Domani parte ufficialmente il calciomercato: Tutti i movimenti dell'HELLAS - UDOGIE preconvocati per gli Europei U19 - Campagna abbonamenti HELLAS 2019-20 - Le date del ritiro dei gialloblù in Trentino - SETTI esterna ancora ed è pronto a lasciare il MANTOVA per il ripescaggio.


#HellasWeeklyNews +   -   =

Mercato: Domani 1° Luglio partenza ufficiale del calciomercato che per l'Italia chiuderà i battenti il 2 Settembre.
Il VERONA sembra poter chiudere da un momento all'altro per RADUNOVIC, portiere 23enne di proprietà ATALANTA fortemente voluto da mister JURIĆ; farà il secondo a SILVESTRI o ribalterà le gerarchie?
Da Bergamo continuano anche le voci su CORNELIUS che, nonostante le dichiarazioni di patròn SETTI 'sul pezzo' come sempre ('Cornelius? Ad ora non è nei nostri piani'... Caso mai poi se arriva sarà grazie alla sua indifferenza oppure avrà un'altra volta ragione come sempre), sembra essere sempre più vicino a vestire il gialloblù.
Nel frattempo NICOLAS e l'HELLAS si stanno accordando per un ritorno all'UDINESE del portiere (trovate in questo post dedicato tutti i movimenti di mercato che riguardano l'HELLAS).

Nazionali gialloblù: Prima chiamata nell'Under 19 azzurra per il 17enne UDOGIE, unico 2002 partecipante alla preselezione per la partecipazione all'Europeo di categoria in programma prossimamente in Armenia.

Campagna abbonamenti HELLAS 2019-20: La novità più ghiotta riguarda i rinnovi che saranno messi a disposizione di chi aveva già un abbonamento nella passata stagione ad un prezzo minore rispetto a quello della Serie A 2017-18.
Prezzi in Curva a 190 Euro per i vecchi abbonati fino al 12 Luglio poi invece vendita libera a 250; tutti i particolari sul sito scaligero in questo post.

Ritiro estivo gialloblù in Trentino: Primavera e settore giovanile (Under 14, Under 13, Esordienti 2009 e Pulcini 2010) in Valle del Chiese località Roncone, prima squadra Primiero San Martino di Castrozza dal 10 al 21 Luglio e poi in Austria a Feldkirchen an der Donau dal 23 al 30 Luglio.

SETTI avrebbe due club professionistici, niente ripescaggio in Serie C per il MANTOVA... Come spiegato alla Gazzetta di Mantova direttamente dal patròn, il buon Maurizio si era già attivato concretamente con budget e soluzioni per ripostare i virgiliani in C attraverso il ripescaggio ma è stato bloccato dal direttore generale della FIGC in persona che gli ha spiegato che nessun ripescaggio era possibile se il proprietario della società avesse avuto un'altra società calcistica professionistica (in pratica: SETTI è già proprietrio dell'HELLAS e, col MANTOVA in C, dirigerebbe due squadre professionistiche) a meno che non fosse stato promosso attraverso meriti sportivi.
Molto amareggiato il patròn scaligero ha aggiunto che, essendo l'ostacolo la sua persona, mette le sue quote a disposizione di chiunque volesse acquisirle e avere perciò il nulla osta FIGC al ripescaggio: '...A me dispiace per la piazza e per la tifoseria, visto che il problema in questo caso è proprio la mia presenza nella società. Se trovate qualcuno per il bene del Mantova darei le mie quote e uscirei di scena'

Segnalo questo post di Ciccio Vighini che a mio avviso centra in pieno il motivo per cui la piazza scaligera è perlomeno perplessa nei riguardi di SETTI e di chiunque, trovandosi in situazioni similari alla sua, cerchi di cambiare le carte in tavola a priori o una volta ottenuto un risultato inaspettato: 'Nessuno ce l’ha con Setti a priori. Ma la gente si arrabbia se ti contorni di collaboratori incapaci, di allenatori scarsi, di giocatori improbabili. E poi, invece di fare un bagno di umiltà, di dire semplicemente: “Scusate, ho sbagliato”, perché accidenti ci sta di sbagliare, fai il presuntuoso e dici che Aglietti, a cui dovresti fare un monumento, ha lavorato sugli schemi (quali?) di Grosso, sminuendo il lavoro di un allenatore che semplicemente ha fatto cose normalissime. E dici che Grosso (come Pecchia) non ha reso per “problemi ambientali”. E’ lì che si crea, il vulnus, che la spaccatura diventa insanabile'.
Nel mio piccolo vorrei ricordare al Pres e al suo staff di non scambiare la famosa (a tratti purtroppo famigerata) goliardia veronese per stupidità e/o dabbenaggine perchè sarebbe l'ennesimo GROSSO e PECCHIAno errore di questa poprietà.
Purtroppo i segnali che ho raccolto in questo mio post dal giorno dopo l'insperata promozione (il cui merito, ribadiamolo fino allo sfinimento, è solo e soltanto del signor AGLIETTI) non fanno intravvedere nemmeno un minimo di correzione di rotta...

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Il saluto di mister AGLIETTI «Ho lasciato passare un po’ di tempo, preferendo esiliarmi a casa a godermi la vittoria ed a smaltire la delusione per la mancata conferma. Voglio ringraziare tutta la società, il presidente Setti insieme al ds D’Amico per avermi dato l’opportunità di guidare l’Hellas Verona. Era per me un sogno tornare in riva all’Adige dopo aver vinto anche da calciatore. Abbiamo fatto davvero un’impresa con l’aiuto di tutte le componenti. Tifosi in primis. Fantastici. Li ringrazio infinitamente, uno ad uno, dal profondo del cuore. Dentro sento di voler dire tante cose ma non sempre è facile esternare il proprio pensiero. Mi piacerebbe far capire alla gente di Verona quanto è stato bello l’attestato di stima nei miei confronti, prima, durante e dopo. La finale di ritorno poi… Una serata straordinaria che nessun mai dimenticherà, sia noi che eravamo sul campo che la bellissima gente che gremiva gli spalti. La scelta per la guida dell’Hellas Verona per la prossima stagione purtroppo non è ricaduta sul sottoscritto, ma voglio fare davvero un grosso in bocca al lupo a tutti. Auguro ai tifosi, alla squadra ed alla società gialloblù di lottare per rimanere in Serie A. Per me questo non rappresenta un addio, ma un arrivederci. Forza Hellas» HellasLive.it

Gianni DE BIASI, ex cittì della nazionale albanese, a 'La Gazzetta dello Sport' scommette su RRAHMANI il primo acquisto gialloblù a «Si tratta di un difensore centrale, forte fisicamente, abile sulle palle alte, dotato di una buona visione di gioco. Inoltre è capace di impostare l’azione da dietro. Chiaro che l’esperienza in Serie A è un’altra cosa rispetto a quella che ha fin qui raccolto. Con la Dinamo Zagabria, comunque ha stravinto il campionato croato, un torneo che ho seguito, e il cui livello è ben diverso. Il valore del ragazzo, però, è certo» Hellas1903.it

Il presidente SETTI a Radio Sportiva «È stata una promozione incredibile, la più bella per me a Verona. Sapevamo di avere una squadra da promozione diretta ma non riusciva ad esprimere tutto il suo potenziale, con Grosso, mentre Aglietti ha avuto il grande merito di aver saputo toccare le corde giuste dei ragazzi. Era da tanti anni che non vedevo uno stadio così come in occasione della finale di ritorno dei playoff contro il Cittadella, e questo mi ha dato tanto orgoglio e voglia di andare avanti. Il tifoso? È appassionato, ha bisogno di emozioni forti. Noi siamo un club piccolo che fa delle idee la propria forza, cercando di comportarsi nel modo migliore. Stiamo molto attenti ai conti, anche se questo argomento non può piacere, ma negli ultimi giorni abbiamo degli esempi eclatanti di quello che sta succedendo in altre parti d’Italia. Ogni anno in tanti ci lasciano le penne. Non ci sarà il derby col Chievo in Serie A? Per il tifoso dell’Hellas Verona il vero derby è contro il Vicenza ma li aspettiamo nella massima serie italiana. Il nostro obiettivo quest’anno sarà quello di mantenere la Serie A, di tutte le altre cose ci interessa poco. Juric? La scelta è stata ponderata, un allenatore che ha nelle corde la voglia di lottare, di fare e di combattere. Ci aspetta credo il campionato più difficile negli ultimi dieci anni in Serie A. Un colpo alla Toni? Purtroppo di Luca non ce ne sono molti in giro. Un tipo di giocatore così se dovesse arrivare, arriverebbe di sicuro alla fine del calciomercato. Cornelius? Ad ora non è nei nostri piani. Siamo fiduciosi e per gli eventuali “colpi” si attendono gli ultimi giorni» HellasLive.it

MARGIOTTA responsabile del settore giovanile «Corrent? Abbiamo deciso di dare continuità al buon lavoro da lui svolto con l'Under 17 nella scorsa stagione, durante la quale ha raggiunto un obiettivo storico come l'accesso ai Playoff Scudetto. Per questo abbiamo valutato di affidargli la Primavera. L'intenzione è quella di continuare a lavorare sul gruppo che lui ha potuto allenare durante questa annata, implementato dai ragazzi del 2000 e 2001. Porta? Allenatore competente e soprattutto un bravo istruttore, figura difficile da trovare oggi per dedizione ai ragazzi e sviluppo di talenti. Andrà a formare, assieme a Pellegrini nell'Under 16 e a Saviolo nell'Under 15, uno staff incaricato di proseguire verso l'obiettivo prefissato, cioè far crescere questi ragazzi e di vedere qualcuno di loro in prima squadra. Quest'anno siamo stati contenti, perché oltre ai vari Danzi, Kumbulla e Tupta abbiamo visto anche Traoré esordire e altri come Chiesa, Saveljevs e Lucas molto vicini al gruppo della Prima Squadra. Udogie? Udogie in questo momento è il ragazzo più in risalto perché ha fatto una competizione con l'Italia raggiungendo la finale dopo grandi prestazioni, anche a livello personale. Va seguito durante il percorso, cercando di non parlare troppo di lui perché continui a migliorare, noi possiamo aiutare i giovani con la nostra esperienza per educarli ed evitare situazioni che possano rallentarne la carriera» HellasVerona.it



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: MARINI nuovo preparatore dei portieri dell'ASCOLI. Edy REJA nuovo commissario tecnico dell'ALBANIA: 'Volevo una nazionale, ho rifiutato anche il Verona'. Il 31enne VERGINI lascia la Turchia e torna in patria al SAN LORENZO.
Dopo la bigia esperienza nella Serie B nipponica mister PECCHIA torna in Italia: Guiderà l'Under 23 della JUVENTUS e ritroverà FUSCO anche se in vesti leggermente diverse rispetto a quelle in cui i due hanno lavorato al VERONA.

SERIE B: Il PALERMO penalizzato in cadetteria rischia di ripartire dai dilettanti, manca infatti la necessaria fidejussione per l'iscrizione in Serie B. Il diggì LUCCHESI 'Siamo stati truffati!'. Il VENEZIA pronto al ripescaggio...



RASSEGNA STAMPA +   -   =


28 GIU 2019
SE HAI POCHI SOLDI NON PUOI AVERE COLLABORATORI INCAPACI
Setti ribadisce un concetto: “A Verona mi imputano di voler tenere i conti in ordine, ma io vado avanti lo stesso”. Ecco, questo è un falso, per dirla alla Tony, una “fake news”. Nessuno a Verona ha mai pensato di chiedere a Setti di fare il passo più lungo della gamba, nè tantomeno di rovinarsi per il Verona.

Setti ha ceduto, sempre, tutti i giocatori appena hanno avuto un minimo di mercato. E non ho visto gente scendere in piazza per questo. Ricordo che ha venduto Jorginho a metà stagione al Napoli, uno scempio dal punto di vista sportivo, senza che nessuno battesse ciglio. Ha ceduto Donsah, Gollini, Sala, Ionita, Bessa, persino Zuculini. Nessuno ha mai parlato. Per molto meno, Italiano al Genoa, Pastorello fu “lapidato” sulla pubblica piazza.

Il problema sono dunque i risultati con i conti in ordine. Se non hai molti soldi a disposizione devi essere più bravo degli altri. Molto più bravo. Ecco, qui c’è qualcosa da eccepire. Perchè alle poche risorse messe a disposizione della squadra, il Verona ha peccato proprio da questo punto di vista. Ha speso malissimo i soldi garantiti dai diritti televisivi, che, va ricordato, nessun presidente della storia del Verona ha mai avuto in questa quantità. Eppure nonostante questi soldi, cinquanta milioni solo di paracadute incassati, le plusvalenze come dimostrato e i diritti incassati in A, il Verona ha messo in scena due penosissimi campionati nella serie maggiore, diciamo tra i peggiori di sempre, e due di B, in cui invece di stravincere come avrebbe dovuto, ha faticato oltremisura, quest’anno addirittura rischiando di non andare nemmeno ai play-off. Tutti noi abbiamo fatto un semplice sillogismo: ma se il nostro amatissimo presidente Martinelli avesse avuto tutti questi soldi avremmo visto campionati simili? Ma senza toccare le corde sentimentali, pensiamo a Pastorello: con i soldi che Setti ha ricevuto avrebbe fatto meglio o peggio?

Nessuno ce l’ha con Setti a priori. Ma le gente si arrabbia se ti contorni di collaboratori incapaci, di allenatori scarsi, di giocatori improbabili. E poi, invece di fare un bagno di umiltà, di dire semplicemente: “Scusate, ho sbagliato”, perché accidenti ci sta di sbagliare, fai il presuntuoso e dici che Aglietti, a cui dovresti fare un monumento, ha lavorato sugli schemi (quali?) di Grosso, sminuendo il lavoro di un allenatore che semplicemente ha fatto cose normalissime. E dici che Grosso (come Pecchia) non ha reso per “problemi ambientali”. E’ lì che si crea, il vulnus, che la spaccatura diventa insanabile. Ed è lì che la banda degli incapaci continua a scavare.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.Telenuovo.it


VISTO DA NOI
26 giugno 2019 - 23:48
La salvezza? Vietato sbagliare
L’allenatore conta, ma per restare in A la squadra a disposizione è molto più decisiva

di Matteo Fontana, @teofontana

Con la Serie A non si scherza. Il Verona ha salutato la B compiendo un’impresa che non doveva essere tale. La gestione di Fabio Grosso non ha permesso a una rosa di alta qualità di rendere per quel che valeva, cosa che è avvenuta con la saggezza di Alfredo Aglietti. Adesso, però, inizia una storia diversa.

Sia ben chiaro: Aglio o non Aglio, Ivan Juric o meno, o fosse pure per una chiamata di Mou, per salvarsi (e farlo, se possibile, con serena tranquillità, senza chiedere troppo), più che un tecnico di valore, occorre la squadra. Quindi, adesso la palla passa a proprietà e direttore sportivo.

Maurizio Setti e Tony D’Amico saranno i costruttori del prossimo Hellas. Uno dovrà investire, l’altro avere l’abilità di prendere gli uomini giusti e metterli nei posti giusti. Dovesse mancare una delle componenti, potremo star qui a scervellarci a discutere di Juric (o, chissà, di Pecchia o Mandorlini), e non verremmo a capo di niente. Ovviamente, si retrocederebbe.

Per adesso è arrivato Amir Rrahmani, robusto e quotato difensore prelevato dalla Dinamo Zagabria, su suggerimento proprio di Juric. Giusto che un tecnico incida sulle scelte per la squadra che guiderà. Francamente, i connubi precedenti, all’Hellas, non sono stati così positivi.

In chiusura: si metta in piedi un gruppo di valore, lo si dia in mano a chi ne avrà competenza. Se fallirà, occhio: non sarà soltanto colpa sua, ma anche, e pure d più, di quelli che non gli avranno dato gli uomini giusti per i posti giusti. Perché solamente così si resta in A, e il resto sono chiacchiere da fessacchiotti o creduloni.

FONTE: Hellas1903.it


PARLA IL PATRON DEI VIRGILIANI
Setti: Niente ripescaggio e valuta addio a Mantova
28/06/2019 11:10
“Avevo deciso, in vista della vittoria dei playoff, di chiedere il ripescaggio in modo da andare lo stesso in serie C pur essendo arrivati secondi. Poi, quando abbiamo perso gli spareggi, avevo dato per persa la possibilità. Ma, quando s’è capito che potevano essere sei le caselle da riempire in Lega Pro, mi sono mosso di nuovo. In modo concreto, con le fideiussioni e con i soldi, che erano un problema ma l’abbiamo superato. Poi è arrivata la doccia fredda". Così Maurizio Setti, patron del Mantova, parla alla Gazzetta di Mantova sul tema del ripescaggio.

Il presidente dell’Hellas ha spiegato perché il Mantova non verrà ripescato: "Il Mantova aveva già inviato una lettera ufficiale a Gravina, poi io ho parlato con il direttore generale della Figc, Brunelli, che mi ha spiegato nel dettaglio la norma. Avendo io già il Verona, non posso essere proprietario di due club professionistici. A meno che questo accada per meriti sportivi, cioè vincendo il campionato. Una via che si chiama “lodo Lotito” e che ora servirà anche a De Laurentiis con il Bari. Di fronte a queste risposte mi sono dovuto fermare, anche se attendo ancora una risposta scritta. Mi dispiace, a me piace vincere sul campo, lo preferisco; ma avevo fatto uno strappo alla regola per Mantova e per i ragazzi. Non dico che ero gasato, ma avevo preparato tutto e messo a budget ciò che serviva".

"Purtroppo le cose stanno così – ha concluso Setti – Puntiamo a vincere il campionato, questo è poco ma sicuro. Stiamo lavorando su tutti i fronti, anche per ampliare il settore giovanile e realizzare nel tempo un centro sportivo. Io non mi fermo. Poi se non dovessimo vincere, si aprirebbero mille scenari. Nel senso che se non sono in grado di vincere un campionato di Serie D forse è meglio che mi faccia da parte. Se ci fosse qualcuno pronto a rilevare le mie quote e a procedere con il ripescaggio, sarei pronto anche a farmi da parte".

"Non sto scherzando a me dispiace per la piazza e per la tifoseria, visto che il problema in questo caso è proprio la mia presenza nella società. Se trovate qualcuno per il bene del Mantova darei le mie quote e uscirei di scena” ha ribadito l'imprenditore carpigiano.

FONTE: TGGialloBlu.it


PRIMA CHIAMATA CON L'ITALIA UNDER 19 PER IL GIALLOBLÙ UDOGIE
28/GIUGNO/2019 - 09:20
Verona - Soddisfazione straordinaria per il difensore classe 2002 dell'Hellas Verona Iyenoma Udogie, che per la prima volta è stato convocato dall'Italia Under 19 (unico 2002) del CT Carmine Nunziata per il raduno che anticipa gli Europei di categoria in programma in Armenia dal 10 al 27 luglio. Dalla lista dei 25 convocati, che prenderanno parte agli allenamenti dal 2 al 9 luglio a Coverciano, saranno poi scelti 20 calciatori per prendere parte alla competizione, dopo che lo stesso Udogie ha preso parte, arrivando fino in finale, agli Europei Under 17 dello scorso maggio.

Benvenuto Amir RRAHMANI
27/GIUGNO/2019 - 17:00

Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo definitivo, le prestazioni sportive del calciatore Amir Rrahmani dalla società GNK Dinamo Zagabria. Il difensore ha sottoscritto un contratto dal 1° luglio 2019 al 30 giugno 2023.

Nato a Pristina nel 1994, a livello di Club, dopo gli esordi con il KF Drenica, può vantare esperienze di rilievo con il FK Partizani Tirana, nel massimo campionato albanese, e soprattutto con il GNK Dinamo Zagabria, con cui ha anche esordito in UEFA Europa League. Gioca stabilmente nella giovane Nazionale Kosovara, della quale ha anche indossato la fascia di capitano.

#BenvenutoAmir

✍️UFFICIALE
Amir #Rrahmani gialloblù dal 1° luglio
Leggi qui ➡️ https://t.co/WhsIQjFGxE#BenvenutoAmir pic.twitter.com/KmY75mIBV7

— Hellas Verona FC (@HellasVeronaFC) 27 giugno 2019

#FELDKIRCHEN2019 DAL 23 al 30 LUGLIO
27/GIUGNO/2019 - 12:45
Verona - Secondo ritiro estivo in Austria per l'Hellas Verona FC, che dal 23 al 30 luglio sarà di scena a Feldkirchen an der Donau, splendida località con strutture perfette per completare la preparazione agli impegni ufficiali. I gialloblù saranno ospiti, in esclusiva, dell'hotel Schloss Mühldorf, dotato di 2 campi da gioco in erba naturale e di tutte le attrezzature fondamentali per una squadra di calcio. Nel periodo di #Feldkirchen2019 sono inoltre in programma due test match, i cui dettagli saranno comunicati prossimamente.

MARGIOTTA: «CORRENT IN PRIMAVERA GRAZIE AL GRANDE LAVORO CON L'UNDER 17, ORGOGLIOSI DI PORTARE 5 SQUADRE IN RITIRO»
26/GIUGNO/2019 - 17:00
Verona - Le principali dichiarazioni del Responsabile del Settore Giovanile Massimo Margiotta, rilasciate in occasione della presentazione del ritiro estivo di Primavera e Settore Giovanile di #ValledelChiese2019 (CLICCA QUI).

«Corrent? Abbiamo deciso di dare continuità al buon lavoro da lui svolto con l'Under 17 nella scorsa stagione, durante la quale ha raggiunto un obiettivo storico come l'accesso ai Playoff Scudetto. Per questo abbiamo valutato di affidargli la Primavera. L'intenzione è quella di continuare a lavorare sul gruppo che lui ha potuto allenare durante questa annata, implementato dai ragazzi del 2000 e 2001. Porta? Allenatore competente e soprattutto un bravo istruttore, figura difficile da trovare oggi per dedizione ai ragazzi e sviluppo di talenti. Andrà a formare, assieme a Pellegrini nell'Under 16 e a Saviolo nell'Under 15, uno staff incaricato di proseguire verso l'obiettivo prefissato, cioè far crescere questi ragazzi e di vedere qualcuno di loro in prima squadra. Quest'anno siamo stati contenti, perché oltre ai vari Danzi, Kumbulla e Tupta, che nelle ultime stagioni erano stati protagoinsti in Primavera, abbiamo visto anche Traoré esordire e altri come Chiesa, Saveljevs e Lucas molto vicini al gruppo della Prima Squadra. Questo è il lavoro ed è ciò che noi dobbiamo continuare a fare. Giovani calciatori come Udogie? L'Hellas Verona come società punta molto su di lui, ma anche su tanti altri bravi giovani, sperando che emergano giocatori capaci di contribuire anche ai primi livelli. Udogie in questo momento è il ragazzo più in risalto perché ha fatto una competizione con l'Italia raggiungendo la finale dopo grandi prestazioni, anche a livello personale. Va seguito durante il percorso, cercando di non parlare troppo di lui perché continui a migliorare, noi possiamo aiutare i giovani con la nostra esperienza per educarli ed evitare situazioni che possano rallentarne la carriera. Ritiro in Valle del Chiese? È un grande orgoglio per noi tornare per il terzo anno in Trentino, in una località che ci ha sempre accolto bene e permesso di preparare bene le stagioni sportive. Anche quest'anno, oltre alle due settimane della Primavera, avremo a Roncone anche altre quattro formazioni dell'attività di base, una possibilità estremamente apprezzata sia dai ragazzi che dalle famiglie».

#PRIMIERO2019: PRESENTATO IN SEDE IL RITIRO DEL VERONA
26/GIUGNO/2019 - 15:00

#PRIMIERO2019
Verona - Torna, per il terzo anno consecutivo, l’appuntamento per il ritiro estivo a Primiero San Martino di Castrozza. La splendida località del Trentino è pronta ad accogliere la squadra, lo staff e soprattutto i tifosi gialloblù che arriveranno nel periodo tra il 10 e il 21 luglio. La presentazione è avvenuta in mattinata nella sede del Club gialloblù, alla presenza di Antonio Stompanato (Presidente Azienda per il Turismo San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi), Nadia Mazzardis (marketing Dolomiti Sport Events) e Roberto Failoni (Assessore al Turismo e allo Sport del Trentino). Presente, per l'Hellas Verona, il Revenue Manager Gianluca Schmidt.

LE STRUTTURE E L’HELLAS VILLAGE
Ad ospitare la squadra sarà, ancora una volta, l’Hotel Luis, mentre allenamenti e amichevoli si svolgeranno presso il Centro Sportivo Intercomunale di Mezzano. Nei pressi del campo sorgerà l’Hellas Village, il grande spazio interamente dedicato ai tifosi nel quale, ogni giorno, saranno a disposizione l’Hellas Store e tante attività per i tifosi di tutte le età. L’Hellas Village sarà aperto tutti i giorni negli orari degli allenamenti dei gialloblù, con orario continuato nei weekend.

ALLENAMENTI E AMICHEVOLI
Sono in programma tutti i giorni gli allenamenti della prima squadra presso il Centro Sportivo Intercomunale di Mezzano. Sono inoltre in programma tre amichevoli*:
- domenica 14 luglio: Hellas Verona-US Primiero
- mercoledì 17 luglio: avversario da definire
- sabato 20 luglio: avversario da definire

HELLAS CAMP PRIMIERO
Sempre nella sede del ritiro estivo, a Imèr, sono inoltre in programma gli Hellas Camp Primiero, due settimane (8-13 luglio e 15-20 luglio) dedicate a bambini e ragazzi nati tra il 2005 e il 2013 che potranno divertirsi e allenarsi ogni giorno sotto la guida degli istruttori qualificati dell’Hellas Verona. La vicinanza dei calciatori gialloblù, inoltre, regala ogni anno momenti indimenticabili a piccole e piccoli appassionati.

EVENTI DELLA LOCALITÀ
Oltre alle attività organizzate dal Club, la località mette a disposizione un vasto programma di eventi per tutte le fasce di età. Dalle visite guidate ai borghi ai festival musicali, dalle gare di mountain bike agli spettacoli per bambini, con l’Hellas Verona che ogni anno prende parte, con propri tesserati, a questi eventi nel corso del ritiro.
- Martedì 16 luglio: Cinebrolo (ore 21.30, Mezzano)
- Venerdì 19 luglio: The Night Primiero (ore 18.30, Transacqua)
- Sabato 20 luglio: Concerto dei Carmeni (ore 21.30, Mezzano)

Programma allenamenti e amichevoli: hellasverona.it
Programma eventi località: sanmartino.com
Programma e iscrizioni Hellas Camp Primiero: hellasverona.it

#VALLEDELCHIESE2019: LA PRIMAVERA E IL SETTORE GIOVANILE TORNANO A RONCONE
26/GIUGNO/2019 - 13:30

#VALLEDELCHIESE2019
Verona – Terzo anno consecutivo in Valle del Chiese per la Primavera e il Settore Giovanile gialloblù. Dopo l’esperienza a Storo della prima squadra nel 2016, è proseguita con grande soddisfazione la collaborazione tra il Club e la splendida vallata del Trentino, con la località di Roncone nuovamente pronta ad accogliere i giovani dell’Hellas. Si parla al plurale, perché ancora una volta non sarà solo la Primavera a partire, ma anche altre quattro squadre dell’attività di base. L'intero ritiro è stato presentato in mattina nella sede dell'Hellas Verona, alla presenza di Diego Decarli (comunicazione progetti speciali Valle del Chiese), Massimo Margiotta (responsabile Settore Giovanile Hellas Verona) e Roberto Failoni (Assessore allo Sport e al Turismo del Trentino).

LE SQUADRE COINVOLTE
- Primavera: dal 27 luglio al 9 agosto, 14 giorni in quota per preparare al meglio la stagione sportiva di Primavera 2 2019/20.
- Under 14: dal 22 al 25 agosto
- Under 13: dal 25 al 28 agosto
- Esordienti 2009: dal 29 agosto all’1 settembre
- Pulcini 2010: dal 6 all’8 settembre

LE STRUTTURE
Tutti i giovani calciatori e i loro staff saranno ospiti dell’Hotel Genzianella, nel pieno centro di Roncone, storico borgo a pochi passi dal centro sportivo dell’Unione Sportiva Alta Giudicarie. Un manto erboso di grande qualità, perfetto per la preparazione estiva e vicinissimo al lago di Roncone, spesso utilizzato dalla squadre per la crioterapia post allenamento.

ALLENAMENTI E AMICHEVOLI
Sono in programma tutti i giorni gli allenamenti della Primavera presso il Centro Sportivo dell’US Alta Giudicarie a Roncone. Sono inoltre in programma tre amichevoli*:
- mercoledì 31 luglio: avversario da definire
- domenica 4 agosto: Valle del Chiese – Trentino Cup (avversario da definire)
- venerdì 9 agosto: avversario da definire

EVENTI DELLA LOCALITÀ
Realtà vocata alle attività outdoor e caratterizzata da un ambiente naturale di rara bellezza (a cominciare dalla maestosa Val di Fumo, realtà unica in tutte le Alpi), la Valle del Chiese è caratterizzata da un’offerta di vacanza che propone e abbina divertimento, gastronomia, cultura e relax ideale per le famiglie. Per chi ama la vacanza attiva le adrenaliniche attività di canyoning, kite surf, parapendio, mountain bike, trekking. E poi i due laghi d’Idro e di Roncone (sede del ritiro) e il Breg Adventure Park Breguzzo.

Programma allenamenti e amichevoli: hellasverona.it
Programma eventi località: visitchiese.it
Albergo Genzianella: albergogenzianella.net

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: MARINI nuovo preparatore dei portieri dell'ASCOLI. Edy REJA nuovo commissario tecnico dell'ALBANIA: 'Volevo una nazionale, ho rifiutato anche il Verona'. Il 31enne VERGINI lascia la Turchia e torna in patria al SAN LORENZO.
Dopo la bigia esperienza nella Serie B nipponica mister PECCHIA torna in Italia: Guiderà l'Under 23 della JUVENTUS e ritroverà FUSCO anche se in vesti leggermente diverse rispetto a quelle in cui i due hanno lavorato al VERONA.

SERIE B: Il PALERMO penalizzato in cadetteria rischia di ripartire dai dilettanti, manca infatti la necessaria fidejussione per l'iscrizione in Serie B. Il diggì LUCCHESI 'Siamo stati truffati!'. Il VENEZIA pronto al ripescaggio...

29.06.2019 13:00 - in: Juventus U23
Under 23, Fabio Pecchia è il nuovo allenatore!
Il tecnico di Lenola arriva alla Juventus dopo anni di esperienza in panchine italiane ed estere


La Juventus Under 23 ha un nuovo allenatore, che si chiama Fabio Pecchia. Si tratta di un ritorno a Torino, per lui, che ha militato nella Juventus nella stagione 1997/98, segnando anche in quella stagione una importante rete contro l'Empoli.

Al termine di una lunga carriera da calciatore (è stato un ottimo centrocampista che ha militato in numerose squadre italiane, oltre alla Juve: Napoli, Sampdoria, Torino, Bologna, Siena, Ascoli fra queste), Pecchia ha acquisito dalla stagione 2009/2010 una notevole esperienza in panchina.

Ha infatti allenato Foggia, Gubbio, Latina, e come vice Napoli, Real Madrid e Newcastle United, per poi dirigere per due stagioni (2016/18) il Verona (promozione dalla B alla A nel 2016/17) e infine, nell’annata appena conclusa, vivere un’esperienza in Giappone, con l’Avispa Fukuoka.

Da adesso inizia per lui una seconda avventura bianconera: benvenuto, Mister!

FONTE: Juventus.com


NEWS
Ex gialloblù, Vergini lascia il Bursaspor e torna in patria al San Lorenzo
L’argentino che aveva vestito la maglia gialloblù nel 2010-2011, lascia la Turchia per tornare a giocare in patria

di Redazione giugno 27, 2019 - 22:17

L’ex difensore dell’Hellas Verona, Santiago Vergini, lascia dopo una sola stagione il Bursaspor e torna in Argentina per vestire la maglia del San Lorenzo. La stagione in Turchia è culminata con la retrocessione del club biancoverde e con solo 9 presenze collezionate dal difensore classe 1988.

FONTE: CalcioHellas.it


CALCIOMERCATO
Reja è nuovo Ct Albania: "Ho rifiutato il Verona"
26/06/2019 09:52

“Ero stanco di allenare squadre di club, dopo l’Atalanta avevo respinto alcune proposte interessanti come Udinese, Benevento e Verona. Volevo chiudere la carriera togliendomi l’ultimo sfizio: una nazionale”. Lo ha detto Edy Reja a La Gazzetta dello Sport. Il tecnico friulano è il nuovo Ct dell'Albania.

FONTE: TGGialloBlu.it


Marini preparatore dei portieri dell’Ascoli
giugno 26, 2019

L’ex preparatore dei portieri dell’Hellas Verona, Massimo Marini, entra nello staff tecnico dell’Ascoli di Zanetti. In bocca al lupo da parte di Hellas Live per la nuova avventura al veronese Marini. Foto SudTirol

FONTE: HellasLive.it


NOTIZIE
25 giugno 2019 - 21:59
Iscrizione Palermo, Lucchesi ammette: “Siamo stati truffati. Fideiussione? Ecco quali saranno le prossime mosse”
Le parole del direttore generale del club rosanero, Fabrizio Lucchesi, in merito alla mancata presentazione della domanda di iscrizione al prossimo campionato da parte della società di viale del Fante


Si arricchisce di un nuovo capitolo la vicenda relativa alla mancata iscrizione del Palermo al prossimo campionato.

Assume i contorni di un vero e proprio giallo la domanda d’iscrizione al campionato cadetto del Palermo Calcio: la società rosanero, infatti, sembrerebbe esser stata vittima di una truffa in merito alla richiesta della fideiussione per l’iscrizione al campionato di Serie B. La conferma arriva direttamente dal direttore generale del club siciliano Fabrizio Lucchesi che, durante un’intervista concessa ai microfoni di Gds.it, ha dichiarato quanto segue:

“Cosa dobbiamo dire, siamo stati truffati ci siamo affidati alle persone sbagliate. Stiamo provvedendo a chiedere una nuova fideiussione e a depositarla, poi vedremo cosa fare. Domani sicuramente uscirà la verità, ma quello che è successo è davvero incredibile. Non si può andare avanti con questi truffatori”.

FONTE: MediaGol.it


Il Palermo sprofonda verso la serie D. Segnali negativi dalla Covisoc
26/06/2019 08:47
Matteo Fernandez

Il Palermo sprofonda verso la Serie D. Più passano le ore, più si delinea con chiarezza quello che dovrebbe essere lo scenario finale. La storia della truffa subita convince poco e soprattutto non assolve il Palermo dalle sue responsabilità nei confronti degli organi calcistici. Se poteva esserci una speranza su un milione di far valere come giustificazione il discorso dei problemi tecnologici, fatto da Tuttolomondo in conferenza stampa, adesso non c’è più nessun appiglio tranne la Divina Provvidenza.

A Venezia già esultano e si sentono con un piede in B dopo la rocambolesca retrocessione di alcune settimane fa. Sarà anche brutto, dal punto di vista sportivo, ma non avremmo gioito anche noi delle disgrazie altrui? Ricordo ancora come venne salutato il “miracolo” della non iscrizione dell’Ischia che evitò al Palermo l’onta della retrocessione in C-2.

Vedremo nei prossimi giorni se questa brutta storia della Lev Ins avrà davvero ripercussioni giudiziarie o se si sgonfierà con un palloncino ad aria ma riesce davvero difficile capire come certe cose siano possibili: ingenuità? buona fede?

Ammesso (a questo punto viene il dubbio su tutto) che il resto della documentazione sia a posto e che non sia stato preparato con approssimazione. La Gazzetta dello Sport, ad esempio, è durissima e dice senza mezzi termini che il Palermo non ha rispettato i requisiti richiesti per iscriversi al campionato di Serie B e avanza qualche altro dubbio.

Secondo la rosea, l’indice di patrimonializzazione del club rosanero rientrerebbe nei parametri consentiti soltando inserendo dei crediti d’imposta; il mezzo milione di ammenda da pagare alla Figc come sanzione prevista dalla Corte federale d’Appello sarebbe stato coperto con la fotocopia di un mandato di pagamento; dubbi anche sulla regolarità dei bonifici per il pagamento ai tesserati che fino a ieri sera non avevamo ricevuto nulla. Sono stati fatti? Fatti e poi revocati? Tra qualche ora ne sapremo di più anche su questo versante.

FONTE: StadioNews.it


SERIE B
Palermo, quale futuro? Ferrero pronto in caso di mancata iscrizione alla B
26.06.2019 00:53 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
I tifosi del Palermo vivono ore concitate, in attesa di conoscere il destino della formazione rosanero. Qualora la formazione siciliana non dovesse iscriversi al prossimo campionato di Serie B - fa sapere Sky Sport - il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero sarebbe pronto a far rinascere il calcio in città come in passato hanno fatto De Laurentiis (a Napoli prima e a Bari poi) e Lotito a Salerno.

Primi contatti. Il numero uno della Società blucerchiata avrebbe già avviato dei contatti con il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Una eventuale proposta per far ripartire il calcio a Palermo, come gli altri possibili interessamenti, verrà valutata proprio dal primo cittadino.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio