Header ADS

Le schede di B/=\S: Guillermo Daniel RODRÍGUEZ Pérez

Guillermo Daniel Rodríguez Pérez

Nato a/il:Montevideo (Uruguay)
il 21/03/1984
Nazionalità:Uruguayana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2016
Ruolo:Difensore centrale
Altezza:185 Cm
Peso:85 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2014 - 2015A13 (+2CI)0 (+0) 
Torino2013 - 2014A6 (+1CI)0 (+0) 
Torino2012 - 2013A22 (+1CI)0 (+0) 
Cesena2011 - 2012A28 (+1CI)0 (+0) 
Peñarol2010-2011PDU20 (+4CS +10CL)2 (+0 +0) 
PeñarolGen. 2009 - 2010PDU260 
Independiente2008 - Gen. 2009PDA25 (+2CS)0 (+0) 
Independiente2007 - 2008PDA362 
Independiente2006 - 2007PDA301 
LensGen. 2006 - 2006L120 
Atlas2005 - Gen. 2006PDM142 
Atlas2004 - 2005PDM152 
Danubio2004PDU171 
Danubio2003PDU181 
Danubio2002PDU50 
Giovanili Danubio2000 - 2002--- 
LEGENDA: PDU=Primera División Uruguaya (Serie A Uruguayana), PDM=Primera División de México (Serie A Messicana), L1=Ligue 1 (Serie A Francese), PDA=Primera División Argentina (Serie A Argentina), CS=Copa Sudamericana, CL=Copa Libertadores de América (Coppa Continentale Americana), CI=Coppa Italia

4 Dicembre 2011: Rodriguez prende il posto di Antonioli

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 14 Dicembre 2014
Arrivato a titolo definitivo con un biennale dal TORINO dopo una stagione in cui è stato sottoutilizzato da mister VENTURA, il roccioso difensore sudamericano dotato della tipica garra charrua uruguagia, è stato 'scoperto' da MANDORLINI solo alla 14^ gara di campionato contro la SAMP in cui, anche se l'HELLAS è incappato nella terza sconfitta consecutiva a seguito di un preoccupante periodo no, El Pelado (questo il nomignolo che lo accompagna) è stato uno dei pochissimi a 'salvarsi'...
30 anni, fisico possente (185 cm distribuiti su 85 kili di peso), gioca da centrale difensivo ma può essere utilizzato all'occorenza anche da terzino sinistro.

GIOVANILI IN URUGUAY E MESSICO, POI LA LIGUE 1
Cresciuto tra le fila del DANUBIO, viene promosso 18enne in prima squadra e poi mandato a farsi le ossa nel vicino Messico all'ATLAS dove, nonostante la giovane età, si distingue per furore agonistica e precisione nei contrasti: Naturale la chiamata della Nazionale Under 20 nel 2003 e quella della Celeste nell'anno successivo.
A Gennaio 2006 Guillermo Daniel conosce anche il calcio europeo in Ligue 1 dove i bianconeri della Franja lo mandano in prestito al LENS ma il difensore, dopo aver disputato un paio di gare, non gioca più e a fine stagione torna in Uruguay.

LA CONSACRAZIONE CON L'INDEPENDIENTE E IL RITORNO IN URUGUAY
Nell'estate di quell'anno, il DANUBIO lo cede all'INDEPENDIENTE in Primera División Argentina dove finalmente RODRIGUEZ trova la sua miglior dimensione coi Diavoli Rossi, gioca stabilmente ed entra nel cuore dei tifosi segnando l'unico gol in quella stagione proprio nel derby con il RACING CLUB DE AVELLANEDA.
Dopo altre due stagioni da titolare inamovibile in maglia roja Guillermo torna in patria a giocare con i mitici Carboneros del CLUB ATLÉTICO PEÑAROL: Con la squadra più prestigiosa dell'Uruguay il giocatore rimarrà fino al 2011 giocando per 10 volte anche in Copa Libertadores.

L'AVVENTURA ITALIANA CON CESENA, TORINO E... VERONA
Il 10 Agosto del 2011 El Pelado viene ingaggiato con un triennale dal CESENA, esordisce quasi subito contro il MILAN e allo Juventus Stadium va persino in porta ma non riesce ad impedire la retrocessione dei romagnoli.
Nell'annata successiva passa al TORINO dove, a seguito di una stagione da protagonista in maglia granata con 23 presenze tra campionato e Coppa Italia, il club di Urbano CAIRO lo riscatta dal PEÑAROL facendogli firmare un biennale ma qualcosa va storto nel 2013-14 se il difensore uruguayano non viene quasi più visto da mister VENTURA che lo utilizza col contagocce così SOGLIANO lo porta al VERONA fra i gialloblù reduci dai 68 gol presi in Serie A (terz'ultima difesa per reti subite dopo LIVORNO e SASSUOLO)

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • El Pelado, questo il nomignolo che il difensore uruguayano si porta dietro a causa della calvizie totale che lo caratterizza...
  • In porta se serve! Il 4 Dicembre 2011 il CESENA sta perdendo di misura in casa della JUVENTUS quando Francesco ANTONIOLI, portiere dei romagnoli, si fa espellere dopo i 3 cambi già utilizzati dalla sua squadra; fra i pali va RODRIGUEZ che non riesce ad impedire il gol del 2 a 0 ad opera di VIDAL dagli 11 metri
  • Cinque giornate di squalifica in Primera División Argentina nel 2008! Il difensore uruguayano aveva afferrato per il collo un guardalinee a seguito dell'espulsione di capitan MONTENEGRO quando Guillermo giocava con i Diablos Rojos dell'INDEPENDIENTE...

Guillermo Rodríguez
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guillermo Daniel Rodríguez Pérez (Montevideo, 21 marzo 1984) è un calciatore uruguaiano, difensore dell'Hellas Verona.
È soprannominato El Pelado (in lingua italiana Il Pelato).

Caratteristiche tecniche
Possente difensore centrale, è dotato di grande fisicità ed è abile nei colpi di testa. Raramente è stato impiegato anche nel ruolo di terzino sinistro.

Carriera
- Club
Inizi
Inizia la sua carriera nelle giovanili del Danubio, e nel 2002 viene promosso in prima squadra. Rimane in Uruguay fino al 2004, collezionando in due stagioni 40 presenze e due reti.

Prestiti ad Atlas e Lens
Nel 2004 viene ceduto in prestito al club messicano dell'Atlas de Guadalajara, con cui disputa una notevole stagione, conclusa con 29 partite e 4 gol. L'Atlas fa esplicita richiesta per riavere il giocatore anche per l'anno seguente, ma le difficili condizioni economiche del club ne determinano il ritorno al Danubio
La stagione successiva accetta il trasferimento, sempre a titolo temporaneo, al Lens. Debutta in Ligue 1 il 18 febbraio 2006 nella sconfitta esterna per 4-1 contro il Rennes e scende ancora in campo il 18 marzo contro il Tolosa, ma il giocatore viene presto relegato ai margini della squadra, non trovando più spazio. La breve esperienza in Francia si conclude, dunque, con soli due match disputati.

Independiente
Nel luglio 2006 passa in prestito all'Independiente, nella Primera División argentina. Debutta con Los Diablos Rojos il 6 agosto 2006 nella vittoria esterna per 4-1 contro il Colón e realizza la sua prima rete con la maglia roja il 20 maggio seguente nel derby contro il Racing de Avellaneda. Colleziona in tutto 30 presenze e una rete.
Il club di Avellaneda ne riscatta l'intero cartellino e lo conferma titolare della squadra. Gioca tutte e 36 le partite del Campionato Apertura e Clausura, segnando anche due reti contro Newell's Old Boys e San Lorenzo.
Il 14 settembre 2008 si è reso protagonista di un episodio di violenza in occasione del match contro il Boca Juniors: in seguito ad una veemente protesta, ha afferrato per il collo il guardialinee Diego Romero, ed è stato immediatamente espulso. Rodriguez, in seguito, si è scusato per il suo comportamento, affermando di essersi innervosito dopo l'espulsione del capitano Daniel Montenegro, ed è stato squalificato per 5 giornate

Peñarol
Dopo essere stato insistentemente cercato da una squadra turca, nell'agosto 2009 torna in Uruguay, ingaggiato dal Peñarol. Esordisce con la maglia Aurinegros il 30 agosto 2009 nel pareggio per 1-1 contro il Cerro, e totalizza a fine anno 26 presenze, tra Apertura e Clausura. Confermato anche per la Stagione seguente, segna la sua prima rete in maglia giallonera il 29 agosto 2010 contro il Santiago Wanderers e si ripete il 5 marzo 2011 segnando il gol decisivo contro il Bella Vista. Disputa in tutto 20 partite di campionato, più quattro di Copa Sudamericana, nella quale il club viene sconfitto agli ottavi dal Goiás.

Cesena
Il 10 agosto 2011 viene ufficialmente ingaggiato dal Cesena[15], con un contratto fino al 2014. Il 24 settembre 2011 esordisce in maglia bianconera nella partita contro il Milan, persa per 1-0. Il 4 dicembre 2011, in Juventus-Cesena (2-0) valida per la quattordicesima giornata del campionato, prende il posto da portiere di Francesco Antonioli, che era stato espulso (e i tre cambi erano già stati utilizzati). Subisce così il 2-0 finale, segnato dal dischetto da Arturo Vidal. Termina la sua prima stagione in Serie A con 28 presenze, ma non può impedire al retrocessione del club, che ritorna in Serie B dopo due anni.

Torino
Dopo aver considerato un ritorno in Uruguay, il 4 agosto 2012 viene acquistato a titolo temporaneo dal Torino, con cui sottoscrive un contratto di un anno con opzione per altri due. Esordisce in maglia granata il 21 ottobre 2012 a Palermo disputando un'ottima partita; la gara termina 0-0. Il 26 giugno 2013 viene ufficializzato il suo riscatto a titolo definitivo dal Peñarol, con un contratto biennale.

Hellas Verona
Il 29 luglio 2014 passa a titolo definitivo all'Hellas Verona.

- Nazionale
Nel 2003 viene convocato dal commissario tecnico Jorge da Silva nella Selezione uruguagia Under-20 per il Campionato sudamericano Under-20, svoltosi proprio in Uruguay. Esordisce nella competizione il 5 gennaio 2003 contro i pari età ecuadoriani, e realizza il gol del decisivo 2-1 all'88esimo minuto. Il 7 gennaio è ancora titolare al centro della difesa contro il Perù e segna il primo gol dell'incontro, finito vittoriosamente per 4-1. Prima della partita contro il Brasile, tuttavia, riporta un grave infortunio, che lo costringe a terminare anzitempo il torneo.

Ad appena vent'anni compiuti l'allenatore Jorge Fossati lo convoca ufficialmente nella Nazionale maggiore per la Copa América 2004 in Perù. Debutta così con la Celeste il 13 luglio 2004, nella sconfitta per 4-2 contro l'Argentina, subentrando a Fabián Estoyanoff. Scende in campo anche nei quarti di finale, contro il Paraguay e nella finale per il terzo posto contro la Colombia, vinta dall'Uruguay per 2-1.

Dopo aver disputato numerose partite di Qualificazione al mondiale 2006, gioca anche le due partite di spareggio playoff contro la Nazionale Australiana, che determineranno l'esclusione della formazione uruguaiana dal torneo. Ad oggi, sono in tutto 12 le presenze in nazionale maggiore.

Palmarès
- Club
Primera División Profesional de Uruguay: 2 Danubio: 2004 Peñarol: 2009-2010

FONTE: Wikipedia.org