Le schede di B/=\S: Matteo PESSINA

Pubblicato da Smarso lunedì 26 agosto 2019 20:31, vedi , , , , , , , , , , , , , | Nessun commento

Nato a/il:Monza (MB) il 21/04/1997
Nazionalità:Italiana
Contratto:Prestito con diritto di riscatto e controriscatto
Ruolo:Centrocampista
Altezza:187 Cm
Peso:75 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2019 - 2020A-- 
Atalanta2018 - 2019A12 (+2CI +5EL)0 (+0 +0) 
Spezia2017 - 2018B382 
Como2016 - 2017LP35 (+1POff +2CI +3CILP)9 (+0 +0 +0) 
CataniaGen. 2016 - 2016LP10 
Lecce2015 - Gen. 2016LP3 (+1CILP)0 (+0) 
Monza2014 - 2015LP20 (+2POut +1CILP)3 (+3 +0) 
Monza2013 - 2014Primavera-- 
Giovanili MonzaFino al 2013--- 
LEGENDA: LP=Lega Pro, POut=Playout, CILP=Coppa Italia Lega Pro, CI=Coppa Italia, EL=Europa League

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 26 Agosto 2019
Stupisce nel suo Monza non ancora 18enne poi l'arrivo da svincolato al MILAN, i prestiti infruttuosi al Sud prima di trovare al COMO l'annata giusta anche con l'Under 20 azzurra, crescita confermata anche in Serie B allo SPEZIA (quando è nominato miglior giovane della cadetteria al 'Gran Galù Top 11') poi finalmente il ritorno all'ATALANTA da grande promessa ma qualcosa va storto con GASPERINI nonostante l'esordio in Europa League: Matteo arriva in gialloblù con una gran voglia di rivalsa per dimostrare una volta per tutte che in Serie A ci può stare alla grande.

Dal punto di vista tecnico PESSINA è una mezzala di piede mancino e buona struttura fisica, è stato impiegato anche come mediano in un centrocampo a due e come trequartista, buona visione di gioco, ottima tempistica negli inserimenti (che spesso lo portano alla conclusione vincente), Matteo possiede anche una gran tecnica di base e velocità sia nel pensiero che nell'azione.

DAL MONZA AL MILAN
Figlio dell'ex revisore dei conti del MONZA, Matteo fa tutta la trafila delle giovanili con il club della Brianza prima di esordire in prima squadra in Lega Pro nella stagione 2014-15: Non ancora 18enne, ma con mezzi e determinazione da vendere, il ragazzino si fa spazio tra i grandi fino a stupire con 6 centri in 22 presenze tra campionato e playout vinti contro il PORDENONE.
Alla salvezza conquistta sul campo i biancorossi non riescono però ad associare la solidità societaria: Al termine della stagione il MONZA fallisce e deve ripartire dai dilettanti mentre i sogni del PESSINA calciatore svincolato sembrano infrangersi fino all'arrivo del MILAN che ingaggia il giovane talento per 20mila Euro e lo gira subito al LECCE, ancora in Lega Pro, per proseguire nella crescita.
Con i salentini di ASTA e BRAGLIA il centrocampista brianzolo non lega, si sente un pesce fuor d'acqua e magari anche la lontananza da casa influisce, fattostà che a Gennaio PESSINA abbandona la Puglia per spostarsi in Sicilia, al CATANIA: La categoria non cambia e purtroppo nemmeno il rendimento di Matteo che da li al termine dell'annata metterà in cantiere una sola presenza.
I rossoneri riprendono in seno il centrocampista solo per girarlo di lì a poco al COMO per il 2016-17 e con Fabio GALLO in panca Matteo ritrova fiducia, minutaggio e gol (saranno ben 9 a referto) diventando un perno della mediana comasca che conquisterà gli spareggi per la promozione al termine dell'annata.

PROMESSA (PER ORA) MANCATA ALL'ATALANTA
Nell'estate 2017 il MILAN preleva Andrea CONTI dall'ATALANTA mentre la giovane promessa PESSINA fa il percorso inverso approdando alla Dea in maniera definitiva anche se per il Gasp il ragazzo è ancora acerbo e deve andare a giocare, magari in cadetteria, ecco allora il prestito allo SPEZIA dove il 20enne brianzolo, che nel frattempo ha attirato complimenti anche nell'Under 20 azzurra, ritrova GALLO e brilla anche fra i liguri: A fine stagione, con 2 gol in 38 presenze, verrà pure eletto il miglior giovane della Serie B al 'Gran Galà Top 11'.
Col rientro all'ATALANTA nella passata stagione Matteo riesce a convincere GASPERINI di essere pronto all'utilizzo anche in Serie A ma, dopo i preliminari d'Europa League e l'esordio col FROSINONE, PESSINA viene accantonato dal tecnico degli orobici e conta più le giornate passate a guardare i compagni dalla panchina o dalla tribuna che a giocare.

Ora la grande occasione scaligera per far vedere all'ATALANTA che deve continuare a scommettere sul suo talento.

Qui trovate la pagina Instagram ufficiale del calciatore.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Matteo Pessina | Best Skills,Tackles & GoalsMATTEO PESSINA Atalanta 2017-18 Gol, azioni ed assist

Matteo Pessina
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Matteo Pessina (Monza, 21 aprile 1997) è un calciatore italiano, centrocampista dell'Atalanta e della nazionale Under-21 italiana.

Carriera
- Club
Inizia a giocare nel settore giovanile del Monza, dove rimane fino al 2015; nella stagione 2014-2015 viene aggregato stabilmente alla prima squadra; esordisce tra i professionisti il 6 gennaio 2015, realizzando anche una rete, contro la Pro Patria. Concluderà la stagione segnando 3 reti in 20 presenze (grazie alle quali è il giocatore con più presenze in stagione nella sua squadra) nel campionato di Lega Pro, a cui aggiunge altre 3 reti in 2 presenze nei play-out, vinti contro il Pordenone. Nonostante la salvezza, in estate il club brianzolo è costretto a ripartire dalla Serie D a causa di un fallimento: Pessina rimane quindi svincolato, venendo ingaggiato dal Milan, che successivamente nella stessa sessione di calciomercato lo cede in prestito al Lecce, società di Lega Pro.

Con i salentini nel corso della stagione 2015-2016 viene impiegato con scarsa frequenza: totalizza infatti solamente una presenza in Coppa Italia Lega Pro e 3 presenze in campionato; anche per questo motivo, nel gennaio del 2016 il prestito viene interrotto ed il giocatore viene ceduto, sempre con la formula del prestito, al Catania. Anche in Sicilia continua a venire impiegato con poca frequenza: nella seconda parte della stagione gioca infatti solo un'ulteriore partita di campionato.

Nell'estate del 2016 viene ceduto nuovamente in prestito, questa volta al Como: con la squadra lariana gioca stabilmente da titolare, disputando nel corso della stagione 2 partite in Coppa Italia, 3 partite in Coppa Italia Lega Pro, 35 partite in campionato (con 9 gol segnati) ed una nei play-off.

Il 7 luglio 2017, contestualmente al passaggio di Andrea Conti dall'Atalanta al Milan, Pessina viene ceduto alla squadra orobica come contropartita tecnica. Il 25 agosto 2017 passa allo Spezia con la formula del prestito secco; il 23 febbraio 2018 realizza la sua prima rete in Serie B sbloccando la partita contro la Salernitana. Al termine della stagione è stato eletto come 'miglior giovane della serie B' al ‘Coconuts’ di Rimini in occasione del "Gran Galà Top 11" della serie B.

Nell’estate 2018 torna all’Atalanta. Esordisce con i bergamaschi il 26 luglio 2018, giocando da titolare la partita di andata del secondo turno preliminare di Europa League pareggiata per 2-2 contro i bosniaci del Sarajevo; si tratta inoltre del suo esordio assoluto nelle competizioni UEFA per club.

- Nazionale
Tra il 2015 ed il 2016 ha totalizzato 4 presenze con la maglia dell'Under-19. Successivamente nel 2016 ha giocato anche 2 partite con l'Under-20.
Nel 2017 Pessina viene convocato per disputare il Mondiale Under-20: fa il suo esordio nella manifestazione nella prima giornata della fase a gironi, il 21 maggio 2017, giocando da titolare la partita persa per 1-0 contro l'Uruguay.
Il 5 ottobre 2017 esordisce in nazionale Under-21, subentrando dalla panchina nella partita amichevole vinta per 6-2 sul campo dei pari età dell'Ungheria.

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2019-20 +   -   =
NEWS
05 dicembre 2019 - 16:54
L’Europa e la A: Pessina e il passato atalantino
Con l’Atalanta l’esordio in Serie A e in Europa League, oltre alla conquista della Champions

di Francesco Cazzola, @fzola_
Getty Images

E’ già stato decisivo con la maglia dell’Hellas.

Da quando è arrivato Matteo Pessina non ha saltato nemmeno una partita di campionato. Impiegato spesso sulla trequarti, ma anche davanti alla difesa, dove Juric non ha esitato a dargli fiducia per fare le veci dell’infortunato Veloso. “A Verona si vive di calcio”, aveva dichiarato in un’intervista, “si sente un attaccamento speciale da parte dei tifosi“.

E infatti il pubblico del Bentegodi lo ha apprezzato fin da subito, perché il mancino di Monza ha sempre offerto buone prestazioni, siglando anche due gol pesanti. L’ultimo, contro il Brescia, ha regalato il successo nel derby. Il primo, al suo esordio in gialloblù, ha affondato il Lecce. Da buon ex al Via del Mare aveva scelto di non esultare, nonostante la comprensibile gioia.

Ma il Lecce non è l’unica squadra del suo passato. C’è anche l’Atalanta, prossima avversaria in campionato. Dopo una gavetta partita dalla Lega Pro, un anno e mezzo fa il ventiduenne viene eletto “miglior giovane della Serie B”. La Dea lo aveva girato in prestito allo Spezia, dove ha recitato un’annata da protagonista. Nella scorsa stagione ecco l’occasione a Bergamo: “il primo anno in Serie A, bellissimo: terzo posto in classifica, la conquista della Champions“.

Adesso però il presente dice Verona. E che con l’Atalanta possa essere una partita speciale, la risposta è chiara: “Le guardiamo tutte alla pari”. Parola di Matteo Pessina.

FONTE: Hellas1903.it


3 bellissimi punti, bravi tutti e avanti così!!! @hellasveronafc ⚽️❤️ #unrossoallaviolenza

Un post condiviso da Matteo Pessina (@pessinamatteo) in data:



La buonanotte di Calciatori Brutti da Verona
novembre 24, 2019

Lo scatto di Berardi postato su Instagram dopo la vittoria contro la Fiorentina, è stato commentato da Pessina ”Fino a due mesi fa non mi voleva nemmeno mia madre ora abbiamo 18 punti” simpatico siparietto tra il portiere ed il centrocampista gialloblù che ha dato spunto alla nota community social.

FONTE: HellasLive.it


Grande prestazione di tutta la squadra...guardiamo subito avanti! 💛 @hellasveronafc

Un post condiviso da Matteo Pessina (@pessinamatteo) in data:



LE NOSTRE RUBRICHE: A TU PER TU CON... MATTEO PESSINA
06/NOVEMBRE/2019 - 22:00

Verona - Appena 22 anni, ma con tanta gavetta alle spalle e nessuna voglia di sentirsi arrivato. Che impatto in gialloblù per il centrocampista Matteo Pessina, autore di due splendide reti che hanno garantito altrettante vittorie negli scontri salvezza contro Lecce e Brescia. E' lui il protagonista della rubrica "A tu per tu" di Hellas Verona Channel, nella quale ci racconta una storia tutta da scoprire, fatta di sogni, speranze e tanta concretezza. Caratteristiche che si sposano alla perfezione con quelle dell'Hellas Verona 2019/20, una squadra dove tutti sono indispensabili e dove il gruppo viene prima di tutto.

PESSINA: «SIAMO UN GRUPPO VERO. AVANTI CON L'UMILTÀ»
03/NOVEMBRE/2019 - 18:20
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Matteo Pessina, rilasciate al termine di Hellas Verona-Brescia, 11a giornata della Serie A TIM 2019/20.

«Il mio gol? Ero felicissimo, quando segni è sempre un bel momento. Sono contento soprattutto per il risultato finale, siamo ad un buon punto per il nostro obiettivo. Sappiamo che il campionato è ancora lungo, dobbiamo rimanere umili, ma siamo anche consci delle nostre capacità. Le defezioni last minute di Gunter e Kumbulla dimostrano che siamo un grande gruppo: chiunque entra dà il massimo, e questo si vede nelle prestazioni della squadra. Il mio ingresso al posto di Veloso? Quando sono entrato ho cercato di sotituire al meglio Miguel, facendo al massimo sia la fase difensiva che quella offensiva, sono contento di aver aiutato la squadra. Nell'occasione del gol mi sono inserito perchè vedevo la possibilità di concludere, mi è andata bene. Classifica positiva? Ce la stiamo sudando partita dopo partita: guardarla ci permette di capire che siamo sulla strada giusta. Non ci accontentiamo però, l'obiettivo è ancora lontano. La festa finale? Il pubblico era caldissimo: dopo il gol si è sentito un vero e proprio 'boato' da parte dei nostri tifosi. È stato stupendo».

PESSINA: «SFORTUNATI SÌ, MA POSSIAMO FARE DI PIÙ. UN BENE GIOCARE SUBITO: A PARMA PER VOLTARE PAGINA»
25/OTTOBRE/2019 - 23:30
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Matteo Pessina, rilasciate al termine di Hellas Verona-Sassuolo, 9a giornata della Serie A TIM 2019/20.

«La mia occasione da gol? Mi sono trovato il pallone all'ultimo e ho sbagliato. Dovevo essere più cinico, lì dovevo segnare. C'è bisogno del contributo di tutti in fase offensiva? In questo momento sì, fatichiamo a trovare la via del gol e quindi anche io cerco di andare ad inserirmi ma senza scoprire la squadra. Ci ho e ci abbiamo provato, ma non è bastato. Se ci consideriamo una buona squadra? La nostra identita è questa, oggi abbiamo giocato bene e creato tanto contro un avversario che sa gestire bene la palla. Però questa sera il possesso-palla lo abbiamo tenuto noi, a dimostrazione che ci stiamo allenando bene dal punto di vista tecnico-tattico. Ripartiamo da qui, con la voglia di fare meglio. La gara di Parma di martedì? Un bene giocare ogni tre giorni soprattutto ora che dobbiamo riscattare una sconfitta».

PESSINA: «USCIAMO CON QUALCHE RIMPIANTO, MA CONSAPEVOLI DELLA NOSTRA FORZA»
19/OTTOBRE/2019 - 20:50
Napoli - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Matteo Pessina, rilasciate al termine di Napoli-Hellas Verona, 8a giornata della Serie A TIM 2019/20.

«Una buona prova non è bastata? Usciamo con qualche rimpianto, ma da queste prestazioni dobbiamo imparare, perché questo è il livello in Serie A e quasi tutte le partite sono così. Noi abbiamo fatto bene e li abbiamo messi in difficoltà ma alcune volte tanta corsa non basta, dobbiamo fare di più: sfruttare le occasioni, come ha fatto il Napoli. Squadra solida ma difficoltà a segnare? Dobbiamo allenarci per fare meglio, abbiamo solidità come squadra e ci troviamo bene in campo e siamo in grado di mettere in difficoltà gli avversari, ma dobbiamo cercare di trovare migliori soluzioni in attacco. Il campionato non è iniziato da molto quindi possiamo fare meglio nelle prossime partite. Sconfitte che danno consapevolezza? Queste partite ci danno coscienza dei nostri mezzi. Avete visto cosa siamo riusciti a fare, giocando quasi alla pari con il Napoli, che è una delle più forti del nostro campionato e questo ci dà forza per le nostre partite e per il nostro campionato».

FONTE: HellasVerona.it


NEWS
Pessina: “Contento della fiducia nei miei confronti. Lavoriamo sodo e i risultati arrivano”
Le dichiarazioni del centrocampista arrivato in estate dall’Atalanta sul presente e sugli obiettivi dei gialloblù in questa stagione

di Mattia Zupo Ottobre 12, 2019 - 15:15

Matteo Pessina, centrocampista dell’Hellas Verona, ha parlato a L’Arena del suo presente in gialloblù:

HELLAS. “Se continuiamo così a fine girone d’andata avremo una bella dote di punti e se continuo così farò anche gol. Con Gasperini all’Atalanta ero uno dei due in mezzo, mentre Juric mi ha portato più avanti. Un ruolo che mi piace molto. L’importante è giocare. Sono arrivato a Verona per dare una mano e perché vorrei mettere insieme più partite possibili. Bello giocare dall’inizio ma entrare ed essere decisivo come a Lecce è una bella sensazione. In campo cerco sempre di seguire quello che abbiamo preparato con i compagni. Dipende anche da partita a partita. A Lecce ad esempio mi chiese copertura e ripartenza veloce. Con l’Udinese serviva più dare equilibrio e far girare la palla, magari pressando loro e non farli giocare. La stessa cosa è capitata contro la Samp perché spesso sporcavo l’azione di Ekdal e andavo a pressare Ferrari. Il mio compito era quello di riuscire a dar loro pressione in modo che buttassero via la palla. Dipende da molti fattori. Sono molto contento della fiducia nei miei confronti, siamo un bel gruppo che lavora sodo sul campo e i risultati si vedono.”

INIZIO DI STAGIONE. “Finora siamo stati bravi a tenere una nostra identità in campo. Il mister è riuscito a dare quest’anima al gruppo. La prima cosa è stato formare collettivo dal punto di vista di noi ragazzi, di tenerci uniti. Successivamente è venuto quello del campo”.

GIOCO E INTENSITÀ. “Il pressing, il gioco, l’attenzione sulla situazione di palla inattiva. La cosa importante è la condizione fisica. Corriamo più degli altri e anche a Cagliari si è visto che nell’ultimo quarto d’ora ne avevamo ancora di birra in corpo. Questo ci aiuta nel pressing. Poi subentra il nostro gioco con buone idee. Non sono molte ma il calcio è semplicità, non bisogna dimenticarlo”.

COMPAGNI DI REPARTO. “Veloso mi piace per la classe e per come riesca a gestire tutto. Amrabat per lo strapotere fisico”.

FONTE: CalcioHellas.it




PESSINA: «A LECCE ESORDIO PERFETTO. PER SALVARCI SERVE PERÒ VOLARE BASSI E RIMANERE TUTTI SUL PEZZO»
05/SETTEMBRE/2019 - 17:00
Peschiera - Le principali dichiarazioni del nuovo centrocampista gialloblù Matteo Pessina, rilasciate durante il media event di presentazione.

«Sono prima di tutto felicissimo di essere qui, con il Verona ci sentivamo da tempo e finalmente sono potuto arrivare in gialloblù. Durante la scorsa stagione sono cresciuto molto, ora penso fosse il momento giusto per fare questo passaggio importante della mia carriera. Voglio essere utile agli obiettivi di squadra prima ancora che a me stesso, stiamo lavorando bene e duramente e si è visto in campo, penso che la strada sia quella giusta. L'esordio? Un sogno, senza dubbio, fare gol a una diretta concorrente portando subito tre punti all'Hellas era assolutamente il massimo che potessi desiderare. E' stata davvero una bella azione, di tecnica in squadra non ne manca e il fatto di trovarci così bene in campo aiuta, e spero si migliori ancora. Esultanza? Mi sono trovato bene a Lecce ed è stata la mia prima esperienza lontano da casa, è stata una forma di rispetto ma ora sono pronto a esultare doppiamente, magari per un gol al Bentegodi. Ruolo? Posso giocare sia da play che da mezz'ala, ruolo che mi permette di sfruttare gli inserimenti offensivi. Juric-Gasperini? Ho trovato molte somiglianze, specie sull'attenzione all'aggressività e al possesso palla verticale, questo mi ha aiutato nell'integrarmi velocemente con il resto della squadra. Campionato? Partire forte fa parte del carattere del mister, anche col Bologna in 10 uomini siamo riusciti a fare punti e questo ti aiuta molto anche dal punto di vista mentale. 4 punti in 2 partite? Tanta roba. Ma per salvarci serve però volare bassi e rimanere tutti sul pezzo».

FONTE: HellasVerona.it


APPROFONDIMENTI
Pessina, la non esultanza “importante” e il buffetto di Liguori
Il match-winner di Lecce-Verona fu uno dei primi acquisti del nuovo corso societario dell’U.S. Lecce. Non sbocciò nel Salento, ma la conquista della grande ribalta fu solo ritardata. Nel post-partita, poi, la chiacchierata con Liguori.

di Gabriele De Pandis Settembre 2, 2019 - 14:29

Non esultare al primo gol in Serie A che ti regala la vittoria in uno scontro diretto. Gol segnato in più al debutto con la nuova maglia nella tua prima avventura dove cerchi di essere protagonista. Si può? Sì se ti chiami Matteo Pessina e se a 9′ dalla fine di Lecce-Verona metti a segno la prima segnatura in Serie A e lo fai a una tua ex squadra. Una pietra miliare della carriera non festeggiata a dovere, qualcuno penserebbe.

Il centrocampista militò sei mesi nel primo Lecce dell’era Sticchi Damiani. Cercò di prendersi la cabina di regia ma le presenze si fermarono a 3. Apparizione nella prima di campionato con la Fidelis Andria (sconfitta 1-3) e con l’Akragas.

Leggi qui il racconto dei mesi in giallorosso di Pessina

Sarebbe facile dire oggi “si vedeva del talento in Pessina”, ma, lo abbiamo già detto in altre sedi, il contesto non permetteva l’attesa di talenti in erba. L’ansia e le pressioni salivano di anno in anno, ma l’esplosione fu solo ritardata. L’Atalanta, sempre attenta ai giovani, scommise su di lui, annoverandolo di fatto nella rosa che l’anno scorso ha conquistato la Champions. Quest’anno, però, la necessità di cambiare aria per crescere e la chance offerta dall’Hellas Verona soltanto la settimana scorsa.

Il resto è cronaca di ieri sera. Pessina che beneficia del velo di Verre, batte Gabriel e fa gioire i 154 tifosi del Verona giunti a Lecce. A fine partita, nella pancia del Via del Mare, un incontro speciale. Il vicepresidente Corrado Liguori si è complimentato con il ragazzo colloquiando amichevolmente. Il classe 1997, umile in campo e nelle reazioni, ha ringraziato prima di prendere la via del pullman. Senza dubbio, sarà stata una serata da ricordare per Pessina, la serata del primo gol in A siglato alla squadra dove, dopo i fasti del Monza, non riuscì ad esprimersi al meglio.

FONTE: CalcioLecce.it




SERIE A
Al posto giusto nel momento giusto: Pessina-Verona, chi ben comincia...
01.09.2019 23:44 di Giacomo Iacobellis Twitter: @giaco_iaco
Entra al 74' e segna il gol partita all'81'. Notte magica per Matteo Pessina, alla sua seconda presenza con la maglia dell'Hellas Verona e già protagonista con una rete pesantissima.

Dopo aver giocato 16 minuti nell'esordio dei gialloblù col Bologna, il giovane centrocampista arrivato pochi giorni fa in prestito con diritto di riscatto (e contro-riscatto) dall'Atalanta ha già fatto breccia nel cuore dei tifosi. Merito, appunto, del gol da tre punti realizzato nello scontro salvezza di questa sera col Lecce. Inserimento in area di rigore, controllo di palla e conclusione freddissima davanti al portiere. Al posto giusto nel momento giusto.

Un bel biglietto da visita per il talento dell'Under 21, un giocatore nel quale l'Atalanta e il movimento calcio italiano ripongono grandi speranze per il futuro. La stagione da protagonista che lo aspetta a Verona - iniziata nel migliore dei modi - non può che essere dunque la soluzione migliore per permettergli di fare il primo salto di maturità nel massimo campionato.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Pea: “Verona piazza giusta per Pessina. Mi ricorda Perrotta”
agosto 28, 2019

“Credo proprio che Verona sia la piazza giusta per lui, una realtà con un grande tifo. Matteo è uno che si esalta davanti ad un pubblico così. Lotterà, presumo per la salvezza, e all’Hellas può dare tanto: non soltanto è dinamico, sa fare gol, costruire gioco, salire in avanti. Chi mi ricorda? Perrotta – ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport, Fulvio Pea, responsabile e coordinatore del settore giovanile del Jiangsu Suning, allenatore che fece esordire Pessina tra i professionisti a Monza nel 2014/15 – Nel tempo è cresciuto, il suo lato migliore sta nel gettarsi negli spazi, ma è bravo anche nella circolazione di palla. Difetti? Avesse qualche chilo in più non guasterebbe, ma non è detto che sia un limite: l’intelligenza gli consente di arrivare per primo al contrasto”.

FONTE: HellasLive.it


BENVENUTO MATTEO PESSINA
27/AGOSTO/2019 - 15:00
Verona - Hellas Verona FC comunica di aver acquisito a titolo temporaneo - con diritto di riscatto e controriscatto - da Atalanta Beragamasca Calcio i diritti alle prestazioni sportive del centrocampista classe 1997 Matteo Pessina.

Il calciatore ha scelto la maglia numero 32.


FONTE: HellasVerona.it


Atalanta, Pessina in prestito al Verona. Il comunicato ufficiale
26.08.2019 | 19:13
Nuovo rinforzo per l’Hellas Verona, il dodicesimo di questa sessione. Depositato il contratto di Matteo Pessina (22), centrocampista di proprietà dell’Atalanta che arriva in Veneto con la formula iniziale del prestito. Pessina, ex nazionale under 21 cresciuto tra Monza e Milan, non è del tutto nuovo alla categoria: la scorsa stagione ha raccolto dodici presenze con la maglia degli orobici.

FONTE: AlfredoPedulla.com


PRIMA DI VERONA +   -   =
CALCIOMERCATO
Pessina-Verona affare fatto

24/08/2019 01:00
Matteo Pessina, centrocampista dell’Atalanta, arriverà a Verona la prossima settimana. Affare concluso con la formula del prestito con diritto di riscatto.

CALCIOMERCATO
VERONA, CHIESTO PESSINA ALL'ATALANTA
20/08/2019 12:15
Il Verona ha chiesto due giocatori all'Atalanta. Barrow, attaccante che a Bergamo è chiuso, e Matteo Pessina, un centrocampista centrale del 1997, cresciuto nel vivaio e nazionale Under 21.

Il ds dei bergamaschi Giovanni Sartori, al Bentegodi domenica sera per assistere alla gara contro la Cremonese, ha dato il via libera all'operazione. Juric, che ha la stessa metodologia di Gasperini e gli stessi concetti calcistici del tecnico bergamasco viene reputato l'uomo giusto per far crescere i due talenti.

FONTE: TGGialloBlu.it


NEWS
Pessina, arriva un regalo “pornografico” inaspettato
Il centrocampista dell’Atalanta ha postato su Instagram una foto con ringraziamento per un regalo da parte del sito web Pornhub

di Redazione Agosto 7, 2019 - 15:32

Vi ricordate come si era presentato Matteo Pessina a Zingonia qualche giorno fa? Borsa di Pornhub a spalla e un sorriso stampato sulle labbra, condiviso ovviamente sulla pagina social. L’immagine non è sfuggita al sito web pornografico, che ha voluto ringraziare il giocatore per la “pubblicità” gratuita con un pacchetto speciale composto da felpa, cappellino, zaino, maglietta e calzini rigorosamente griffati. Lo stesso Pessina ha ringraziato per il pensiero con una stories e due semplici parole: “Thanks Pornhub”. La vicenda finirà qui?


FONTE: CalcioAtalanta.it


Atalanta, Matteo Pessina in ritiro con la borsa di Pornhub
Volti rilassati, tanti sorrisi ma anche look particolari. Con il ritiro di Zingonia si è aperta ufficialmente la stagione 2019/2020 dell’Atalanta. Il club nerazzurro ha postato sui suoi profili social le foto dei calciatori, al rientro dalle vacanze. Non è sfuggito in particolare il dettaglio della borsa di Matteo Pessina, con un vistoso logo di un famosissimo sito di contenuti per adulti, con tanto di autografi. Un’immagine che ha scatenato l’ilarità dei tifosi sul web.
in foto: https://twitter.com/Atalanta_BC

VITA DA BOMBER 11 LUGLIO 2019 19:21 di Marco Beltrami
Volti rilassati, tanti sorrisi ma anche look particolari. Con il ritiro di Zingonia si è aperta ufficialmente la stagione 2019/2020 dell'Atalanta. Il club nerazzurro ha postato sui suoi profili social le foto dei calciatori, al rientro dalle vacanze. Non è sfuggito in particolare il dettaglio della borsa di Matteo Pessina, con un vistoso logo di un famosissimo sito di contenuti per adulti, con tanto di autografi. Un'immagine che ha scatenato l'ilarità dei tifosi sul web.

Atalanta in ritiro, Matteo Pessina con il borsone di Pornhub
Tra i calciatori rientrati alla base per il primo giorno di ritiro della nuova Atalanta, c'era anche il giovane Matteo Pessina. Il classe 1997 che potrebbe trovare maggiore spazio rispetto al passato alla luce dei tanti impegni alle porte per la squadra di Gasperini ha catalizzato l'attenzione per un dettaglio del suo abbigliamento. Pessina si è infatti presentato a Zingonia con un borsone con il logo "Pornhub", ovvero il celebre sito di contenuti pornografici, con tanto di autografi. Un particolare che ovviamente non è sfuggito sui social, diventando l'oggetto dei commenti dei tifosi.


Atalanta, inizia il ritiro in vista della prima storica stagione in Champions
Tra i calciatori arrivati a Zingonia anche Gomez e Palomino che da buoni argentini si sono lasciati immortalare con il classico Mate, la celebre bevanda sudamericana. Squadra, staff tecnico e medico si sono ritrovati stamane per una stagione che si preannuncia storica alla luce della partecipazione alla prima Champions League. Dopo l'allenamento del pomeriggio, ci sarà in serata il trasferimento in Alta Val Seriana, sede anche quest'anno del ritiro precampionato dei nerazzurri. Da venerdì Gomez e compagni, infatti, si alleneranno sul campo di Clusone con due sedute giornaliere (quella del mattino a porte chiuse).

FONTE: Calcio.FanPage.it


APPROFONDIMENTI
Chi l'ha visto, che fine ha fatto Pessina?
Dopo un inizio di stagione mica da ridere al costante assente. Molti si chiedono che fine abbia fatto il talento nerazzurro

di Redazione Novembre 10, 2018 - 20:30

Matteo Pessina, centrocampista classe 1997, a Bergamo un anno fa dal Milan dopo la stagione della consacrazione con il Como, lo scorso anno è stato tra i migliori giovani della Serie B allo Spezia.

È approdato in nerazzurro con Gasperini, durante lo scorso ritiro estivo. Ma non solo; l’esordio in Europa League, giocando tutte le quattro partite dei preliminari fino all’esordio in A contro il Frosinone, alla prima di campionato, subentrato al posto di Pasalic negli ultimi dieci minuti di partita.

La conferma in nerazzurro, un inizio di stagione promettente e poi… La panchina, la tribuna, la Primavera. Insomma, un passaggio in secondo piano dovuto a ragioni che ad oggi non competono all’opinione pubblica. Lodato come il nuovo Cristante, tenace e voglioso di scrollarsi di dosso paragoni inutili. In attesa di rivederlo presto brillare con la casacca orobica sotto le Mura.

CARATTERISTICHE. Dopo Monza, Milan, Lecce e Catania arriva l’annata da protagonista in Lega Pro al Como. È un’ esplosione vera: 35 presenze, 9 gol e un assist. Centrocampista centrale di qualità che può fare il regista o la mezz’ala, adattabile anche come trequartista. Mancino con grandi capacità d’inserimento ma soprattutto con grande affinità col gol. E che numeri.

FONTE: CalcioAtalanta.it


“L' atalantino Matteo PESSINA è il futuro del calcio italiano, è il futuro della nazionale”,
calendario 29.08.2018 di: Renato Ventresca

Chiavi sblocca trattative o contropartite, chiamateli come volete.
Fatto sta che spesso sono loro i protagonisti del mercato:
calciatori inseriti in affari paralleli per abbassare il prezzo dell’obiettivo prefissato dalla propria società di appartenenza.
Esuberi funzionali ad un altro tipo di progetto o giovani di prospettiva come indiziati numero uno.
Di quest’ultima categoria fa parte Matteo Pessina, centrocampista classe ’97, che era di proprietà del Milan, ma individuato - e preteso - dall’Atalanta del Presidente Antonio Percassi, come contropartita perfetta per l’affare Conti.

Nel frattempo, tutti pazzi per Pessina.
“Pessina è il futuro del calcio italiano, è il futuro della nazionale”, centrocampista centrale di qualità che può fare il regista o la mezz’ala, adattabile anche come trequartista.
Mancino con grandi capacità d’inserimento ma soprattutto con grande affinità col gol.
Giocatore completo, duttile e tecnico, insomma.

Più che un 10, un 8. Un Jolly.
Pessina dichiara: “Mi ispiro a Toni Kroos e proprio come lui voglio imparare a ricoprire tutti i ruoli in mezzo al campo”.
Il calciatore brianzolo è soprattutto un ragazzo nato già ‘grande’.
Sì, perché il classe ’97 a soli 21 anni vanta già 97 presenze e 14 reti tra i pro.

La maggior parte dele società hanno paura di scommettere sui talenti emergenti e preferiscono puntare sui così detti giocatori d’esperienza.
Magari i risultati raggiunti dai giovani gioielli nerazzurri, faranno cambiare idea a qualcuno, grazie al modello Atalanta.
Anche se su Pessina davvero in pochi hanno dubbi.
Davvero tutti pazzi per la chiave sblocca – Conti, per quel ragazzo nato grande, con un futuro scritto in Serie A e nella nazionale.

Dott. Renato Ventresca

FONTE: TuttoCampo.it


NEWS
Esordio in Serie A per Pessina, il centrocampista del futuro
Il centrocampista classe 1997 è stato tra i più apprezzati durante il precampionato, ora anche l’esordio nel massimo campionato italiano

di Redazione Agosto 21, 2018 - 21:00

Una carriera sempre in crescita per Matteo Pessina, centrocampista classe 1997. Arrivato un anno fa dal Milan dopo la splendida stagione al Como, lo scorso anno è stato tra i migliori giovani della Serie B allo Spezia.

Quest’anno il salto definitivo, confermato con l’Atalanta di Gasperini dopo il ritiro estivo. L’esordio in Europa League, dove ha giocato tutte le quattro partite dei preliminari, ora ha centrato anche l’esordio in Serie A: ieri, con il Frosinone, entrato al posto di Pasalic a dieci minuti dal fischio finale.

Pessina sembra essere entrato perfettamente nello scacchiere nerazzurro e mostra già grande personalità: può diventare lui, in futuro, il vero sostituto di Bryan Cristante.

FONTE: CalcioAtalanta.it


CONSIGLI FANTACALCIO
31 luglio 2018 - 15:30
Atalanta, Pessina incanta: corsa ed inserimenti al servizio della ”Dea”
Il centrocampista classe ’97 stupisce tutti contro il Sarajevo ripagando appieno la fiducia di Gasperini: un tassello in più per l’Atalanta e per le nostre fantasquadre?


di Giuseppe Ronco
La sfida contro il Sarajevo valida per i preliminari di Europa League è stata anche la prima gara ufficiale di Matteo Pessina con la maglia dell’Atalanta. Una partita, per lui, dal sapore agrodolce: da un lato risultato amaro, che non rende giustizia del dominio nerazzurro visto sul terreno di gioco; dall’altro la dolce consapevolezza di poter tornare a casa avendo dato il massimo. Pessina non solo non stecca la sua prima uscita ufficiale, ma addirittura brilla nella notte di Bergamo imponendosi tra i migliori in campo: corsa, tempistiche perfette, rapidità nel vedere l’azione e sviluppare il gioco, tanta tecnica e, soprattutto, tanta concretezza.

ATALANTA, PESSINA: CARRIERA E CARATTERISTICHE TECNICHE
Pessina è arrivato l’estate scorsa dal Milan come contropartita nell’affare che ha portato Conti in rossonero: nato a Monza il 21 aprile 1997, è proprio con la squadra della sua città natale che esordisce in Lega Pro, dopo numerose stagioni nelle giovanili, rendendosi protagonista con 20 presenze e 3 gol. Svincolato dopo il fallimento della società brianzola, viene scritturato dal Milan che lo gira in prestito per la stagione successiva prima al Lecce e poi al Catania, realtà in cui Matteo non è riuscito ad esprimersi al meglio collezionando solo 4 presenze complessive.

Nell’estate del 2016 passa in prestito al Como, sempre in Lega Pro, dove riesce a mettere in luce tutte le sue qualità: 41 presenze tra campionato e coppa di lega e ben 9 gol segnati. Numeri da capogiro per il centrocampista appena diciannovenne, su cui inziano a puntare i riflettori della nazionale Under-20: partirà nel maggio 2017 per il Mondiale di Corea, portando a casa il bronzo e collezionando ben 8 presenze di cui 7 da titolare.

Ed è proprio qui che entra l’Atalanta nel futuro del giovane centrocampista brianzolo, tesserato nell’affare Conti e girato poi in prestito allo Spezia in Serie B dove stupisce tutti: 38 presenze e 3 reti alla sua prima stagione nel campionato cadetto, vincendo anche il premio di “miglior giovane della Serie B”, e tutto questo senza aver mai giocato nel campionato Primavera.

Al termine della stagione l’Atalanta lo aggrega in rosa e parte per il ritiro di Rovetta. Prende parte a tutte le amichevoli precampionato, giocando il secondo tempo con la Rapp. Val Seriana, 60’ col Brusaporto ( rilevato poi da De Roon ), gli ultimi 20’ contro l’Herta Berlino e la grande partita da titolare all’esordio contro il Sarajevo, in cui ha risposto presente alla chiamata non facile di sostituire un certo Freuler in mezzo al campo.

Buona fisicità (77 kg su 1,83 metri di altezza), predilige occupare le zone centrali del campo: impiegato in passato prevalentemente come regista in un centrocampo a 3, ha coperto anche il ruolo di mezzala e, meno frequentemente, quello di trequartista. Coniuga una buona visione di gioco ad un’ottima tecnica di base, a cui si aggiungono rapidità di passaggio, velocità nel far scorrere la manovra e tanta concretezza, il tutto coronato da un discreto senso del gol.

ATALANTA, PESSINA: CHE APPETIBILITA’ AL FANTACALCIO?
Si colloca come vice-Freuler o vice-De Roon, ruolo che riesce ad interpretare al meglio, ma nella fucina sempre in fermento che è l’Atalanta e, soprattutto, con un tecnico come Gasperini bravissimo nel plasmare i giovani valorizzandone le caratteristiche principali, potrebbe benissimo a stagione in corso apprendere i meccanismi per giocare tra le linee ed ereditare quello che era il ruolo di Cristante, forte di una capacità di inserimento e di un senso del gol che Matteo ha dimostrato di avere in canna. Ed al Fantacalcio? Nelle nostre fantasquadre ideali Pessina si colloca come una delle scommesse più intriganti: il pronostico è quello di un’asta senza troppi rivali, e la possibilità di prenderlo al costo di chiamata è molto alta. La titolarità non è garantita, anzi, ma le qualità ci sono e la mentalità è quella di un giocatore maturo. Il turnover dettato dalle coppe potrebbe dargli lo spazio di cui ha bisogno per crescere definitivamente e Gasperini è l’uomo giusto per valorizzarlo e farlo grande: l’ottavo slot delle nostre fantasquadre lo chiama, e siamo sicuri che Matteo risponderà presente.

FONTE: FantaMagazine.com


Palermo, Pessina convince Gasperini e potrebbe restare a Bergamo
29/07/2018 10:38

Matteo Fernandez
Una lunga trattativa quella tra Palermo e Atalanta per il possibile arrivo (in prestito) di Matteo Pessina in rosanero. Sembrava tutto fatto, con il Palermo che attendeva qualche uscita a centrocampo prima di affondare il colpo decisivo, ma adesso c’è stato un rallentamento.

Pessina è stato lanciato titolare da Gasperini nel turno preliminare di Europa League confermando quanto l’allenatore crede nel giovane centrocampista ex Spezia. E nonostante la poca esperienza (non ha ancora esordito in A) Pessina è stato indiscutibilmente uno dei migliori in campo.

Qualche risposta in più, comunque, potremo averla già giovedì prossimo, qualora Pessina venisse riconfermato titolare nella sfida di ritorno a Sarajevo, che sarà decisiva per la qualificazione. Di certo, l’interesse del Palermo resta vivo ma Pessina sta convincendo Gasperini e potrebbe restare a Bergamo.

FONTE: StadioNews.it


Luglio 2018
Gran Galà di Serie B: premiata a Rimini la Top 11 del campionato
Calciatori, dirigenti e testimonial d’eccezione hanno partecipato al Gran Galà di Serie B.Lunedì sera boom di presenze al Coconuts di Rimini.
Una bella cornice di pubblico al Gran Galà del calcio di Serie B, giunto alla sua 11^ edizione. Lunedì sera giocatori, dirigenti, vip e personaggi d’eccezione hanno illuminato il palcoscenico del Coconuts di Rimini.

Aperitivo e cena di gusto, una platea assolutamente ricca di prestigio per un lunedì di passione e divertimento. L’evento, condotto da Valentina Ballarini e Beppe Indino, è stato trasmesso in diretta da Sport Italia (canale 225 di Sky), con frequenti collegamenti, nel corso della serata, con Rai Sport, Tiki Taka e Sky Sport 24. A portare quel pizzico in più di allegria ed adrenalina ci hanno pensato personaggi quali Roberto Rambaudi, Adrian Ricchiuti, Alfredo Pedullà, Michele Criscitiello, Alberto Cavasin, Nicola Binda, Paolo Paganini, Alessia Macari vincitrice del Grande Fratello Vip e la showgirl Gloria Bianchi.

Come ogni anno, la kermesse ha visto la partecipazione dei migliori undici calciatori di serie B, suddivisi per ruolo, che sono stati votati dai mister della categoria cadetta. Una cornice suggestiva a due passi dal mare della Riviera Romagnola, location ritenuta tra le più chic anche dal calcio che conta.

Ecco l’elenco completo dei premiati al Gran Galà:
  • Miglior portiere: Gabriel (Empoli);
  • Difensori: Pachonik (Carpi), Kragl (Foggia), Varnier (Cittadella), Luperto (Empoli);
  • Centrocampisti: Maiello (Frosinone), Falzerano (Venezia), Krunic (Empoli);
  • Regista: Brugman (Pescara);
  • Attaccanti: Caputo (Empoli), Di Carmine (Perugia);
  • Allenatore: Andreazzoli (Empoli);
  • Miglior giovane: Pessina (Spezia);
  • Fischietto di gara: Chiffi; Ds: Reinaudo (Venezi

[...]

FONTE: LaNotiziaSportiva.com


ATALANTA
14 aprile 2018 - 18:03
Dal Milan allo Spezia, continua l’ascesa di Pessina: l’Atalanta ha in casa il nuovo Cristante
Secondo gol stagionale in B per il talentuoso centrocampista

di GazzaMercato

Talento e sangue freddo. Dal dischetto per pareggiare i conti nella gara fra il Frosinone e il suo Spezia ci va lui: Matteo Pessina. E non sbaglia. Secondo centro in B in carriera ed esplosione di gioia, per un giocatore che a quasi 21 anni ha già accumulato tanta esperienza. Di proprietà dell’Atalanta, passato al club bergamasco dal Milan la scorsa estate nell’ambito dell’affare Conti, il giovane Pessina è stato la contropartita voluta con forza dalla Dea per sbloccare la trattativa. Classe ’97, centrocampista centrale di qualità con un mancino raffinato… e non solo. Può agire da regista, mezz’ala e anche da trequartista. Jolly perfetto. Per tutti è il nuovo Cristante, Pessina ha infatti le carte in regola per stupire.

IL SOGNO SERIE A Il prossimo giugno Pessina ritornerà all’Atalanta, stavolta per restarci. Dopo la prima ottima stagione fra i cadetti, il giovane centrocampista sogna la Serie A. In tre anni ha già accumulato tantissima esperienza in Lega Pro. Scuola Monza, completata la trafila nelle giovanili del club brianzolo salta lo step Primavera venendo subito aggregato in prima squadra. Era considerato uno dei talenti più promettenti della squadra biancorossa. Al primo anno fra i professionisti realizza 6 reti in 22 presenze. Dopo il fallimento del Monza, si ritrova però svincolato e il Milan non ci pensa due volte ad ingaggiarlo. Pessina a 18 anni veste così la maglia rossonera, colori del suo cuore, dopo che il club meneghino supera la concorrenza di Inter e Crotone. Anche al Milan non gioca con la Primavera e va direttamente in ritiro con la squadra allenata ai tempi da Mihajlovic. Finito sotto l’ala protettrice di De Jong, il giovane impara tanto dal grande centrocampista olandese. Poi nell’estate 2015 viene girato in prestito al Lecce, sempre in Lega Pro, ma le sole 3 presenze totalizzate spingono il club salentino a non rinnovare il prestito. Nel gennaio 2016 approda quindi al Catania e anche in Sicilia Pessina non riesce ad ambientarsi collezionando una sola presenza. La rinascita avviene col Como dall’estate del 2016 dove il giocatore è stabilmente al centro del progetto tecnico e totalizza 35 presenze e 9 gol. Poi lo scorso luglio il passaggio all’Atalanta come contropartita tecnica dell’affare Conti e subito il prestito in B allo Spezia. Finora sono 32 le apparizioni in cadetteria con 2 gol e 3 assist all’attivo. Il sogno di giocare in Serie A per Matteo Pessina non è lontano. L’Atalanta lo osserva e lui si fa notare. Talento, qualità e sangue freddo sono le armi in più del nuovo Cristante.

FONTE: GazzaMercato.it


NEWS
Pessina: “Allo Spezia ho trovato una famiglia. Il futuro non dipende solo da me”
di Redazione Febbraio 24, 2018 - 14:01

La sua prima rete in Serie B è stata fondamentale per il successo del suo Spezia sulla Salernitana e ora Matteo Pessina, centrocampista degli aquilotti in prestito dall’Atalanta, si gode il momento: “Sono felice di aver sbloccato il risultato, per me è stata una vera e propria liberazione ed è stato naturale festeggiare con tutti i miei compagni e con lo staff tecnico. La dedica è per la mia famiglia e per la mia ragazza, mi sono sempre molto vicini ed il primo pensiero è andato a loro“.

Pessina, ai microfoni del club, ha parlato anche del suo futuro: “Qui mi trovo molto bene, ho trovato una famiglia, ovvio che certe scelte non dipendono soltanto dal singolo calciatore, ma ripeto che qui sto davvero bene e voglio continuare a dare sempre del mio meglio per il bene della maglia bianca“.

FONTE: CalcioAtalanta.it


SERIE B
Spezia, Pessina e un gol per coronare una crescita costante
24.02.2018 17:42 di Tommaso Maschio
Alla fine è arrivato anche il gol, il primo in Serie B, a coronare la crescita esponenziale di Matteo Pessina, centrocampista classe '97 dello Spezia. Voluto fortemente da Fabio Gallo che lo aveva allenato e lanciato nella passata stagione al Como il giovane centrocampista dopo un inizio in cui ha dovuto adattarsi alla nuova realtà e a una serie più competitiva ha trovato sempre più spazio risultando uno dei tasselli inamovibili dello scacchiere del tecnico. Prima a sinistra, dove con Lopez e Mastinu formava una catena ben oliata che ha fatto spesso le fortune dei liguri, poi a destra, dopo l'arrivo di Luca Mora dalla SPAL a gennaio, senza risentire minimamente dello spostamento. Quattro mesi di crescita costante suggellata da un primo gol in campionato che sa di liberazione, come ammesso nel dopo gara dallo stesso Pessina, che ora non ha intenzione di fermarsi, ma di crescere sempre più per trascinare il suo Spezia almeno nei play off e poi magari guadagnare la chiamata dalla massima serie.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


SERIE B
Serie B Spezia-Salernitana 3-0. È giallo sul primo gol di Pessina
I liguri si aggiudicano l'anticipo. Qualche dubbio sulla prima marcatura locale: la palla era entrata o no?

© LaPresse

VENERDÌ 23 FEBBRAIO 2018 20:05
LA SPEZIA - Lo Spezia si aggiudica l'anticipo battendo la Salernitana con il punteggio di 3-0. I liguri sbloccano con Pessina nel primo tempo, nella ripresa raddoppiano con Marilungo e calano il tris con Granoche su una Salernitana tutt'altro che rassegnata al ko. Gara anche costellata da proteste nei confronti dell'arbitraggio, a partire dall'assegnazione della prima marcatura ai padroni di casa (traversa interna e palla che rientra in campo).

[...]

Il baby centrocampista scende di categoria in prestito
© LaPresse

VENERDÌ 25 AGOSTO 2017 19:40
BERGAMO - L'Atalanta ha ceduto in prestito secco Matteo Pessina allo Spezia. Il centrocampista, l'anno scorso al Como, scende di categoria dopo aver disputato un ottimo Mondiale Under 20 con la maglia azzurra. "Lo Spezia Calcio comunica di aver formalizzato l'accordo con l'Atalanta B.C. per l'arrivo in prestito del centrocampista classe ’97, Matteo Pessina", si legge nella nota ufficiale.

FONTE: CorriereDelloSport.it


Calciomercato Atalanta, ufficiale Pessina dal Milan
Il centrocampista protagonista ai Mondiali Under 20 con l'Italia arriva in nerazzurro a titolo definitivo


venerdì 7 luglio 2017
BERGAMO - Dopo il passaggio di Conti dall'Atalanta al Milan continuano le trattative tra i due club. Una è già ufficiale: l'Atalanta ha acquistato a titolo definitivo dai rossoneri il calciatore Matteo Pessina. Nato il 21 aprile 1997 a Monza, Pessina è un centrocampista mancino naturale ed è stato tra i protagonisti del recente Mondiale Under 20: con la maglia azzurra ha giocato tutte le partite conquistando il terzo posto finale e mettendo in mostra tutte le sue qualità. Il ragazzo, partendo dai Pulcini del Monza è arrivato a esordire in prima squadra quando non era ancora maggiorenne nella stagione 2014/2015: nella sua prima esperienza da professionista in Lega Pro 6 gol in ventidue presenze, metà dei quali segnati nei playout per non retrocedere contro il Pordenone. Prestazioni che non passano inosservate e nella stagione successiva ecco il Milan. In rossonero partecipa al ritiro estivo della prima squadra prima di passare in prestito prima al Lecce e poi al Catania. Ma è la stagione appena conclusa a Como quella della svolta, in cui Pessina segna 9 gol in campionato.

FONTE: TuttoSport.com


CALCIOMERCATO
16 luglio 2016 - 14:40
UFFICIALE – Pessina in prestito al Como
Pessina giocherà nel Como il prossimo anno, adesso è ufficiale.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Il Milan ha ceduto in prestito al Como Matteo Pessina, classe 1997. Pessina è cresciuto nel Monza e ha esordito in Lega Pro con i biancorossi, a soli 17 anni. Era il campionato 2014/15 e ha totalizzato 22 presenze e 6 volte ha gonfiato la rete. Lo scorso anno ha trascorso sei mesi a Catania e sei mesi a Lecce, sempre il Lega Pro. Il giovane centrocampista ha giocato anche nella Nazionale Under 19, con cui ha realizzato 4 presenze. Adesso inizia una nuova avventura a Como.

FONTE: PianetaMilan.it


Calciomercato: Un giovane del Milan in prestito al Catania
siciliasportnews / gennaio 19, 2016
Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver acquisito a titolo temporaneo dall’A.C. Milan il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Matteo Pessina. Il centrocampista, nato a Monza il 21/4/1997, ha già incontrato i nuovi compagni, nei giorni scorsi, a Torre del Grifo. Pessina, attualmente in Spagna a disposizione del selezionatore dell’Italia Under 19 Paolo Vanoli in vista dell’amichevole con i pari età iberici (in programma domani a Lepe, fischio d’inizio alle 20.00), sarà presentato ufficialmente alla stampa nel corso della prossima settimana. Nella stagione corrente, in Lega Pro, il giovane atleta lombardo ha collezionato 3 presenze con la maglia del Lecce.

FONTE: SiciliaSportNews.Altervista.org


Milan
Milan, Pessina passa al Lecce in prestito
10/08/15 13:56| Calciomercato | Autore: Gianluca Di Marzio
Il Milan si rinforza con l'arrivo di Romagnoli e intanto lavora anche sulle uscite. Matteo Pessina, centrocampista della Primavera classe 1997 ex Monza protagonista dell'ultima stagione in Lega Pro con 22 presenze e 6 gol, è pronto per una nuova avventura. Lo scorso anno i rossoneri, lo strapparono all'Inter all'ultimo minuto, oggi il giocatore lascia Milanello per cominciare la sua esperienza con la maglia del Lecce. Pessina è uscito poco fa dal centro sportivo del Milan, nel suo immediato futuro c'è la squadra di Asta. Il calciatore passerà alla società pugliese in prestito.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Milan: Galliani aiuta gli ex dipendenti del Monza, versando 20mila euro per lo svincolato Pessina
L’amministratore delegato rossonero, vecchio dirigente del club brianzolo, ha voluto dare una mano a chi è rimasto a casa dopo il fallimento del Monza Calcio. Il gesto ha ricordato da vicino, quello del Cesena nei confronti degli ex lavoratori del Parma.
30 GIUGNO 2015 13:36 di Alberto Pucci
Si chiama Matteo Pessina e di lui si dice un gran bene. Il classe '97 ex Monza è il volto nuovo della formazione Primavera del Milan, allenata da Christian Brocchi. Un "campioncino" giurano nella cittadina brianzola: piazza dove Pessina ha giocato fino a poche settimane fa, prima che il dissesto finanziario del club portasse ad un lento e doloroso fallimento della storica società monzese. Il promettente trequartista, come comunicato ufficialmente dal sito del Milan, ha firmato nelle scorse ore un contratto fino al 30 giugno 2019 e si appresta così a diventare uno dei punti fermi della squadra del futuro. L'arrivo del "baby" fantasista, tra l'altro, è uno smacco nei confronti dell'Inter. Nell'ennesimo derby di mercato tra le due società, questa volta è il Milan a segnare un punto a suo favore. Perso Kondogbia, il club di via Aldo Rossi si è rifatto con Pessina che, in precedenza, aveva già trovato un accordo di massima con l'Inter e sembrava ad un passo dalla firma. L'inserimento lampo del Milan, che ha offerto al ragazzo la stessa cifra, ha convinto l'ex giocatore del Monza a preferire i colori rossoneri piuttosto che quelli nerazzurri.

Un aneddoto curioso, che segue di poche ore un altra bella notizia relativa al trasferimento di Pessina al Milan. Adriano Galliani, vecchio dirigente e "aficionados" del Monza Calcio, ha voluto compiere un gesto simile a quello compiuto da Rino Foschi del Cesena. Esattamente come Gregoire Defrel, Matteo Pessina è diventato proprietario del suo cartellino dopo il fallimento del club brianzolo e, al Milan, non è costato un euro. Soldi che Galliani ha voluto, comunque, dare a ciò che resta della società biancorossa: i dipendenti rimasti senza lavoro. Come ha riportato la Gazzetta dello Sport, l'ad milanista ha infatti voluto versare comunque una cifra intorno ai 20 milioni di euro per il trasferimento del giocatore: somma che verrà destinata ai dipendenti della società ormai fallita.

FONTE: Calcio.FanPage.it


Milan, UFFICIALE: soffiato all'Inter il giovane talento Pessina
del 29 giugno 2015 alle 18:00

Continua la campagna acquisti del Milan, ma questa volta il rinforzo è per la Primavera: agli ordini di Cristian Brocchi arriva infatti Matteo Pessina, promettente fantasista classe '97 che ha giocato nell'A.C. Monza Brianza 1912. Il ragazzo, come si apprende dal sito ufficiale dei rossoneri, ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2019.

VITA DA PRO - Perso Di Molfetta dunque, Brocchi trova un altro giocatore capace di saltare l'uomo e creare la superiorità numerica in attacco: Pessina gioca sia da mezza punta che da trequartista e prende idealmente il posto di DiMo, che lascerà il Milan in prestito. Non solo, Matteo porta con sè l'esperienza già maturata con la Prima Squadra del Monza: 22 presenze tra campionato e PlayOut di Lega Pro, condite da 6 reti. Con Vido e gli innesti di Pessina e Cutrone dagli Allievi Nazionali, il Milan allestisce dunque un attacco di tutto rispetto per puntare al successo in campionato nella prossima stagione.

SOFFIATO AI RIVALI - L'acquisto di Pessina poi si innesta in un discorso più grande: il derby che si sta giocando tra Milan e Inter sul mercato. Matteo infatti aveva già trovato un accordo di massima con l'Inter e sembrava tutto fatto per il suo approdo a Milano sponda nerazzurra. L'attaccante non ha saputo però resistere alla corte dei rossoneri e alla fine, a parità di offerta ha preferito vestire la maglia del Milan. Dopo lo smacco Kondogbia il Diavolo si prende una rivincita sul mercato dei giovani assicurandosi una promessa del calcio italiano.

Federico Albrizio
@Albri_Fede90

FONTE: CalcioMercato.com


Matteo Pessina: un giovane su cui puntare
Posted By Enrico On Aprile 29th, 2015 12:15 PM.
Il classe ’97 Matteo Pessina del Monza sta disputando un grande campionato di Lega Pro con i biancorossi. Gli occhi di molti si sono posati su di lui.
E’ uno dei migliori giovani della Lega Pro 2014-15 e pochi giorni fa ha firmato il suo primo contratto da professionista avendo compito il 18esimo anno di età. Stiamo parlando di Matteo Pessina, interessantissimo centrocampista classe 1997 che in questa stagione ha esordito e stupito in prima squadra. Dopo le esperienze nelle formazioni giovanili del Monza e le panchine nello scorso campionato, Pessina ha conquistato sempre più spazio nella squadra di mister Pea falcidiata dai problemi societari che hanno fatto sì che a gennaio si rivoltasse come un calzino tutta la rosa. Pessina in mezzo a tutto questo caos è riuscito ad imporsi guadagnando la titolarità.

FONTE: TuttoCalciatori.net


SPORT
Monza-Pro Patria 2-2. I calciatori “fanno le valigie” (oltre a comprarsi il cibo!)

7 Gennaio 2015
Camillo Chiarino
Si salvi chi può. Il 2-2 tra Monza e Pro Patria maturato ieri al Brianteo chiude il girone d’andata del campionato, ma non interrompe, anzi allunga l’incubo dei tifosi biancorossi, andati “a dormire” la scorsa estate sognando la promozione e ora in preda a visioni di retrocessioni e fallimenti.

La classifica sorride ancora alla compagine allenata da Fulvio Pea, ma non per molto. L’esodo di massa dei giocatori, che si stanno svincolando a causa del mancato pagamento degli ultimi cinque stipendi, e l’avvicinarsi della chiusura del mercato invernale (il prossimo 2 febbraio) aumentano le possibilità che il Monza disputi il girone di ritorno con la formazione Berretti, il che equivarrebbe a discesa in Serie D al 99%. La Pro Patria, che ha quasi gli stessi guai societari dei brianzoli ma ha pure già un piede tra i dilettanti (è terzultima), ha oggi contribuito ad aumentare questo rischio togliendo 2 preziosissimi punti alla compagine locale.

Naturalmente anche oggi il neoproprietario e amministratore unico del club Dennis Bingham non si è visto (pare che nei giorni scorsi abbia subito un’operazione chirurgica) e la ricapitalizzazione richiesta per Legge non c’è stata, però il presunto imprenditore inglese ha trovato il modo con una serie di sms di assicurare un suo “anticipato” (avrebbe già dovuto essere qui da giorni, ndr) ritorno a Monza, ora previsto per dopodomani, e il licenziamento per coloro che fossero scoperti in contatto con l’ex amministratore delegato Maurizio Prada.

Siccome qualcuno ne ha piene le scatole di promesse non mantenute, domani dovrebbe essere avviato l’iter per la presentazione in Tribunale di un’istanza di fallimento, il cui eventuale accoglimento dovrebbe portare alla concessione dell’esercizio provvisorio e all’autorizzazione dell’affitto dell’azienda a terzi, che potrebbero essere una delle tre cordate che erano interessate a rilevare il Monza (quella a guida veneta, quella brianzola e quella di matrice svizzera), ma anche un ex dirigente di una società di calcio interessato a rientrare nel giro.

[...]

L’avvio di gara è scoppiettante: al 2’ il Monza centra un clamoroso palo con Pessina di testa in tuffo su cross dalla sinistra di Margiotta. Al 7′ proprio Margiotta ci prova da fuori, ma la conclusione è a lato. Al 12′ la Pro Patria passa in vantaggio: l’ex biancorosso Candido batte un calcio di punizione dalla destra e Anderson, anch’egli in prestito dal Monza, di testa beffa l’intera retroguardia brianzola. La squadra di Pea reagisce subito: dopo 2’ Grandi serve di tacco Margiotta che fa proseguire la sfera per Pessina, abile a entrare in area e a gonfiare la rete con un forte diagonale. L’esordio da titolare in campionato per il 17enne figlio dell’ex revisore dei conti del club Fabio è strepitoso; nella ripresa il suo rendimento calerà un po’, ma l’augurio è che d’ora in avanti trovi lo spazio per maturare più in fretta. Ancora lui è protagonista al 19’, quando di testa costringe Melillo a una difficile respinta in tuffo.

[...]

MONZA BRIANZA-AURORA PRO PATRIA 2-2 (2-1)

MONZA BRIANZA (3-5-2): Viotti; Beduschi, Briganti, Massoni; D’Alessandro, Pessina, Perini, Foglio, Franchino; Margiotta, Grandi (34’ s.t. Gasbarroni). A disp.: Chimini, Berchicci, Rampi, Dal Poggetto, Palesi, Bollini Frigerio. All.: Pea.

AURORA PRO PATRIA (4-3-3): Melillo; Guglielmotti, Botturi (8’ s.t. Taino), Anderson, Gerolino; Ulizio (17’ s.t. Moscati), Arati, Giorno; D’Errico, Candido, Terrani (29’ s.t. Cannoni). A disp.: Perilli, Casantini, Zaro, Romeo. All.: Tosi.

ARBITRO: Balice di Termoli.
MARCATORI: 12′ p.t. Anderson, 14’ p.t. Pessina, 26’ p.t. Grandi, 36’ s.t. Candido.
NOTE: calci d’angolo 5-5; ammoniti Grandi, Margiotta, Massoni, D’Errico e Terrani; espulso al 39′ p.t. Foglio per somma di ammonizioni; recupero 1′ e 5′; spettatori paganti 155 per un incasso di 1645 euro, abbonati circa 1100 (quota abbonati non comunicata).

FONTE: MBNews.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio