#HellasWeeklyNews L'OLIMPIJA sorprende i gialloblù nell'amichevole a Garda: Finisce 2 a 1 per gli ospiti - La JUVE ha la rosa più anziana, il MILAN la più giovane mentre il VERONA è quinto con i suoi 26 anni - DI GAUDIO, CRESCENZI e BADU fuori rosa - HELLAS? Mai di Domenica alle 15...


#HellasWeeklyNews +   -   =

L'OLIMPIJA sorprende i gialloblù nell'amichevole a Garda: VERRE ha portato avanti subito il VERONA ma i serbi hanno pareggiato meno di un quarto d'ora dopo e al 36° sono passati in vantaggio con BOACKYE. Sul finire del primo tempo l'HELLAS va vicino al pari con HENDERSON ma il portiere ORBANIC, in vena di miracoli, ha salvato i suoi. Nella ripresa è ancora il portiere avversario protagonista con le parate sui vari STĘPIŃSKI, VITALE, VERRE e FARAONI; scaligeri anche sfortunati con il palo colto da VERRE, la traversa di PAZZINI su rigore ed un altro tentativo del Pazzo annullato dall'incredibile ORBANIC. Finisce 2 a 1 per gli ospiti.

La JUVE ha la rosa più anziana della Serie A con un età media di quasi 30 anni mentre il MILAN è la più giovane con poco più di 24: Secondo uno studio de 'La Gazzetta dello Sport' il VERONA è al quinto posto della classifica dopo i rossoneri, la FIORENTINA il SASSUOLO e l'UDINESE con un età media di poco inferiore ai 26 anni...


Due da 'tagliare' fra gli Over 22: Rispettando le regole della Serie A, HellasNews.it fa i conti sulla rosa dell'HELLAS e si scopre che, ad eccezione di BADU fuori almeno fino a Gennaio e gli Under 22 ADJAPONG, KUMBULLA, DANZI, LUCAS, PESSINA, SALCEDO, TUPTA, WESLEY due fra SILVESTRI, RADUNOVIC, BERARDI, BOCCHETTI, CRESCENZI, DAWIDOWICZ, EMPEREUR, FARAONI, GÜNTER, RRAHMANI, VITALE, AMRABAT, BESSA, HENDERSON, VELOSO, VERRE, DI CARMINE, DI GAUDIO, LAZOVIC, PAZZINI, STEPINSKI, TUTINO e ZACCAGNI (da non considerarsi formato nel club) andrà escluso.
Supponendo che i nuovi acquisti, accordati con JURIĆ, non verranno tagliati al pari dei titolari praticamente inamovibili significa che doveva per forza rimanere fuori uno tra BERARDI, CRESCENZI, DAWIDOWICZ, EMPEREUR, VITALE, BESSA, DI GAUDIO e PAZZINI.
Tenendo infine conto che Pawel è stato utilizzato nella prima gara del campionato e che EMPEREUR con PAZZINI sono stati utilizzati in Coppa Italia, che VITALE sulla fascia sinistra potrebbe fare ancora eventualmente comodo e che BESSA rappresenta un capitale da rivalorizzare i 'sacrificati' andavano cercati con più probabilità tra BERARDI, DI GAUDIO e CRESCENZI ed è toccato questi ultimi due come riporta TGGialloBlu.it tra gli altri...

Infermeria gialloblù: Dopo la botta al naso rimediata al 'Via del Mare' rientra l'allarme per TUTINO che sarà disponibile da subito nonostante la frattura giocando con una speciale mascherina; brutte notizie invece per BESSA preannunciate peraltr da un post su Instagram dello stesso giocatore (con tanto di video dell'azione incriminata): Come aveva anticipato anche JURIC prima della trasferta a Lecce, Daniel era infortunato e dopo attenti esami, HellasVerona.it ha annunciato la 'lesione dei muscoli adduttori' della gamba destra per l'ex INTER con tempi di recupero da valutare ma probabilmente non brevi purtroppo...

Fino al 15 Dicembre il VERONA giocherà solo tre volte la Domenica alle 15 e la ragione è ben spiegata in questo post su HellasVerona.it: Tra contemporaneità da rispettare con le gare interne del CEO, mercato e manifestazioni varie sulle quali comanda il comune e 'spezzatino' dettato dal marketing (selvaggio) della Lega c'è ben poca scelta purtroppo...

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

VERRE dopo l'amichevole col LIJUBLIANA «La gara? Abbiamo fatto una buona partita a livello di squadra, oggi il risultato non era importante e, nonostante gli errori sotto porta il mister era contento di noi. Come si è integrato Verre? Mi trovo benissimo con il gruppo e con i compagni, inserirmi qui è stato davvero semplice e naturale. Riprendiamo alla grande dopo questa sosta, stiamo caricando tanto durante la settimana e quindi è normale che fisicamente manchi qualcosa, ma l'importante è arrivare pronti contro il Milan. Davanti? Siamo sempre 3 attaccanti, poi il modulo lo deve decidere il mister: noi ci troviamo tutti alla grande, tra tutti quelli a disposizione. L'avvio di campionato? Abbiamo fatto due buone partite, ma pensiamo gara per gara e cerchiamo di arrivare all'obiettivo della salvezza» HellasVerona.it

BADU ai microfoni di BBC Sport parla della microembolia polmonare che l'ha escluso probabilmente fino a Gennaio «Non ho mai sentito parlare di una tale malattia in vita mia, quindi stavo tremando dopo la spiegazione dei medici per quella che era la mia situazione. Adesso va un po’ meglio e mi sto sottoponendo al trattamento. Sto per tornare al lavoro in palestra. Per quello che è successo non mi resta che ringraziare Dio perché sarebbe potuta andare peggio. Dopo quello che ho vissuto lo scorso anno sono tornato ad avere una buona pre-stagione, ma poi mi ritrovo così ed è ovvio che chiunque rimarrebbe deluso. Sono un calciatore, ma prima sono un essere umano, quindi provo anche tutte le emozioni. La mia famiglia era triste e in preda al panico quando si è diffusa la notizia che ero stato portato di corsa in ospedale. Il tempismo e tutto era un po’ strano perché ero appena tornato dalle mie vacanze estive in Ghana e alle visite mediche hanno visto che stavo bene. Ho avvertito che i miei familiari hanno iniziato a pregare per me e non hanno smesso fino a quando non hanno sentito dalla mia bocca che ero fuori dalle cure intensive. Almeno questo li ha un po’ rasserenati. Questa diagnosi mi ha reso psicologicamente molto forte. Dicono che non sai mai quanto sei forte finché non si passa attraverso qualcosa che non ti uccide. Mentalmente sono sempre stato forte, ma questo mi ha reso più forte. Sono solo felice che sia quasi finita e che presto sarò in grado di tornare in palestra. Spero di unirmi al gruppo tra poche settimane» CalcioHellas.it


PESSINA si presenta «Sono prima di tutto felicissimo di essere qui, con il Verona ci sentivamo da tempo e finalmente sono potuto arrivare in gialloblù. Durante la scorsa stagione sono cresciuto molto, ora penso fosse il momento giusto per fare questo passaggio importante della mia carriera. Voglio essere utile agli obiettivi di squadra prima ancora che a me stesso, stiamo lavorando bene e duramente e si è visto in campo, penso che la strada sia quella giusta. L'esordio? Un sogno, senza dubbio, fare gol a una diretta concorrente portando subito tre punti all'Hellas era assolutamente il massimo che potessi desiderare. E' stata davvero una bella azione, di tecnica in squadra non ne manca e il fatto di trovarci così bene in campo aiuta, e spero si migliori ancora. Esultanza? Mi sono trovato bene a Lecce ed è stata la mia prima esperienza lontano da casa, è stata una forma di rispetto ma ora sono pronto a esultare doppiamente, magari per un gol al Bentegodi. Ruolo? Posso giocare sia da play che da mezz'ala, ruolo che mi permette di sfruttare gli inserimenti offensivi. Juric-Gasperini? Ho trovato molte somiglianze, specie sull'attenzione all'aggressività e al possesso palla verticale, questo mi ha aiutato nell'integrarmi velocemente con il resto della squadra. Campionato? Partire forte fa parte del carattere del mister, anche col Bologna in 10 uomini siamo riusciti a fare punti e questo ti aiuta molto anche dal punto di vista mentale. 4 punti in 2 partite? Tanta roba. Ma per salvarci serve però volare bassi e rimanere tutti sul pezzo» HellasVerona.it

Prima convocazione nella nazionale maggiore dell'ALBANIA per KUMBULLA che dice di ispirarsi a CHIELLINI e commenta «Sono molto emozionato per essere qui all’età di 19 anni e giocherò di nuovo con l’U21 albanese. Tuttavia, sono stato molto contento quando mi ha chiamato il ct Reja. È un allenatore italiano e questo fatto mi aiuta a capire più facilmente le sue idee. Tuttavia, il fatto che io provenga dalla Serie A non semplifica le cose, in quanto l’allenatore guarda tutti in allenamento e quindi valuta e seleziona il meglio. È una squadra molto buona, con molti giocatori internazionali. Speriamo di ottenere più punti possibili in questi due incontri. I miei compagni sono stati molto accoglienti e mi aiutano sia dentro che fuori dal campo, dove mi tengono vicino. Idoli? Come difensore mi piace molto Chiellini. È difficile raggiungere il suo livello, ma è il giocatore a cui mi ispiro» CalcioHellas.it

Bogdan JOČIĆ dal ritiro della nazionale serba Under 19 «I giocatori che compongono questa squadra al momento sono i migliori che abbiamo in questa generazione e ognuno di noi è orgoglioso di far parte di questa squadra e in un torneo così grande. Sono sicuro che tutti daranno il massimo in ogni partita, che giocheremo al meglio perché ci stiamo preparando per le qualificazioni. Dopo l’Europeo in Inghilterra, questa volta siamo più completi e credo che offriremo buone prestazioni nel torneo. Questa è una buona preparazione per i nostri prossimi impegni, ma anche un’opportunità per fare del nostro meglio e ottenere buoni risultati» CalcioHellas.it

Tonino RAGUSA si presenta allo SPEZIA «Mi sento bene, ho fatto tutto il ritiro ed ho disputato tutte le amichevoli con il Verona, dato che ero già rientrato in gruppo nel mese di maggio: sono pronto al 100%. Verona? C'era un bel gruppo, venivamo da una promozione, ma io arrivando da un infortunio avevo bisogno di giocare, rimettermi in gioco e scendere di categoria per vestire la maglia dello Spezia non è stato difficile: sono sicuro di aver fatto la scelta giusta. Altre opzioni? C'erano altre possibilità, ma ho scelto lo Spezia con assoluta sicurezza» ACSpezia.com

RagusaPessina

Retroscena di mercato di SEBASTIANI presidente del PESCARA «Il giocatore che abbiamo cercato è stato Di Gaudio, ho parlato con il Ds del Verona fino all’ultimo ma il giocatore non è voluto andare via e ha preferito provare a giocarsela là. Era il profilo che volevamo, non è stato possibile e abbiamo deciso di continuare con quello che abbiamo che è di qualità» MediaGol.it



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: VUKOVIC rescinde con l'OLYMIPIACOS, Matteo SCAPINI torna al VILLAFRANCA in Serie D. Valeri BOJINOV torna in patria, verrà allenato dal patrigno nel BOTEV VRATSA



RASSEGNA STAMPA +   -   =

Anche il nostro Presidente Onorario Osvaldo #Bagnoli presente a Garda per l’amichevole contro il Ljubljana! Cuore gialloblù 💛💙 il Mister sempre vicino all’Hellas! pic.twitter.com/IsRADvVzdS

— Hellas Verona FC (@HellasVeronaFC) September 6, 2019


_

Il dolore é stato molto forte... La notizia di questo infortunio è stata una forte batosta...😢 Ma questi sono problemi che si superano, grazie alle persone a me vicine, ho e prenderò da dentro me stesso e da voi la forza per trattare e tornare nel miglior modo possibile! Spero e farò di tutto per al più presto essere di nuovo in campo con la squadra.⚽️💪 Tutti che sono al mio fianco sanno che questo non era il momento perché ciò accadesse ... o forse lo era ... chi lo sa?! Io credo che tutto succede per il meglio...Basta guardare sempre al lato positivo. I problemi sono altri nella vita, volevo soltanto condividere con voi il mio grandissimo dispiacere di non poter aiutare ancora sul campo. #mollaremai #forza #coraggio #fé #love #football 💪🙏

Un post condiviso da Daniel Bessa (@danielbessa) in data:



La “giravolta” di Stepinski e un calcio che non c’è più
Blog notes
Di Cronaca di Verona - 4 Settembre 2019
“Possibile, succedano cose del genere?”, ci scrive un lettore, E.C., tifoso del Chievo, pensando alla “questione Stepinski”, ultimo colpo di mercato del Verona. Preso dal Chievo, all’ultimo giorno utile, pagato il giusto (circa 5 milioni), ma non è questo il punto. “Aveva dichiarato amore al Chievo e poi ha voluto l’Hellas a tutti i costi…”, l’osservazione del tifoso. Già, ma è il calcio, gente. Non quello che abbiamo in testa e che dovrebbe essere, ma quello di oggi. Dove non esistono più bandiere e parole, forse neppure sentimenti ed emozioni. Senza esagerare, sia chiaro, ma il “caso Stepinski” è semplicemente lo specchio del calcio che viviamo, dove oggi hai una maglia e domani un’altra. Dove baci la maglia dell’Hellas e il giorno dopo fai lo stesso con quella del Chievo. La speranza, ora, è che Stepinski ripeta in campo, in area, la stessa “giravolta”. Magari con gol…

Raffaele Tomelleri

FONTE: CronacaDiVerona.com


NEWS
Età media, Verona con la quinta squadra più giovane della A (TABELLA)
Interessante focus de La Gazzetta dello Sport sull’età media delle 20 squadre di Serie A. Milan con la rosa più giovane, Juventus con quella più ‘vecchia’

di RedazioneSettembre 6, 2019 - 11:10

Il Verona ha una rosa particolarmente giovane ed è al quinto posto in questa speciale classifica guidata dai rossoneri (24 anni e 125 giorni). La squadra di Juric si attesa alla media di 25 anni e 363 giorni. La rosa più vecchia di tutto il campionato ce l’ha la Juventus, vicina ad una media di 30 anni (29 anni e 219 giorni)


FONTE: CalcioHellas.it


Ecco la lista definitiva
By Redazione - 3 Settembre 2019

Il regolamento della Serie A prevede un massimo di 17 calciatori senior, più 4 formati nel vivaio di un club italiano, più altri 4 (se possibile) formati nel vivaio del Verona. Quindi un totale di 25 giocatori possibili con infiniti under 22, cioè nati dal 1997 in poi.

Il Verona oggi non ha problemi sui giocatori formati in Italia, mentre, grazie ad un cambiamento sul regolamento iniziale, può contare su un giocatore in rosa che ha giocato per tre anni nel proprio vivaio: Zaccagni.

Infine ci sarà un giocatore che sarà costretto a guardare i compagni dalla tribuna fino a gennaio perché la lista ha superato di uno il limite massimo di giocatori.

Andiamo a vedere la situazione attuale in casa del Verona.

Giocatori formati nel vivaio del club (1 su 4 possibili): Zaccagni

Over (22 su 21 possibili): Silvestri, Radunovic, Berardi, Bocchetti, Crescenzi, Dawidowicz, Empereur, Faraoni, Günter, Rrahmani, Vitale, Amrabat, Bessa, Henderson, Veloso, Verre, Di Carmine, Di Gaudio, Lazovic, Pazzini, Stepinski, Tutino.

Under 22: Adjapong, Kumbulla, Danzi, Lucas, Pessina, Salcedo, Tupta, Wesley.

Fuori rosa (1): Saveljevs, aggregato alla Primavera.

Infortunati fino a gennaio: Badu, Checchin.

FONTE: HellasNews.it


Finale, Hellas Verona-Olimpija Ljubljana 1-2
settembre 6, 2019

Amichevole questo pomeriggio a Garda contro l’Olimpija Ljubljana per l’Hellas Verona di Juric. Davanti al presidente onorario del club gialloblù, Osvaldo Bagnoli, gli scaligeri si presentano col 3-4-2-1 con Berardi, Gunter, Dawidowicz, Bocchetti; Empereur, Henderson, Pessina, Vitale; Verre, Zaccagni; Stepinski. Vantaggio al 4’ con Verre, pareggio al 20’ con una grande azione personale di Savic che finalizza al meglio battendo Berardi. Sloveni che chiudono in vantaggio il primo tempo grazie al diagonale vincente di Boakye, gialloblù che colpiscono la traversa con Gunter nel finale — Nel secondo tempo, sotto una pioggia battente, i gialloblù di Juric si sono presentati col 3-4-1-2 con Pazzini e Stepinski coppia d’attacco, con Verre trequartista. Gialloblù vicini al pareggio con l’autore del gol del momentaneo 1-0 che colpisce il palo alla destra del portiere della squadra slovena. Juric dà spazio anche a Faraoni, Felippe e Yeboah, Hellas Verona che colpisce anche la traversa con Pazzini direttamente su calcio di rigore.

FONTE: HellasLive.it


NEWS
06 settembre 2019 - 18:52
Verona, sconfitta in amichevole con l’Olimpija Lubiana. Pazzini sbaglia il rigore del pari
1-2 a Garda, per l’Hellas in gol Verre. Buona prova di Stepinski

di Redazione Hellas1903

Sconfitta per il Verona in amichevole a Garda con l’Olimpija Lubiana. 1-2 il risultato finale per la squadra allenata da Hadzic.

In gol per primo l’Hellas con Verre dopo 4 minuti su cross di Stepinski. Poi ak 17′ Javic e al 36′ Boackye ribaltano il risultato mentre Orbanic, il portiere del Lubiana, salva in più di un’occasione. Nella ripresa Verre coglie il palo, poi a Stepinski viene annullato un gol in pallonetto per fuorigioco. Gioco condotto dai gialloblù fino alla fine, pur con ritmi non eccelsi, quando, al 40′ arriva l’occasione più ghiotta per pareggiare ma Pazzini stampa sulla traversa un rigore che si era conquistato.

VERONA-OLIMPIJA LJUBLJANA 1-2
Marcatori: 4′ pt Verre, 17′ pt Javic, 36′ pt Boackye.

VERONA: Berardi, Gunter (dal 5′ st Faraoni), Dawidowicz, Bocchetti, Vitale, Henderson (dal 10′ st Lucas), Pessina, Zaccagni (dal 1′ st Pazzini), Empereur, Verre, Stepinski (dal 30′ st Yeboah).
A disposizione: Silvestri, Aznar, Agbugui, Costa, Jemal, Brandi.
All.: Juric.

OLIMPIJA LJUBLJANA: Orbanic, Boackye (dal 1′ st Knezevic), Sme, Bagnacu, Jurcevic, Tomic (dal 1′ st Andreajatic), Putineanin, Javic, Cekici, Menalo (dal 41′ st Alic), Vukusic.
A disposizione: Ribic, Gaster, Lupeta, Kresar, Rok.
All.: Hadzic.

Arbitro: Daniele Chiffi (sez. AIA Padova).
Assistenti: Enrico Caliari (sez. AIA Legnago), Giovanni Baccini (sez. AIA Conegliano).
NOTE. Ammoniti: Cekici, Bagnacu.

Foto: Grigolini-Fotoexpress

VISTO DA NOI
03 settembre 2019 - 23:59
Verona, adesso puoi lottare (ma già hai iniziato a farlo)
Dal mercato sono arrivate le uniche risposte possibili. Questo Hellas ha tutto per giocarsela

di Matteo Fontana, @teofontana

Saremo sbugiardati presto, perché è inevitabile e nemmeno siamo ottimisti per natura. Però, quantomeno, ci proviamo, a dire che questo Verona, per com’è stato costruito, ha i mezzi per lottare per la salvezza. Ce la farà? Ahi lasso, or è stagion de doler tanto. Quindi, non piace a chi scrive sbilanciarsi, perché il calcio è un gioco maledetto e porco, che frega e non consente pronostici.

Si scriveva, alcuni giorni fa, che il gialloblù sarebbe presto appassito, in assenza di uomini adatti per reggere l’argine della categoria. Maurizio Setti, in questi anni, ci ha spinto a pensare che non ci fosse un’uscita sensata dal periodo oscuro delle vacche magre, era penosa che ha messo sulla pira sportiva Fabio Pecchia e Filippo Fusco, costretti a fare le nozze con i fichi neppure secchi, bensì marciti.

Il Verona, questo Verona, ha cominciato bene il campionato. Ha raccolto 4 punti, e di questi tre a Lecce, in uno scontro diretto da duri e puri. L’ha fatto con carattere e organizzazione. Ivan Juric non ama essere etichettato come un allenatore di pura grinta. Sia ben chiaro: l’uomo di Spalato, uno che dietro la scorza da duro nasconde una sensibilità profonda, non parla mai per caso.

Le ultime operazioni di mercato danno all’Hellas chance in più per crederci. Salvarsi è sempre una battaglia. Nonostante gli invidiosi e i superbi, il Verona ci proverà. E lo farà con dei mezzi adeguati. Ai posteri l’ardua sentenza.

FONTE: Hellas1903.it


TEST AMICHEVOLE
Ljubljana sorprende Hellas: 1-2 a Garda
06/09/2019 17:00
Finisce qui vince 1-2 il Ljubjana

Tre minuti di recupero

89' Ci prova ancora Pazzini ma Orbanic è ancora miracoloso.

85' Pazzini sbaglia il rigore: colpita la traversa. Si rimane 1-2 per gli sloveni.

83' Rigore per il Verona per un intervento in area su Pazzini.

78' Ci prova Pazzini: la palla finisce alta.

75' Il Verona continua ad attaccare ma non riesce a trovare il pareggio.

70' Annullato il gol a Stepinski, partito in fuorigioco secondo l'arbitro.

65' Faraoni tira in porta ma il solito portiere degli sloveni respinge, poi Verre colpisce il palo. Hellas più aggressivo ora.

60' L'Olimpija Ljblujana tiene il vantaggio. Il Verona ci prova. Intanto, girandola di cambi tra i gialloblù. Entra anche Pazzini. Juric cambia modulo con la doppia punta: Stepinski-Pazzo.

58' Orbanic chiude ancora lo specchio della porta su tentativo di Verre.

56' Ancora Verona pericoloso con Vitale. Orbanic blocca tutto.

50' Ci prova Stepinski, la palla finisce fuori. Il Verona vuole il pareggio.

Parte la ripresa

1-2 per il Ljubljana all'intervallo a Garda: decidono i gol di Javic e Boakye che rimontano al gol iniziale di Verre.

Finisce qui il primo tempo

45' Tentativo di Gunter: preso l'incrocio dei pali.

44' L'Hellas attacca ma Orbanic evita ancora il pareggio. Bella parata dell'estremo difensore segli sloveni che nega il gol ad Henderson, che ci aveva provato da fuori.

40' Reazione del Verona con Verre: Orbanic blocca.

36' GOL LJUBLJANA Dagli sviluppi del corner Boackye trova il vantaggio con un tiro velenoso che non lascia scampo a Berardi. 1-2.

34' Ljubljana sempre attiva davanti: il solito Javic impegna Berardi che devia in corner.

30' Ancora Stepinski pericoloso. Orbanic respinge ancora.

28' Bella azione di Stepinski che si libera di un avversario in area e calcia violentemente in porta: il tiro è centrale, Orbanic è attento e si rifugia in angolo.

17' GOL LJUBLJANA Bella azione personale di Javic che supera Bocchetti in area, si accentra e trafigge Berardi. 1-1.

10' Match equilibrato. Gli sloveni ora cercano di attaccare dopo i primi minuti iniziali in difficoltà.

4' GOL VERONA Bella azione dei gialloblù che trovano il vantaggio dopo una bella azione firmata Stepinski-Zaccagni-Verre. L'ex Perugia sblocca il match. 1-0

Live

Amichevole a Garda per il Verona di Juric, vista la pausa del campionato. Il tecnico croato, contro l'Olimpija Ljubljana, lancia subito Stepinski, come punta centrale, dal primo minuto.

VERONA-LJUBLJANA 1-2 (4' Verre, 17' Javic, 36' Boakye)

Le Formazioni
HELLAS VERONA (3-4-2-1): Berardi; Gunter, Dawidowicz, Bocchetti; Vitale, Henderson, Pessina, Empereur; Zaccagni, Verre; Stepinski. A disposizione: Silvestri, Aznar, Agbugui, Faraoni, Costa, Pazzini, Lucas, Jemal, Brandi, Yeboah. All.: Juric.

OLIMPIJA LJUBLJANA: Orbanic, Boackye, Sme, Bagnacu, Jurcevic, Tomic, Putineanin, Javic, Cekici, Menalo, Vukusic. A disposizione: Ribic, Andreajatic, Gaster, Knezevic, Alic, Lupeta, Kresar, Rok. All.: Hadzic.

Arbitro: Daniele Chiffi (sez. AIA Padova).
Assistenti: Enrico Caliari (sez. AIA Legnago), Giovanni Baccini (sez. AIA Conegliano).

CALCIOMERCATO
Lista Hellas, fuori Di Gaudio, Badu e Crescenzi
06/09/2019 13:54
E’ stata ufficializzata la lista dell’Hellas per il campionato. Sono tre i giocatori esclusi (e non inizialmente due come nelle previsioni), questo perché Zaccagni in realtà non può essere considerato un giocatore cresciuto nel vivaio dell’Hellas. Così anche il centrocampista romagnolo va ad occupare la casella dei 21 over. Illimitati gli under 22. Esclusi tre giocatori, almeno fino a gennaio perché i posti erano tutti occupati: Di Gaudio, Crescenzi e Badu.

Ecco la lista ufficiale per la stagione 2019-2020. I calciatori sono 21, ma non essendoci il limite per gli under 22 la ‘rosa’ a disposizione di mister Juric è composta da altri 7 elementi, per un totale di 28 effettivi.

Giocatori formati nel vivaio di altro club nazionale (12): Marco Silvestri, Alessandro Berardi, Davide Faraoni, Mattia Zaccagni, Salvatore Bocchetti, Alan Empereur, Luigi Vitale, Daniel Bessa, Valerio Verre, Gennaro Tutino, Samuel Di Carmine, Giampaolo Pazzini

Altri elementi della ‘rosa’ (9): Boris Radunovic, Pawel Dawidowicz, Amir Rrahmani, Koray Gunter, Miguel Veloso, Liam Henderson, Darko Lazovic, Sofyan Amrabat, Mariusz Stepinski

Under 22 (7): Matteo Pessina, Claud Adjapong, Marash Kumbulla, Andrea Danzi, Lubomir Tupta, Eddie Salcedo, Wesley "Gasolina".

Fuori lista (almeno fino a gennaio): Alessandro Crescenzi, Antonio Di Gaudio, Emmanuel Badu.

Altri giocatori, inizialmente aggregati con la Primavera: Lucas, Jocic.
L.VAL.

IL MODULO
DOPPIO TREQUARTSITA O MEGLIO IL TRIDENTE?
05/09/2019 11:40
La prima idea di Juric era di giocare con il tridente. Un 3-4-3 in cui i tre d'attacco avrebbero dovuto sacrificarsi moltissimo ed essere pronti poi a ripiegare. Poi il tecnico, visti anche gli uomini a disposizione ha optato per il doppio trequartista. In origine i due che stavano dietro all'unica punta, cioè Di Carmine o Pazzini, dovevano essere Zaccagni e Bessa, una coppia perfetta per svolgere la mansione di verticalizzare il gioco e dialogare palla a terra. Poi Bessa è stato escluso ed allora in quel ruolo ecco Verre. A Lecce però, altro cambiamento con un Verona che ha giocato praticamente a uomo, con Henderson incollato a Tachtsidis e Amrabat a protezione del centrocampo.

Il tridente quindi non è stato ancora applicato. Ma il tempo di vedere l'attacco con la punta centrale e le due ali, è più vicino. Soprattutto dopo l'arrivo di Stepinski che ha alzato il livello atletico della squadra. Quindi Juric potrebbe ipotizzare anche un tridente con Tutino e Verre, oppure alzare Lazovic. Insomma, costruita l'intelaiatura adesso possono arrivare anche le variazioni sul tema. Anche se contro il Milan, alla ripresa del campionato, probabilmente varrà la regola che squadra che vince non si cambia.

HELLAS VERONA
Le due formazioni di Ivan Juric
04/09/2019 16:00
Finito il mercato, ora la parola passa al campo. Con l'arrivo di Stepinski la rosa del Verona è stata completata. Ecco le due formazioni (quella dei potenziali titolari e delle seconde linee) a disposizione di Ivan Juric per affrontare l'obiettivo salvezza.

Verona 1 (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Bocchetti; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Zaccagni, Tutino; Stepinski.

Verona 2 (3-4-2-1): Radunovic; Gunter, Dawidowicz, Empereur; Adjapong, Pessina, Henderson, Vitale; Verre, Tupta; Di Carmine.

Altri giocatori: Badu e Bessa (infortuni lunghi) e poi Berardi, Danzi, Wesley "Gasolina", Crescenzi, Salcedo, Pazzini, Di Gaudio.

FONTE: TGGialloBlu.it


PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
07/SETTEMBRE/2019 - 17:00
Peschiera - Ultimo allenamento settimanale per i gialloblù allo Sporting Center Paradiso di Peschiera. Oggi la squadra, agli ordini di mister Juric, si è divisa tra chi è sceso in campo contro il Ljubljiana (lavoro in palestra e aerobico di recupero) e gli altri (attivazione, partite, lavoro sul possesso palla e le azioni offensive, partita finale a campo ridotto).

TEST MATCH: HELLAS VERONA-OLIMPIJA LJUBLJIANA 1-2
06/SETTEMBRE/2019 - 16:55
Garda - Termina 2-1 per l'Olimpija Ljubljiana il test match nella settimana di sosta per i gialloblù: nel primo tempo la apre Verre, al quarto minuto, al termine di una splendida combinazione. Sempre nella prima frazione la ribaltano gli sloveni, prima con un'azione individuale di Javic e poi con una botta ravvicinata di Boakye. Nella ripresa non si contano le occasioni per i gialloblù, già nel primo tempo molto pericolosi con Zaccagni, Gunter (palo) e Stepinski, al quale è stato anche annullato un gol alla primissima in maglia gialloblù. Nella ripresa molto pericoloso lo stesso Stepinski, oltre ad un altro legno colpito da Verre e dal subentrato Pazzini, su calcio di rigore ben procurato dallo stesso Pazzini assieme al Primavera Amayah. Domani pomeriggio riprenderanno gli allenamenti dell'Hellas in direzione Milan.


HELLAS VERONA-OLIMPIJA LJUBLJANA 1-2
Marcatori: 4' pt Verre, 17' pt Javic, 36' pt Boackye.

HELLAS VERONA: Berardi, Gunter (dal 5' st Faraoni), Dawidowicz, Bocchetti, Vitale, Henderson (dal 10' st Lucas), Pessina, Zaccagni (dal 1' st Pazzini), Empereur, Verre, Stepinski (dal 30' st Yeboah).
A disposizione: Silvestri, Aznar, Agbugui, Costa, Jemal, Brandi.
All.: Juric.

OLIMPIJA LJUBLJANA: Orbanic, Boackye (dal 1' st Knezevic), Sme, Bagnacu, Jurcevic, Tomic (dal 1' st Andreajatic), Putineanin, Javic, Cekici, Menalo (dal 41' st Alic), Vukusic.
A disposizione: Ribic, Gaster, Lupeta, Kresar, Rok.
All.: Hadzic.

Arbitro: Daniele Chiffi (sez. AIA Padova).
Assistenti: Enrico Caliari (sez. AIA Legnago), Giovanni Baccini (sez. AIA Conegliano).

NOTE. Ammoniti: Cekici, Bagnacu.

HELLAS VERONA: LA LISTA UFFICIALE PER LA STAGIONE 2019/20
06/SETTEMBRE/2019 - 14:00
Verona – Di seguito la lista consegnata alla Lega di Serie A dall’Hellas Verona FC per la stagione corrente. I calciatori sono 21, ma non essendoci limite per gli under 22 la ‘rosa’ a disposizione di mister Juric è composta da altri 7 elementi, per un totale di 28 effettivi.

Giocatori formati nel vivaio di altro club nazionale (12): Marco Silvestri, Alessandro Berardi, Davide Faraoni, Mattia Zaccagni, Salvatore Bocchetti, Alan Empereur, Luigi Vitale, Daniel Bessa, Valerio Verre, Gennaro Tutino, Samuel Di Carmine, Giampaolo Pazzini.
Altri elementi della ‘rosa’ (9): Boris Radunovic, Pawel Dawidowicz, Amir Rrahmani, Koray Gunter, Miguel Veloso, Liam Henderson, Darko Lazovic, Sofyan Amrabat, Mariusz Stepinski.
Under 22 (7): Marash Kumbulla, Andrea Danzi, Wesley, Lubomir Tupta, Claud Adjapong, Eddie Salcedo, Matteo Pessina.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
05/SETTEMBRE/2019 - 20:10
Peschiera - Proseguono gli allenamenti dei gialloblù agli ordini del mister Ivan Juric. Oggi la squadra, allo Sporting Center Paradiso di Peschiera, ha svolto lavori di forza in palestra, a seguire delle esercitazioni tattiche e, infine, partite a campo ridotto.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
04/SETTEMBRE/2019 - 21:30
Verona - Sono ripresi gli allenamenti dei gialloblù presso il Centro Sportivo Paradiso di Peschiera. Prima seduta per il neo acquisto Mariusz Stepinski, che si è aggregato alla squadra per preparare la gara casaliga contro il Milan. Dopo il riscaldamento la squadra, agli ordini del mister Ivan Juric, ha svolto possesso palla, partita e lavoro aerobico.

ANTICIPI E POSTICIPI: IL PERCHÉ DI DATE E ORARI
04/SETTEMBRE/2019 - 17:20
Verona - A beneficio dei nostri tifosi e di chi segue l'Hellas Verona con passione, spieghiamo volentieri il motivo per il quale da qui sino al 15 dicembre giocheremo solo due volte di domenica pomeriggio, segnatamente alle ore 15:

- come ogni anno nella compilazione dei calendari deve essere gestita la contemporaneità interna di Verona e Chievo, che per la stagione in corso si configura - in totale - in 4 giornate di campionato;

- ulteriore limitazione sono le richieste del Comune di Verona, che ha presentato alle società (Hellas e Chievo) ampia documentazione di eventi, manifestazioni fieristiche e mercato in corrispondenza dei quali non si possono disputare gare al Bentegodi;

- aggiungiamo infine che solo 3 gare su 10 di ogni giornata sono programmate la domenica alle 15

BOLLETTINO MEDICO: DANIEL BESSA
04/SETTEMBRE/2019 - 12:45
Verona – Dopo una serie di visite specialistiche, resesi necessarie per accertare senza margine alcuno di errore la natura e l’entità dell’infortunio occorso al calciatore in allenamento, Hellas Verona FC comunica che – in base all’ultimo esame strumentale delle scorse ore - Daniel Bessa ha rimediato la lesione dei muscoli adduttori (lungo e obliquo) della gamba destra. I tempi di recupero del calciatore sono ancora in fase di valutazione e quantificazione.

BOLLETTINO MEDICO: GENNARO TUTINO
02/SETTEMBRE/2019 - 16:15
Verona - Dopo visita specialistica cui il calciatore si è sottoposto nel primo pomeriggio di oggi, Hellas Verona FC comunica che a Gennaro Tutino è stata riscontrata una frattura non scomposta della piramide nasale, conseguenza di un fortuito scontro di gioco a fine primo tempo della partita di domenica sera a Lecce. L'attaccante gialloblù non dovrà sottoporsi a intervento chirurgico. Una maschera di protezione consentirà a Tutino di proseguire regolarmente ad allenarsi e a giocare.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: VUKOVIC rescinde con l'OLYMIPIACOS, Matteo SCAPINI torna al VILLAFRANCA in Serie D. Valeri BOJINOV torna in patria, verrà allenato dal patrigno nel BOTEV VRATSA
Olympiacos, UFFICIALE: rescinde un ex Verona
05/09/19 22:54

Jagos Vukovic ha risolto il proprio contratto con l'Olympiacos: il serbo ha giocato anche in Italia, raccogliendo 15 presenze e segnando 3 reti con l'Hellas Verona nel 2018.

FONTE: CalcioMercato.com


NUOVO ARRIVO : MATTEO SCAPINI
05/09/2019

Il Villafranca Veronese si è assicurato le prestazioni dell’attaccante Matteo Scapini classe 1983 che sarà a disposizione di Mister Arioli già domenica prossima nel match contro il Cartigliano. In calce l’articolo pubblicato dal sito “TUTTO SERIE D”.

Il Villafranca Veronese si è aggiudicata un colpo da novanta. Si tratta dell’attacante Matteo Scapini classe 1983. Scapini vanta una solida esperienza nei campionati di C1, C2 e serie D ( 297 presenze e 141 reti). E’ un nome noto nel mondo del calcio veronese. Il centravanti dopo la trafila nelle giovanili del Vicenza, a 20 anni viene tesserato dalla SPAL in C1. Attaccante di peso, classica punta di area, forte di testa e pronto a sfruttare ogni palla vagante, inizia a farsi notare in prestito al Bellunoponte dove segna 5 gol in 13 presenze in C2.

Inizia quindi per lui un valzer di esperienze tra i professionisti che lo portano ad indossare le maglie di Valenzana, Pro Vercelli, PortoSummaga, Montichiari, e Cuneo dove, nella stagione 2007 – 2008, mette a segno 22 gol in 31 partite giocate. Viene così notato dagli osservatori dell’Hellas Verona che lo portano in gialloblù, facendolo tornare a calcare i campi della terza serie dal momento che all’epoca l’Hellas militava nel campionato di C1. La formazione scaligera lo gira di nuovo in prestito alla Pro Vercelli, dove colleziona 30 presenze in campionato. Ma è nell’ottobre del 2010, con il passaggio al Villafranca in Serie D, che Scapini trova la sua dimensione ideale: 30 presenze e 18 gol. Si replica la stagione successiva con il passaggio alla Sambonifacese: 14 gol.

A questo punto Matteo si è fatto un nome nel panorama dilettantistico veronese tanto è vero che Gigi Fresco lo chiama alla Virtus nella stagione 2013 – 2014, la prima storica annata dei rossoblù in serie C2. I suoi 8 gol al termine della stagione non evitano alla sua squadra un’amara retrocessione, ma Scapini lega il suo nome alla società di Borgo Venezia e nella stagione 2014 – 2015 colleziona 33 presenze e 18 gol.

L’anno successivo passa ai milanesi del Seregno dove mette a segno l’ennesima stagione super, con una media di quasi un gol ogni due partite (29 giocate 14 gol segnati). Con i suoi 12 gol contribuisce, nella stagione 2016 2017, a trascinare il Varese alla finale dei play-off del girone A. Le ultime tre stagioni le divide tra Ciserano, Crema, Ciliverghe e Ambrosiana. Oggi è la volta Di Villafranca, un gradito ritorno a dimostrazione di quanto fatto in passato. Matteo è gia a disposizione dei blu amaranto e può scendere in campo già domenica prossima contro il Cartigliano.

FONTE: ASVillafranca.com


EUROPA
UFFICIALE: Bojinov è del Botev Vratsa. Sarà allenato dal patrigno
06.09.2019 18:53 di Dimitri Conti Twitter: @dimitri_conti
L'aveva annunciato negli scorsi giorni, e adesso la nuova esperienza di Valeri Bojinov è realtà: l'attaccante bulgaro classe '86, visto all'opera in Italia con le maglie di Lecce, Parma, Ternana, Verona, Vicenza, Fiorentina e Juventus, è ufficialmente un nuovo giocatore del Botev Vratsa. Piccola curiosità: la squadra è allenata dal suo patrigno, Sasho Angelov.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio