#HellasWeeklyNews Nell'ultimo test-match stagionale altro 0 a o del VERONA contro l'HEIDENHEIM in Germania - CalcioCaos Italia: Il CROTONE chiede un'altro processo per il CHIEVO e blocca l'avvio di Serie A e B, anche il PARMA protesta e sei squadre di C chiedono il ripescaggio (ma il risultato sul campo interessa ancora a qualcuno?)


#HellasWeeklyNews +   -   =

0 a 0 anche nell'amichevole in Germania contro l'HEIDENHEIM (formazione della Serie B tedesca il cui campionato partirà la settimana prossima). La formazione assolutamente sperimentale dei gialloblù s'è avvicinata al gol più degli avversari ma non è riuscita a passare vincendo la 'Max Liebhaber Cup' solo dopo i calci di rigore dove Marco SILVESTRI è risultato ancora una volta decisivo.

Slitta al 6 Agosto la presentazione del calendario della Serie B inizialmente previsto per il 31 Luglio; anche in questa stagione, per cambiare, fallimenti e domande di ripescaggio la fanno da padrone con buona pace dei risultati ottenuti sul campo...

Prima fase della campagna abbonamenti scaligera: I tifosi che hanno rinnovato l'abbonamento sono risultati 4875. La quota, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, risulta quasi dimezzata come sottolinea TGGialloBlu.it segno che i tifosi, aldilà dei volti nuovi vogliono fatti concreti dopo lo scempio della passata stagione...

Campagna acquisti ecco le cifre, a cura di TGGialloBlu.it, di quanto Via Francia ha speso e di quanto ha fino ad ora ricavato: Al netto dei 25 (-5 andati da quest'anno in solidarietà alla B) milioni dal paracadute si scopre che si sono investiti poco più di 3 milioni di Euro a fronte di un ricavo di circa 10,5 dalle cessioni di VIVIANI, VALOTI, FARES, BROSCO e dal contributo di valorizzazione per JORGINHO.

Termina a reti bianche l'ultimo test-match del VERONA nel ritiro di Primiero contro i dilettanti della UNION FELTRE; questo il commento di Mister GROSSO ai microfoni di HellasVerona.it 'In questa partita abbiamo messo benzina nelle gambe utilizzando tutti i calciatori disponibili, si sono viste cose buone anche se avremmo potuto fare qualcosa di più, lavoriamo per migliorare. Il ritiro? E' andato molto bene, abbiamo lavorato insieme facendo tanti allenamenti, cercando di costruire un gruppo che dovrà farsi trovare pronto fin dall'inizio della stagione'.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Hans Peter BRIEGEL ha ricevuto una delegazione scaligera in occasione del test-matach in terra tedesca «Sono grato e felice di aver potuto ospitare la delegazione dell'Hellas, è stato davvero un piacere. Il nuovo Verona? Seguo la squadra su Facebook, ho visto tutti i nuovi acquisti. Sono ottimista, spero che l'Hellas torni dove merita di stare. Elkjaer cittadino onorario di Verona? L'ho chiamato per congratularmi con lui, se lo merita, d'altronde è sindaco di Verona già da molti anni» HellasVerona.it

KUMBULLA emozionato per aver raggiunto la prima squadra «Per me è una grandissima soddisfazione aver fatto tutto il percorso del Settore Giovanile ed essere arrivato in prima squadra al Verona. Devo ringraziare il mister e tutto lo staff per la fiducia, cercherò sempre di ripagarla lavorando e allenandomi al massimo con umiltà per migliorare il più possibile. In squadra abbiamo tanti giocatori da cui si può soltanto imparare, i consigli dei miei compagni mi aiutano molto, li accetto tutti come è normale che sia. Primavera? Ho ancora un bellissimo rapporto con il mister e con tanti ragazzi, faccio loro un grande in bocca al lupo per la prossima stagione» HellasVerona.it

Mister GROSSO commenta l'amichevole contro l'HEIDENHEIM «Abbiamo fatto una buona gara, siamo stati bravi a saper resistere nei momenti in cui gli avversari hanno saputo metterci in difficoltà e a creare qualche buona occasione. C'è ancora tantissimo da migliorare, con il lavoro quotidiano. I tifosi? Non mi aspettavo di vedere così tanta gente qui per noi, questa è una cosa molto bella. L'unico modo che abbiamo di ringraziarli è dare sempre tutto in campo e provare a vincere più partite possibili. La loro è una passione immensa, che anche dopo le delusioni resta forte e oggi ce lo hanno dimostrato. Coppa Italia? Vogliamo scendere in campo per cercare di essere protagonisti, dando sempre il massimo a prescindere dal modulo. Chi sarà con noi in questa stagione dovrà avere ben chiaro in che Club si trova e con che ambizioni» HellasVerona.it

SILVESTRI commenta il test-match in Germania «E' stata una partita complicata, molto intensa a livello agonistico anche perchè loro iniziano la prossima settimana e sono più avanti nella preparazione. L'abbiamo affrontata nel modo giusto, ci serviva un'amichevole di questo tipo, siamo contenti di come è andata. Il Verona? Vedo una squadra che sta bene, siamo sulla strada buona, pensiamo a continuare a lavorare e migliorare. Le mie parate? I calci di rigore sono sempre particolari, è un terno al lotto, ma sono contento che sia andata bene» HellasVerona.it

Il nuovo terzino CRESCENZI si presenta «Sono strafelice di essere qui, questo è un passo in avanti per la mia carriera. L’Hellas è una squadra importante con una grande piazza, non vedo l’ora di dimostrare le mie qualità. Darò sempre il cento per cento, in ogni allenamento e in ogni partita. Sono arrivato in un gruppo formato da bravi ragazzi, abbiamo tutti grande voglia di dimostrare il nostro valore sul campo. L’impressione che mi ha fatto il mister è stata molto positiva, ha la cattiveria giusta, tanta voglia e uno staff davvero molto preparato, sono sicuro che queste componenti saranno fondamentali per permetterci fare il campionato che ci compete. L’allenatore sta lavorando sulla compattezza e solidità, la cosa più importante è instaurare una solidità di squadra. Il mio ruolo? Sono un terzino a cui piace spingere, arrivare sul fondo e metter in mezzo il pallone, ma il difensore moderno deve saper fare al meglio entrambe le fasi, per me è molto importante anche la fase difensiva. Sono un destro di natura, anche se sono abituato a giocare su entrambe le fasce. In ogni caso per il bene della squadra sono disposto a giocare in qualunque posizione, tutti dobbiamo esserlo» HellasVerona.it

MATOS alla fine del ritiro di Primiero traccia un bilancio «In queste due settimane abbiamo lavorato bene sia fisicamente che tatticamente, le sensazioni sono buone. Abbiamo ancora tanto margine e tanto lavoro da fare, sia io che il resto della squadra, ci faremo trovare pronti per l'inizio della stagione. Con il nuovo staff stiamo imparanado a conoscerci ma mi sto già trovando molto bene» HellasVerona.it


Silvestri e Grosso dopo il test con l'Heidenheim in Germania

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: ITALIANO nuovo allenatore del TRAPANI. A 42 anni Andy SELVA da l'addio al calcio giocato con un toccante messaggio su Instagram. Antonio DI GENNARO nuova voce della Nazionale in RAI. ROMULO 'Ho sconfitto dubbi e paure'. Per CERCI proposte dalla DINAMO KIEV, dalla Turchia e dall'Italia ma Alessio ancora non ha deciso. Ufficiale Franco ZUCULINI al COLÓN. Dopo il Mondiale in Russia, come annunciato, è ufficiale il ritiro di Rafa MÁRQUEZ che farà il dirigente nella squadra messicana dell'ATLAS... ALBERTAZZI in prova al LIVORNO, HALLFREDSSON vicino al FROSINONE.

CALCIO CAOS ITALIA: Improcedibile il deferimento per il CHIEVO, protestano i legali del CROTONE che bloccano i campionati 'Subito nuovo processo!'. Penalizzazione di 15 punti al CESENA se riuscirà ad iscriversi alla B. Il PARMA partirà da -5, squalifica di un paio d'anni per CALAIÒ. Il CESENA ripartirà dai dilettanti mentre il BARI ricorre al CONI e blocca gli svincoli (con HENDERSON e BALKOVEC che non possono ancora raggiungere Verona). In cadetteria sei squadre chiedono il ripescaggio...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
28 LUG 2018
È SETTI CHE DEVE VOLTARE PAGINA, NON IL TIFOSO
Voi la fate facile. Le storie di ieri già morte, sepolte, dimenticate. Capisco: anche il mio alter ego tifoso, come un innamorato, anela sempre una nuova speranza. Anzi ne necessita, di essa si nutre. Sennò che senso avrebbe ogni cosa? Intendo, il Verona: sostenerlo, seguirlo, gioire, imprecare. La vita è già dura, è fatica, l’elisir è di diritto.

Eppure io non posso. Non posso con disinvoltura scrollare le spalle e, noncurante, voltare pagina. Da giornalista devo essere razionale. Vi piaccia o no. Setti è in crisi di credibilità da tempo e non bastano due-tre strapuntini ruffiani o qualche foto con gli ex leggenda per colmare il gap. E sarebbe da miopi pensare di creare consenso solido e non effimero con la narrazione positivista e la sponda mediatica degli embedded.

Il tifoso oggi è informato e maturo e sa separare le cose: ama il Verona a prescindere, ma chiede altro al suo presidente. Serve tornare in serie A, investire lì e restarci. Come da promessa disattesa. Poi ne riparliamo. Le altalene ci piacciono con i nostri figli o nipotini al parco giochi. Di Carmine è un buon acquisto, ma basta? Chiaramente no e non metto fretta a nessuno, il mercato chiude a fine agosto e io sono della teoria che se sono forti possono arrivare anche all’ultimo. Ma se vogliamo vincere il campionato (minimo sindacale per la forza economica del Verona) servono altri quattro titolari (due difensori, un mediano e una punta esterna). Ma poi impertinente domando: i soldi per Di Carmine (a prescindere dalla formula tecnica dell’acquisto) non potevano essere messi a gennaio per due-tre giocatori? Domando, non affermo. Con terribile insolenza chiedo: perché alcune comparse l’anno scorso ingaggiate per la A, oggi vengono cedute (giustamente, intendiamoci) in B? Se non sono ritenuti all’altezza ora, come potevano esserlo un anno fa?

Ma non è solo quello, non c’è solo il campo. Per recuperare terreno va completamente cambiata l’impostazione filosofica settiana: il mantra “prima il bilancio” come feticcio assoluto, il surreale “io non vi faccio fallire” (ma dai? Grazie), danno l’idea di una società in affanno, senza spessore e grande prospettiva. E la percezione di un’altalena quasi programmata (non affermo che sia così, lungi da me, scrivo di una percezione della gente).

Sensazioni che spengono l’anima (e il dato degli abbonati in tal senso fa riflettere). Il resto è turbamento, disaffezione, disagio, sospetto, irritazione. La morte, lenta e agonizzante, del sentimento. E vale per chi si è abbonato e per chi ha deciso di non rinnovare. Così è se vi pare.
Francesco Barana

22 LUG 2018
ASTICELLA ALTISSIMA
Penso che l’arrivo di Di Carmine sia solo il minimo sindacale che era lecito aspettarsi da una società che nell’ultimo campionato ha seminato spettacoli indecenti, incapacità gestionale, errori a ripetizione e appena 25 punti. Una società che percepisce il secondo paracadute milionario e che ha il dovere morale, ancora prima che aziendale di costruire uno squadrone che stravinca il campionato di serie B.

Non mi esalto, quindi per Di Carmine che considero un buon giocatore da serie B e che nel suo curriculum ha un solo exploit come bomber, quello della scorsa eccezionale stagione. Aspetto altri acquisti, perchè al contrario di molti ottimisti di professione, il Verona che ho visto nelle amichevoli non mi ha assolutamente esaltato, anzi un pochino mi ha preoccupato e depresso. Servono rinforzi ad una difesa inadeguata e qualità a centrocampo. Ariaudo e Henderson sono buoni acquisti che potrebbero sistemare qualche problema.

C’è un tentativo di accantonare maldestramente la scorsa stagione. Non è possibile farlo, secondo me, perché quello a cui abbiamo assistito è una ferita terribile che non può essere sanata facilmente. Le società hanno sempre la spocchia di trattare i tifosi come dei deficienti decerebrati a cui tirare in faccia un paio di acquisti per far dimenticare tutto. Finito il campionato, migliaia di tifosi giuravano che non si farebbero più fatti l’abbonamento finchè ci sarebbe stato Setti alla guida del Verona.

In questo dibattito non sono entrato volutamente: considero troppo importante la riflessione che ognuno di noi fa su questo argomento e tutte le valutazioni egualmente importanti che non mi sento di prenderne parte. Il Verona è un’istituzione al di là del bene e del male e dei singoli gestori che è rispettabile l’atto di fede dell’abbonarsi. Viceversa, l’estrema protesta di chi non si abbona è anche l’unica arma in possesso del tifoso per far capire alla società che ha superato il limite della sopportazione con prestazioni indegne, campagne acquisti inesistenti, false promesse (“lotteremo sino alla fine, sino all’ultimo minuto”). Potrebbe essere un compromesso lo sciopero dell’abbonamento con una presenza massiccia in trasferta, ma ripeto, ogni idea è rispettabilissima.

Per quanto mi riguarda l’asticella del giudizio nei confronti di questa società resta altissima. Mi aspetto molto di più dal mercato e soprattutto vittorie a ripetizione e spettacolo nel prossimo campionato.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.Telenuovo.it


Test match col Feltre a reti bianche
By Redazione - 21 luglio 2018

Tante riserve, soprattutto nel primo tempo, e gambe pesanti per il Verona di Grosso nell’amichevole contro il Feltre.

Rispetto alle ultime amichevoli mancano gli infortunati, oltre che Brosco (finito all’Ascoli), Felicioli (al Perugia) e Cappelluzzo (in aria di cessione), mentre si segnala il debutto in gialloblù di Eguelfi.

È ancora 4-3-3 anche se nel primo tempo, Grosso fa le prove della doppia punta con l’accoppiata Pazzini–Tupta.

Poche indicazioni, niente gol, ma un’amichevole di fine ritiro utile per dare spazio a chi ha giocato meno finora.
Damiano Conati

FONTE: HellasNews.it


Finale, Heidenheim-Hellas Verona 2-4
luglio 28, 2018

Se lo aggiudica l’Hellas Verona il trofeo Max Liebhaber-Pokal 2018. Quinta amichevole precampionato per la squadra di Fabio Grosso. Alla Voith-Arena, sfida contro l’FC Heidenheim 1846, gialloblù che si presentano col 4-3-3 con Silvestri, Almici, Kumbulla, Souprayen, Crescenzi, Calvano, Gustafson, Laribi, Matos, Pazzini, Lee. Assente Caracciolo, in permesso concordato con la società, insieme a Cappelluzzo, Cherubin e Fossati, giocatori che invece non rientrano più nei piani della società. Circa 200 i tifosi gialloblù arrivati in Germania. Prima uscita stagionale per il presidente Maurizio Setti, accompagnato dal direttore operativo Barresi e dal ds D’Amico. Partono forte i padroni di casa col capitano Schnatterer che trova però attenta la difesa gialloblù. Al 14’ Almici salva sulla linea di porta la conclusione a botta sicura di Griesbeck, mentre al 15’ Dovedan calcia alto dal limite dell’area. Al 21’ calcio d’angolo di Laribi e colpo di testa alto sopra la traversa di Kumbulla, gialloblù che mettono in difficoltà la retroguardia tedesca con Matos nell’azione seguente. Hellas Verona che al 23’ sfiora il vantaggio con Gustafson che calcia a lato di poco l’invito di Pazzini. Matos al 31’ cerca e trova il fondo e conquista calcio d’angolo, mentre al 33’ Lee devia in angolo la conclusione di Skarke, due minuti più tardi è Schnatterer ad impensierire Silvestri col pallone che termina a lato di poco alla sinistra dell’estremo difensore gialloblù. Primo tempo che si chiude a reti inviolate Stesso undici per Fabio Grosso ad inizio ripresa, Heidenheim subito pericoloso col capitano Schnatterer che calcia di poco a lato alla sinistra di Silvestri. Al 49’ tiro sul fondo di Bush. Primo cambio per i gialloblù, Zaccagni al posto di Pazzini al 56’, con Matos che si sposta al centro dell’attacco, con Laribi (fascia di capitano al braccio sinistro, ndr) a sinistra e Lee confermato a destra. Al 62’ punizione pericolosa di Theuerkauf, gialloblù che al effettuano ben quattro cambi, con l’esordio di Di Carmine. Zaccagni al 66’ prova senza fortuna dalla distanza. Entrano al 69’ Di Carmine, Boldor, Eguelfi e Tupta, per Lee, Laribi, Crescenzi e Matos, con Calvano che diventa capitano. Esordio in gialloblù per il nuovo attaccante dell’Hellas Verona, ex Perugia. Gialloblù che passano al 3-5-2. Al 76’ Felippe e Saveljevs rilevano Gustafson e Calvano, fascia di capitano che tocca ora a Silvestri. All’83’ sinistro preciso ed angolato di Di Carmine che obbliga Muller a chiudere in corner. Al triplice fischio finale il risultato è sempre bloccato sullo 0-0 e per definire il vincitore del torneo Max Liebhaber-Pokal 2018 si va ai calci di rigore. Dagli undici metri Di Carmine, Tupta, Felippe e la parata di Silvestri regalano il trofeo (2-4) alla squadra di Fabio Grosso

Code ai bigonci per il rinnovo dell’abbonamento
luglio 28, 2018

Da giovedì 26 luglio ad oggi la fase dedicata alla campagna abbonamenti dell’Hellas Verona 2018/19 per i vecchi abbonati che intendono cambiare il proprio posto allo stadio.

FONTE: HellasLive.it


NEWS
28 luglio 2018 - 20:40
Il Verona vince contro l’Heidenheim, 2-4 ai rigori
Reti inviolate alla Voith-Arena dopo i 90 minuti, decide un penalty del giovane Felippe

di Redazione Hellas1903
Foto Grigolini-Fotoexpress

Alla Voith-Arena il Verona impatta 0 a 0 dopo 90 minuti nella gara con l’Heidenheim, formazione di B tedesca. Così la ‘Max Liebhaber Cup’ si decide ai rigori dove ha la meglio l’Hellas.


Gialloblù in campo con Silvestri, Almici, Kumbulla, Souprayen, Crescenzi, Calvano, Gustafson, Laribi, Matos, Pazzini e Lee.

Partono forte i padroni di casa, Almici e Kumbulla salvano. Verona vicino al gol con un tiro di Matos parato al 22′ e uno di Gustafson al 23′. Pazzini ha la palla buona ma è anticipato al 31′. Ammonizione per Calvano per un mani poco dopo.

Dopo un’occasione per i tedeschi sventata dalla difesa del Verona al 34′, una conclusione di Calvano termina alta al minuto 43 e il primo tempo si chiude sullo 0 a 0.

Ripresa senza particolari occasioni. Al 12′ esce Pazzini per Zaccagni, al 22′ debutta Di Carmine, che entra con Boldor, Eguelfi e Tupta Escono Lee, Laribi, Crescenzi e Matos.

Al 37′ Di Carmine, dopo un’azione personale, calcia dal limite. Il tiro è deviato in corner dal portiere Muller.

La gara termina 0 a 0, si va ai rigori.

Dopo il palo di Thomalla e la parata di Silvestri, è il Verona a vincere l’amichevole della Voith-Arena grazie all’ultimo rigore trasformato da Felippe, dopo le segnature di Di Carmine, Zaccagni e Tupta.

HEIDENHEIM: Muller, Busch (dal 15′ st Strauss), Steurer (dal 1′ st Mainka), Wittenk (dal 42′ st Reithmeir), Schnatterer (dal 23′ st Mullthaup), Glatzel (dal 15′ st Thomalla), Dovedan (dal 23′ st Kilic), Griesbeck (dal 23′ st Pusch), Theuerkauf (dal 42′ st Brandle), Dorsch (dal 15′ st Sessa), Skarke (dal 1′ st Lankford).
A disposizione: Eicher, Kobbing.
Allenatore: Schmidt.

VERONA: Silvestri, Almici, Kumbulla, Souprayen, Crescenzi (dal 22′ st Eguelfi), Calvano (dal 30′ st Saveljevs), Gustafson (dal 30′ st Felippe), Laribi (dal 22′ st Boldor), Matos (dal 22′ st Di Carmine), Pazzini (dal 12′ st Zaccagni), Lee (dal 22′ st Tupta).
A disposizione: Chiesa, Ferrari.
Allenatore: Grosso

Arbitri: Robert Hartmann.
Assistenti: Stefan Fimpel e Fabian Baiz.

NOTE. Ammonito: Calvano.

VISTO DA NOI
24 luglio 2018 - 11:36
Il peso della difesa
Verona, mercato okay a centrocampo e in attacco. Ma è dietro che si fa la differenza

di Matteo Fontana, @teofontana
Foto Grigolini-Fotoexpress

Il Verona sta allestendo una rosa all’altezza delle ambizioni che un club come l’Hellas deve avere quando si trova in Serie B: competere sempre e comunque per la promozione. Maurizio Setti, dopo due anni di risanamento dei conti – un altare su cui è stato sacrificato, nella stagione in A, il risultato sportivo – è tornato a investire. Sono arrivati giocatori che, in categoria, hanno dimostrato di essere dei fattori reali: Laribi, Henderson, Balkovec (a breve verrà ufficializzato il loro trasferimento dal Bari fallito) e Crescenzi sono quelli che spiccano di più. Cissé e Matos, già conosciuti, possono cambiare il volto dell’Hellas. Gustafson è in prestito dal Torino, ma la formula scelta è un’eccezione che, fino a qualche mese fa, era una regola. E Di Carmine è l’attaccante “intimidatore”, per cui molto è stato speso e di cui c’ era bisogno. Con o senza Pazzini, si vedrà.

A poco più di tre settimane dalla chiusura del mercato, tuttavia, c’è una priorità che diventa determinante per capire fin dove, in linea di pronostico, il Verona potrà spingersi. La difesa è stato l’enorme guaio dell’Hellas dal 2013 a oggi. Una fragilità arretrata che si è palesata in modo enorme in A: 68 gol incassati nel 2013-2014, 65 nel 2014-2015, 63 nel 2015-2016, 78 nell’ultimo campionato. In B, nell’annata della promozione 2016-2017, ne subì 40, che pochi non sono, per chi sta al vertice. Il totale è solare: fa 314. La media, persino di più: 62.8 a stagione.

Il calcio è un gioco semplice. Segna una volta più degli altri e hai vinto. Ma poi c’è anche da prenderne uno di meno, se si vuole guardarla dall’altro lato. Machiavellicamente, senza difensori le fortezze servono a poco. Banale, lapalissiano, concetto alla Catalano, si dirà? Eppure i numeri sono sempre dei fedelissimi alleati. L’Hellas cerca saldezza nel reparto arretrato (poi si ha sempre buon gioco a parlare di “fase”, ma è la qualità individuale che cambia anche quest’aspetto) come non se ne vede dai tempi in cui a comandare dietro era Domenico Maietta: i gialloblù, nel 2012-2013, subirono 32 gol. Erano fortissimi in attacco, con Cacia micidiale Terminator, ma avevano abbondanti risorse anche in copertura.

Per questo un giudizio più completo sulle operazioni compiute in sede di mercato dal Verona si potrà esprimere solamente quando gli innesti toccheranno la difesa, ad ora limitata tra infortuni (Bianchetti), giocatori in uscita (Cherubin e Gonzalez) e adattamenti tanto necessari da non poter non suscitare perplessità (Souprayen centrale). L’Hellas è “corto”: Caracciolo e Boldor, più il giovane Kumbulla, hanno bisogno di qualificata compagnia.

Tony D’Amico, che non ama le interviste e preferisce agire in silenzio, lontano dalle luci della facile pubblicità, ha fatto i “botti” là davanti – e attenzione alle prossime mosse -, adesso deve realizzare quel che nessun suo predecessore recente, da Sogliano a Bigon, fino a Fusco, è riuscito a portare a termine: aggiungere sicurezze al pacchetto arretrato. Lavori in corso: da lì partono le possibilità reali del Verona di correre per riprendersi la Serie A.

VISTO DA NOI
23 luglio 2018 - 10:44
Setti torna a spendere, il Verona a sperare. E non finisce qui…
Già dieci ingressi nel nuovo Hellas, il patron investe per una B da protagonista

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

Tornano i denari, torna un mercato all’altezza delle migliori ambizioni.
Vuoi per le cessioni di Fares, il riscatto di Viviani, il tesoretto arrivato dalla vendita di Jorginho da parte del Napoli, vuoi per il paracadute.

Maurizio Setti conferma che la società è risanata nei conti, e torna a spendere come non faceva da quasi tre anni. Soldi veri i 2,5 milioni per Di Carmine, i 500 per Cissè, e un budget per gli stipendi all’altezza per pagare calciatori di livello per una B da protagonisti. Sarà Fabio Grosso a plasmare un gruppo che vuole arrivare in Alto. La promozione (termine da non usare mai per gli scaramantici) non è mai garantita. L’equazione spendo = salgo spesso non appartiene al calcio. Il Bari in due anni ha investito montagne di quattrini ed è saltato per aria. Il Palermo quasi, e si potrebbe continuare coi fallimenti societari e sportivi.

Capacità dell’allenatore, calciatori seri, e vicinanza dei sostenitori alla squadra saranno i propellenti fondamentali per un motore che possa arrivare lontano. La concorrenza non mancherà. Il Benevento piglia tutto e tutti, il Palermo vorrà riprovarci, la Cremonese punta alla promozione, il Perugia non scherza. E poi le sorprese e le insidie che la B riserva sempre. 42 partite, una vita.

Nel frattempo esplodono le società, non si iscrivono. Questo, almeno, non appartiene al Verona.
Setti è tornato a spendere, D’Amico si muove con solerzia e scaltrezza.
E Grosso ringrazia. Ma non finisce mica qui, come diceva Corrado Tedeschi. C’è una difesa da ricostruire, e un altro esterno nel mirino. Per lo meno.
In attesa di un Verona protagonista in campo, ed è questa la speranza che conta, osserviamo intanto quello protagonista nel mercato, come non accadeva da mo. Perchè le vacche magrissime che ha dovuto mungere Fusco, follia per pensare lo scorso anno di mantenere la categoria, sono, almeno per quest’anno, sparite.

Arrivi:
Cissè
Matos
Laribi
Crescenzi
Almici
Gustafson
Eguelfi
Di Carmine
Balkovec
Henderson
Boldor

Cessioni:
Valoti
Fares
Brosco
Felicioli

CALCIOMERCATO
23 luglio 2018 - 09:07
Verona, adesso servono rinforzi in difesa
Il ds D’Amico al lavoro per aggiungere soluzioni nel reparto arretrato

di Redazione Hellas1903

Il Verona riprenderà ad allenarsi mercoledì a Peschiera del Garda, intanto il ds D’Amico è al lavoro per aggiungere nuove pedine all’organico a disposizione di Fabio Grosso.
Attenzione rivolta alla difesa, in questi giorni. Il reparto va rinforzato, tanto più che anche nei numeri va verso lo sfoltimento.
Brosco è stato ceduto all’Ascoli, Gonzalez se ne andrà, Cherubin è in uscita, anche perché ha un ingaggio oneroso (460mila euro netti).
L’Hellas cerca uomini da aggiungere al reparto arretrato. Un nome è quello di Lorenzo Ariaudo, ipotesi reale ma che rimane in stand-by, e se ne riparlerà quando il Frosinone rientrerà dal ritiro che sta svolgendo in Canada.
D’Amico, peraltro, punta a inserire in rosa due centrali.

FONTE: Hellas1903.it


2-4 DCR (0-0 AL 90')
In Germania, Verona vittorioso ai rigori
Foto Twitter.com HellasVeronaFC

28/07/2018 20:38
Il Verona, ospite dell'Heideinheim si aggiudica la 'Max Liebhaber Cup' ai calci di rigore (2-4). I tempi regolamentari si erano chiusi sullo 0-0. Per l'amichevole in terra tedesca, mister Grosso schiera i suoi col 433 che ha visto Silvestri tra i pali ed in difesa Almici, Kumbulla, Souprayen e Crescenzi. A centrocampo, Calvano, Gustafson e Laribi; mentre in avanti il tridente, Matos, Pazzini e Lee. Nella prima frazione di gioco, più Hellas che Heideinheim. I padroni di casa suonano la sveglia dopo un quarto d'ora: 14', Griesbeck arriva in area e dopo un rimpallo calcia a botta sicura, Almici salva a Silvestri battuto. Al 22' risponde l'Hellas: Laribi serve Matos, il brasiliano rientra e calcia in porta, pallone deviato in angolo. Dopo 1' Verona vicinissimo al gol. Pazzini fa uno due con Gustafson e quest’ultimo a tu per tu con il portiere calcia fuori di pochissimo. Nella ripresa accade pochissimo. Al 57' Zaccagni sostituisce Pazzini e dopo 10', entrano anche Boldor, Eguelfi, Tupta e Di Carmine, a sostituzione di Lee, Laribi, Crescenzi e Matos. Ancora cambi al 75': dentro Felippe e Saveljevs, fuori Gustafson e Calvano. All'82 il Verona va ancora vicino al gol con Di Carmine: un sinistro insidioso dal limite ed il portiere Muller si salva in angolo. Il trofeo in palio nell'amichevole va all'Hellas grazie alla lotteria dei penalities. A segnare per gli scaligeri: Di Carmine, Zaccagni, Tupta e Felippe. Bravo anche Silvestri ad opporsi ad un tiro dagli 11 metri tedesco.

TABELLINO:
HEIDENHEIM-VERONA 2-4 (0-0 al 90')

HEIDENHEIM: Muller, Busch (dal 15' st Strauss), Steurer (dal 1' st Mainka), Wittenk (dal 42' st Reithmeir), Schnatterer (dal 23' st Mullthaup), Glatzel (dal 15' st Thomalla), Dovedan (dal 23' st Kilic), Griesbeck (dal 23' st Pusch), Theuerkauf (dal 42' st Brandle), Dorsch (dal 15' st Sessa), Skarke (dal 1' st Lankford).
A disposizione: Eicher, Kobbing.
Allenatore: Schmidt.

HELLAS VERONA: Silvestri, Almici, Kumbulla, Souprayen, Crescenzi (dal 22' st Eguelfi), Calvano (dal 30' st Saveljevs), Gustafson (dal 30' st Felippe), Laribi (dal 22' st Boldor), Matos (dal 22' st Di Carmine), Pazzini (dal 12' st Zaccagni), Lee (dal 22' st Tupta). A disposizione: Chiesa, Ferrari.
Allenatore: Grosso

Arbitri: Robert Hartmann.
Assistenti: Stefan Fimpel e Fabian Baiz.

NOTE. Ammonito: Calvano.
A.F.

ARGOMENTO
Il calendario di B slitta al 6 agosto
27/07/2018 19:23
L'incertezza sui ripescaggi ha costretto la Lega di serie B a far slittare la compilazione del calendario: dal 31 luglio al 6 agosto.

RISPETTO AL 2017
Abbonamenti a confronto
Quota quasi dimezzata

25/07/2018 23:52
8728 tessere contro le 4875 di quest'anno. Il terribile campionato dello scorso anno lascia uno strascico pesante: dopo la prima fase di rinnovo la quota abbonati si è quasi dimezzata. Ora tocca alla vendita libera: in tre giorni la scorsa stagione vennero venduti 1300 abbonamenti, superando quota 10 mila. Alla fine della campagna abbonamenti gli abbonati furono 11521. 10099 invece gli abbonati nel precedente campionato di serie B.

SEMPRE PIU' DISTACCO DAI TIFOSI
Grosso già nel bunker
Porte chiuse a Peschiera

Grosso (foto grigolini)

25/07/2018 12:46
Due righe, scritte in corsivo perchè non vi siano equivoci: "Non sarà consentito l'accesso al Centro Sportivo di Peschiera, eventuali variazioni saranno comunicate nei report giornalieri".

Il Verona di Grosso, terminato il ritiro, è già chiuso nel bunker di Peschiera, dove come è stato comunicato, non si potrà entrare. Il Verona è sempre più lontano dalla gente e dai suoi tifosi.

L'allenamento è fissato per mercoledì 25 luglio alle ore 18.

CALCIOMERCATO
CAMPAGNA ACQUISTI
ECCO LE CIFRE


24/07/2018 16:59
Quattro giocatori in prestito, tre svincolati, tre acquistati per un esborso di 3 mln e 200 mila euro a fronte di cessioni per oltre otto milioni e mezzo a cui bisogna aggiungere circa un milione e mezzo che arriverà dalla cessione di Jorginho al Chelsea. Queste le cifre del calciomercato del Verona fino ad oggi. Ecco il dettaglio.

ACQUISTI
Cissè (500 mila)
Matos (zero, prestito)
Laribi (zero, svincolato)
Crescenzi (200 mila, definitivo)
Almici (zero, prestito)
Gustafson (zero, prestito)
Eguelfi (zero, prestito)
Di Carmine (2 mln 500 mila)
Balkovec (zero, svincolato dal fallimento Bari)
Henderson (zero, svincolato dal fallimento Bari)

CESSIONI
Fares (4mln, Spal)
Viviani (3 mln 300 mila Spal)
Valoti (1 mln e 500 mila, Spal)
Brosco (200 mila, Ascoli)
Jorginho (1 mln e mezzo, Chelsea)

SERIE B
Verona, ritiro finito
Due giorni di riposo

22/07/2018 16:43
E' terminato stamattina il ritiro del Verona di Primiero. Un ritiro che anche quest'anno si è svolto senza la squadra al completo, uno degli errori "fondamentali" secondo il ds Fusco della scorsa stagione. Grosso ha lavorato con molti giocatori che non faranno parte dell'organico, mentre altri arriveranno la prossima settimana, quando dopo due giorni di riposo il Verona riprenderà ad allenarsi a Peschiera.

CALCIOMERCATO
Di Carmine-Pazzini
Il gioco della coppia

22/07/2018 11:09
Giocheranno assieme o no? E chi andrà in panchina? La firma di Samuel Di Carmine pone un grande interrogativo a Grosso: le due punte potranno coesistere? Teoricamente sì. Pazzini è una prima punta, Di Carmine è capace di partire da lontano e girare attorno ad una punta di ruolo (a Perugia aveva il 10...).

Sempre che la società non intenda cedere Pazzini che prende tantissimo. Il problema (per la società, non certo per i tifosi...) è che non ci sono al momento offerte per il Pazzo, che l'anno scorso venne clamorosamente "escluso" da un Verona privo di punte a beneficio del 17 enne Kean e mandato al Levante.

Pazzini e Di Carmine assieme fanno sognare soprattutto in B. Ma sono anche un bel rebus per il tecnico.

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE B
Oggi giocherebbero così: Hellas, colpo Di Carmine, ma serve un portiere
23.07.2018 17:06 di Tommaso Maschio
Oggi giocherebbero così: Hellas, colpo Di Carmine, ma serve un portiere
Tornare subito in Serie A per dimostrare che quello della passata stagione è stato solo un passo falso. E' questo il progetto dell'Hellas Verona di Maurizio Setti che per riuscirci ha deciso di affidarsi a Fabio Grosso, tecnico che lo scorso anno ha sorpreso fin dalla sua prima esperienza fra i professionisti.

Chi è arrivato: Grosso si è portato Karamoko Cissè da Bari per dare all'attacco un punto di riferimento che già conosca le sue richieste sul fronte tattico. Per le corsie esterne sono arrivati Almici ed Eguelfi dall'Atalanta mentre in difesa ecco Boldor e Brosco. A centrocampo altri due tasselli importanti come Laribi e Gustafsson.

dell'Atalanta rappresenta invece un tassello importante in sostituzione di Fares ceduto alla SPAL. Deian Boldor dopo due prestiti approda al Bentegodi a titolo definitivo.

Chi potrebbe arrivare: Con l'arrivo ormai certo di Samuel Di Carmine anche l'attacco è sistemato. Serve un portiere però in caso di addio, molto probabile, di Nicolas (diretto a Udine).

Acquisti:
Karamoko Cissé (definitivo dal Bari)
Alberto Almici (prestito dall'Atalanta)
Deian Boldor (definitivo dal Bologna)
Karim Laribi (definitivo dal Cesena)
Giampaolo Pazzini (rientro prestito dal Levante)
Riccardo Brosco (rientro prestito dal Carpi)
Pierluigi Cappelluzzo (rientro prestito dal Pescara)
Aleksejs Saveljevs (definitivo dal Marijampole)
Samuel Gustafson (prestito dal Torino)
Fabio Eguelfi (prestito dall'Atalanta)
Nicola Borghetto (definitivo dal Belluno)

Cessioni:
Vederico Viviani (definitivo alla SPAL)
Stefanec Simon (prestito all'Arezzo)
Mohamed Fares (prestito alla SPAL)
Thomas Heurtaux (fine prestito all'Udinese)
Moise Kean (fine prestito alla Juventus)
Daniele Verde (fine prestito alla Roma)
Bruno Petkovic (fine prestito al Bologna)
Marcel Buchel (fine prestito all'Empoli)
Alex Ferrari (fine prestito al Bologna)
Rolando Aarons (fine prestito al Newcastle)
Alessio Cerci (svincolato)
Ferdinando Coppola (svincolato)
Romulo (definitivo al Genoa)
Franco Zuculini (definitov al Colon)
Luca Checchin (prestito all'Alessandria)

Probabile formazione: Sarà ancora 4-3-3 per gli scaligeri con Di Carmine al centro dell'attacco affiancato da Cissé e uno fra Lee e Matos. In mezzo al campo ci sono Laribi e Gustafsson, mentre in difesa Boldor e Brosco si giocano una maglia al centro.

Hellas Verona (4-3-3): Nicolas; ALMICI, Caracciolo, BROSCO Souprayen; LARIBI, GUSTAFSSON, Valoti; Matos, CISSE', Lee. Allenatore: Grosso.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


KUMBULLA: «CHE EMOZIONE LA PRIMA SQUADRA, VOGLIO MIGLIORARE LAVORANDO CON UMILTÀ»
29/LUGLIO/2018 - 14:00
Heidenheim (Germania) - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Marash Kumbulla, rilasciate al termine di Heidenheim-Hellas Verona.

«Per me è una grandissima soddisfazione aver fatto tutto il percorso del Settore Giovanile ed essere arrivato in prima squadra al Verona. Devo ringraziare il mister e tutto lo staff per la fiducia, cercherò sempre di ripagarla lavorando e allenandomi al massimo con umiltà per migliorare il più possibile. In squadra abbiamo tanti giocatori da cui si può soltanto imparare, i consigli dei miei compagni mi aiutano molto, li accetto tutti come è normale che sia. Primavera? Ho ancora un bellissimo rapporto con il mister e con tanti ragazzi, faccio loro un grande in bocca al lupo per la prossima stagione».

BRIEGEL: «BELLO RICEVERE LA VISITA DELL'HELLAS, SONO OTTIMISTA PER LA NUOVA STAGIONE»
29/LUGLIO/2018 - 08:00

Kaiserslautern (Germania) - Le dichiarazioni della leggenda gialloblù Hans Peter Briegel, rilasciate a hellasverona.it in occasione della trasferta in Germania dell'Hellas Verona, durante la quale la delegazione del Club che ha partecipato all'HellasOnTour (CLICCA QUI) ha fatto visita al campione tedesco.

«Sono grato e felice di aver potuto ospitare la delegazione dell'Hellas, è stato davvero un piacere. Il nuovo Verona? Seguo la squadra su Facebook, ho visto tutti i nuovi acquisti. Sono ottimista, spero che l'Hellas torni dove merita di stare. Elkjaer cittadino onorario di Verona? L'ho chiamato per congratularmi con lui, se lo merita, d'altronde è sindaco di Verona già da molti anni».

GROSSO: «BRAVI A RESISTERE NEI MOMENTI DIFFICILI. OGGI I TIFOSI CI HANNO DIMOSTRATO COS'È LA PASSIONE PER L'HELLAS»
28/LUGLIO/2018 - 21:30
Heidenheim (Germania) - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Grosso, rilasciate al termine di Heidenheim-Hellas Verona.

«Abbiamo fatto una buona gara, siamo stati bravi a saper resistere nei momenti in cui gli avversari hanno saputo metterci in difficoltà e a creare qualche buona occasione. C'è ancora tantissimo da migliorare, con il lavoro quotidiano. I tifosi? Non mi aspettavo di vedere così tanta gente qui per noi, questa è una cosa molto bella. L'unico modo che abbiamo di ringraziarli è dare sempre tutto in campo e provare a vincere più partite possibili. La loro è una passione immensa, che anche dopo le delusioni resta forte e oggi ce lo hanno dimostrato. Coppa Italia? Vogliamo scendere in campo per cercare di essere protagonisti, dando sempre il massimo a prescindere dal modulo. Chi sarà con noi in questa stagione dovrà avere ben chiaro in che Club si trova e con che ambizioni».

SILVESTRI: «AVEVAMO BISOGNO DI PARTITE COSÌ, SIAMO SULLA BUONA STRADA»
28/LUGLIO/2018 - 21:15
Heidenheim (Germania) - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Marco Silvestri, rilasciate al termine di Heidenheim-Hellas Verona.

«E' stata una partita complicata, molto intensa a livello agonistico anche perchè loro iniziano la prossima settimana e sono più avanti nella preparazione. L'abbiamo affrontata nel modo giusto, ci serviva un'amichevole di questo tipo, siamo contenti di come è andata. Il Verona? Vedo una squadra che sta bene, siamo sulla strada buona, pensiamo a continuare a lavorare e migliorare. Le mie parate? I calci di rigore sono sempre particolari, è un terno al lotto, ma sono contento che sia andata bene»

#TESTMATCH: #HEIDENHEIMVERONA 0-0 (2-4 D.C.R.)
28/LUGLIO/2018 - 20:30
Heidenheim (Germania) - Reti inviolate dopo 90 minuti alla Voith-Arena, con il Verona che più volte si è reso pericoloso andando vicino al gol. Ai calci di rigore la spuntano proprio i gialloblù, con Silvestri che para il terzo tiro dal dischetto e Felippe che segna l'ultimo rigore decisivo, regalando la vittoria al Verona nella 'Max Liebhaber Cup'.

HEIDENHEIM-HELLAS VERONA 0-0 (2-4 d.c.r)

FOTOGALLERY - CLICCA QUI

HEIDENHEIM: Muller, Busch (dal 15' st Strauss), Steurer (dal 1' st Mainka), Wittenk (dal 42' st Reithmeir), Schnatterer (dal 23' st Mullthaup), Glatzel (dal 15' st Thomalla), Dovedan (dal 23' st Kilic), Griesbeck (dal 23' st Pusch), Theuerkauf (dal 42' st Brandle), Dorsch (dal 15' st Sessa), Skarke (dal 1' st Lankford).
A disposizione: Eicher, Kobbing.
Allenatore: Schmidt.

HELLAS VERONA: Silvestri, Almici, Kumbulla, Souprayen, Crescenzi (dal 22' st Eguelfi), Calvano (dal 30' st Saveljevs), Gustafson (dal 30' st Felippe), Laribi (dal 22' st Boldor), Matos (dal 22' st Di Carmine), Pazzini (dal 12' st Zaccagni), Lee (dal 22' st Tupta).
A disposizione: Chiesa, Ferrari.
Allenatore: Grosso

Arbitri: Robert Hartmann.
Assistenti: Stefan Fimpel e Fabian Baiz.

NOTE. Ammonito: Calvano.

OBERKOCHEN: REPORT ALLENAMENTO
28/LUGLIO/2018 - 13:00
Oberkochen (Germania) - Seduta di rifinitura per i gialloblù presso il 'Carl-Zeiss Stadion', ad Oberkochen, in vista dell'amichevole di questa sera. Il gruppo ha cominciato l'allenamento con alcuni torelli di riscaldamento, passando in seguito alle esercitazioni sulle azioni offensive. Per concludere, spazio ad una fase dedicata alla tattica.

#RONCONE2018: NEL QUINTO GIORNO DI RITIRO CONOSCIAMO IL NUOVO ALLENATORE IN SECONDA DELLA PRIMAVERA
27/LUGLIO/2018 - 19:00

Roncone (Trento) - Proseguono i lavori a Roncone, dove i giovani della Primavera dell'Hellas stanno svolgendo il ritiro estivo. Nel menù di oggi ha avuto grande importanza il riscaldamento, svolto in gruppi di 7 e con carichi progressivi. Ci si è poi dedicati alle combinazioni per arrivare al tiro in porta, sia con doppio che con singolo attaccante. Infine una partitella 11 contro 11, a campo ridotto ma dai ritmi già molto sostenuti.

Ufficializzato, nel frattempo, l'avversario della prima amichevole del ritiro: sul campo di Roncone il 31 luglio la Primavera affronterà la Benacense 1905, squadra che gioca in Promozione. Fischio d'inizio alle 19.

Per quanto riguarda il nostro percorso alla scoperta dello staff 2018/19, oggi abbiamo fatto due parole con Alessandro Viviani, nuovo allenatore in seconda della Primavera.

PESCHIERA: REPORT SEDUTA MATTINO
27/LUGLIO/2018 - 14:00
Peschiera - Seduta mattutina per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. Torelli e possesso palla per cominciare l'allenamento, prima di proseguire con una serie di esercitazioni tattiche. In chiusura, spazio ad una partitella a campo ridotto.

Al termine dell'allenamento, la squadra è partita per Heidenheim an der Brenz, dove domani, sabato 28 luglio (ore 18.30), affronterà l'Heidenheim in amichevole, nella sfida in programma alla 'Voith-Arena'.

PESCHIERA: REPORT SEDUTA POMERIGGIO
26/LUGLIO/2018 - 20:00
Peschiera - Gialloblù in campo per la seconda seduta di giornata allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra ha cominciato l'allenamento un lavoro di forza in palestra, prima di passare ad una fase di tattica sul campo.

#RONCONE2018: QUARTO GIORNO IN RITIRO, CONOSCIAMO IL NUOVO FISIOTERAPISTA
26/LUGLIO/2018 - 19:00

Roncone (Trento) - Cominciano ad aumentare ritmo e carichi a Roncone, sede del ritiro 2018 della Primavera. In particolare, nella giornata di oggi, tutto il pomeriggio è stato dedicato al lavoro di forza con il preparatore atletico Lorenzo Osti, prima della partitella a tutto campo conclusiva. Migliora anche l'affinità del gruppo, che si sta imparando a conoscere, composto da un mix di ragazzi già presenti nella scorsa stagione, nuovi arrivati e provenienti dalla scorsa Under 17.

Altra figura fondamentale in un ritiro è quella del fisioterapista: i piccoli traumi sono all'ordine del giorno, specie dopo la pausa estiva di inattività. Abbiamo conosciuto questa nuova figura nello staff della Primavera: Philipp Gerold.

CRESCENZI: «DARÒ SEMPRE IL MASSIMO PER IL VERONA»
26/LUGLIO/2018 - 15:30
Verona - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Alessandro Crescenzi, rilasciate in occasione dell'evento media dedicato alla presentazione.

VERONA, UN PASSO IN AVANTI
«Sono strafelice di essere qui, questo è un passo in avanti per la mia carriera. L’Hellas è una squadra importante con una grande piazza, non vedo l’ora di dimostrare le mie qualità. Darò sempre il cento per cento, in ogni allenamento e in ogni partita. Sono arrivato in un gruppo formato da bravi ragazzi, abbiamo tutti grande voglia di dimostrare il nostro valore sul campo».

MISTER GROSSO E IL RUOLO
«L’impressione che mi ha fatto il mister è stata molto positiva, ha la cattiveria giusta, tanta voglia e uno staff davvero molto preparato, sono sicuro che queste componenti saranno fondamentali per permetterci fare il campionato che ci compete. L’allenatore sta lavorando sulla compattezza e solidità, la cosa più importante è instaurare una solidità di squadra. Il mio ruolo? Sono un terzino a cui piace spingere, arrivare sul fondo e metter in mezzo il pallone, ma il difensore moderno deve saper fare al meglio entrambe le fasi, per me è molto importante anche la fase difensiva. Sono un destro di natura, anche se sono abituato a giocare su entrambe le fasce. In ogni caso per il bene della squadra sono disposto a giocare in qualunque posizione, tutti dobbiamo esserlo».

LA SERIE B
«Sappiamo tutti che la Serie B è un campionato lungo, dove ci saranno momenti difficili per tutti. Noi dovremo essere bravi a saperli superare al meglio. Sulla carta alcune formazioni sono favorite, anche se poi parla il campo: spesso abbiamo visto salire in Serie A squadre meno accreditate, noi dobbiamo pensare prima di tutto a costruire un gruppo con la giusta mentalità e solidità per mettere in pratica nel migliore dei modi i dettami tecnici e tattici dell’allenatore».

PESCHIERA: REPORT SEDUTA MATTINO
26/LUGLIO/2018 - 13:30
Peschiera - Prima seduta della giornata per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. Allenamento cominciato con una prima fase di riscaldamento per la squadra, che successivamente è passata alle esercitazioni tattiche per reparto. In conclusione spazio ad una serie di partitelle a campo ridotto.

PESCHIERA: REPORT SEDUTA POMERIGGIO
25/LUGLIO/2018 - 20:00
Peschiera - Riprendono gli allenamenti per i gialloblù, tornati a Verona dopo aver concluso il ritiro di #Primiero2018. Lo Sporting Center 'Il Paradiso' ha accolto la squadra per il primo allenamento guidato da mister Fabio Grosso a Peschiera, cominciato con il lavoro in palestra prima di scendere in campo per il riscaldamento. Spazio successivamente al possesso palla e ad una serie di esercitazioni tattiche, prima di concludere la seduta con il lavoro atletico e una partitella finale.

Primo allenamento con i nuovi compagni per Samuel Di Carmine.

4875 ABBONATI: DOMANI AL VIA LA SECONDA FASE
25/LUGLIO/2018 - 19:30
Verona - Si sta concludendo la prima fase della Campagna Abbonamenti 2018/19 dell’Hellas Verona, dedicata alla prelazione riservata a chi desidera mantenere il proprio posto allo stadio 'Bentegodi'.

Attualmente sono 4875* i tifosi gialloblù che hanno rinnovato l'abbonamento usufruendo della prelazione. Domani, giovedì 26 luglio, e fino al 28 luglio compreso, al via la fase dedicata ai vecchi abbonati che intendono cambiare il proprio posto allo stadio.

*Il dato è parziale in quanto la prelazione continuerà presso gli Hellas Store Adigeo e Arena (rispettivamente fino alle 21 e alle 20), oltre alla sottoscrizione ONLINE (fino alle 23) e nei punti vendita Vivaticket.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2018/19 - CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

#RONCONE2018: LA PRIMAVERA PROSEGUE IL RITIRO TRA TATTICA E LAVORO ATLETICO
25/LUGLIO/2018 - 19:00

Roncone (Trento) - Terzo giorno in ritiro con la Primavera. Dopo oltre un mese dal termine dell'attività sportiva della scorsa stagione, la cosa più importante è riportare il fisico al tono muscolare ottimale, e proprio su questo hanno lavorato anche oggi mister Porta e i suoi collaboratori. Questi giorni sono preziosi, però, anche per cominciare subito ad immagazzinare i concetti tattici fondamentali per il campionato. Buona parte del gruppo viene infatti dall'Under 17 della scorsa stagione, e dovrà quindi presto abituarsi ai ritmi del campionato Primavera.

Abbiamo poi incontrato il segraterio dell'US Alta Giudicarie, Alberto Milanesi, che insieme alla sua società ha messo a disposizione e preparato il campo in erba naturale dove si allenano i giovani dell'Hellas.

#RONCONE2018: SECONDO GIORNO IN RITIRO PER LA PRIMAVERA, TRA ALLENAMENTI E PREPARAZIONE DEI PORTIERI
24/LUGLIO/2018 - 19:00

Roncone (Trento) - Secondo giorno in ritiro per la Primavera, che nella giornata di oggi ha svolto per la prima volta entrambe le sedute che saranno una costante in queste due settimane di ritiro. Spazio, sul campo di Roncone, al riscaldamento tecnico e alle partitella a tema. Specialità di giornata un circuito di potenziamento generale, che prevedeva vari step con push up, step up, rematore, TRX e addominali inversi.

Sono già al lavoro anche i portieri, sotto l'esperta guida del nuovo preparatore Fabrizio Paese, che seguirà i numeri 1 gialloblù in questa stagione e che abbiamo intervistato per voi.

#RONCONE2018: È INIZIATO IL RITIRO DELLA PRIMAVERA GIALLOBLÙ!
23/LUGLIO/2018 - 19:30

Roncone (Trento) - Terminato il ritiro della prima squadra, è immediatamente iniziato quello della Primavera. La sede è nuovamente Roncone, in Valle del Chiese, che già nella scorsa annata ha accolto i giovani gialloblù nella preparazione estiva. La squadra e lo staff sono arrivati nella piccola località trentina attorno a mezzogiorno, per poi sistemarsi nelle camere dell'Albergo Genzianella, dove resteranno fino al 5 agosto.

Dopo pranzo la partenza, a piedi, per il campo dell'Alta Giudicarie dove si è svolto il primissimo allenamento della stagione, iniziato con un colloquio di mister Porta con calciatori e staff. La stagione della Primavera è partita ufficialmente: siamo pronti a raccontarvela giorno per giorno su hellasverona.it e sulla pagina Facebook ufficiale Hellas Verona Giovanili (CLICCA QUI).

Della Valle del Chiese e le sue attrazioni abbiamo parlato con Brunella Valenti, assessore allo sport del Comune di Sella Giudicarie, del quale fa parte Roncone.

MATOS: «RITIRO MOLTO POSITIVO, CI FAREMO TROVARE PRONTI»
22/LUGLIO/2018 - 17:50

Primiero (Trento) - Sedici giorni intensi tra allenamenti, amichevoli, eventi, manifestazioni e tanto altro: è terminato il ritiro di #Primiero2018 e per i gialloblù è tempo di tornare a Verona. Ryder Matos, al termine della seduta mattutina, ha voluto fare un breve bilancio del ritiro gialloblù: «In queste due settimane abbiamo lavorato bene sia fisicamente che tatticamente, le sensazioni sono buone. Abbiamo ancora tanto margine e tanto lavoro da fare, sia io che il resto della squadra, ci faremo trovare pronti per l'inizio della stagione. Con il nuovo staff stiamo imparanado a conoscerci ma mi sto già trovando molto bene».

Tante le componenti che si sono messe a disposizione della squadra e dello staff, per garantire un alloggio e una preparazione estiva di prima qualità. L'Hellas Verona FC ringrazia il personale dell'Hotel Luis di Fiera di Primiero per la dedizione e la professionalità con cui hanno ospitato i gialloblù e SEC Events per il supporto logistico nell'allestimento dell'Hellas Summer Village e nel servizio di food and beverage, al quale ha contribuito anche Paulaner. Un ringraziamento speciale anche ad APT Smart, Dolomiti Sport Event e Trentino Marketing per la preziosa collaborazione operativa ed organizzativa.

Il Club giallbolù ringrazia anche chi ha partecipato nel rendere indimenticabili le due settimane di Hellas Summer Camp all'ombra delle Pale di San Martino, tra Imèr e Mezzano, con le attività e le iniziative dedicate ai più giovani proposte dal personale di Young Man Animazione e l'Hotel Miravalle di Imèr, che ha ospitato i piccoli tifosi gialloblù.

In conclusione, un ringraziamento ai tecnici di IGM Quadra Group e a Francesco Grigolini - Fotoexpress, per aver permesso di raccontare con le loro immagini e servizi fotografici le giornate di #Primiero2018 per l'intera durata del raduno.

#PRIMIERO2018 - DAY 16: SEDUTA MATTINO
22/LUGLIO/2018 - 12:00
Primiero (Trento) - Ultimo allenamento per i gialloblù nel ritiro di #Primiero2018. La seduta è stata dedicata al lavoro aerobico in chiusura del raduno, al termine della quale la squadra è passata dall'Hellas Summer Village per i saluti finali.

GROSSO: «SODDISFATTO DEL RITIRO, LAVORIAMO PER MIGLIORARE»
21/LUGLIO/2018 - 20:30
Primiero (Trento) - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Grosso, rilasciate al termine di Hellas Verona-Union Feltre, ultima amichevole per i gialloblù nel ritiro di #Primiero2018.

«In questa partita abbiamo messo benzina nelle gambe utilizzando tutti i calciatori disponibili, si sono viste cose buone anche se avremmo potuto fare qualcosa di più, lavoriamo per migliorare. Il ritiro? E' andato molto bene, abbiamo lavorato insieme facendo tanti allenamenti, cercando di costruire un gruppo che dovrà farsi trovare pronto fin dall'inizio della stagione».

TEST MATCH: HELLAS VERONA-UNION FELTRE 0-0
21/LUGLIO/2018 - 19:15

Primiero (Trento) - Finisce a reti inviolate l'ultima amichevole dei gialloblù nel ritiro di #Primiero2018 contro l'Union Feltre. Tante le occasioni create dal Verona, andato più volte vicino al gol nel corso della partita. La squadra tornerà in campo domani mattina (ore 9.30) per prendere parte all'ultima seduta di allenamento a Primiero.

HELLAS VERONA-UNION FELTRE 0-0

HELLAS VERONA: Nicolas; Gonzalez (dal 1' st Almici), Boldor (dal 1' st Kumbulla), Cherubin (dal 1' st Souprayen), Eguelfi (dal 1' st Crescenzi), Calvano (dal 1' st Gustafson), Fossati (dal 1' st Danzi), Saveljevs (dal 1' st Laribi), Tupta (dal 1' st Matos), Pazzini (dal 16' st Tupta), Lee (dal 16' st Saveljevs).
A disposizione: Silvestri, Chiesa.
All.: Grosso.

UNION FELTRE: Corasaniti; Paludetto, Salvadori, De Carli, Trevisan, Tobanelli, Zonta, Episcopo, Crivaro, Madiotto, Bordin.
A disposizione: Tognon, Cecini, Gjoshi, Raveane, Giacomazzi, Capra, Torelli, Franchini, Roveretto, Zoldak, Stefani, Dal Farra.
All.: Andreolla

Arbitro: Flavio Braghini (Bolzano).
Assistenti: Giovanni Pandolfo (Castelfranco Veneto) e Andrea Mirarco (Treviso).

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: ITALIANO nuovo allenatore del TRAPANI. A 42 anni Andy SELVA da l'addio al calcio giocato con un toccante messaggio su Instagram. Antonio DI GENNARO nuova voce della Nazionale in RAI. ROMULO 'Ho sconfitto dubbi e paure'. Per CERCI proposte dalla DINAMO KIEV, dalla Turchia e dall'Italia ma Alessio ancora non ha deciso. Ufficiale Franco ZUCULINI al COLÓN. Dopo il Mondiale in Russia, come annunciato, è ufficiale il ritiro di Rafa MÁRQUEZ che farà il dirigente nella squadra messicana dell'ATLAS... ALBERTAZZI in prova al LIVORNO, HALLFREDSSON vicino al FROSINONE.

CALCIO CAOS ITALIA: Improcedibile il deferimento per il CHIEVO, protestano i legali del CROTONE che bloccano i campionati 'Subito nuovo processo!'. Penalizzazione di 15 punti al CESENA se riuscirà ad iscriversi alla B. Il PARMA partirà da -5, squalifica di un paio d'anni per CALAIÒ. Il CESENA ripartirà dai dilettanti mentre il BARI ricorre al CONI e blocca gli svincoli (con HENDERSON e BALKOVEC che non possono ancora raggiungere Verona). In cadetteria sei squadre chiedono il ripescaggio...

Tutto è cominciato per caso innamorandomi di un pallone moltissimi anni fà all’età di 4 anni Questo feeling è durato tanto veramente tanto,abbiamo avuto momenti di gioia e di delusioni,un percorso che negli anni mi ha fatto conoscere persone eccezionali che mi hanno accompagnato alla fine di questa mia avventura in Lettonia il 26-7–2018 ultima partita per me in Europa League.. Oggi è un giorno dove L’amarezza prevale Su tutti gli altri stati d’animo,non c’è emozione ne adrenalina eppure si stà giocando una partita di Europa League,e c’è solamente quella voglia matta di far vedere ancora una volta la voglia di correre appresso a quel pallone,di dimostrare a me stesso che ci sò ancora fare,e tutto sempre con quell’entusiasmo di quando ero un bambino,vorrei che quei 90 minuti durassero un eternità...ma così non è stato. Piu volte ho cercato di immaginare come sarebbe stato il mio ultimo giorno da giocatore,cosa avrei fatto,detto ,ecc...ma ora che è arrivato credo che non sarei mai stato in grado di poter descrivere il vuoto che ti lascia quando senti quel maledetto triplice fischio. Il calcio và avanti anche senza di me Ma in fondo credo sia giusto così. Ho avuto i miei giorni di gloria e me li sono goduti tutti,e senza compromessi. Un pensiero và a voi che siete la mia ultima famiglia,calcisticamente la più bella della mia vita professionale,fatta da uomini veri,amici,ma soprattutto CALCIATORI con la mia stessa voglia di primeggiare, a voi dico che il più bel regalo che potete farmi è quello di vincere ancora per molto tempo , non c’è altra squadra a San Marino che lo merita più di voi(prometto che comincerò a comprare il giornale solo per leggere di voi) A voi dirigenti dico grazie per avermi chiamato quel giorno e proposto di entrare a far parte della famiglia FIORITA Se avrei potuto scegliere con quale squadra avrei potuto giocare la mia ultima partita di calcio non avrei avuto nessuna esitazione nello scegliere ! Avrei scelto voi La fiorita ,perché la cosa che mi mancherà di più sarà lo stare con voi,compagni di tante battaglie, con voi dirigenti,amici!!

Un post condiviso da Andy Selva (@official_andys76) in data:




RASSEGNA STAMPA
Il Secolo XIX intervista Romulo: "Ho sconfitto dubbi e paure"
26.07.2018 08:48 di Pierpaolo Matrone
Nella sua edizione odierna Il Secolo XIX riporta un'intervista a Romulo, nuovo colpo di mercato del Genoa: "Correre è vita, sognare di farlo quando stavo male mi ha salvato". E' questo il titolo con le parole dell'ex Hellas Verona, tornato ad alti livelli dopo alcuni brutti infortuni: "L'anno scorso ho percorso più km di tutti ad alta intensità in Serie A: ho sconfitto dubbi e paure".

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Per Cerci ipotesi Dinamo Kiev. Proposte anche dalla Turchia
25.07.2018 19:39 di Lorenzo Marucci
Alessio Cerci ha da poco compiuto trentuno anni. Nell'ultima stagione ha giocato nel Verona collezionando 25 presenze con tre gol. L'ex giallorosso può ancora avere molto da offrire: vari club italiani si sono informati su di lui. E dall'estero si sono mossi anche Dinamo Kiev e alcuni club turchi come Sivasspor, Gotzepespor e Bursaspor.

SERIE B
Crotone, i legali: "Subito nuovo processo al Chievo"
"Il tribunale non ha assolto la società clivense"

25.07.2018 13:06 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino articolo letto 3715 volte
Fonte: ANSA
(ANSA) - CROTONE, 25 LUG - "Procedere con immediatezza a instaurare il nuovo processo contro il Chievo per evitare che la società Fc Crotone abbia a subire ulteriori gravissimi danni". É quanto scrivono gli avvocati del Crotone calcio, Giancarlo Pittelli e Elio Manica, al Procuratore federale della Figc, Giuseppe Pecoraro, chiedendo che "a seguito della dichiarazione di improcedibilità contro il Chievo Verona per un errore tecnico nella mancata audizione del presidente Luca Capedelli, venga subito istruito il nuovo procedimento". "Il Tribunale federale, infatti - sostengono gli avvocati Pittelli e Manica - non ha assolto la società clivense, ma ha rinviato gli atti alla Procura per rifare tutta la procedura da capo ed in modo corretto".

SERIE A
Il Chievo resta in A: deferimento improcedibile! Cesena, -15 (se s'iscrive)
25.07.2018 11:06 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Il ChievoVerona resta in Serie A. Il Cesena, che non s'è iscritto alla Serie B, partirà con una penalizzazione di -15 se si iscriverà a un campionato FIGC con lo stesso titolo sportivo. Questo il sunto della sentenza del Tibunale Fedele Nazionale. Ecco quanto s' legge sul sito della FIGC: "Il Tribunale Federale Nazionale, presieduto da Roberto Proietti, ha dichiarato improcedibile il deferimento nei confronti della Società AC Chievo Verona Srl e, per l’effetto, restituisce gli atti alla Procura Federale.

Accoglie il deferimento nei confronti della Società AC Cesena Spa, ed infligge una penalizzazione di punti 15 in classifica, da scontare nella stagione sportiva in corso 2018/2019, nel caso in cui la Società dovesse risultare iscritta a qualsivoglia campionato organizzato dalla FIGC".

SUDAMERICA
UFFICIALE: Rafa Marquez si ritira dal calcio giocato. Farà il dirigente
22.07.2018 15:06 di Dimitri Conti Twitter: @dimitri_conti
Rafa Marquez ha dato oggi l'addio al calcio all'età di 39 anni. El Capitan, soprannome del recordman di presenze ai Mondiali con il Messico, nel corso della sua lunghissima carriera si è tolto le maggiori soddisfazioni, ed ha raggiunto le più grandi vittorie con la maglia del Barcellona, ma in carriera è transitato anche dalla Serie A, dove ha militato nel Verona. Tramite un tweet sul suo profilo ufficiale ha fatto sapere di voler abbandonare l'Atlas e il calcio giocato, proseguendo però nella collaborazione con la società messicana in veste di dirigente.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Ufficiale: Franco Zuculini al Colon Santa Fe
By Redazione - 26 luglio 2018

Torna in patria Franco Zuculini, dopo la chiusura del contratto con l’Hellas Verona.

Un addio commovente al gialloblù con un bellissimo messaggio sui social e il ritorno in patria dove affronterà da avversario il fratello Bruno. Il Colon di Santa Fe ha accolto il centrocampista argentino ed è pronto a godersi quella garra che Franco ha sempre dimostrato in campo.
D.C.

Chievo in B? Il Verona perderebbe il paracadute del secondo anno
By Redazione - 24 luglio 2018

Oggi è attesa la sentenza che definirà le sorti del Chievo. Se dovesse essere confermato il -15, sarebbe un grave danno per l’Hellas perchè significherebbe la caduta del Chievo in cadetteria.

Innanzitutto perché la società di Campedelli è molto più forte economicamente del Crotone, ha una rosa più strutturata (Sorrentino, Giaccherini, Djordjevic in B sarebbero un super lusso) e riceverebbe pure i 25 milioni di paracadute. Il Chievo diventerebbe l’avversaria numero uno del Verona per la promozione immediata.

Inoltre il danno per l’Hellas sarebbe anche economico. Crotone in A e Chievo in B significa che i 60 milioni annui stanziati per il paracadute sarebbero spesi tutti il primo anno (25 Verona, 25 Chievo e 10 Benevento) e pertanto in un eventuale secondo anno consecutivo di B, il Verona non incasserebbe alcun residuale. Residuale che ad oggi corrisponde a 10 milioni.

La caduta del Chievo, quindi, non conviene a nessuno, se non per avere un derby in B che manca da tanti anni e per creare un campionato cadetto che assomiglia ad una Liga Veneta. Ma il Verona preferisce sicuramente un Crotone in più.
Damiano Conati

Parma resta in A, Palermo in B
By Redazione - 23 luglio 2018

Ricorso accolto. Il Parma subisce una pena pesante che però non compromette la sua permanenza in A. Partirà da -5, mentre il suo bomber Calaiò è stato squalificato per 2 anni. Si chiude così la vicenda dell’sms galeotto che poteva portare i ducali in B e il Palermo di Zamparini in A.

In attesa di altre sentenze, Chievo, Avellino, ripescaggi dalla C, il campionato di B rimane inalterato.
D.C.

FONTE: HellasNews.it


Italiano nuovo allenatore del Trapani
luglio 29, 2018

L’ex centrocampista dell’Hellas Verona, Vincenzo Italiano, dopo la buona esperienza in Serie D con l’Arziagnano Chiampo col terzo posto finale, è il nuovo allenatore del Trapani in cui ha militato dal 1994 al 1996. Oggi l’esordio sulla panchina siciliana in coppa Italia.

Serie B, presentate sei domande di ripescaggio. Crotone: “Stop ai campionati”
luglio 28, 2018

In attesa di conoscere il calendario della Serie Bkt, sono state presentate sei domande di ripescaggio per i 3 posti lasciati liberi dalle mancate iscrizioni di Bari, Cesena e, al momento, Avellino. Catania, Novara, Siena, Ternana, Pro Vercelli ed Entella hanno presentato domanda di ripescaggio nel prossimo campionato cadetto. Il Crotone ha chiesto al CONI lo stop dei campionati. Sempre più nel caos il calcio italiano

Hallfredsson vicino al Frosinone
luglio 24, 2018

Il centrocampista islandese Emil Hallfredsson è vicino al trasferimento al Frosinone. Secondo La Gazzetta dello Sport, l’ex mediano dell’Hellas Verona è pronto a cambiare casacca

Albertazzi in prova al Livorno
luglio 24, 2018

L’ex difensore dell’Hellas Verona, Michelangelo Albertazzi, in questi giorni si sta allenando col Livorno di Lucarelli. Svincolato, il futuro di Albertazzi potrebbe essere in Toscana come conferma La Gazzetta dello Sport

FONTE: HellasLive.it


EX VERONA
26 luglio 2018 - 12:03
Ex Verona, Di Gennaro “voce” dell’Italia
Passaggio in RAI, farà da commentatore tecnico per le gare degli Azzurri

di Redazione Hellas1903

Da anni è tra i commentatori più apprezzati nelle dirette tv delle gare di ogni competizione, dalla Serie A alla Champions League e al Mondiale.
Antonio Di Gennaro, come riporta “La Gazzetta dello Sport” di oggi, dopo aver collaborato con SKY e Mediaset, passerà in RAI.
A lui saranno affidati i compiti di seconda voce nelle telecronache della nazionale italiana, condotte da Alberto Rimedio.
Di Gennaro, leggendario ex giocatore del Verona, ha vestito il gialloblù dal 1981 al 1988, vincendo lo Scudetto del 1984-85 e spiccando per lo straordinario talento espresso a centrocampo, da regista finissimo. Quando era all’Hellas, inoltre, il popolare Dige ha disputato 15 partite con gli Azzurri, segnando 4 gol.


NEWS
24 luglio 2018 - 13:14
Il Bari ricorre al CONI, possibile ritardo per gli svincoli dei calciatori
I pugliesi chiedono di essere riammessi in B. Il Verona attende per ufficializzare Baldovec ed Henderson

di Redazione Hellas1903
Getty Images

Anche il Bari oltre all’Avellino chiede di essere riammesso in Serie B. La società pugliese ha infatti presentato ricorso presso il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni.

In una nota spiega di aver “ricevuto un ricorso da parte della società F.C. Bari 1908 S.p.A. contro la Figc avverso il provvedimento del Commissario Straordinario, con il quale lo stesso Commissario, tenuto conto dell’inosservanza di numerosi adempimenti all’uopo prescritti da parte del Bari, ha preso atto della non concessione della Licenza Nazionale 2018-2019 in favore del Bari e della conseguente non ammissione della società al Campionato di Serie B”.

Da capire quanto l’iniziativa di Giancaspro, che pare una mossa il cui esito positivo è a dir poco improbabile, possa “bloccare” i calciatori, ritardandone lo svincolo. Il Verona è direttamente interessato alla vicenda, avendo già trovato l’accordo con Henderson e Baldovec, che ancora non possono allenarsi con la squadra, non potendo l’Hellas depositare i contratti.

Il CONI, comunque, si pronuncerà entro il giorno 26, dopodomani, salvo slittamenti.

Il presidente della Lega B Mauro Balata ha definito “paradossale” la richiesta di Giancaspro.

NEWS
24 luglio 2018 - 08:38
Fallimento Cesena, i bianconeri ripartono dalla D
Dopo il crack societario, il club romagnolo trova una nuova proprietà

di Redazione Hellas1903

Pubblisole, una holding specializzata in comunicazione e raccolta pubblicitaria, ha vinto il bando per la società che allestirà il nuovo Cesena. Si chiamerà Cesena Fc e partirà dalla serie D, dopo il fallimento dell’Ac Cesena che dovrebbe essere decretato il 9 agosto. Lo ha comunicato il sindaco Paolo Lucchi, in Municipio.


Il progetto triennale locale è stato preferito al Pt Group Management di Benevento la cui documentazione è stata giudicata incompleta. Pubblisole ha fatto da collettore a una ventina di imprese locali, che diventeranno 25 e poi 30 nell’arco del triennio.

Rileverà il titolo sportivo dal Romagna Centro che milita da cinque stagioni in D. La disponibilità iniziale del triennio è stata fissata in 5 milioni di euro, dei quali 1,8 per il campionato di quest’anno in D.

fonte: ANSA

FONTE: Hellas1903.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Dona 2 € chiamando il 45500 oppure usa il conto corrente denominato "REGIONE VENETO – VENETO IN GINOCCHIO PER MALTEMPO OTT. – NOV. 2018". Codice IBAN: IT 75 C 02008 02017 000105442360. Causale: "VENETO IN GINOCCHIO PER MALTEMPO OTTOBRE-NOVEMBRE 2018"

#BeneventoVerona GROSSO

#BeneventoVerona Matos


Archivio