuole convinzione in quello che facciamo, tanto coraggio, in questo campionato ci sono tante squadre che giocano bene a calcio e la differenza la fa sempre lo spirito con cui si va in campo. In trasferta spesso facciamo meglio che in casa? È una casualità, anche a Bologna abbiamo giocato buone partite pur raccogliendo meno che fuori. Quello di stasera è un risultato importante, dovevamo cancellare la brutta serie» TuttoMercatoWeb.com


AdailtonDonadoni

LE ALTRE DI A +   -   =

Negli anticipi di Sabato la ROMA ha battuto la LAZIO per 2 a 1 nel derby, stesso punteggio al San PAOLO dove il NAPOLI ha avuto ragione sul MILAN.
Gran colpo nella corsa alla salvezza del GENOA (alla prima di mister BALLARDINI) che va a battere di misura il CROTONE sul proprio campo mentre il BENEVENTO rimanda ancora la conquista di punti: Il SASSUOLO sbanca il campo delle streghe col 2 a 1 neroverde ad opera di PELUSO al 95°!
Gran partita della SAMPDORIA al Marassi di Genova: 3 a 2 alla Super JUVE!
1 a 1 in TORINO-CHIEVO e SPAL-FIORENTINA mentre nella serata di ieri l'INTER ha battuto l'ATALANTA per 2 a 0.



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

Primo derby femminile della storia, vince l'HELLAS per 1 a 0!

Mercato: Con l'indisponibilità di CHERUBIN e BIANCHETTI che, fuori da metà stagione, potrebbe essere mandato in prestito, HellasNews.it vede in TONELLI (che pare non interessi al CHIEVO) un possibile rinforzo per Gennaio...

Quinta scoppola consecutiva per la Primavera scaligera battuta anche dalla SAMPDORIA...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: BORDIN campione di MOLDAVIA con i suoi SHERRIF! Zigogol 'Il calcio di oggi è un cinema, potrei giocare anche da ubriaco. L’Italia fuori dai Mondiali? Non ho mai pianto per una partita di calcio, forse sarà perché non l’ho mai amato...'

FIGC: Dopo il fallito accesso a Russia 2018 finalmente si è dimesso anche TAVECCHIO che dice 'Sono vittima di un sciacallaggio politico'



RASSEGNA STAMPA +   -   =


Posta un commento

0 Commenti