Subscribe Us

Anteprima ROMA-VERONA: Padroni di casa in cerca di riscatto dopo il travagliato esonero di GARCIA sostituito da mister SPALLETTI che probabilmente proporrà un 4-2-3-1 con DE ROSSI e NAINGGOLAN in mediana e tre mezzepunte a sostegno dell'unica punta DZEKO. L'HELLAS probabimente perde TONI: REBIC subito in campo?


#RomaVerona +   -   =

...Senza quasi più niente in palio se non l'onore, il VERONA è chiamato alla proibitiva trasferta all'Olimpico contro una ROMA in cerca di riscatto dopo la chiusura dell'era GARCIA e la (ri)apertura di quella SPALLETTI che viene da un lungo stop dopo la chiusura della parentesi russa con lo ZENITH di San Pietroburgo.
Manco a dirlo sono i padroni di casa ad essere strafavoriti dalle statistiche: In 26 partite l'HELLAS è andato a punti solo in 8 occasioni, vincendo 2 gare e perdendone 18.
Primo match nel campionato 1957-58, prima vittoria scaligera 11 anni più tardi il 23 marzo 1969 grazie alla doppietta di VANELLO mentre la seconda il 28 Gennaio 1973 si disputò sul campo neutro di Arezzo e fu griffata da Ciccio MASCETTI che trasformò un rigore decisivo.
Da allora in poi 43 anni in cui solo 4 volte gli scaligeri riuscirono al meglio a strappare un punto (l'ultima volta nel 1989) ma negli ultimi 8 match disputati a casa della Lupa la squadra gialloblù ha sempre perso, l'ultima volta il 27 Settembre 2014 quando GOLLINI giocò titolare date le contemporanee assenze di RAFAEL e BENUSSI e subì un gol da cineteca di DESTRO...

Bianchetti alla radio ufficiale dell'Hellas

QUI ROMA
Nel primo allenamento diretto il nuovo tecnico della ROMA SPALLETTI ha insistito molto sulla tattica.
Probabile 4-2-3-1 per i giallorossi del nuovo ciclo, tra continuerà i pali ballottaggio SZCZESNY-DE SANCTIS col primo forse un pizzico favorito, dubbio anche per quanto riguarda il terzino destro fra TOROSIDIS e MAICON in attesa di rinforzi mentre a sinistra DIGNE non sembra avere rivali al momento, al centro la coppia MANOLAS e RUDIGER con CASTAN a fare da terzo incomodo.
In mediana sembrano avere il posto assicurato anche NAINGGOLAN e DE ROSSI che giocò spesso nella prima avventura giallorossa del 'nuovo' tecnico, sulla trequarti mancherà probabilmente GERVINHO ma la scelta è comunque ampia con FLORENZI e SALAH ai lati di PJANIC che sembrano al momento favoriti per ispirare al meglio l'unica punta DZEKO.

Convocati
Fuori GERVINHO, MAICON e KEITA.

Lobont, Rudiger, Digne, Nainggolan, Castan, Dzeko, Totti, Salah, Falque, Pjanic, De Rossi, Vainqueur, Florenzi, Gyomber, Szczesny, De Sanctis, Emerson, Torosidis, Manolas, Sadiq

Probabile formazione
4-2-3-1 con Szczesny; Torosidis-Manolas-Rudiger-Digne; Nainggolan-De Rossi; Florenzi-Pjanic-Salah; Dzeko


QUI VERONA
Stiramento muscolare per TONI che darà forfait all'Olimpico (e potrebbe rimanere fuori almeno 2/3 settimane) mentre GRECO rientra dalla squalifica.
Dopo la rifinitura fuori SILIGARDI, SOUPRAYEN e pure VIVIANI!
Possibile esordio dal primo minuto per REBIC vicino a PAZZINI.

Convocati
Fuori anche PISANO! A sinistra ballottaggio EMANUELSON-FARES con WSZOŁEK che in estrema emergenza potrebbe azzardatamente giocare. Prima chiamata per REBIĆ

Portieri: 37. Coppola, 95. Gollini, 1. Rafael
Difensori: 22. Bianchetti, 5. Helander, 18. Moras, 39. Riccardi, 41. Winck
Centrocampisti: 97. Checchin, 28. Emanuelson, 19. Greco, 10. Hallfredsson, 23. Ionita, 26. Sala, 13. Wszolek, 20. Zaccagni
Attaccanti: 93. Fares, 21. Gomez Taleb, 7. Jankovic, 11. Pazzini, 27. Rebic

Probabile formazione
4-4-2 con Gollini; Sala-Moras-Helander-Pisano; Wszolek-Greco-Hallfredsson-Ionita; Pazzini-Rebic


[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

DICONO +   -   =

Mister SPALLETTI «Sono tornato qui perché ho già allenato la Roma e so quanto è bello allenarla. Il passato è cancellato, me lo hanno chiesto anche i miei figli di tornare. Per questo sono tornato qua. Ci vorrà tempo per essere al passo delle cose nuove. Ho avuto una buona impressione dalla rosa, ho trovato dei ragazzi attentissimi. Questo è il miglior messaggio che potessi ricevere. Qualcuno nei primi allenamenti potevano essere giustamente un po' amareggiati per Garcia invece non è stato così. Dispiace per Garcia, ha fatto delle grandi cose, record compresi. Gli faccio un in bocca al lupo. La gara di domani? Bisogna calcolare tanti periodi, quando si fa questo lavoro si cerca la strada più breve. Ora quindi è inutile rifare la preparazione di tre mesi. I giocatori non hanno alibi, siamo in ritardo e dobbiamo vincere subito. Dobbiamo fare così altrimenti le persone che ieri mi hanno accolto in aeroporto mi porteranno in giro per la città". Sui momenti più emozionanti del ritorno: "Quando sono arrivato a Trigoria - continua Spalletti - rivedendo tutto lo staff e persone comuni. Sono aumentate le persone all'interno del club, tutti danno il massimo. Scudetto? E' presto per parlarne, l'importante è partire bene la prima settimana. Bisogna andare avanti passaggio per passaggio. Pallotta mi ha ricevuto a casa con la maglia della Roma. Vogliamo crescere tutti» GianlucaDiMarzio.com

Mister DELNERI «Domani inizia il nostro campionato, il girone di ritorno è pieno di insidie. Spalletti? Lo conosco bene, il cambio di allenatore porterà sicuramente entusiasmo. Davanti la Roma ha molta qualità, se il Verona sta sul pezzo può fare la partita. Nelle grandi emergenze vedremo di che pasta siamo fatti, non possiamo pensare di andare a Roma e calare i pantaloni, non è quello il nostro stile. Andremo invece con una squadra dinamica, che crede in quello che fa come è successo col Palermo e in tante altre partite. Diciamo che l’unica cosa che non è andata per il verso giusto è il risultato, le prestazioni ci sono e questo ci dà fiducia, possiamo fare la partita sempre. La squadra non ha l’atteggiamento dell’ultima in classifica, leggendo le statistiche col Palermo siamo stati quelli che hanno tirato in porta più di tutti, creando situazioni importanti e conquistando 12 calci d’angolo a favore, meglio di chiunque altro nell’ultima giornata del girone d’andata. Nel calcio non c’è un’equazione esatta, dobbiamo buttarla dentro e in altre situazioni si fa gol anche con un tiro sbilenco, a noi questo non succede mai. La squadra è motivata a fare il suo dovere, lo dobbiamo ai nostri tifosi, abbiamo la convinzione che questa squadra può lottare ogni giorno per raggiungere la salvezza» HellasVerona.it

GRECO intervistato da AS Roma match program «All'Olimpico? Indubbiamente una partita dura, con una Roma così… Il valore della squadra è indiscutibile. Mi aspetto però di rivedere l’atteggiamento delle ultime partite. Con il Palermo ci meritavamo altra sorte, abbiamo prodotto un bel gioco. Ci manca questa maledetta vittoria e chissà che a Roma la fortuna non giri… Coviamo dentro una rabbia incredibile per quanto globalmente accaduto in questa stagione. Ci è andato tutto talmente storto finora che poi magari all’Olimpico… E se ci scappasse il colpaccio? Delneri? È concentrato sulla squadra, su di noi, più che sull’avversario. Sta lavorando tanto e bene, lo stiamo seguendo, siamo consapevoli di dover fare un miracolo per levarci da questa situazione. Contento del ritorno a Verona? Una scelta che rifarei non 100, ma 1000 volte. A Verona sto bene io e sta bene, benissimo la mia famiglia. Qui mi sento come a casa, a Roma, e sono animato da una voglia pazzesca di riuscire nell’impresa di conquistare la salvezza. E come me, ci credono tutti i miei compagni. Che squadra è l’Hellas? Una squadra che non merita 8 punti e lo dico con il nodo alla gola. Siamo qui a Roma per fare l’impresa, per mettercela tutta» VoceGialloRossa.it

PAZZINI «Il girone di andata è stato veramente difficile, nessuno si aspettava di trovarsi in questa situazione, ma la squadra non mollerà niente. Abbiamo tifosi unici, non mi era mai capitato di essere ultimo con zero vittorie e uscire tra i cori, non molleremo per loro. Adesso abbiamo bisogno di risultati e di fare punti ovunque, domenica contro la Roma sarà una gara difficile ma noi cercheremo di fare la nostra partita» GianlucaDiMarzio.com

VIVIANI cresciuto nelle giovanili della ROMA faceva il raccattapalle ai tempi del primo SPALLETTI in giallorosso «Spalletti? Viveva a Trigoria col suo staff, capitava di incrociarlo. A Roma ha lasciato un grande ricordo e tutti gli vogliono bene. Io a volte ho fatto il raccattapalle: avevamo l’ordine di rimettere la palla in gioco velocemente. Può risollevare la squadra, ma penso che pure Garcia abbia fatto bene, realizzando il record di punti in A della Roma al primo anno... Momento difficile per il Verona? Una vittoria può sbloccarci, con Delneri abbiamo dimostrato di esserci con la testa, con l’intensità e con il gioco. Abbiamo messo sotto l’Empoli e dominato col Palermo. Poi prendi un tiro e perdi. È incredibile» GianlucaDiMarzio.com

Il doppio ex TOMMASI attuale presidente AIC «Vedremo se Spalletti è la soluzione giusta, ma certamente lui conosce bene l'ambiente e se ha accettato significa che ha le idee ben chiare su cosa fare adesso. Fino a qualche mese fa nessuno si immaginava potesse diventare lui il nuovo allenatore della Roma, solo da poco si è venuto a sapere dell'interesse della società nei suoi confronti. Ora sarà compito suo cambiare delle cose. Peccato per questi mesi, Garcia comunque ha fatto un buon lavoro. La squadra? Ci sono Francesco e Daniele, ma subentrare comporta un diverso approccio allo spogliatoio. Con una gara da giocare e preparare in poco tempo, si affiderà molto all'esperienza e al rapporto che ha con i giocatori che conosce già. Il fatto di essere a metà stagione inciderà e sarà compito suo capire quali sono le certezze della squadra e quali i dubbi e le difficoltà. I tifosi? Non so se con il suo arrivo la curva reagirà in maniera diversa, ma il fatto che i tifosi non vanno allo stadio non era legato alla presenza di Garcia. L'obiettivo della Roma sono le vittorie che la riportino in lotta per le prime posizioni. È uscita dalla Coppa Italia ma bisogna continuare a pensare agli altri due obiettivi. Sarà importante concentrarsi e prendere in mano la situazione e ripetersi come nelle stagioni in cui arrivò seconda proprio con Spalletti, ma magari anche migliorandosi» GianlucaDiMarzio.com

BIANCHETTI «Rebic? L’ho visto giocare e mi piace molto, ora bisogna accoglierlo bene e dargli modo di esprimersi al meglio. Quindi, benvenuto. Rapporto con Delneri? Si sta instaurando un bel rapporto, parliamo molto e fa capire come la pensa. Pretende molto, vuole si giochi come dice lui ma ti dà tutte le informazioni per rendere al meglio, dando molta fiducia. Il suo calcio mi piace, è moderno, con la difesa alta, simile a quello che facevo ad Empoli» CalcioMercato.com

TONI2 al Corriere dello Sport «Mandorlini è una persona vera e sincera. Si fidava molto dei rapporti costruiti nel tempo, ma dopo un po' di anni era giusto cambiare. Con Delneri, a Torino, ho lavorato poco per poterlo giudicare. Adesso vedo un tecnico con tanta voglia di ritornare in pista: ha le sue idee tattiche, diverse da chi lo ha preceduto, e la squadra mi sembra in crescita. A Roma ci dobbiamo provare. Siamo in debito con la fortuna e magari questa sarà la volta buona per conquistare i tre punti» TGGialloBlu.it

Le prime parole di SPALLETTI nuovo tecnico della ROMA che sostituisce l'esonerato GARCIA «Quest’anno non abbiamo altra scelta, il campionato ha evidenziato che ci sono squadre che giocano bene: la nostra è buona e bisogna giocare un buon calcio per essere al livello degli altri. Abbiamo fatto dei passi avanti su quello che è il confronto in Europa, lì molte squadre iniziano con la palla dal dietro, stanno corte sul campo, sanno fare il fuorigioco, sanno pressare alto: questo gruppo ha le caratteristiche per farlo e lo ha fatto con Garcia. La mia attenzione va in questa direzione: diventare una squadra che gioca un buon calcio. Quale sistema di gioco utilizzerò? Il calcio è difficile poterlo cambiare come se fosse un interruttore. Penso che questo momento della Roma sia soprattutto mentale. Spero che ritoccando i tasti giusti e parlando in maniera pulita e chiara alla squadra si possa ritrovare quello spirito e quel carattere, aspetti che vanno in evidenza prima dei numeri e dei moduli» Leggo.it

TONI1 al Corriere dello Sport «Non mi aspettavo assolutamente questa situazione. Il calcio a volte ti regala cose inaspettate. Sia belle che brutte. A questo punto non abbiamo più niente da perdere e possiamo andare a giocarcela ovunque. Per restare in A servirebbe un’impresa, qualcosa di straordinario, ma nessuno vuole mollare. Prossimo avversario la Roma? Per come era partita, per quanto aveva speso e per la piazza che ha alle spalle, tutti si aspettavano di più. Io compreso. Spalletti? Conosce l’ambiente e ha voglia di tornare in Italia e di rimettersi in gioco. Vedrete che non sbaglierà. A Roma, per me, sono stati 6 mesi fantastici e sarei rimasto volentieri se la società non avesse fatto altre scelte. Rischiammo di vincere lo scudetto, ma di fronte ci trovammo l’Inter di Mourinho che era nella sua stagione di grazia. Quel tricolore lo avremmo meritato noi per la rimonta che facemmo. Mi è rimasta dentro una grande amarezza perché uno scudetto vinto a Roma vale come 10 conquistati in un’altra piazza. Totti? Lui è un grande e un amico. Il problema è che tutti mi chiedono sempre... la sua maglia. Anche stavolta hanno già iniziato a stressarmi e ne deve regalare almeno tre o quattro. Se vuole iniziare a prepararle...» GianlucaDiMarzio.com


Highlights & immagini dall'ultimo match di Verona all'Olimpico il 27 Settembre 2014

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Buon Esordio di ITURBE col BOURNEMOUTH anche se il risultato arride al WEST HAM...

SERIE B: Esordio per il cartellino verde dalla prossima giornata, premierà i giocatori protagonisti di gesti di Fair Play e avrà uno scopo puramente simbolico.

LIGA SPAGNOLA: Sospensione per due sessioni di mercato per ATLETICO e REAL, lo ha deciso la FIFA a seguito della violazione delle norme relative al trasferimento internazionale di giocatori al di sotto dei 18 anni

SERIE A: SPALLETTI è ufficialmente il nuovo allenatore della ROMA, esonerato GARCIÀ...

BASKET NBA: Un GALLINARI stratosferico trascina i NUGGETS alla vittoria sui WARRIORS! Il derby di New York va ai NETS vincenti su KNICKERBUCKERS...

PALLONE D'ORO 2015 alla 'Pulce Atomica' Leo MESSI (è il quinto!)

COPPA ITALIA: MILAN batte CARPI per 2 a 1 e approda alle semifinali, così mister MIHAJLOVIC 'Bene così, la cessione di Luiz Adriano? La società ci ha guadagnato e rimango convinto che la nostra rosa al completo può ambire al terzo posto...'

BASKET NBA: Continua la marcia degli inarrestabili WARRIORS, WIZARDS vincenti a Chicago, scivolone interno per i NETS...

BASKET ITALIA: In attesa per la sentenza di frode fiscale, la (fu) MENS SANA SIENA rischia l'annullamento di 6 scudetti ma anche mister PIANIGIANI rischia...



RASSEGNA STAMPA +   -   =


Posta un commento

0 Commenti