Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Antonino RAGUSA


Nato a/il:Messina (ME) il 27/03/1990
Nazionalità:Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2022
Ruolo:Ala o attaccante esterno
Altezza:183 Cm
Peso:78 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Spezia2019 - 2020B-- 
Hellas Verona2018 - 2019B11 (+1CI)0 (+0) 
Sassuolo2017 - 2018A30 (+2CI)0 (+0) 
Sassuolo2016 - 2017A25 (+1CI +6EL)4 (+0 +1) 
Cesena2015 - 2016B37 (+1PO +3CI)8 (+0 +1) 
VicenzaAgo. 2014 - 2015B16 (+2PO)3 (+0) 
GenoaAgo. 2014 - 2014A10 
Pescara2013 - 2014B40 (+2CI)9 (+1) 
Ternana2012 - 2013B361 
Reggina2011 - 2012B347 
Salernitana2010 - 2011LP132 (+4PO +1CILP)7 (+0 +1) 
Giovanili Genoa2009 - 2010--- 
Treviso2008 - 2009B10 
Giovanili Treviso2006 - 2009--- 
Giovanili Giardini Naxos2000 - 2006--- 
LEGENDA: LP1=Lega Pro Prima Divisione, PO=Playoff, CILP=Coppa Italia di Lega Pro, CI=Coppa Italia, EL=Europa League


NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 23 Maggio 2019
RAGUSA doveva rappresentare una garanzia sull'esterno d'attacco data l'esperienza e la caratura tecnica del giocatore soprattutto in cadetteria e invece, come spesso accade, la vita (o se preferite il destino) decide diversamente e allora il 'fantasioso' mister GROSSO, dopo averlo impiegato nel suo ruolo, decide di sfruttare Tonino nella posizione di terzino in un paio di gare fino a quando a metà dicembre, da ex contro il PESCARA, il ginocchio gli fa crack, l'avversario lo supera e segna e per il messinese, che si contorce in area, la diagnosi è impietosa 'lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio destro' come quattro anni prima, stagione finita e, dopo il necessario intervento chirurgico, sei mesi di riabilitazione.
Una stagione nata male e finita peggio per l'attaccante esterno che già il 10 Settembre era stato fermato da un altro infortunio (stavolta al ginocchio sinistro)...

GIOVANILI DAI GIARDINI ALL'ALPE
Originario di Trappitello in provincia di Messina, Antonino cominciò nella società calcistica GIARDINI NAXOS prima di trasferirsi, appena 16enne, alle giovanili del TREVISO dove ebbe modo di giocare anche con GianMarco figlio di Zigogol più giovane di lui di un anno ed esordire in cadetteria nel 2009.
A 19 anni però, a causa del fallimento dei Biancocelesti, RAGUSA si trova senza squadra e viene così ingaggiato dalla Primavera del GENOA con la quale vince sia il campionato che la supercoppa di categoria in squadra con gente del calibro di EL SHAARAWY e POLENTA.

RITORNO AL SUD TRA I PRO
Dal 2010-11 comincia per Tonino la carriera tra i professionisti in Lega Pro con la SALERNITANA dove mette a segno 7 gol in 32 presenze e trascina i campani ai playoff persi poi contro l'HELLAS in finale.
Nella stagione successiva vuole lavorare ancora con mister BREDA che nel frattempo si è trasferito dalla SALERNITANA alla REGGINA e così, dopo essere stato vicinissimo alla NOCERINA, si aggrega in prestito con diritto di riscatto alla formazione calabrese dove disputa un'altra buona stagione convincendo il GENOA a riportarlo in Liguria grazie al controriscatto.

TERNANA, PESCARA, SERIE A 'MORDI E FUGGI' COL GENOA POI VICENZA
A 22 il giocatore si sente ormai pronto per un'esperienza in Serie A ma deve rimandare ancora perchè, ingaggiato in comproprietà dal neopromosso in massima serie PESCARA, viene girato al termine del mercato alla TERNANA ancora in cadetteria.
Con le Fere Tonino mette a segno un unico gol ma risulta ugualmente uno dei calciatori determinanti per la salvezza dei rossoverdi umbri.
Tornato al DELFINO per la stagione 2013-14 RAGUSA ricomincia dalla Serie B a causa della retrocessione degli abruzzesi e, nonostante una stagione tribolata col passaggio da MARINO a COSMI, l'esterno d'attacco insacca 10 volte tra Campionato e Coppa Italia risultando ancora una volta tra i migliori.
Per l'annata 2014-15 PESCARA e GENOA rinnovano la comproprietà ma il giocatore torna in Liguria dove fa a tempo ad esordire finalmente in Serie A prima di rinnovare il contratto e tornare in Serie B in prestito secco al VICENZA.
Col LANEROSSI RAGUSA comincia al meglio ma ad Ottobre subisce il primo grave infortunio al crociato anteriore destro, torna in tempo per giocare con i biancorossi anche i playoff ma la sua stagione rimane inevitabilmente condizionata.
In ogni caso il GENOA crede ancora nelle qualità del calciatore e lo riscatta pienamente dal PESCARA.

CESENA, SASSUOLO E VERONA
Ceduto in maniera definitiva al CESENA di mister DRAGO per il 2015-16 trascina anche il Cavalluccio Marino ai playoff prima di approdare alla Serie A col SASSUOLO che lo acquisisce sborsando 2,5 milioni di Euro in totale.
Dopo due stagioni in Serie A coi neroverdi con i quali riesce ad andare in gol anche in coppa UEFA, accetta la corte dell'HELLAS VERONA che dalla B lo acquisisce in prestito oneroso con oggligo di riscatto a partire dalla stagione 2018-19.

Qui trovate la pagina Instagram ufficiale del calciatore mentre questo è il suo profilo Facebook.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =


Antonino Ragusa
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonino Ragusa (Messina, 27 marzo 1990) è un calciatore italiano, ala o attaccante del Verona in prestito dal Sassuolo.

Caratteristiche tecniche
Gioca principalmente come esterno destro offensivo, ma può essere impiegato anche come trequartista o seconda punta, possiede una buona grinta ed è dotato di un'ottima corsa. Molto abile anche tecnicamente, Gian Piero Gasperini lo ha soprannominato un piccolo Sculli e Ronzinante, per la sua facilità di corsa.

Carriera
- Club
Cresciuto a Trappitello, comincia a giocare a calcio nel settore giovanile del Giardini Naxos, società siciliana della medesima città messinese. Nel 2006 si trasferisce al Treviso, dove cresce ulteriormente mettendosi in mostra con la formazione Primavera nella stagione 2008-2009, dove fa coppia con Gianmarco Zigoni. Il 7 febbraio 2009 l'allenatore della prima squadra, Luca Gotti, lo fa esordire in Serie B nel corso della partita Rimini-Treviso (2-2).

Genoa e il prestito alla Salernitana
Al termine della stagione la società veneta non riesce ad evitare il fallimento, e il giocatore viene tesserato dal Genoa che lo inserisce nel proprio settore giovanile. Grazie al suo contributo (22 presenze e 4 reti) e a quello di giocatori come Stephan El Shaarawy e Diego Polenta la squadra allenata da Luca Chiappino trionfa in Campionato Primavera e si aggiudica anche la Supercoppa Primavera. Nella stagione 2010-2011 viene ceduto in prestito alla Salernitana, in Lega Pro. Con 32 presenze e 7 gol nella stagione regolare si rivela come uno dei protagonisti della squadra, ma nonostante le ulteriori 4 partite disputate nei playoff, la squadra non riesce a conseguire la promozione in Serie B, persa nella doppia finale contro l'Hellas Verona.

Reggina
Torna dunque al Genoa, ma il 27 giugno 2011, dopo un forte interessamento della Nocerina, passa in compartecipazione alla Reggina, ritrovando così Roberto Breda, già suo allenatore con la Salernitana. Segna il suo primo gol in maglia amaranto il 26 settembre 2011 nella sconfitta per 3-2 contro l'Empoli e segna un'importante doppietta nel derby del sud il 9 ottobre, contro il Bari. Durante la militanza nella formazione calabrese nasce il suo particolare modo di esultare dopo aver realizzato un gol, consistente in un salto terminante con un calcio contro la bandierina del calcio d'angolo. Il 24 giugno 2012 la Reggina esercita il diritto di riscatto, ma il Genoa lo controriscatta, riportandolo così a titolo definitivo nella propria squadra.

Pescara, prestito alla Ternana e ritorno al Pescara
Tornato al Genoa, nei primi giorni di luglio sembra imminente il suo passaggio alla Juve Stabia, ma il giocatore rifiuta la destinazione. Il 30 luglio si trasferisce in compartecipazione al Pescara, neopromosso in Serie A. Il 31 agosto passa in prestito secco alla Ternana. Dopo una stagione sempre ad alto livello, colleziona 36 presenze e una rete risultando uno dei maggior trascinatori alla salvezza degli umbri. Fa ritorno al Pescara, sempre in comproprietà col Genoa. Segna il primo gol con la maglia biancoazzurra il 17 agosto, nel terzo turno di Coppa Italia vinto per 2-1 contro il Torino.

Ritorno al Genoa e prestito al Vicenza
Il 20 giugno 2014 Genoa e Pescara rinnovano la comproprietà del giocatore. La squadra abruzzese ne mantiene i diritti sportivi e lo gira ai rossoblù con la formula del prestito. Il 31 agosto fa il suo esordio nella massima serie entrando al secondo tempo nella prima partita di campionato in casa contro il Napoli, partita che terminerà 2-1 per i partenopei. Il 12 settembre dopo aver rinnovato il suo contratto col Genoa fino al 2017, passa in prestito secco al Vicenza in Serie B. Esordisce in maglia biancorossa il 14 settembre in occasione della sconfitta interna (0-1) contro la Ternana. Segna la sua prima doppietta con i biancorossi contro il Perugia il 20 settembre. il 25 ottobre 2014 durante la partita Catania-Vicenza si rompe il crociato anteriore destro. Chiude la stagione con 16 presenze e 3 gol, oltre due presenze nei play off, poi persi nel doppio confronto con il Pescara. Il 25 giugno 2015 termina ufficialmente la sua esperienza al Vicenza in quanto Antonino Ragusa viene riscattato completamente dal Genoa.

Cesena
Il 14 luglio 2015 viene ceduto a titolo definitivo al Cesena. Il 5 settembre 2015 segna il suo primo goal in bianconero in casa contro il Brescia. Realizza la sua prima doppietta in maglia bianconera il 19 settembre 2015 contro l'Ascoli. Dopo 11 giornate di digiuno, torna ad esultare con un decisivo colpo di testa che decide la gara, nella partita vinta dai romagnoli contro il Pescara per 1-0. Contro il Novara segna un'altra rete decisiva su lancio di Falco insaccando con un potentissimo siluro sotto la traversa da posizione defilata. La vittoria contro i piemontesi sancisce matematicamente l'accesso ai Play Off per i romagnoli. La sua stagione al Cesena dura solo un anno, collezionando 41 presenze condite da 9 goal e 8 assist.

Sassuolo
Il 26 agosto 2016 viene ceduto al Sassuolo per 2.3 milioni di euro. Il 28 agosto esordisce nel match casalingo contro il Pescara, vinto per 2-1, ma in seguito a una irregolarità legata al suo schieramento il Sassuolo ha perso 3-0 a tavolino. Segna la sua prima rete col Sassuolo il 20 novembre 2016 nella partita persa 3-2 a Genova contro la Sampdoria. Il 24 novembre 2016 segna la sua prima rete in UEFA Europa League nella partita persa per 3-2 dal Sassuolo allo stadio San Mamés di Bilbao contro l'Athletic Club. Segna un'altra rete, il 4 dicembre 2016 contro l'Empoli, nella partita vinta dal Sassuolo per 3-0.

Hellas Verona
Il 3 agosto 2018 viene ufficializzato il suo trasferimento al Verona, in prestito oneroso con obbligo di riscatto. Il 17 dicembre successivo, durante la partita di campionato giocata in casa contro il Pescara, subisce la rottura del legamento crociato del ginocchio destro, costringendolo ad uno stop forzato di almeno sei mesi.

Nazionale
Il 10 novembre 2011 ha esordito in Nazionale Under-21 disputando la partita di qualificazione agli Europei 2013 vinta per 2-0 sulla Turchia fornendo a Mattia Destro l'assist per il 2-0 finale.

Palmarès
- Settore giovanile
Campionato Primavera: 1 Genoa: 2009-2010
Supercoppa italiana Primavera: 1 Genoa: 2009

FONTE: Wikipedia.org