Header ADS

VERONA 0-3 INTER: Sesto gol in due partite al 'Bentegodi', 54° subito in stagione, peggior difesa a pari merito col PARMA... Il problema dei gialloblù è facilmente identificabile ed è lo stesso da almeno due annate! Occhio perchè la salvezza non è ancora cosa fatta ed il recente passato sconsiglia vivamente di abbassare anzitempo la guardia


VERONA 0-3 INTER +   -   =

Sciolte le riserve su OBBADI l'HELLAS si presenta con quella che in questo momento può essere considerata la formazione titolare con l'unica novità (peraltro importantissima per tanti motivi presenti e futuri) che riguarda il portiere: Non già BENUSSI ma RAFAEL è schierato tra i pali e, lasciatemelo scrivere, è un bel segnale... Niente contro Francesco ma il brasiliano ha dimostrato nella passata stagione di essere di un altro livello rispetto all'ex UDINESE.
In difesa a far coppia con MORAS ancora RODRÍGUEZ con PISANO e SALA a far da cursori di fascia; in mediana, col ritorno dal primo minuto per il francomarocchino dai muscoli di vetro rientra TACHTSIDIS e a sinistra HALLFREDSSON, tridente formato da sinistra a destra da JANKOVIĆ, TONI e Juani GOMEZ TALEB.
4-3-1-2 per MANCINI con HANDANOVIC tra i pali, VIDIC e RANOCCHIA al centro della difesa con D'AMBROSIO e JUAN JESUS sulle esterne (NAGATOMO evidentemente non è ancora pronto), GUARIN, MEDEL e BROZOVIC in mediana ed HERNANES qualche metro più avanti ad innescare la coppia terribile formata da PALACIO e dal rientrante ICARDI dopo la squalifica.
Arbitra l'internazionale Paolo Tagliavento della sezione di Terni.

LA GARA
Match che inizia subito veloce e godibile per gli spettatori con continui ribaltamenti di fronte ma non produce pericoli per i portieri poi l'episodio favorevole agli ospiti e l'INTER che passa in vantaggio: D'AMBROSIO difende palla sui 25 metri finta il dribsling su TACHTSIDIS che nell'occasione scivola a terra da solo invocando aiuti medici urgenti mentre il terzino ex TORINO serve alla sua destra PALACIO, l'attaccante argentino guarda in area e la mette in mezzo per ICARDI, PISANO intuisce ma non trattiene il traversone anzi, la sua deviazione mette fuori tempo RODRÍGUEZ e favorisce Maurito che, colpevolmente e completamente dimenticato sfugge a PISANO e SALA e infilandosi alle spalle di MORAS buca l'incolpevole RAFAEL da un metro...
Gara subito in salita per i gialloblù che comunque non appaiono in serata particolarmente brillante: La fascia destra ha una spinta praticamente nulla con PISANO e SALA mentre HERNANES vince nettamente il duello in velocità con Panagiotis.
Al 18° TONI prova ad incornare un calcio di punizione ma, pressato da VIDIC, non trova lo specchio...
PALACIO serve BROZOVIC al 29° ma il tiro del centrocampista nerazzurro finisce a lato, un minuto più tardi si distende bene l'INTER ancora sulla velocità di PALACIO che attende gli inserimenti di ICARDI a sinistra e BROZOVIC a destra, palla a quest'ultimo che tira ad incrociare sul palo lontano con palla che termina a lato.
Il VERONA soffre e non riesce ad arrivare in porta, gara molto difficile contro un avversario ostico che non va per il sottile e mena senza pietà con atteggiamento abbastanza inglese del signor Tagliavento che è però 'sparagnino' con i cartellini gialli nonostante le 3 ammonizioni comminate agli ospiti e quella beccata da MORAS.
Gara che termina con un minuto di recupero col 61% di possesso palla per i nerazzurri...

Verona 0-3 Inter gli highlights

Pronti-via e l'INTER raddoppia: HERNANES innesca il contropiede poi trova ICARDI sulla destra, Maurito fa qualche passo poi la mette in mezzo dove in spaccata si fionda PALACIO ed è gol! Sono passati solo 3 minuti...
Poco dopo (colpevolmente tardi) inizia la gara di PISANO e SALA che trova per la prima volta il fondo e la mette in mezzo per l'improbabile girata di GOMEZ, palla buona per JANKOVIĆ che cicca malamente.
Al 9° Juanito scende sulla mancina poi cambia fascia completamente per l'incursione di testa di Bosko che di testa non inquadra lo specchio.
Un minuto dopo ci prova GUARIN dalla distanza: Palla in curva, al 15° ci prova anche HERNANES dal limite, palla fuori.
Al 16° si rivede l'HELLAS: OBBADI dai 30 metri colpisce violentemente di controbalzo chiamando HANDANOVIC alla respinta, palla che finisce a MORAS che all'altezza del dischetto ribadisce con violenza ma il portiere ospite è ancora una volta insuperabile!
RANOCCHIA potrebbe chiudere i giochi al 18° quando, sugli sviluppi di un corner, tutto solo tra RAFAEL, MORAS e RODRÍGUEZ colpisce di testa ma non trova la porta per fortuna.
Al 21° è ancora OBBADI a mettere paura a HANDANOVIC con un tiro che fa la barba alla traversa, 5 minuti dopo INTER ancora vicino al terzo gol con PALACIO che approfitta di un ottimo suggerimento di D'AMBROSIO ma coglie il palo...
HALLFREDSSON zoppica e chiede il cambio, MANDORLINI sceglie GRECO che al 29° pennella un calcio di punizione sulla testa di TONI che si gira bene ma sfortunatamente la angola troppo!
Finalmente il mister scaligero prova a cambiare la deriva: Dentro SAVIOLA fuori un GOMEZ oggi molto sbiadito, è la mezz'ora...
Un minuto dopo OBBADI ruba palla in mezzo al campo e cerca proprio 'El Conejo' che inventa una palla dentro per GRECO, l'ex GENOA viene strattonato in area da VIDIC e Tagliavento concede il rigore; sulla palla va bomber TONI che però, come all'andata, si fa ipnotizzare da HANDANOVIC!
Al 34° doppia sostituzione per l'INTER con MEDEL sostituito da GNOUKOURI e KOVACIC che entra al posto di PALACIO, cambia anche MANDORLINI che richiama OBBADI in panchina al posto di VALOTI.
Passano due minuti e l'HELLAS con un'azione tambureggiante in area va al tiro tre volte ma è sempre murata dalla difesa ospite.
Al 38° bel tiro di VALOTI dalla distanza ma HANDANOVIC respinge da par suo, subito dopo è MORAS a provarci di testa con la palla che vola alta.
A 3 minuti dal 90° esce anche l'ottimo HERNANES ed entra il difensore FELIPE, al 47° si chiude in bellezza: D'AMBROSIO cerca ICARDI in mezzo, MORAS pressato da GUARIN cerca l'anticipo e infila la palla nella propria porta!
L'INTER non vinceva dal 23 Febbraio... E ora i gialloblù sono attesi al 'Franchi' di Firenze, occhio perchè ancora la salvezza non è stata raggiunta.

Verona 0-3 Inter: Le immagini

LE IMPRESSIONI
L'HELLAS regala il primo tempo agli avversari con un atteggiamento troppo rinunciatario dei suoi interpreti migliori in questo senso: JANKOVIĆ parte bene ma si spegne subito, PISANO e SALA non spinge mai e dall'altra parte PISANO lo imita in peggio...
Inutile attaccarsi all'episodio del vantaggio interista: È solo l'arbitro che ferma la partita e bene ha fatto a non abboccare alla sceneggiata di TACHTSIDIS che poco dopo, come Lazzaro, si è alzato e ha ricominciato a correre senza problemi... I gialloblù si sono fermati in attesa del fischio arbitrale? Decisione assolutamente deprecabile da parte di professionisti che, a maglie invertite, si sarebbero comportati nella stessa maniera e pensarla diversamente è puerile!
Meglio il secondo tempo ma solo dopo il secondo schiaffo preso con un incredibile contropiede, subito peraltro con una palla persa malamente!
Ancora una volta fase difensiva imbarazzante conclusa degnamente con la 'ciliegina' rappresentata dall'autogol di MORAS.
Pessimo anche TONI aldilà della consueta generosità, calcia male il rigore che poteva riaprire la gara confermando la fama di pararigori di HANDANOVIC che anche stasera, come già all'andata, gli dice di no opponendosi al 4 rigore sui 5 che gli sono capitati contro in stagione.
Deluse clamorosamente le aspettative di chi si attendeva un VERONA simile a quello che aveva battuto il NAPOLI: Gli interpreti sono i medesimi a parte RAFAEL ma quando la testa è in vacanza (anticipata dato che la matematica ancora non salva la squadra scaligera) c'è poco da fare, agli avversari è bastato attendere le voragini difensive di un HELLAS che su quello dovrà lavorare al più presto per 'curare' un settore che da almeno due stagioni non è più all'altezza...

I VOTI
  • RAFAEL Le uscite sono sempre state il suo tallone d'Achille ma oggi le maggiori responsabilità sono da addossare alla fase difensiva praticamente inesistente dell'HELLAS! Continuo nonostante tutto a preferirlo a BENUSSI, voto 5,5
  • SALA Irriconoscibile nel primo tempo si riscatta parzialmente nel secondo ma quella di oggi è forse la peggior gara stagionale per Jacopo, voto 5
  • MORAS Conclude la sua pessima prestazione con un autogol, voto 5
  • RODRÍGUEZ Poco meglio del collega greco al centro della difesa, i mezzi tecnici son quelli che sono ma la Garra tipicamente uruguagia gli fa guadagnare mezzo punto, voto 5,5
  • PISANO Partita deficitaria per l'ex PALERMO che non trova mai il bandolo, sfortunato nella deviazione che ha favorito il primo gol dell'INTER... Voto 4,5
  • OBBADI Forse il migliore tra i gialloblù oggi, niente di eccezionale sia ben chiaro ma almeno ci prova recuperando 2/3 bei palloni e poi è il più pericoloso coi suoi tiri al fulmicotone, voto 6 (gli subentra all'81° VALOTI che prova una difficile conclusione dalla distanza impegnando HANDANOVIC, scomparso dopo la gara casalinga col PARMA forse dovrebbe giocare di più? Ingiudicabile)
  • TACHTSIDIS Parte male e finisce peggio, tre passi indietro rispetto alle ultime incoraggianti prestazioni, soffre maledettamente il confronto con HERNANES che avvia tutte le azioni avversarie e mette lo zampino in 2 dei 3 gol interisti, voto 4,5
  • HALLFREDSSON Gara bigia la sua oggi, terminata peraltro anzitempo: Una di quelle partite in cui Emil si prende pause ingiustificate, mai un'invenzione mai un cambio di passo, voto 4,5 (al 72° gli subentra GRECO che si distingue per un bel calcio di punizione su TONI ed un penalty che si procura con un po' di mestiere, più di quanto l'islandese sicuro... Voto 6,5)
  • GOMEZ TALEB Non supera mai D'AMBROSIO e quando raramente gli riesce viene abbattuto e condotto a più miti consigli... Voto 5 (gli subentra al 75° SAVIOLA che pesca GRECO in area nell'occasione del rigore e ogni volta che tocca palla fa vedere che, nonostante l'età e la scarsa considerazione del mister, a calcio sa giocare eccome... Voto 6,5)
  • TONI Non gli arrivano quasi mai palloni giocabili e lui ci mette del suo fallendo anche il rigore che poteva riaprire la gara, voto 5
  • JANKOVIĆ Parte benissimo duellando in velocità e fisico con JUAN JESUS, un paio di volte lo supera poi si perde nelle pieghe della gara, voto 5,5
  • MANDORLINI Mette in campo la miglior squadra che ha a disposizione al momento ma l'atteggiamento mentale dei suoi (e fondamentalmente di una squadra da battaglia che deve lottare su ogni pallone per salvarsi) non lo ripaga... L'impressione è che forse non riesca più a motivarli, tardivi gli ingressi di SAVIOLA e VALOTI ma questo ormai si sa è un suo punto debole insieme a quello di non leggere bene l'evolversi del match... Voto 5


[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

DICONO +   -   =

Mister MANDORLINI «Sul primo gol siamo stati molto ingenui, anche se avessimo giocato due giorni non avremmo mai fatto gol e non abbiamo mai avuto l'opportunità di riaprlira. Partita strana, loro non hanno fatto grandi cose ma hanno vinto 3-0. Abbiamo preso tanti gol in casa, dobbiamo farci qualche domanda. Nel primo tempo siamo partiti bene, il gol loro lo abbiamo pagato. Nella ripresa abbiamo alzato i ritmi, ho fatto i complimenti, potevamo riaprirla ed eravamo in partita. Non è la nostra parte migliore quella dell'aspetto difensivo, chiedo tanto sacrificio, in generale siamo equilibrati e prendiamo dei gol che mi fanno pensare che si possa far meglio. Comunque quello che conta alla fine sono i punti in classifica» CalcioNews24.com

Mister MANCINI tecnico dell'INTER «Stavolta abbiamo giocato bene. Questa è la prova che mi aspettavo. Il Verona in casa aveva battuto il Napoli e messo in difficoltà la Roma. Per noi si tratta di un successo di valore. Siamo stati bravi a contenere il Verona e Toni, cosa mai facile. Nel secondo tempo abbiamo cercato di limitare al massimo gli errori. Ma le sbavature non sono mancate. Il rigore? Era inesistente, e se non ci fosse stato Handanovic la partita si sarebbe potuta riaprire all'improvviso. Il nostro portiere è un valore aggiunto. Hernanes dietro le punte? Penso sia la posizione più congeniale per lui... Il Verona? Ha giocato la sua partita, non ha mai rinunciato a proporre il suo calcio. In più, la squadra è allenata da un bravo tecnico come Mandorlini» LArena.it

'Il Profeta' HERNANES, imprendibile per TACHTSIDIS «La squadra ha giocato molto bene, nel primo tempo non ha concesso nulla ed ha tenuto bene il possesso con grande aggressione e lasciando pochi spazi. Quando giochi così vengono fuori le qualità che abbiamo. Derby? Mi auguro di esserci, sono stato contento oggi dell'opportunità ed è una bella serata a livello personale, ma ora lavoriamo per la prossima gara» TuttoMercatoWeb.com

Luca TONI «L'Inter è stata brava a fare gol mentre noi, nonostante molte occasioni, non ci siamo riusciti. Il rigore? Quando lo sbagli, lo calci sempre male. Handanovic mi aveva parato il rigore all'andata e non sapevo come tirarlo. E' stato bravo Handanovic, ma dovevo calciarlo meglio anche io. E' stata una partita un po' strana e abbiamo preso un gol strano. D'Ambrosio ha fatto bene a proseguire? In quella situazione ho visto poco, penso che in queste occasione deve decidere l'arbitro. Siamo stati un po' polli noi» TuttoMercatoWeb.com

Felice ICARDI tornato al gol dopo una lunga astinenza «Ogni due partite un gol? Non lo sapevo, è una buona media. Iniziare così la carriera dopo il salto all'Inter mi rende felice. I movimenti con Rodrigo li proviamo in allenamento, oggi ci sono venuti bene. Contro il Parma abbiamo fatto fatica, giocando troppo tranquilli. L'ho visto da fuori. Stavolta dovevamo lottare per vincere e tornare a casa tranquilli. Dal lunedì alla domenica ci alleniamo, facciamo quel che chiede il mister. A volte però nelle partite non facciamo le cose su cui abbiamo lavorato in settimana. Un difetto che abbiamo un po' tutti. Samir? Sappiamo che è un grande para rigori, speravo che Toni sbagliasse e grazie a Samir non mi ha raggiunto nella classifica marcatori» TuttoMercatoWeb.com

MandorliniToni

Rodrigo PALACIO autore del secondo gol nerazzurri «Sono contento per la vittoria, ne avevamo bisogno visto il momento. Ora arriviamo bene al derby. La nostra è stata una grande partita, dovremmo giocare sempre così ma non ci riusciamo. Così non si può, adesso dobbiamo continuare su questa strada. Noi lavoriamo sempre per vincere, peccato che non siamo messi meglio in classifica. Ci alleniamo al massimo, siamo tutti bravi ragazzi. Adesso pensiamo al derby, la partita più importante dell'anno» TuttoMercatoWeb.com

Alessandro MAZZOLA ex bandiera interista «Mancini sta cercando di far giocare al meglio la squadra ma con i giocatori che ha fa molta fatica. Non c'è continuità ma bisogna dargli tempo, nel primo tempo col Verona infatti ho visto una bella Inter» TuttoMercatoWeb.com

RANOCCHIA difensore dell'INTER via Twitter «Grande vittoria, grandi ragazzi, grande Samir! Che Inter contro il Verona, e ora il derby in casa nostra» TuttoMercatoWeb.com

Il pararigori HANDANOVIC «Dopo Parma era importante ripartire, giocare con cuore e ritmo. Penso che oggi lo abbiamo fatto e abbiamo vinto anche se non è stato facile. Il rigore parato? Son state poche le volte che non abbiamo subito gol. Dobbiamo stare compatti e non subire gol, poi se lo facciamo è tanto di guadagnato sennò siamo sempre sullo 0-0. L'Europa? Dobbiamo crederci. Nella vita bisogna sempre essere positivi e nel calcio non si sa mai cosa può succedere. Il futuro? Vedremo. Per ora non so cosa vuol fare la società. Son domanda per il mio procuratore, per ora passi avanti non ne sono stati fatti» TuttoMercatoWeb.com

Antonio DI GENNARO playmaker dello scudetto ed attuale commentatore Sky «L'Inter s'è svegliata dopo una settimana particolare con il punto più basso toccato come gioco contro il Parma. Manca la gestione della gara quando è in vantaggio, spesso si perde, ma è una vittoria importante in vista del derby» TuttoMercatoWeb.com

Il 'solito' ZIGONI 'Toni? Non mi fa impazzire...' «Sono contento che faccia il bene del Verona, che rimanga tutta la vita con questa maglia se continua così. Come giocatore non mi fa impazzire... Fa gol, lo apprezzo per quello, ma come stile sono per altri giocatori. I Sivori, i Van Basten, i Cruyff. Lo dico col massimo del rispetto: ai miei tempi io non entravo in campo per fare gol ma per farlo fare. Sono un buono, ero il più forte e dovevo dare una mano ai miei compagni. Però, tornando all'argomento principale, posso solo parlare bene di Toni, ma non vado allo stadio per vederlo giocare: ripeto, io sono per un altro calcio, in questo Verona non c'è un giocatore di qualità che valga la pena esser elevato al ruolo di campione. Come stile non è il mio preferito, non divento matto nel vederlo. Ma finché segna va bene... Totti, Pjanic, Gervinho sono giocatori che valgono la pena d'esser visti. E lo dico perché oltre che per il Verona sono anche romanista. Ma simpatizzo anche Inter, Brescia, Genoa ed anche Milan, visto che ci gioca mio figlio» TuttoMercatoWeb.com

SILIGARDI all'HELLAS? L'agente smentisce 'Non è vero niente...' «La notizia è priva di fondamento, Luca non ha firmato nessun accordo per un motivo molto semplice: è un professionista serio ed è un giocatore del Livorno fino a giugno. Portare la squadra toscana più in alto possibile in questo campionato è il suo unico pensiero, poi a fine stagione si valuterà il da farsi. Fino ad allora Siligardi sarà del Livorno» Soccerweb24.com



LE ALTRE DI A +   -   =

Clamorosa vittoria casalinga per il PARMA che, prima di retrocedere, si toglie la soddisfazione di battere i prossimi campioni d'Italia, la squadra che domina in Serie A da tre stagioni e che li precedeva di 57 punti!
2 a 0 nell'altro match serale tra GENOA e CAGLIARI.
Domani il resto del campionato...



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

MERCATO: Su JORGINHO l'interesse di MILAN e FIORENTINA che probabilmente si scontreranno anche per il diesse scaligero: MACIA ha salutato ufficialmente i viola, il diesse assumerà lo stesso ruolo in Liga BBVA al BETIS SIVIGLIA, al suo posto in viola SOGLIANO? Nel frattempo la SAMP cerca un tecnico per la prossima stagione visto che l'addio di MIHAJLOVIC appare scontato: Al momento se la giocherebbero DI FRANCESCO e MANDORLINI in scadenza a Giugno con l'HELLAS...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

BASKET NBA: GALLINARI esagerato con i suoi 47 punti ma i suoi NUGGETS vengono sconfitti

SENTITE SUAREZ 'IL MORSICATORE': 'L'episodio con CHIELLINI ai Mondiali? Colpa sua! Mi provocò...'



RASSEGNA STAMPA +   -   =


Posta un commento

0 Commenti