Header ADS

SETTI E L'HELLAS 2016-2017


CURVA SUD CHIUSA PER DUE TURNI IN SERIE A, la decisione è stata presa dagli enti competenti dopo la sospensiva chiesta e ottenutà dalla società di via Belgio (ingresso via Francia) e la successiva convocazione dei giudici FIGC che hanno confermato la loro versione della 'storia' e i cori razzisti nei confronti dei calciatori ADEJO ed EBAGUA in occasione del derby col VICENZA.
Si rammarica il presidente 'Siamo rammaricati, delusi e indignati per questa decisione che non rispecchia la verità, come abbiamo provato a dimostrare attraverso le numerose prove portate a sostegno delle nostre convinzioni, che infatti ci hanno consentito di avere la Curva piena con il Carpi. Il Club si è mosso con grande professionalità e decisione in tutte le sue componenti per fare giustizia ma questo, incomprensibilmente, non è bastato. Come nel nostro stile, prendiamo ora atto della decisione, anche se rimaniamo fermamente convinti che la verità sia un’altra, ritenendo questa una grave ingiustizia nei confronti dei tifosi, che faremo tutto il possibile per tutelare come meritano'

PREMIO FAIRPLAY FINANZIARIO 2015-16, c'era anche l'HELLAS nella persona del massimo dirigente Maurizio SETTI «Essere qui, tra le quattro società finaliste di questo premio, è motivo di orgoglio e soddisfazione per me e per tutto l'Hellas Verona. E rappresenta la prova di quanto il nostro club sia da sempre attento e tenga ai valori del Fair Play Finanziario. Nel calcio di oggi, la programmazione e il successo sportivo dipendono sempre di più dall'equilibrio economico-finanziario: vogliamo continuare su questa strada» HellasVerona.it


GRANDE SODDISFAZIONE PER LA SERIE A RICONQUISTATA anche da parte del numero uno di via Belgio (quasi denudato dai giocatori a fine gara) che intervistato dopo partita riconferma mister PECCHIA e si toglie qualche sassolino dalla scarpa 'Pensando a ciò che è capitato l'anno scorso, è stata una sofferenza. Il fatto di essere riusciti a tornare subito in A, non è stato per niente facile. La squadra può essere giudicata più forte delle altre, ma in B esistono altre componenti che ti possono fare lo sgambetto da un momento all'altro. La cadetteria è un campionato stranissimo. Il fatto di essere riusciti a centrare l'obiettivo dopo la scorsa annata ci gratifica. E' stata una sofferenza anche quando fummo promossi nel 2013. Ringrazio tutti, anche coloro che hanno lavorato dietro le quinte. Adesso godiamoci qualche giorno di riposo e poi si riparte. Pecchia? Dopo la promozione, il rinnovo del mister è automatico. Anzi, penso che debba esprimere ancora tutto il suo potenziale ed in A potrà fare ancora meglio. Per quanto riguarda i giocatori, adesso parlarne è prematuro'

CORI DISCRIMINATORI nel derby col VICENZA e Curva Sud chiusa alla penultima di campionato contro il CARPI, il presidente e la società fanno appello e riescono ad ottenere in extremis un supplemento di indagine ed una sospensione in attesa dell’espletamento la sanzione che in parole potabili permetterà ai tifosi della Curva di poter assistere all'ultima partita della stagione regolare al Binti.

...CI SI METTE ANCHE LA ROSEA! Che in due articoli a firma dei giornalisti Roberto Pelucchi e Marco Iaria titola 'Verona, i conti non tornano - Paracadute-bis già in cassa' e 'Così fan tutti ma il caso Hellas faccia riflettere' insinuando dubbi sulla reale intenzione della società scaligera di voler tornare in Serie A dato che avrebbe già ricevuto la seconda parte di paracadute in caso rimanesse in cadetteria. Dura ovviamente la posizione della società di Via Belgio che dal proprio sito web smentisce categoricamente, invita il popolare quotidiano ad occuparsi degli eventi che riguardano le ultime gare di campionato che hanno evidenziato diversi episodi contestati e conseguenti spunti di riflessione e annuncia querele.
La controreplica della Gazzetta: 'I riscontri effettuati confermano quanto scritto!'

SFURIATA DEL PRES DOPO LO SPEZIA... In una gara in cui anche un pari sarebbe stato deludente (come ha ammesso anche capitan PAZZINI nelle interviste a fine partita) il VERONA riesce a perdere senza praticamente mai giocare! Naturale la sfuriata di SETTI negli spogliatoi, si racconta anche di oggetti mandati in frantumi sui muri...


...SE NON È PARLAR CHIARO! 'Cosa rispondo a chi mi accusa di non volere la promozione per tenermi gli altri soldi del paracadute? Che non sono rincoglionito!' questo il sunto di quanto il presidente SETTI risponde al termine del deludente pareggio interno del VERONA col PISA. La squadra prolunga il grigio momento di forma che è iniziato al giro di boa del campionato e in città (e sui social) non sono in pochi a pensare che la dirigenza voglia 'frenare' la squadra scaligera per non ottenere la Serie A e rinunciare ai circa 15 milioni che ancora spetterebbero al VERONA in caso di permanenza in cadetteria per un altro anno...

GRAVE AGGUATO AD AVELLINO, nel tragitto dall'albergo che li ospitava allo stadio, il massimo dirigente scaligero in auto con Luca TONI, il Direttore operativo BARRESI e un'altra persona vengono aggrediti da una decina di teppisti: La polizia locale, a pochi metri di distanza, avrebbe fatto finta di niente secondo il Campione del Mondo ed ex capitano dell'HELLAS. A due giorni di distanza il presidente SETTI commenta «In questo momento avverto un profondo senso di delusione e tristezza. Nel 2017 una partita non può diventare occasione per atti violenti e così gravi. Solo per puro caso nessun danno importante è stato arrecato alle persone. Hanno preso violentemente a calci e pugni la macchina con cui stavamo andando allo stadio, rompendo il vetro vicino a cui ero seduto con schegge arrivate all'interno dell'abitacolo e lanciando con forza una bottiglia di birra che fortunatamente mi ha colpito sulla pancia e non in faccia. Poteva andare davvero molto peggio, sono stati momenti di terrore e la persona che guidava è stata davvero brava a sfuggire via ad una folla credo di almeno una ventina di persone. Il mancato intervento dei vigili? Erano vicini e non sono intervenuti. Questo sarà motivo di un'indagine che si porterà avanti, contando anche sulle possibili immagini delle telecamere della zona e sui testimoni presenti. Questa non vuole essere affatto una condanna a chi era preposto intervenire e non l'ha fatto, perché è l'aggressione il fatto grave da condannare con forza e non bisogna equivocare su questo. Dico tutto ciò affinché emerga la verità. Per tale motivo il comunicato del Comandante dei Vigili Urbani di Avellino ci ha davvero lasciato basiti ed amareggiati, in quanto anziché sminuire l'accaduto mettendo in dubbio le parole delle vittime dell'agguato ci saremmo, invece, aspettati una presa di coscienza diversa...»

'CALIENDO PATRON DEL MODENA È PERSONA INAFFIDABILE' Nella conferenza stampa di fine mercato il diesse FUSCO ha voluto concludere con una piccola polemica sul giovane del MODENA prelazionato quest'estate tramite un gentlemen agreement in cui il VERONA aveva permesso agli emiliani l'iscrizione al campionato di Lega Pro (grazie ai soldi incamerati dalla cessione di LUPPI) ed i Canarini avevano assicurato di parlare con i dirigenti scaligeri, prima che con chiunque altro, a proposito del futuro del classe '97 centrocampista di origini ghanesi.
In barba a questo accordo BESEA è stato ceduto al FROSINONE senza che il MODENA nemmeno avesse avvertito Via Belgio e questo ha deluso molto sia il Direttore che il presidente della società di Via Belgio.
Patròn SETTI ha poi rincarato la dose facendo sapere la sua tramite un resoconto chiaro e circostanziato 'I tifosi del MODENA devono sapere con chi hanno a che fare: CALIENDO è una persona totalmente inaffidabile'
Diametralmente opposta è ovviamente la visione da parte della dirigenza modenese che accusa quella scaligera di non aver rispettato appieno le cifre concordate nell'operazione LUPPI e da li in poi i rapporti si sarebbero deteriorati.


LEGA DI B, scaduti i quattro anni di mandato Andrea ABODI è stato rieletto presidente mentre Maurizio SETTI è tra i consiglieri...

METÀ NOVEMBRE, L'HELLAS VOLA IN CAMPIONATO e, dopo 13 gare, ha messo dentro già 31 gol (record storico secondo la Gazzetta dello Sport che fissa al campionato di C 1942-43 il precedente record di 29 gol in 13 gare) così SETTI 'La Serie B ha presenta delle difficoltà che ti aspettano dietro l'angolo e che arrivano sempre. Chiaro che quando abbiamo iniziato a costruire questo nuovo percorso l'idea era di cercare di fare qualcosa che potesse ambire a buoni risultati. Parlavo col mister la settimana scorsa e anche lui era sorpreso dei progressi importanti ottenuti in poco tempo, ci siamo ritrovati con un gruppo di calciatori molto affiatato. Poi, alcuni elementi con qualcosa in più l'anno scorso non sono riusciti ad esprimersi al meglio, cosa che invece quest'anno riesce e stanno dimostrando di saper giocare a calcio come li conoscevamo, dando quello che devono dare. Quale rischio per il Verona? Quello di sedersi, magari che qualche giocatore pensi che sia cosa facile fare 4 gol agli avversari tutti i sabati, ma onestamente credo che, forti dell'esperienza maturata lo scorso anno e della professionalità delle persone che ogni giorno lavorano al campo, sia un rischio scongiurabile. I 31 gol dei gialloblù? Il mister vuole così, a parte Nicolas tutti possono andare a fare gol. Il futuro? Ci sono tante cose che ho deciso all'inizio, ma un po' di scaramanzia ci sta sempre e non le intendo rivelare ora. Però speriamo in un lieto fine...'

COLPACCIO HELLAS: ROMULO RINNOVA CON UN TRIENNALE! Questo il commento del patròn 'Siamo molto felici di poter annunciare questo rinnovo. Si tratta di un calciatore che sta dimostrando sul campo le sue indubbie qualità e di un uomo che ha voluto fortemente continuare la sua avventura con i nostri colori. Ora guardiamo avanti, per raggiungere insieme i nostri obiettivi comuni'

I NOSTRI TIFOSI VENGANO TUTELATI! Perchè in certe gare in traferta i sostenitori scaligeri vengono fatti entrare allo stadio anche con forte ritardo? - prima della gara all'Arechi di Salerno il presidente SETTI fa notare al quotidiano L'Arena quanto succede ormai abbastanza regolarmente: 'I tifosi del Verona vanno protetti e tutelati. Pagano un biglietto e devono vedere la partita dall’inizio, non girovagare per ore per la città prima di farli entrare allo stadio. A Verona, quando vengono i tifosi avversari a seguire le loro squadre, tutti sono dentro al Bentegodi quando l’arbitro dà il via alla gara, vorrei che succedesse lo stesso anche nelle altre città”. Queste le parole del presidente del Verona calcio Maurizio Setti, intervistato dal quotidiano scaligero L’Arena. Il presidente gialloblu si augura che i cento supporters partiti dal Veneto per seguire la propria squadra potranno dare il loro apporto agli uomini di Pecchia già dal primo minuto, per stemperare la bolgia di un Arechi gremito da ventimila tifosi granata.'


IL PRESIDENTE SODDISFATTO DEL MERCATO E FIDUCIOSO PER IL FUTURO... così patron SETTI poco dopo la chiusura del mercato al quotidiano L'Arena 'In questo momento non guardo gli altri penso solo al Verona. L'anno scorso abbiamo fatto tanti errori e abbiamo pagato. Non voglio dare responsabilità a questo o quello, dico che ho sbagliato io, la lezione mi è servita, adesso voglio solo ripartire. Sono soddisfatto del nostro mercato, sono partiti quelli che volevano andare, abbiamo portato a Verona giocatori con fame, abbiamo tenuto due campioni come Pazzini e Romulo, un lusso per la B. Il gruppo è buono, i giocatori hanno gli occhi diversi, sono pronti per affrontare un campionato da protagonisti'

CONSIGLIERE ANCHE IN B Come già era in Serie A prima di retrocedere nella passata stagione anche quest'anno il presidente Maurizio Setti è stato eletto Consigliere durante l'Assemblea della LNPB (Lega Nazionale Professionisti B) svolta nella sede della Lega di via Rosellini a Milano

LE SCOMMESSE? PAGANO... A VOLTE Le scelte del patròn hanno francamente sorpreso un po' tutti: Il pluri esonerato PECCHIA nuovo allenatore, il semisconosciuto ex procuratore FUSCO nuovo direttore sportivo per non parlare (se sarà ufficiale) di RIGHI ex conduttore radiofonico, giornalista e blogger che sembra dovrà diventare nuovo capo dello scouting.
In quello che sembra sempre più un marasma generale dall'addio dell'ex diggì GARDINI, a fine Febbraio scorso, l'imprenditore di Carpi sembra seguire un piano preciso da mettere in pratica in prima persona: Speriamo tutti che a cotanta sicurezza corrisponda una stagione adeguata per il VERONA o la piazza delusissima dall'ultimo campionato di A esploderà stavolta in una contestazione feroce a difesa dei colori dell'ultracentenario HELLAS

TRA PASSATO E FUTURO... Al termine della disgraziatissima stagione 2015-16 culminata con la giusta retrocessione dell'HELLAS, il presidente ha risposto a molte domande nella conferenza stampa organizzata per dissipare dubbi sul futuro più prossimo nella gestione della squadra scaligera nonchè qualche situazione in divenire.
Di seguito i punti cruciali chiariti dal patròn:
  1. TONI rimarrà come consulente/stagista a diretto contatto con la proprietà, non avrà potere decisionale diretto ma consiglierà SETTI da molto vicino
  2. Nuovi soci e/o compratori? Nonostante alcune voci non c'è assolutamente nulla di concreto (ma le porte rimangono spalancate se qualcuno volesse dare una mano)
  3. BIGON con ogni probabilità si accorderà col BOLOGNA ma per dirla col presidente, considerata anche la fallimentare stagione, non è necessariamente detto che sia un fatto negativo nonostante il diesse abbia fatto risparmiare un sacco di soldi negli ingaggi all'HELLAS in quest'annata...
  4. La partenza del diggì GARDINI per l'INTER? Il dirigente non avrebbe nemmeno voluto rinnovare il contratto ed in ogni caso l'accordo era di 'liberarlo' in caso di offerta da parte di una grossa squadra
  5. L'anticipo sul paracadute è stato chiesto ma non per problemi di liquidità, solo perchè era previsto dalle attuali norme in Lega: Le finanze del VERONA sono a posto e gli stipendi ai giocatori sono stati pagati col massimo ritardo consentito solo per ripicca del presidente verso una squadra che, dilaniata anche da conflitti interni, non si sarebbe impegnata alla morte...
  6. Il centro sportivo rimane una priorità ma non è vero che mancano i soldi! Mancano le autorizzazioni necessarie essendo il Forte di Pastrengo proprietà demaniale
  7. Questione ingaggi e nuova squadra: Sarà allestita una rosa all'altezza con un budget di circa tre volte quello di una media squadra della cadetteria (circa 15/18 milioni) ma non sarà 'scialaquato' tutto il paracadute! Prima si guarda alla regolarità dei conti e poi al resto... Perchè una squadra faccia bene del resto non sono per forza necessari nomi ma l'unità di inetnti!In quest'ottica dovranno essere per forza rivisti gli ingaggi di PAZZINI e ROMULO che, se vorranno rimanere e saranno compresi nel nuovo progetto tecnico, dovranno fare dei sacrifici


NEWS E CURIOSITÀ DALLA PASSATA STAGIONE +   -   =
  • Stagione 2015-2016: La "rivoluzione" societaria del Presidente (meno potere allo staff e più presenza in società) sul campo non paga anche se BIGON fa risparmiare circa 10 milioni sulla gestione; il VERONA va malissimo in campionato e, dopo il fuoco di paglia all'esordio contro la ROMA, è quasi retrocesso già a Novembre! A Dicembre DELNERI sostituisce MANDORLINI, al mercato di Gennaio i rinforzi non sono all'altezza e la prima vittoria arriva a Febbraio... Praticamente inevitabile la retrocessione in cadetteria.
  • Stagione 2014-2015: Stagione tribolata per l'HELLAS col presidente che forse imputa a SOGLIANO scelte non condivise (l'acquisto di SAVIOLA?)... A metà stagione è frattura tra la dirigenza e il diesse e dopo la salvezza SETTI annuncia di voler essere più presente in società e novità nella gestione per la prossima stagione che non convincono Sean, il direttore se ne va e al suo posto viene preso BIGON.
  • Stagione 2013-2014: ...Dopo 11 anni il VERONA torna in Serie A e si fa onore sino alla fine!
  • Stagione 2012-2013: Maurizio SETTI è il 32° Presidente dell'HELLAS VERONA F.C. e dopo 11 anni gli scaligeri tornano in Serie A!

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Maurizio Setti
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maurizio Setti (Carpi, 5 giugno 1963) è un imprenditore e dirigente sportivo italiano, attuale presidente dell'Hellas Verona.

Biografia
Diplomato in ragioneria, è sposato, con due figli; ascolta i Pink Floyd e i Genesis; gli piace la velocità e possiede un aereo storico "Falchetto", è appassionato della Vespa di cui possiede un esemplare del 1951 esposta nell’atrio della sua azienda.

Attività imprenditoriale
Inizia a lavorare come fotografo, e successivamente, prima del servizio militare, come magazziniere e autista in una azienda di moda a Carpi, per poi cominciare l'attività imprenditoriale, a 22 anni, insieme ad amici producendo maglieria per i grossisti. Per superare la crisi del settore "conto terzi", nel 1989 crea il gruppo Antress e punta sul primo marchio proprio, E-Gò, assieme alla socia e stilista Sonia De Nisco, che viene proposto alle catene come Camaieux e Promod. Per aumentare la marginalità, successivamente acquisisce il brand Manila Grace e lo sviluppa affidandolo alla stilista Alessia Santi, azionista al 20%. Negli anni attorno al 2010 le due aziende, grazie alla creazione, sul mercato italiano, di negozi monomarca e alla distribuzione capillare in negozi multimarca e all'internazionalizzazione dei marchi, riscuotono successo. Nel 2011 le due aziende sono fuse, nell'unica società Antress che accentra il core business del gruppo. A giugno 2012 Setti ha la maggioranza relativa delle quote, ed è l'amministratore unico, della holding Moulin Rouge SpA, che controlla la Antress Industry SpA, di cui è presidente del consiglio di amministrazione; è amministratore unico della Tex-Spread Srl che fa parte dell'indotto della Antress e possiede la Sfinge Srl e la Murales Srl, due società immobiliari. A fine 2014 il marchio E-gò è stato trasformato in SDN Sonia de Nisco con la conversione dei negozi E-gò in punti vendita Manila Grace e la creazione di una collezione chic destinata ad una clientela più agiata. Nel 2015 c'è il rilancio del marchio di maglieria Sina ja??? e l'inserimento degli accessori nelle collezioni Manila Grace.

Attività sportiva
Ha militato in gioventù nei dilettanti dell'Athletic Carpi ricoprendo il ruolo di centrocampista; è stato socio per tre anni del Carpi F.C. con cui ha conquistato due promozioni, è quindi stato, dal 2011, comproprietario e vicepresidente del Bologna Calcio (nell'"operazione salvataggio" della società felsinea), finché, nella primavera 2012, non ha rilevato l'Hellas Verona dall'allora proprietario Giovanni Martinelli. Inizialmente entrato come socio di maggioranza con l'80% delle azioni, nel marzo del 2013 acquista l'intero pacchetto azionario della società scaligera, diventandone proprietario unico. Al termine della stagione la squadra conquista la promozione in serie A, che mancava alla formazione scaligera da undici anni. Al primo anno in serie A è una delle sorprese del campionato e chiude al decimo posto.

FONTE: Wikipedia.org