Subscribe Us

#VeronaPerugia in anteprima: ...La solita manfrina di fine stagione in Serie B con verdetti del campo ribaltati a tavolino dalla giustizia sportiva, questi spareggi non appassionano me come non appassioneranno tanti altri ma come sempre, più di sempre, AVANTI I BLU!


#BcomeBasta #CiAveteRottoIlCalcio +   -   =

...La solita manfrina di fine stagione in Serie B con verdetti del campo ribaltati a tavolino dalla giustizia sportiva; e fu così che il PALERMO retrocesse direttamente in Serie C con FOGGIA, PADOVA e CARPI, che i playout non si disputarono (con sospirone di sollievo da parte di VENEZIA e SALERNITANA entrambe salve) e che cambiarono pure gli scontri playoff con l'aggiunta del PERUGIA, passato dal nono all'ottavo posto, prossimo sfidante dell'HELLAS, passato a sua volta dal sesto al quinto posto, in una gara secca al Binti: Il tutto ovviamente in attesa di valutare i ricorsi dei rosanero siciliani e dei Satanelli ovviamente su tutte le furie per quella che dal loro punto di vista ritengono un'ingiustizia.

E in tutto questo la Lega di B (che solo ora, con tre stagioni di ritardo, si accorge dei falsi in bilancio del PALERMO e che si era accorta dei pagamenti in nero del neopromosso FOGGIA ma aveva deciso di ammettere comunque i pugliesi in cadetteria con 6 punti di penalità) che fa?
Va dritta per la sua strada e, in barba all'esito dei ricorsi, decide date e componenti dei playoff!
Ma è possibile che ogni anno ce ne sia una? Dov'è la credibilità e il senso sportivo del torneo cadetto? E tutta questa inflessibilità non si poteva avere nei controlli CoViSoC prima dell'inizio del campionato?
Bah... Per non amareggiarci ulteriormente dopo una stagione fallimentare non ci curiam di loro ma guardiamo e passiamo sperando che, a giochi fatti, non sia tutto da annullare e rifare per un vizio di forma (peraltro ampiamente probabile) delle procedure che si stanno adottando.

Questi spareggi non appassionano me come non appassioneranno tanti altri.
Troppo forte la delusione avuta negli ultimi due campionati e delle varie promesse disattese da questa dirigenza per intravedere un futuro roseo con l'attuale proprietà scaligera che ha dimostrato ancora una volta, se ve ne fosse stato bisogno, quanto la lontananza dai colori gialloblù non potrebbe essere più profonda e quanto seriamente in Via Francia si sia progettato un vero rilancio...

Premesso tutto questo è chiaro che Venerdì migliaia di cuori gialloblù cercheranno di spingere tutti insieme l'HELLAS oltre l'ostacolo, sarà un'occasione ulteriore per dimostrare ancora una volta all'intero mondo-universo che quella nel VERONA è una vera e propria fede a dispetto della categoria in cui si gioca e dei risultati che si ottengono ma per favore, comunque vada, ci si risparmi un'altra stagione di false retoriche!

Come sempre, più di sempre: 'Cambieranno i giocatori il presidenteeeee l'allenator! Ma il Veronaaaa resteràààà per sempreeee nel mio cuoooor!'

Precedenti
21 le partite in Serie B tra VERONA e PERUGIA e statistiche che vedono 3 vittorie per parte (grazie all'ultimo successo dei gialloblù nello scorso Ottobre) a fronte di 5 pari.
Penltimo precedente all'inizio di Dicembre del 2016 quando la squadra di PECCHIA falliva al 92esimo la settima vittoria consecutiva tra le mura amiche.
Prima di allora vi fu un match di Coppa Italia nel 2014 al Bentegodi e finì con la vittoria scaligera grazie a uno degli unici due gol segnati da Javier SAVIOLA in gialloblù.
Da ricordare l'ultimo successo in campionato risalente alla stagione 2000-01: Era l'HELLAS di PEROTTI che con i gol di SERIC e SALVETTI sconfiggeva gli umbri per acciuffare i playout con la REGGINA.

La prossima sfida sarà diretta dal signor Ivano Pezzuto della sezione AIA di Lecce.

27 Ottobre 2018 Il VERONA tornava a vincere dopo un mese con un super HENDERSON e il primo gol in gialloblù di DI CARMINE

QUI VERONA
ALMICI squalificato dopo l'espulsione per doppio giallo rimediata negli ultimi minuti di VERONA-FOGGIA ma torna a disposizione FARAONI mentre sembrano migliorare anche DANZI, DAWIDOWICZ e MUNARI mentre il giovane portiere FERRARI dovrebbe rimanere ai box a causa di trauma contusivo alla spalla sinistra.

Convocati
Ancora una volta via Francia chiama tutti a raccolta...

Probabile formazione
Sicuramente fuori i lungodegenti DI GAUDIO, RAGUSA e CRESCENZI ma anche BIANCHETTI e KUMBULLA non sono al meglio mentre DAWIDOWICZ e MUNARI hanno recuperato completamente.

4-3-3 con Silvestri; Faraoni-Dawidowicz-Empereur-Vitale; Henderson-Gustafson-Zaccagni, Laribi-Di Carmine-Matos.


QUI PERUGIA
Mister NESTA dovrà fare sicuramente a meno dell'attaccante nigeriano KINGSLEY partito con la sua nazionale per il mondiale Under 20 e quasi certamente anche del giovane centrocampista BORDIN mentre l'attaccante MELCHIORRI, dato inizialmente out, potrebbe recuperare in extremis ma non sarà certo al meglio.

Convocati
Si rivede FELICIOLI, con KINGSLEY e BORDIN fuori anche MELCHIORRI...

Portieri: Gabriel, Bizzarri, Perilli.
Difensori: Cremonesi, El Yamiq, Falasco, Felicioli, Gyomber, Mazzocchi, Pavlovic, Rosi, Sgarbi.
Centrocampisti: Bianco, Carraro, Dragomir, Falzerano, Kouan, Moscati, Ranocchia, Verre.
Attaccanti: Han, Sadiq, Vido.

Probabile formazione
I tre succitati non saranno disponibili mentre ROSI ha recuperato in pieno dopo il problema accusato contro la CREMONESE.
Non al meglio MAZZOCCHI e ALEANDRO vittime di sindromi influenzali.

4-3-1-2 con Gabriel; Rosi-Gyomber-El Yamiq-Falasco; Kouan-Carraro-Dragomir; Verre; Vido-Sadiq

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister AGLIETTI «La situazione della Serie B? È stato un anno infausto, con tutte le questioni di inizio campionato e la confusione finale. Noi comunque siamo dentro i playoff a prescindere, ma era importante giocare la prima in casa: ci siamo riusciti e ora siamo concentrati su quello che dobbiamo fare. È cambiata l'avversaria in poco tempo e quindi ce ne è stato ancora meno per preparare la gara, ma credo che ci siamo riusciti bene. Poi ovviamente toccherà a noi perché di fronte avremo una squadra carica, passata dalla delusione di non essere entrata nei Playoff e poi ancora in corsa, questo però deve valere anche per noi, che non siamo riusciti a centrare l'obiettivo dalla porta principale ma che abbiamo ancora l'occasione di arrivarci attraverso questo ultime partite. Perugia? Squadra molto tecnica, allenata bene e con un buon calcio. Ha vari giocatori di qualità in attacco ed è pericolosa perché prova sempre a giocare, cercando di innescare le punte con un fraseggio stretto.» HellasVerona.it

Mister NESTA tecnico del PERUGIA «La squadra sta bene, siamo stati bene a Roma come la scorsa settimana e il Perugia è pronto per una partita del genere. Ci sono poche chiacchiere da fare, c’è da sfruttare al massimo questa opportunità. Il caso Palermo? Abbiamo passato una settimana sicuri di giocare, quanto successo in questi giorni non ha incisio. Non abbiamo staccato la spina e siamo pronti... Come sta la squadra? Tutti sono disponibili tranne Melchiorri e Bordin, Rosi era uscito anzitempo contro la Cremonese ma non è nulla di grave, c’è qualcuno un po’ influenzato come Mazzocchi, anche Aleandro ha avuto il virus per un giorno ma oggi si è allenato. I ragazzi stanno bene. Le due partite contro il Verona sono state diverse, nel match di ritorno abbiamo giocato peggio per colpa nostra. La gara loro non so come sarà, perché hanno cambiato allenatore ed ha una mentalità diversa, noi dobbiamo fare una gara come quella contro la Cremonese, una partita di aggressione e personalità, con poche pause. C’è da ripeterlo a prescindere dal Verona. C’è da pensare positivo, il passato è nel cassetto, ora dipende da noi. Abbiamo un solo risultato e dobbiamo avere coraggio. Anche perché non siamo favoriti, gli altri hanno più pressione di noi» Hellas1903.it

LARIBI a La Gazzetta dello Sport «...Con l’ultima vittoria il morale si è rialzato, abbiamo centrato l’obiettivo minimo dei play-off. Il sogno più grande era la promozione diretta, ma quel grande sogno torniamo a coltivarlo da domani col Perugia. Nei play-off vedo equilibrio. Credo che la differenza la possono fare i tifosi. E noi abbiamo un grande pubblico che ci sostiene. Non vogliamo deluderli. Con l’arrivo di Aglietti si è aperta una pagina nuova, tutta da scrivere. Ci siamo messi a sua completa disposizione. Anche perché dopo l’esonero di Grosso abbiamo fatto una profonda autocritica tutti noi giocatori. Voto alla stagione? Finora molto basso, insufficiente. Siamo stati incostanti nel rendimento. E ci siamo incartati nel momento più delicato, tra marzo e aprile, quando si sono decise le promozioni dirette» Hellas1903.it

AgliettiNesta

Il Direttore Generale BARRESI a Telearena «Caso Palermo? Se ci sono delle regole vanno rispettate. Ho sentito parlare di fortuna, da parte del Verona, nell’aver guadagnato una posizione di classifica grazie alla retrocessione del Palermo. Io non parlerei di fortuna, quanto di scelta da parte della società di agire in modo corretto, rispettando tutte le regole di iscrizione al campionato. Allo stesso modo è sbagliato dire che il Verona ha una partita vinta in meno, perché l’Hellas ha vinto anche a Cosenza, grazie ai professionisti che lavorano in società che, nel momento in cui il campo non si è rivelato adatto a giocare, hanno fatto in modo di avere giustizia sul caso, mentre il Verona investe e si avvale del lavoro di chi mantiene il nostro manto sempre idoneo. Il provvedimento della Lega riguardante il Palermo è chiaro ed ha effetto immediato, dunque si giocherà sabato sera al Bentegodi. Il Perugia? Per noi non cambia niente a livello di difficoltà perché le squadre arrivate ai play-off se lo sono meritate e sono tutte valide avversarie, pertanto vanno affrontate con il massimo della determinazione e so che la squadra e lo staff stanno lavorando proprio in questo senso: arrivare in Serie A vorrebbe dire raggiungere l’obiettivo che questa società si era prefissata a inizio stagione» CalcioHellas.it

L'ex tecnico scaligero MANDORLINI parla di VERONA e PERUGIA agli spareggi «L’importante era entrare, prendersi i play off. Centrare l’obiettivo. Qualcosa si è rischiato. Ma la possibilità di lottare per la serie A rimane. E questa è la cosa più importante. Mi aspetto una partita aperta, perché il Perugia ha qualità. Li ho seguiti nell’ultima di campionato (vinto dagli umbri 3-1 contro la Cremonese ndr). Ritmo, risorse, qualità diffusa. Può essere partita piena di sorprese. Ma il Verona ha il vantaggio del campo. La gioca in casa. Se la gioca davanti ai propri tifosi. La vittoria con il Foggia credo abbia portato entusiasmo. Parto con un vantaggio che va considerato. Poi, serve stare sul pezzo, questo è sicuro. Hai due risultati su tre a disposizione... Non c’è una ricetta che vale per tutti. Di certo, non bisogna avvertire paura. I timori vanno allontanati. Serve restare lucidi. Trovo difficile, poi, fare un viaggio a ritroso per riscoprire le emozioni vissute da noi. Vivi il momento. Credo che il Verona abbia già fatto una grande cosa: si è meritata la possibilità di giocarsi la chance che voleva. Per prendersi quello che tutti sognano da inizio stagione Perché tutti sanno che la gara vale tantissimo. Ma poi c’è il campo, altri aspetti che non puoi controllare. Perché tutto non può essere controllato. Pure la condizione. Che in queste partite vale molto. Chi è la favorita? Sono scaramantico, non mi piacciono le previsioni. Da punto di vista tecnico, l’Hellas non è secondo a nessuno e non ha niente da invidiare alle altre» CalcioHellas.it

CRESCENZI dal Gran Gala del calcio dilettantistico veronese «Ho ancora un edema alla caviglia che non mi permette di giocare. Mi dispiace non poter dare una mano ai miei compagni in questo momento. Squadra pronta per affrontare il Perugia? Sì, siamo pronti e carichi per questa sfida. Il nostro obiettivo è andare in Serie A e faremo di tutto per raggiungerlo» CalcioHellas.it

I comici Pio & Amedeo via Instagram «Quanto ci fa schifo questo calcio, quanto ci fa schifo il potere e l'arroganza, quanto ci fa schifo questo paese quando succedono queste cose... questi giocano con i sentimenti delle persone... non ce l'abbiamo con nessuna squadra, e dispiace tanto per il Palermo e dispiace anche per una piazza come Salerno, presa in giro da quel coso... perchè questo è oltre, questo è abuso di potere, perchè il calcio è della gente e ci vuole rispetto!!!! Ci avete rotto il ca...lcio! #BcomeBasta #ciaveterottoilcalcio» Profilo Instagram di Pio & Amedeo

L'ex diesse scaligero FOSCHI, direttore e anche presidente-traghettatore verso la nuova proprietà rosanero, parla ovviamente di decisione vergognosa per la retrocessione del PALERMO «Non c'è niente da commentare, solo da prendere atto che siamo in un Paese particolare. Quello che abbiamo fatto quest'anno ha dell'incredibile. Abbiamo lavorato con grande serietà e professionalità. In estate abbiamo presentato un'iscrizione regolare, è stato fatto un grande lavoro, un mercato in attivo, abbiamo pagato tutti gli stipendi regolarmente, oggi mi sento molto amareggiato. Non ho una risposta a questa decisione, potevo capirla in caso di irregolarità nell'iscrizione al campionato ma la Covisoc ha confermato che tutto era regolare. E' una vergogna che arrivi una sentenza del genere che punisce una città intera, una tifoseria e il nostro lavoro. L'azienda calcio è un'azienda che produce è importante per il Paese, Palermo è la quinta città d'Italia, non si può subire questo trattamento. I prossimi gradi di giudizio? Resto fiducioso, ma in questo Paese non credo più a niente» TuttoHellasVerona.it



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

Raccolta di firme contro la costruzione del nuovo stadio da Sabato scorso al mercato in zona stadio, la raccolta proseguirà e poi verranno resi pubblici i risultati.
È invece palese che, quanto dice il diggì scaligero BARRESI a proposito del fatto che via Francia farebbe solo da spettatrice al progetto del nuovo Binti, non aderisca proprio alla realtà in quanto il comune, per avviare il progetto, deve avere la firma di almeno una delle due società di calcio professionistiche per avviare l'iter è il CHIEVO di CAMPEDELLI si è tirato indietro.
Inoltre, come non manca di sottolineare TGGialloBlu.it in questo post, 'Nel nuovo stadio il Verona dovrebbe avere uno store di duemila metri quadrati, mentre il canone dovuto sarà pagato con una cessione di biglietti' e quindi altro che spettatore! Il VERONA sarà attore principale nella vicenda...

Niente mondiale Under 20 per DANZI, il centrocampista gialloblù non risulta tra i convocati del cittì NICOLATO...

New-Entry in via Francia? Secondo un'indiscrezione riporta dal quotidiano L'Arena ci potrebbe essere a bre un nuovo ingresso nella proprietà scaligera, si tratterebbe di Luca Faccioli conosciuto per il 'miracolo NOVARA'...

Girandola di nomi per il dopo D'AMICO nel ruolo di diesse: oltre ad un clamoroso ritorno di SOGLIANO si parla anche di LUPO, PERINETTI e GIANNITTI...

Calciomercato: La permanenza di BOLDOR al FOGGIA, in prestito dall'HELLAS ma con obbligo di riscatto per i pugliesi, potrebbe avere i giorni contati. Sul centrale difensivo CalcioHellas.it riporta l'interesse della DINAMO BUCAREST: Deian tornerà in patria?



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: ...Dopo aver allenato l'Under 17 del SAN MARINO Andy SELVA 'La belva' è pronto per un'altra avventura in panchina. Dario DAINELLI appende le scarpette al chiodo 'Quest'anno ho deciso di avvicinarmi a casa, giocando con il Livorno, e abbiamo raggiunto l'obiettivo salvezza diretta. Adesso ho deciso di cambiare vita e di lasciare il calcio giocato'



RASSEGNA STAMPA +   -   =