Subscribe Us

HELLAS VERONA 0-0 PESCARA: I gialloblù hanno dato tutto e alla fine il pubblico scaligero ha tributato il giusto applauso ai propri beniamini; le occasioni sono state numerose in quella che è stata la partita più spettacolare della stagione al Binti ma tutto è rimandato a Gara 2 fra 3 giorni


#VeronaPescara +   -   =

RECAP
Grave perdita per il VERONA quella di ZACCAGNI che AGLIETTI sostituisce con DANZI invariato per il resto il 4-3-3 che ha eliminato il PERUGIA.
Uguale modulo tattico anche per il PESCARA di Bepi PILLON che conferma la squadra che ha battuto la SALERNITANA all'ultima di campionato 11 giorni fa; BRUGMAN è regolarmente al centrocampo in cabina di regia e al centro del tridente il pericolosissimo MANCUSO (autore di 19 gol in stagione) a giostrare tra SOTTIL e MARRAS.

Poco meno di 550 i tifosi ospiti presenti al Binti, si parte agli ordini del signor Livio Marinelli della sezione AIA di Tivoli.

Clicka qui per vedere l'album di HELLAS VERONA 0-0 PESCARA

COLPO SU COLPO
Gara molto godibile tra due squadre che si affrontano a viso a perto, ad aprire le danze sono gli ospiti dopo 3 minuti con il colpo di testa di MANCUSO servito dal traversone di MARRAS da destra, la palla scavalca DAWIDOWICZ ma l'attaccante del Pescara è piazzato al meglio, anticipa FARAONI e incorna alto di pochissimo...
Risponde subito l'HELLAS con un rimpallo al limite dell'area che premia DI CARMINE: L'ex PERUGIA ci prova con un tiro teso ma FIORILLO smanaccia in corner, sugli sviluppi bella botta di DANZI da fuori area alzata sulla traversa ancora dal portiere ospite.
Il VERONA ci prova spesso da lontano: Al 12° tocca a GUSTAFSON ma FIORILLO fa ancora buona guardia e smanaccia ancora sopra la traversa.
Al 16° il DELFINO mette in area un calcio d'angolo da destra, DANZI libera di testa ma proprio sui piedi di MARRAS che stoppa e tira dal lato corto dell'area: SILVESTRI blocca!
CRECCO si fa 40 metri di campo dopo aver rubato palla sulla propria metacampo e, giunto al limite, scarica in porta costringendo SILVESTRI al tuffo laterale.

PALO DI MANCUSO
Preme ancora il PESCARA al 21°: MARRAS fa quello che vuole a destra, l'ennesimo traversone dell'esterno ospite trova MANCUSO perfettamente libero poco decentrato rispetto al dischetto, gran botta e palo esterno a SILVESTRI battuto!
Al 24° è ancora MARRAS a crossare per l'incornata di CRECCO che va più su di DANZI ma incorna alto.

FIORILLO FA BUONA GUARDIA
Passano due minuti ed è il VERONA a prendere costantemente l'iniziativa: Al 26° LARIBI crossa incocciando su un difensore avversario, la palla viene buonissima sul palo lontano per la spaccata di DI CARMINE che non colpisce al meglio ma se SCOGNAMIGLIO non la alza è in porta!
Al 31° altro corner del VERONA, batte LARIBI da destra per il tiro al volo di GUSTAFSON rasoterra che rimbalza poco prima della linea di porta dove FIORILLO devia sul fondo, sul successivo calcio d'angolo da sinistra la palla arriva sul palo lontano dove LARIBI scarica in porta ma il portiere del PESCARA alza ancora una volta sopra la traversa.
Al 39° GUSTAFSON ci prova da fuori area: Il rasoterra viene intercettato da FIORILLO che devia sul fondo

APERTURA DI RIPRESA COMBATTUTA
Pronti via nella ripresa, EMPEREUR sbaglia i tempi dell'anticipo su MANCUSO che parte a razzo verso SILVESTRI facendosi trequarti di campo e sparando sul guardapali scaligero che non rischia la trattenuta, la palla torna a BRUGMAN che dal limite ci riprova ma il portiere scaligero c'è e di pugno ribatte!
Al 51° improvvisa bomba di EMPEREUR da circa 35 metri: Anche FIORILLO preferisce ribattere di pugno...
Passano un paio di minuti ed è ancora il PESCARA con SOTTIL che prova il destro a giro dal vertice sinistro deviato a lato da SILVESTRI.
Bella iniziativa di MATOS che a destra resiste al terzino ospite e lo supera di forza, poi s'accentra ma ignora LARIBI libero in area alla sua sinistra e spreca tutto venendo murato dagli avversari.

VALZER DEI CAMBI
Le squadre cominciano ad essere stanche, il gioco viene spezzettato dai continui falli ed i tecnici iniziano con le sostituzioni: COLOMBATTO da il cambio a HENDERSON nel VERONA, DEL GROSSO rileva PINTO nel PESCARA, poi DI CARMINE fa spazio a PAZZINI al 68° e sei minuti più tardi SOTTIL fa spazio ad ANTONUCCI e al 79° TUPTA trova altro minutaggio al posto di MATOS... Tatticamente non cambia nulla ma la gara si addormenta.

FORCING FINALE MA IL RISULTATO RIMANE 0 A 0
All'84° LARIBI prende la mira dal limite ma il suo tiro è debole e centrale, FIORILLO para facilmente.
Un minuto più tardi MARRAS fornisce l'ennesima palla, sugli sviluppi raccoglie BRUGMAN al limite e conclude: Palla lenta che SILVESTRI raccoglie senza problemi.
Occasionissima HELLAS all'86° VITALE mette finalmente dentro un cross degno sul quale TUPTA di testa gira ad un passo dalla porta ma FIORILLO si supera e smanaccia a lato, sulla palla si fionda il Pazzo che però è anticipato all'ultimo da SCOGNAMIGLIO.
Gara che si chiude al 94° con uno schema su calcio di punizione, palla a PAZZINI che dal limite viene murato da BALZANO.



IMPRESSIONI
...Diciamoci la verità: Stasera era una partita da vincere per poter guardare a Gara 2 con più ottimismo ma il VERONA ha dato tutto e alla fine il pubblico scaligero ha tributato il giusto applauso ai propri beniamini; le occasioni sono state numerose in quella che è stata la partita più spettacolare della stagione al Binti.
Semplicemente la palla non è voluta entrare ma all'Adriatico-Giovanni Cornacchia Domenica sarà un'altra battaglia, forse l'ultima di questa fallimentare annata, forse no... Ma giocando come stasera, al massimo delle possibilità, almeno non ci saranno rimpianti!

La mano di AGLIETTI si vede sempre più, il VERONA è più pragmatico, gioca verticale ed è certamente più convinto dei propri mezzi peccato che la fase difensiva sia ancora più o meno della stessa qualità di prima: DAWIDOWICZ soffre di continue amnesie e VITALE lascia fare a MARRAS un po' quello che vuole sulla su fascia di competenza; clamorosa la palla dell'esterno per MANCUSO che, completamente libero di colpire, colpisce il palo.

Ma questi siamo e questi rimaniamo con vizi e virtù fino al termine della stagione: Ora Gara 2 dove mancherà ancora tantissimo la verve di ZACCAGNI, forse rientrerà DI GAUDIO ma soprattutto sarà bene vedere l'All-In (magari con DI CARMINE e PAZZINI insieme). Il VERONA ha un solo risultato.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister AGLIETTI «Creato tanto? Anche nel secondo tempo abbiamo avuto diverse grandi occasioni, nel complessa abbiamo fatto un'ottima partita ed è mancato solo il gol. Dovevamo fare questo tipo di prestazione e la squadra ha risposto, quindi sono fiducioso perché se ripetiamo questa gara a Pescara potremmo fare l'impresa. Dobbiamo recuperare energie, ma si sapeva che questa è una partita da giocare in 180'. Se non altro è stato un bello spettacolo visto che entrambe le squadre hanno avuto le loro chance: chiaro che l'ago della bilancia penda un po' più dalla parte nostra, Fiorillo ha fatto alcuni interventi importanti. Un pizzico di cinismo in più questa sera avrebbe fatto la differenza. Gara intensa? Noi eravamo reduci da 120' con il Perugia e si è sentito, ma a livello fisico abbiamo tenuto. Un po' di stanchezza è normale e alcune volte annebbia, specie nell'ultima parte di gara in cui è mancata un pizzico di lucidità. Accorgimenti tattici? Avevamo studiato i movimenti di Brugman in uscita su Gustafson con il taglio a imbucare: lo abbiamo fatto molto bene soprattutto nel primo tempo con le mezze ali, Matos spesso è andato in uno contro uno con Pinto mentre Laribi stava più largo. Nella ripresa c'era più pressing sul nostro play e si è creato spazio oltre la linea. Da questo punto di vista abbiamo giocato un'ottima partita e, ripeto, ci è mancato soltanto il gol. Non dobbiamo essere scoraggiati o avere rammarichi perché oggi meritavamo, dobbiamo invece essere fiduciosi per la prestazione. Pazzini-Di Carmine? Stanno bene entrambi, oggi la squadra si è comportata bene con l'uno e con l'altro in campo. Abbiamo tante partite ravvicinate quindi devo gestire le forza, certo che se ce ne fosse la necessità avere due punte in campo può essere una soluzione. Gli applausi dello stadio? Fanno piacere perché oggi la squadra se li è meritati. Il pubblico di Verona è intelligente e va al di là di una vittoria o di una sconfitta, oggi i ragazzi hanno dato tutto e sono stati ripagati dagli applausi dei tifosi, speriamo di vincere a Pescara e prenderci la finale: ce la meriteremmo tutti, noi e il pubblico» HellasVerona.it

Mister PILLON tecnico del PESCARA a Dazn «Il risultato è ancora tutto da giocare. Abbiamo fatto il primo tempo e poi c'è da giocare il secondo in casa. E' 50-50. Il Verona si è confermato una grandissima squadra con giocatori che sanno giocare le partite importanti. Se è il Verona che ci aspettavamo? il Verona che vi aspettavate? E' stata una buona partita da ambo le parti, avvincente e con capovolgimenti di fronte. Ce la siamo giocata a viso aperto senza far le barricate. Al ritorno sappiamo che sarà una partita molto difficile. Oggi abbiamo regalato loro delle situazioni su palla in uscita. Quando siamo stati schierati e abbiamo fatto bene le cose, eravamo bravi e veloci a ripartire. Con queste squadre non devi sbagliare i dettagli perchè poi diventa difficile quando vai in svantaggio» TuttoHellasVerona.it

DawidowiczAgliettiVitale

MancusoPillonCrecco

DAWIDOWICZ «Non aver preso gol è sicuramente una cosa positiva, ma è altrettanto vero che volevamo vincere. Ora archiviamo questa partita e andiamo a Pescara per fare risultato: il Verona può farcela. La gara? Noi proviamo sempre a costruire il gioco da dietro, di occasioni ne abbiamo avute tante da entrambe le parti. A Pescara le proveremo tutte per vincere. I tifosi? Sono stati importanti anche stasera, sono sicuro che anche in trasferta ci seguiranno e ci daranno una grande spinta» HellasVerona.it

CRECCO centrocampista del PESCARA «Peccato. Abbiamo creato tanto. Ora stiamo molto bene anche fisicamente. Domenica prossima avremo bisogno del calore del nostro pubblico» Rete8.it

VITALE «Abbiamo fatto la partita che volevamo, costruendo tanto e, in generale, facendo una buona gara. Ci è davvero mancato solo il gol, ora ci sono altri 90 minuti a Pescara per ottenere questa qualificazione, la vogliamo. Siamo due ottime squadre, entrambe giochiamo bene a calcio, ma noi ce la metteremo tutta per raggiungere l'obiettivo che ci siamo prefissati. E' una semifinale, andiamo là con la stessa mentalità di oggi per fare risultato. Se potessi mi cambierei e tornerei subito in campo, abbiamo speso tanto ma sono sicuro che a Pescara faremo una grande partita, non so come finirà ma so che faremo bene» HellasVerona.it

MEMUSHAJ centrocampista del PESCARA a Dazn «Sapevamo che era una partita difficile. Il Verona in casa gioca bene. Sapevamo che c’era da soffrire, fare meno possesso palla ed essere più cattivi. Ora la partita di ritorno sarà ancora più difficile. Siamo venuti qua sapendo di dover giocare la partita, ma sappiamo che abbiamo il ritorno. Domenica dovremmo fare il meglio possibile. L’importante, oggi, era portare a casa un buon risultato» Hellas1903.it

Daniele SEBASTIANI presidente del PESCARA «Loro hanno avuto diverse occasioni nelle quali Fiorillo è stato bravissimo. È stata una bella partita tra due squadre che hanno giocato a viso aperto senza fare calcoli. Una delle più belle partite della stagione, sicuramente la più bella di questi playoff. Abbiamo giocato contro il Verona, a un certo punto è uscito Di Carmine ed è entrato Pazzini. Una squadra costruita per vincere il campionato, siamo molto soddisfatti. Tifosi? Quest’anno il pubblico è stato il dodicesimo uomo. C’erano pochi spettatori allo stadio, ma si sono fatti sentire. Si è creato un buon feeling. C’è da ringraziarli che in un giorno feriale hanno riempito la curva e ci hanno sostenuto. Ritorno? Mi aspetto una partita aperta, non abbiamo fatto nulla, entrambe abbiamo il 50% delle possibilità e dobbiamo giocarla con attenzione» Hellas1903.it



L'ALTRO PLAYOFF +   -   =

Il Citta cade in casa: Il BENEVENTO conferma di essere la squadra favorita al successo finale e vince per 2 a 1 al Tombolato contro il CITTADELLA. Un espulsione per parte.



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

Dopo VERONA e MANTOVA anche il CARPI? Secondo i rumors rilevati da 'Il Resto del Carlino' il patròn dell'HELLAS sarebbe interessato all'acquisizione del CARPI CALCIO messo in vendita dall'attuale proprietario BONACINI a seguito della retrocessione in Serie C. Dopo gialloblù e virgiliani il proprietario scaligero potrebbe acquistare così la sua terza squadra di calcio ma non potrebbe avere presumibilmente ruoli attivi all'interno della nuova società dal momento che, per tali compiti tra i professionisti, servono almeno due categorie di differenza e al momento il VERONA è ancora in cadetteria...
In ogni caso il numero uno scaligero ha escluso qualunque interesse per un'altra squadra di calcio (CARPI incluso) a HellasLive.it 'Non ho alcuna intenzione di comprare un’altra squadra di calcio'



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Emanuele BERRETTONI appende le scarpette al famigerato chiodo ma rimarrà al PORDENONE come dirigente. NESTA lascia il PERUGIA, tra i papabili sostituti c'è anche Fabio GROSSO...



RASSEGNA STAMPA +   -   =