LECCO 0-1 HELLAS VERONA: Un'ingenuità difensiva dei lombardi spiana la strada ai gialloblù e RANTIER firma la vittoria grazie ad un rigore sacrosanto.

FANNA: 'Partita non bella e decisa da un episodio ma la vittoria è meritata anche se abbiamo sofferto un po' troppo contro un LECCO modesto e perdipiù in inferiorità numerica. I 3 punti serviranno ad affrontare nel migliore dei modi i prossimi due turni casalinghi. I playoff? Guardiamo partita dopo partita, ne riaprleremo dopo le prossime due in casa... Anche le altre corrono, noi guardiamo in casa nostra e alla fine faremo i conti. La vittoria è da dedicare al Conte per tutto ciò che ha dato al VERONA'. REMONDINA: 'Vittoria meritata e dedicata ad ARVEDI: anche se negli ultimi 10 minuti abbiamo forse sofferto un po' troppo e giocata a viso aperto da entrambe le squadre. I ragazzi erano carichi e tesi per dedicare la vittoria al Conte e devo dire che avevo un po' paura... A volte la tensione gioca brutti scherzi. Dopo due vittorie dobbiamo comunque rimanere tranquilli la pressione a noi non giova'. RAFAEL DE ANDRADE: 'Vittoria molto significativa da dedicare senz'altro al Conte. Vittoria forse fortunata ma giusta. Sul finire del primo tempo siamo stati bravi a difendere... Abbiamo concesso un po' troppo forse ma alla fine va bene così. Mancano 8 giornate, 5 le giocheremo in casa, stiamo crescendo e daremo tutto fino in fondo per acciuffare obiettivi importanti'. RANTIER: 'Gara non facile. Il LECCO ha biosogno di punti ed il campo era stretto e piccolo, abbiamo sofferto ma vinto, bene così. Nell'occasione del nostro possibile raddoppio sono stato troppo generoso am sentivo TIBO che me la chiamava... ARVEDI l'ho conosciuto anche io in passato... Il Conte ha dato tanto al VERONA, una grande persona ed un grande uomo, vittoria da dedicare a lui. Continuiamo a pensare partita dopo partita senza montarci la testa. Il festeggiamento tipo chapeau? Volevo imitare D'Artagnan... Niente di chè!'. BERGAMELLI: 'Seconda vittoria consecutiva che volevamo a tutti i costi per dedicarla al Conte, una persona straordinaria. Risultato importante contro una squadra in ritiro di Martedì. Salterò la prossima purtroppo ma prima o poi doveva arrivare 'stò giallo comunque rientrerà CECCARELLI. Ora siamo ottimisti ma proseguiamo cauti cercando di trarre il massimo dalle prossime due partite in casa'.

Segnala il Blog BONDOLA/=\SMARSA su Technorati FavoritesSegnala il Blog BONDOLA/=\SMARSA su Pligg.it - Editoria Sociale a Ricavi Condivisi

[COMMENTI]
FANNA: "Partita non bella e decisa da un episodio ma la vittoria è meritata anche se abbiamo sofferto un po' troppo contro un LECCO modesto e perdipiù in inferiorità numerica. I 3 punti serviranno ad affrontare nel migliore dei modi i prossimi due turni casalinghi. I playoff? Guardiamo partita dopo partita, ne riaprleremo dopo le prossime due in casa... Anche le altre corrono, noi guardiamo in casa nostra e alla fine faremo i conti. La vittoria è da dedicare al Conte per tutto ciò che ha dato al VERONA". REMONDINA: "Vittoria meritata e dedicata ad ARVEDI: anche se negli ultimi 10 minuti abbiamo forse sofferto un po' troppo e giocata a viso aperto da entrambe le squadre. I ragazzi erano carichi e tesi per dedicare la vittoria al Conte e devo dire che avevo un po' paura... A volte la tensione gioca brutti scherzi. Dopo due vittorie dobbiamo comunque rimanere tranquilli la pressione a noi non giova". RAFAEL DE ANDRADE: "Vittoria molto significativa da dedicare senz'altro al Conte. Vittoria forse fortunata ma giusta. Sul finire del primo tempo siamo stati bravi a difendere... Abbiamo concesso un po' troppo forse ma alla fine va bene così. Mancano 8 giornate, 5 le giocheremo in casa, stiamo crescendo e daremo tutto fino in fondo per acciuffare obiettivi importanti". RANTIER: "Gara non facile. Il LECCO ha biosogno di punti ed il campo era stretto e piccolo, abbiamo sofferto ma vinto, bene così. Nell'occasione del nostro possibile raddoppio sono stato troppo generoso am sentivo TIBO che me la chiamava... ARVEDI l'ho conosciuto anche io in passato... Il Conte ha dato tanto al VERONA, una grande persona ed un grande uomo, vittoria da dedicare a lui. Continuiamo a pensare partita dopo partita senza montarci la testa. Il festeggiamento tipo chapeau? Volevo imitare D'Artagnan... Niente di chè!". BERGAMELLI: "Seconda vittoria consecutiva che volevamo a tutti i costi per dedicarla al Conte, una persona straordinaria. Risultato importante contro una squadra in ritiro di Martedì. Salterò la prossima purtroppo ma prima o poi doveva arrivare 'stò giallo comunque rientrerà CECCARELLI. Ora siamo ottimisti ma proseguiamo cauti cercando di trarre il massimo dalle prossime due partite in casa". [COMMENTA]

Lecco 0-1 Hellas Verona (Album in aggiornamento)


I contributi filmati del TGGialloblu:
- RANTIER: TRE PUNTI PESANTISSIMI
- RAFAEL: PUNTIAMO IN ALTO
- BERGAMELLI: VITTORIA PER ARVEDI
- FLASH: IL GOL DI RANTIER A LECCO
- FLASH: DOPPIO MIRACOLO DI RAFAEL
- LECCO-VERONA 0-1: LA SINTESI

[ANTEPRIMA]
Al "Rigamonti Ceppi" di LECCO la squadra di casa attende l'HELLAS col coltello fra i denti: i lombardi navigano al limite delle agitate acque dei playout e la compagine è stata portata in settimana in ritiro per vedere di trovare la concentrazione necessaria a cambiare tendenza. PELLEGRINO schiera la formazione di casa con una sorta di 4-1-4-1 formato da ZAPPINO in porta, linea difensiva che vede D'AMBROSIO, VILLAGATTI, GALEOTTI e GRIMALDI, mediano BERNINI, i 4 centrocampisti CARLINI, ANTONIONI, CORTI e GUGLIERI a sostenere MONTALTO unica punta. Risponde il VERONA, col lutto al braccio in onore del 'vècio alpìn' PIERO ARVEDI scomparso nella notte tra Giovedì e Venerdì, col consueto 4-3-1-2 di REMONDINA con RAFAEL, MANCINELLI, CONTI, BERGAMELLI, PUGLIESE, GARZON, BELLAVISTA, CORRENT, PAROLO, TIBONI e RANTIER: CAMPISI è oggi squalificato per somma di ammonizioni mentre CECCARELLI attende che passi la seconda delle 2 giornate dopo l'espulsione di RAVENNA. Nessuna sorpresa nelle sostituzioni forzate effettuate dal tecnico scaligero: CONTI in difesa e CORRENT al centro del campo; TIBONI la prima punta per GIRARDI e SCAPINI ad attendere il suo turno in panca in attesa di tempi più propizi. Quasi 1000 i tifosi gialloblù giunti in trasferta. Uno striscione recita "Ciao Piero" a ricordare l'ex presidente di Cavalcaselle. [COMMENTA]

Sondaggio a risposta multipla
Qual'e' la vostra coppia gol preferita (o meglio assortita)?

TIBONI-SCAPINI
GIRARDI-RANTIER
GOMEZ TALEB-TIBONI
SCAPINI-GOMEZ TALEB
TIBONI-RANTIER
GIRARDI-SCAPINI
TIBONI-GIRARDI
GOMEZ TALEB-GIRARDI
SCAPINI-RANTIER
RANTIER-GOMEZ TALEB
Nessuna delle precedenti...


Il tabellino
CALCIO LECCO 1912 - HELLAS VERONA F.C. 0-1 (0-0)
Reti: 71’ rig. Rantier

CALCIO LECCO 1912
Zappino; D’Ambrosio, Villagatti, Galeotti, Grimaldi; Bernini; Carlini, Antonioni, Corti (86’ Alteri), Guglieri (73’ Carrara); Montalto. (Andreoletti, Santoni, Buda, Romanelli, Sangiovanni). All. Pellegrino

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Mancinelli, Conti, Bergamelli, Pugliese; Garzon, Corrent (48’ Campagna), Campisi; Parolo; Tiboni (81’ Gomez), Rantier (90’ Moracci). (Franzese, Politti, Anaclerio, Scapini). All. Remondina

Arbitro: Baratta di Salerno
Assistenti: Fortarezza, Semolic
Ammoniti: Bergamelli, D’Ambrosio, Carlini, Bellavista
Espulsi: Galeotti al 70’
Recupero: 1’ - 6’
Spettatori: 3.000 circa

[PRIMO TEMPO]
- Dopo 6 minuti la prima 'emozione' in una gara molto guardinga da parte dei padroni di casa che non concedono spazi all'HELLAS e affidano le loro speranze a qualche isolato contropiede: VILLAGATTI di testa colpisce il palo esterno della porta difesa da RAFAEL ma l'arbitro ferma tutto causa un fuorigioco della squadra lombarda.
- Al 13° TIBONI serve RANTIER occasione propizia ma il francese non è preciso: palla fuori.
- Passa un minuto ed è PAROLO a provare la sortita ma anche il suo tiro è poco preciso.
- Gara brutta con poche emozioni da entrambe le parti, pochi i tiri in porta. Ci provano i padroni di casa su punizione al 33° con MONTALTO ma controlla tranquillamente il portiere brasileiro gialloblù
- E' del VERONA l'occasione più ghiotta della gara al 38°: RANTIER ancora imbeccato da TIBONI (non male la sua gara fino ad ora, l'ariete di Dsenzano appare in netto recupero) ci prova di testa a colpo sicuro ma si supera ZAPPINO con un gran colpo di reni: peccato!
- Salvataggio incredibile di RAFAEL nel recupero del primo tempo: ANTONIONI ha cercato di distruggere la porta con una bordata pericolosissima ed il portiere gialloblù ha salvato lo 0 a 0! MONTALTO si è fiondato per il tap-in ma ancora RAFAEL ha risposto alla grandissima! Dobbiamo tutti un cero a San DE ANDRADE!
- Dopo 2 minuti di recupero finisce a porte imbattute il primo tempo. [COMMENTA]





[SECONDO TEMPO]
- Esce CORRENT sostituito da CAMPAGNA dopo soli 2 minuti: al 38° del Primo Tempo il capitano veronese aveva avvertito dolore dopo aver tentato un tiro sugli sviluppi dell'occasionissima di RANTIER
- Al 4° GARZON innesca il velocissimo RANTIER ma para a terra ZAPPINO dopo il tiro senza pretese del francese. FANNA lamenta una scarsa vena da parte dei nostri che dovrebbero approfittare della loro supremazia tecnica: i gialloblù viaggiano al 'piccolo trotto' mentre dovrebbero aumentare la carica agonistica.
- Si disinpegna bene il giovane di scuola JUVE nella zona mediana del campo. BERGAMELLI ammonito al 10°: giallo pesante che farà scattare la squalifica per il difensore centrale a metà fra VERONA e ATALANTA... Per fortuna che dalla prossima partita rientrerà CECCARELLI!
- 13° si alzano dalla panca a scaldarsi sia GOMEZ TALEB che SCAPINI. Fase di stanca della partita: i nostri sembrano non riuscire a trovare la marcia in più e sparano palle lunghe a cercare la velocità di RANTIER ma con scarse idee.
- 18°: Doppia ribattuta di CONTI dopo un vano tentativo di attacco dei lecchesi.
- Due minuti più tardi RAFAEL è incerto su un cross alto dalla sinistra: CARLINI cerca il contrasto in area per ottenere un rigore ma fortunatamente l'arbitro non abbocca...
- GALEOTTI espulso: al 25° il difensore del LECCO cerca di trattenere TIBONI in area poi, non contento, colpisce con un buffetto il bomber gialloblù, l'arbitro vede tutto, allontana il giocatore avversario e decreta un rigore per i gialloblù! RANTIER va sul dischetto: GOOOOOOOOOOOOLLLLLLL! La palla entra a sinistra di ZAPPINO... Esce GUGLIERI entra CARRARA per la squadra di casa.
- 29° ANCORA CLAMOROSA OCCASIONE SCIUPATA DALL'HELLAS: RANTIER solo davanti alla porta invece di tirare serve TIBONI! Anticipa ZAPPINO ma che peccato... Si poteva chiudere la gara.
- 35° Ammonito BELLAVISTA. Entra GOMEZ al posto di uno stanco TIBONI, bella partita di 'TIBO-GOL'.
- Pericolo per l'HELLAS: CARLINI taglia come il burro la difesa gialloblù e serve MONTALTO che fortunatamente non riesce a ribadire in rete! Dobbiamo essere più attenti sottolinea FANNA, non possiamo rinunciare a giocare contro una squadra pure in inferiorità numerica!
- Bel gesto di fairplay GOMEZ TALEB al 40°: VILLAGATTI era crollato a terra apparentemente a causa dei crampi, passato il pericolo si è tranquillamente rialzato. Nel frattempo PELLEGRINO cambia CORTI con ALTERI, il mister lecchese tenta il tutto per tutto.
- 6 i minuti di recupero decretati dall'arbitro, REMONDINA fa uscire RANTIER e lo cambia con MORACCI. Il VERONA difende a 5...
- RAFAEL salva ancora il risultato al 45°: su un tiro che pareva inoffensivo ma che si è abbassato all'improvviso... Continuiamo a soffrire contro un LECCO in 10 alla disperata!
- FINITAAAAAAAA! 1 a 0 per noi il resto è aria fritta ;o) [COMMENTA]

[LE ALTRE DEL GIRONE]
In attesa stasera del big match fra CESENA e PADOVA, la PRO PATRIA stende il LUMEZZANE e si conferma in testa alla classifica; frena la REGGIANA fermata in casa dal MONZA e anche la CREMONESE battuta per 3 a 1 ad opera del LEGNANO mentre il RAVENNA prosegue la sua rimonta andando a vincere a casa della SAMBENEDETTESE. Il PERGO pareggia in casa col PORTOGRUARO prossimo avversario dell'HELLAS al BENTEGODI vincon SPAL e VENEZIA nelle rispettive gare casalinghe contro PRO SESTO e NOVARA. [COMMENTA]





[IN BREVE]
CONVOCAZIONI MONTENEGRO-ITALIA, ITALIA-IRLANDA: TONI chiama DI VAIO.
FORMULA 1: HAMILTON ammette 'Non siamo ancora al livello dei più forti...' MOSLEY sente odore di guai e nel frattempo la FIA ci ripensa: Altra stagione con le regole dell'anno scorso poi, dal 2010, si premierà chi vince di più.
TENNIS INDIAN WELLS: Troppo forte MURRAY per FEDERER e lo scozzese raggiunge NADAL in finale.
BASKET NBA: Super KOBE scuote i LAKERS e rimonta lo svantaggio contro i BULLS di Chicago.
PREMIER LEAGUE: 'Anche i ricchi piangono'! Sconfitte per MANCHESTER UNITED e CHELSEA...
BUNDESLIGA: La capolista HERTA cade a STOCCARDA, si fanno sotto BAYERN e WOLFSBURG.
BASKET A1: PESARO batte TERAMO e prosegue nella rincorsa ai playoff...
CICLISMO MILANO SANREMO: Trionfa CAVENDISH recrimina POZZATO. [COMMENTA]

Commenta il post:oppure




- Prima Divisione A Risultati e marcatori della 26.a
Prima Divisione A: Legnano ok con i giovani, la Reggiana fermata in casa dal Monza. Pro Patria in vetta, aspettando Cesena.

Cesena-Padova 22/03/2009

Lecco-Verona 0-1
Marcatori: 69´ rig. Rantier (Ver)

Legnano-Cremonese 3-1
Marcatori: 27´ Saverino (Cre); 55´ rig. Virdis (Leg); 58´ Marietti (Leg); 85´ Dell'Acqua (Leg)

Pergocrema-Portogruaro 1-1
Marcatori: 68´ Sambugaro (Per); 90´ Cesca (Por)



Pro Patria-Lumezzane 2-0
Marcatori: 24´ Fofana (Pro); 37´ Fofana (Pro)

Reggiana-Monza 1-1
Marcatori: 25´ Martini (Reg); 70´ Bolzan (Mon)

Sambenedettese-Ravenna 0-1
Marcatori: 32´ Curiale (Rav)

Spal-Pro Sesto 1-0
Marcatori: 7´ Agodirin (Spa)

Venezia-Novara 3-1
Marcatori: 53´ rig. Sinigaglia (Nov); 74´ Cardinale (Ven); 91´ Cardinale (Ven); 94´ Morelli (Ven)

Classifica
Pro Patria 45; Cesena 44; Reggiana 42; Ravenna 41; Spal 40; Novara 37; Padova 37; Pergocrema 37; Verona 36; Lumezzane 33; Cremonese 32; Monza 32; Portogruaro 32; Legnano 29; Pro Sesto 28; Lecco 25; Sambenedettese 22; Venezia 20

Prossimo turno 29/03/2009
Cremonese-Lumezzane; Lecco-Pergocrema; Monza-Sambenedettese; Novara-Cesena; Padova-Spal; Pro Sesto-Pro Patria; Ravenna-Reggiana; Venezia-Legnano; Verona-Portogruaro

FONTE: CalcioMercato.com


- È morto Arvedi, ex patron Verona
In occasione della sfida con il Lecco le due squadre osserveranno un minuto di silenzio e giocheranno col lutto al braccio
VERONA, 20 marzo - È morte il conte Arvedi. Ha lottato per tre mesi, ci ha messo tutta la sua tempra forte di alpino irriducibile. Finchè il suo cuore ha smesso di battere. Pietro Arvedi d'Emilei aveva 77 anni. L’ex presidente del Verona se n’è andato nella notte all'ospedale di Borgo Trento, dove era ricoverato a seguito dell’incidente stradale del 21 dicembre scorso, quando la sua Mercedes ferma lungo la corsia di emergenza fu violentemente tamponata da un’auto vicino al casello di Mantova Nord. Il patron tornava dalla trasferta di Cesena. Proprio la sera prima Arvedi aveva firmato la lettera d´intenti che consegnava di fatto il suo Hellas nelle mani di Giovanni Martinelli.

Arvedi è stato presidente dell'Hellas Verona dal 13 settembre 2006 al 30 gennaio scorso. Nel pomeriggio la Lega Italiana Calcio Professionistico ha autorizzato la commemorazione di Pietro Arvedi, in occasione della sfida col Lecco. Le due squadre osserveranno un minuto di raccoglimento prima del fischio d’inizio, poi giocheranno con il lutto al braccio.

FONTE: CorriereDelloSport.it


- Si accendono i riflettori su Cesena e Padova
Va in scena la nona giornata di ritorno in Prima divisione. Nel girone A occhi puntati sulla sfida tra la capolista Cesena e il Padova, in programma in posticipo stasera: i romagnoli sono reduci dal successo con la Pro Sesto e grazie al contemporaneo stop della Pro Patria vantano il primato in solitario, il Padova, ormai in zona play off e reduce da due successi di fila punta al tris...

FONTE: LArena.it



- Lecco-Hellas Verona 0-1, decide Rantier
Al "Rigamonti" ceppi i gialloblù centrano il successo grazie ad un penalty del francese.
LECCO - La 26a giornata di campionato dei gialloblù si apre col ricordo di Pietro Arvedi, scomparso nella notte tra giovedì e venerdì, a tre mesi di distanza dall’incidente stradale in cui fu coinvolto. Le due squadre scendono in campo al "Rigamonti-Ceppi" col lutto al braccio, ed osservano un minuto di raccoglimento prima del fischio d’inizio. Remondina ritrova Bellavista nella zona nevralgica del campo e Tiboni in attacco, rispettivamente al posto di Campisi (squalificato) e Girardi (infortunato). Pellegrino conferma il 4-1-4-1 con Bernini tra la linea difensiva e quella di centrocampo, con Montalto unica punta. Alteri, favorito alla vigilia per un posto da titolare, si accomoda in panchina.

Al 6’ punizione del Lecco dalla trequarti calciata da Antonioni e sfiorata di testa da Villagatti, la palla colpisce il palo esterno, ma l’arbitro ravvede un fuorigioco. Tiboni spizza un pallone al 13’ al limite dell’area e serve Rantier, il francese scocca il tiro dalla destra dell’area di rigore senza inquadrare la porta. Un minuto dopo Parolo si fa venticinque metri palla al piede e si allarga sulla sinistra, la conclusione del centrocampista lombardo termina di poco a lato.

Destro di Montalto dai venti metri verso il palo lontano al 33’, Rafael controlla la sfera finire sul fondo. Occasione clamorosa per l’Hellas al 38’: assist di Tiboni per Rantier che colpisce di testa da pochi passi, Zappino devia con un colpo di reni, Corrent prova il tap-in in controbalzo senza però centrare lo specchio della porta.

Allo scadere della prima frazione doppio miracolo di Rafael: Corti infila centralmente la difesa avversaria ed appena entrato in area scocca il destro, respinto dal numero uno brasiliano. Palla raccolta da Montalto che colpisce di prima intenzione, l’estremo difensore gialloblù devia nuovamente salvando il risultato.

Batti e ribatti all’altezza dei sedici metri blucelesti, palla raccolta da Garzon, conclusione di destro controllata da Zappino quando siamo al 52’. Uno due Rantier-Garzon sul lato destro dell’area di rigore lombarda al 63’, il mancino dell’ex Piacenza finisce alto sopra la traversa.

Al 70’ Lecco in dieci per intervento scorretto all’interno dell’area di rigore di Galeotti su Tiboni. Baratta decreta il penalty: sul dischetto si presenta Rantier, il cui sinistro trafigge Zappino. Al 74’ contropiede dello stesso Rantier che a tu per tu con l’estremo difensore avversario serve il compagno di reparto, anticipato in extremis da Grimaldi.

Antonioni converge verso il centro al 78’ e scocca il destro dal limite, Rafael controlla. Discesa del neo-entrato Moracci sulla sinistra allo scadere del tempo regolamentare, Campagna appoggia per Parolo il cui destro sfiora il palo. Dopo sei minuti di recupero l'Hellas può festeggiare un successo fondamentale per le proprie ambizioni, da dedicare al Conte Arvedi.

Il tabellino
CALCIO LECCO 1912 - HELLAS VERONA F.C. 0-1 (0-0)
Reti: 71’ rig. Rantier

CALCIO LECCO 1912
Zappino; D’Ambrosio, Villagatti, Galeotti, Grimaldi; Bernini; Carlini, Antonioni, Corti (86’ Alteri), Guglieri (73’ Carrara); Montalto. (Andreoletti, Santoni, Buda, Romanelli, Sangiovanni). All. Pellegrino

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Mancinelli, Conti, Bergamelli, Pugliese; Garzon, Corrent (48’ Campagna), Campisi; Parolo; Tiboni (81’ Gomez), Rantier (90’ Moracci). (Franzese, Politti, Anaclerio, Scapini). All. Remondina

Arbitro: Baratta di Salerno
Assistenti: Fortarezza, Semolic
Ammoniti: Bergamelli, D’Ambrosio, Carlini, Bellavista
Espulsi: Galeotti al 70’
Recupero: 1’ - 6’
Spettatori: 3.000 circa

FONTE: HellasVerona.it



- Lecco-Verona 0-1: Rantier su rigore regala tre punti all'Hellas
Allo stadio Rigamonti-Ceppi, prima del fischio d'inizio, è stato ricordato con un minuto di raccoglimento Piero Arvedi. I tifosi gialloblù hanno esposto uno striscione "CIAO PIERO". Seconda vittoria consecutiva per la squadra di Remondina che si impone grazie al francese al 25' della ripresa. Il Lecco finisce la gara in dieci per l'espulsione di Galeotti. L'Hellas torna in corsa per i playoff
Seconda vittoria consecutiva, la nona stagionale per la squadra di Remondina. A Lecco, i gialloblù si presentano con la stessa linea difensiva di domenica scorsa, con le novità Bellavista a centrocampo e Tiboni in attacco. Una vittoria che Corrent e compagni hanno dedicato all'ex presidente Arvedi.

Partenza autoritaria dei gialloblù chd dopo soli 3' si fanno vedere dalle parti di Zappino con Tiboni. Buona l'intesa tra il bomber gialloblù e il transalpino Rantier. Al 10' i due arrivano al limite dell'area, ma l'ex Piacenza calcia alto da buona posizione. Il Lecco si fa vedere con Montalto, al 15', conclusione debole che Rafael blocca senza problemi. Corrent macina chilometri e al 18' promuove un traversone che non trova però nessun compagno in area di rigore. Un minuto più tardi sono ancora i gialloblù a dettare legge: sponda di Tiboni per Rantier, il francese aspetta troppo e la sua conclusione non inquadra lo specchio della porta. I ragazzi di Remondina alzano il ritmo e con Parolo sfiorano il vantaggio, al 20', conclusione che termina sull'esterno della rete. Montalto tira direttamente sul fondo, al 31', e cinque minuti più tardi, tiro al volo Garzon. Ottima l'azione corale al 38': Parolo e Tiboni s'intendono a meraviglia, palla sul primo palo a Rantier che di testa impegna Zappino. Sulla ribattutta non riesce il tap-in vincente a Corrent che calcia alto. Garzon, al 40', dal limite dell'area costringe Zappino a salvarsi in corner. In pieno recupero, doppio miracolo di Rafael prima su Corti e poi su Montalto.

Nessuna novità alla ripresa del gioco, ma dopo soli 3' Corrent è costretto a lasciare spazio a Campagna per un problema al ginocchio destro. Tiro di centrale di Garzon al 5' e al 10' Zappino è costretto ad anticipare Rantier fuori dall'area. Il Lecco alza il ritmo, ma nel momento di massimo splendore della squadra di Pellegrino, l'Hellas passa. Grossolano ingenuità di Galeotti che colpisce volontariamente Tiboni. L'arbitro estrae il cartellino rosso per il difensore e assegna calcio di rigore per l'Hellas. Dagli undici metri si presenta Rantier che spiazza il portiere del Lecco. Passano tre minuti e Rantier, al posto di tirare in porta, preferisce servire Tiboni e l'azione sfuma. Intorno alla mezzora, Conti sfiora il gol di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 34' Antonioni calcia sul fondo e un minuto più tardi Gomez prende il posto di Tiboni. Efficace la chiusura in tackle di Pugliese su Montalto, al 38' e allao scedere Moracci rileva Rantier. Sei i minuti di recupero concessi e al triplice fischio tutti sotto la curva a festeggiare con i tifosi scaligeri.

CALCIO LECCO 1912 - HELLAS VERONA F.C. 0-1
Reti: 71’ rig. Rantier

CALCIO LECCO 1912
Zappino; D’Ambrosio, Villagatti, Galeotti, Grimaldi; Bernini; Carlini, Antonioni, Corti (86’ Alteri), Guglieri (73’ Carrara); Montalto. (Andreoletti, Santoni, Buda, Romanelli, Sangiovanni). All. Pellegrino

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Mancinelli, Conti, Bergamelli, Pugliese; Garzon, Bellavista, Corrent (48’ Campagna); Parolo; Tiboni (81’ Gomez), Rantier (90’ Moracci). (Franzese, Politti, Anaclerio, Scapini). All. Remondina

Arbitro: Baratta di Salerno
Assistenti: Fortarezza, Semolic
Ammoniti: Bergamelli, D’Ambrosio, Carlini, Bellavista
Espulsi: Galeotti al 70’
Recupero: 1’ - 6’
Spettatori: 3.000 circa

FONTE: TGGialloblu.it



[OFFTOPIC]
CONVOCAZIONI MONTENEGRO-ITALIA, ITALIA-IRLANDA: TONI chiama DI VAIO. FORMULA 1: HAMILTON ammette 'Non siamo ancora al livello dei più forti...' MOSLEY sente odore di guai e nel frattempo la FIA ci ripensa: Altra stagione con le regole dell'anno scorso poi, dal 2010, si premierà chi vince di più.TENNIS INDIAN WELLS: Troppo forte MURRAY per FEDERER e lo scozzese raggiunge NADAL in finale. BASKET NBA: Super KOBE scuote i LAKERS e rimonta lo svantaggio contro i BULLS di Chicago. PREMIER LEAGUE: 'Anche i ricchi piangono'! Sconfitte per MANCHESTER UNITED e CHELSEA... BUNDESLIGA: La capolista HERTA cade a STOCCARDA, si fanno sotto BAYERN e WOLFSBURG. BASKET A1: PESARO batte TERAMO e prosegue nella rincorsa ai playoff... CICLISMO MILANO SANREMO: Trionfa CAVENDISH recrimina POZZATO.
CONVOCAZIONI MONTENEGRO-ITALIA, ITALIA-IRLANDA: TONI chiama DI VAIO. FORMULA 1: HAMILTON ammette 'Non siamo ancora al livello dei più forti...' MOSLEY sente odore di guai e nel frattempo la FIA ci ripensa: Altra stagione con le regole dell'anno scorso poi, dal 2010, si premierà chi vince di più.TENNIS INDIAN WELLS: Troppo forte MURRAY per FEDERER e lo scozzese raggiunge NADAL in finale. BASKET NBA: Super KOBE scuote i LAKERS e rimonta lo svantaggio contro i BULLS di Chicago. PREMIER LEAGUE: 'Anche i ricchi piangono'! Sconfitte per MANCHESTER UNITED e CHELSEA... BUNDESLIGA: La capolista HERTA cade a STOCCARDA, si fanno sotto BAYERN e WOLFSBURG. BASKET A1: PESARO batte TERAMO e prosegue nella rincorsa ai playoff... CICLISMO MILANO SANREMO: Trionfa CAVENDISH recrimina POZZATO.
- Toni vota Di Vaio azzurro "Amauri? Deve decidere lui"
L'attaccante del Bayern Monaco, infortunato, non sarà fra i convocati di Lippi di oggi: "L'attuale capocannoniere merita grande rispetto. Anche secondo me il brasiliano non ha gestito al meglio la vicenda-Nazionale. E anche Pazzini può dare molto...". Sabato Montenegro-Italia, mercoledì Italia-Irlanda

- Hamilton non si illude
"Siamo ancora indietro"

Il campione del mondo sul GP d'Australia che domenica apre la stagione: "Al momento ci manca qualcosa, ma sono fiducioso: ho completa fiducia nella McLaren"

- Australia, Mosley vede guai "Ci saranno tanti ricorsi"
Il presidente della Fia non è ottimista in vista dell'inizio del Mondiale: "I diffusori? Chi si sentirà danneggiato protesterà e si arriverà fino alla Corte d'Appello". Sui punti: "Ecclestone mi ha detto che i team erano favorevoli"

- La Fia fa marcia indietro. Nuove regole solo dal 2010
Dopo le proteste della Fota, che aveva ribadito che la federazione non può cambiare il regolamento in questa fase senza l'approvazione dei team, la federazione posticipa le modifiche: anche nel 2009 vincerà il Mondiale piloti chi avrà più punti



- Troppo Murray per Federer. Ora è finale con Nadal
A Indian Wells lo scozzese supera in semifinale 6-3 4-6 6-1 l'ex numero uno del mondo, che contro Andy ha perso gli ultimi quattro confronti. Nell'altro match agevole vittoria dello spagnolo su Roddick. Oggi in programma anche la finale femminile tra Ivanovic e Zvonareva

- Kobe suona la sveglia i Lakers rimontano 16 punti
Nel terzo quarto Chicago viene raggiunto e poi superato grazie alla prova da Mvp di Bryant. Shaquille O’Neal diventa il quinto miglior realizzatore di tutti i tempi: largo successo di Phoenix sui Wizards. Cleveland e Boston (con il rientrante Garnett) vincono facilmente, New York k.o.

- Man Utd e Chelsea sconfitti. Bundesliga: cade l'Hertha
Premier League, 30ª giornata: il Fulham sgambetta 2-0 il Manchester Utd (Scholes e Rooney espulsi). Non ne approfitta il Chelsea, battuto dal Tottenham nel derby londinese. Nella 25ª giornata del campionato tedesco, la capolista perde a Stoccarda: Bayern e Wolfsburg ora braccano i berlinesi. Negli anticipi della 28ª della Liga ok Villarreal e Siviglia

- Pesaro batte Teramo. Continua la corsa playoff
La Scavolini, senza Hurd che all'ultimo si è arreso alla caviglia infortunata, ha battuto Teramo 83-82 dopo un supplementare. Zukauskas k.o.: guai a un polpaccio

- Le lacrime di Cavendish: "Ma è successo davvero?"
Il 23enne britannico vince la Milano-Sanremo e scoppia a piangere: "Sono davvero il più forte di tutti?". Deluso Pozzato: "Siamo andati troppo piano. Cavendish non aveva la gamba migliore, ha battuto Petacchi e Bennati perché sono rimasti incastrati e non hanno fatto lo sprint"

FONTE: Gazzetta.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio