Subscribe Us

Damiano TOMMASI partì dall'HELLAS per conquistare la capitale e diventare uno dei perni del centrocampo azzurro! L'umiltà del grande campione e valori importanti lo portarono ad essere un esempio anche fuori dal campo, attualmente è presidente dell'Assocalciatori...

Damiano Tommasi

Data di nascita:17/05/1974
Luogo di nascita:Negrar (VR)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Centrocampista
Altezza:180 Cm
Peso:78 Kg
Posizione:
CARRIERA DA ALLENATORE/DIRIGENTE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteRuolo 
A.I.C.Da Maggio 2011--Presidente 

CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
La Fiorita2015-2016CND0 (+2EL)0 (+1) 
Sant'Anna d'Alfaedo2013-20142C?1 
Sant'Anna d'Alfaedo2012-20132C265 
Sant'Anna d'Alfaedo2011-20121C225 
Sant'Anna d'Alfaedo2010-20112C247 
Sant'Anna d'Alfaedo2009-20102C174 
Tianjin TedaGen. 2009-2009CSL29 (+?AFC)1 (+1) 
Queens Park Rangers2008-Gen. 2009FLC70 
Levante2007-2008PD15 (+3CR)1 (+0) 
Levante2006-2007PD29 (+2CR)0 (+0) 
Roma2005-2006A27 (+8CI +3CU)2 (+2 +0) 
Roma2004-2005A00 
Roma2003-2004A20 (+4CI +5CU)0 (+1 +0) 
Roma2002-2003A20 (+6CI +10CL)3 (+0 +0) 
Roma2001-2002A33 (+3CI +9CL +1SI)2 (+1 +1 +0) 
Roma2000-2001A34 (+1CI +8CU)3 (+0 +0) 
Roma1999-2000A33 (+3CI +6CU)2 (+0 +0) 
Roma1998-1999A33 (+3CI +8CU)1 (+0 +0) 
Roma1997-1998A33 (+6CI)0 (+0) 
Roma1996-1997A30 (+4CU)1 (+2) 
Hellas Verona1995-1996B36 (+1CI)4 (+0) 
Hellas Verona1994-1995B320 
Hellas Verona1993-1994B90 
Giovanili Hellas Verona1989-1993--- 
Giovanili San Zeno1986-1989--- 
Giovanili Negrar1985-1986--- 
LEGENDA: CI=Coppa Italia, CU=Coppa UEFA, CL=Champions League, SI=Supercoppa Italiana, PD=Primera División (Serie A Spagnola), CR=Copa del Rey (Coppa di Lega Spagnola), FLC=Football League Championship (Serie B Inglese), CSL=Chinese Super League (Serie A Cinese), AFC=AFC Champions League (Champions League Asiatica), 2C=Campionato Nazionale Dilettanti Seconda Categoria, 1C=Campionato Nazionale Dilettanti Prima Categoria, CND=Campionato Nazionale Dilettanti, EL=Europa League

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
Tra i prodotti del vivaio dell'HELLAS Damiano è sicuramente quello che ha avuto la carriera più fulgida: Mediano interditore partito da Sant'Anna d'Alfaedo nella Valpolicella e cresciuto poi nelle giovanili dell'HELLAS fino alla prima squadra, trovò nella ROMA la sua America tanto da conquistare la maglia azzurra e diventare uno dei perni inamovibili della Nazionale per 5 anni.
Da sempre attivo nel sociale e molto religioso fu battezzato da Carlo Zampa, giornalista tifosissimo dei giallorossi, 'Anima Candida' e con questo nomignolo fu 'preso di mira' in TV dal comico Tullio Solenghi che gli affibbiò il tormentone Nel rispetto dell'avversario... Insomma un personaggio suo malgrado dato il carattere schivo e riservato che lo ha da sempre contraddistinto.
Gran professionista e lavoratore è progressivamente cresciuto sia tatticamente che tecnicamente fino ad essere definito Il giocatore più importante della Roma, più di TOTTI, MONTELLA e BATISTUTA da mister Fabio CAPELLO nel 2001 quando la ROMA vinse lo scudetto.

DALLA VALPO ALL'HELLAS
Prima nel NEGRAR poi nel SAN ZENO, Damiano arriva nelle giovanili scaligere a 16 anni per esordire in cadetteria 3 anni più tardi nel VERONA di MUTTI formato quasi totalmente da signor nessuno a parte PESSOTTO e il giovane INZAGHI che poi ritroverà come compagni in Nazionale; in quella squadra altri elementi del vivaio scaligero come FATTORI, GUERRA, LAMACCHI e STURBA...
Nella stagione '95-'96 ottiene la promozione in massima serie coi gialloblù prima di passare alla ROMA squadra nella quale sarà destinato a grandi successi.

ALLA ROMA PER FARE LA STORIA...
In giallorosso Damiano è subito tra i titolari con Carlos BIANCHI in panca e a Settembre realizza il suo primo gol in Coppa UEFA contro la DINAMO MOSCA ripetendosi anche nella gara di ritorno in quello che il giocatore stesso considera il suo gol più bello in carriera.
Con gli anni in giallorosso TOMMASI acquista carisma ed ulteriore tecnica diventando imprescindibile anche per allenatori come LIEDHOLM e ZEMAN che succederanno all'argentino sulla panchina della ROMA.
Nella stagione 2000-2001 parte il suo periodo d'oro alla ROMA con la vittoria di uno scudetto da titolare con mister CAPELLO in panchina e di una Supercoppa Italiana nella stagione successiva insieme all'esordio in Champions League.
Grave infortunio nell'estate del 2004 quando, nell'amichevole con lo STOKE CITY, rimedia una distorione alla quale segue la frattura del legamento crociato che lo terrà fuori per più di una stagione: Alla fine del suo calvario firmerà con la società della Lupa un contratto al minimo sindacale in segno di riconoscenza per averlo seguito ed aspettato nel periodo più buio della carriera.
Rientrato nell'autunno del 2005 lascia la ROMA 31enne dopo 10 stagioni ad altissimo livello (periodo post infortunio a parte).

LEVANTE, QPR E TIANJIN TEDA
Nell'estate del 2006 Damiano viene ingaggiato in Liga Spagnola dal LEVANTE ma nel Febbraio del 2008 deve fermarsi ancora una volta a causa di un nuovo infortunio al ginocchio: Una stagione e mezza da titolare inamovibile nel centrocampo della squadra iberica poi, scaduto il contratto, firma un annuale coi QUEENS PARK RANGERS in Premier League.
A Gennaio del 2009 le parti si lasciano senza troppi rimpianti ed il centrocampista ormai 35enne sceglie la Super League con la squadra del TIANJIN TEDA: Sarà il primo calciatore professionista italiano a militare nel massimo campionato cinese.
Al termine della stagione ad Ottobre, con 2 gol messi a segno, Damiano da l'addio al calcio professionistico e torna a Negrar.

SANT'ANNA E LA FIORITA
Ma appendere le scarpette al chiodo in maniera definitiva non è per TOMMASI cresciuto a pane (valori) e calcio: Il giorno di Santa Lucia del 2009 torna in campo in Seconda Categoria col Sant'Anna d'Alfaedo, dove militano anche i suoi due fratelli, nella squadretta della frazione omonima in cui ha tirato i primi calci (il calciatore è originario di Vaggimal un borgo di 75 famiglie della Frazione di Sant'Anna nel comune di Negrar).
Ma il dio del calcio evidentemente vuole vedere ancora Damiano calcare palcoscenici più importanti e, tramite Andy SELVA, capitano sanmarinese de LA FIORITA, lo chiama a disputare i preliminari di Europa League a partire dal 2 Luglio 2015 contro il VADUZ della Serie A svizzera: La doppia gara vide stravincere i più quotati avversari ma l'eterno ragazzo di Negrar si toglierà lo sfizio di segnare un ultimo gol nel calcio che conta.

Questo è il sito internet di Damiano.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =


Damiano Tommasi
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Damiano Tommasi (Negrar, 17 maggio 1974) è un calciatore italiano, centrocampista de La Fiorita, e attuale presidente dell'Associazione Italiana Calciatori.
Soprannominato da Carlo Zampa "Anima Candida" per il suo impegno nel sociale, oltre che per la sua religiosità e per la correttezza in campo, Tommasi è stato uno dei centrocampisti di riferimento della Roma alla fine degli anni novanta e l'inizio degli anni duemila. Con i giallorossi vinse uno scudetto e una Supercoppa Italiana.
Conta 25 presenze e 1 gol con la Nazionale italiana, con cui ha partecipato al Campionato mondiale di calcio 2002, conclusosi per gli azzurri agli ottavi di finale.
Nel 2001 ha ricevuto il premio nazionale "Altropallone" per il suo impegno sociale.

Caratteristiche tecniche
Centrale di centrocampo, può giocare come mezzala e ala. Può ricoprire tutte le posizioni del centrocampo e per questo Fabio Capello lo definì «atipico», «un interno che si muoveva in una zona del campo indefinita». Possiede inoltre una discreta tecnica in fase d'impostazione.
Ai tempi delle giovanili del Verona veniva impiegato come difensore centrale.

Carriera
- Club
Verona
Tommasi inizia a giocare a calcio nel 1985. Dopo un paio d'anni nella squadra del suo paese, nel 1990 approda nelle giovanili del Verona, col quale esordirà in Serie B nella stagione 1993-1994 al fianco di Pessotto e Inzaghi, suoi futuri compagni di squadra in Nazionale. Nella stagione 1995-1996 contribuisce alla promozione del Verona in Serie A prima di essere ceduto alla Roma.

Roma
«Nel 2001, l'anno dello scudetto con la Roma, Capello lo definì il giocatore più importante della squadra. Più di Totti e Montella, più di Batistuta.»
(Beppe Di Corrado.)

Nel giugno 1996 viene acquistato dalla Roma, diventando subito il centrocampista titolare della formazione allenata da Carlos Bianchi. Il 10 settembre realizza il sui primo gol in maglia giallorossa in Roma-Dinamo Mosca (3-0), gara di andata dei trentaduesimi di finale di Coppa UEFA. Si ripete nella gara di ritorno, il 24 settembre, realizzando il momentaneo 1-2 per i giallorossi (1-3 il finale). Questa marcatura, una magnifica girata al volo di destro, è per Tommasi il gol più bello della carriera. Il 29 settembre arriva invece il suo primo gol in campionato, il momentaneo 0-1 in Reggiana-Roma (1-1). Mantiene il posto da titolare anche con Nils Liedholm e successivamente con il boemo Zdenek Zeman, uno degli allenatori con cui Tommasi legherà di più. Il 12 gennaio 1997 gioca da portiere gli ultimi minuti della partita vinta dai giallorossi 4-1 contro il Perugia, sostituendo l'espulso Cervone ed esibendosi in una brillante deviazione in angolo in tuffo su punizione di Allegri.
Nella stagione 2000-2001 contribuisce con 34 presenze e 3 gol alla conquista dello scudetto con Fabio Capello in panchina. L'anno seguente vince la Supercoppa italiana, ottenuta battendo la Fiorentina all'Olimpico per 3-0, e fa il suo esordio in UEFA Champions League nella trasferta pareggiata 0-0 contro l'Anderlecht. Il 26 febbraio 2002 realizza la sua prima marcatura nella massima competizione europea, il definitivo 3-0 nella vittoria casalinga contro il Barcellona. Questa stagione, pur al di sotto le aspettative per la squadra giallorossa, si rivela fortunata per Tommasi che, a giugno, viene convocato in Nazionale maggiore per disputare il mondiale nippo-coreano.
Nell'annata 2002-2003 è ancora titolare. Il 26 aprile 2003 contribuisce con un gol alla vittoria dei giallorossi sul Milan (2-1 all'Olimpico). Sempre contro il Milan, nel frattempo laureatosi campione d'Europa, disputa da titolare entrambe le finali di Coppa Italia perse dalla formazione giallorossa.
Nell'estate del 2004, durante l'amichevole di precampionato Roma-Stoke City, rimedia una distorsione avvenuta a causa di un contrasto duro con Gerry Taggart, a cui segue la frattura del legamento crociato. Il ritorno all'attività agonistica è difficoltoso, tanto che il giocatore resta ferma per più di una stagione. In seguito, per riconoscenza nei confronti della società giallorossa che lo aveva seguito durante l'infortunio ed aspettato, firma un contratto di un anno al minimo sindacale di 1.500 Euro al mese, tornando a giocare il 30 ottobre 2005 contro l'Ascoli, subentrando per 20 minuti a Olivier Dacourt. Il 27 novembre 2005, a causa dei molti infortuni, Tommasi gioca dal primo minuto il match Roma-Fiorentina, realizzando tra l'altro il gol del momentaneo 1-0 per i giallorossi (1-1 nel finale). A fine stagione decide di lasciare la squadra giallorossa dopo ben dieci anni di militanza.

Le ultime squadre
Nel luglio 2006 firma un biennale con gli spagnoli del Levante divenendo un punto fermo per la sua squadra. Nel febbraio 2008 rimedia un nuovo infortunio al ginocchio e decide di tornare in Italia per consultare il professor Pier Paolo Mariani, lo stesso che lo operò nel 2004. Al termine del contratto lascia la Spagna e, il 10 settembre 2008, firma un contratto annuale con la squadra di proprietà di Bernie Ecclestone e Flavio Briatore: i Queens Park Rangers. Debutta il 28 ottobre 2008, ma il 9 gennaio 2009 interrompe il legame professionale con il club inglese, ufficialmente perché non rientra più nei piani tecnici e societari.
Nel gennaio 2009 Tommasi riceve un'allettante offerta da parte del Tianjin Teda, squadra militante nel campionato cinese. Questa esperienza stuzzica molto l'interesse del giocatore, a cui viene offerto un contratto di 40.000 dollari al mese. La presentazione ufficiale si è svolta il 12 febbraio 2009. Diventa così il primo calciatore italiano a militare nel campionato professionistico cinese. Ad ottobre, al termine della stagione nella quale colleziona anche 2 reti (una in campionato e una nella Champions Asiatica), Tommasi annuncia di voler far ritorno a Verona, ma dà definitivamente addio al calcio professionistico. Tornato in Italia dopo la parentesi cinese, Tommasi dimostra di non voler abbandonare il calcio giocato, anche se non da professionista: il 13 dicembre 2009 debutta (segnando anche un gol) nella squadra di Seconda Categoria Sant'Anna d'Alfaedo, compagine dilettantistica della omonima cittadina in provincia di Verona, vicino al suo paese nativo. Nella stessa squadra giocano anche i suoi due fratelli.
Il 22 giugno 2015 riceve un'offerta dal club sammarinese La Fiorita grazie a Andy Selva, capitano della squadra. Con La Fiorita Tommasi giocherà i preliminari di Europa League contro il Vaduz del Liechtenstein, squadra militante nella Serie A svizzera. Il 2 luglio Tommasi ha giocato per 90 minuti la partita di andata dei preliminari di Europa League persa in casa per 5-0 contro il Vaduz. Gioca anche i 90 minuti della partita di ritorno persa in trasferta a Vaduz, segnando il gol del momentaneo 4-1 (la sua squadra infine perderà 5-1).

- Nazionale
Dopo aver collezionato alcune presenze nell'Under 19, Tommasi esordisce in Under 21 il 20 dicembre 1994, con la quale gioca 7 partite fra il 1994 ed il 1996. In quell'anno gioca tre partite con la Nazionale Olimpica alle Olimpiadi di Atlanta del 1996 e vince il campionato europeo Under-21 1996 nella finale contro la Spagna battuta ai rigori.
Il 18 novembre 1998 esordisce con la Nazionale maggiore nella partita pareggiata 2-2 contro la Spagna, convocato dall'allora CT Dino Zoff.
Dal 2001, con l'arrivo di Trapattoni e l'esplosione calcistica di Tommasi, inizia ad essere uno fra i convocati fissi e gioca tutte le partite del Campionato mondiale di calcio 2002, risultando uno tra i migliori azzurri. Durante la partita giocata contro la Corea del Sud padrona di casa gli venne annullato un gol per fuorigioco - poi contestato dagli azzurri- che avrebbe consentito il passaggio ai quarti di finale, essendo stato siglato nei tempi supplementari, ove vigeva la regola del golden goal. Timbra la sua ultima presenza nell'amichevole contro la Romania, il 15 novembre 2003, a quasi cinque anni esatti dall'esordio.
Con la maglia azzurra colleziona in totale 25 presenze segnando 1 gol (il 5 settembre 2001 nella partita vinta 1-0 contro il Marocco).

Dirigente
- A.I.C.
Dal 9 maggio 2011 Damiano Tommasi è al timone dell'Associazione Italiana Calciatori. Succede allo storico fondatore Sergio Campana.

Palmarès
- Club
Campionato italiano: 1 Roma 2000-2001
Supercoppa italiana: 1 Roma 2001

- Nazionale
Campionato d'Europa Under-21: 1 Spagna 1996

Attività extra-calcistiche
Ha prestato la voce a Stephen Chow nel ruolo di Sing "gamba d'acciaio" nel film Shaolin Soccer.

Curiosità
Nel 2002 si è aggiudicato la prima edizione del premio "Tor Vergata - Etica nello sport" organizzato dall'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", assegnato ogni anno a personalità sportive che si sono contraddistinte per lealtà, correttezza, impegno sociale e lotta al doping.

FONTE: Wikipedia.org

FC Vaduz vs SP La Fiorita 5-1 - Goal Damiano Tommasi - Europa League Qualifikation - 9/7/15