Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Fabio BORINI


Nato a/il:Bentivoglio (BO) il 29/03/1991
Nazionalità:Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2020
Ruolo:Attaccante
Altezza:180 Cm
Peso:73 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas VeronaGen. 2020 - 2020A-- 
Milan2019 - Gen. 2019A20 
Milan2018 - 2019A20 (+5EL +3CI +1SCI)2 (+1 +0 +0) 
Milan2017 - 2018A29 (+11EL +4CI)2 (+3 +0) 
Sunderland2016 - 2017PL24 (+2FAC)2 (+0) 
Sunderland2015 - 2016PL26 (+1EFLC)5 (+0) 
Liverpool2014 - 2015PL12 (+2CL +2FAC +2EFLC)1 (+0 +0 +0) 
SunderlandSet. 2013 - 2014PL32 (+3FAC +5EFLC)7 (+0 +3) 
Liverpool2013 - Set. 2013U21PL12 
Liverpool2012 - 2013PL13 (+6EL +1FAC)1 (+1 +0) 
RomaAgo. 2011 - 2012A24 (+2CI)9 (+1) 
Parma2011 - Ago. 2011A0 (+1CI)0 (+0) 
SwanseaMar. 2011 - 2011CS9 (+3PO)6 (+0) 
Giovanili Chelsea2010 - Mar. 2011RL812 
Chelsea2009 - 2010PL4 (+1CL +2FAC +1EFLC)0 (+0 +0 +0) 
Giovanili Chelsea2009 - 2010RLS135 
Giovanili Chelsea2007 - 2009--- 
Giovanili Bologna2001 - 2007--- 
Giovanili Persiceto 85Fino al 2001--- 
LEGENDA: RLS=Reserve League South (Campionato Riserve Inglese), PL=Premier League (Serie A Inglese), CL=Champions League, FAC=Football Association Cup (Torneo Calcistico Inglese), EFLC=English Football League Cup (Coppa di Lega Inglese), RL=Reserve League (Campionato Riserve Inglese), CS=Championship (Serie B Inglese), PO=Playoff, CI=Coppa Italia, EL=Europa League, U21PL=Premier League Under 21 (Primavera1 Inglese), SCI=Supercoppa Italiana

The best of Fabio Borini in Chelsea FCAlla Roma e in NazionaleIl coro dei tifosi del Liverpool

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 14 Gennaio 2020
Cresciuto nel BOLOGNA ed emigrato appena 16enne in Inghilterra alla corte del CHELSEA di Carletto ANCELOTTI, BORINI è uno di quei giocatori che farebbero le gioie di qualunque allenatore grazie all'ecletticità tattica e alle indubbie doti teciche di cui dispone, se a queste caratteristiche aggiungiamo l'intelligenza calcistica e la visione di gioco di cui l'ex MILAN dispone si fa presto a giudicare Fabio un grande acquisto per la compagine scaligera e oltretutto, considerato anche lo sconto di cui Via Olanda godrà, visto che il giocatore era fuori da tempo dal progetto rossonero ed in scadenza a Giugno, l'operazione potrebbe rivelarsi un vero affare sia per il calciatore in cerca di rilancio che per le sorti gialloblù.
Come anticipato BORINI può svariare su tutto il fronte d'attacco essendo in grado di giocare sia da esterno che punta centrale ma da MONTELLA è stato impiegato anche come laterale di centrocampo mentre il suo successore in panchina GATTUSO lo ha utilizzato addirittura come terzino.

Insomma per JURIĆ un vero e proprio jolly bravo anche senza palla grazie al grande dinamismo e alle doti atletiche... L'unica perplessità? L'aver promesso tantissimo fino ad ora ma mai davvero mantenuto alla ROMA, al LIVERPOOL, al SUNDERLAND o al MILAN, chissà che il tecnico croato non riesca ad estrarre il meglio anche da Fabio!

DALLE TAGLIATELLE AL 'FISH & CHIPS'
Gli scout del BOLOGNA notano il giovanissimo BORINI negli esordienti della PERSICETO 85 e lo portano nelle giovanili felsinee nello stesso periodo di ALBERTAZZI suo coetaneo ma, a differenza di Michelangelo che decise di rimanere ancora un po' vicino a casa prima di andare al MILAN, sceglie di raggiungere ANCELOTTI al CHELSEA appena 16enne ai minimi UEFA.
In Inghilterra diventa capocannoniere della squadra riserve mettendo a segno 10 reti in 11 gare nell'annata successiva e in quella dopo riesce ad esordire sia in Champions che in Premier League poco più che maggiorenne ma, circondato da campionissimi, non riesce mai veramente ad emergere e, dopo il prestito allo SWANSEA in Championship da Marzo 2011, forse tira troppo la corda sul rinnovo coi Blues così, da svincolato, torna in Italia al PARMA.

ANNATA IN SERIE A E RITORNO IN PREMIER
Dopo un'unica gara di Coppa Italia con i ducali viene ceduto quasi subito in prestito oneroso alla ROMA che in panchina ha appena scelto Luis ENRIQUE, noto anche per la tendenza a lanciare giovani talentuosi (in quella stagione anche il 17enne VERRE esordì in Europa League grazie al tecnico spagnolo), ma il 2011-12 è una stagione in chiaroscuro per i giallorossi che arrivano ai playoff in Europa, ai quarti in Coppa Italia e solo settimi in campionato: BORINI termina con 9 gol in 24 presenze, record ancora attuale per lui in Serie A, e risulta spesso determinante ma questo non basta a convincere i dirigenti capitolini che a metà Luglio 'si accontentano' di una ricca plusvalenza assicurata dal LIVERPOOL.
Con i Reds Fabio ritrova Brendan RODGERS suo ex allenatore allo SWANSEA ma viene frenato da un infortunio al piede prima e da uno alla spalla poi così, dopo un paio di gol e una ventina di apparizioni, i rossi lo spediscono in prestito al SUNDERLAND (in compagnia dell'ex gialloblù DOSSENA dal NAPOLI).
Una stagione da titolare con i Black Cats e una decina di gol tra campionato e coppa di lega non bastano ai dirigenti inglesi per decidere di riscattare l'attaccante che fa così ritorno al LIVERPOOL per il 2014-15 dove fa coppia anche con BALOTELLI ma disputa una stagione praticamente ai margini.
Il SUNDERLAND ci ripensa per l'annata successiva e lo acquista definitivamente per quasi 11 milioni ottenendo la salvezza con una giornata di anticipo anche grazie alle 5 reti messe a segno in 24 presenze per BORINI (che ammise di aver perso solo tempo al LIVERPOOL).

NUOVO ITALIA, ORA L'HELLAS
Con la retrocessione in Championship del SUNDERLAND nell'annata 2016-17, il MILAN lo riporta in Serie A grazie a MIRABELLI che ne aveva già orchestrato il passaggio ai Black Cats e stravede per Fabio: Si tratta di un colpo low-cost visto che i rossoneri lo ottengono in prestito con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni.
73 presenze in un paio di stagioni al MILAN che, tra cambi d'allenatore e ribaltoni in società, non riesce a tornare grande: Nel 2019-20 BORINI finisce tra gli esuberi e, dopo due sole apparizioni, a Gennaio accetta la corte dell'HELLAS in cerca di rivincite.

Qui trovate la pagina Facebook ufficiale del calciatore al Milan, questo invece il profilo Instagram.

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • Esordio con gol per Fabio che sovrasta MBAYE e al Dall'Ara conquista il meritato pari del VERONA... Si tratta di un classico gol dell'ex per il giocatore nativo di Bentivoglio in provincia di Bologna e cresciuto con i felsinei
  • È ufficiale l'arrivo di BORINI a titolo definitivo dal MILAN con un contratto (per ora) semestrale; l'ormai ex rossonero era comunque in scadenza a Giugno e, a seconda delle prestazioni in gialloblù, il contratto con Via Olanda potrà essere rinnovato.
  • Braccini corti al SUNDERLAND... Gustoso aneddoto confidato da BORINI a GianlucaDiMarzio.com 'Qui a Sunderland sono ‘plumoni’, come dicono a Bologna: hanno il braccino corto! Pensate che una volta al mese facciamo una sfida ed il compagno che per ultimo colpisce la traversa paga shampoo e bagnoschiuma per tutti, perché se no ce lo rubiamo sempre. Questo mese ero troppo raffreddato ed allora ho deciso di non sottopormi nemmeno alla sfida, ma di pagare direttamente io per tutti'
  • Il Pirata, questo il soprannome a cui Fabio è più affezionato per via di mettersi la mano sulla bocca a mo' di coltello ogni volta che esulta per un gol segnato: Al VERONA quindi, dopo i tempi di Davide LUPPI (che invece si copriva l'occhio), arriva un altro pirata...
  • Paura nell'intervallo a Cardiff in trasferta col SUNDERLAND a fine Dicembre 2013: Il 22enne BORINI rientrato negli spogliatoi si sente male e viene portato in ospedale! 'Non stavo bene ma ho voluto giocare lo stesso' - confida ai media poco dopo - 'Il mio corpo mi ha semplicemente forzato allo stop'. Nulla di grave insomma per il calciatore che aveva accusato un capogiro ed era stato subito soccorso con dell'ossigeno.
  • Mai in doppia cifra in carriera né in Serie A né in Premier League ma alla ROMA Fabio ci va vicino; 9 centri in 24 presenze e prestazioni di spessore che tuttavia non convincono i dirigenti capitolini: Dopo il riscatto alle buste per quasi 5 milioni dal PARMA lo cedono per il 2012-13 al LIVERPOOL per più di 13 (bonus esclusi).
  • Maratoneta come la madre... Fabio è conosciuto anche come giocatore di gamba, mai fermo in campo, scattante, rapido eppure molto resistente un po' come la madre ultramaratoneta capace di terminare veri e propri supplizi come la 100 km del Sahara...
  • Un po' PATO un po' Pippo INZAGHI i media cercano di associarlo in fretta ai grandissimi del recente passato ma forse ha ragione ALBINELLI, a quell'epoca responsabile delle giovanili del BOLOGNA, che lo prelevò a 10 anni dal PERSICETO 85: 'Fabio non è né un goleador né una prima punta ma piuttosto un giocatore a tutto campo a dire la verità non saprei proprio a chi paragonarlo...' (in questa intervista a TMW)
  • Muscoli da scattista cuore da maratoneta, è questa la fotografia che ne fa il suo agente De Marchi all'approdo alla ROMA nel 2011 'Ha le fibre muscolari da scattista, e il cuore da maratoneta. Lui sulla fascia? No lo definerei una prima punta atipica, uno che fa movimento, che ama giocare tra le linee. È bravo nel gioco aereo ma è anche veloce, molto generoso in fase di non possesso palla... Giocatore ideale per mister Enrique? Beh credo proprio di si, visto quello che chiede lo spagnolo in fase di non possesso palla. Fabio come mentalità è un ragazzo che è sempre riuscito ad ottenere le cose con il lavoro e la personalità, lui era al Chelsea, nella prima squadra, dove nel suo ruolo giocavano campionissimi, eppure il suo obiettivo era quello di lavorare duramente per mettere in difficoltà il tecnico, quindi Fabio se gioca nella più grande squadra del mondo, o in una squadra parrocchiale, non cambia mai il suo modo di lavorare e la sua testa, è uno di personalità'
  • Tra i migliori prospetti classe '91' secondo 'Don Balon' nel 2012 in compagnia di gente come POGBA, LJAJIC, LAMELA, NIANG, COUTINHO...
  • Capocannoniere della squadra riserve del CHELSEA con 10 gol in 11 partite nel 2008-2009

Sunderland 2013-14Milan 2017-18

Fabio Borini
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fabio Borini (Bentivoglio, 29 marzo 1991) è un calciatore italiano, attaccante o centrocampista del Milan.

Caratteristiche tecniche
Indicato, in giovane età, come promessa del calcio internazionale, Borini è abile nella lettura dell'azione e dotato di notevoli proprietà balistiche sfoggiabili nel ruolo di esterno offensivo o punta centrale; solito procacciarsi il pallone anche in zone del campo non aderenti alla sua posizione, si distingue per visione di gioco, tecnica individuale, controllo della sfera e lucidità in area di rigore. Nel Milan, nella stagione 2017-2018, con l'allenatore Vincenzo Montella, viene spesso impiegato come laterale destro in un centrocampo a 4 o anche a 5. Successivamente, con il subentro di Gennaro Gattuso, viene utilizzato talvolta anche come terzino su entrambe le fasce.

Carriera
- Club
Chelsea e Swansea City
Muove i suoi primi passi da giocatore nelle giovanili del Bologna nel 2001, per poi passare a quelle del Chelsea nel 2007. Nella stagione 2008-2009 diventa il capocannoniere della squadra delle riserve dei Blues, con 10 gol in 11 partite, tra i quali uno contro il Manchester United nella FA Youth Cup. Il 1º settembre 2009 è inserito dal manager connazionale Carlo Ancelotti nella lista per la partita di Champions League contro il Porto. Fa il suo esordio ufficiale con la prima squadra del club londinese pochi giorni dopo, il 20 settembre, nella partita di Premier League vinta per 3-0 contro il Tottenham.

Il 17 marzo 2011 viene ceduto in prestito allo Swansea City, club gallese militante nella Football League Championship, fino al termine della stagione 2010-2011. Il 19 marzo segna una doppietta all'esordio contro il Nottingham Forest, risultando così decisivo per il definitivo 3-2. Realizza sei reti in campionato, determinanti per il 3º posto raggiunto dalla Swansea e la conseguente qualificazione ai play-off. Gioca da titolare le semifinali e la finale di Wembley, vinta 4-2 contro il Reading, che sancisce la prima promozione dello Swansea in Premier League.

Parma e Roma
Arrivato a scadenza di contratto con il club londinese, nel mercato estivo approda al Parma. Il 21 agosto 2011 disputa la sua unica gara ufficiale con i ducali, la partita Parma-Grosseto (4-1) di Coppa Italia.

Il 31 agosto passa alla Roma in prestito oneroso a 1,25 milioni con diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro. Disputa la sua prima gara con la maglia della Roma l'11 settembre 2011, esordendo in Serie A nella partita Roma-Cagliari (1-2), dove subentra nel secondo tempo a Osvaldo. Realizza la prima segnatura con la maglia giallorossa il 26 ottobre in Genoa-Roma (2-1). L'11 gennaio del 2012 segna il suo primo gol in Coppa Italia, siglando il 3-0 finale nella partita casalinga contro la Fiorentina. Il 23 gennaio la Roma lo acquista in compartecipazione per 2,3 milioni di euro, nell'operazione che porta Okaka in prestito al Parma. Il 5 febbraio sigla la sua prima doppietta nella gara casalinga contro l'Inter (4-0). Nelle gare successive i suoi gol risultano decisivi per le vittorie su Parma e Palermo.

Il 22 giugno Roma e Parma non trovano un accordo per decidere le sorti del giocatore e così tutto viene deciso alle buste. Il giorno seguente la Roma si aggiudica il giocatore offrendo 5,3 milioni alle buste e battendo l'offerta del Parma, di circa 4,2 milioni di euro. Qui passa senza dubbio la sua miglior stagione della carriera, risultando determinante in molte partite

Liverpool e Sunderland
Il 13 luglio 2012 viene ufficializzata la sua cessione al Liverpool, guidato dal suo ex allenatore allo Swansea, Brendan Rodgers, per 13,3 milioni di euro più un bonus aggiuntivo di un milione legato ad alcuni obiettivi. Il 2 agosto seguente esordisce con la nuova maglia, nella partita di andata del 3º turno preliminare di Europa League contro il Gomel (1-0). Nella gara di ritorno, ad Anfield, realizza il suo primo gol con i Reds. Il 18 agosto disputa la sua prima partita di campionato, nella sconfitta esterna per 0-3 contro il West Bromwich Albion. A causa di un infortunio al metatarso del piede, e in seguito ad un problema alla spalla, è pero costretto a saltare gran parte della stagione. Al rientro dal secondo infortunio sigla il primo gol in Premier League con la maglia del Liverpool, nella partita vinta per 6-0 contro il Newcastle. Chiude la stagione con 20 partite tra campionato e coppe, realizzando due gol.

Il 2 settembre 2013 viene ceduto al Sunderland con la formula del prestito. Debutta nella sconfitta casalinga contro l'Arsenal (1-3) e segna il suo primo gol con la nuova maglia nella vittoria per 2-1 contro il Newcastle. Si ripete il 17 dicembre, nel match di Carling Cup vinto per 2-1 contro il Chelsea. Il 7 gennaio 2014, durante la semifinale di andata di Carling Cup, segna una rete decisiva dal dischetto nella vittoria casalinga per 2-1 contro il Manchester United, contribuendo al raggiungimento della finale, persa contro il Manchester City.

A fine stagione non viene riscattato e fa quindi ritorno al Liverpool, con cui resta per un anno (totalizzando 18 presenze e una rete) prima di fare ritorno al Sunderland, che lo acquista a titolo definitivo per 10,7 milioni di euro. Nella stagione 2015-2016 colleziona 26 presenze e 5 gol, contribuendo alla salvezza dei Black Cats, ottenuta con una giornata d'anticipo.

Milan
Il 30 giugno 2017 si trasferisce al Milan in prestito con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni di euro. Esordisce con la maglia rossonera il 27 luglio seguente, durante la partita CSU Craiova-Milan (0-1), mentre segna il suo primo gol con il club milanese nel match di andata dei play-off di Europa League vinto per 6-0 a San Siro contro i macedoni dello Škendija. La prima rete in A con i nuovi colori arriva contro la SPAL, il 10 febbraio 2018, sigillando il 4-0 finale del match.

Nazionale
Esordisce in nazionale Under-21 nel 2009. Segna il suo primo goal contro l'Ungheria in occasione della partita di qualificazione agli Europei del 2011 persa per 2-0. Il 29 marzo 2011, nel giorno del suo ventesimo compleanno, segna il suo primo gol in Under-21, firmando la rete del definitivo 2-2 nell'amichevole Germania-Italia disputata a Kassel.

Il 26 febbraio 2012 riceve la sua prima convocazione in nazionale, da parte del CT Cesare Prandelli. Esordisce in Nazionale il 29 febbraio, a 20 anni, entrando in campo al posto di Alessandro Matri al 59' della partita amichevole Italia-Stati Uniti (0-1) disputata a Genova. Viene quindi inserito nella lista dei 23 convocati per l'Europeo 2012, durante il quale tuttavia non viene mai impiegato.

Partecipa all'Europeo Under-21 in Israele nel 2013. Il 15 giugno segna il gol decisivo nella semifinale contro l'Olanda (1-0) che porta l'Italia in finale. Segna anche nella finale contro la Spagna il 4-2 finale nella sconfitta che consegna il trofeo alla Spagna.

Nel maggio del 2016 è stato convocato allo stage della nazionale maggiore dal CT Antonio Conte, che in seguito lo ha però escluso dai 23 giocatori che hanno partecipato all'Europeo 2016 in Francia.

Palmarès
- Competizioni nazionali
   Campionato inglese: 1 Chelsea: 2009-2010
   Coppa d'Inghilterra: 1 Chelsea: 2009-2010

-Individuale
   Selezione UEFA dell'Europeo Under-21: 1 Israele 2013

FONTE: Wikipedia.org