BOLOGNA 4-0 HELLAS VERONA: Poteva finire di misura o forse con un paio di gol a sfavore dei gialloblù ma anche oggi qualche svarione difensivo davvero imbarazzante (per cambiare) ha permesso ai felsinei di dilagare... Perdere con squadre di categoria superiore ci stà ma preoccupa non poco la debolezza mentale degli scaligeri una volta in svantaggio

Pubblicato da andrea smarso venerdì 2 dicembre 2016 00:09, vedi , , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#BolognaVerona +   -   =

RECAP & IMPRESSIONI
...Parte aggressivo l'HELLAS con un inedito ZACCAGNI terzino destro che combina al meglio con VALOTI e si sovrappone sulla fascia a TROIANIELLO, al 6° tremano i tifosi rossoblù sul palo colpito da GANZ a porta praticamente vuota e per mezz'ora buona i gialloblù mettono sotto i padroni di casa sul piano del gioco e l'intensità mentre i felsinei si muovono poco senza palla e non pressano.
Dopo 30 minuti si svegliano i padroni di casa 'accogliendo' al meglio le grida di mister DONADONI che sprona i suoi: Al 30° DI FRANCESCO riesce a trovare il corridoio giusto (ed una sfortunata deviazione di un difensore scaligero) per bucare COPPOLA sugli sviluppi di un calcio d'angolo e 9 minuti dopo è bravo DESTRO a mantenere la freddezza per servire il meglio piazzato MOUNIER un metro avanti al dischetto dell'area scaligera, facile il siluto con cui l'esterno francese trova il raddoppio.
Nella seconda metà di gara mister PECCHIA esperimenta alternative senza peraltro impensierire un BOLOGNA che si limita a controllare agevolmente la gara trovando altri due gol nel finale di gara grazie all'allegra fase difensiva scaligera che anche in quest'occasione non smette di stupire in negativo: MOUNIER e KRAFTH ringraziano sentitamente e servono un 4 a 0 che sicuramente non fa male come quello rimediato al Binti dal NOVARA ma brucia parecchio perchè anche stavolta (come l'altra) c'è modo e maniera anche nella sconfitta.

Clicka qui per vedere l'album di Bologna 4-0 Verona

A San Siro andrà il BOLOGNA ad affrontare l'INTER com'è giusto che sia, visto l'andamento della gara...
Rimane il rammarico per quel legno clamoroso colto da GANZ ad inizio del match ma al vantaggio avversario il VERONA è quasi sparito dal campo lasciandosi poi 'travolgere' nel secondo tempo quando agli avversari probabilmente appagati dal 2 a 0 sono state regalate altre due comode segnature da imbarazzanti errori individuali dei 'soliti' SOUPRAYEN-BIANCHETTI con l'amichevole partecipazione di COPPOLA che inventa un grande assist per il poker avversario!
Come dicevo giusto così, ora testa subito al PERUGIA che Domenica arriva al Bentegodi da molte parti accreditato di giocare il miglior calcio della cadetteria e ha trascinato ai supplementari il GENOA prima di cedere il passaggio del turno di Coppa Italia agli avversari.


LA GARA
Turn-over 'misurato' in casa felsinea con un centrocampo tecnicamente importante ma relativamente nuovo formato da MBAYE, DONSAH, PULGAR e NAGY e un DESTRO che deve ritrovare fiducia regolarmente in campo al centro dell'attacco invece dell'atteso FLOCCARI.
Tra i pali GOMIS sostituisce DA COSTA.
Molte le sorprese nella formazione ufficiale dell'HELLAS alcune annunciate come COPPOLA (altro ex BOLOGNA) fra i pali, BOLDOR (in prestito dal BOLOGNA) sul centrosinistra della difesa e GANZ al centro dell'attacco, altre meno come ZACCAGNI dato come terzino nella formazione ufficiale sui canali social media scaligeri: Difficile che il centrocampista venga 'snaturato' così tanto, più probabile un cambio di modulo (3-4-3? 3-5-2?) con una difesa a tre oppure l'abbassamento di FARES in un ruolo comunque non suo (e in più a destra) e lo spostamento di VALOTI all'opposto di TROIANIELLO in attacco.

Parte la gara agli ordini del signor Pairetto della sezione di Nichelino e ZACCAGNI è confermato nell'inedito ruolo di terzino con 'licenza di attacco'.
Inizia alla grande il 4-3-3 dell'HELLAS (che vira in 4-1-4-1 in fase di non possesso con MARESCA difensore aggiunto davanti alla difesa) mettendo in ambasce i padroni di casa con un gioco veloce e aggressivo:
6° Palo clamoroso di GANZ a porta praticamente vuota a seguito di un gran suggerimento da destra di VALOTI e sugli sviluppi è ancora Mattia ad avere la palla sul destro ma è indeciso quell'attimo di troppo che permette ad un difensore avversario di deviare sul fondo il piazzato del gialloblù.
11° Grande azione tutta di prima dei gialloblù: BESSA la da al centro per GANZ che triangola con FARES e poi va alla conclusione dal limite senza impattare con la forza necessaria.
13° PULGAR prova a sorprendere COPPOLA con una gran botta da distanza siderale ma il portiere scaligero blocca senza patemi.
27° PULGAR dalla fascia sinistra cerca MOUNIER sul secondo palo, l'esterno offensivo a tu per tu con COPPOLA prova il colpo da sotto ma la mette direttamente sul fondo...
30° BOLOGNA IN VANTAGGIO: Siluro di PULGAR da dentro l'area, bravo COPPOLA a smanacciare in corner... Sugli sviluppi della battuta la palla ballonzola al limite sui piedi di DI FRANCESCO che prova la conclusione ed incoccia su un difensore scaligero prima di insaccarsi in porta!
37° FARES da sinistra ribalta dalla parte opposta per TROIANIELLO che appoggia per GANZ spalle alla porta, l'ex COMO si gira in un amen ma tira debole per il facile recupero di GOMIS.
39° RADDOPPIO ROSSOBLÙ: MARESCA prova un dribbling di troppo in mediana e perde palla sulla pressione di un avversario, il BOLOGNA riparte a razzo con DI FRANCESCO che attira un difensore e DESTRO che ad un metro dalla porta mantiene la freddezza e la mette poco più avanti del dischetto per la facilissima conclusione di MOUNIER
45° Nessun recupero, il signor Pairetto termina la prima metà di gara.


ZACCAGNI con un duro intervento sulle gambe di GASTALDELLO viene punito col cartellino giallo.
7° Palla profonda di DI FRANCESCO per MBAYE appostato sul secondo palo, il tiro del centrocampista è parato dal piedone di COPPOLA.
15° Mister PECCHIA cerca di invertire la rotta con GOMEZ che rileva BESSA con FARES che cambia fascia, TROIANIELLO scala a fare il terzino e ZACCAGNI torna in mediana nella sua posizione naturale.
21° Il VERONA passa al 4-2-4 con l'ingresso di LUPPI al posto di VALOTI: A centrocampo sono i soli MARESCA e ZACCAGNI a fare da filtro mentre GOMEZ aiuterà GANZ nel fronte offensivo. Nel BOLOGNA l'ex DONSAH è stanco ed è sostituito da DZEMAILI.
29° Rovesciata di LUPPI in area, spettacolare ma imprecisa e la palla vola sulla traversa difesa da GOMIS.
32° CARACCIOLO entra a dare il cambio a ZACCAGNI mentre BOLDOR sale a fare l'incontrista di centrocampo. Nella squadra di casa il talentuoso classe '98 OKWONKWO entra al posto di DI FRANCESCO.
40° TRIS FELSINEO: KRAFTH imperversa a destra 'dimenticato' da SOUPRAYEN, facile il cross in mezzo per l'incornata di MOUNIER che prima finta di andare sul primo palo liberandosi agevolmente di BIANCHETTI, poi cambia direzione ed è libero di insaccare nell'angolino...
41° Nel BOLOGNA PULGAR rileva TAIDER.
43° BOLDOR a gamba tesa in ritardo su MOUNIER, il rumeno si scusa ma il fallo è davvero brutto e merita l'ammonizione comminata dal signor Pairetto.
44° OKWONKWO salta col gomito largo su BIANCHETTI, il signor Pairetto estrae il giallo anche per il nigeriano Campione del Mondo Under 17.
45° POKER BOLOGNA: COPPOLA rinvia malissimo sui piedi di KRAFTH che dalla trequarti punta la porta poi scaglia un tiro che passa tra le gambe di CARACCIOLO prima di infilarsi in porta!
48° Dopo tre minuti di recupero il signor Pairetto cala il sipario, il BOLOGNA passa il turno e se la vedrà con l'INTER al Meazza.

Radiografia del Gol gialloblù 2016/2017
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
PAZZINI01313
BESSA044
VALOTI033
GANZ123
FOSSATI123
RÔMULO022
LUPPI112
GOMEZ011
PISANO011
SILIGARDI011
ZACCAGNI011
ZUCULINI101

I VOTI
  • COPPOLA Gara tutto sommato positiva per il portiere partenopeo ma quell'assist involontario a KRAFTH per un 'comodo' 4 a 0 è da censurare completamente! Il portiere deve rimanere concentrato sempre sino alla fine per evitare figuracce del genere... Voto 5
  • BIANCHETTI Già non avere il compagno di merende CARACCIOLO è dura per l'ex capitano dell'Under 21 azzurra il dover poi supportare lo spaesato BOLDOR non gli giova di sicuro... Inguardabile sul tris felsineo quando perde completamente MOUNIER, voto 5
  • BOLDOR L'esordio in maglia scaligera non è di quelli da ricordare anche se il centrale rumeno è forse tra i meno colpevoli in una fase difensiva ancora una volta non all'altezza anche se al cospetto di una squadra di categoria superiore, voto 5,5
  • SOUPRAYEN Per mezz'ora illude un po' tutti con le belle combinazioni con FARES e pericolose sovrapposizioni, poi cala vistosamente e al 40° non si sa bene come sia posizionato fattostà che KRAFTH crossa senza pressioni per il tris del BOLOGNA griffato da MOUNIER! Voto 5
  • VALOTI Anche lui parte benissimo con quella stupenda palla che GANZ spreca sul palo, avrebbe la possibilità di rimediare subito all'errore del compagno ma paga la frazione di secondo di indecisione che permette il tackle del difensore avversario... Poi si infila nelle pieghe della gara senza più emergere: Voto 5,5 (gli subentra al 69° LUPPI che regala una splendida rovesciata buona solo al fumo ma anche oggi assolutamente ininfluente per quanto concerne l'arrosto: Tornerà mai il Pirata ammirato nelle prime giornate di campionato? Voto 5)
  • ZACCAGNI Nell'inedito ruolo da terzino non mi è dispiaciuto e, anche se qualche diagonale è da rivedere, Mattia fa vedere più di un buon affondo, dopo un'ora torna in mediana ma ormai la gara è finita da tempo e non incide: Voto 5,5 (gli subentra al 78° CARACCIOLO che ha pure il tempo di subire uno sfortunato tunnel ed un gol, solita autorevolezza risparmiata sicuramente per il PERUGIA, voto 6)
  • MARESCA Forse la miglior gara in gialloblù per la vecchia volpe Enzo che però ha gravissime responsabilità con quella palla persa a centrocampo che spalanca le porte al 2 a 0 dei padroni di casa! 5,5
  • BESSA Il brasiliano illumina tutti con il suo estro nei primi 30 minuti poi cala come il resto della squadra e non si vede più: Voto 5,5 (gli subentra al 61° GOMEZ che sfugge al controllo degli avversari con un gran dribbling sulla trequarti ma, arrivato al limite, cerca un compagno sulla sinistra facendosi intercettare la palla mentre a destra il liberissimo FARES è bellamente ignorato! Niente di più nella gara di Juani, voto 5)
  • TROIANIELLO Quanti pasticci da esterno d'attacco! Mai un cross che superi la retroguardia felsinea, mai un appoggio degno di questo nome... Gennaro è da mettere dietro la lavagna oggi (anche da terzino): Voto 5
  • GANZ Sfortunato in occasione del palo anche se aveva a disposizione un'ampia fetta di porta, non si riprende più dall'errore sprecando un altro paio di possibilità che forse poteva sfruttare meglio (anche se i compagni non lo agevolano quasi mai dopo il 6°), voto 5,5
  • FARES L'impegno c'è ma la precisione dov'è? Momo trova facilmente il fondo ma sbaglia misura parecchie volte e quando sembra che la trovi in realtà ignora i compagni meglio posizionati... Non ci siamo, voto 5
  • PECCHIA Gestione della rosa doveva essere e gestione della rosa è stata anche se a questo punto forse dare una possibilità al giova BADAN faceva poca differenza, difende i suoi davanti alle telecamere nelle interviste di fine gara ma 4 gol beccati anche oggi a causa di banali disattenzioni non possono non preoccuparlo, voto 6
[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister DONADONI tecnico del BOLOGNA «Non abbiamo mai concesso nulla, parate particolari Gomis non ne ha fatte, a parte il palo di Ganz. Il fatto di non prendere gol ti dà sicurezza. Dobbiamo fare le giuste valutazioni senza montarsi la testa. Lunedì c’è una partita complicata dove dovremo fare più fatica di stasera. Dobbiamo eliminare la paura di sbagliare. Con l’Udinese dobbiamo essere aggressivi e determinati, ci sarà da soffrire. Donsah? È uscito per scelta tecnica. Vincere aiuta sempre, nel primo tempo non abbiamo fatto benissimo anche se siamo andati in vantaggio di due reti, nel secondo tempo invece siamo stati più aggressivi e compatti. C’erano tanti giocatori con poco minutaggio, ma le risposte sono state positive. Per noi era importante non subire gol» HellasVerona.it

Mister PECCHIA «Dispiace per il risultato pesante, troppo per quanto abbiamo fatto, sopratutto nel primo tempo. Ho visto grande approccio e voglia di giocare con la giusta personalità fin dal primo momento, con rabbia, poi non siamo stati fortunati nelle occasioni, come il palo di Ganz e il primo gol subìto a causa di una deviazione al secondo tiro in porta, c'è dell'amarezza per questo. Il passivo è troppo pesante. La crescita passa, purtroppo, anche di queste sconfitte. Abbiamo subito molti gol, dobbiamo migliorare e tenere alta l'attenzione, gli ultimi due gol erano evitabili, considerando che sono arrivati a partita praticamente finita. Sono contento di diversi giocatori che hanno giocato poco finora, non è stato facile. Ho avuto risposte comunque positive. Domani sarà il tempo dell'analisi, già in ottica Perugia. Con loro non sarà partita difficile, oggi hanno messo in difficoltà il Genoa. Affronteremo la sfida con il giusto atteggiamento» HellasVerona.it

COPPOLA in campo da ex dopo lungo tempo «Giocare contro il Bologna? Mi capita spesso di giocare contro una mia ex squadra ma quello che conta è scendere in campo. E' per questo che ci prepariamo durante la settimana. Dispiace per i quattro gol e per i nostri tifosi che sono venuti anche stasera in tanti per sostenerci. Vederli andare via amareggiati non è mai bello. Sono comunque contento per tutta l'abnegazione che i miei compagni hanno messo e dimostrato in campo. Dobbiamo ripartire dal bel calcio fatto vedere per buona parte del primo tempo. E' un'altra occasione per noi di crescere e regalare in futuro le soddisfazioni che i tifosi si meritano. Un consiglio a chi gioca meno? Provare in campo le cose fatte in allenamento e non cedere alla tentazione di strafare perché la partita ti dà la possibilità di mettere in mostra le qualità che hai. I giovani? Sono contento di ognuno di loro, è difficile fare un nome per tutti. Zaccagni oggi ha giocato da terzino ed ho visto la sua voglia di mettersi a disposizione anche in quel ruolo. Boldor era da un po' di tempo che non giocava ed ha cercato di stare al passo. Valoti sta avendo tante occasioni in questo campionato e stasera c'è stata l'ennesima importante prestazione. C'è del buono da salvare in questa serata e spero che il risultato, così largo, non condizioni il giudizio dei miei compagni. Nicolas? E' un portiere di grande spessore e di grandi qualità umane e tecniche. Lui si aiuta con il lavoro, in me trova un rivale leale perché amo la mia professione e mi alleno sempre ogni giorno al 100%. Questo aspetto sicuramente lo aiuta perché la competizione fa crescere entrambi; tutto ciò che posso fare per lui lo faccio, da me solo disponibilità assoluta HellasVerona.it

MOUNIER autore di una doppietta «Ho fatto due gol stasera, ma è importante la vittoria del gruppo. Il mister ha fatto un pò di turnover e abbiamo giocato tutti. Questo è un momento delicato per la squadra, ma questa vittoria ci ha reso felici. Ci voleva una vittoria per ritrovare morale anche nel campionato. Inter? Sarà una partita difficile ma prima abbiamo il campionato. TuttoHellasVerona.it


CoppolaMister Pecchia

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

NAZIONALI GIALLOBLÙ: TUPTA convocato per la prima volta con la nazionale maggiore della SLOVACCHIA! Il Primavera scaligero parteciperà ad un training camp internazionale ad Abu Dhabi, dal 3 al 13 gennaio 2017 durante il quale avrà la possibilità di disputare anche un paio di amichevoli...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Dopo la caduta ai rigori con lo SPEZIA in Coppa Italia, ZAMPARINI esonera DE ZERBI dalla guida del PALERMO, al suo posto la squadra sarà affidata a Eugenio CORINI (che fu più o meno vicino anche alla panchina dell'HELLAS quest'estate) che mise insieme 46 presenze e 4 gol in casacca scaligera dal 1996 al 1998



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Tim Cup: turbo Bologna, Verona annientato
I felsinei s'impongono 4-0 e si guadagnano gli ottavi, dove incroceranno l'Inter. Protagonista Mounier con una doppietta


1 Dicembre 2016
Tim Cup: turbo Bologna, Verona annientato
Il Bologna per una sera mette da parte il campionato (due vittorie nelle ultime dieci giornate) e ritrova fiducia e morale grazie alla Coppa Italia. Nei sedicesimi di Tim Cup la formazione di Donadoni rifila un 4-0 senza appello al Verona di Pecchia. Al Dall'Ara è un assolo rossoblù: apre le marcature Di Francesco al 31', tra primo e secondo tempo ecco arrivare la doppietta di Mounier (39' e 86') e infine il sigillo di Krafth allo scadere.
Due gol per tempo per chiudere una partita senza storia: il Bologna batte 4-0 il Verona capolista di serie B e va agli ottavi di finale di Coppa Italia, prenotando un biglietto per San Siro dove se la vedrà con l'Inter. Dopo il passo falso con l'Atalanta, la squadra di Donadoni ci teneva a far bene davanti al proprio pubblico e onorare la Coppa Italia. Il Verona, senza Pazzini, e' parso motivato solo in avvio di gara, quando ha anche colpito un palo con Ganz. La squadra di Donadoni e' andata in vantaggio al 31' quando Di Francesco ha infilato la porta con un tiro dal limite.

Da li' la partita ha trovato la sua chiarissima identita' con il Verona che non ha trovato la forza di reagire e il Bologna che, prima del riposo, ha raddoppiato con Mounier, bravo a sfruttare un assist di destro. Stessa storia anche nella ripresa, con i padroni di casa che non hanno mai corso rischi, ma che hanno aspettato il finale di partita per arrotondare un punteggio che rimanda a casa il Verona con un passivo forse fin troppo pesante: al 40' con Mounier che firma la doppietta su cross di Krafth, poi in pieno recupero quando e' lo stesso Krafth e' svelto a sfruttare un maldestro rinvio del portiere veronese Coppola.

FONTE: SportMediaset.Mediset.it


LE PAGELLE
Le pagelle del Verona: si salvano in pochi, male Souprayen e Troianiello
01.12.2016 23:50 di Giorgia Segala
Coppola 6 – Forse un po’ anomalo assegnare una sufficienza ad un portiere che ha incassato quattro gol, ma in effetti poteva ben poco sulle conclusioni rossoblù. Inoltre, si rivela decisivo con almeno due parate importanti.

Fares 5.5 – All’inizio del primo tempo frizzante e propositivo, col tempo si spegne un po’ ma anche nella ripresa riesce a servire dei cross interessanti.

Bianchetti 5.5 – Qualche errore di troppo, il Bologna si infila in area con troppa facilità.

Boldor 5.5 – Prova non perfetta del giovane rumeno, che comunque mostra doti interessanti. Da rivedere in campionato.

Souprayen 5 – Sparisce progressivamente. Inconsistente.

Zaccagni 6 – Un po’ impreciso, ma dà vivacità al gioco scaligero. Buone intuizioni. (Caracciolo s.v.)

Maresca 6 – Prova a prendere in mano il centrocampo, non ci riesce come vorrebbe. Meglio sui calci piazzati

Valoti 5.5 – Parte in quarta all’inizio del primo tempo, poi cala vistosamente e Pecchia decide di toglierlo. (Luppi 6 – Prova a dare una scossa in campo, ma entra a giochi quasi fatti.)

Bessa 6 – Tanta corsa, diversi spunti e tentativi in avanti. Notando di non essere supportato adeguatamente dai compagni, cala col passare del tempo. (Gomez s.v.)

Ganz 5.5 – Il palo preso nel primo tempo grida vendetta, avrebbe potuto cambiare l’intera gara. Va alla conclusione anche in seguito, ma col tempo perde lucidità e velocità nel seguire le azioni dei compagni.

Troianiello 5 – Ha pochi minuti nelle gambe e si vede. A tratti avulso dal gioco.

AVVERSARI
Mounier: "Importante vittoria di gruppo"
01.12.2016 23:10 di Ilaria Lauria
Le dichiarazioni di Anthony Mounier dopo la fine di Bologna-Hellas Verona:
"Ho fatto due gol stasera, ma è importante la vittoria del gruppo. Il mister ha fatto un pò di turnover e abbiamo giocato tutti. Questo è un momento delicato per la squadra, ma questa vittoria ci ha reso felici. Ci voleva una vittoria per ritrovare morale anche nel campionato. Inter? Sarà una partita difficile ma prima abbiamo il campionato."

FONTE: TuttoHellasVerona.it


NEWS
Pagelle Verona, difesa friabile, Zaccagni ci prova, Bessa va finché può
Esterni d’attacco assenti. Valoti a intermittenza, Ganz si ferma sul palo

di Matteo Fontana, @teofontana 01/12/2016, 23:22

COPPOLA 6
Quattro gol subiti, un paio evitati. Non è una molla quanto a reattività, ma non si possono ravvisare responsabilità specifiche da parte sua sulle reti incassate.

ZACCAGNI 6
Parte a razzo, pedina tattica utilissima per mandare in confusione l’assetto del Bologna. Esaurita la spinta, il suo calo è evidente.

BIANCHETTI 5,5
Tiene bene finché il Bologna non sterza in avanti. A quel punto gli sfugge il timone della difesa e, come del resto tutto il Verona, perde sicurezza.

BOLDOR 5,5
Ai primi minuti in campo con la maglia dell’Hellas, mostra mezzi fisici notevolissimi. Va disciplinato: tende a sganciarsi nell’avanzata. Alti e bassi.

SOUPRAYEN 5,5
Il copione si ripete: dalla sua parte gli avversari spesso sfondano. E non si vede in fase d’attacco.

VALOTI 6
Mette sul piede di Ganz un pallone dorato. Un altro, subito dopo, lo spreca, impappinandosi al momento del tiro. Alcuni colpi geniali, alternati a delle pause.

MARESCA 6
Dirige il traffico in campo. Dà ordine al Verona per un tempo, per quanto l’Hellas, nei primi 45’, prenda due gol (ed è un margine troppo punitivo). A ritmi meno intensi è più efficace.

BESSA 6
Sale alto a prendersi centrocampisti e difensori del Bologna. Grande corsa per 30’. Una volta passato in svantaggio il Verona, pure lui riduce il numero di giri nel motore.

TROIANIELLO 5
Palloni toccati proprio pochi, qualche cross che scivola in curva. La generosità non basta.

GANZ 5,5
È sua la scintilla più frizzante del Verona: centra un palo rumoroso. Peccato che sia l’unico guizzo autentico della sua partita.

FARES 5,5
Poco coinvolto nella manovra. Dà sempre l’impressione di poter crescere molto, ma non è ancora giunto il momento, evidentemente, perché ci riesca.

GOMEZ 5,5
Sbaglia un appoggio facile in contropiede e stop.

LUPPI ng

CARACCIOLO 5,5
Entra e il Bologna ne fa altri due. Poco fortunato.

PECCHIA 5,5
Lascia fuori mezza squadra, se si parla di “titolarissimi”. Bel Verona per una mezz’ora, poi ricompaiono le frequenti amnesie difensive. La Coppa Italia contava poco (o nulla, suvvia…), domenica con il Perugia se ne riparlerà

NEWS
Poker Bologna, il Verona affonda al Dall’Ara
Con due reti per tempo i rossoblù schiantano un Verona arrendevole

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi 01/12/2016, 22:58

Il Verona esce dalla Tim Cup eliminato dal Bologna che vince con un sonoro 4-0. L’Hellas spaventa i rossoblù per mezz’ora al Dall’Ara e coglie un palo con Ganz. La concretezza degli emiliani poi, fa la differenza, Di Francesco e Mounier segnano nel primo tempo e i gialloblù calano di intensità senza mai dare l’impressione di poter tentare il recupero, anzi affondando nella ripresa.
Molte le seconde linee in campo per il Verona. Pazzini, Pisano e Fossati sono rimasti a Verona. Coppola tra i pali, i quattro in difesa sono Zaccagni, Bianchetti, Boldor (al debutto) e Souprayen. In mezzo ci sono Valoti, Maresca e Bessa, in avanti Troianiello, Ganz e Fares.
Donadoni schiera Gomis in porta, Krafth, Gastaldello, Oikonomou e Mbaye dietro, a centrocampo Donsah, Nagy e Pulgar, in attacco Mounier, Destro e Di Francesco.

AVVIO SPRINT DEL VERONA, PALO DI GANZ
Partono forte i gialloblù che al 6’ vanno vicinissimi al vantaggio. Ottima azione sulla destra di Valoti che mette dentro un pallone teso, Ganz lo devia in diagonale, Gomis è battuto ma la sfera si stampa sul palo. Pochi secondi dopo Valoti ha una buona opportunità ma il tiro, da distanza ravvicinata, è respinto in scivolata da Oikonomou. Le seconde linee corrono, sembra di rivedere il Verona di inizio campionato. Il Bologna cerca idee, l’Hellas corre forte e schizza in avanti appena può senza farsi schiacciare. Troianiello a destra è impreciso nei suggerimenti. Bene Zaccagni da terzino, Boldor mostra coraggio.

1-0 BOLOGNA CON DI FRANCESCO
La prima occasione pericolosa che ha il Bologna arriva al 30’ sui piedi di Pulgar che calcia da posizione defilata a destra, Coppola mette in corner. Sugli sviluppi Di Francesco irrompe sul pallone e poco fuori dall’area calcia forte. La palla, con deviazione di Bianchetti, entra per l’1-0.

La reazione del Verona c’è, Bessa avvia qualche buona azione, Zaccagni e Fares pungono sulle fasce, Ganz cerca di farsi trovare pronto. Manca, però, la stoccata.

RADDOPPIO BOLOGNA
La differenza di categoria e di concretezza appare gigante al 39’ quando l’Hellas effettua il primo svarione difensivo. Pulgar serve Destro che se ne va indisturbato a sinistra, libera Mounier che piazza freddamente il 2-0. Per l’Hellas è una mazzata e, dopo un tentativo di Bessa su punizione si va negli spogliatoi.

RIPRESA, IL VERONA SCOMPARE
Il Bologna vuole chiudere il discorso e parte deciso nella ripresa. Coppola salva in corner un pericoloso cross di Mbaye al 52’. I gialloblù provano ad uscire dal guscio ma faticano a servire palloni giocabili in avanti, anche per l’ottimo assetto difensivo dei padroni di casa.

Al 60’ il primo cambio del Verona con Gomez al posto di Bessa. L’argentino al 65’ può insistere verso la porta ma preferisce al limite dell’area passare, sbagliando la misura e sprecando un’occasione. Sarà l’unica, sbagliata, cosa, che l’attaccante farà.

Al minuto 67 Luppi rileva Valoti. L’Hellas si mette col 4-2-4 senza trarne giovamento, poi esce Zaccagni per Caracciolo al 76’. Il Bologna controlla senza fatica gli sterili tentativi dei gialloblù, che arrivati sulla trequarti vanno in confusione. Ganz non riceve un pallone che sia uno. Il 3-0 arriva all’85’ con una dormita della difesa su Mounier, che libero, di testa, su cross dalla destra insacca. Non è finita, c’è gloria anche per Krafth che nel primo di recupero serve il poker con un diagonale e chiude una gara da dimenticare per l’Hellas, seppur la Coppa Italia non sia mai stato un obbiettivo.

Ora ci sono mente e forze da rinsaldare per domenica quando al Bentegodi arriverà il Perugia.

FONTE: Hellas1903.it


CONFERENZA A BOLOGNA
Pecchia: Risultato troppo pesante
02/12/2016 24:36
"Dispiace per il risultato pesante, troppo per quanto abbiamo fatto, sopratutto nel primo tempo. Ho visto grande approccio e voglia di giocare con la giusta personalità fin dal primo momento, con rabbia, poi non siamo stati fortunati nelle occasioni, come il palo di Ganz e il primo gol subìto a causa di una deviazione al secondo tiro in porta, c'è dell'amarezza per questo. Il passivo è troppo pesante. La crescita passa, purtroppo, anche di queste sconfitte". Queste le dichiarazioni di Fabio Pecchia dopo la sconfitta in Coppa Italia con il Bologna.

Il tecnico del Verona pensa subito già alla sfida col Perugia: "Abbiamo subito molti gol, dobbiamo migliorare e tenere alta l'attenzione, gli ultimi due gol erano evitabili, considerando che sono arrivati a partita praticamente finita. Sono contento di diversi giocatori che hanno giocato poco finora, non è stato facile. Ho avuto risposte comunque positive. Domani sarà il tempo dell'analisi, già in ottica Perugia. Con loro non sarà partita difficile, oggi hanno messo in difficoltà il Genoa. Affronteremo la sfida con il giusto atteggiamento".
L.VAL.

POST-PARTITA
Coppola: Dispiace per i tifosi
02/12/2016 24:34
"Bologna? Mi capita spesso di giocare contro una mia ex squadra ma quello che conta è scendere in campo. E' per questo che tutti noi ci prepariamo durante la settimana. Dispiace per i quattro gol e per i nostri tifosi che sono venuti anche stasera in tanti per sostenerci. Vederli andare via amareggiati non è mai bello. Sono comunque contento per tutta l'abnegazione che i miei compagni hanno messo e dimostrato in campo, veramente impressionante. Un plauso a tutti loro anche se questa sera stiamo raccontando una sconfitta abbastanza pesante. Dobbiamo ripartire dal bel calcio fatto vedere per buona parte del primo tempo. E' un'altra occasione per noi di crescere e regalare in futuro le soddisfazioni che i tifosi si meritano. Un consiglio a chi gioca meno? Provare in campo le cose fatte in allenamento e non cedere alla tentazione di strafare perché la partita ti dà la possibilità di mettere in mostra le qualità che hai". Così Ferdinado Coppola dopo la sconfitta in Coppa Italia contro il Bologna.

Il secondo portiere del Verona ha continuato: "I giovani? Sono contento di ognuno di loro, è difficile fare un nome per tutti. Zaccagni oggi ha giocato da terzino ed ho visto la sua voglia di mettersi a disposizione anche in quel ruolo. Boldor era da un po' di tempo che non giocava ed ha cercato di stare al passo. Valoti sta avendo tante occasioni in questo campionato e stasera c'è stata l'ennesima importante prestazione. C'è tanto di buono da salvare in questa serata e spero che il risultato, così largo, non condizioni il giudizio dei miei compagni. Nicolas? E' un portiere di grande spessore e di grandi qualità umane e tecniche. Lui si aiuta con il lavoro, in me trova un rivale leale perché amo la mia professione e mi alleno sempre ogni giorno al 100%. Questo aspetto sicuramente lo aiuta perché la competizione fa crescere entrambi; tutto ciò che posso fare per lui lo faccio, da me solo disponibilità assoluta".
L.VAL.

LA CONFERENZA
Donadoni: Non abbiamo concesso nulla
02/12/2016 24:01
"Non abbiamo mai concesso nulla, parate particolari Gomis non ne ha fatte, a parte il palo di Ganz. Il fatto di non prendere gol ti dà sicurezza. Dobbiamo fare le giuste valutazioni senza montarsi la testa. Lunedì c’è una partita complicata dove dovremo fare più fatica di stasera. Dobbiamo eliminare la paura di sbagliare. Con l’Udinese dobbiamo essere aggressivi e determinati, ci sarà da soffrire. Donsah? È uscito per scelta tecnica". Roberto Donadoni interviene in conferenza stampa dopo la vittoria sul Verona.

Il tecnico del Bologna ha continuato: "Vincere aiuta sempre, nel primo tempo non abbiamo fatto benissimo anche se siamo andati in vantaggio di due reti, nel secondo tempo invece siamo stati più aggressivi e compatti. C’erano tanti giocatori con poco minutaggio, ma le risposte sono state positive. Per noi era importante non subire gol”.
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


Pecchia: «Risultato ingiusto, ma dobbiamo crescere»
01/DICEMBRE/2016 - 23:50
Bologna - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate al termine di Bologna-Hellas Verona (4-0), IV° Turno Eliminatorio di TIM Cup 2016/17.

«Dispiace per il risultato pesante, troppo per quanto abbiamo fatto, sopratutto nel primo tempo. Ho visto grande approccio e voglia di giocare con la giusta personalità fin dal primo momento, con rabbia, poi non siamo stati fortunati nelle occasioni, come il palo di Ganz e il primo gol subìto a causa di una deviazione al secondo tiro in porta, c'è dell'amarezza per questo. Il passivo è troppo pesante. La crescita passa, purtroppo, anche di queste sconfitte. Abbiamo subito molti gol, dobbiamo migliorare e tenere alta l'attenzione, gli ultimi due gol erano evitabili, considerando che sono arrivati a partita praticamente finita. Sono contento di diversi giocatori che hanno giocato poco finora, non è stato facile. Ho avuto risposte comunque positive. Domani sarà il tempo dell'analisi, già in ottica Perugia. Con loro non sarà partita difficile, oggi hanno messo in difficoltà il Genoa. Affronteremo la sfida con il giusto atteggiamento».

Coppola: «Perugia? Ripartiamo dalla prestazione del primo tempo»
01/DICEMBRE/2016 - 23:45
Bologna - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Ferdinando Coppola, rilasciate al termine di Bologna-Hellas Verona (4-0), IV° Turno Eliminatorio di TIM Cup 2016/17

«Giocare contro il Bologna? Mi capita spesso di giocare contro una mia ex squadra ma quello che conta è scendere in campo. E' per questo che ci prepariamo durante la settimana. Dispiace per i quattro gol e per i nostri tifosi che sono venuti anche stasera in tanti per sostenerci. Vederli andare via amareggiati non è mai bello. Sono comunque contento per tutta l'abnegazione che i miei compagni hanno messo e dimostrato in campo. Dobbiamo ripartire dal bel calcio fatto vedere per buona parte del primo tempo. E' un'altra occasione per noi di crescere e regalare in futuro le soddisfazioni che i tifosi si meritano. Un consiglio a chi gioca meno? Provare in campo le cose fatte in allenamento e non cedere alla tentazione di strafare perché la partita ti dà la possibilità di mettere in mostra le qualità che hai. I giovani? Sono contento di ognuno di loro, è difficile fare un nome per tutti. Zaccagni oggi ha giocato da terzino ed ho visto la sua voglia di mettersi a disposizione anche in quel ruolo. Boldor era da un po' di tempo che non giocava ed ha cercato di stare al passo. Valoti sta avendo tante occasioni in questo campionato e stasera c'è stata l'ennesima importante prestazione. C'è del buono da salvare in questa serata e spero che il risultato, così largo, non condizioni il giudizio dei miei compagni. Nicolas? E' un portiere di grande spessore e di grandi qualità umane e tecniche. Lui si aiuta con il lavoro, in me trova un rivale leale perché amo la mia professione e mi alleno sempre ogni giorno al 100%. Questo aspetto sicuramente lo aiuta perché la competizione fa crescere entrambi; tutto ciò che posso fare per lui lo faccio, da me solo disponibilità assoluta»

TIM Cup: Bologna-Hellas Verona 4-0
01/DICEMBRE/2016 - 20:00
Bologna - Termina al Dall'Ara l'avventura del Verona nella TIM Cup 2016/17. Il Verona inizia molto bene il match con il Bologna, dominando nei primi minuti, andando vicino al gol, soprattutto grazie a Ganz che colpisce un palo al 6' del primo tempo. Emerge però la diffirenza di categoria tra le due avvesarie: il primo tempo si chiude sul parziale di 2-0 in virtù dei gol di Di Francesco (31') e Mounier (40'). Nel secondo tempo gli avversari gestiscono il risultato, poi sul finale la stanchezza si fa sentire e i rossoblu ne approfittano: Mounier trova la doppietta, mentre al termine del tempo regolamentare Krafth attesta il risultato sul definitivo 4-0. Da domani testa di nuovo al campionato di Serie B, domenica c'è il Perugia.

BOLOGNA-HELLAS VERONA 4-0
Marcatori: 31' pt Di Francesco, 40' pt Mounier, 39' st Mounier, 45' st Krafth.

BOLOGNA (4-3-3): Gomis; Krafth, Oikonomou, Gastaldello, Mbaye; Donsah (dal 24' st Dzemaili), Pulgar (dal 41' st Taider), Nagy; Di Francesco (dal 33' st Okwonkwo), Destro, Mounier.
A disposizione: Da Costa, Sarr, Morleo, Viviani, Krejci, Maietta, Masina, Floccari, Okwonkwo, Torosidis.
All.: Donadoni.

HELLAS VERONA (4-3-3): Coppola; Zaccagni (dal 33' st Caracciolo), Bianchetti, Boldor, Souprayen; Valoti (dal 24' st Luppi), Maresca, Bessa (dal 16' st Gomez); Troianiello, Ganz, Fares.
A disposizione: Nicolas, Ferrari, Romulo, Zuculini, Badan, Stefanec, Cappelluzzo, Riccardi, Casale.
All.: Pecchia.

Arbitro: sig. Pairetto di Nichelino.
Assistenti: sigg. Tolfo di Pordenone e Chiocchi di Foligno.

NOTE. Ammoniti: Zaccagni, Boldor, Okwonkwo. Spettatori: 7956.


Nazionali: Tupta convocato dalla Slovacchia
01/DICEMBRE/2016 - 12:00
Verona - Convocazione in nazionale maggiore per Lubomir Tupta. Il classe 1998, centravanti della Primavera gialloblù, per la prima volta sarà protagonista con la selezione della Slovacchia, per un training camp internazionale ad Abu Dhabi, dal 3 al 13 gennaio 2017. Nel periodo, la squadra affronterà anche due amichevoli, in programma l'8 e il 12 gennaio.

FONTE: HellasVerona.it






[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Dopo la caduta ai rigori con lo SPEZIA in Coppa Italia, ZAMPARINI esonera DE ZERBI dalla guida del PALERMO, al suo posto la squadra sarà affidata a Eugenio CORINI (che fu più o meno vicino anche alla panchina dell'HELLAS quest'estate) che mise insieme 46 presenze e 4 gol in casacca scaligera dal 1996 al 1998
Esonero De Zerbi, al suo posto arriva Corini. E Zamparini attacca…
Di Francesco Toscano -30 novembre 2016
© foto www.imagephotoagency.it
Esonero De Zerbi: la società rosanero ha comunicato tramite il proprio sito ufficiale il cambiamento alla guida tecnica. La squadra è stata affidata ad Eugenio Corini

ESONERO DE ZERBI, PARLA ZAMPARINI, AGGIORNAMENTO ORE 22 – Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, ha attaccato De Zerbi subito dopo la partita di Coppa Italia persa ai rigori contro lo Spezia: «È stato uno spettacolo penoso, dalla squadra all’allenatore. Gli avevo mandato un sms dicendogli che quello con lo Spezia era un passaggio molto delicato della stagione, invitandolo a far giocare tutte le prime linee. E lui ha schierato una squadra con tante riserve. Sono certo che lo ha fatto per farci cacciare sono molto deluso perché questa è un’offesa al pubblico di Palermo e alla sua passione» le parole riportate da Repubblica.

Esonero De Zerbi: cambio alla guida tecnica del Palermo. Dopo la sconfitta ai rigori in Coppa Italia contro lo Spezia, il presidente rosanero Maurizio Zamparini ha deciso di esonerare Roberto De Zerbi e di affidare la squadra ad Eugenio Corini, ex allenatore del Chievo Verona. Il tecnico bresciano non è riuscito a dare la propria impronta alla squadra siciliana così come aveva fatto con il Foggia in Lega Pro, probabilmente anche a causa dello scarso organico a disposizione. Per l’ex centrocampista, invece, si tratta di un ritorno. Corini, infatti, è stato per anni il perno principale della meta campo palermitana. Per il tecnico, dunque, dopo l’avventura da calciatore, c’è la possibilità di sorprendere anche come allenatore a due anni dall’ultima avventura in panchina con il Chievo Verona.
IL COMUNICATO ROSANERO – A dare la notizia dell’esonero è stata la stessa società siciliana, tramite il proprio sito ufficiale. Ecco il comunicato: «Valutata la situazione della Prima Squadra, la Società si sente costretta al cambiamento della guida tecnica che viene affidata ad Eugenio Corini».

FONTE: CalcioNews24.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento highlights


Wallpapers gallery