#PescaraVerona #Playoff ...All'Adriatico-Cornacchia il VERONA ha un unico risultato ma l'mpresa è possibile perchè anche se i biancazzurri, per rendimento casalingo, arrivano subito dietro LECCE e BRESCIA, i gialloblù hanno ritrovato verticalità è certezze ma sarà necessario non sbagliare nulla dietro ed essere concreti davanti, magari con PAZZINI e DI CARMINE dall'inizio?


#PescaraVerona +   -   =

...All'Adriatico-Cornacchia di Pescara sarà record stagionale di presenze e non poteva essere altrimenti per il DELFINO che, partito in sordina, ha saputo riaccendere l'entusiasmo dei propri sostenitori; allo svantaggio ambientale si sommerà poi quello, senz'altro più pesante, dell'unico risultato a disposizione del VERONA, quella vittoria esterna in Abruzzo assente da poco meno di 23 anni per i gialloblù.

Impresa possibile? Anche sì perchè se è vero che i biancazzurri, per rendimento casalingo, arrivano subito dietro LECCE e BRESCIA avendo conquistato quasi il 70% dei 55 punti finali sul campo amico, è anche vero che i gialloblù hanno ritrovato con AGLIETTI verticalità è qualche certezza in più ma sarà necessario non sbagliare nulla dietro ed essere concreti davanti, magari con PAZZINI e DI CARMINE dall'inizio?
Per quanto c'è da perdere spero che il mister la veda così.

Precedenti
20esimo PESCARA-VERONA della storia con bilancio nettamente favorevole ai padroni di casa che hanno vinto in 7 delle 18 partite disputatesi all'Adriatico contro il DELFINO.
Recentissimo l'ultimo match finito 1 a 1 meno di un mese fa e prima d'allora, il 14 Gennaio 2012, i biancazzurri vincevano per 3 a 1 con ZEMAN in panchina a condurre i vari VERRATTI, IMMOBILE e INSIGNE alla meritatissima promozione finale.
Amari anche i playoff per la B del 2010 dopo un campionato condotto per quasi tutta la stagione dal VERONA di REMONDINA superato dal PORTOGRUARO nell'ultima partita della stagione regolare al Bentegodi e, con VAVASSORI in panchina, sconfitto nella finale all'Adriatico dopo il 2 a 2 dell'andata.
Solo 2 le vittorie dei gialloblù, l'ultima è del 10 Ottobre 1993 con Bortolo MUTTI a guidare i gialloblù e il giovane Pippo INZAGHI a firmare una doppietta, 9 i pareggi l'ultimo, a reti inviolate, il 30 Settembre 2006.

Prossimo match affidato alle cure del signor Eugenio Abbattista della sezione AIA di Molfetta.

Highlights dal pareggio dello scorso 27 Aprile griffato SOTTIL-FARAONI


QUI PESCARA
L'esterno d'attacco MARRAS sembra aver recuperato appieno dalla contusione al ginocchio mentre il difensore CAMPAGNARO ha lavorato a parte a causa di un affaticamento all'adduttore.

Probabile formazione
4-3-3 con Fiorillo; Balzano-Bettella-Scognamiglio-Del Grosso; Memushaj-Brugman-Crecco; Sottil-Mancuso-Marras.


QUI VERONA
AGLIETTI conta di recuperare DI GAUDIO mentre ZACCAGNI sarà ancora fuori per infortunio.

Convocati
Ancora fuori DI GAUDIO.

1. Silvestri, 2. Munari, 3. Vitale, 4. Henderson, 5. Faraoni, 6. Marrone, 7. Matos , 8. Gustafson, 10. Di Carmine, 11. Pazzini, 12. Ferrari, 14. Colombatto, 15. Balkovec, 16. Lee, 18. Lucas, 21. Laribi, 25. Danzi, 26. Berardi, 27. Dawidowicz, 28. Tupta, 29. Almici, 30. Bianchetti, 33. Empereur

Probabile formazione
4-4-2 con Silvestri; Faraoni-Dawidowicz-Empereur-Balkovec; Danzi-Henderson-Gustafson-Vitale; Pazzini-Di Carmine.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister PILLON tecnico del PESCARA «Tutti a disposizione, anche Campagnaro. Oggi ha lavorato e sarà con noi. Stanno tutti bene a livello fisico e mentale, è solo una questione di scelta e valutazioni. C'è dubbio tra Pinto e Del Grosso, il primo è in condizione e il secondo ha grande esperienza. Ma chiunque scelgo sto tranquillo. Non dobbiamo commettere l'errore di gestire la partita, dobbiamo fare gol perché sarebbe importantissimo. A Verona, in una partita molto bella sul piano agonistico e tattico, è mancato solo il gol ad entrambe. Il Verona è una squadra molto forte e costruita per vincere, ma se siamo là anche noi abbiamo qualche merito... Non mi aspetto un Verona diverso, con Aglietti si ha meno possesso palla e più rapidità. Il clima che si respira è buono, vedo tranquillità. Dobbiamo fare il 101%. L'affetto e la spinta del pubblico non è mai cambiata, domani più che mai sarà il dodicesimo uomo in campo. Aglietti avrà anche Di Gaudio? È un giocatore che cinsoco bene, punta l'uomo è ha grande qualità. Laribi ha altre caratteristiche. La finale? Guardo solo la nostra partita di domani, sono concentrato solo su quella e non voglio distrazioni. Dobbiamo chiudere meglio sui loro tiratori da fuori, noi siamo uniti e convinti delle nostre possibilità. Dobbiamo essere uniti. E dovremo capire i momenti della gara e come interpretarli. Due risultati su tre a disposizione? Dobbiamo giocarci la nostra partita senza fare barricate» PescaraSport24.it

Mister AGLIETTI «Il ritorno con il Pescara? Arriviamo con fiducia e con la consapevolezza della prestazione fatta all'andata, in cui purtroppo ci è mancato solo il gol. L'importante però è che abbiamo dimostrato di esserci a livello fisico, mentale e di gioco. Ora affronteremo una partita da dentro fuori, sappiamo quello che dobbiamo fare e andiamo dunque a Pescara per vincere. Indisponibili? Non riesco a recuperare né Di Gaudio né Zaccagni, perciò siamo gli stessi della scorsa partita, ma dobbiamo stringere i denti perché non si può stravolgere una squadra che comunque sta facendo bene. Si può valutare qualche cambiamento a centrocampo o davanti, considerato che iniziano a farsi sentire le quattro partite disputate finora, ma se vogliamo andare avanti non dobbiamo pensare a queste cose bensì arrivare freschi mentalmente alla partita di domani. Verona in credito con la fortuna? Fiorillo all'andata è stato il migliore in campo, anche se forse anche noi avremmo potuto fare meglio sugli ultimi passaggi, magari con un pizzico di fortuna in più per raccogliere ciò che purtroppo non siamo ci è riuscito al 'Bentegodi'» HellasVerona.it

Il presidente SETTI chiama tutti a raccolta «C'è un'altra battaglia da combattere, insieme. Certo, direte voi, cosa ce ne facciamo dell'appello del presidente contestato da oltre un anno? Niente, sicuramente. Ma ci tenevo comunque a scrivere queste poche righe, perché penso di essere una persona con dei difetti, come tutti, ma anche un uomo pronto a riconoscerli. Ho imparato nel tempo che per voi, che il Verona lo avete seguito su "campacci" incredibili, non è mai stato un problema di categoria. A, B o C, il tifoso gialloblù va allo stadio a vedere l'Hellas, non a guardare gli avversari. In fondo, era proprio questa passione viscerale, questa fede, che mi aveva fatto avvicinare a questo Club, fino a comprarlo 7 anni fa. E la fede nasce dall'identificazione con la squadra e il suo modo di essere e giocare, qualcosa che spesso è mancato negli ultimi tempi, ma che invece ho rivisto, forte e vivo, nelle ultime partite al Bentegodi contro Foggia, Perugia e Pescara. E adesso, appunto, c'è un'altra battaglia da combattere insieme. Insieme ai ragazzi, insieme al mister, insieme allo staff. La mia testa, il mio impegno, sono tutti qui, al Verona. Non certo al Carpi, come qualcuno si è divertito a scrivere in settimana. E adesso penso solo a questa partita, che può essere decisiva per il nostro futuro. Perché il Verona io lo voglio dove ho sempre voluto che fosse, in Serie A, dove siamo stati per 4 stagioni, dove questa piazza mancava da troppo. E' giusto che il mio operato venga giudicato di giorno in giorno, di dichiarazione (ne faccio poche) in dichiarazione, non mi sono mai sottratto alle critiche. Ma posso assicurare che la mia volontà è e resta quella di costruire un Verona vincente, sul campo e in società. A partire dalla decisiva trasferta di Pescara» HellasVerona.it

MANCUSO attaccante del PESCARA a 'Il Messaggero' «Non possiamo fare calcoli, difficile gestire la partita. C’è da giocarsela alla grande, dando tutto come abbiamo fatto al Bentegodi» Hellas1903.it

Alan EMPEREUR a La Gazzetta dello Sport «Il Messaggero”: “Non possiamo fare calcoli, difficile gestire la partita. C’è da giocarsela alla grande, dando tutto come abbiamo fatto al Bentegodi» Hellas1903.it



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

CalcioMercato: La clamorosa trattativa per riportare il diesse SOGLIANO all'HELLAS si sarebbe fermata (e nel frattempo, dopo i contatti col VENEZIA, Sean sarebbe stato interpellato anche dal PADOVA) mentre, stando a quanto scrive TGGialloBlu.it, avrebbe preso maggiore forza quella di PERINETTI attuale Direttore Sportivo del GENOA; il motivo? Mister INZAGHI, presente al Binti anche nella prima semifinale playoff col PESCARA, sarebbe il prossimo tecnico scaligero che, guardacaso, con PERINETTI ha già ottimamente collaborato e il diesse dei Grifoni avrebbe messo il VERONA in cima alla sua lista dei desideri dopo che a fine stagione avrà abbandonato la squadra ligure...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

CAOS SERIE B: Contrordine, i playout si giocheranno! In attesa della sentenza sul PALERMO (il 29 Maggio) i giudici del TAR accolgono il ricorso del FOGGIA.



RASSEGNA STAMPA +   -   =


Pillon: "Dovremo dare il 101%. Il tifo sarà il dodicesimo uomo in campo"
La vigilia del tecnico pescarese
25.05.2019 09:25

La partitissima che può valere un sogno. Pescara-Verona mette in palio la Finale Playoff e l'attesa è alta, altissima. E lo testimoniano i dati in prevendita.
Mister Pillon ha incontrato la stampa dopo la rifinitura a porte chiuse all'Adriatico. Ecco le sue parole:
"Tutti a disposizione, anche Campagnaro. Oggi ha lavorato e sarà con noi. Stanno tutti bene a livello fisico e mentale, è solo una questione di scelta e valutazioni. C'è dubbio tra Pinto e Del Grosso, il primo è in condizione e il secondo ha grande esperienza. Ma chiunque scelgo sto tranquillo. Non dobbiamo commettere l'errore di gestire la partita, dobbiamo fare gol perché sarebbe importantissimo. A Verona, in una partita molto bella sul piano agonistico e tattico, è mancato solo il gol ad entrambe. Il Verona è una squadra molto forte e costruita per vincere, ma se siamo là anche noi abbiamo qualche merito... Non mi aspetto un Verona diverso, con Aglietti si ha meno possesso palla e più rapidità. Il clima che si respira è buono, vedo tranquillità. Dobbiamo fare il 101%. L'affetto e la spinta del pubblico non è mai cambiata, domani più che mai sarà il dodicesimo uomo in campo. Aglietti avrà anche Di Gaudio? È un giocatore che cinsoco bene, punta l'uomo è ha grande qualità. Laribi ha altre caratteristiche. La finale? Guardo solo la nostra partita di domani, sono concentrato solo su quella e non voglio distrazioni. Dobbiamo chiudere meglio sui loro tiratori da fuori, noi siamo uniti e convinti delle nostre possibilità. Dobbiamo essere uniti. E dovremo capire i momenti della gara e come interpretarli. Due risultati su tre a disposizione? Dobbiamo giocarci la nostra partita senza fare barricate".

FONTE: PescaraSport24.it


PESCARA CALCIO
Pescara Verona play off – Sarà record stagionale di presenze
Pescara Verona play off. Semifinale di ritorno in programma domenica alle ore 21. Sarà record stagionale di presenze. Previsti almeno 12 mila spettatori. Finora l’Adriatico è stato un fortino.

PUBBLICATO DA MASSIMO PROFETA 24/05/2019
PESCARA, ITALY - MAY 12: The fans of Pescara during the Serie B match between Pescara Calcio and Torino FC at Adriatico Stadium on May 12, 2012 in Pescara, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

38 punti su 55 totali sono stati conquistati davanti al pubblico amico. Appena due le sconfitte contro Cittadella e Brescia. Ai biancazzurri, per centrare la finalissima, basterà un pari con qualsiasi punteggio in virtù del miglior piazzamento ottenuto in campionato. Niente supplementari.

Le ultime – Rispetto all’undici impiegato al “Bentegodi” nell’andata della semifinale, prevista una sola variante : Del Grosso per Pinto. Tra gli scaligeri non recupera Zaccagni. Sarà, invece, a disposizione Di Gaudio. Arbitro designato : Abbattista di Molfetta

Nel video, scheda Pescara – Il punto

PESCARA CALCIO
Pescara calcio – Sagacia tattica e mentalità propositiva. Ora tocca al pubblico
Pescara calcio. Il meglio nel momento topico. A Verona, squadra sagace sul piano tattico, brillante e propositiva. Per approdare in finale sufficiente un pareggio, ma ora tocca anche al pubblico. Domenica sera l’Adriatico dovrà essere una bolgia.

PUBBLICATO DA MASSIMO PROFETA 23/05/2019

Pescara calcio
Domenica 26 maggio, ore 21, il ritorno all’Adriatico. Per approdare in finale, sarebbe la terza negli ultimi 4 campionati di B, ai biancazzurri basterà un pareggio, con qualunque punteggio, in virtù del miglior piazzamento ottenuto al termine della stagione regolare. Niente supplementari.

A Verona, atteggiamento sin da subito propositivo e coraggioso. Primi 25′ esplosivi. Diverse occasioni, su tutte il palo timbrato da Mancuso servito da Marras. Gli scaligeri non sono rimasti a guardare. Portieri protagonisti. Fiorillo da una parte, Silvestri dall’altra. È mancato solo il gol. Ancora tra i migliori il più giovane : Davide Bettella, 19 anni appena compiuti. Un predestinato. Grande attenzione in fase difensiva, personalità, estrema disinvoltura nella gestione della palla, soprattutto decisivo in almeno tre circostanze oggettivamente pericolose. A dispetto della verdissima età sembra già un veterano. Solo qualche sbavatura. Il futuro è tutto dalla sua parte.

FONTE: Rete8.it


25 maggio 2019 - 14:25
Mancuso: “Pescara, niente calcoli”
L’attaccante degli abruzzesi: “Giocamocela come al Bentegodi”

di Redazione Hellas1903

Leonardo Mancuso, attaccante del Pescara, parla della partita con il Verona.
Dice, intervisto da “Il Messaggero”: “Non possiamo fare calcoli, difficile gestire la partita. C’è da giocarsela alla grande, dando tutto come abbiamo fatto al Bentegodi“.

NEWS
24 maggio 2019 - 09:13
Empereur: “Ecco perché questo Verona può vincere a Pescara”
Il difensore: “Noi al meglio quando non c’è via d’uscita. E all’andata abbiamo creato più di loro”

di Redazione Hellas1903

Alan Empereur, difensore del Verona, parla, intervistato da “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola, della situazione dell’Hellas in vista della decisiva partita di domenica con il Pescara.

Dice, tra l’altro: “Il meglio l’abbiamo sempre dato quando c’era tutto in gioco, senza via d’uscita. Il Pescara è avvantaggiato dal regolamento, ma questo Hellas ha dimostrato di poterlo battere. Cosa penso dell’andata? Che è stata una gara aperta, con tante occasioni per noi e per loro, e che ad averne avute di più è stato il Verona. Mi aspetto che possa essere così anche al ritorno. Stavolta, però, i gol li faremo. Intanto non ne abbiamo subiti. Si tratta di un fatto positivo”.

FONTE: Hellas1903.it


CALCIOMERCATO
Sogliano in bilico
Perinetti a Verona?

24/05/2019 11:07
Dopo il contatto di due settimane fa tra Sogliano e Setti (successivo alla debacle con il Cittadella), il clamoroso ritorno dell'ex ds si è fermato. Setti ha preso tempo probabilmente per vedere come procedono i play-off, mentre Sogliano è stato contattato prima dal Venezia di Tacopina, poi dal Padova del nuovo padrone Joseph Oughourlian.

Intanto la presenza di Pippo Inzaghi a Verona è sempre più costante. L'ex attaccante di Bortolo Mutti, è stato scelto come futuro allenatore. Era al Bentegodi anche contro il Pescara e in tribuna era molto coinvolto dalle vicende gialloblù, tanto da prendere appunti sul suo smartphone.

Ed Inzaghi potrebbe chiamare a Verona una vecchia volpe del calcio come Giorgio Perinetti con cui ha condiviso l'avventura vincente a Venezia. Perinetti lascerà il Genoa, dove è impegnato in una drammatica corsa salvezza e avrebbe messo Verona in cima alla sua lista dei desideri. (g.vig.)

VERSO PESCARA
AGLIETTI E IL DILEMMA DELLE DUE PUNTE
23/05/2019 16:04
Una o due punte? Amleto l'avrebbe sicuramente risolta prima del Verona questa vicenda. Più facile scegliere tra l'essere o il non essere che tra Pazzini e Di Carmine. Eppure la soluzione è semplicissima.

Basterebbe far giocare tutti e due assieme. E' ormai nove mesi che il Verona si alambicca su questo assurdo dualismo creato in sede di mercato dalla società.

Un dualismo che ha corroso il Verona e non ha giovato a nessuno. A Grosso che ha voluto prima accettare e poi ignorare la questione, a Di Carmine a cui è stata messa sulla testa una pressione incredibile, allo stesso Pazzini che sicuramente giocando con continuità e sentendo la fiducia della società avrebbe potuto segnare ancora di più di quello che ha segnato giocando col contagocce.

Un nodo di Gordio che Aglietti ha cercato di sciogliere a Cittadella quando scelse di schierare entrambi. Quel Verona però non era ancora pronto a supportare queste due punte. Aglietti era arrivato da due giorni, praticamente non aveva lavorato sui meccanismi, l'equilibrio svanì presto e la formula venne un'altra volta accantonata.

Ma ora il Verona sembra un'altra squadra. Regge ritmi più alti, verticalizza, pare pronta a reggere la coesistenza di Pazzini e Di Carmine.

Una formula che Aglietti vorrebbe provare a Pescara in una gara in cui non c'è nulla da perdere e in cui non si dovranno avere rimpianti di sorta. Tipo di non aver messo nelle condizioni Pazzini e Di Carmine di giocare assieme.
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TGGialloBlu.it


AGLIETTI: «FIDUCIA E CONSAPEVOLEZZA: A PESCARA SAPPIAMO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE»
25/MAGGIO/2019 - 18:20
Pescara - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Alfredo Aglietti, rilasciate a hellasverona.it alla vigilia di Pescara-Hellas Verona, Semifinale di ritorno dei Playoff della Serie BKT 2018/19.

«Il ritorno con il Pescara? Arriviamo con fiducia e con la consapevolezza della prestazione fatta all'andata, in cui purtroppo ci è mancato solo il gol. L'importante però è che abbiamo dimostrato di esserci a livello fisico, mentale e di gioco. Ora affronteremo una partita da dentro fuori, sappiamo quello che dobbiamo fare e andiamo dunque a Pescara per vincere. Indisponibili? Non riesco a recuperare né Di Gaudio né Zaccagni, perciò siamo gli stessi della scorsa partita, ma dobbiamo stringere i denti perché non si può stravolgere una squadra che comunque sta facendo bene. Si può valutare qualche cambiamento a centrocampo o davanti, considerato che iniziano a farsi sentire le quattro partite disputate finora, ma se vogliamo andare avanti non dobbiamo pensare a queste cose bensì arrivare freschi mentalmente alla partita di domani. Verona in credito con la fortuna? Fiorillo all'andata è stato il migliore in campo, anche se forse anche noi avremmo potuto fare meglio sugli ultimi passaggi, magari con un pizzico di fortuna in più per raccogliere ciò che purtroppo non siamo ci è riuscito al 'Bentegodi'».

#PESCARAVERONA I CONVOCATI
25/MAGGIO/2019 - 15:11
#PESCARAVERONA

I CONVOCATI

1. Silvestri
2. Munari
3. Vitale
4. Henderson
5. Faraoni
6. Marrone
7. Matos
8. Gustafson
10. Di Carmine
11. Pazzini
12. Ferrari
14. Colombatto
15. Balkovec
16. Lee
18. Lucas
21. Laribi
25. Danzi
26. Berardi
27. Dawidowicz
28. Tupta
29. Almici
30. Bianchetti
33. Empereur

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
24/MAGGIO/2019 - 18:15
Peschiera - È proseguita nel pomeriggio la preparazione dei gialloblù in vista della gara con il Pescara di domenica sera. Allo Sporting Center 'Paradiso' di Peschiera, la squadra ha svolto, dopo il riscaldamento, esercitazioni tattiche suddivise per reparti.

HELLAS VERONA FC - DICHIARAZIONI PRESIDENTE SETTI
24/MAGGIO/2019 - 13:30
«C'è un'altra battaglia da combattere, insieme. Certo, direte voi, cosa ce ne facciamo dell'appello del presidente contestato da oltre un anno? Niente, sicuramente. Ma ci tenevo comunque a scrivere queste poche righe, perché penso di essere una persona con dei difetti, come tutti, ma anche un uomo pronto a riconoscerli. Ho imparato nel tempo che per voi, che il Verona lo avete seguito su "campacci" incredibili, non è mai stato un problema di categoria. A, B o C, il tifoso gialloblù va allo stadio a vedere l'Hellas, non a guardare gli avversari. In fondo, era proprio questa passione viscerale, questa fede, che mi aveva fatto avvicinare a questo Club, fino a comprarlo 7 anni fa. E la fede nasce dall'identificazione con la squadra e il suo modo di essere e giocare, qualcosa che spesso è mancato negli ultimi tempi, ma che invece ho rivisto, forte e vivo, nelle ultime partite al Bentegodi contro Foggia, Perugia e Pescara. E adesso, appunto, c'è un'altra battaglia da combattere insieme. Insieme ai ragazzi, insieme al mister, insieme allo staff. La mia testa, il mio impegno, sono tutti qui, al Verona. Non certo al Carpi, come qualcuno si è divertito a scrivere in settimana. E adesso penso solo a questa partita, che può essere decisiva per il nostro futuro. Perché il Verona io lo voglio dove ho sempre voluto che fosse, in Serie A, dove siamo stati per 4 stagioni, dove questa piazza mancava da troppo. E' giusto che il mio operato venga giudicato di giorno in giorno, di dichiarazione (ne faccio poche) in dichiarazione, non mi sono mai sottratto alle critiche. Ma posso assicurare che la mia volontà è e resta quella di costruire un Verona vincente, sul campo e in società. A partire dalla decisiva trasferta di Pescara».
Maurizio Setti

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
23/MAGGIO/2019 - 14:40
Peschiera - Sono ripresi questa mattina gli allenamenti dei gialloblù, in vista della Semifinale di ritorno allo stadio 'Adriatico' di Pescara. La squadra, dopo il riscaldamento, ha svolto delle partite a campo ridotto e lavoro atletico.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
CAOS SERIE B: Contrordine, i playout si giocheranno! In attesa della sentenza sul PALERMO (il 29 Maggio) i giudici del TAR accolgono il ricorso del FOGGIA.
SOSPESA LA DELIBERA DELLA LEGA
CAOS SERIE B: TAR DA' RAGIONE AL FOGGIA
23/05/2019 16:25
Continua il caos in serie B. Il Tar del Lazio ha infatti decretato la sospensione in via cautelare della delibera con cui la lega di B ha annullato i playout e decretato la salvezza per Venezia e Salernitana.

I giudici romani hanno dunque accolto il ricorso presentato dal Foggia dando ragione al club pugliese che — dopo la retrocessione del Palermo all’ultimo posto per illeciti amministrativi — era stato danneggiato dalla decisione del consiglio direttivo della Lega di B di abolire gli spareggi salvezza.

Secondo il Tar «la modifica della graduatoria del campionato, a seguito della retrocessione della squadra del Palermo — scrive — provoca uno scorrimento che ha come effetto quello di permettere la disputa dei playout a squadre diverse rispetto a quelle individuate nella precedente graduatoria». La prova che scorrimento ci sia stato (e non, come sosteneva l’altra parte, mera esclusione del Palermo) la si trova nel fatto che la stessa delibera di Lega di B — per usare ancora le parole del Tribunale amministrativo — «ha attribuito valore alla retrocessione del Palermo nell’ambito della graduatoria, disponendo la possibilità per il Perugia di disputare i playoff, ancorché essa non fosse collocata in posizione utile prima della retrocessione del Palermo».

Ora il Collegio dovrà decidere se confermare o meno la retrocessione del Palermo, a cui potrebbe invece essere attribuita una penalizzazione. Nel caso la retrocessione sia confermata, il CONI dovrà decidere se la squadra rosanero sia da considerarsi retrocessa “d’ufficio” (a cui quindi si andrebbero ad aggiungere tre retrocesse in via diretta), oppure retrocessa perché penalizzata in modo tale da essere posizionata all’ultimo posto della classifica (nel qual caso i playout potrebbero doversi disputare).

Il tribunale amministrativo sta procedendo ad esaminare il ricorso d’urgenza presentato dal Foggia. Procedimento che dovrà essere ultimato entro il 28 maggio, ma al momento la delibera della Lega di B è sospesa.

Lo stop, dunque, rischia di intrecciarsi con le sorti del Palermo Calcio. Qualora la Corte Federale si pronunciasse favorevolmente sul ricorso della società rosanero e si evitasse la retrocessione in Serie C, c’è la possibilità che i playout vengano effettivamente disputati con le due squadre adesso ‘virtualmente’ salve che dovrebbero giocarsi la permanenza in Serie B.

FONTE: TGGialloBlu.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaTorino Juric

#AtalantaVerona highlights


Archivio