Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Massimo DONATI

Massimo Donati

Data di nascita:26/03/1981
Luogo di nascita:Sedegliano (UD)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Centrocampista
Altezza:186 Cm
Peso:75 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Bari2014 - 2015B-- 
Hellas Verona2013 - 2014A191 
Palermo2012 - 2013A280 
PalermoGen. 2012 - 2012A182 
Bari2011 - Gen. 2012B192 
Bari2010 - 2011A311 
BariAgo. 2009 - 2010A321 
Celtic Glasgow2009 - Ago. 2009SPL20 
Celtic Glasgow2008 - 2009SPL40 
Celtic Glasgow2007 - 2008SPL253 
Atalanta2006 - 2007A321 
Messina2005 - 2006A331 
Messina2004 - 2005A341 
Sampdoria2003 - 2004A190 
TorinoGen. 2003 - 2003A174 
Parma2002 - Gen. 2003A71 
Milan2001 - 2002A170 
Atalanta2000 - 2001A261 
Atalanta1999 - 2000B201 
Atalanta1999 - 2000B201 
Giovanili AtalantaFino al 1999--- 
LEGENDA: SPL=Scottish Premier League (Serie A Scozzese)

DONATI regala la vittoria in Champions contro lo SHAKHTAR DONETSK ed i tifosi scozzesi lo ringraziano al 'Celtic Park'Col BARI gol dal limite contro la JUVE

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
Cresciuto nelle giovanili atalantine agli ordini (fra gli altri) di Bortolo MUTTI, Massimo esordisce appena 18enne fra i professionisti (COSENZA 0-1 ATALANTA) e con 20 presenze trascina i suoi in Serie A giocando stabilmente anche nelle giovanili della Nazionale (della quale passa tutte le squadre dall'Under 16 all'Under 21).

PROTAGONISTA PRECOCE
Nella stagione successiva è subito protagonista anche nella massima Serie e nel 2001 fa i bagagli per Milano, sponda rossonera, dove però non ha molta fortuna: DONATI gioca poco, subentra spesso a partita in corso e così viene mandato al PARMA e al TORINO ad acquisire esperienza.
Nonostante i 4 gol del nostro, i granata retrocedono a fine stagione e il centrocampista viene ingaggiato dalla SAMPDORIA.
Anche a Genova Massimo non incontrerà molta fortuna e per ritrovare finalmente il campo da titolare dovrà attendere il 2004 e l'occasione offerta dal neopromosso MESSINA di mister MUTTI che l'aveva avuto con se nelle giovanili a Bergamo e che gli garantisce le chiavi del centrocampo siculo per due stagioni condite complessivamente da 67 presenze e 2 gol.
E veniamo al 2006: La vicenda legata a 'calciopoli' condanna il team siciliano alla retrocessione e DONATI fa ritorno all'ATALANTA ancora in Serie A dove gioca stabilmente...

AVVENTURA SCOZZESE CON DOPPIO ALLORO
Dalla stagione successiva gli scozzesi del CELTIC si aggiudicano per 4,5 milioni di Euro quel combattente del centrocampo che pare fatto apposta per un calcio forse meno tecnico ma più fisico: Massimo può esordire anche in Champions League e togliersi la soddisfazione di segnare anche il primo gol nella massima competizione continentale (il secondo lo realizzò all'ARSENAL nell'Agosto del 2009 poco prima di lasciare Glasgow) che valse peraltro la vittoria degli scozzesi sugli ukraini dello SHAKHTAR DONETSK al 'Celtic Park'.
Quelle col CELTIC GLASGOW rimangono le massime soddisfazioni in carriera per DONATI che vince con gli scozzesi il campionato nazionale nel 2007-2008 e la coppa di lega nella stagione successiva!

IL RITORNO IN PATRIA, PALERMO E INFINE VERONA...
Agosto 2009, il 28enne jolly di centrocampo torna in Italia per cercare di mantenere la categoria col BARI neopromosso in Serie A che se lo aggiudica per 1,2 milioni di Euro ed un quadriennale da 500mila Euro a stagione: Lo sforzo economico dei 'Galletti' viene ripagato immediatamente da Massimo che prende in mano la mediana pugliese e salva il BARI dalla retrocessione che però avviene al termine della stagione 2010-2011.
DONATI rimane in Puglia anche in Serie B agli ordini di mister TORRENTE che gli affida il ruolo di capitano ma a Gennaio 2012, dopo 19 presenze e 2 gol, il PALERMO lo richiama in Serie A: Coi rosanero 18 presenze e altri 2 gol poi 28 presenze e nessuna segnatura quando il team di patròn ZAMPARINI retrocede e Massimo risponde all'invito di SOGLIANO che lo vuole al neopromosso HELLAS...

Qui trovate una pagina Facebook dedicata al calciatore e questo è il suo profilo su twitter

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • La stagione 2013-2014 termina il 23 Aprile per Massimo che, a causa di una lesione distrattiva del bicipite femorale destro rimediata nell'ultima gara nella 'sua' Bergamo, sarà costretto ad un mese di stop...
  • Primo gol in maglia scaligera proprio a Bergamo! Dove l'HELLAS va a vincere grazie al gol di DONATI, cresciuto nel vivaio atalantino, bissato da quello di TONI...
  • Presunti insulti ad un raccattapalle che poi si è scoperto essere Manolo PORTANOVA figlio del capitano dei 'Grifoni' in occasione di GENOA 2-0 VERONA: Il brutto episodio è stato smentito dall'abbraccio a fine gara tra i diretti interessati sul campo! Certo che è difficile chiamare giornalista chi si attacca a 'stè cose (per di più false)
  • 300 Le presenze in Serie A festeggiate con la maglia dell'HELLAS il 6 Ottobre 2013 a Bologna nel 4 a 1 a favore dei gialloblù
  • Centrocampista ecclettico, il calciatore ex PALERMO è bravo di testa, si trova a suo agio da regista ma è stato impiegato anche sulle fasce in difesa in gioventù: Nella passata stagione GianPiero GASPERINI l'ha impostato inizialmente anche come difensore centrale con compiti di impostazione...
  • Omonimie... Sportive Massimo DONATI è omonimo di un ex ciclista su strada italiano, professionista dal 1993 al 2002
  • Riti scaramantici pregara Mangiare pizza la sera prima del ritiro e indossare gli stessi slip con cui ha vinto la partita precedente
  • La lettera del capitano... Il 19 Gennaio 2012 Massimo si trasferisce al PALERMO con una lettera aperta ai tifosi pugliesi, una lettera da vero capitano quale lui era!
  • Palmares scozzese! Quelle col CELTIC GLASGOW rimangono le massime soddisfazioni in carriera per DONATI che vince con gli scozzesi il campionato nazionale nel 2007-2008 e la coppa di lega nella stagione successiva
  • È sposato con Luana Di Bella, una donna siciliana che gli ha dato tre figli: Michelle, Swami e Mathias 'E' stato amore a prima vista - racconta Luana - ricordo che ero seduta al tavolo con un mio amico mentre lui era al bancone e ci guardammo per tutto il tempo. Ci siamo rincontrati dopo qualche giorno nello stesso pub e abbiamo chiacchierato e scherzato scambiandoci il numero di telefono e da quel momento non ci siamo più lasciati'
  • I tatuaggi ed i condizionamenti della moglie La signora DONATI racconta 'Massimo ha due tatuaggi: un tribale sul braccio e sul petto il logo della squadra di calcio del Celtic con i nostri nomi intorno. Per Massimo, calcisticamente, in Scozia sono stati due anni meravigliosi. Il calcio in Inghilterra è inteso diversamente e soprattutto ci sono meno pressioni. Per lui è stato doloroso andar via ma l'ha fatto per amor mio e di questo gliene sarò sempre grata, anche se alle volte mi sento ancora in colpa. Da questa esperienza ho tratto che difficilmente condizionerò in futuro le sue scelte calcistiche'
  • Reti in Champions... Il centrocampista friulano è andato a segno per due volte in Champions League, entrambe con la mglia del CELTIC GLASGOW contro lo SHAKHTAR DONETSK (gol vittoria a tempo scaduto al 'Celtic Park') e contro l'ARSENAL nel girone eliminatorio ad Agosto del 2009 poco prima di lasciare la Scozia
  • 4 gol in mezza stagione al TORINO nel 2003: E' il record di reti segnate da DONATI in Serie A in una squadra ma dall'estate a Gennaio di quell'anno, col PARMA, Massimo era andato a segno già in un'altra occasione per cui il record stagionale di segnature nel massimo campionato di calcio italiano è 5...
  • Fra i migliori per Don Balón Nel 2001 è stato inserito fra i migliori giocatori dalla rivista sportiva spagnola specializzata nel calcio spagnolo ed internazionale...
Video fotografico dedicato a Massimo DONATI

Massimo Donati
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massimo Donati (Sedegliano, 26 marzo 1981) è un calciatore italiano, centrocampista del Verona.

Biografia
È sposato con Luana Di Bella, una donna siciliana che gli ha dato tre figli: Michelle, Swami e Mathias (quest'ultimo nato nel 2009).

Caratteristiche tecniche
È bravo nel gioco aereo e ad impostare la manovra d'attacco.
Nella prima parte della stagione 2012-2013 col Palermo è stato impiegato da Gian Piero Gasperini nel ruolo di difensore centrale con compiti di manovra.
Nel 2001 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori stilata da Don Balón.

Carriera
- Club
Inizi
Dopo aver fatto tutta la trafila nel settore giovanile dell'Atalanta con Bortolo Mutti come allenatore, esordisce nel campionato di Serie B con la maglia nerazzurra nella stagione 1999-2000 e contribuisce alla promozione in Serie A degli orobici con 20 presenze e una rete. Debutta fra i professionisti in Cosenza-Atalanta (0-1) della prima giornata di campionato, tornando in campo per la seconda volta nel tredicesimo turno.

Atalanta, Milan, Parma, Torino e Sampdoria
Nel campionato successivo esordisce in Serie A in Atalanta-Lazio (2-2) della prima giornata; in questa stagione disputa in totale 26 partite segnando una rete.
Nell'estate del 2001 viene acquistato dal Milan. Con la maglia rossonera colleziona 17 presenze, quasi sempre da subentrato.
Nell'estate del 2002 viene mandato in prestito al Parma, con la quale realizza 7 presenze e un gol. A gennaio cambia di nuovo maglia, passando al Torino, sempre in massima serie, con il quale disputa 17 partite segnando 4 reti, retrocedendo in Serie B a fine stagione.
Nel 2003-2004 gioca con la maglia della Sampdoria, collezionando 19 presenze.

Messina e il ritorno all'Atalanta
Nell'estate del 2004 passa al Messina dove rimane due stagioni e gioca 67 partite mettendo a segno 2 reti contribuendo alla doppia salvezza della squadra siciliana guidata da Bortolo Mutti, che lo aveva allenato anche nelle giovanili dell'Atalanta.
Nell'estate del 2006, sempre in prestito dal Milan, torna all'Atalanta, totalizzando 32 presenze e una rete in Serie A.

Celtic
Il 29 giugno 2007 passa a titolo definitivo alla società scozzese del Celtic, sua unica esperienza fuori dall'Italia, in cambio di 4,5 milioni di euro. Sotto la guida tecnica dello scozzese Gordon Strachan gioca da titolare la Scottish Premier League. Con questa squadra ha pure l'opportunità di giocare in Champions League, e il 28 novembre 2007 segna il suo primo gol in carriera nella massima competizione continentale segnando a tempo scaduto al Celtic Park il gol che vale la vittoria della sua squadra nei confronti degli ucraini dello Shakhtar Donetsk (2-1). Il 26 agosto 2009 segna un altro gol europeo contro gli inglesi dell'Arsenal, che non è sufficiente alla squadra scozzese per centrare la qualificazione alla fase a gironi della Champions League 2009-2010. Con il Celtic vince il campionato 2007-2008 e Scottish League Cup 2008-2009.

Bari
Il 27 agosto 2009 passa a titolo definitivo al Bari, società con cui firma un quadriennale da 500.000 euro a stagione. Il costo del cartellino è stato di 1,2 milioni di euro. Il 20 settembre 2009 firma la sua prima rete con la maglia dei Galletti nell'incontro vinto per 4-1 sull'Atalanta, sua ex squadra.
Inizia la stagione 2010-2011 realizzando una rete contro la Juventus alla prima di campionato, decisiva per la vittoria di misura per 1-0 della squadra pugliese. La stagione termina però con il Bari ultimo in classifica e con la conseguente retrocessione in Serie B.
Confermato per la stagione 2011-2012, grazie alla stima del nuovo allenatore Vincenzo Torrente diventa il giocatore più rappresentativo e capitano della formazione biancorossa.

Palermo
Il 19 gennaio 2012 viene ceduto a titolo definitivo al Palermo, in Serie A, firmando un contratto fino al 2014 a 700.000 euro annui. Il giorno seguente è stata pubblicata sul sito ufficiale del Bari una lettera di saluto e ringraziamento ai tifosi baresi e alla società. In Sicilia ritrova Mutti come allenatore, che lo schiera subito titolare facendolo esordire alla prima partita utile, ovvero Palermo-Genoa (5-3) della 19ª giornata di campionato giocata tre giorni dopo il suo arrivo. Realizza la prima rete col Palermo nella vittoria casalinga per 5-1 contro la Lazio del 19 febbraio e valida per la 24ª giornata, segnando il gol del 2-0 con un tiro da fuori area. Coi rosanero chiude la stagione dopo aver giocato 18 partite, tutte da titolare, saltando solamente la 31ª giornata per squalifica e l'ultima giornata per influenza; ha all'attivo anche una seconda rete, nella partita vinta per 3-1 in trasferta contro il Bologna alla 30ª giornata di campionato.
In Atalanta-Palermo (1-0) della quarta giornata del campionato 2012-2013, disputata il 23 settembre 2012, indossa per la prima volta la fascia di capitano del Palermo dato che Fabrizio Miccoli non era fra i titolari. È stato il vice capitano fino a metà stagione, quando poi il ruolo è stato preso da Édgar Barreto. Sotto la guida tecnica di Gian Piero Gasperini è stato utilizzato quasi esclusivamente come difensore centrale col compito di impostare la manovra, e mai da centrale di centrocampo; veniva piuttosto utilizzato come riserva. Conscio del ruolo, lo ha accettato anche a seguito del calciomercato invernale che ha portato in rosa dei centrocampisti. Col ritorno di Giuseppe Sannino sulla panchina della squadra, dopo l'esonero di inizio annata, gioca inizialmente a centrocampo per poi apparire anche nel reparto difensivo della squadra. La stagione si conclude con la retrocessione dei rosanero, sancita il 12 maggio 2013 dalla sconfitta esterna per 1-0 contro la Fiorentina della 37ª giornata. Chiude l'annata con 28 presenze in campionato e 2 in Coppa Italia.
Il 20 giugno 2013, seppur il calciomercato debba ancora iniziare, passa a titolo definitivo all'Hellas Verona, accordo da formalizzare dopo le visite mediche.

- Nazionale
Ha debuttato nelle Nazionali italiane nel 1998, vestendo per 9 volte la maglia dell'Under-16 con un gol all'attivo.
Nel 1999-2000 gioca 7 partite con l'Under-18.
Nello stesso anno, dopo una partita con l'Under-20, inizia a giocare con l'Under-21, con cui colleziona 26 presenze e 6 reti fino al 2004. Fa parte della spedizione azzurra agli Europei Under-21 del 2002.

Palmarès
- Club
Campionato scozzese: 1 Celtic: 2007-2008
Scottish League Cup: 1 Celtic: 2008-2009


Massimo Donati
From Wikipedia, the free encyclopedia

Massimo Donati (born 26 March 1981 in San Vito al Tagliamento, Italy) is an Italian footballer who currently plays as a central midfielder for Serie A club Verona.

Career
From Atalanta to Milan
Donati is a central midfielder and started his career at Atalanta and moved to A.C. Milan in 2001 along with Cristian Zenoni for 60 billion lire in cash plus player deal (Player asset was majority). However, due to the competition at the club, Donati was unable to claim a first team place, spending the 2002–03 season on loan at Parma and then Torino.
His second season (2003–04) at the San Siro saw him join Sampdoria on loan, before enjoying a successful spell at Messina for the 2004–05 and 2005–06 seasons.
Despite finding his form at Messina, Donati still found himself out of favour at Milan and was sent again on loan for the 2006–07 season, this time to his first club Atalanta.

Celtic
On 29 June 2007, Celtic confirmed the signing of Donati on a four-year contract for a fee of €2million. Donati was given the number 18 jersey, vacated by ex-captain Neil Lennon and was unveiled at Celtic Park. He made his Celtic debut debut in their first league game of the season on 5 August, a 0–0 draw with Kilmarnock. In Celtic's next league game against Falkirk, Donati was involved in his side's equaliser when his shot hit Kenny Milne and went into the net; Celtic won the game 4–1. The following week, Donati grabbed his first competitive Celtic goal with an equalising goal against Aberdeen and later added an assist for Kenny Miller as Celtic won 3–1.
On 28 November, Donati won the match for Celtic in the UEFA Champions League fixture against Shakhtar Donetsk, netting in the 92nd minute to win the match 2–1. This result meant Celtic only needed a point away to Donati's former club A.C. Milan in the San Siro to qualify for the last 16 stage of the tournament. Celtic lost 1–0 to Milan, but still qualified for the last 16 as runners-up in their group after Benfica defeated Shakhtar in Ukraine. As the season went on, Donati's form began to dip, resulting in the central midfield positions being changed with Barry Robson and Paul Hartley in place of Donati and Scott Brown. In May 2008, it was reported that Donati wanted to go back to Serie A.
In the 2008–09 season, Donati made only a handful of appearances for Celtic, though he started in the home game against Kilmarnock on 12 November 2008 and won the man of the match award.
After the appointment of Tony Mowbray as Celtic manager, Donati won back his place in the Celtic midfield alongside new signing Landry N'Guemo. Donati played in most of the pre-season games and scored in a 5–0 win over African Champions League winners Al-Ahly in the Wembley Cup. He started the 2009–10 campaign in fine form and scored from a spectacular volley in Celtic's 3–1 loss to Arsenal in the Champions League play-off.

Bari
On 27 August 2009, Donati left Celtic and signed a four-year contract with Serie A newcomers A.S. Bari.

Palermo
On 18 January 2012, Donati was transferred from Bari in Serie B to Palermo in Serie A.

Honours
- Celtic
Scottish Premier League : 2008 Translink Cup : 2009 Wembley Cup : 2009

FONTE: Wikipedia.org