Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Alessandro CRESCENZI


Nato a/il:Marino (Roma)
il 25/09/1991
Nazionalità:Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2021
Ruolo:Difensore esterno
Altezza:178 Cm
Peso:71 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Cremonese2019 - 2020B-- 
Hellas Verona2019 - Gen. 2020A00 
Hellas Verona2018 - 2019B12 (+2CI)0 (+0) 
Pescara2017 - 2018B29 (+1CI)1 (+0) 
Pescara2016 - 2017A210 
Pescara2016 - 2017A210 
Pescara2015 - 2016B23 (+4POff)0 (+0) 
Perugia2014 - 2015B39 (+1POff +3CI)0 (+0 +0) 
NovaraGen. 2014 - 2014B19 (+2POut)0 (+0) 
Ajaccio2013 - Gen. 2014L19 (+1CF +1CLF)0 (+0 +0) 
NovaraGen. 2013 - 2013B18 (+2POff)1 (+0) 
Pescara2012 - Gen. 2013A0 (+1CI)0 (+0) 
Bari2011 - 2012B30 (+2CI)0 (+0) 
Crotone2010 - 2011B330 
Grosseto2009 - 2010B60 
Roma2008 - 2009A10 
Giovanili Roma2001 - 2009--- 
Giovanili LodigianiFino al 2001--- 
Giovanili Atletico 2000---- 
Giovanili Marino '90---- 
LEGENDA: CI=Coppa Italia, POff=Play Off, L1=Ligue 1 (Serie A Francese), CF=Coupe de France (Torneo Calcistico Francese), CLF=Coupe de la Ligue (Coppa di Lega Francese), POut=Play Out

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 17 Aprile 2019
Undici presenze abbastanza incoraggianti su entrambe le fasce, giusto il tempo di assaggiare le doti soprattutto offensive di Alessandro (bravo in fase di spinta e cross in area dalle estreme), e poi un maledetto infortunio alla caviglia sinistra che pareva una cosa da nulla il 9 Dicembre nella gara di Benevento e invece a metà Aprile siamo ancora qui ad aspettare CRESCENZI...
Nel frattempo il VERONA a Gennaio ha ingaggiato VITALE un altro buon terzino per la Serie B ma anche con quello le cose non sono andate benissimo dal punto di vista fisico e tra i due 'litiganti' ha vinto il terzo, BALKOVEC, che per forza di cose ha dovuto crescere in fretta fino ad offrire prestazioni convincenti nelle ultime apparizioni.

GIOVANILI ALLA ROMA, POI L'ESPERIENZA IN B AL GROSSETO
Ispirato da papà Attilio che prima di un grave infortunio aveva militato nelle giovanili di alcune squadre di C, tira i primi calci nella squadretta della sua cittadina natale poi nell'ATLETICO 2000 quindi alla LODIGIANI e a 10 anni inizia a fare più sul serio nelle giovanili della ROMA dove mister STRAMACCIONI lo imposterà da terzino abbassandolo rispetto al ruolo da esterno di centrocampo che aveva naturalmente.
A 18 anni l'esordio in Serie A grazie a mister SPALLETTI e dal 2009-10 la prima vera esperienza da calciatore professionista al GROSSETO in Serie B dove non trova però molto spazio.

...VA MEGLIO CON CROTONE E BARI
Segue l'esperienza al CROTONE ancora in cadetteria dove Alessandro va in prestito con diritto di riscatto da parte dei giallorossi: Una stagione da titolare in Calabria e la ROMA sborsa 175mila Euro per riacquistare la completa proprietà del terzino.
Per il 2011-12 CRESCENZI va in prestito al BARI dove, nonostante un inizio poco felice a causa di uno scherzo tra compagni finito male che gli farà perdere l'inizio del campionato (e gli procurerà ben 40 punti di sutura al braccio), trova ancora continuità e mette a segno 32 presenze tra campionato e Coppa Italia.

PESCARA-NOVARA VIA CORSICA
Forte di due annate da titolare in Serie B il 21enne Alessandro approda in Serie A col PESCARA ma le cose non vanno per il verso giusto né con STROPPA prima né con BERGODI poi e, dopo mezza stagione in cui riesce a giocare una sola volta in Coppa Italia, il giocatore ritorna ancora in cadetteria al NOVARA (mentre gli abruzzesi verranno retrocessi).
Con i piemontesi segna il suo primo gol tra i Pro, gioca stabilmente e conquista pure i playoff.
L'annata 2013-14 potrebbe essere per CRESCENZI quella della consacrazione e quindi, d'accordo con la ROMA che ancora detiene il suo cartellino, prova l'esperienza all'estero in Ligue 1 con l'AJACCIO dove gioca più o meno stabilmente ma non riesce ad ambientarsi così col mercato di Gennaio torna ancora al NOVARA a cercare la massima serie ma si fermerà un'altra volta ai playoff.

PERUGIA E ANCORA PESCARA
Alessandro scalpita in cerca della grande occasione: Si accorda per un altro prestito in Serie B stavolta all'ambizioso PERUGIA neopromosso.
Coi Grifoni rimane tutta la stagione ed è fra i perni di mister CAMPLONE (ed in rosa trova i gialloblù FARAONI, FOSSATI e 'Rambo' RABUSIC) ma anche stavolta riesce solo a sfiorare la Serie A con gli spareggi.
Il torneo più prestigioso è però solo rimandato di un anno e il terzino di scuola romanista lo conquisterà nella stagione successiva di ritorno al PESCARA che stavolta, sotto la guida di mister ODDO, conquisterà l'obiettivo attraverso il playoff e acquisirà CRESCENZI in maniera definitiva per circa 300mila Euro.

HELLAS VERONA
Dopo quattro stagioni in Abruzzo Alessandro viene ingaggiato con 250mila Euro ed un triennale dai gialloblù dati per favoriti alla promozione e il resto è storia...

Qui trovate la pagina Instagram ufficiale del calciatore.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • Ufficiale il trasferimento di CRESCENZI in prestito alla CREMONESE in Serie B con diritto di riscatto definivo in favore del club grigiorosso.
  • Fuori rosa almeno fino a Gennaio 2020 Alessandro che, al pari dell'infortunato di lungo corso BADU e al collega DI GAUDIO, dovranno allenarsi ai margini in attesa di trovare una squadra al mercato d'inverno date le strette regole della Serie A sugli Under e gli Over 22 riguardanti la composizione della rosa...
  • 200esima presenza in cadetteria per CRESCENZI che festeggia in maglia scaligera
  • Padre di due bambini Leonardo e Victoria nati dalla relazione con la compagna Erica conosciuta quando non era ancora 18enne...
  • Romanista con l'hobby per la boxe e la velocità Alessandro è di fede romanista essendo cresciuto nelle fila giallorosse e nel tempo libero si interessa al pugilato (il suo mito è Mike Tyson e a casa, almeno ai tempi del PESCARA, aveva un sacco al quale tirare dei pugni) e alla velocità passione trasmessagli dal cugino Manuel che spesso, quand'era adolescente, lo portava con sé agli autodromi
  • 40 punti di sutura al braccio al termine di uno scherzo organizzato dai suoi compagni MASIELLO e CAPUTO al ristorante e del quale doveva essere vittima il secondo portiere ZLÁMAL (che non aveva gradito per nulla)... A farne a pieno le spese fu invece Alessandro intervenuto in difesa del compagno quando tutti militavano al BARI: Il terzino evitò col braccio destro che il piatto da insalata finisse in faccia al guardiapali ma la conseguenza fu un profondo taglio e la corsa al pronto soccorso (per l'applicazione di ben 40 punti di sutura)! Licenziato in tronco e pure deferito (ovviamente) il difensore napoletano MASIELLO...
  • Terzino grazie a mister STRAMACCIONI che, da allenatore delle giovanili nella ROMA, vedendo la gamba del giocatore e la capacità di mettere in mezzo cross di una certa qualtà, lo abbassò da esterno di centrocampo a difensore...

Alessandro Crescenzi
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Crescenzi (Marino, 25 settembre 1991) è un calciatore italiano, difensore del Verona.

Caratteristiche tecniche
In possesso di una notevole resistenza, è un terzino - può essere utilizzato sia a destra che a sinistra - preciso nel servire cross ai compagni e in grado di svolgere con efficacia entrambe le fasi di gioco. Inizia la carriera da esterno, salvo poi abbassarsi a terzino sotto la guida di Andrea Stramaccioni, ai tempi in cui militava nelle giovanili della Roma.

Carriera
- Club
Gli inizi, l'esordio in A e il Grosseto
Compie i suoi primi passi nell'A.S. Marino '90, squadra della sua città natale. Passa quindi alla Roma, dove effettua tutta la trafila nel settore giovanile. Esordisce in Serie A il 15 marzo 2009 in Sampdoria-Roma (2-2), subentrando al 35' della ripresa al posto di Jérémy Ménez. Il 6 agosto successivo va in prestito al Grosseto, in Serie B. Esordisce coi maremmani il 17 ottobre 2009 in Grosseto-Padova (2-2), sostituendo nei minuti finali Thomas Job. Chiude la stagione con sole 6 presenze.

Il Crotone e il Bari
Il 17 luglio 2010 viene ceduto in prestito dai capitolini al Crotone. Debutta coi calabresi il 22 agosto nel derby esterno terminato a reti bianche contro la Reggina, rilevando al 57' Marco Cabeccia. Chiude la stagione con 33 presenze. Al termine del campionato viene riscattato dalla Roma per 175.000 euro.
Il 5 agosto 2011 passa in prestito al Bari. Esordisce coi pugliesi il 14 agosto in Bari-Spezia (1-0), valida per il secondo turno di Coppa Italia, giocando titolare. Il 21 dello stesso mese, alla vigilia della partita di coppa da disputare contro l'Avellino, rimane ferito durante un diverbio scoppiato tra Salvatore Masiello e Zdeněk Zlámal, al termine di uno scherzo (avvenuto in un ristorante) e poi degenerato, procurandosi due profonde ferite al braccio destro e un'emorragia, bloccata in seguito con quaranta punti di sutura. Esordisce in campionato alla quarta giornata, nella trasferta persa contro il Padova (1-0), giocando titolare. Chiude la stagione con 30 presenze in Serie B e 2 in Coppa Italia.


Il Pescara
Il 2 agosto 2012 viene ufficializzato il suo passaggio in prestito al Pescara. In sei mesi ottiene, tuttavia, solamente una presenza in Coppa Italia, nella partita persa ai sedicesimi di finale contro il Cagliari per 4-2.

Il Novara, l'Ajaccio e il ritorno a Novara
Il 25 gennaio 2013 rescinde il contratto che lo legava agli abruzzesi, facendo dapprima ritorno a Roma per poi essere girato al Novara, in Serie B. Il 16 marzo 2013 segna il suo primo gol in carriera da professionista, nella partita Novara-Crotone terminata 5-1. Nella prima esperienza a Novara ottiene 18 presenze (20 contando i play-off) e quest'unico gol.
Il 30 agosto seguente i giallorossi lo cedono in prestito al club francese dell'Ajaccio. Il 17 gennaio 2014, dopo 11 presenze tra campionato di Ligue 1 e le due coppe (Coppa di Lega e Coppa di Francia), fa ritorno ai capitolini che lo girano di nuovo al Novara; conclude la sua seconda esperienza in Piemonte con 21 presenze comprese i play-off in Serie B.

Il Perugia ed il ritorno a Pescara con la promozione in Serie A
Il 9 agosto dello stesso anno passa in prestito al Perugia, neopromosso in Serie B; con gli umbri totalizza 42 presenze stagionali raggiungendo i play-off, persi al turno preliminare contro il Pescara, club con il quale gioca nella stagione seguente sempre in prestito. Con gli abruzzesi vince i play-off promozione per salire in Serie A totalizzando ben 27 presenze. L'11 luglio 2016 viene acquistato a titolo definitivo dagli abruzzesi per 300.000 euro.

Approdo al Verona
Il 12 luglio 2018 passa a titolo definitivo al Verona, neo-retrocesso in Serie B, firmando un contratto triennale fino al giugno 2021.

- Nazionale
Il 25 marzo 2009 esordisce invece nella Nazionale Under-21 allenata da Pierluigi Casiraghi, entrando al posto di Di Gennaro al 41' del secondo tempo della partita amichevole Austria-Italia (2-2). Il 23 aprile 2009 viene incluso tra i convocati dell'Under-18 che prende parte alla Slovakia Cup, poi vinta dagli azzurri, venendo eletto miglior giocatore del torneo.

Il 9 giugno 2009 viene incluso dal tecnico Francesco Rocca tra i giocatori che disputeranno i Giochi del Mediterraneo Pescara 2009 con la Nazionale Under-20. Esordisce nella competizione il 25 giugno nel match di apertura disputato contro la Siria, poi pareggiato 1-1, subentrando al 23' del secondo tempo a Silvano Raggio Garibaldi. A fine torneo arriva secondo vincendo l'argento.

L'11 settembre 2009 viene convocato dall'allenatore Rocca per il Mondiale Under-20. Fa il suo debutto nel pareggio a reti bianche contro il Paraguay, subentrando al 37' della ripresa al posto di Matteo Gentili.

Il 1º luglio 2010 il tecnico dell'Under-19 Massimo Piscedda lo include nella lista dei giocatori che parteciperanno agli Europei U-19, disputati in Francia. Esordisce nella competizione il 18 luglio nella sconfitta contro il Portogallo (0-2), giocando titolare. Nel 2011 gioca invece in Torneo di Tolone giungendo al terzo posto.

FONTE: Wikipedia.org