Header ADS

Le schede di B/=\S: Franco ZUCULINI

Franco Zuculini (Photocredits Hellas Verona)

Nato a/il:La Rioja (ARG) il 05/09/1990
Nazionalità:Argentina e Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2017
Ruolo:Centrocampista
Altezza:176 Cm
Peso:68 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2017 - 2018A11 (+1CI)0 (+0) 
Hellas Verona2016 - 2017B161 
Bologna2015 - 2016A10 
Bologna2014 - 2015B283 
Arsenal SarandíGen. 2014 - 2014PDA12 (+6CL)0 (+0) 
Real Saragozza2012 - 2013PDS16 (+4CR)1 (+1) 
Real Saragozza2011 - 2012PDS21 (+2CR)0 (+0) 
Racing AvellanedaFeb. 2011 - 2011PDA150 
Genoa2010 - Feb. 2011A4 (+2CI)0 (+0) 
Hoffenheim2009 - 2010FB7 (+1CG)1 (+0) 
Racing Avellaneda2008 - 2009PDA292 
Racing Avellaneda2007 - 2008PDA90 
Giovanili Club Atletico
Independiente de Escobar
Fino al 2007--- 
LEGENDA: PDA=Primera División (Serie A Argentina), FB=Fußball-Bundesliga (Serie A Tedesca), CG=DFB-Pokal (Coppa di Lega Tedesca), CI=Coppa Italia, PDS=Primera División (Serie A Spagnola), CR=Copa del Rey (Coppa di Lega Spagnola), CL=Copa Libertadores (Champions League Sudamericana)

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 30 Luglio 2016
Signore e signori ecco a voi 'El Grinta' oppure, lasciando perdere titoli di vecchi film western e dirla con un concetto caro ai sudamericani, 'El Garra' calciatore duro, grintoso, spesso ladro di palloni che vagano in mezzo al campo in cerca di metà o più orgogliosamente sottratti ai piedi dell'avversario magari a seguito di un tackle (più o meno) chirurgico...
Quello appena espresso, in sintesi, è il concetto di gioco del calcio espresso da ZUCULINI neocentrocampista arrivato all'HELLAS a parametro zero (nonostante i soli 26 anni non è nemmeno la prima volta che gli succede) e già rimpianto dai tifosi del BOLOGNA che in mediana potranno sicuramente acquisire di meglio a livello tecnico ma difficilmente troveranno qualcuno che, quanto a cuore e temperamento, superi il 'buon' Franco che fuori dal calcio coltiva sane velleità artistiche nella musica, nella pittura ed essendo davvero bell'aspetto (il che per le tifose non guasta certo) potrebbe avere un futuro pure nei fotoromanzi!


17ENNE DAL TALENTO CRISTALLINO
Il giovanissimo Franco dopo aver frequentato le giovanili del RACING DE AVELLANEDA esordisce in prima squadra a 17 anni e mezzo e prima della fine del Torneo de Clausura de la Primera División argentina mette a segno altre 8 presenze di cui 2 da titolare.
Nella stagione successiva viene aggregato stabilmente alla prima squadra ed il 3 Ottobre 2008 va a segno per la prima volta tra i professionisti contro il ROSARIO CENTRAL nella gara casalinga che insieme ai compagni vincera per 4 a 1.

L'EUROPA TRA BUNDESLIGA E SERIE A POI IL RITORNO IN ARGENTINA
Nel Giugno 2009 i tedeschi dell'HOFFENHEIM lo ingaggiano per 4,6 milioni (un mese dopo la prima e fin'ora unica apparizione con la maglia albiceleste della nazionale maggiore) e lo portano in Bundesliga dove il 21enne Franco non gioca molto ma si distingue e riesce anche ad andare a segno per una volta.
Nella stagione successiva in Serie A è duello tra NAPOLI e GENOA per l'ingaggio del mediano, la spunta il Grifone che se lo aggiudica in prestito terminato in pochi mesi senza troppi rimpianti a Febbraio 2011 quando il calciatore viene rispedito in patria al RACING ancora in prestito per ritrovarsi.

DI NUOVO NEL VECCHIO CONTINENTE IN SPAGNA
Ricaricate le pile in sudamerica il mediano torna ancora una volta in Europa, nella Liga spagnola, in prestito oneroso per il 2011 - 2012 al REAL SARAGOZZA.
A fine stagione, rescisso il contratto con l'HOFFENHEIM, firma un triennale con gli spagnoli che però terminano il legame unilateralmente con due anni di anticipo ad Agosto 2013: Il club è retrocesso malamente, si trova in guai grossi economici ed il giocatore 23enne risulterà a lungo inutilizzabile a causa della rottura del legamento crociato del ginocchio destro...
Ovviamente ZUCULINI porta il caso alla FIFA chiedendo l'intero ingaggio dei due anni persi (circa 1,2 milioni di Euro) e probabilmente la vicenda si conclude in via stragiudiziale.

SECONDO RITORNO IN ARGENTINA E ANCORA ITALIA
Dopo 6 mesi di stop e allenamento autonomo, Franco viene ingaggiato a Gennaio 2014 dall'ARSENAL SARANDÍ (squadra contro la quale aveva esordito tra i professionisti) per la metà stagione che segue fino all'arrivo del BOLOGNA che lo richiama in Italia nel campionato cadetto consegnandoli un biennale.
Ottima la prima parte di stagione coi felsinei coi quali, da titolare, lotta come un leone e segna anche 3 reti ritoccando il proprio record personale di gol in campionato ma ad Aprile, in un duro scontro nel match contro il CARPI, ZUCULINI subisce una grave lesiona al legamento crociato anteriore del ginocchio destro che lo costringe ad uno stop di 7 mesi durante i quali i compagni rossoblù conquistano la promozione.
A Novembre 2015 torna ad allenarsi col BOLOGNA ma rientra in campo solo ad Aprile dell'anno successivo (proprio in occasione della sconfitta interna degli emiliani contro l'HELLAS) salutato da una vera e propria ovazione dei tifosi di casa.
Scaduto il contratto col club felsineo Franco si aggrega alla compagine scaligera anche grazie ai buoni auspici del nuovo DS FUSCO, conosciuto al BOLOGNA, al quale è legato da una solida stima aldilà dell'ambito professionale.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =




  • Artista mancato! Studia disegno e pittura in una scuola bolognese e, con la 'scusa' che l'arte lo rilassi dalle durezze del campo, si dedica con successo anche all'ambito musicale studiando pianoforte e fondando la Zucu's Blues Band con Jack Viesti (batteria), Thomas Randazzo (chitarra), Marco d'Alessandro (basso) e Niels Amaral (voce) insieme ai quali ha esordito il 22 dicembre 2015 in un locale di Bologna, registrando il tutto esaurito
  • Argentino col mito di MARADONA com'è ovvio... Tanta è la passione di Franco per El Pibe De Oro che ce l'ha pure tatuato sulla gamba
  • Paragonato a MASCHERANO per ruolo e caratteristiche, ZUCULINI è un talentuoso centrocampista centrale grintoso e rapido di grande temperamento. Destro naturale, unisce una buona visione di gioco a interventi decisi quanto pericolosi, come la 'cabezona', ovvero un tackle con la testa
  • Doppia cittadinanza, il mediano argentino possiede anche passaporto italiano
  • Fratello maggiore di Bruno ZUCULINI centrocampista del MANCHESTER CITY con cui ha giocato in Argentina ai tempi del RACING DE AVELLANEDA
  • Esordio in Primera División a 17 anni e mezzo! ...E dalla stagione successiva è una presenza fissa in prima squadra nel RACING col quale realizza il suo primo gol da professionista il 3 Ottobre 2008 (quando Franco è maggiorenne da meno di un mese) nel match casalingo contro il ROSARIO CENTRAL che terminerà con una vittoria per 4 a 1
I compagni dedicano a Franco il riscaldamento al 'San Nicola'

Franco Zuculini
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Franco Zuculini (La Rioja, 5 settembre 1990) è un calciatore argentino, centrocampista dell'Hellas Verona.

Biografia
È il fratello maggiore di Bruno Zuculini, centrocampista del Manchester City. I due hanno giocato insieme con la maglia del Racing. Possiede anche il passaporto italiano.

Caratteristiche tecniche
Paragonato a Javier Mascherano per ruolo e caratteristiche, è un talentuoso centrocampista centrale grintoso e rapido, dotato di temperamento. Destro naturale, unisce una buona visione di gioco a interventi decisi quanto pericolosi, come la "cabezona", ovvero un tackle con la testa.

Carriera
- Club
L'esordio al Racing Avellaneda
Cresciuto nelle giovanili del Racing Avellaneda, esordisce in prima squadra a 17 anni, il 13 aprile 2008, nell'incontro casalingo contro l'Arsenal Sarandí, vinto per 1-0. Colleziona altre 8 presenze nell'ultima parte del Torneo di Clausura 2008, di cui 2 dal primo minuto. Nella stagione 2008-2009 viene aggregato alla prima squadra. Il 3 ottobre 2008 firma il suo primo gol da professionista, aprendo le marcature nel match casalingo contro il Rosario Central, vinto per 4-1.

Il passaggio all'Hoffenheim e i vari prestiti
Il 21 giugno 2009 viene acquistato dai tedeschi dell'Hoffenheim per 4,6 milioni di euro. Nella stagione 2009-2010 colleziona 7 presenze in Bundesliga, coronate da un gol messo a segno il 24 ottobre 2009 nella vittoria per 3-0 dell'Hoffenheim sul Norimberga. Il 24 luglio 2010 viene raggiunto un accordo tra l'Hoffenheim ed il Genoa per il passaggio in rossoblù a titolo temporaneo del giocatore. Il 28 agosto 2010 fa il suo esordio nella gara vinta contro l'Udinese. Dopo aver collezionato 4 presenze in Serie A e 2 in Coppa Italia, l'8 febbraio 2011 torna al Racing Avellaneda in prestito fino al 30 giugno 2011, con opzione per un ulteriore anno.

Il trasferimento al Real Saragozza
Il 12 agosto 2011 passa in prestito oneroso annuale da 4,7 milioni di euro, con diritto di riscatto dell'intero cartellino al Real Saragozza. Esordisce in Primera División con la squadra aragonese il 28 agosto, partendo da titolare nella partita persa per 6-0 alla Romareda contro il Real Madrid.
Concluso il prestito al Real Saragozza il 31 maggio 2012 rescinde il proprio contratto con l'Hoffenheim, per poi sottoscrivere un triennale con il club aragonese nel quale aveva militato nella stagione 2011-2012.
Il 16 agosto 2013 rescinde il contratto e rimane svincolato.

Arsenal Sarandí e Bologna
Il 22 gennaio 2014 firma un contratto con l'Arsenal Sarandí fino al 30 giugno seguente.
L'8 luglio 2014 firma un contratto biennale con il Bologna. A metà stagione segna ben 3 gol in maglia rossoblù contro le squadre Latina, Livorno e Catania. Segna questi gol tutti alla stessa maniera: con un destro a rasoterra angolato.
Il 1º aprile 2015, in occasione del match perso 3-0 contro il Carpi, si lesiona il legamento crociato anteriore del ginocchio destro, concludendo anzitempo la stagione. Il 20 novembre seguente, dopo più di sette mesi dall'infortunio, torna ad allenarsi con la squadra emiliana.

Verona
L'8 luglio 2016 viene ingaggiato dal Verona per il campionato di 2016-17 con la quale firma un contratto di un anno e chiude la stagione con 14 presenze in campionato e 1 gol, gol segnato nel terzo turno della gara interna contro il Crotone, dove al 79esimo segna il definitivo 2-1 che permette alla sua squadra di passare il turno. Il 12 luglio 2017, ha accettato un nuovo accordo biennale con la società scaligera. Nel campionato 2017-18 esordisce in Serie A con l'Hellas, dopo l'ennesimo infortunio, il 17 dicembre 2017, giocando gli ultimi 5 minuti nella splendida vittoria per 3-0 sul Milan.

- Nazionale
Con la Nazionale Under-20 argentina prende parte al Campionato sudamericano Under-20 2009 disputatosi in Venezuela, collezionando 6 presenze.
Esordisce in Nazionale maggiore il 20 maggio 2009, a 18 anni, 8 mesi e 15 giorni, nell'amichevole contro Panama, vinta 3-1 dall'Albiceleste.


Curiosità
Coltiva una grande passione per l'arte, infatti studia disegno e pittura in una scuola bolognese, e soprattutto per la musica.
Nel Settembre 2015 insieme a Jack Viesti (batteria), Thomas Randazzo (chitarra), Marco d'Alessandro (basso) e Niels Amaral (voce) ha fondato la "Zucu's Blues Band", gruppo musicale rock blues con il quale ha esordito il 22 dicembre 2015 al Take Five di Bologna, registrando il tutto esaurito.

Palmarès
- Club
Competizioni giovanili
- Supercoppa italiana Primavera: 1 Genoa: 2010

FONTE: Wikipedia.org