Le schede di B/=\S: Marash KUMBULLA

Pubblicato da Smarso lunedì 29 luglio 2019 13:35, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento

Marash Kumbulla (photocredits HellasVerona.it)
Data di nascita:08/02/2000
Luogo di nascita:Peschiera del Garda (VR)
Nazionalità:Italiana e Albanese
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2022
Ruolo:Difensore centrale
Altezza:185 Cm
Peso:78 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2019 - 2020A-- 
Hellas Verona2018 - 2019B1 (+1CI)0 (+0) 
Hellas Verona2017 - 2018Primavera40 
Hellas Verona2016 - 2017Primavera202 
Giovanili Hellas VeronaFino al 2016--- 
LEGENDA: CI Coppa Italia

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
...In gialloblù fin dai pulcini Marash è di origini albanesi ma italianissimo essendo nato a Peschiera del Garda nella provincia scaligera.
Piede destro, ben strutturato fisicamente e abile nei colpi di testa, il centrale difensivo sa disimpegnarsi occasionalmente da centrocampista di rottura davanti alla difesa.

ALL'HELLAS DA SEMPRE...
Addocchiato fin da giovanissimo dagli scout scaligeri, Marash entra a far parte delle giovanili gialloblù già dalla categoria Pulcini per proseguire poi fino alla Primavera, al primo contratto da Pro e all'esordio in prima squadra in Coppa Italia prima e in Serie B poi nel 4 a 0 al CITTADELLA a fine 2018.

Questo è il profilo Instagram ufficiale di Marash mentre qui trovate l'account su Facebook (aggiornato raramente dal centrale)

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Marash Kumbulla
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marash Kumbulla (Peschiera del Garda, 8 febbraio 2000) è un calciatore albanese, difensore del Verona e della nazionale albanese Under-21.

Biografia
Nato a Peschiera del Garda, da genitori albanesi, in possesso della doppia cittadinanza, albanese ed italiana.

Carriera
- Club
Cresciuto nel settore giovanile del Verona, nel luglio 2017 ha firmato il primo contratto professionistico con il club veneto. Ha esordito in prima squadra con la società gialloblù, il 12 agosto 2018, nella partita di Coppa Italia persa per 2-0 in trasferta contro il Catania. Nel novembre successivo, rinnova il proprio contratto con la società scaligera fino al giugno 2022. Il 27 dicembre dello stesso anno, ha fatto il suo esordio anche in Serie B, nella vittoria per 4-0 in casa contro il Cittadella.

- Nazionale
Compie la trafila delle nazionali giovanili albanesi, successivamente nel settembre 2018, viene convocato nella nazionale albanese Under-21, dove fa il suo esordio come titolare, giocando tutto il match nell'amichevole persa per 3-1 contro l'Italia Under-21.

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2019-20 +   -   =
JURIC: «CONTENTO DELLE PRESTAZIONI DEI RAGAZZI, MA VOGLIAMO TORNARE A FARE PUNTI»
14/DICEMBRE/2019 - 11:20
Peschiera - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Ivan Juric, rilasciate alla vigilia di Hellas Verona-Torino, 16a giornata della Serie A TIM 2019/20.

«Torino? Squadra forte, noi però pensiamo a noi stessi per affrontarla con lo spirito di sempre, pensando al fatto che è un'altra occasione per fare punti. Sia Zaza che Belotti sono attaccanti di altissimo livello, in Serie A ogni squadra ha grandi calciatori che vanno attenzionati. Bisogna correre più di loro e non fare errori, la ricetta è sempre la stessa. Il nostro percorso? Non mi aspettavo certe prestazioni, sono sincero, ma quello che conta è fare punti. Siamo molto contenti di come ci stiamo esprimendo, ma vogliamo muovere la classifica. Contro Roma e Atalanta abbiamo commesso errori difensivi che normalmente eravamo bravi a non fare, e mi dispiace perché sono state due grandi prestazioni, specialmente contro i giallorossi. Il mercato non ci deve distrarre, voglio vedere ancora una volta una grande prestazione perché sarebbe molto importante chiudere bene. Non abbiamo paura di nessuno, affrontiamo tutti a viso aperto, l'unica cosa che conta è restare in Serie A e se ci riusciamo potremo pensare a tutto il resto. Kumbulla? Ha fatto la settimana interamente con la squadra, vediamo se giocherà dall'inizio perché viene dall'infortunio e non è mai facile. Di Carmine? Mi piacciono i suoi movimenti, deve continuare così, a lavorare per la squadra. Badu? Ha cominciato a lavorare con noi, penso che a gennaio sarà disponibile. Anche Bessa ha cominciare a fare delle cose con la squadra e, con un po' di pazienza, tornerà pienamente disponibile. Gunter domani tornerà titolare, su Pessina devo ancora decidere ma siamo molto contenti della sua crescita».

FONTE: HellasVerona.it


Kumbulla, l’agente: “Napoli interessato? Ho letto qualcosa, Giuntoli lo apprezza”
04.12.2019 | 22:04

Gianni Vitali, agente del difensore dell’Hellas Verona Marash Kumbulla, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “L’interesse del Napoli? Sì, ho letto di queste voci. Il ragazzo piace a parecchi club perché è molto giovane. Il Napoli è una squadra fantastica, una città meravigliosa, l’interessamento di una società del genere fa piacere ma si ferma solo ad un apprezzamento. Il calciatore deve continuare su questa strada. Giuntoli? Cristiano lo conosco da anni, è un grande direttore. So che apprezza tanto Kumbulla ma non c’è stata nessuna telefonata tra noi”.

Foto: Hellas Verona Twitter

FONTE: AlfredoPedulla.com


SERIE A
TMW - Napoli, rivoluzione in difesa in estate: due obiettivi in casa Hellas
04.12.2019 14:23 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
La rivoluzione d'estate che si appresta a esserci in casa Napoli potrebbe avere tinte scaligere. Intanto le uscite: sembra al termine l'avventura di Kalidou Koulibaly e di Nikola Maksimovic. Tutto da capire anche quel che sarà degli altri compagni di reparto ma la società avrebbe già iniziato a vagliare le ipotesi per il futuro. La dirigenza avrebbe già fatto pervenire la propria manifestazione d'interesse a due giocatori dell'Hellas Verona, seguiti oltre al centrocampista Sofyan Amrabat. Si tratta dei centrali Marash Kumbulla e Amir Rrahmani. A De Laurentiis e Giuntoli è piaciuta molto la prima parte di stagione dei due giocatori: il Napoli avrebbe fatto un sondaggio già per provare a prenderli a gennaio, almeno uno dei due, ma Setti è stato irremovibile rimandato la proposta al mittente. E all'estate.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Complimenti Max! #Kumbulla premiato da Giovanni Dal Cero, sindaco di Castelnuovo del Garda, paese dove è cresciuto, per l’esordio (e non solo) in @SerieA: «Un grande onore, spero di poter essere un esempio per i tanti ragazzi che hanno questo sogno»#DaiVerona pic.twitter.com/P0d8XodZBv

— Hellas Verona FC (@HellasVeronaFC) December 4, 2019


NEWS
02 dicembre 2019 - 15:07
Verona a Bergamo, Kumbulla più no che sì, ma…
Il difensore prova a recuperare per la trasferta di sabato con l’Atalanta

di Redazione Hellas1903

Difficile, non impossibile.
Marash Kumbulla prova a recuperare in tempo per la trasferta del Verona a Bergamo con l’Atalanta. Il difensore è assente dalla partita con il Brescia, ha poi saltato i turni con Inter, Fiorentina e Roma.
Stoppato da una lesione muscolare, il centrale gialloblù resta in forte dubbio per la gara di sabato. Con il reparto arretrato privo di Koray Gunter, squalificato, il suo rientro sarebbe molto importante.

FONTE: Hellas1903.it


PRIMO PIANO
"Kumbulla: Roma nel destino"
29.11.2019 10:00 di Enrico Brigi Twitter: @enrico_brigi Vedi letture
Fonte: L'Arena

Oggi sul quotidiano "L'Arena" l'argomento più importante rimane il possibile recupero di Kumbulla per l'incontro con la Roma. Il forte centrale gialloblù, infortunatosi nei primi minuti della partita casalinga contro il,Brescia, già da qualche giorno lavora con il gruppo e potrebbe tornare disponibile nel match contro i giallorossi. La sua assenza è stata ben assorbita da Gunter ma il difensore albanese scalpita per riprendersi il posto. In questi casi, tuttavia, la prudenza non è mai troppa e il suo rientro potrebbe anche essere rinviato alla prossima settimana, quando i gialloblù faranno visita all'Atalanta. Nel frattempo iniziano a farsi sempre più insistenti le voci di mercato su di lui. Oltre alla Juve, ci sarebbe ora anche la Lazio che avrebbe offerto in cambio il centrocampista Berisha. La sua valutazione si dovrebbe aggirare per ora sui tre milioni di euro, una cifra destinata comunque a lievitare. Nel frattempo - sempre come riporta il quotidiano -. il bravo difensore albanese non dimentica un pensiero per i suoi connazionali, colpiti nei giorni scorsi da un forte terremoto.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Hellas Verona, l'agente di Kumbulla ammette: "L'Inter lo segue, valuteremo le opportunità"
di Stefano Bertocchi
25 NOV 2019

"Sì, l’Inter lo sta seguendo e monitorando. La società nerazzurra è sempre molto attenta ai giovani profili che si mettono in luce nella massima serie e in tutti gli altri campionati”.​ Questa, ai microfoni di FcInterNews, l'ammissione di Gianni Vitali, agente del calciatore Marash Kumbulla, difensore albanese classe 2000 che sta mettendo il suo talento in vetrina con la maglia dell'Hellas Verona.

L'agente di Kumbulla a FcIN: "L'Inter lo sta seguendo. Considereremo le eventuali opportunità" https://t.co/lLmWVE1plO

— FcInterNews.it (@FcInterNewsit) November 24, 2019

C’è qualcosa in più o si tratta di semplice monitoraggio?
“In questo momento non ci sono trattative in ballo tra Inter ed Hellas Verona”.

Cosa potrà succederà a fine stagione?
“È difficile dirlo ora: il Verona è un club solido e farà le sue valutazioni a fine campionato”.

Se dovesse arrivare un’offerta irrinunciabile?
“Il mercato è fatto di opportunità: se ce ne saranno le prenderanno in considerazione”.

Gli interessamenti per Kumbulla da dove arrivano?
“Dall’Italia e dall’Europa”.

È stata già stabilita una valutazione?
“Non è stata ancora fatta perché non ci sono state società che si sono messe al tavolo a parlarne concretamente con il club scaligero”.

FONTE: 90Min.com


Kumbulla: “Spero di recuperare per la Fiorentina. Amo Verona e l’Hellas”
novembre 21, 2019

Se sarò della partita contro la Fiorentina? Non lo so. Sto lavorando tanto da solo e un po’ con gli altri. Vedremo la condizione ma su questo deciderà il mister, come è giusto che sia. Devo solo cercare di farmi trovare pronto. Tra terapie e campo spero di recuperare – ha dichiarato Kumbulla a L’Arena – A me quello che interessa adesso è crescere e continuare a giocare per il Verona. Una squadra che amo perché mi ha preso dal Cavalcaselle quando ero un pulcino ed ora sono qui tra i professionisti. Incredibile. Insieme a me, ci sono anche Tupta e Danzi, entrambi dal settore giovanile, senza dimenticare Casale che è al Venezia. Cosa mi disse Juric prima dell’esordio? Niente. Lui è uno pratico. Un mister bravo che sa quello che fa. Era dal ritiro e dalle prime uscite che aveva le giuste attenzioni su di me. La Juve su di me? Fa piacere ma non leggo e difficilmente sogno queste cose. I miei genitori mi hanno insegnato a restare con i piedi per terra. La scelta della nazionale albanese? Di cuore”

FONTE: HellasLive.it


ESCLUSIVA TJ - Gianni Vitali (Ag. Kumbulla): "Juve? Fa piacere l'accostamento ma non ci sono stati contatti"
14.11.2019 11:30 di Mirko Di Natale Twitter: @_Morik92_
"Marash sta facendo molto bene, siamo contenti delle sue prestazioni e speriamo possa continuare a ripetere le belle prestazioni con il Verona". È questo il commento di Gianni Vitali, agente del giovanissimo classe 2000 Marash Kumbulla (19) che si sta mettendo in mostra con la maglia gialloblú. La nostra redazione lo ha contattato telefonicamente, in esclusiva, per parlare dell'accostamento ai bianconeri come vociferato nelle ultime ore:

Nelle scorse ore si è parlato anche di Juventus, con gli occhi addosso da parte della società bianconera. Come commenta l'indiscrezione?
"Marash è accostato a molti club, italiani ed europei. Sicuramente gli occhi addosso da parte di una big come la Juventus fa molto piacere, ma per il momento non c'è stato nessun contatto con il club bianconero. Il ragazzo, che sta stupendo chi non lo conosceva, pensa solo a far bene con il Verona".

Si ringrazia Gianni Vitali per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.

FONTE: TuttoJuve.com


Calciomercato Juventus, Paratici su un “gioiellino” del Verona: nuovo regalo per Sarri?
Pubblicato il 13 Nov 2019 - 13:11 autore: GennaroIannelli

Calciomercato Juventus, Paratici guarda in casa Verona: Kumbulla il nuovo regalo per Sarri?
Si chiama Marash Kumbulla e, insieme ad Amrabat, è forse la sorpresa più lieta del Verona di Ivan Juric. Difensore classe 2000, l’albanese ha già dimostrato un’ottima personalità in campo tanto da attirare l’interesse di diverse big: la Juventus, ad esempio, lo avrebbe messo nel mirino e sarebbe pronta a scommettere su di lui in vista del prossimo calciomercato estivo. Non sono sfuggite infatti, agli occhi di Fabio Paratici le ottime prestazioni del diciannovenne con la maglia della squadra scaligera e, vista la necessità da parte della signora di completare il rinnovamento di una retroguardia ormai invecchiata, Kumbulla potrebbe rappresentare un investimento per non farsi trovare scoperti in futuro. Centrale bravo sui calci da fermo (ha già segnato da calcio d’angolo) e in marcatura, Kumbulla garantirebbe a Sarri una valida alternativa in panchina, vista anche la scarsa considerazione di cui attualmente gode Merih Demiral.

Calciomercato Juventus, Kumbulla a giugno: la strategia di Paratici
Nelle intenzioni di Fabio Paratici, Kumbulla dovrebbe approdare alla Juventus la prossima estate per essere, si parva licet, un nuovo colpo di calciomercato alla De Ligt. Non sono ancora state azzardate delle valutazioni (sebbene, come si può facilmente intuire, il giocatore verrà a costare un bel po’), ma che Kumbulla sia destinato a compiere il grande salto qualora mantenesse questo rendimento, appare fuor d’ogni dubbio. Riuscirà Sarri a “sgrezzarlo” come fatto con De Ligt e a regalare ai bianconeri un nuovo campione?

FONTE: News.SuperScommesse.it


La Juventus pare sia interessata a Kumbulla. Come gioca il difensore centrale dell’Hellas Verona di Juric
© foto www.imagephotoagency.it

L’Hellas Verona ha iniziato molto bene la stagione, con la solidità difensiva che è la chiave tattica principale della squadra di Juric. Non stupisce che la Juve sia interessata a Kumbulla, difensore centrale nel 3241.

Il giovane italo-albanese ha assorbito bene i principi di calcio del proprio allenatore, fondati su intense marcature a uomo stile Gasperini. Sovente capita di vedere Kumbulla effettuare uscite aggressive per seguire l’avversario, anche nella metà campo avversaria. Certo, la Juventus di Sarri difende in modo diverso, ma la società bianconera è solita assicurarsi le prestazioni dei talenti più interessanti del campionato, di conseguenza è normale che si parli di un interessamento per Kumbulla.

FONTE: CalcioNews24.com


NEWS
14 novembre 2019 - 08:50
Kumbulla, il primo allenatore: “Max nato per il calcio”
Giuliano Cordioli, tecnico del difensore da bambino: “Serio e umile, che orgoglio per lui”

di Redazione Hellas1903

Giuliano Cordioli è stato il primo allenatore di Marash Kumbulla.
L’ha diretto quando era bambino e ha iniziato a giocare a calcio nel Cavalcaselle. Cordioli, intervistato da “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola, ha parlato del difensore del Verona.

Queste alcune sue dichiarazioni: “Era il 2006 e lo notavi subito, perché era il più alto di tutti, una spanna sopra, davvero. Viveva per il calcio e ed eseguiva, quando giocava, tutte le istruzioni che gli venivano date. Non sbagliava nulla. Gli domandavi di impostare e lo faceva, di lanciare palla, idem. Come adesso“.

Aggiunge Cordioli: “Noi abbiamo fatto per Max tutto quello che potevamo, con le risorse e le conoscenze in nostro possesso. Dopo, i tecnici e i dirigenti che l’hanno seguito nel corso degli anni al Verona si sono occupati, e bene, del resto. Su tutto, però, ci sono la sua serietà e il suo talento. È sempre stato adulto. Lo era già a sette anni, figuriamoci“.

FONTE: Hellas1903.it


KUMBULLA: «NON VEDO L’ORA DI RIENTRARE. DA SEMPRE TIFOSO DELL’HELLAS. HO INSEGUITO FORTEMENTE IL MIO SOGNO: LA SERIE A»
12/NOVEMBRE/2019 - 16:00
Peschiera - Le principali dichiarazioni del difensore dell'Hellas Verona Marash Kumbulla, rilasciate a Sky Sport dal centro sportivo 'Paradiso' di Peschiera.

«L'infortunio? Adesso sto un po' meglio, ho avuto un piccolo stiramento ma nulla di così grave. Adesso sto facendo le terapie e spero di tornare il prima possibile. La mia storia con il Verona? Sono venuto all'Hellas a circa 8 anni, ho fatto tutto il settore giovanile e adesso sono arrivato in prima squadra e sono felice di dare il mio contributo. Penso sia il sogno di tutti quello di arrivare in Serie A, io lo volevo fortemente e grazie anche alla famiglia e a tutte le persone che mi sono state vicino ci sono riuscito. Quando ho capito che sarei diventato un calciatore? Ho sempre sognato di diventarlo, ci ho creduto veramente l'anno scorso e quest'anno sto capendo che ci posso stare in prima squadra. La mia famiglia? I miei genitori sono albanesi e vivono qua in Italia da più di vent'anni, io mi sento sia italiano che albanese ma ovviamente un po' più albanese visto che gioco anche per la Nazionale. Cosa mi ha detto Reja alla prima convocazione? Mi ha detto che mi aveva visto giocare spesso, anche nel precampionato, e che gli è piaciuto come ho giocato, quindi mi ha convocato perché voleva vedermi da vicino e poi mi ha fatto esordire a ottobre. Lo ringrazio per questo debutto e adesso spero di riuscire a togliermi grandi soddisfazioni anche in Nazionale. Il difficile arriva adesso? Bisogna continuare a testa bassa e con i piedi ben saldi a terra. Devo cercare di continuare così e migliorare su alcuni aspetti. Una delle migliori difese del campionato? Questo dimostra anche i meriti del mister: anche se cambiano gli interpreti non cambia il risultato. Anche a Milano, è vero che abbiamo perso, ma abbiamo comunque disputato una buona gara. Squadra del cuore, sogno nel cassetto e giocatore di riferimento? Ho sempre tifato l'Hellas sin da piccolo, il mio sogno quindi è quello che sto vivendo adesso: giocare nel Verona. Tempo libero? Mi piace guardare film o serie tv, uscire con la mia ragazza o stare in famiglia. Il difensore più forte di sempre? Maldini».

KUMBULLA: «IL SEGRETO DI UNA DIFESA DI FERRO? MERITO DI TUTTA LA SQUADRA. IL DURO LAVORO PAGA»
29/OTTOBRE/2019 - 21:40
Parma - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, Marash Kumbulla, rilasciate al termine di Parma-Hellas Verona, 10a giornata della Serie A TIM 2019/20.

«La vittoria? È una bella soddisfazione, contro una squadra importante. I contropiedi del Parma? Siamo riusciti ad arginarli limitando le loro ripartenze. Abbiamo lavorato duramente per preparare questo match. Adesso ci teniamo i 3 punti, e da domani testa al Brescia. Tensione nei minuti finali? Sono cose che succedono in partite importanti come queste. Mai così pochi gol subiti dalla stagione 1984-85? È una bella soddisfazione. È stato un lavoro collettivo, grazie anche al sacrificio da parte degli attaccanti. Stiamo lavorando duro con il mister e i frutti si stanno vedendo. Il segreto della difesa? Non ci sono segreti. Il risultato del duro lavoro settimanale si vede nelle prestazioni della partita. Se mi sento la 'rivelazione' della stagione? Io sto giocando grazie alla fiducia del mister e sto cercando di ripagarla facendo sempre il mio meglio. L'essere titolare in Serie A? È un sogno che sto vivendo. Il mio riferimento? Mi piace molto Chiellini, è un esempio per me e per il mio ruolo. Cerco di migliorarmi sempre, partita dopo partita. I tifosi? Sono stati fantastici, come sempre».

FONTE: HellasVerona.it


IL COMMENTO DI GIANNI MURA
"Kumbulla per ora è meglio di De Ligt"
28/10/2019 09:48
Nella sua rubrica domenicale “Sette giorni di cattivi pensieri”, sul quotidiano "La Repubblica", Gianni Mura paragona così De Ligt con Kumbulla: "Per ora in bianconero il De Ligt di Amsterdam non s'è ancora visto. Si vedrà in futuro, ma adesso, spero di non scandalizzare nessuno con un altro accostamento, Kumbulla sta giocando meglio di De Ligt, ed è più giovane di sei mesi. Qualcuno dirà: c'è una bella differenza tra giocare nella Juve e giocare nel Verona. Ce n'è di maggiore nel costo: il Verona Kumbulla se l'è cresciuto in casa, zero euro. La Juve ha acquistato De Ligt dall'Ajax per 80 milioni".

FONTE: TGGialloBlu.it


NEWS
Reja: “Strano che l’Italia non abbia pensato a Kumbulla”
Il selezionatore della nazionale albanese ha parlato dell’esordio del difensore gialloblù classe 2000

di Mattia ZupoOttobre 16, 2019 - 18:27

Edoardo Reja, commissario tecnico dell’Albania, ha parlato a Radio Sportiva del difensore dell’Hellas Verona, Marash Kumbulla:

“Ho dovuto cambiare molto inserendo tanti giovani, ho fatto esordire anche Kumbulla del Verona e in prospettiva potrebbe venire fuori una bella squadra anche se purtroppo per l’Europeo è andata. Kumbulla ha scelto l’Albania perché è attaccato a questo paese, ha fatto anche tutta la trafila delle giovanili e c’erano anche i suoi genitori a vederlo: mi sembrava strano che l’Italia non ci avesse messo l’occhio, probabilmente lo hanno anche cercato ma lui aveva già scelto”.

FONTE: CalcioHellas.it


CALCIOMERCATO
Kumbulla, schizza valore in un mese 40volte in più
16/10/2019 12:50
E' la vera rivelazione di questo inizio di stagione dell'Hellas. Marash Kumbulla sta stupendo tutti. Prima era la riserva delle riserve ora è titolare inamovibile in Serie A. E' affidabile, preciso negli interventi, inappuntabile in marcatura sugli attaccanti e ha anche piedi discreti per essere un difensore. Kumbulla, perno della retroguardia di Juric, prima ha "rubato" il posto a Dawidowicz ed ora, a soli 19 anni, ha fatto il suo esordio con la maglia dell'Albania, in occasione della sfida con la Moldavia. L'anno scorso Grosso non gli aveva dato nessuna chance (anche per qualche infortunio di troppo), Juric invece gli ha affidato le chiavi della difesa senza timore.

Il valore di mercato del giovane albanese ha registrato un'impennata fulminea. Come riporta il sito transfermarkt.com, il portale più affidabile al mondo in materia, il valore di Kumbulla in un solo mese è aumentato di ben 40 volte. Uno "scatto" del prezzo incredibile che non ha nemmeno un barile di petrolio quando scoppia una guerra in Medio Oriente. Da 75 mila euro si è passati a 3 milioni di euro. E si sta parlando di un valore base: il prezzo per un'eventuale vendita sarà nettamente più alto di quella cifra.

Un valore veramente anomalo: per esempio Silvestri è rimasto fermo a 800 mila euro come valore di mercato (registrato in estate) nonostante le buone prestazioni offerte fino ad ora. Anche gli altri giocatori gialloblù non hanno subito modificazioni o hanno avuto variazioni irrisorie.

Kumbulla si sta rivelando essenziale per la difesa di Juric e sarà una nuova miniera d'oro per Maurizio Setti nel giorno in cui deciderà di venderlo.
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


CALCIOMERCATO
GdS: Kumbulla nel mirino della Fiorentina
A quanto riportato dai colleghi della Rosea, inizierebbero già a girare le prime voci di mercato attorno al giovane difensore gialloblù

di Tommaso Badia Ottobre 16, 2019 - 10:30

Dopo le ottime prestazioni con l’Hellas e vista la giovanissima età, era quasi strano che non iniziassero a girare già la prime voci di calciomercato su Marash Kumbulla: a quanto infatti riportato dalla Gazzetta dello Sport, il difensore classe 2000 sarebbe un prossimo obiettivo della Fiorentina.
Difficile comunque immaginare che la Viola provi a strapparlo al Verona già a gennaio, più probabile invece un futuro contatto per provare a “bloccare” il giocatore in ottica estiva.

FONTE: CalcioHellas.it


NEWS
15 ottobre 2019 - 09:53
Nazionali, Kumbulla esordisce con l’Albania
Il difensore subentra nel finale contro la Moldavia

di Redazione Hellas1903
Getty images

Qualche mese dopo l’esordio in Serie A, Marash Kumbulla è riuscito a scendere in campo anche con la nazionale dell’Albania.
Pochi minuti di partita per lui, entrato all’89’ contro la Moldavia, ma quanto basta per registrare la prima partita giocata con la maglia della nazionale allenata da Reja. Per la cronaca, l’Albania ha vinto 0-4 la gara valida per le qualificazioni a Euro 2020.
J.M.B.

FONTE: Hellas1903.it


Turchia-Albania 1-0, Kumbulla in tribuna per precauzione
ottobre 12, 2019

Sconfitta in Turchia per la nazionale albanese dell’ex allenatore dell’Hellas Verona, Edy Reja, incontro valido per la qualificazioni a Euro 2020. Decide il gol di Cenk Tosun al 90’. Tribuna per il difensore gialloblù, Marash Kumbulla, a causa di un problema alla spalla come appreso da Hellas Live.

FONTE: HellasLive.it


Serie A, ecco la Top 11 Opta: un 3-4-1-2 con Zapata e Immobile in attacco
La squadra ideale dopo 7 giornate si basa su un algoritmo complesso che si chiama ‘Index Opta’ e che riguarda una serie di dati e statistiche ruolo per ruolo. Alcune novità non sono mancate nella squadra ‘ideale’, come il portiere del Cagliari Olsen o il difensore del Verona, Kumbulla. Conferme per Immobile, Zapata, Pjanic e Sensi.

SERIE A 11 OTTOBRE 2019 15:05 di Alessio Pediglieri
C'è già un super Team pronto a diventare la prima Top11 della stagione in Serie A. Dopo 7 giornate forse è presto stilare classifiche e dare giudizi ma è pur sempre una situazione in cui, a due mesi dal calcio d'inizio, si può serenamente sottolineare chi ha deluso e invece chi ha mantenuto le attese. Una squadra ‘ideale' data da dati oggettivi, da statistiche e conteggi che tengono presente i dati di Opta, tra le principali aziende che regalano aggiornate statistiche su tutto il mondo del pallone.

L'analisi è basata su un algoritmo preciso che si può definire ‘Opta Index'.  L’index è quel dato incontrovertibile che fornisce una classifica dei giocatori per una partita specifica o per un insieme di gare, in base ai risultati in una molteplice varietà di dati messi a disposizione. Le analisi prese in considerazione sono di ogni tipo e creano un ‘profilo' positivo o negativo di ogni singolo calciatore per stilarne il ‘rendimento' finale. Si va dai tocchi di palla ai tiri fino alle respinte difensive, passando ovviamente dai gol, dagli assist e dalle parate decisive. Il tutto predispone a racchiudere i dati in 6 componenti finali che creano appunto il cosiddetto ‘index Opta'.

La top11 della Serie A
[...]

La difesa: sorpresa Kumbulla
Nella difesa a te c'è un altro outsider che si è inserito grazie a prestazioni e goal: è Kumbulla, difensore dell'Hellas Verona, con  5 presenze e 1 gol. Fa reparto con l'interista De Vrij e con Acerbi, centrale della Lazio (7 presenze) [...]

FONTE: Calcio.FanPage.it


Calciomercato Juventus, dal Verona può arrivare un difensore: l’ipotesi
Juventus, in difesa potrebbe esserci bisogno di una mano dal calciomercato. Tra i tanti nomi, potrebbe spuntarne uno a sorpresa, quello di Marash Kumbulla: l’ipotesi
Di Redazione - 08/10/2019
Kumbulla, Verona (Getty Images)

L’infortunio di Giorgio Chiellini ha complicato la gestione delle rotazioni per Maurizio Sarri, che nella sua Juventus dovrà fare a meno di un calciatore importante come il numero tre bianconero, e dovrà farlo anche a lungo. Attualmente, il pacchetto dei centrali difensivi è composto da soli quattro calciatori: Bonucci, De Ligt, Demiral e Rugani. Una schiera un po’ ridotta, soprattutto per una formazione come quella bianconera, attiva e vogliosa di vincere su tutti e tre i fronti. Ecco, allora, che una mano lì dietro potrebbe arrivare dalla prossima sessione invernale di calciomercato. Sul taccuino di Paratici ci sono tanti nomi e uno che potrebbe venir fuori è quello di Marash Kumbulla, giovanissimo difensore dell’Hellas Verona. Il classe 2000 scaligero avrebbe già attirato su di sé le attenzioni dei grandi club italiani, e non solo.

Calciomercato Juventus, ipotesi Kumbulla: un’altra operazione alla Romero?
D’altronde, la Juventus ci ha già abituato nel corso delle stagioni a colpi del genere. Non appena un difensore emergente inizia ad esplodere, la Vecchia Signora subito incalza la concorrenza e lo fa suo. Caldara, Romero e Demiral: soltanto alcuni dei nomi che i bianconeri hanno preso a gennaio (lasciandoli in prestito nelle rispettive squadre) e che poi hanno testato durante l’estate successiva. Marash Kumbulla potrebbe seguire la stessa sorte, visto che in queste prime sette giornate di Serie A ha impressionato tutti per doti fisiche e personalità. E il gol arrivato sabato scorso contro la Sampdoria è stato soltanto la punta dell’iceberg del potenziale talento di questo calciatore. Moderno, bravo nelle letture e completo tecnicamente: il Verona prova a tenersi stretto Kumbulla finché può, ma intanto le big hanno iniziato a visionarlo. E se la Vecchia Signora chiama, è davvero difficile non rispondere.
A.M.

FONTE: CalcioMercatoWeb.it


LA SCHEDA DI KUMBULLA, IL GRANATIERE DELL’HELLAS VERONA
7 ottobre 2019

Marash Kumbulla difensore del Verona e della nazionale albanese (anche sa ha la cittadinanza italiana) ha spianato la strada alla vittoria del Verona contro la Sampdoria. È un difensore centrale molto prestante fisicamente e quindi molto bravo nei colpi di testa e in marcatura: può giocare sia nella difesa a 3 che a 4. CONOSCIAMOLO MEGLIO con la nostra scheda

ANAGRAFICA
Cognome Kumbulla
Nome Marash
Data di nascita 08/02/2000
Altezza 185cm
Peso 78kg
Paese di nascita Italia
Passaporto Albania
Scadenza contratto Non disponibile
Agente Nessuna Agenzia
Squadra attuale Hellas Verona

POSIZIONE

CARRIERA
Cresciuto nel settore giovanile del Verona (nel quale ha iniziato a giocare a 8 anni), nel luglio 2017 ha firmato il primo contratto professionistico ed esordisce in prima squadra il 12 agosto 2018, nella partita di Coppa Italia persa per 2-0 a Catania. Nella stagione gioca i 16 minuti conclusivi contro il Cittadella poi abbiamo 20 presenze con la Primavera scaligera. Il 25 agosto 2019 fa il suo esordio in Serie A e al momento Juric lo impiega di frequente e anche contro la Sampdoria una sua rete ha dato il là alla vittoria dell’Hellas. In Nazionale compie tutta la trafila delle nazionali giovanili albanesi, nel settembre 2018, viene convocato nella nazionale Under 21, mentre il 31 agosto 2019 riceve la sua prima convocazione in nazionale maggiore in vista delle partite valide per le qualificazioni agli Europei 2020 nelle quali però non è stato impiegato.


STAGIONE


STATISTICHE TECNICHE


VIDEO

FONTE: TuttiTalenti.it




NEWS
Lin Kumbulla: “Marash è timido e serio, anche troppo”
Il padre del talentino gialloblù, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, non ha però solo parlato del difensore classe 2000

di Tommaso BadiaOttobre 7, 2019 - 10:30

È il nome sulla bocca di tutti quello di Kumbulla, un ragazzo che a Verona abbiamo imparato ad apprezzare sin dalla Primavera ma che ora, grazie alle ultime grandi prestazioni e al gol segnato contro la Samp, si sta facendo notare in tutta Italia.

Ma chi è Marash Kumbulla fuori dal campo? Per conoscerlo meglio, i colleghi de La Gazzetta dello Sport hanno deciso di raggiungere il padre del difensore gialloblù, Lin Kumbulla.
Di seguito, dunque, ecco le sue principali dichiarazioni.

UNA STORIA CHE PARTE DA LONTANO. «Siamo sette figli, quasi tutti in Italia, solo una sorella è rimasta in Albania. Arrivai con il gommone nel ’96, pagando un milione di lire allo scafista e rischiando la vita: mio figlio non immagina neanche cosa ho passato. Io e mio fratello, arrivato qui un paio d’anni prima di me, abbiamo iniziato come muratori, e oggi la nostra Edilgarda costruzioni ha 20 persone che lavorano. Siamo stranieri che lavorano: Salvini, a cui abbiamo dato fiducia, può essere orgoglioso di noi. Dopo di noi, ma in modo più agevole, sono arrivati 60 parenti, ora sparsi tra qui e Castelnuovo del Garda. Mio figlio ha lo stesso nome del nonno che non ha mai conosciuto, scomparso a 49 in un incidente d’auto».

UN SOGNO. «Spero che Marash diventi un campione, ha la testa giusta per farlo: è timido e serio, forse anche troppo. È entrato nello spogliatoio in punta di piedi, ma si fa rispettare e tutti gli vogliono bene, soprattutto Rrahmani. Quest’estate, tra piscina e palestra, ha lavorato duro, aveva un obiettivo in testa. Fusco voleva portarlo all’Under 23 della Juve, ma il Verona non ha mollato la presa e D’Amico mi ha detto che questo sarebbe stato il suo anno. Il suo procuratore, Gianni Vitali, lo segue bene; ha già un contratto fino al 2022 e Nike come sponsor».

CAMBIAMENTI. «Tutto sta cambiando, anche nelle piccole cose: per fare un esempio, le richieste di maglie ultimamente sono aumentate parecchio…».

NEWS
Reja: “Kumbulla giocatore importante. Proveremo tutti i giovani promettenti”
Il ct della nazionale albanese si è soffermato sul giovane difensore gialloblù in vista dei prossimi impegni validi per le qualificazioni a Euro 2020

di Mattia Zupo Ottobre 6, 2019 - 14:56

Edoardo Reja, ct dell’Albania, ha parlato in conferenza stampa per presentare le prossime due partite contro Turchia e Moldavia. L’ex allenatore di Atalanta e Napoli, ha affrontato il tema sul rinnovamento della nazionale e si è soffermato sul difensore dell’Hellas Verona, Marash Kumbulla:

“Kumbulla ha solo 19 anni ma ha segnato un gol ieri ed è un giocatore importante. I nuovi giocatori sono un valore aggiunto. Cercheremo di trovare la giusta combinazioni durante la partita. Metteremo quei giocatori che ci servono a seconda della situazione. Il rinnovamento della squadra è importante quanto fare punti. È normale che dobbiamo pensare al futuro. Ci sono molti giovani albanesi che giocano in Italia, e in qualche modo è normale che i giocatori nati all’estero intendano giocare per le nazionali in cui sono nati. Proveremo tutti i giovani che sembrano promettenti. Dobbiamo valutare al meglio per creare una squadra di qualità”.

FONTE: CalcioHellas.it


NEWS
06 ottobre 2019 - 16:32
Il senatore Kumbulla
Il difensore è un simbolo di questo Verona: la sua è una grande storia gialloblù

di Lorenzo Fabiano, @lollofab

Non sono nemmeno passati dieci minuti, che Veloso batte dalla bandierina uno spiovente tagliente dei suoi; c’è da prendere l’ascensore, quelli della Sampdoria si perdono nei convenevoli, cosi nell’attico sale Marash Kumbulla: capocciata e palla in rete. Audero può solo guardarla e raccoglierla nel sacco. Se hai diciannove anni, sei alla tua prima stagione in serie A e ti prendi anche la soddisfazione di metterci il timbro, beh… Come minimo una serata così te la ricorderai per un pezzo e magari un giorno la racconterai pure. Benvenuti in paradiso.

Nel Verona che stupisce un posto speciale di sicuro lo merita questo ragazzo fatto in casa che la maglia gialloblù la veste da quando aveva otto anni. Bella storia. Genitori albanesi, venuti qui dall’altra parte dell’Adriatico a prendersi una vita, Marash è nato a Peschiera e ha il doppio passaporto. In gialloblù ha fatto tutta la trafila delle giovanili; nel 2017 Filippo Fusco gli ha fatto firmare il primo contratto professionistico, rinnovato poi fino al 2022; lo stesso percorso ha fatto con la nazionale albanese: dopo le presenze in under 21, Edy Reja lo ha promosso nel giro della prima squadra convocandolo per le gare di qualificazione a Euro 2020. Su Kumbulla, Juric ha puntato subito: «Con me gioca chi merita, non guardo la carta d’identità» ha detto il tecnico croato, uno che i giri di parole li vede come il fumo negli occhi. «Il fatto di giocare spesso per me è una grande cosa. E questo avviene perché Ivan Juric non guarda all’età, al fatto di avere più o meno esperienza. Credo che sia molto importante ricevere una considerazione così da parte di un allenatore: per un giovane è fondamentale. Il resto lo fanno il carattere, la voglia di imparare» dice lui.

Esordio alla prima contro il Bologna, prestazioni convincenti una dopo l’altra, fino alla ciliegina del gol che ha sbloccato la gara contro la Sampdoria. Una rete ricca di significati, se pensiamo che il ragazzone è il più giovane marcatore in questo avvio di stagione nei cinque maggiori campionati europei. Preciso, attento, pulito, brilla di spiccato senso tattico: tempista, sa infatti leggere la partita trovandosi al posto giusto nel momento giusto. Mica male, per un difensore centrale. Può giocare indistintamente sia nella difesa a tre che a quattro: ben strutturato fisicamente, è forte di testa, deciso negli interventi: il piede può essere ruvido o morbido a seconda delle occorrenze. Ma oltre alle indiscusse qualità tecniche, a impressionare sono l’autorevolezza e la serenità che mette in campo. La personalità è la dote che man mano che lo conosciamo, più emerge. Non ha nemmeno vent’anni, è al suo primo campionato di serie A, ma pare sia lì da chissà da quando. È la freschezza della gioventù di un Kumbulla, negli abiti del senatore Kumbullauer. Roba, se vogliamo, da predestinati. Un tesoretto fatto in casa nel calcio attuale è un asset che vale doppio. Dimostrazione che gli occhi giusti a volte arrivano laddove non ci si può spingere col portafoglio. Buon per Juric, e magari un giorno (speriamo più lontano possibile) anche per le casse dell’Hellas Verona. Il futuro si costruisce così.

FONTE: Hellas1903.it


SERIE A
Le pagelle di Kumbulla - Imbavaglia Quagliarella con 17 anni meno sul CV
06.10.2019 10:57 di Giacomo Iacobellis Twitter: @giaco_iaco
È il più giovane difensore a essere andato a segno nei top-5 campionati europei 2019/20 e anche il primo difensore nato dopo l'1/1/2000 a segnare una rete nel massimo campionato italiano. Ma l'imperioso stacco aereo che è valso l'1-0 non è stato certo l'unica cosa positiva all'interno della prova di Marash Kumbulla contro la Sampdoria, visto che il giovane e talentoso difensore albanese - sottolinea oggi La Gazzetta dello Sport - è riuscito a imbavagliare Quagliarella con grande senso dell'anticipo. Se è vero quindi che il suo primo centro in Serie A sarebbe sicuramente bastato per fargli ottenere un voto alto, la marcatura perfetta sul navigato bomber blucerchiato (classe '83) ha impreziosito il tutto regalandogli tanti 7 e anche due 7,5 in pagella. Adesso è chiaro perché mister Juric abbia deciso di puntare a sorpresa su di lui quest'estate.

TMW: 7

La Gazzetta dello Sport: 7,5

Corriere dello Sport: 7

Tuttosport: 7

TuttoHellasVerona.it: 7,5

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Hellas Verona: primato per Marash Kumbulla
Ottobre 5, 2019 Federico Meuti

Nell’anticipo di oggi delle 18 sono scese in campo sul manto del Bentegodi l’Hellas Verona e la Sampdoria, con gli scaligeri che si sono imposti per 2-0 sui blucerchiati. Questa è una vittoria fondamentale per la truppa di Juric che grazie a questo risultato raggiunge quota 9 punti e dà continuità al buon inizio di campionato, che la ha vista capitolare solamente contro Juventus e Milan.
Dall’altro lato invece la Samp di Di Francesco cade ancora di più in un baratro che sembra non avere fine. Quagliarella e compagni fino ad ora infatti hanno portato a casa miseramente tre punti, senza mai mostrare un’identità precisa e definita. Ora l’ex tecnico della Roma è a serio rischio in un momento societario tra l’altro di grande difficoltà.

Il vero protagonista di giornata però è stato il difensore del Verona, Marash Kumbulla. Il classe 2000 è stato il primo giocatore difensivo del nuovo millennio ad andare a segno in una partita di Serie A, nonché il più giovane difensore ta i primi cinque campionati europei a siglare una rete in questa stagione.
Il Verona continua a sognare e forse sembra aver trovato una nuova stella, quella di Kumbulla.

Fonte immagine di copertina: account Instagram di Sky Sport

FONTE: Numero-Diez.com

_


SERIE A
Gol e prestazione super in difesa. Juric si gode il talento di Kumbulla
05.10.2019 20:49 di Daniel Uccellieri
"Perché ho deciso di puntare su Kumbulla in estate? Semplice, quando lo schieravo in partitella, l'attaccante avversario non segnava mai". Parole e musica di Ivan Juric, tecnico del Verona, che esalta la super prestazione di Marash Kumbulla, baby prodigio della difesa dell'Hellas Verona.

Classe 2000, oggi il talento italo-albanese si è tolto la soddisfazione di segnare il suo primo gol in serie A, diventando così il più giovane difensore ad andare a segno nei top-5 campionati europei 2019/20 e anche il primo difensore nato dopo l'1/1/2000 a segnare una rete in Serie A.

Non contento, ha deciso di annullare un certo Fabio Quagliarella, uno dei mostri sacri del calcio italiano. Una prestazione praticamente perfetta, per la gioia di Juric che per primo ha intravisto le sue qualità ed adesso di gode le prestazione del giovanissimo talento, che ha contribuito al grande avvio di stagione dell'Hellas.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


KUMBULLA: «UNA FAVOLA FARE GOL AL BENTEGODI, MA SONO PIÙ CONTENTO PER LA VITTORIA...»
05/OTTOBRE/2019 - 20:45
Verona- Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, Marash Kumbulla alla vigilia di Hellas Verona-Sampdoria, 7a giornata della Serie A TIM 2019/20.

«Il mio primo gol fra i professionisti? È stato stupendo fare gol al 'Bentegodi', in serie A. Una vera e propria favola. Ho attaccato lo spazio, ho colpito di testa e l'ho imbucata in rete. Sono contento per il gol ma ancora più contento per la vittoria della squadra. A chi dedico la rete? Alla mia famiglia, ai miei genitori. La mia scalata sino alla serie A? Mi presentai al ritiro dopo l'infortunio, ho lavorato tutta estate con l'obiettivo di voler giocare in serie A. Ho capito che avrei potuto farcela. Il mio idolo? Mi ispiro molto a Chiellini, un grande difensore. La punizione di Veloso? Ha fatto un bellissimo cross e non mi restava altro che insaccarla in fondo alla rete. Il mio lungo percorso nel Verona? Non me lo sarei mai aspettato, ma l'ho sempre sognato, sin da quando sono entrato in questo Club, all'età di soli 8 anni. Ora voglio fare il maggior numero di presenze possibili in serie A. Mister Juric? Mi ha dato molta fiducia, fin da subito, a partire dalle prime amichevoli. Io sto solamente cercando di ripagare la sua fiducia. Quanti messaggi mi arriveranno telefono? Saranno tanti, credo, in primis da amici e famigliari. Ora mi godo questa serata. La Nazionale? Sono molto contento di poter giocare in Nazionale, in una fase importante e stimolante come le qualificazioni agli Europei».

FONTE: HellasVerona.it




NEWS
Kumbulla: “La Serie A? Ho iniziato a crederci solo quest’estate”
Il giovane difensore gialloblù, ospite di “A tu per tu“, non ha però parlato solo di calcio

di Tommaso Badia Settembre 25, 2019 - 19:30

È stato Marash Kumbulla il terzo ospite di “A tu per tu“, la nuova rubrica lanciata da Hellas Channel, il canale tematico del Verona.

Dai primi calci al debutto in Serie A, passando per scuola, famiglia, hobby e tanto altro, ecco dunque le principali dichiarazioni del giovanissimo difensore gialloblù.

LA SERIE A. «Vedermi in Serie A per me è molto “strano”, ma spero di abituarmici presto. L’esordio è stato un’emozione unica, perché giocare in questa categoria è il sogno di tutti i ragazzi che praticano questo sport, ed esserci riuscito a 19 anni, con la maglia della squadra con cui sono cresciuto, per me è motivo di grande orgoglio e una gioia indescrivibile. Cosa mi ricordo di quella gara contro il Bologna? È stata una bella prestazione di tutta la squadra, un buon pareggio in inferiorità numerica: è una partita che porterò sempre nel cuore. Certo, non era iniziata benissimo visto che al primo pallone toccato ero scivolato, ma poi è andato tutto bene…».

GIALLOBLÙ DA SEMPRE. «Ho iniziato a giocare con l’Hellas quando avevo 8 anni. Ricordo ancora tutto, provini inclusi, anche se allora non capivo bene cosa stessi per realizzare: per me era solo un divertimento. Ripercorrere mentalmente questi anni e vedere dove sono ora mi fa un certo effetto… L’allenatore che più mi ha fatto crescere? Ricordo tutti con affetto perché tutti i tecnici che ho avuto mi hanno insegnato qualcosa».

CENTROCAMPISTA MANCATO? «Quando ero piccolo e giocavo “a sette” mi schieravano centrocampista, poi una volta arrivato al Verona mi hanno subito arretrato in difesa. Il mio ruolo preferito? Preferisco rimanere nella mia posizione attuale, dove mi diverto».

IL SOGNO. «Ho sempre sperato di riuscire a giocare in Serie A, ma ho iniziato a crederci seriamente solo durante il ritiro di quest’anno. Ce l’ho messa tutta, e alla fine grazie anche al mister e alla Società, che hanno creduto in me, ce l’ho fatta».

JURIC. «Il mister è diverso dai tecnici che fanno giocare i giovani per “premiarli”. Lui quando fa giocare un giocatore giovane è perché pensa che abbia i mezzi per farlo. Caratterialmente mi sta dando tanto, è grintoso, “duro” quando serve e ci fa lavorare tanto. Per uno come me, che deve crescere tanto, è l’allenatore ideale».

IL BENTEGODI. «Al debutto avevo la pelle d’oca. Quando i nostri tifosi applaudono o esultano mi fanno provare emozioni incredibili: è una sensazione che si vive in quel momento ma che poi non si può descrivere a parole».

GLI AVVERSARI. «Finora il più difficile da marcare è stato Dybala, anche per caratteristiche fisiche: lui nel breve è ovviamente molto più portato rispetto a me… Qualcuno che vorrei affrontare? Guardo di partita in partita, quindi per il momento penso al Cagliari…».

SCUOLA, FAMIGLIA E HOBBY. «Incastrare tutti gli impegni è ovviamente difficile, ma famiglia e Società mi aiutano molto sotto questo aspetto. I miei genitori mi danno una grande mano e mi seguono ovunque, la loro vicinanza è fondamentale. I miei hobby? Mi piacciono molto film e serie TV».

FONTE: CalcioHellas.it




Chi è Marash Kumbulla, il difensore classe 2000 del Verona che ha stregato la Serie A
Marash Kumbulla, nato a Peschiera del Garda, in possesso della doppia cittadinanza albanese e italiana, è un difensore dell’Hellas. Il tecnico Juric, ha premiato il centrale classe 2000 con le prime due giornate di campionato da titolare. Un attestato di stima importante per un talento come lui che già si era messo in mostra nel settore giovanile e che adesso attende solo di vestire per la prima volta la maglia della Nazionale maggiore dell’Albania.
VERONA 13 SETTEMBRE 2019 08:47 di Fabrizio Rinelli

Domenica sera, allo stadio ‘Bentegodi’ di Verona, l’Hellas padrone di casa ospiterà un Milan a caccia di punti per provare a inanellare subito la seconda vittoria di fila. Non sarà semplice per gli uomini di Juric arginare i rossoneri, così come non è per nulla scontato per Giampaolo possa superare agevolmente questo avversario. Già, perché a parte l’entusiasmo del ritorno in A e il pubblico sempre caldissimo, il Verona ha dalla sua parte la grinta di una rosa giovane con nomi assolutamente sconosciuti che prima di questo inizio di stagione in tanti ignoravamo l’esistenza.


Come ad esempio il difensore centrale, classe 2000, Marash Kumbulla. Lui, a 19 anni, ha già stupito tutti giocando nel migliore dei modi le prime due gare di campionato. Albanese ma con cittadinanza italiana, Kumbulla è nato a Peschiera del Garda ma ha scelto la Nazionale dell’Albania. Talento e personalità assolutamente garantita. Scopriamo meglio chi è attraverso questo focus.

Un gioiello della ‘cantera’ veronese
Marash Kumbulla, classe 2000, è nato a Peschiera del Garda, in provincia di Verona, da genitori albanesi. Giovane promettente e di grande prospettiva. Se ne sono accorti tutti all’Hellas, fin da quando ha iniziato a crescere e maturare (anche in fretta), attirando le attenzioni dei vari allenatori della prima squadra che però fra retrocessioni, promozioni, ancora retrocessioni e nuovi balzi in A, non sono mai riusciti a concentrarsi al meglio su di lui. Colpa anche di alcuni gravi infortuni che negli ultimi due anni l’hanno tormentato.


Ma il riscatto di Kumbulla è arrivato a dicembre del 2018 quando è riuscito ad esordire in B contro il Cittadella. Carattere e grinta per un giocatore che ha subito impressionato e che nel tempo ha fatto parte di tutte le nazionali giovanili albanesi. Attualmente milita nell’Under 21 delle “Aquile”. E’ stato anche convocato da Eddy Reja (ct dell’Albania) per le qualificazioni europee.

L’esordio in A contro Bologna e Lecce
Nella notte in cui Sinisa Mihajlovic ha emozionato il pubblico del ‘Bentegodi’ per via della sua presenza inaspettata in panchina nel match d’esordio in campionato del suo Bologna, il Verona si accingeva a mandare in campo Kumbulla. Fra lo stupore generale, fu proprio l’albanese classe 2000 a giocare dal 1’ una gara già importante visto che in prospettiva poteva rappresentare uno scontro diretto importante per la salvezza. Ma Marash fu come ipnotizzato da quella gara: concentrato, attento, pulito, senza alcuna sbavatura.


Insomma, ha ripagato al meglio la fiducia di Juric che fin dai primi giorni di ritiro ne aveva apprezzato il carattere e la determinazione di questo ragazzo che tanta sicurezza gli stava dando nonostante la giovane età. Il premio è stato quello della riconferma dal 1’ nella seconda gara contro il Lecce (vittoria per 1-0).

Le caratteristiche che hanno folgorato Juric
Dire che si tratti di un difensore solo concentrato e attento sarebbe riduttivo. E allora concentriamoci a capire cosa di Kumbulla abbia di fatto colpito così tanto Ivan Juric. In primo luogo, il centrale classe 2000, ha bisogno di irrobustire il suo fisico ancora troppo longilineo, ma di questo ci sarà tempo per rimediare. Kumbulla resta un difensore centrale quasi completo, bravo nel gioco aereo, capace di leggere al meglio le situazioni di gioco, marcare con criterio e abile anche nell’impostare il gioco da dietro come chiede di fare Juric nella sua difesa a tre.


Altra importante caratteristica, è quella relativa agli inserimenti sui calci da fermo. Kumbulla infatti in proiezione offensiva è risultato più volte decisivo nelle giovanili del Verona, mostrando anche coraggio, quello che sembra davvero non mancargli neanche in un paloscenico così importante come la Serie A. Insomma, un predestinato che ha solo voglia di continuare in questo modo.

Il Milan e il sogno di un esordio con la Nazionale A dell’Albania
Il suo primo vero match di cartello sarà contro il Milan nel posticipo di domenica alle 20.45. Davanti al pubblico del ‘Bentegodi’, Kumbulla vorrà fare assolutamente bella figura trovandosi davanti avversari come Piatek, Rebic e Suso. Non sarà facile leggere i movimenti di questi calciatori e carpirne le intenzioni. Ma sarà importante restare concentrati e magari giocarsi le proprie chance anche per mettersi in mostra di fronte ad un club così prestigioso.

💪🏻🇦🇱🔥 @fshforg

Un post condiviso da Max Kumbulla (@maxkumbulla) in data:


Già, perché oltre al sogno di vestire un giorno la maglia di un top club, Kumbulla vorrebbe esordire con la Nazionale A dell’Albania. Eddy Reja, Ct della Nazionale delle ‘Aquile’, l’ha convocato per queste gare di qualificazione (contro Francia e Islanda, ma il ragazzo è rimasto in panchina) e dopo 9 presenze con l’Under 17, 1 con l’Under 19 e 2 con l’Under 21, potrebbe anche premiarlo più avanti regalandogli subito la gioia di vestire la maglia della Nazionale maggiore del suo Paese per la prima volta in carriera.

FONTE: Calcio.FanPage.it.it


INVITATO SPECIALE
11 settembre 2019 - 12:26
Tricella su Kumbulla: “Bravo, ha un ruolo che pesa”
Il Capitano parla del difensore dell’Hellas: “Se sei al centro della difesa hai grandi responsabilità”

di Redazione Hellas1903

Roberto Tricella, intervistato da “La Gazzetta dello Sport”, si sofferma su Marash Kumbulla.

Parlando delle buone prestazioni del difensore del Verona, il Capitano dice: “Complimenti. Il gioco è del tutto cambiato rispetto a quando andavo in campo io, ma ci sono degli aspetti che non sono variati. Se sei al centro della difesa hai una grossa responsabilità, non soltanto per il lavoro in copertura cui sei tenuto, ma anche perché hai l’incarico di iniziare l’azione, di dare il via alla manovra”.

FONTE: Hellas1903.it


L'ESPLOSIONE DEL DIFENSORE
Kumbulla da riserva delle riserve a titolarissimo
08/09/2019 12:00
Da riserva delle riserve in Serie B a titolare inamovibile in Serie A. E' cambiata in fretta la vita di Marash Kumbulla, 19enne nato e cresciuto a Peschiera, ma col passaporto albanese. Un veronese a tutti gli effetti cresciuto nel vivaio gialloblù, allo Sporting di Peschiera, a due passi da casa.

Il difensore centrale ha stupito tutti in questi primi mesi della nuova stagione, prima in ritiro e poi in campionato. Affidabile, puntuale negli interventi, posizionato sempre nel modo giusto nella marcatura sugli attaccanti e piedi discreti per essere un difensore. Kumbulla, in questo momento, è il perno della retroguardia di Juric. Da centrale, nella difesa a tre, ha scavalcato Dawidowicz nelle gerarchie.

L'anno scorso Grosso non gli aveva dato nessuna chance (anche per qualche infortunio di troppo), ora Juric gli ha affidato le chiavi della difesa senza timore. Il ragazzo sta convincendo tutti, anche i più scettici. Ma ora arriva la parte più difficile: dimostrare continuità per tutta la stagione. Kumbulla può essere davvero un valore aggiunto per questo Hellas, una bella sorpresa apparsa all'improvviso. E per la società, magari, una grossa plusvalenza per il futuro.

FONTE: TGGialloBlu.it


NEWS
Kumbulla: “Spero di continuare a ripagare la fiducia di Juric. Mi ispiro a Chiellini”
Le dichiarazioni del giovane difensore albanese dal ritiro della nazionale maggiore albanese

di Redazione Settembre 5, 2019 - 12:39

Il difensore dell’Hellas Verona, Marash Kumbulla ha parlato dal ritiro della nazionale albanese in vista della partita con la Francia:

PRIMA CONVOCAZIONE. “Sono molto emozionato per essere qui all’età di 19 anni e giocherò di nuovo con l’U21 albanese. Tuttavia, sono stato molto contento quando mi ha chiamato il ct Reja. È un allenatore italiano e questo fatto mi aiuta a capire più facilmente le sue idee. Tuttavia, il fatto che io provenga dalla Serie A non semplifica le cose, in quanto l’allenatore guarda tutti in allenamento e quindi valuta e seleziona il meglio. È una squadra molto buona, con molti giocatori internazionali. Speriamo di ottenere più punti possibili in questi due incontri. I miei compagni sono stati molto accoglienti e mi aiutano sia dentro che fuori dal campo, dove mi tengono vicino”.

DEBUTTO IN SERIE A. “È un sogno appena iniziato. Juric mi ha dato molta fiducia e spazio, quindi spero di continuare a ripagare la sua fiducia fino alla fine. Devo concentrarmi sul Verona ma spero di arrivare più in alto possibile nella mia carriera”.

IDOLO. “Come difensore mi piace molto Chiellini. È difficile raggiungere il suo livello, ma è il giocatore a cui mi ispiro”.

FONTE: CalcioHellas.it


Statistiche 1ª giornata Serie A TIM, Kumbulla al primo posto per palloni recuperati
agosto 28, 2019

I numeri dell’esordio nel massimo campionato italiano eleggono il difensore classe 2000 dell’Hellas Verona, Maresh Kumbulla, come il giocatore che ha recuperato più palloni (6) insieme a Murillo della Sampdoria. Terzo posto per Henderson (5). Ultimo gradino del podio anche per il centrocampista gialloblù Amrabat nella speciale classifica della velocità in sprint (33.93 km/h), sesto posto invece per l’attaccante Tutino (33.26). L’Hellas Verona risulta essere la squadra che ha corso di meno e la peggiore per numero di passaggi riusciti (139): al primo posto di questa speciale classifica il Bologna di Mihajlovic, avversario domenica sera al Bentegodi dei gialloblù di Juric, con 543 passaggi riusciti. Fonte: legaseriea.it

FONTE: HellasLive.it


_


Classe 2000 ma con una personalità da veterano: Marash Kumbulla
agosto 26, 2019

Buona la prima, all’esordio in Serie A, per il difensore nato e cresciuto a Verona e nell’Hellas. L’allenatore Ivan Juric, dopo aver puntato sempre su di lui durante le amichevoli pre-campionato e la prima gara ufficiale di coppa, ha deciso di confermarlo anche alla prima di campionato, regalandogli una maglia da titolare e le chiavi della difesa scaligera. Una bella conferma quella di ieri sera al Bentegodi contro il Bologna per Kumbulla. E pensare che la sua serata non era certo iniziata del migliore dei modi, con lo scivolone a pochi secondi dal fischio iniziale che avrebbe potuto compromettere sia il risultato finale che la prestazione del giovane gialloblù. Ma Kumbulla non si è perso d’animo, anzi, ha reagito subito prendendo a spallate prima Palacio e poi anche Santander, confermando a tutti quanto di buono aveva già mostrato nelle partite precedenti. Ora spetta solo a lui spiccare il volo. Il ragazzo ha tutto per affermarsi nel calcio che conta, specie una mentalità vincente che l’ha portato, con merito, in Prima squadra. E siamo solo all’inizio…

Kumbulla, l’unica nota positiva della serata di coppa
agosto 19, 2019

Con autorità ha guidato la difesa gialloblù nonostante la giovane età (classe 2000, ndr) ed esperienza. Ma ancora una volta ha dimostrato qualità e personalità il veronese Marash Kumbulla. Cresciuto nell’Hellas Verona, ieri ha trovato per la prima volta in carriera una maglia da titolare tra i professionisti. Una prestazione più che sufficiente la sua, macchiata solo dall’eliminazione in coppa Italia dei gialloblù. Juric crede molto in Kumbulla e lo ha dimostrato sin dal primo ritiro di Primiero, mandandolo subito in campo. Dopo la tribolata stagione passata, trascorsa più in infermeria che sul campo, è arrivata la grande occasione per Kumbulla per dimostrare di poterci stare anche nel calcio dei grandi.

Il veronese Kumbulla piacevole sorpresa dell’Hellas di Juric
agosto 5, 2019

Nato a Peschiera del Garda e cresciuto calcisticamente nell’Hellas Verona. Le origini sono albanesi ma il cuore è gialloblù. Al 100%. Difensore classe 2000, è Marash Kumbulla la piacevole sorpresa della squadra di Ivan Juric. Il nuovo allenatore gialloblù, complice anche gli infortuni di Bocchetti e Gunter, ha dato sempre fiducia al giovane centrale scaligero nelle amichevoli pre-campionato ed il nazionale albanese (ha il doppio passaporto, ndr) non ha mai sfigurato. Anzi. “Una delle qualità più importanti che ha il ragazzo, è la professionalità. Nonostante la giovane età, si è sempre applicato al massimo, dando tutto per la causa gialloblù. Nelle giovanili dell’Hellas, ha sempre giocato coi più grandi a dimostrazione che il Verona ha sempre creduto in lui, società che ha deciso di prolungargli il contratto sino al 2022 – ha dichiarato a Hellas Live l’agente di Kumbulla, Gianni Vitali – L’impiego costante da parte di Juric nelle amichevoli? Si sta togliendo delle belle soddisfazioni dopo la complessa stagione passata, chiusa poi nel migliore dei modi con la promozione in Serie A. L’esordio in prima squadra in Coppa Italia a Catania e la prima nel campionato cadetto contro il Cittadella, sono state due giornate che rimarranno indelebili nella sua testa. Piccoli guai fisici poi l’hanno fermato ma anche questo sono sicuro gli sia servito per maturare. Kumbulla deve continuare a fare quello che sta facendo, applicandosi sempre al massimo, tutti i giorni. Solo così potrà migliorare e dimostrare le sue importanti qualità. Ha la mentalità giusta per raggiungere i suoi obiettivi, grazie anche all’educazione che gli ha insegnato la sua splendida famiglia”.

FONTE: HellasLive.it


28.07.2019
Tupta con Kumbulla e Danzi L’Hellas del futuro è già qui?

Il Verona dei giovani. La Giovine Hellas. L’Austria regali riflessi di futuro. Nulla di definitivo, per carità. Ma Ivan Juric ha in mano tre carte jolly. Le può giocare, le può tenere. Magari il soffio del vento del mercato cambierà tutto in corsa. Ma Andrea Danzi, Marash Kumbulla e Lubomir Tupta, oggi, sono tre tipi da Hellas. Sia inteso: questo Hellas. Quello che non può abbandonarsi a spese pazze e, per necessità, dovrà anche scommettere sui suoi ragazzi.
[...]

E poi c’è Marash Kumbulla, difensore italo-albanese classe 2000. «Riscatto» è la parola chiave. Dopo una stagione di tormenti. «Il peggio è passato». Juric lo ha messo spesso al centro della difesa. Per vedere, per capire, per intuire cosa potrà offrire Kumbulla. Non adesso, non subito, ma in prospettiva. La serie A non aspetta. Il Verona, là dietro, necessità di esperienza. Ma Kumbulla potrebbe crescere piano ed esplodere al momento giusto. «Con me gioca chi merita, non guardo la carta d’identità» dice il tecnico. Il Verona del futuro magari sta già nascendo.
Simone Antolini

FONTE: LArena.it


Un sogno per due: Danzi e Kumbulla


KUMBULLA: «CON JURIC IDEA DI CALCIO BEN PRECISA. HO TANTA VOGLIA DI RISCATTO»
20/LUGLIO/2019 - 19:20
Mezzano (Trento) - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Marash Kumbulla, rilasciate al termine di Hellas Verona-Union Feltre, terza amichevole del ritiro di #Primiero2019.

«Il ritiro? E' stato importante sia per l'aspetto fisico che per quello tattico, Juric ci ha dato un'impronta precisa fin dal primo giorno. Ovviamente siamo solo all'inizio, c'è ancora tanto da fare. Sarà un Verona grintoso che aggredirà sempre l'avversario provando a imporre il proprio gioco, anche grazie ai nostri tifosi. La Serie A? Ci saranno squadre fortissime, ma noi ce la giocheremo con tutti e dobbiamo lottare per fare più punti possibile. Abbiamo tanti giovani bravi come Danzi e Tupta, ma ci sono anche elementi di esperienza. Io ho tanta voglia di riscatto per i tanti problemi dello scorso anno, ora voglio lavorare e giocarmi le mie carte per dare una mano alla squadra».

FONTE: HellasVerona.it


Hellas Verona, Kumbulla in rete contro il Primiero
Hellas Verona, il giovane Kumbulla in rete nel primo test stagionale

By Matteo Zampini
Lug 15, 2019

A Primiero San Martino di Castrozza è andata in scena la prima uscita stagionale del Hellas Verona di Ivan Juric neopromosso in Serie A. Gli scaligeri hanno affrontato la formazione locale del Primerio vincendo 12-0. Tra i marcatori spicca il giovane albanese Marash Kumbulla: il difensore, in campo nella ripresa, ha realizzato il momentaneo 9-0.

Nato nel 2000, Kumbulla ha il passaporto italiano ed ha mostrato anche nel campionato Primavera di avere il vizietto del gol. Nel suo anno in Primavera 1 ha realizzato una marcatura, contro il Genoa. Nella passata stagione, invece, sono state due le reti segnate con la formazione Primavera gialloblu su venti presenze in Primavera 2.

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2018-19 +   -   =
H. VERONA- Dalla Primavera all’esordio col Cittadella: che sogno!
Hellas Verona: è un anno di ripartenza per la società scaligera che lo scorso anno oltre a che con la prima squadra è retrocessa anche con la Primavera.

Di Marco Lepore - 29 dicembre 2018
Chissà se in casa Hellas Verona per il giovane albanese Marash Kumbulla si sta aspettando la mezzanotte del 31 dicembre o sono già partiti i festeggiamenti, in barba a qualunque indicazione data dal calendario.

Già perchè per il difensore centrale classe 2000, già nel giro della nazionale Under 21 del suo paese, il 28 dicembre 2018 non potrà mai essere una data qualsiasi visto che ha segnato il suo debutto con la prima squadra del Verona nella sfida di campionato contro il Cittadella.

Erano circa le 22:30 quando mister Grosso si è alzato dalla panchina e ha chiamato a sè quel ragazzo con la maglia numero 25 sulle spalle che in cuor suo ci sperava, visto anche il risultato acquisito dai veneti.

“Entra e spacca tutto, è il tuo momento ragazzo“.

Non sappiamo se siano state esattamente queste le parole, ma immaginiamo che il senso non fosse molto diverso e così la Serie B al minuto 28′ della ripresa ha accolto un nuovo millenial.

Queste le parole del giovane albanese rilasciate su Instagram dopo il debutto di ieri:

“Felicissimo per il mio esordio in serie B ma ancora più contento per la vittoria della squadra“.

IN BOCCA AL LUPO A MARASH KUMBULLA DALLA REDAZIONE DI GIOVANILI NAZIONALI
Marco Lepore

FONTE: GiovaniliNazionali.it

_


Esordio in campionato per Marash Kumbulla
dicembre 28, 2018

Un altro esordio tra i professionisti direttamente dal Settore Giovanile dell’Hellas Verona. Marash Kumbulla, difensore nato a Peschiera del Garda l’8 febbraio 2000, ieri sera al Bentegodi contro il Cittadella, ha calcato per la prima volta in campionato il manto erboso dei grandi, rilevando al 28’ della ripresa Lee. Grosso gli ha dato fiducia e lui l’ha ripagata sul campo, contribuendo ad inanellare il quinto risultato utile consecutivo per Pazzini e compagni.

FONTE: HellasLive.it


CALCIOMERCATO
Hellas, rinnovo per Danzi e Kumbulla
19/11/2018 14:00
Il Verona, attraverso una nota, ha comunicato di aver rinnovato il contratto ai giovani Danzi e Kumbulla. Questo il comunicato da via Francia: “L’Hellas Verona FC comunica di aver prolungato i contratti del centrocampista classe 1999 Andrea Danzi e del difensore classe 2000 Marash Kumbulla fino al 30 giugno 2022”.

FONTE: TGGialloBlu.it


ABEO ED HELLAS VERONA A BORGO TRENTO PER UNA MATTINATA DAVVERO SPECIALE
18/OTTOBRE/2018 - 14:00

Verona - Dalla generosità di tanti e dalla lunga collaborazione tra ABEO ed Hellas Verona, un piccolo grande gesto per i bambini del reparto di Oncoematolgia Pediatrica dell'Ospedale di Borgo Trento. E' stato infatti inaugurato, questa mattina, un nuovo macchinario per la cura dei piccoli pazienti che ogni giorno lottano contro la malattia, un acquisto reso possibile dalle tante donazioni raccolte all'Hellas Verona Store durante lo scorso periodo natalizio, quando i volontari di ABEO hanno realizzato le confezioni regalo in cambio di un'offerta.

Hanno preso parte al momento, insieme ai bambini, ai medici e al personale di ABEO che quotidianamente dedica tempo e risorse a queste attività, il Team Manager Sandro Mazzola e i calciatori gialloblù Alan Empereur, Marash Kumbulla e Antonino Ragusa, che hanno così potuto incontrare i piccoli pazienti e visitare il reparto, restando molto colpiti. Una piccola targhetta è stata poi apposta sul nuovo macchinario, a ricordo della generosità dell'Hellas Verona e dei suoi tifosi. Tante altre iniziative sono in arrivo, sempre a sostegno dell'Associazione Bambino Emopatico Oncologico.

FONTE: HellasVerona.it


Pubblicato il 30 lug 2018
Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Marash Kumbulla, rilasciate al termine di Heidenheim-Hellas Verona, amichevole estiva.

FONTE: Hellas Verona Channel


PRIMO PIANO
H.Verona, Kumbulla: "Una grande emozione essere in Prima Squadra"
29.07.2018 22:00 di Christian Pravatà Twitter: @Christianpravat
Fonte: www.hellasverona.it
Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Marash Kumbulla, rilasciate al termine di Heidenheim-Hellas Verona.

«Per me è una grandissima soddisfazione aver fatto tutto il percorso del Settore Giovanile ed essere arrivato in prima squadra al Verona. Devo ringraziare il mister e tutto lo staff per la fiducia, cercherò sempre di ripagarla lavorando e allenandomi al massimo con umiltà per migliorare il più possibile. In squadra abbiamo tanti giocatori da cui si può soltanto imparare, i consigli dei miei compagni mi aiutano molto, li accetto tutti come è normale che sia. Primavera? Ho ancora un bellissimo rapporto con il mister e con tanti ragazzi, faccio loro un grande in bocca al lupo per la prossima stagione».

FONTE: TuttoB.com


STAGIONE 2017-18 +   -   =
Kumbulla, gol decisivo con l'Albania
24/03/2018 19:45

Proseguono gli impegni nelle Nazionali anche per i ragazzi della Primavera gialloblù. Marash Kumbulla, impegnato con l'Albania Under 19 nella prima delle due amichevoli contro il Kazakistan, ha giocato l'intera partita e segnato il gol decisivo che ha regalato la vittoria per 1-0 alla sua squadra.

[...]

FONTE: TGGialloBlu.it


IL DIFENSORE
Kumbulla: Compagni e mister strepitosi
30/07/2017 14:26
«Se mi muovevo bene al centro della difesa è grazie ai miei compagni. In questi giorni mi son allenato bene con la prima squadra e mi hanno aiutato molto. Ringrazio loro ed il mister per la fiducia». Queste le parole del giocatore del Verona, Marash Kumbulla, al termine dell’amichevole giocata contro la Sampdoria e vinta 1-0. Continua il difensore: «Sono veramente contento e sono orgoglioso d’aver giocato dal primo minuto nella squadra della città dove sono nato. Sinceramente non me l’aspettavo di giocare titolare. Il mister va ringraziato tantissimo e tra i compagni Souprayen ed Heurtaux per i consigli. Mi aiutano molto a migliorare. Ho ricevuto molti complimenti e questo mi rende orgoglioso».

A.F.

FONTE: TGPadova.it


Pubblicato il 29 lug 2017
Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Marash Kumbulla, rilasciate al termine di Sampdoria-Hellas Verona 0-1, quarto test match pre campionato dell'Hellas Verona.

FONTE: Hellas Verona Channel


_

Ufficiale: primo contratto da professionista per il difensore classe 2000 Marash #Kumbulla, in gialloblù fin dai Pulcini.#HVFC pic.twitter.com/4g0zy1C7ZR

— Hellas Verona FC (@HellasVeronaFC) July 6, 2017

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaTorino Juric

#AtalantaVerona highlights


Archivio