RAVENNA-HELLAS VERONA in diretta: la cronaca, le azioni salienti e le voci dei protagonisti sul blog BONDOLA/=\SMARSA...

Segnala il Blog BONDOLA/=\SMARSA su Technorati FavoritesSegnala il Blog BONDOLA/=\SMARSA su Pligg.it - Editoria Sociale a Ricavi Condivisi

A partire dalle 14.30 aggiornamenti continui sulla gara fra RAVENNA ed HELLAS VERONA valevole per la 24esima giornata del campionato di LEGA PRO Girone A; gli aggiornamenti verranno effettuati dall'ascolto in diretta su Radio Easy Network con i commenti di Andrea Spiazzi e Pietro Fanna. Solo in 5 hanno risposto al sondaggio sulla preferenza tattica degli scaligeri in Romagna e solo 1 dice che quella non conta nulla (basta vincere immagino... Come dargli torto!?!); l'altro 80% si è diviso esattamente a metà fra 4-3-3 e 4-3-1-2 ma entrambi vogliono ANACLERIO in campo. Questi i convocati da mister REMONDINA:

- PORTIERI: Franzese, Rafael
- DIFENSORI: BERGAMELLI, CAMPAGNA, CECCARELLI, Politti, PUGLIESE, VICENTINI
- CENTROCAMPISTI: Bellavista, CAMPISI, Corrent, Dianda, Garzon, Vanderhoeght
- ATTACCANTI: Anaclerio, GOMEZ TALEB, RANTIER, SCAPINI, TIBONI.
FONTE: HellasVerona.it
Hellas Verona 0-1 Ravenna 12 Ottobre 2008

Ore 14.22: REMONDINA lascia fuori ANACLERIO (nonostante la bella prestazione in amichevole) e si affida al 4-3-3 con RANTIER a sinistra e GOMEZ a destra che cercheranno la prima punta TIBONI. Al centrocampo CAMPISI-BELLAVISTA-GARZON dietro CAMPAGNA sostituisce MANCINELLI; PUGLIESE dalla parte opposta a fare il terzino sinistro, coppia centrale con CECCARELLI e BERGAMELLI, in porta 'Saracinescao' RAFAEL. ATZORI schiera subito i due ex gialloblù di questa gara che sono SCIACCALUGA e PIVOTTO. Recupera CURIALE che davanti accompagnerà il capocannoniere del torneo ZIZZARI

[PRIMO TEMPO]
Dopo 8 minuti di schermaglie tattiche da entrambe le parti BELLAVISTA si fa ammonire per un fallo forse non necessario... Il capitano salterà la prossima gara al BENTEGODI il 15 Marzo contro la forte REGGIANA. 13° ZIZZARI si inserisce dopo un provvidenziale lancio di un compagno ma blocca tutto RAFAEL in uscita: nulla di fatto. Appare in forma smagliante CECCARELLI dietro che chiude autorevolmente gli spazi mentre il giovane CAMPAGNA si fa intraprendente sulla sua fascia; RANTIER appare invece piuttosto spaesato anche perchè cercato prevalentamente con lanci lunghi sui quali di difensori giallorossi, fisicamente più prestanti della'agile ala francese, hanno buon gioco. FANNA "Su Julien bisognerebbe insistere con palle a terra nelle quali l'attaccante trova buoni spunti grazie alla sua tecnica". 19° ammonizione anche per GARZON al 3° fallo; SCIACCALUGA gioca bene e smista palloni a destra e a manca per i suoi che si fanno via via più pressanti... Alla prima palla giocabile (24°) RANTIER semina il panico fra i difensori e fornisce un buon traversone a CAMPISI il cui tiro finisce a lato. Due minuti dopo tocca a GOMEZ portare avanti palloni: il sudamericano è atterrato e SABATO viene ammonito. Pericoloso tiro su punizione di RANTIER ma BRIGNOLI blocca sicuro... Il VERONA da qualche minuto mette un po' in ansia i romagnoli. 29° gol di CURIALE: cross dalla sinistra di SABATO, BERGAMELLI e RAFAEL "l'è tua l'è mia" non si capiscono, ne approfitta l'attaccante del RAVENNA che insacca facile! FANNA "Loro stanno molto bene e si vede noi dobbiamo accorciare le lnee e raddoppiare altrimenti ci saltano e dobbiamo fare fallo; RANTIER è troppo tagliato fuori lo vedrei più al centro perchè nella posizione di estreno è sempre isolato". 38° TIBONI si fa ribattere un tiro, sul contropiede vola ZIZZARI e CAMPAGNA lo stende... L'arbitro ci grazia facendo proseguire. REMONDINA nel frattempo scambia le fasce tra GOMEZ e RANTIER per provare a mettere in difficoltà gli avversari ma il RAVENNA sembra volare sul campo e continua a trovare profondità con ZIZZARI e CURIALE. Gran tiro di CAMPISI al 42° da posizione difficile, nessun problema per BRIGNOLI che lascia sfilare a lato. Dopo un minuto di recupero il signor Doveri chiude il primo tempo: il RAVENNA ha cercato il raddoppio con continui affondi, l'HELLAS ha provato a ribattere ma l'avversario è molto ostico... Laconico FONTANA (Corriere di Verona) "HELLAS inesistente davanti, il 4-3-3 non funziona, il RAVENNA gioca meglio e merita il vantaggio acquisito finora".

[SECONDO TEMPO]
Il VERONA inizia bene la ripresa e al 6° c'è un episodio dubbio su CECCARELLI: l'arbitro non sente ragioni e la partita prosegue. 4 minuti dopo bella discesa di PUGLIESE che guadagna un angolo: il VERONA cerca di mettere pressione al RAVENNA. ZECCHIN non ci stà e, 'bevutosi' CAMPAGNA, serve ZIZZARI che grazie a dio trova RAFAEL. CAMPISI scende sulla sinistra e prova a servire RANTIER bel tiro da dentro l'area ma solo angolo guadagnato; sugli sviluppi punizione a nostro favore in area: agitazione massima fra i giallorossi che l'arbitro fatica a contenere... BELLAVISTA tocca a RANTIER botta micidiale e palla fuori di un metro. Subito GOMEZ trova TIBONI dopo un rimpallo ma la botta del 'granatiere' gialloblù non trova purtroppo la porta. Ingenuità di CECCARELLI al 18° fallaccio da espulsione del centrale e l'arbitro in effetti la commina! CURIALE ha puntato il CECCA dopo che questo ha sbagliato un rinvio, fallo netto e scaligeri in 10 proprio nel momento migliore. Fuori SCIACCALUGA dentro ROSELLI al 66° e 4 minuti dopo RIZZO sostituisce FERRARIO. Il VERONA è in palla completa: errore su calcio di punizione, palla regalata agli avversari e ZIZZARI che sul più bello viene fermato da CAMPAGNA. Prima sostituzione del VERONA alla mezz'ora del secondo tempo: DIANDA al posto di CAMPISI, REMONDINA si scopre a cercare il pareggio ma l'HELLAS appare quasi rinunciatario e sfiduciato. Partita chiusa al 32°: CURIALE entra indisturbato dalla sinistra e da una gran palla a ZIZZARI che non si fa pregare, RAVENNA 2-0 HELLAS VERONA. 35° RANTIER non ci vuole stare: gran tiro e BRIGNOLI che si supera! Esce TIBONI per SCAPINI un minuto dopo, partita ancora insufficente per il bomber gialloblù. 38° CORRENT entra al posto di GARZON: sostituzione abbastanza inutile ma tant'è... Doppia ammonizione per TROTTA che dopo aver beccato un giallo prende in giro l'arbitro e anche il RAVENNA è in 10 ma per pareggiare servirebbe una specie di miarcolo! Bella azione di RANTIER a 2 minuti dalla fine ma il suo tiro finisce fuori: il francese è stato il più pericoloso dei nostri anche se la squadra spesso non l'ha servito a dovere. CURIALE risponde subito sulla destra per FILIPI, entrato al posto di ZIZZARI all'81°, sbaglia il colpo di testa. Finisce 2 a 0 dopo 5 minuti: quinta sconfitta nelle ultime 8 gare e VERONA in crisi. [COMMENTA]

I contributi filmati del TGGialloblù:
- REMONDINA: A RAVENNA COL 4-3-3

Da Verona al 'Benelli' di Ravenna(222 km, circa 2 ore e 12 min. Tempo previsto: Molto nuvoloso/Pioggia 12°C)

Visualizzazione ingrandita della mappa




[IN BREVE]:
VITA DA EX: ... E ZAMBONI diventa capitano della SPAL!
TENNIS TORNEO DI ACAPULCO: La PENNETTA arriva in finale ma poi c'è Venus 'the Queen' WILLIAMS.
SUPERBIKE: Ad HAGA la prima manche a SPIES la seconda ma il giapponese è subito dietro, grande DUCATI! Male BIAGGI...
PREMIER LEAGUE: Il CHELSEA fatica ma vince contro il modesto WIGAN ATHLETIC, pari dell'ARSENAL col FULHAM mentre il LIVERPOOL le prende a MIDDLESBOROUGH. MANCHESTER UTD avanti tutta!
LIGA SPAGNOLA: Il REAL vince sul terreno dell'ESPANYOL e si avvicina al BARÇA in attesa del recupero, bene anche il SIVIGLIA con l'ATLETICO.
BASKET: La contestazione c'è ma alla fine la VIRTUS espugna AVELLINO. TREVISO che fatica con RIETI!
CALCIO CARIOCA: Il 'FENOMENO' vuole divertirsi, il CORINTHIANS no! CENI portiere del SAN PAOLO da 17 anni e pure goleador...
RUGBY 6 NAZIONI: L'ITALIA colleziona una brutta figura anche in SCOZIA, 'Cucchiaio di legno' praticamente certo...
CICLISMO GIRO DI SARDEGNA: Ultima tappa a PETACCHI, corsa a BENNATI.



GIOCO PRONOSTICI:
Prima di tutto è doveroso il benvenuto a Ferro ;o), nuovo giocatore che per non strafare sceglie di non raccogliere troppi punti ma nemmeno troppo pochi in maniera da piazzarsi giusto giusto fra il campione di giornata che è Pose Gialloblu con 6 punti ed il pokerissimo di Sfigadoni: Ale90HVr, Boro, Bruni e MR31032001

In classifica generale Robroy giunto oggi penultimo riesce comunque a soffiare un punto a Bruni e tenere a distanza pure il buon Martino Japonico UAUA. In zona retrocessione è bagarre visto che in 5 soli punti stanno 6 giocatori ma... Ci sono altre 11 giornate da qui alla fine e tutto può ancora succedere ;o)

Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
RobRoy104
Bruni98
Martino94
Pose Gialloblu92
Bubu77, MR3103200190
Gabri89
Boro88
Bridget87
Black, Mister Loyal86
Smarso85
RougeHellas82
Ale90HVr, Ferro81


ALBO D'ORO CAMPIONI
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)






- Tutti in campo in Lega Pro, Girone A - 24ª giornata: Per le capolista impegni da prendere con le molle
Pro Patria e Cesena attese da incontri che nascondono insidie
Lecco-Monza: Derby lombardo di grande importanza per le zone basse della classifica. Lecco e Monza lottano per evitare i play out; padroni di casa che con una vittoria raggiungerebbero i brianzoli, e la bagarre si farebbe ancora piu' intensa. Bomber Torri sembra aver le polveri bagnate ed il Monza zoppica, urge che l'attaccante lombardo torni a perorare la causa monzese.



Legnano-Pro Sesto: Insperato quanto ben accolto il punto che i lilla hanno preso, se pur con molta fortuna sul campo della capolista Cesena.Vincere con la Pro Sesto è indispensabile per mantenere in vita le speranze di salvezza; ma la formazione ospite non puo' concedere ancora punti alle dirette avversarie, come domenica scorsa... Il pari. comunque, è il risultato piu' gettonato.

Pergocrema-Cesena: La matricola in lotta per la B? Vero, vero... guardate la classifica. I play off per i lombardi, dopo la vittoria al Bentegodi, distano solo un punticino. Siccome l'appetito vien mangiando i cremaschi non lasceranno nulla di intentato, anche se l'avversaria di turno è la capolista Cesena, tecnicamente superiore, non ci sono dubbi. Ed allora come la mettiamo? Semplice, ci giochiamo la tripla no?

Pro Patria-Cremonese: Ritrovata la vetta, dopo la netta vittoria sul Venezia, i bustocchi vorranno confermare il loro trend positivo affrontando la deludentissima Cremonese-grandi-nomi che Mondonico non riesce a mettere in moto. I grigiorossi sembrano aver detto addio ai sogni di gloria, ma la Pro Patria farà bene a non fidarsi troppo.... l'orgoglio dei cremonesi potrebbe giocare un ruolo determinante.

Ravenna-Verona: Adesso che la zona che conta è ad un tiro di schioppo, a Ravenna i tifosi cominciano a pensare che il periodo nero sia solo uno sbiadito ricordo. I giallorossi girano a mille e, di solito chi è in rimonta, ha qualche vantaggio nella volata finale. Al Benelli sarà di scena il Verona che domenica si è fatto una bella (si fa per dire..) doccia gelata, complicandosi maledettamente la vita con la sconfitta con il Pergocrema. Due formazioni molto valide tecnicamente...sarà spettacolo, sicuramente.

Reggiana-Novara: Dopo aver perso la vetta nel derby con la Spal, la Reggiana cercherà il pronto riscatto nell'incontro che la vedrà opposta, al Giglio, al Novara. La squadra di Mister Pane dovrà cercare di non perdere i contatti con le prime della classe ma non dovrà sottovalutare i piemontesi, quinti in classifica e difficili da incontrare. Uno, con riserva.

Sambenedettese-Portogruaro: Nonostante i rinforzi di gennaio la Sambenedettese stenta a rimettersi in carreggiata, anche se il pareggio di Lumezzane è da considerarsi positivo. Ma la salvezza passa dalla necessità di conquistare i tre punti, a cominciare dalla sfida con il Portogruaro al Riviera delle Palme. I veneti non saranno avversari accomodanti, perchè anche la loro posizione non è tranquillizzante e venderanno cara la pelle.

Spal-Lumezzane: La prestigiosa vittoria nel derby con la Reggiana ha rialzato le quotazioni di promozione della Spal , attualmente quarta. Il Lumezzane, squadra abbonata ai pareggi, cercherà di conquistarne un altro e per gli estensi non sarà facile superare la retroguardia lombarda.

Venezia-Padova: Derby veneto tra due squadre che hanno deluso le aspettative e che, visti i risultati negativi hanno, di nuovo, alternato gli allenatori in panchina. Che ci volete fare... i Presienti non hanno ancora trovato soluzioni alternative... Per il Padova questo campionato sembra non aver piu' nulla da offrire, mentre i veneziani, fanalino di coda, non potranno che tentare, disperatamente la vittoria, altrimenti la Seconda Divisione sarà dietro l'angolo.
Riccardo Bonelli

FONTE: Goal.com


- RADIOCRONACA DI RAVENNA-VERONA
Domenica, a partire dalle 14.15 Radio International, Radio Ufficiale del Ravenna Calcio, trasmetterà in diretta integrale ed esclusiva Ravenna-Verona, valevole per il 24° turno di Campionato di LegaPro, Prima Divisione 2008/09.
La radiocronaca, a cura di Ugo Bentivogli e Maurizio Coreni, si potrà ascoltare in fm 100.2 sulle frequenze di Radio International a Ravenna e provincia (per Lugo, Cotignola e Sant'Agata 100.4), e da qualsiasi parte del mondo in streaming audio su www.radiointernational.it e www.ravennacalcio.com. Gli ascoltatori potranno partecipare inviando la loro opinione a mezzo sms al numero 349/869.24.24: tutti gli sms inviati parteciperanno all’estrazione di 5 biglietti per il prossimo impegno casalingo dei giallorossi nel campionato di LegaPro Prima Divisione 2008/09: Ravenna - Lecco, in programma al "Benelli" domenica 15 marzo 2009.

FONTE: SportRavenna.it



- Calcio Iª Div. A - 24ª giornata: presentazione
di Marco Magli
LECCO- MONZA: Uno degli ‘spareggi’ della giornata per quanto riguarda la zona bassa della classifica, due squadre in salute. Alla squadra di Pellegrino occorre la vittoria come il pane, tre punti che porterebbero i blucelesti a raggiungere proprio i brianzoli, tra i locali mancheranno per squalifica Galeotti e Montalto. Per il Monza è la seconda gara consecutiva in trasferta, Sonzogni vuole la conferma della prova positiva, seppur sfortunata, disputata nell’anticipo del ‘Breda’nella scorsa giornata, i biancorossi hanno la peggior difesa del torneo( trentacinque reti incassate).

LEGNANO- PRO SESTO: Altra gara delicata in chiave salvezza, il Legnano è in ripresa e deve buttare il cuore oltre l’ostacolo per cercare di guadagnare tre punti, fondamentali per il morale e per cercare di avvicinarsi alla zona salvezza. I lilla in casa hanno la peggior difesa con diciassette reti subite, la Pro Sesto invece ha subito più reti in trasferta, ventuno, in questo derby i goal non dovrebbero mancare.

PERGOCREMA –CESENA: Questa si prospetta come una delle gare più spettacolari non solo della giornata, ma di questo periodo, due squadre che stanno attraversando un grande momento di forma, seppur la compagine romagnola nell’ultimo impegno non ha brillato come in altre occasioni. La capolista bianconera ha conquistato ben venticinque punti nelle ultime dieci gare (frutto di otto vittorie, un pari e la sconfitta a Reggio Emilia). Al ‘Voltini’ l’ attende la sorpresa del Campionato, quel Pergocrema capace di infilare tre vittorie consecutive ( battute avversarie difficili come Pro Patria e Verona al ‘Bentegodi’) e di portarsi ad un solo punto dalla zona play off. Piantoni non avrà a disposizione l’ex crotonese Rossi, fermato per squalifica. Gara aperta a qualsiasi risultato.

PRO PATRIA- CREMONESE: Domenica la Pro Patria compie novanta anni, all’andata ci fu il primo stop per i bustocchi (3-1), che furono capaci di vincere le prime sei gare, ora i ‘tigrotti’, che in casa detengono il miglior attacco (ventitre reti) e la miglior difesa ( di tutta la Prima Divisione con cinque reti incassate), possono approfittare della crisi che sta attraversando la squadra allenata da Mondonico per cercare di guadagnare terreno sul Cesena e sulle inseguitrici. I grigiorossi sono piombati a metà classifica, seppur molto corta, tante occasioni gettate al vento, allo ‘Speroni’ si ottiene risultato solo con una grande prestazione, è questo il momento per risalire come accadde all’andata?Partita molto interessante, grandi motivazioni per i biancoblu che hanno il pronostico a favore, ma non è da escludere una ‘prova d’orgoglio’ degli uomini di Mondonico.

RAVENNA- VERONA: Match importante per la zona play off, di fronte due squadre che stanno vivendo momenti diversi, i bizantini, dopo tre vittorie consecutive, hanno pareggiato sull’insidioso campo del Novara, mentre gli scaligeri non riescono ad avere continuità, pesanti le ultime due sconfitte casalinghe, ma c’è un fatto positivo, quello di avere guadagnato due vittorie in trasferta nel girone di ritorno ( nessuna vittoria esterna durante il girone di andata), soprattutto in campi proibitivi come Ferrara e Padova (ultima trasferta). Remondina dovrà rinunciare agli squalificati Parolo e Mancinelli. Bella la sfida tra i giovani attaccanti Curiale e Tiboni. Gara dal pronostico incerto, seppur i romagnoli al ‘Benelli’ stanno andando fortissimo, negli ultimi sei incontri disputati, ben cinque vittorie ed un pari.

REGGIANA- NOVARA: Altra gara di cartello per zona alta della classifica, di notevole importanza ed interesse, la Reggiana di Pane deve reagire alla pesante sconfitta di Ferrara, è durata otto gare la striscia di risultati utili, sono sei però le vittorie consecutive tra le mura amiche! Senza dubbio gli azzurri di Notaristefano, sconfitti nelle ultime due trasferte, dovranno superarsi per ottenere un buon risultato. I precedenti a Reggio sono venti, otto le vittorie granata, undici i pareggi, una sola la vittoria piemontese.

SAMBENEDETTESE- PORTOGRUARO: Silenzio stampa in casa rossoblu e per il delicatissimo scontro salvezza prezzi ridotti. Si affrontano il peggior attacco casalingo (otto reti) e la peggior difesa fuori casa (ventuno reti subite,come la Pro Sesto). La squadra di Calori, convincenti le prime due gare sulla panca granata, deve riscattare la cocente sconfitta dell’andata (1-4) ma soprattutto raccogliere punti anche fuori casa, tallone d’Achille dei veneziani, squalificato Mattielig. La Samb non può permettersi passi falsi, è un’occasione da non fallire, la vittoria contro una diretta concorrente darebbe ossigeno e convinzione per il prosieguo.

SPAL- LUMEZZANE: Seconda gara casalinga consecutiva per i ferraresi, possono approfittare del calendario favorevole per avvicinarsi maggiormente alla vetta della classifica. Estensi che hanno ritrovato morale dopo l’importante vittoria del derby contro la Reggiana, Dolcetti però perde gli squalificati Centi, Schiavon e il difensore sardo Cabeccia, che era andato in rete proprio nell’ultimo turno contro i granata. Per la squadra bresciana sarà compito arduo riuscire a fare punti in quest’impegno fuori casa, seppur i rossoblu sono stati capaci in precedenza di cogliere risultati importanti. Pronostico a favore degli emiliani.



VENEZIA- PADOVA: Partita che vede impegnate due squadre in crisi, entrambe hanno cambiato tecnico durante la settimana, da ambo le parti sono stati richiamati gli allenatori che avevano iniziato la stagione, sulla panca lagunare è tornato il veneziano Michele Serena mentre a guidare i biancoscudati Carlo Sabatini, tra l’altro ex allenatore delle giovanili arancioneroverdi. Venezia in condizioni disperate, per il derby sarà assente per squalifica Semenzato, mentre i biancorossi, alla seconda trasferta consecutiva, non possono permettersi altri passi falsi. Gara aperta a qualsiasi risultato. Vendita dei biglietti solo ai residenti della provincia di Venezia ed eliminazione del settore ospiti che potrà essere riutilizzato per favorire la presenza dei ragazzi tesserati nelle squadre giovanili, per gli accompagnatori l’ingesso simbolico di 1€.

FONTE: RealSports.it


- Pivotto... ti ricordi? «Debutto da brividi»
QUI RAVENNA. IL TECNICO GIANLUCA ATZORI, DEVE FARE I CONTI CON L'INFLUENZA CHE HA FERMATO BOMBER CURIALE. IN CAMPO ANCHE L'EX DIFENSORE GIALLOBLÙ
«La prima di undici finali». Chiarisce ogni dubbio Roberto Sabato. Il difensore del Ravenna inquadra con poche parole la sfida con il Verona. «Cerchiamo da tempo la piena maturità. Questa è una partita che potrà dirci tante cose. Ci rendiamo conto che basta poco per rovinare quanto di buono fatto fino ad oggi. Quindi: ci vuole costanza, tanta buona volontà e il giusto approccio alla gara». I romagnoli, reduci dal pareggio del «Piola» contro il Novara credono ancora nella possibilità di agganciare in corsa i play off. Manca un punto ai giallorossi per entrare nel giro giusto. «E sarebbe un peccato – ha aggiunto Sabato – perdere questa occasione. Dobbiamo crederci fino in fondo e concedere nulla agli avversari. Il Verona? Mi fido poco. Dovremo stare molto attenti. Affrontiamo una squadra che avrà voglia di dimostrate tante cose. Ci aspetta una partita molto delicata».

I RICORDI DI MATTEO. Spunta l'ex, Matteo Pivotto. Il gigante di Montecchio Maggiore non ha dimenticato il debutto in gialloblù. «Una vita fa, come se fosse ieri. Ricordo il debutto con la maglia dell'Hellas grazie a mister Reja. Giocare contro il Verona mi regala sempre emozioni speciali. Questa volta, però, metterò tutto da parte. Dobbiamo vincere per restare in corsa per i play off. C'è grande rispetto per l'Hellas, una squadra che sa esprimersi molto bene in trasferta». Lo dimostrano le due vittorie di misura ottenute contro Spal e Padova. «Appunto. Dovremo prestare molta attenzione alla loro esuberanza e alla loro forza. La partita che ci aspetta può dire tante cose. Per noi ma anche per loro».

BRIVIDI PER CURIALE. Mister Atzori, intanto, tiene il fiato sospeso. A metà settimana l'attaccante Curiale, autore di una doppietta a Novara, è stato fermato dall'influenza. Non dovrebbero esserci particolari problemi per vederlo in campo domenica. Gerbino Polo, autore tra l'altro di un gol nel match dell'andata al Bentegodi, si scalda, ma è probabile che Curiale possa partire titolare domenica contro i gialloblù di Remondina. S. A.

- Remondina rispolvera il tridente
UN TEST IMPORTANTE. IL TECNICO DEL VERONA DOVRÀ RINUNCIARE A GIRARDI, PAROLO E MANCINELLI SQUALIFICATI. GRANDI MANOVRE IN AVANTI
Il tecnico del Verona ritocca l'attacco con Rantier e Gomez a sostegno di «Tibogol» Scalpita anche Anaclerio
Si volta pagina. Gian Marco Remondina non pensa a moduli, infortuni e squalifiche. Adesso il Verona deve fare risultato non può pensare ad altro. Non sarà facile a Ravenna, la squadra giallorossa è in gran forma, viene da otto risultati utili consecutivi e a Novara poteva anche vincere, il pari va stretto. A Verona si respira un'aria diversa. Il ko casalingo con il Pergocrema ha smorzato l'entusiasmo che aveva generato la vittoria nel derby con il Padova. «Ma i ragazzi hanno reagito bene - assicura il tecnico dell'Hellas - in settimana si sono allenati con grande intensità. Purtroppo il nostro lavoro è stato caratterizzato da qualche problema fisico di troppo, senza dimenticare l'influenza. Ma questo fa parte dl gioco».

Mancheranno Girardi, Parolo e Mancinelli, tutti squalificati. Sono ancora ai box Da Dalt, Moracci e Conti, il Verona potrebbe presentarsi in campo con un modulo diverso, soprattutto in avanti. Quello che s'è visto nel primo tempo a Sommacampagna. «Abbiamo provato anche il tridente - ammette Remondina - con Tiboni in mezzo Gomez e Rantier a sostegno, meno larghi rispetto allo schema tradizionale, più vicini al nostro centravanti. Così possono partire e tagliare verso l'area. Potrenmo anche invertirli con Gomez a sinistra e Rantier a destra, lo facevo giocare così anche a Piacenza. In questo modo potranno andare al tito con più facilità».



In crescita anche le quotazioni di Gigi Anaclerio. «L'ho visto a Sommacampagna in palla - spiega Remondina - ha ritrovato una buona condizione dopo l'infortunio, può sicuramente fare bene alle spalle delle punte se giochiamo con due attaccanti e un fantasista».
Sulla fascia destra toccherà a Dario Campagna - appena rientrato da Coverciano dove è stato convocato per la selezione azzurra alle prossime Universiadi - prendere il posto dello squalificato Marco Mancinelli. «Inutile stravolgere tutto - ammette Remondina - mi sembra il sostituto naturale di Mancinelli, ha già giocato in quel ruolo e la difesa può mantenere gli stessi equilibri».

Un Verona rivisto e corretto pronto a sostenere l'urto dei giallorossi romagnoli. «Non dobbiamo pensare troppo ai giocatori che non potranno scendere in campo - sottolinea Remondina - mancheranno alternative questo sì ma in questo periodo della stagione infortuni e squalifiche ci stanno, abbiamo giocato 23 partite i cartellini gialli cominciano a diventare pesanti. Per questo dico che al di là di moduli e schemi voglio vedere il carattere della squadra, l'atteggiamento giusto, la voglia di superare anche le assenze, gli infortuni, le squalifiche. Chi non ha giocato per tanto tempo ha la possibilità di replicare sul campo, questo è quello che voglio».

Il Ravenna non è un avversario facile. «Non ci sono avversari facili - aggiunge il tecnico gialloblù - il Ravenna è una buona squadra, sono scesi dalla B e vogliono risalire, hanno giocatori esperti come Pivotto, Rossetti, Trotta e Zizzarri e bomber giovani come Curiale e Gerbino Polo. Una bella squadra ma noi non abbiamo mai fatto brutta figura con le big del campionato». Buone prove con le grandi, qualche passo falso con le formazioni meno quotate. Troppi alti e bassi. «Sono il nostro difetto. Da cosa dipendono? Da tanti fattori - conclude l'allenatore dell'Hellas - hanno caratterizzato il nostro campionato. L'inesperienza, la mancanza di concentrazione, la casualità, sono fattori che hanno fatto la differenza. Proprio questi sono i difetti da eliminare».
Luca Mantovani

FONTE: LArena.it


- Ravenna-Hellas Verona: i convocati di mister Remondina
Due portieri, sei difensori, sei centrocampisti e cinque attaccanti per la 24a gara di campionato
Nella tarda mattinata di sabato, al termine della seduta di rifinitura affrontata sul campo dell’antistadio, il tecnico Gian Marco Remondina ha reso noti i nomi dei convocati per Ravenna-Hellas Verona, in programma domenica 1° marzo alle ore 14:30. Ecco la lista completa in vista della 24a giornata di Prima Divisione (Girone A):

PORTIERI: Franzese, Rafael;
DIFENSORI: Bergamelli, Campagna, Ceccarelli, Politti, Pugliese, Vicentini;
CENTROCAMPISTI: Bellavista, Campisi, Corrent, Dianda, Garzon, Vanderhoeght;
ATTACCANTI: Anaclerio, Gomez, Rantier, Scapini, Tiboni.

FONTE: HellasVerona.it


- Remondina torna al tridente: sicuri Tiboni e Rantier, Gomez favorito su Anaclerio. Si rivede Scapini
Il dubbio risolto è quello del modulo, che a Ravenna tornerà ad essere il 4-3-3 di inizio campionato. Il dubbio irrisolto è chi affiancherà Tiboni e Rantier in attacco: il ballottaggio è sul lato destro dove Gomez è favorito su Anaclerio. Poca autonomia ma un quarto d'ora sulle gambe per il rientrante Scapini, che partirà dalla panchina. A centrocampo Bellavista e Garzon sicuri, in rifinitura più Corrent che Campisi. In difesa Campagna dal primo minuto. Le assenze di Mancinelli e Conti "rispolverano" Politti.
Remondina ha deciso: a Ravenna col tridente. Ma qualche dubbio dopo la rifinitura, a dire il vero, è rimasto: Gomez-Anaclerio ad esempio, in ballottaggio per un posto di titolare sul lato destro dell'attacco. E anche Campisi-Corrent, con il primo largamente favorito a logica ma il secondo continuamente coinvolto nell'ultima verifica all'antistadio.

4-3-3. Senza Parolo, squalificato, Remondina torna al passato rispolverando il 4-3-3. Tiboni (che a inizio stagione nel tridente giocava largo a sinistra) sarà il punto di riferimento centrale. Rantier, al rientro dopo due turni di stop, giocherà a sinistra. A destra invece, uno tra Gomez e Anaclerio. Con il primo favorito per condizione fisica e il secondo più tecnico e in grado di garantire maggiore qualità nelle giocate. Probabile una staffetta. Scapini torna disponibile dopo l'intervento al menisco; la condizione è ancora lontana ma Remondina lo porterà comunque in panchina.

IL RILANCIO DI CORRENT. Giochi fatti, o quasi, a centrocampo. Dove fino a ieri c'erano pochissimi dubbi sulla conferma del trio Garzon, Bellavista, Campisi. Ma nella rifinitura di oggi Remondina ha insistito molto su Corrent (al rientro dopo qualche guaio fisico) lasciando intravedere la possibilità di rilanciare il capitano, forse addirittura dal primo minuto. In questo caso l'escluso sarebbe Campisi, match winner a Padova ma deludente nell'ultima in casa contro il Pergocrema. Tra Vanderoeght e Dianda uno andrà in tribuna.

TOH, CHI SI RIVEDE. Scelte obbligate causa assenze in difesa. Con Mancinelli out per squalifica e Conti fuori per infortunio, nessuna incertezza sulla linea a quattro titolare che davanti a Rafael vedrà Campagna a destra, Ceccarelli e Bergamelli in mezzo e Pugliese a sinistra. Primo cambio Vicentini, secondo il "rispolverato" Politti alla prima convocazione stagionale. (s.rasu)

FONTE: TGGialloblu.it



[OFFTOPIC]
VITA DA EX: ... E ZAMBONI diventa capitano della SPAL! TENNIS TORNEO DI ACAPULCO: La PENNETTA arriva in finale ma poi c'è Venus 'the Queen' WILLIAMS. SUPERBIKE: Ad HAGA la prima manche a SPIES la seconda ma il giapponese è subito dietro, grande DUCATI! Male BIAGGI... PREMIER LEAGUE: Il CHELSEA fatica ma vince contro il modesto WIGAN ATHLETIC, pari dell'ARSENAL col FULHAM mentre il LIVERPOOL le prende a MIDDLESBOROUGH. MANCHESTER UTD avanti tutta! LIGA SPAGNOLA: Il REAL vince sul terreno dell'ESPANYOL e si avvicina al BARÇA in attesa del recupero, bene anche il SIVIGLIA con l'ATLETICO. BASKET: La contestazione c'è ma alla fine la VIRTUS espugna AVELLINO. TREVISO che fatica con RIETI! CALCIO CARIOCA: Il 'FENOMENO' vuole divertirsi, il CORINTHIANS no! CENI portiere del SAN PAOLO da 17 anni e pure goleador... RUGBY 6 NAZIONI: L'ITALIA colleziona una brutta figura anche in SCOZIA, 'Cucchiaio di legno' praticamente certo... CICLISMO GIRO DI SARDEGNA: Ultima tappa a PETACCHI, corsa a BENNATI.
VITA DA EX: ... E ZAMBONI diventa capitano della SPAL!
- Dalla Juve alla Spal: la resurrezione di capitan Zamboni
Intervista al difensore veronese colonna della retroguardia biancazzurra: "Io mi sentivo leader anche senza quella fascia. Adesso dobbiamo lottare"

FONTE: IlRestoDelCarlino.IlSole24Ore.com


TENNIS TORNEO DI ACAPULCO: La PENNETTA arriva in finale ma poi c'è Venus 'the Queen' WILLIAMS. SUPERBIKE: Ad HAGA la prima manche a SPIES la seconda ma il giapponese è subito dietro, grande DUCATI! Male BIAGGI... PREMIER LEAGUE: Il CHELSEA fatica ma vince contro il modesto WIGAN ATHLETIC, pari dell'ARSENAL col FULHAM mentre il LIVERPOOL le prende a MIDDLESBOROUGH. MANCHESTER UTD avanti tutta! LIGA SPAGNOLA: Il REAL vince sul terreno dell'ESPANYOL e si avvicina al BARÇA in attesa del recupero, bene anche il SIVIGLIA con l'ATLETICO. BASKET: La contestazione c'è ma alla fine la VIRTUS espugna AVELLINO. TREVISO che fatica con RIETI! CALCIO CARIOCA: Il 'FENOMENO' vuole divertirsi, il CORINTHIANS no! CENI portiere del SAN PAOLO da 17 anni e pure goleador... RUGBY 6 NAZIONI: L'ITALIA colleziona una brutta figura anche in SCOZIA, 'Cucchiaio di legno' praticamente certo... CICLISMO GIRO DI SARDEGNA: Ultima tappa a PETACCHI, corsa a BENNATI.
- Troppa Venus ad Acapulco. La Pennetta cede il titolo
La brindisina azzurra s'inchina in finale del "suo" torneo alla maggiore delle sorelle Williams che ha iniziato alla grande la stagione: per lei secondo titolo consecutivo 41° in carriera. Flavia: "Non c'era verso di resistere alla sua potenza"

- Australia, subito super Haga. A Spies gara 2, Biaggi dietro
Spettacolare inizio di stagione col giapponese della Ducati che si aggiudica la prima manche e poi è 2° dietro al texano della Yamaha. Il romano vicino al podio in gara 2 finisce però fuori pista



- Lampard gol, Chelsea ok. Pari Arsenal, Reds a terra
Nella 27ª giornata di Premier i Blues superano nel recupero il Wigan. Decisivo il gol di Lampard, dopo il botta e risposta tra Terry e l'ex juventino Kapo. Gunners bloccati in casa dal Fulham, Liverpool k.o. a Middlesbrough: strada spianata per il Man United

- Guti-Raul, Espanyol k.o. Il Real pressa il Barça
Le merengues dopo un brutto primo tempo vincono 2-0 sul campo dei catalani e, in attesa di Atletico-Barcellona, si portano a meno quattro dalla vetta. Il Siviglia vince 2-1 sul campo dell'Atletico con la doppietta di Kanouté e consolida il terzo posto

- Boniciolli espugna Avellino. Treviso a fatica su Rieti
La Virtus Bologna vince 65-64 all'ultimo secondo dopo un match emozionante; forte contestazione dai toni civili per l'ex allenatore. La Benetton supera 82-79 sulla Solsonica che sbaglia il tiro per il supplementare

- Ronaldo esce di notte il Corinthians lo multa
L'attaccante brasiliano è stato punito per il ritardo con cui, dopo una giornata libera, si è presentato nell'albergo che ospita la squadra paulista. Poi non si è presentato agli allenamenti per la seconda volta nell'ultimo mese



- Ceni, l'uomo dei record portiere e goleador fedele
Il portiere del San Paulo ha collezionato una serie di record che lo hanno consacrato come un vero e proprio mito nella storia del calcio mondiale. Conosciuto per la grande capacità realizzativa, rappresenta un’autentica bandiera per i tifosi del club paulista, per cui difende la porta da ben 17 anni

- Italia da cucchiaio di legno. In Scozia affonda 26-6
Pesante sconfitta a Edimburgo nella terza giornata del Sei Nazioni. Gli azzurri ancora a secco di vittorie perdono Garcia per infortunio, poi al 31' la meta di Danielli permette agli scozzesi di allungare. Paterson segna a ripetizione e la meta di Gray chiude il conto

- Sardegna, corsa a Bennati. Ultima tappa a Petacchi
Ale-jet vince il duello allo sprint dell'ultima frazione con il rivale toscano, che chiude al comando la classifica generale. E' il suo primo successo in una gara di più giorni: "Ora punto alla Montepaschi-Strade Bianche"

FONTE: Gazzetta.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaTorino Juric

#AtalantaVerona highlights


Archivio