Subscribe Us

Martins Bolzan ADAILTON dopo 7 stagioni un amore mai finito con Verona e l'HELLAS! Forse quel ragazzino-fenomeno ai Mondiali Under 20 del '97 prometteva di più ma quella tripletta col BOLOGNA e quelle punizioni...

Adaílton Martins Bolzan

Data di nascita:24/01/1977
Luogo di nascita:Santiago (Brasile)
Nazionalità:Brasiliana
Ruolo:Trequartista/Seconda punta
Altezza:172 Cm
Peso:65 Kg
Posizione:
CARRIERA DA ALLENATORE/DIRIGENTE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteRuolo 
Vigor Carpaneto2019 - 2020D-Allenatore 
Virtus Verona2017 - 2018D-Vice 

CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteRuolo 
JuventudeApr. 2013 - 2013CBSB-- 
Vaslui2011 - 2012LI122 
Vaslui2010 - 2011LI2911 
Bologna2009 - 2010A3111 
Bologna2008 - 2009A231 
Bologna2007 - 2008B328 
Genoa2006 - 2007B2611 
Hellas Verona2005 - 2006B3915 
Hellas Verona2004 - 2005B299 
Hellas Verona2003 - 2004B249 
Hellas Verona2002 - 2003B235 
Hellas Verona2001 - 2002A31 
Hellas Verona2000 - 2001A184 
Hellas Verona1999 - 2000A287 
Paris Saint Germain1998 - 1999L1192 
Parma1997 - 1998A132 
Guarani1996 - 1997CBSA85 
Juventude1995 - 1996CBSA160 
Juventude1994 - 1995CBSB191 
LEGENDA: CBSB=Campeonato Brasileiro Série B (Serie B Brasiliana), CBSA=Campeonato Brasileiro Série A (Serie A Brasiliana), LI=Liga I (Serie A Rumena)

Un paio di magie di ADA con la maglia dell'HELLAS contro MODENA e VICENZA...

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
Dopo tre stagioni tra la seconda e la prima serie brasiliana (in cui la Parmalat sponsorizzerà la JUVENTUDE squadra in cui il talento del giocatore inizierà a notarsi), il PARMA lo 'scopre' al Mondiale Under 20 del '97 dove Martins Bolzan è tra i migliori giocatori del torneo, ne diventa con 10 reti il capocannoniere ed i giornalisti, sempre a caccia di paragoni e storie fantastiche e a volte fantasiose, già lo accostano a calciatori del calibro di RONALDO e ROMARIO e lo porta in Italia per ANCELOTTI che lo preferisce addirittura a Roby BAGGIO 'C'erano attaccanti su cui il mister contava già e con Roberto sarebbe stata dura. Ha voluto puntare su un giovane per gestire meglio la situazione, com' è normale'.

ADAILTON segna a ripetizione durante le amichevoli estive ma in campionato viene utilizzato poco e nella stagione successiva viene mandato al PSG in Francia dove disputa una buona stagione e realizza un paio di reti in 19 presenze.
Il patròn GiBi PASTORELLO, che segue il fantasista attaccante già dai tempi 'ducali', lo vuole per il suo VERONA appena promosso in Serie A sotto la guida di mister PRANDELLI: Il matrimonio con la città di Giulietta durerà per ben 7 stagioni in cui il brasileiro metterà a segno 50 gol in 175 presenze (15 nell'ultima) ed instaurerà con squadra e tifosi un rapporto del tutto particolare tanto da comprare casa a Pedemonte per far crescere almeno un paio d'anni il piccolo Rafael prima di tornare a Porto Alegre...

Nel 2006-2007 trascina il GENOA in Serie A con 11 reti ma non rimane in Liguria e, nella stagione successiva, sceglie ancora la cadetteria con l'ambizioso BOLOGNA di ARRIGONI che, anche con l'exploit di MARAZZINA (a fine stagione sarà capocannoniere), conquisterà la Serie A.
Con i felsinei porterà a termine il triennale nel 2010 e a 33 anni 'ricomincerà' dal VASLUI in Romania.

Vive a Verona ma non vuole ancora appendere gli scarpini al chiodo 'Posso giocare almeno un altro paio di stagioni' assicura e nel frattempo si allena con la VIRTUS BORGO VENEZIA dopo aver rifiutato un biennale da giocatore/allenatore coi rumeni.

Ad Aprile 2013 non ricevendo offerte torna in patria per chiudere la carriera nella squadra che lo ha lanciato: Lo JUVENTUDE.


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


Adaílton Martins Bolzan
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adaílton Martins Bolzan, noto semplicemente come Adaílton (Santiago, 24 gennaio 1977), è un allenatore di calcio ed ex calciatore brasiliano, di ruolo attaccante, tecnico del Vigor Carpaneto.

Biografia
Ha dichiarato di aver scelto la maglia del Bologna numero 85 in quanto anno di nascita della fidanzata e di aver superato la delusione per non essere mai stato convocato in Nazionale maggiore dopo esservi stato molto vicino alla fine degli anni novanta.

Caratteristiche tecniche
In carriera è stato impiegato come seconda punta, trequartista e, più raramente, esterno alto di centrocampo. Intervistato ha pubblicamente dichiarato di preferire la posizione di seconda punta o trequartista. Fra i pregi annovera un ottimo tocco di palla, pur tradendo spesso una staticità eccessiva. Mancino naturale, è uno specialista sui calci di punizione. Intervistato da un tifoso bolognese ha detto di ispirarsi, nel tirare i calci piazzati, a Zico, suo connazionale. Sempre nel corso della stessa intervista ha dichiarato che alcuni lo vedrebbero bene come centrocampista d'impostazione davanti alla difesa, ma di non sentirsi al momento adatto a ricoprire tale ruolo.

Carriera
- Giocatore
Inizia la carriera in Brasile, nella Juventude nel 1993. Milita per tre stagioni in Sud America.

Nell'estate 1997 disputò un ottimo Mondiale U20, laureandosi capocannoniere e aggiudicando l'Adidas golden shoe. Le aspettative attorno a lui divennero altissime e i giornalisti lo paragonano a giocatori del calibro di Ronaldo e Romario. Il Parma decise quindi di acquistare il giocatore con la formula del prestito, che venne preferito dall'allenatore Ancelotti a Roberto Baggio per questioni tattiche. Durante le amichevoli estive Adailton si fece notare per il gran numero di goal segnati, tra cui uno contro il Celtic, ma durante l'anno giocò solo tredici partite segnando due reti. Esordì alla terza giornata di campionato, contro il Piacenza, sostituendo Crespo e fu schierato per la prima volta dall'inizio, anche a causa di una squalifica che aveva colpito Enrico Chiesa, in Empoli-Parma, dove realizzò il suo primo goal in Serie A.

L'anno dopo passa al Paris Saint-Germain, dove disputa una discreta stagione, con 19 presenze e due reti.

Nel 1999 torna in Italia, al Verona, dove gioca tre anni in Serie A e quattro in serie B, in un crescendo di gol e prestazioni, che culminano nella stagione 2005-2006, con 39 presenze e addirittura 15 reti.

Nella stagione 2006-2007 passa al Genoa, con il quale il 10 giugno 2007 raggiunge la promozione in Serie A, grazie anche ai suoi 11 gol.

Il 31 agosto 2007 lascia Genova e firma per il Bologna. Debutta con i felsinei tre giorni dopo sul campo della Spezia segnando il goal dello 0-2 dopo appena 27 minuti di gioco. Il primo campionato in rossoblu si conclude con la conquista della Serie A.

Il 27 settembre 2009 realizza, nel recupero, la rete del pareggio in casa della Juventus. Il 28 febbraio 2010, durante Genoa-Bologna (3-4), mette a segno la sua prima tripletta nella massima serie, battendo così il suo record stagionale di segnature in serie A.

A fine campionato 2009-10 il suo contratto col Bologna scade, e nell'agosto 2010 firma un biennale con i rumeni del Vaslui. Dopo 41 presenze e 13 gol segnati nel campionato rumeno, nel 2012 decide di lasciare la Romania.

Non riuscendo a trovare squadra in Italia, nell'aprile del 2013 decide di ritornare in Brasile nel club che l'ha visto crescere, lo Juventude, in quarta serie.


- Allenatore
Nel 2014 smette di giocare e frequenta un corso di allenatore. Nel luglio 2017 comincia il corso da allenatore a Coverciano che consente di allenare in Serie D. Nella stagione 2017-2018 è vice allenatore alla Virtus Verona, la terza squadra di Verona, in serie D a fine stagione promossa in serie C.

L'11 giugno 2019 diventa il nuovo allenatore della Vigor Carpaneto, squadra piacentina militante nel campionato di Serie D. Viene esonerato il 7 ottobre 2019 dopo 6 giornate e 4 sconfitte consecutive con la squadra al penultimo posto.

Curiosità
Ha dichiarato di aver scelto la maglia del Bologna numero 85 in quanto anno di nascita della fidanzata e di aver superato la delusione per non essere mai stato convocato in nazionale maggiore dopo esservi stato molto vicino alla fine degli anni novanta.

FONTE: Wikipedia.org