Subscribe Us

Anteprima SAMPDORIA-VERONA: I gialloblù che non sanno più vincere sono attesi al 'Marassi' a casa dei blucerchiati feriti e desiderosi di subitaneo riscatto dopo la sconfitta rimediata in trasferta a Frosinone; sfida durissima ma non impossibile per gli scaligeri, gli avversari hanno preso un solo punto dalle ultime 3 gare


#SampdoriaVerona +   -   =

Il VERONA che non sa più vincere a casa della DORIA che nell'ultimo turno è stata sconfitta a casa della matricola FROSINONE: Si preannuncia una vera e propria battaglia ma non certo impossibile anche perchè, la squadra allenata da Walter ZENGA, dopo una buona partenza nelle ultime tre gare non ha entusiasmato e ha conquistato solo un punto.
Per i gialloblù 5 punti in 8 gare, 1 solo gol su azione sui 7 messi a segno fin'ora, almeno 1 gol preso a partita (a fornte di 11 subiti), 5 le rimonte subite e mai una vittoria: Chiaro che, non potendo licenziare l'intera rosa, i numeri mettano in bilico la posizione di MANDORLINI; c'è chi addirittura si spinge avanti (nonostante il Diesse BIGON, parlando per la proprietà, abbia affermato che il tecnico non sia in discussione) e afferma che GUIDOLIN e DONADONI siano pronti a subentrare nel caso l'HELLAS scivoli anche a Genova.

Statistiche che vedono la SAMP strafavorita: In 21 gare di Serie A al 'Ferraris' la squadra scaligera ha trionfato in una sola occasione (stagione 1972-73 quando l'HELLAS sbancò Genova grazie alla rete di Roberto 'Pantofola' MAZZANTI), pareggiato in 7 e perso addirittura in 13!
L'ultimo precedente, nella stagione scorsa, finì 1 a 1 e a DE SILVESTRI rispose il 'solito' TONI volando a quota 18 gol in campionato.
Padroni di casa ovviamente favoriti anche alla SNAI con la vittoria dei blucerchiati quotata 1,95 contro quella dei gialloblù valutata addirittura più del doppio a 4; anche il pari è ritenuto poco probabile e viene dato a 3,30...

29 Aprile 2015: Sampdoria 1-1 Verona highlights ed immagini

QUI GENOVA
Dovrebbero andare almeno in panchina MESBAH e BARRETO dopo aver in gran parte risolto i problemi fisici che li avevano bloccati nella trasferta a Frosinone, l'unico in dubbio rimane l'argentino SILVESTRE vero e proprio perno della difesa senza il quale i blucerchiati hanno sofferto non poco.
Un punto di domanda rimane anche su CODA, KRSTICIC e l'ex CHRISTODOULOPOULOS che difficilmente recupereranno in tempo per essere almeno in panchina contro l'HELLAS, torna a disposizione il centrocampista FERNANDO dopo aver scontato la squalifica.
Mister ZENGA pensa a qualche cambiamento nel 4-3-1-2 da opporre ai gialloblù, in particolare attirano l'attenzione i ballottaggi tra PEREIRA e l'ex CASSANI (118 presenze in Serie B con la compagine scaligera dal 2003 al 2006) sulla fascia destra della difesa e tra CORREA e CASSANO sulla trequarti.

Convocati
SILVESTRE e BARRETO al rientro, MESBAH non ce la fa e con lui CODA, KRSTICIC e l'ex CHRISTODOULOPOULOS.

Portieri: Brignoli, Puggioni, Viviano
Difensori: Cassani, De Silvestri, Moisander, Pereira, Regini, Silvestre, Zukanovic
Centrocampisti: Barreto, Carbonero, Correa, Fernando, Ivan, Palombo, Rocca, Soriano
Attaccanti: Bonazzoli, Cassano, Eder, Muriel, Rodriguez.

Probabile formazione
4-3-1-2 con Viviano; Pereira-Moisander-Regini-Zukanovic; Ivan-Fernando-Barreto; Cassano; Muriel-Eder


QUI VERONA
5-3-2 o 4-3-3? Dato che il mister s'è affidato alla difesa a 5 solo in estrema emergenza, con i pieni recuperi di PAZZINI e IONITA è più che probabile che il modulo scelto sarà il consueto, magari con l'inserimento del 'lottatore' moldavo sul centrodestra della mediana e, come contro l'UDINESE, l'arretramento di SALA sulla stessa fascia della difesa per poter contare sulle potenziali ripartenze di Jacopo: L'impressione però, è che al momento il modulo più caro a MANDORLINI non sia fisicamente sostenibile dalla maggior parte della squadra scaligera che spesso nella seconda metà di gara ha subito un vistoso calo per quanto riguarda l'atletismo e la corsa (cosa che ad esempio).
Semplice contrattura per GOLLINI uscito anzitempo dall'allenamento di Mercoledì.
Differenziato per ALBERTAZZI e WINCK, ancora fuori causa il 'lungodegenti' TONI, RÔMULO e FARES.

Convocati
VIVIANI non ce la fa ma anche WSZOŁEK è fuori a causa di un infortunio, BIANCHETTI c'è ma non si allena da un paio di giorni...

Portieri: 37. Coppola, 95. Gollini, 1. Rafael
Difensori: 22. Bianchetti, 5. Helander, 4. Marquez, 18. Moras, 3. Pisano, 69. Souprayen
Centrocampisti: 19. Greco, 10. Hallfredsson, 23. Ionita, 27. Matuzalem, 26. Sala, 20. Zaccagni
Attaccanti: 7. Jankovic, 21. Gomez, 11. Pazzini, 16. Siligardi

Probabile formazione
4-3-3 con Rafael; Sala-Moras-Marquez-Souprayen; Ionita-Greco-Hallfredsson; Jankovic-Pazzini-Gomez

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


Serie A TIM: il pre-partita di Sampdoria-Hellas Verona

DICONO +   -   =

Mister ZENGA «Voglio bene a Mandorlini, sarò felice di sfidarlo. Affrontiamo una squadra che ha perso poco e che spesso è stata rimontata, anche senza meritarlo. Non sarà facile come alcuni dicono. Siamo a Marassi però e vogliamo vincere, perché il nostro pubblico tira fuori da noi il meglio... Gli infortunati? Non si è aggiunto nessuno, vedremo domani. Contrario al turnover? A settembre sì, ma ora bisogna valutare diverse cose, dei cambi ci saranno. Cassano e Correa? Antonio sta bene, può essere decisivo; mentre il Tucu vorrei ripetesse la prestazione con l’Inter. Il suo ruolo più adatto è quello largo sulla fascia, perché ha più spazio. L'infortunio a De Silvestri? Siamo quasi alla fine, gli manca solo la partita vera» Sampdoria.it

Mister MANDORLINI «Il momento del Verona? La squadra sta bene, ci siamo allenati tanto durante la settimana e vogliamo fare una grande partita. Zenga? Sono contento di rivederlo, ho un bellissimo rapporto con lui e sono felice che sia tornato nel calcio italiano. Ha avuto una grande carriera, ma come tutti i portieri qualche errore l'ha fatto anche lui (ride, ndr). A parte le battute, sono sicuro che con la Samp sarà una partita dura, davanti sono davvero bravi, noi dobbiamo fare la partita che abbiamo preparato durante la settimana. Abbiamo il nostro modo di giocare che in questi anni ci ha dato tante soddisfazione negli anni, quindi noi percorriamo la nostra strada. Ferraris campo ostico per l’Hellas? L'aspetto ambientale è molto importante, e noi dobbiamo essere bravi dal punto di vista nervoso e pensare che è solo una partita in uno stadio di calcio. Sarà una gara difficile, ma possiamo comunque fare bene» HellasVerona.it

CASSANI ha indossato la maglia scaligera per tre stagioni dal 2003 al 2006 «Quella di Verona è stata un’esperienza molto importante. In gialloblù ho giocato più di 150 partite in Serie B. Verona è una piazza calda, con un tifo particolare e nonostante le difficoltà incontrate in questo inizio di stagione è una squadra da non sottovalutare, che sa come affrontare la Serie A. Si presenteranno a Genova chiusi, per giocare sui nostri errori, ma noi non possiamo lasciare punti: in casa non deve essercene per nessuno» Sampdoria.it

PAZZINI ex blucerchiato «Le voci di quest'estate su un mio ritorno alla Sampdoria? Ci sono state molte strumentalizzazioni, sono circolate voci false sulle cifre che avrei chiesto, cose che poi l'avvocato Antonio Romei ha smentito in una intervista che però non ha avuto risalto mediatico. A Marassi sono stato accolto sempre bene, per me tornare in quello stadio è una grossa emozione. La Sampdoria attuale? Eder è sempre stato un ottimo giocatore, ma ora ha acquistato la maturità e la consapevolezza. Anche Roberto Soriano ha sempre avuto ottime qualità e mi aspettavo una sua crescita. In quanto alla fascia, il mio capitano è Angelo Palombo, vorrei vedere sempre lui guidare la squadra perchè lui per me è la Sampdoria. Il rapporto con Antonio Cassano? Ci sentiamo ancora, ma non l'abbiamo fatto in questi giorni. Può fare ancora la differenza, ha una classe immensa e cristallina» CalcioNews24.com

ZengaMandorlini

HALLFREDSSON «Il momento del Verona? La squadra sta soffrendo questa situazione. Stiamo lavorando tanto per trovare la vittoria, domenica ci proveremo contro la Sampdoria. Il mio pronostico? Vinciamo. Mi immagino già la vittoria, io ci credo. C’è tanta voglia, alcuni di questi pareggi potevano essere vittorie. Ma più che di sfortuna bisogna parlare di lavoro, di trovare la vittoria. Un commento sui gol presi nel secondo tempo? Per me la sfortuna non esiste, si è artefici del proprio destino. Non ho una spiegazione per i gol presi, magari la avessi. Bisogna solo difendere meglio e attaccare meglio per fare un gol più degli avversari, così si vince. Non c’è una spiegazione specifica. Mandorlini ha detto che più si soffre più è bello quando si esce dalla crisi ed io sono d’accordo col mister, quando si esce da queste situazioni è bello guardare indietro e ricordare le difficoltà lontane. Sono sicuro che andrà così. Ai tifosi chiediamo come sempre di sostenerci, il loro supporto c’è sempre stato. Domenica è arrivato qualche fischio, ma erano pochissime persone. Ci tengo molto, con il tifo arriva la vittoria. La mia condizione? Sono a disposizione, mi sono ripreso al 100%, ora l’infortunio è alla spalle» HellasVerona.it

Ciccio MASCETTI storico diesse gialloblù in coppia con Osvaldo BAGNOLI sul delicato momento scaligero «Cosa non sta funzionando in questo Verona? E' un momento difficile. Il problema principale è rappresentato dagli infortuni, soprattutto quello di Luca Toni, che cambia gli equilibri della rosa del Verona e non solo per le realizzazioni. Anche Pazzini che ne era il naturale sostituto si è fatto male ed è rientrato solo ora. Vorrei vederli giocare insieme ma penso che manchi ancora molto prima di ritrovarli fianco a fianco sul campo. Se Mandorlini rischia? No assolutamente. Sarebbe assurdo metterlo in discussione ora dopo tutto quello che ha fatto. Non vedo alcun motivo per cambiare guida tecnica. In campionato pensavo si potesse fare meglio ma c'è ancora molto tempo per recuperare. Speriamo che gli infortunati rientrino presto perché potrebbe essere la chiave di volta per uscire da questa crisi momentanea» TuttoMercatoWeb.com

Il campionato dell'HELLAS non decolla e Vangelos MORAS serra le fila «Siamo abituati diversamente, abbiamo iniziato male. Usciremo tutti assieme da questo momento, vogliamo toglierci da questa posizione che non ci compete, ci vuole un po' di pazienza in più. Abbiamo la sindrome da secondo tempo, non riusciamo a tenere il vantaggio, per noi queste partite sono continue lezioni per migliorare. Il gruppo sta lavorando, i problemi derivano anche dagli infortuni, ma questo non deve essere un alibi. È la prima volta che vedo così tanti infortuni a inizio campionato in una squadra, è diverso avere assenze subito o a metà campionato. Noi dobbiamo andare oltre a questi problemi. Bisogna dare il massimo, ma questa è una cosa che appartiene al DNA dell’Hellas. Chi non se la sente e vuole mollare, meglio che lo dica subito e vada a casa. Rafael? Gli errori singoli li hanno fatti tutti, è sbagliato dare solo la colpa soltanto a lui. Il nostro numero uno ci ha fatto vincere tante partite, lui ha sempre lavorato alla grande, sarà proprio Rafael a darci una mano in più nella prossima partita. Allenatore e calciatori sono nelle stesse condizioni. Siamo solo all’inizio, questo sarà un anno molto difficile» HellasVerona.it


MorasHallfredsson

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

MERCATO: Nell'HELLAS continua a non trovare spazio nonostante il quadriennale che gli è stato fatto ad inizio campionato, ecco perchè Matteo BIANCHETTI è dato ancora una volta in partenza: Secondo SportMediaset sarebbe il TORINO interessato al classe '93 centrale difensivo ex capitano dell'Under 21 azzurra per Gennaio...

PROGETTO AFFILIAZIONI HELLAS VERONA, da Trieste collaborazioni con le società calcistiche del'ASD SISTIANA-DUINO-AURISINA e della SSD VESNA

'JETCOIN' NUOVO TOP SPONSOR, ecco qualche retroscena riportato da TuttoHellasVerona.it: Causa legale col CHIEVO di cui la JetCoin doveva essere sponsor per tre anni ma, come riferisce una fonte non meglio precisata all'interno del club della Diga "Il contratto con Jetcoin, di durata triennale, prevedeva determinate clausole che non sono andate a buon fine e, di conseguenza, hanno determinato la chiusura del rapporto". Da qui l'associazione col VERONA per 250mila Euro 'già pagati' secondo le parole del Diggì GARDINI "Sapevamo che c’erano stati dei problemi tra Chievo e Jetcoin. Per quanto ci riguarda, abbiamo fatto un contratto annuale e il pagamento della sponsorizzazione è già avvenuto". Nell'operazione anche l'ingaggio del classe '96 Antoine VITERALE figlio dell'ex general manager del Fullerton Hotel di Singapore (paese della sede operativa di Jetcoin)

GIOVANISSIMI 2003 TERZI AL 'CITTÀ DI ROSTA', la squadra allenata da Andrea Marconi sfodera una prestazione tutte cuore, grinta, personalità e qualità, ricevendo i complimenti degli addetti ai lavori e mostrando un ottimo calcio

DASPO PER 6 DOPO IL DERBY, tutti di età compresa tra i 20 e i 27 anni 5 sono appartenenti alla frangia clivense ed il rimanente, denunciato per aver acceso fumogeni, è risultato essere un sostenitore del VERONA...


Il backstage degli scatti ufficiali 2015/16

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

CALCIO SVIZZERA: L'ex MILAN ora commentatore TV Stefano ERANIO licenziato dalla TV svizzera per una frase ritenuta razzista! Molto probabilmente si è solo spiegato (molto) male ma... Tant'è: La Svizzera anche in questo non è l'Italia e chi sbaglia paga

CHAMPIONS LEAGUE: Match pirotecnico tra ROMA e BAYER LEVERKUSEN con i tedeschi che avanti per 2 a 0 vengono raggiunti e superati di due reti ma alla fine è pareggio per 4 a 4! 2 a 0 del BARCELLONA in Bielorussia e dell'ARSENAL sui campioni uscenti del BAYERN... Pareggio a reti bianche tra JUVE e MONCHENGLADBACH come nel match stellare tra PSG e REAL, il CITY riesce a domare il SIVIGLIA solo nel recupero mentre lo UNITED raccoglie un pari a Mosca...

CALCIOPOLI IBERICA? Da verificare le dichiarazioni di un arbitro che denuncia pressioni per favorire il REAL MADRID contro il BARÇA!

SERIE A: A 7 mesi dall'infortunio che gli ha causato frattura di tibia e perone contro la ROMA al Bentegodi in uno scontro con NAINGGOLAN, Federico MATTIELLO è tornato in campo dall'inizio col CHIEVO a Genova in occasione dell'ottava giornata di campionato ma la malasorte ci vede troppo bene ed il promettente giovane di scuola JUVE è uscito in barella (dopo un contatto che definire contrasto è davvero esagerato) da un mtach amichevole con la Primavera clivense...

CHAMPIONS LEAGUE FEMMINILE: L'AGSM Verona se la vedrà con le svedesi del Rosengård mentre al Brescia sono toccate le danesi del Fortuna Hjorring ai prosimi ottavi di finale



RASSEGNA STAMPA +   -   =