HELLAS VERONA 0-1 POTENZA: I lucani, cinici e fortunati quanto basta, hanno la meglio con un paio di tiri sul VERONA2 che non demerita ma...

Pubblicato da Smarso mercoledì 11 novembre 2009 20:09, vedi , , , , , , , , , | 2 commenti

HELLAS VERONA 0-1 POTENZA: I lucani centrano con cinismo ed un po' di fortuna la vittoria al BENTEGODI. La 'giovin' VERONA schierata da REMONDINA non demerita contro i più esperti rossoblù nella formazione che per 8/11 fu sconfitta in casa propria il 5 Ottobre scorso dall'HELLAS versione campionato, solo che nel primo tempo si dimostra piuttosto abulica con un GOMEZ TALEB evidentemente fuori ruolo al centro dell'attacco non aiutato di sicuro dai lanci alti di BURATO che peraltro, al solito, non prende rischi e si limita ad 'eseguire il compitino' assegnatoli dal mister. Nemmeno FARIAS riesce ad entrare in partita tanto che alla fine del primo tempo le uniche 'emozioni' provengono da qualche sgroppata del rientrante CIOTOLA e, per ciò che concerne gli avversari, dal legno colpito da VANACORE al 20° da calcio di punizione. Nel secondo tempo il VERONA si dimostra un po' più vivace ed intraprendente (senza però entusiasmare più di tanto) e le occasioni iniziano ad arrivare anche se il risultato rimane fisso sullo zero a zero. Al 65° entra il Beretti VIVIANI a fare compagnia al compagno di squadra JORGINHO FRELLO schierato dall'inizio, gli fa posto CIOTOLA (forse 'risparmiato' da REMONDINA per l'importantissimo posticipo di Lunedì contro il PESCARA in campionato). Al 75° gli ospiti passano in vantaggio in maniera forse immeritata viste le 4/5 occasioni da gol non sfruttate fino a quel momento dagli scaligeri: c'è un traversone dalla sinistra di GIANNUSA, sul quale POLANI si fionda e con una 'spontelada' batte l'incolpevole INGRASSIA. Di lì in poi il VERONA prova a raddrizzare purtroppo la barca senza successo... A 7 minuti dalla fine REMONDINA regala l'ebrezza del BINTI al colored non ancora 18enne 'Morto un' PAPA '(era WAIGO) se ne fa un altro' KASSAM che mostra anche buone cose ma dopo 4 minuti il signor Ceccarelli di Terni dice che può bastare. Ora il VERONA se la dovrà vedere col LUMEZZANE in provincia di Brescia il 25 Novembre per la seconda gara che sarà da vincere assolutamente se si vorrà proseguire nel torneo sperando poi in una sconfitta dei rossoblù di casa nella sfida finale fra POTENZA e LUMEZZANE in Lucania. Per quanto riguarda l'HELLAS c'è da sottolineare la bella prova di INGRASSIA bravo anche con i piedi nella sua area, l'autorevole gara dei difensori centrali ANSELMI-MASSONI che pure si sono fatti sorprendere in occasione del gol di POLANI. Molto generoso al solito GARZON schierato nell'inedita posizione di terzino destro, senza infamia e senza lode BERTOLUCCI e CAMPISI a sinistra così come BURATO al centro del campo e JORGINHO FRELLO nella mediana di destra; un po' in ombra FARIAS come già detto e GOMEZ TALeB che però ha l'attenuante di doversi inventare centravanti...


DICONO:
BURATO «Siamo dispiaciuti per la sconfitta. Nessuno aveva intenzione di snobbare l'impegno di Coppa Italia. Anzi, visto che sono scesi in campo quei giocatori che magari fin qui hanno trovato poco spazio, la voglia era quella di mettersi in mostra. Da veronese posso dire che fin qui l'avventura con l'Hellas è stata positiva. Certo, cercherò di farmi trovare pronto nel momento in cui mi verrà data la possibilità di essere parte in causa. Tornando alla partita, il Potenza ha schierato in campo la formazione titolare. Facendo la media d'eta, in campo c'era una differenza di circa 60 anni tra noi e loro. Nonostante questo siamo riusciti a creare diverse situazioni di pericolo. Peccato che loro siano riusciti ad andare in gol nell'unica occasione creata. Voltiamo pagina e guardiamo avanti. Adesso c'è da pensare subito alla sfida con il Pescara» (Larena.it)
INGRASSIA «Perdere non fa mai piacere e purtroppo oggi siamo stati puniti dall'unica occasione creata dal Potenza. Peccato. Adesso credo giusto spostare l'attenzione sulla partita di Pescara» (Larena.it)
REMONDINA sulla sconfitta nel turmo di Coppa «La prestazione è stata buona, avevamo in campo tutti giocatori meno utilizzati, la differenza anagrafica tra noi e gli avversari era di circa sessant'anni totali. Sono soddisfatto di quello che ho visto, soprattutto nel secondo tempo almeno tre-quattro occasioni sono state create. Dovevamo andare noi a segno, nell'unica opportunità ci hanno castigato, ma fa parte del gioco» e sul mancato utilizzo di COLOMBO unico centravanti a sua disposizione «Qualche problemino a livello fisico ce l'aveva, ho preferito preservarlo per la trasferta di Pescara» (HellasVerona.it)
CUCCUREDDU, alla guida del PESCARA, sulla prossima sfida al vertice in posticipo contro il nostro HELLAS dopo la sconfitta di COSENZA nell'ultima giornata di campionato: «...È chiaro che prima o poi la sconfitta doveva arrivare. In campo non va soltanto il Pescara ma ci sono anche gli avversari. Ora il nostro obiettivo è quello di dimenticare questa sconfitta e concentrarci sull'importante match di lunedì col Verona». (PrimaDaNoi.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


HELLAS VERONA 0-1 POTENZA: I lucani centrano con cinismo ed un po' di fortuna la vittoria al BENTEGODI. La 'giovin' VERONA schierata da REMONDINA non demerita contro i più esperti rossoblù nella formazione che per 8/11 fu sconfitta in casa propria il 5 Ottobre scorso dall'HELLAS versione campionato, solo che nel primo tempo si dimostra piuttosto abulica con un GOMEZ TALEB evidentemente fuori ruolo al centro dell'attacco non aiutato di sicuro dai lanci alti di BURATO che peraltro, al solito, non prende rischi e si limita ad 'eseguire il compitino' assegnatoli dal mister. Nemmeno FARIAS riesce ad entrare in partita tanto che alla fine del primo tempo le uniche 'emozioni' provengono da qualche sgroppata del rientrante CIOTOLA e, per ciò che concerne gli avversari, dal legno colpito da VANACORE al 20° da calcio di punizione. Nel secondo tempo il VERONA si dimostra un po' più vivace ed intraprendente (senza però entusiasmare più di tanto) e le occasioni iniziano ad arrivare anche se il risultato rimane fisso sullo zero a zero.

Al 65° entra il Beretti VIVIANI a fare compagnia al compagno di squadra JORGINHO FRELLO schierato dall'inizio, gli fa posto CIOTOLA (forse 'risparmiato' da REMONDINA per l'importantissimo posticipo di Lunedì contro il PESCARA in campionato). Al 75° gli ospiti passano in vantaggio in maniera forse immeritata viste le 4/5 occasioni da gol non sfruttate fino a quel momento dagli scaligeri: c'è un traversone dalla sinistra di GIANNUSA, sul quale POLANI si fionda e con una 'spontelada' batte l'incolpevole INGRASSIA. Di lì in poi il VERONA prova a raddrizzare purtroppo la barca senza successo... A 7 minuti dalla fine REMONDINA regala l'ebrezza del BINTI al colored non ancora 18enne 'Morto un' PAPA '(era WAIGO) se ne fa un altro' KASSAM che mostra anche buone cose ma dopo 4 minuti il signor Ceccarelli di Terni dice che può bastare. Ora il VERONA se la dovrà vedere col LUMEZZANE in provincia di Brescia il 25 Novembre per la seconda gara che sarà da vincere assolutamente se si vorrà proseguire nel torneo sperando poi in una sconfitta dei rossoblù di casa nella sfida finale fra POTENZA e LUMEZZANE in Lucania.


Per quanto riguarda l'HELLAS c'è da sottolineare la bella prova di INGRASSIA bravo anche con i piedi nella sua area, l'autorevole gara dei difensori centrali ANSELMI-MASSONI che pure si sono fatti sorprendere in occasione del gol di POLANI. Molto generoso, al solito, GARZON schierato nell'inedita posizione di terzino destro, senza infamia e senza lode BERTOLUCCI e CAMPISI a sinistra così come BURATO al centro del campo e JORGINHO FRELLO nella mediana di destra; un po' in ombra FARIAS come già detto e GOMEZ TALEB che però ha l'attenuante di doversi inventare centravanti...
Il tabellino (da HellasVerona.it)
HELLAS VERONA F.C. - POTENZA SPORT CLUB 0-1 (0-0)
Reti: 75' Polani

HELLAS VERONA F.C.
Ingrassia; Garzon, Massoni, Anselmi, Bertolucci; Jorginho, Burato, Campisi (83' Kassum Papa); Farias, Gomez, Ciotola (65' Viviani). (Rafael, Ceccarelli, Emerson, Esposito, Colombo). All. Remondina

POTENZA SPORT CLUB
Gragnaniello (56' Tesoniero); Vanacore, Cardinale, Barbato, Langella; Frezza, Berardi, Anderson, Giannusa; Nappello (55' Catania), Polani (80' De Cesare). (Profeta, Porcaro, Chiavaro, Smith). All. Capuano

Arbitro: Ceccarelli di Terni
Assistenti: Stefanelli, Sani
Ammoniti: -
Espulsi: -
Recupero: 2' - 4'
Spettatori: 515 [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]




[ALTRE NEWS]
12^ GIORNATA DI LEGA PRO GIRONE B: Risultati, commenti, statistiche e classifica.
POSTICIPO: Il TARANTO s'impone a 5 minuti dal termine.
LA FORMAZIONE BERETTI di VIVIANI, JORGINHO FRELLO e PAPA KASSAM prima in classifica nel girone C con 20 gol fatti e appena 4 subiti!
COPPA ITALIA DI LEGA PRO: Tutti i risultati della prima giornata del terzo turno. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


COPPA D'OLANDA: L'attaccante è solo davanti alla porta, tira e... Il massaggiatore sventa un gol sicuro!

[IN BREVE]
VITA DA EX: FICCADENTI ricomincerà ad allenare con i biancorossi del PIACENZA in Serie B. All'ex tecnico e diesse scaligero i migliori auguri per la sua nuova avventura calcistica in Emilia; e per un ex gialloblù che trova spazio altri due ex tornano 'ai margini', si tratta di PELLEGRINI che rescinde consensualmente a MONOPOLI e di VANOLI che lascia il DOMEGLIARA... Un in bocca al lupo quindi anche al buon Davide che si allontana dalla società pugliese per motivi personali (dovuti alle contestazioni ed alle critiche arrivategli addosso dai tifosi) e pure a Paolo che, dice, non è riuscito ad insegnare il suo calcio alla squadra.
CALCIO TEDESCO SOTTO CHOC per il suicidio di ENKE, portiere della nazionale teutonica ed ex di BARCELLONA e FENERBAHCE.
RUGBY: Grande entusiasmo a Milano per gli ALL BLACKS!
LIGA SPAGNOLA: Scandaoloso il REAL che non riesce a recuperare dal 4 a 0 subito da una squadra di terza serie e viene eliminato dalla 'Copa del Rey'
TENNIS: Il russo SAFIN si ritira dal professionismo, come aveva annunciato ad inizio stagione, dopo essere stato eliminato da DEL POTRO a Parigi.
PRIMA DIVISIONE CALABRESE: Muore un boss, tre calciatori giocano col lutto al braccio! E ci risiamo...
COPPA D'OLANDA: L'attaccante è solo davanti alla porta, tira e... Il massaggiatore sventa un gol sicuro! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

GIOCO PRONOSTICI:
Ale90HVr è per la prima volta in questa stagione Campione di Giornata e lo è diventato alla grande: 11 punti (record stagionale) con ben 8 pronostici beccati (altro record stagionale!!!), un calcio in culo a Mister Loyal precedente detentore dei due record appena citati... Insomma non c'è male! Sopratutto considerando che, al contempo, Bridget incappa in un'altra brutta giornata, è Sfigadona di Giornata e riduce il suo distacco da Ale90HVr a soli 3 punti!!! Mentre Martino scivola al 3° posto un punto sopra Mister Loyal. Esordio appena appena sufficiente per Gede (benvenuto e occhio al simbolo '#' prima del nickname) che, come me e VALE/=\VALES si ferma ad un punto dal 'baratro' in cui è finita a pié pari la Bri ;o) Ok tutti pronti per la prossima giornata? Allora via ai nuovi pronostici! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


CLASSIFICA DI GIORNATA
11 - Ale90hvr
07 - Black, Gabri, Pose, Robroy
06 - Lucky
05 - Bruni, Martino, Mister Loyal
04 - Smarso, VALE/=\VALES, Gede
03 - Bridget


CLASSIFICA GENERALE
55 - Bridget
52 - Ale90hvr
49 - Martino
48 - Mister Loyal
46 - Lucky, Pose
44 - Bruni
41 - Robroy
40 - Gabri
39 - Smarso
36 - Black
20 - Gede
19 - VALE/=\VALES


CLASSIFICA PRECEDENTE
52 - Bridget
44 - Martino
43 - Mister Loyal
41 - Ale90hvr
40 - Lucky
39 - Bruni, Pose
35 - Smarso
34 - Robroy
33 - Gabri
29 - Black
15 - VALE/=\VALES


RECORD DI STAGIONE
Punteggio massimo in una giocata: Ale90hvr (11)
Max. numero di pronostici azzeccati: Ale90HVr (8)
Max. numero di risultati azzeccati: Bridget, Bruni (4)
Punteggio minimo in una giocata: Bridget, Federico Montresor, Gabri, Lucky, Smarso (1)


ALBO D'ORO CAMPIONI
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)



12/11/2009
La delusione dei gialloblù «Puniti da un episodio»
Non ha potuto fare proprio nulla sulla conclusione ravvicinata di Polani. Giuseppe Ingrassia si è inchinato all'unico tiro del Potenza. Lucani cinici, forse un pizzico fortunati. «Perdere non fa mai piacere - racconta il portiere - e purtroppo oggi siamo stati puniti dall'unica occasione creata dal Potenza. Peccato. Adesso credo giusto spostare l'attenzione sulla partita di Pescara».

Ingrassia tornerà dietro le quinte. Ma questo poco importa. Il gruppo Verona non fa distinzioni. È lo spirito che conta. «Certo, siamo tutti partecipi di un grande progetto. L'inizio di stagione è stata molto positiva. Siamo pienamente consapevoli delle nostre potenzialità. E vogliamo arrivare fino in fondo al campionato nella maniera migliore. Io sto vivendo benissimo questa avventura. Penso che potrò imparare ancora molto».

Davide Bertolucci pensa già alla partita di Pescara. «Vogliamo dimostrare di essere la testa di serie del campionato. E adesso abbiamo l'occasione per farlo. A Pescara il Verona può prendersi una grande soddisfazione. Sarebbe importante lanciare un altro segnale alle nostre avversarie. E credo che fino ad oggi il Verona non abbia mai mancato l'occasione per rivendicare il ruolo che gli spetta in questo campionato».

Andrea Burato ha cercato, invece, di farsi spazio in mediana. Quando capita l'occasione bisogna dare tutto. «Siamo dispiaciuti per la sconfitta. Nessuno aveva intenzione di snobbare l'impegno di Coppa Italia. Anzi, visto che sono scesi in campo quei giocatori che magari fin qui hanno trovato poco spazio, la voglia era quella di mettersi in mostra. Da veronese posso dire che fin qui l'avventura con l'Hellas è stata positiva. Certo, cercherò di farmi trovare pronto nel momento in cui mi verrà data la possibilità di essere parte in causa. Tornando alla partita, il Potenza ha schierato in campo la formazione titolare. Facendo la media d'eta, in campo c'era una differenza di circa 60 anni tra noi e loro. Nonostante questo siamo riusciti a creare diverse situazioni di pericolo. Peccato che loro siano riusciti ad andare in gol nell'unica occasione creata. Voltiamo pagina e guardiamo avanti. Adesso c'è da pensare subito alla sfida con il Pescara». S.A.

FONTE: LArena.it


Coppa Italia Lega Pro, i risultati della prima giornata
11.11.2009 16.29 di Stefano Sica
GIRONE A
Arezzo-Cosenza (ore 18). Riposa Taranto

GIRONE B
Perugia-Gubbio 1-1. Riposa Benevento

GIRONE C
Pergocrema-Rimini 0-2. Riposa Varese

GIRONE D
Verona-Potenza 0-1. Riposa Lumezzane

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Mercoledì 11 Novembre 2009
A Pescara partirà il tour de force della verità
VERONA - Cinque partite terribili. L’Hellas inizia lunedì a Pescara un vero e proprio tour de force al termine del quale si capirà davvero qual è la reale forza della compagine scaligera. Dopo il big-match in terra d’Abruzzo, infatti, il Verona sarà impegnato in casa contro la Spal, una mina vagante del campionato, come sa benissimo il Portogruaro che domenica ha perso a Ferrara nei minuti finali. Successivamente trasferta terribile a Taranto, contro una delle corazzate del torneo. Alla penultima d’andata la squadra di Remondina affronterà invece il Rimini, altra formazione da prendere con le molle. Infine l’andata si chiuderà con il derby in casa del Portogruaro, squadra rispettata in casa gialloblù dopo che il diesse Bonato (nella foto Novelli) l’ha osservata personalmente.
Giudice sportivo. Per l’Hellas 750 euro di multa «perché propri sostenitori, durante la gara, intonavano cori offensivi verso un assistente arbitrale». (G.Vig./ass)

FONTE: Leggo.it


10 Novembre 2009
Calcio Iª Div. B - 12ª giornata: il punto
di Marco Magli
Copertina per il Verona che guarda tutti dall’alto! Numeri impressionanti per la squadra guidata da Remondina: quarta vittoria di fila al ‘Bentegodi’, ventiduesimo risultato utile consecutivo (comprese le ultime dieci giornate della stagione passata), migliore difesa di tutti i campionati professionistici (tre reti subite, nessuna in trasferta!).

Dodicesima giornata all’insegna delle vittorie interne, ben sette successi, un pareggio al ‘Degli Ulivi’ tra Andria e Giulianova ed un solo colpo esterno, quello della Ternana sul campo del Lanciano.

Dicevamo Verona al comando in solitaria ma non è stato per niente facile battere il Real Marcianise, i ragazzi di Boccolini escono dal ‘Bentegodi’ a testa alta. Perde il passo e l’imbattibilità il Pescara al cospetto di un grande Cosenza, i silani conquistano tre punti importanti non solo per la classifica ma soprattutto per l’autostima, è una vittoria che dà maggiore convinzione alla truppa di Toscano, sugli scudi l’ex nazionale Fiore, autore di una bellissima rete, e il gioiellino Danti che ha aperto le marcature, rete della bandiera di Olivi per gli abruzzesi.

La corazzata di Cuccureddu, complice l’ennesima vittoria della Ternana, scivola al terzo posto, nella prossima giornata all’Adriatico l’attesissimo match dell’anno contro il Verona. Nessuno ha vinto come la squadra umbra, ben otto successi, unica compagine a non aver mai pareggiato, seconda vittoria consecutiva in trasferta (la terza di seguito). A farne le spese questa volta è toccato al Lanciano, che veniva da una striscia positiva di sei turni. Convince sempre di più la squadra di Baldassarri, si è ripetuto, come in occasione di Portogruaro, Concas in uno dei suoi bellissimi goal, questa volta in rovesciata, per l’esterno destro si tratta della quarta rete della stagione. Contestata invece la squadra di Pagliari a fine gara.

Vincono tutte le squadre dell’Emilia Romagna tranne il Rimini che incassa un pesante 3-0 a Foggia. I ‘satanelli’, grazie ad un ispirato Salgado (doppietta per lui e sono cinque le reti segnate dal bomber cileno), sfata il tabù dello ‘Zaccheria’ e compie un balzo importantissimo in classifica, lasciandosi dietro tre squadre e raggiungendo il Pescina, in piena crisi, al quintultimo posto. Per i romagnoli si tratta invece della quinta sconfitta fuori casa, nessuno peggio dei biancorossi, urge assolutamente migliorare perché non basta fare bene al ‘Neri’ per meritarsi i play off.

Il Pescina affonda contro l’altra romagnola, a Ravenna la terza sconfitta consecutiva (nel trittico incassate ben undici reti!) è fatale a Cappellacci, che era subentrato a Perrone alla terza giornata, temporaneamente la panchina è affidata all’allenatore in seconda Michele De Feudis, si attende mercoledi per sapere chi sarà il nuovo tecnico, che verrà presentato alle ore 17.00 presso la Sala Stampa dello Stadio ‘Dei Marsi’, tra i papabili anche Stringara.

La Spal, come il Foggia, conquista i primi tre punti sul proprio campo e lo fa quasi allo scadere grazie all’ex sampdoriano Bazzani al 43’st, prima però gli estensi hanno trovato la forza di pareggiare il vantaggio veneto di Altinier, bellissima azione corale e pregevole rete, con il giovane Marongiu al 25’st. Vittoria che viene dalla panchina, di fatto Dolcetti ha indovinato i cambi, entrambi gli autori delle reti sono entrati a partita in corso nel secondo tempo. Seconda vittoria di fila che rilancia i ferraresi mentre il Portogruaro incassa la seconda sconfitta consecutiva, nelle ultime cinque gare la squadra di Calori ha racimolato solo due punti, ma nonostante questo è ancora in quarta posizione con un vantaggio di due punti su Cosenza, Ravenna e Taranto, appaiate al quinto posto.

La Reggiana soffre ma batte il Potenza nonostante per buona parte in inferiorità numerica, dovuta all’espulsione di Rossi al 34’pt, e in svantaggio con la rete di Lucenti alla fine della prima frazione di gioco. Nella ripresa Stefani al 5’ realizza il rigore del pareggio (quinta rete in campionato) , nel Potenza si fa espellere Giannusa al 36’, complice probabilmente il terreno pesante, e con grande cuore i granata acciuffano i tre punti sul filo di lana grazie ad Anderson al 45’st, rete che fa andare su tutte le furie il tecnico dei lucani Capuano.

Nel posticipo dello ‘Iacovone’ il Taranto trova il successo casalingo che mancava dalla terza giornata (1-0 sul Rimini) ma che fatica, è l’ex bustocco Correa al 40’st a regalare la gioia dei tre punti, è il settimo risultato positivo di fila per la squadra di Brucato, che fa compiere un salto importante nei piani alti della classifica. Gli ‘aquilotti’perdono la seconda partita del torneo e si ferma a cinque la striscia positiva.

Andria- Giulianova è l’unico pareggio della giornata, un buon punto per la truppa di Bitetto mentre all’Andria resta l’amarezza per non aver approfittato del vantaggio di Sy al primo minuto, pareggiato da Faragalli al 28’st. Pugliesi che lasciano comunque l’ultimo posto in classifica alla coppia formata da Potenza e Real Marcianise, proprio nel prossimo turno la squadra di Papagni farà visita al ‘Progreditur’, per quello che sarà uno spareggio salvezza.

FONTE: RealSports.it


Sport Pescara
Delfino Pescara. Cuccureddu: «reagire subito col Verona»
PESCARA. Il Pescara riprenderà come di consueto gli allenamenti questo pomeriggio al Poggio degli Ulivi. Da valutare ci sono le condizioni di Prisco, Medda e Verratti. Quest'ultimo, assente per diverse settimane per un problema al menisco del ginocchio, potrebbe anche rientrare nell'elenco convocati per il match di lunedì a Verona.
I biancazzurri sono reduci dal ko maturato domenica a Cosenza. Una sconfitta che ha fortemente deluso l'ambiente. Il Pescara, lungo tutto l'arco dei 90 minuti di gioco, non ha praticamente mai concluso verso la porta avversaria. Il momento di flessione dell'undici di Cuccureddu, iniziato dal pareggio di 7 giorni prima all'Adriatico col Taranto, è netto ma certamente non deve costituire un dramma. Periodi poco felici infatti sono sempre in agguato nel corso di un campionato lungo e difficile come quello della prima divisione di quest'anno. L'importante, sostanzialmente quello che chiedono i tifosi a tecnico e giocatori, è una pronta reazione nei risultati e soprattutto nelle prestazioni.
Il non fare drammi dopo il primo rovescio della stagione è anche il diktat di Antonello Cuccureddu: «è chiaro che prima o poi la sconfitta doveva arrivare. In campo non va soltanto il Pescara ma ci sono anche gli avversari. Ora il nostro obiettivo è quello di dimenticare questa sconfitta e concentrarci sull'importante match di lunedì col Verona».
«Certo» – prosegue il tecnico biancazzurro – «è comunque dura digerire l'amarezza della domenica di Cosenza. Per quello che ho visto la partita era da 0-0, poi abbiamo loro regalato il vantaggio per un nostro grave errore difensivo. Sotto di una rete è stato difficile reagire perché Cosenza è un campo difficile e mentalmente siamo stati condizionati negativi dall'episodio del gol di Danti».
Il Pescara ha dovuto attendere il 94esimo per effettuare il primo tiro nello specchio della porta. Cuccureddu però, contrariamente al pensiero comune, non critica la squadra da questo punto di vista: «abbiamo costruito molto gioco presentandoci più volte al limite della loro area. Ci è mancata un po' di concretezza negli ultimi 20 metri».
«C'è da dire però che il terreno pesante del San Vito» – conclude il tecnico – «ha condizionato le giocate dei nostri giocatori, che nella tecnica e nel tocco palla hanno il loro punto di forza».
Andrea Sacchini 10/11/2009 10.44

FONTE: PrimaDaNoi.it


Come brilla la Berretti Tris degli Esordienti
LE GIOVANILI. Derby amaro per i Giovanissimi

FONTE: LArena.it


Ingrassia: "Alla Coppa Italia ci teniamo molto"
11/11/2009 - 18:21

"Chi gioca meno ha l'opportunità per mettersi in mostra e creare difficoltà al tecnico nella scelta della formazione"


VERONA - Gara sfortunata per la squadra gialloblù in occasione della 1a giornata del 3° turno di Coppa Italia Lega Pro, conclusasi 1-0 con gol dell'attaccante lucano Polani. Buona comunque la prova degli uomini di Remondina, cresciuti col passare dei minuti di fronte ad un'avversaria che ha schierato gran parte della formazione titolare, caratterizzata da una buona dose di esperienza in più. Dopo il triplice fischio finale il portiere scaligero Giuseppe Ingrassia ha commentato la partita di fronte agli organi d'informazione. Hellasverona.it vi riporta le dichiarazioni dell'estremo difensore gialloblù:

Hai mancato di poco l'intervento su quell'occasione avuta da Polani e terminata in rete. Avresti potuto mantenere la gara sullo 0-0, invece rimane solo rammarico dopo la partita.
“Purtroppo il calcio è così, per questa volta è andata male. L'ho toccata ma il tiro è stato forte a sufficienza per terminare in rete.”
Dagli spalti il match è sembrato un pò sottotono, mentre mister Remondina si è mostrato soddisfatto.
“Il Potenza è arrivato ad avere tre-quattro squalificati in campionato, prontamente schierati in quest'occasione. Alla Coppa ci teniamo molto, sia perchè chi gioca meno ha l'opportunità per mettersi in mostra che per creare difficoltà al tecnico nella scelta della formazione.”
Lunedì è in programma una partita che può decidere il campionato.
"Sarà una sfida dura, andremo in trasferta consapevoli della nostra forza, ce la giocheremo fino all'ultimo. Poi speriamo bene.”
Come stai vivendo questa tua avventura a Verona?
"Mi trovo benissimo coi compagni, non posso assolutamente lamentarmi."

11/11/2009 - 17:43
Remondina: "Puniti nell'unica occasione"
"Sono soddisfatto di quello che ho visto, nella ripresa abbiamo creato diverse opportunità per andare a segno"
VERONA - Prima sconfitta casalinga nella stagione 2009/2010 per l'Hellas di Gian Marco Remondina, battuto all'esordio nel 3° turno di Coppa Italia Lega Pro. Al termine della sfida, decisa da una rete di Polani nel secondo tempo, il tecnico gialloblù ha analizzato la prestazione dei suoi, migliorati nettamente nella ripresa. Hellasverona.it vi riporta le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù:

Le dà più fastidio perdere l'imbattibilità o non aver visto una gara come lei voleva?
“La prestazione è stata buona, avevamo in campo tutti giocatori meno utilizzati, la differenza anagrafica tra noi e gli avversari era di circa sessant'anni totali. Sono soddisfatto di quello che ho visto, soprattutto nel secondo tempo almeno tre-quattro occasioni sono state create. Dovevamo andare noi a segno, nell'unica opportunità ci hanno castigato, ma fa parte del gioco.”
Il Potenza schierava una formazione non molto distante da quella titolare. Nei secondi 45' avete risposto bene.
“Esatto, avevo avvisato i ragazzi che gli undici di partenza dei lucani erano quelli utilizzati la domenica. Tra le nostre fila c'erano '91, '90, '87, la differenza si è però vista solo sull'azione che ha portato all'1-0 di Polani. L'esperienza si è fatta sentire.”
Oltre a Selva oggi non ha rischiato nemmeno Colombo.
“Qualche problemino a livello fisico ce l'aveva, ho preferito preservarlo per la trasferta di Pescara.”

11/11/2009 - 16:30
Hellas Verona-Potenza 0-1
Prima sconfitta casalinga nella stagione 2009/2010 per la formazione di Remondina. Nella 1a giornata del 3° turno decide Polani (75')
VERONA - Ampio turn-over per Gian Marco Remondina nella 1a giornata del 3° turno di Coppa Italia Lega Pro. Il tecnico di Rovato schiera Stefano Garzon sulla destra della linea difensiva, col centrocampista della Berretti Jorginho a fianco di Burato e Campisi. In avanti confermato Gomez, partito titolare domenica col Real Marcianise. Capuano risponde con un 4-4-2 che vede Frezza sull'esterno destro di metà campo, ed un pacchetto avanzato composto da Nappello e Polani.

Al 14' incursione sulla corsia di destra di Frezza che dal vertice dell'area di rigore prova la battuta col mancino verso il secondo palo, Ingrassia controlla. Bertolucci recupera palla sulla trequarti un minuto dopo e serve Ciotola, il cui destro scoccato dai venti metri termina a lato. Traversone dello stesso esterno difensivo al 17', Langella di testa anticipa l'impatto di Gomez. Ospiti vicini al gol (20') con Vanacore, che su calcio di punizione da fuori area mira l'incrocio dei pali, ma scheggia la traversa.

Gomez si guadagna un fallo al limite e batte veloce la punizione (24') toccando per Ciotola, che effettua un cross dalla sinistra troppo lungo per gli attaccanti gialloblù. Alla mezzora passaggio filtrante per Polani, bravo Massoni a proteggere l'uscita bassa di Ingrassia. Corner dalla destra di Burato al 34' su cui Campisi va di prima intenzione dal limite, il tiro del centrocampista milanese finisce a lato di un soffio. In chiusura di prima frazione Jorginho controlla sulla destra e si accentra, una volta entrato in area conclude col mancino verso il primo palo. Palla fuori.

In apertura di ripresa doppia conclusione da posizione defilata di Farias, Gragnaniello si fa trovare pronto. Traversone morbido di Ciotola al 51' per Farias, appostato sulla sinistra dell'area di rigore, ma l'attaccante brasiliano perde l'attimo. Filtrante di Farias per Gomez (53'), l'estremo difensore lucano è bravo a chiudere. Ghiotta occasione per la formazione scaligera al 59': tiro da fuori di Farias respinto a terra dal neo-entrato Tesoniero, il tap-in di Gomez è però preda del portiere.

Ancora il numero 12 del Potenza si mette in mostra al 63' su Ciotola, che col mancino da dentro i sedici metri prova la battuta, senza fortuna. Un minuto dopo Farias cerca il secondo palo dal limite, mancando lo specchio della porta di un paio di metri. Calcio d'angolo di Gomez su cui incorna Massoni al 71', presa sicura di Tesoniero. Lo stesso argentino imbecca sulla corsa Farias (73'), il tiro ad incrociare dell'esterno scuola Chievo è sbilenco.

Ospiti in vantaggio alla mezzora: cross dalla sinistra di Giannusa, su cui Polani si avventa per primo e di punta batte Ingrassia. La gara termina dopo 4' di recupero, prima sconfitta casalinga nella stagione 2009/2010 per la squadra di Remondina, che nella 2a giornata del 3° turno se la vedrà col Lumezzane.

Il tabellino
HELLAS VERONA F.C. - POTENZA SPORT CLUB 0-1 (0-0)
Reti: 75' Polani

HELLAS VERONA F.C.
Ingrassia; Garzon, Massoni, Anselmi, Bertolucci; Jorginho, Burato, Campisi (83' Kassum Papa); Farias, Gomez, Ciotola (65' Viviani). (Rafael, Ceccarelli, Emerson, Esposito, Colombo). All. Remondina

POTENZA SPORT CLUB
Gragnaniello (56' Tesoniero); Vanacore, Cardinale, Barbato, Langella; Frezza, Berardi, Anderson, Giannusa; Nappello (55' Catania), Polani (80' De Cesare). (Profeta, Porcaro, Chiavaro, Smith). All. Capuano

Arbitro: Ceccarelli di Terni
Assistenti: Stefanelli, Sani
Ammoniti: -
Espulsi: -
Recupero: 2' - 4'
Spettatori: 515

FONTE: HellasVerona.it


11/11/2009 16:45
Verona-Potenza 0-1 Sconfitta nella noia per l'Hellas 2
Nella prima giornata del terzo turno di Coppa Italia vince il Potenza per uno a zero, decide Polani al 30' st anticipando Massoni su un cross da sinistra. Ora si giocha il 25 novembre contro il Lumezzane. Remondina ha fatto riposare tutti i titolari, tolto Ciotola, schierato dal primo minuto.
Amara sconfitta per il Verona in versione Coppa Italia, con Ciotola unico titolare di campionato schierato oggi da Remondina. Nella noia generale, in uno stadio chiaramente deserto (ma sono comunque 515 i tifosi gialloblù presenti), tutto si decide nella ripresa.

Il primo tempo conta solo due tiri dell'Hellas, e nessuno in porta. Il primo di Garzon (dal limite destro) ed il secondo di Campisi (di controbalzo su corner). Meglio il Potenza, che pur difendendosi, lo fa con ordine e senza errori, cercando di colpire con le ripartenze (Senza contare una traversa su punizione).

La ripresa ripropone lo stesso copione, con il Verona sempre impreciso e incapace di creare un'occasione da gol, quanto meno fino al 29': Farias incrocia troppo un diagonale da destra su passaggio filtrante. Gol sbagliato, gol subito: al 30' cross da sinistra, Massoni si fa anticipare e colpo di Polani che la mette sul palo sinistro. Il Verona non ne guadagna in pericolosità, quanto in frenesia. Ma questo non basta. Colombo resta in panchina, in segno di resa. In campo si fa quel che si può, con quel che si ha.

Ora si gioca il 25 novembre a Lumezzane. Per sperare di continuare il cammino in una Coppa che, pur non avendo molto senso di esistere, dà la possibilità a Remondina di dare spazio a chi in campionato, chiaramente, non può averne.

VERONA - POTENZA 0 - 1
MARCATORI: Polani al 30' st

VERONA: Ingrassia, Garzon, Massoni, Anselmi, Bertolucci, Burato, Jorginho, Campisi (dal 37' st kassum Papa, Ciotola dal 20' st Viviani), Gomez, Farias (Rafael, Ceccarelli, Emerson, Esposito Colombo) All. Remondina

POTENZA: Gragnaniello (dal 13' st Tesoniero), Vanacore, Langella, Anderson, Barbato, Cardinale, Frezza, Berardi, Polani (dal 36' st De Cesare), Nappello (dall' 11' st Catania), Giannusa (Profeta, Porcaro, Chiavaro, Smith Luciem) All. Capuano

NOTE: Spettatori 515 Incasso 4.800 euro

FONTE: TGGialloblu.it


[OFFTOPIC]
VITA DA EX: FICCADENTI ricomincerà ad allenare con i biancorossi del PIACENZA in Serie B. All'ex tecnico e diesse scaligero i migliori auguri per la sua nuova avventura calcistica in Emilia; e per un ex gialloblù che trova spazio altri due ex tornano 'ai margini', si tratta di PELLEGRINI che rescinde consensualmente a MONOPOLI e di VANOLI che lascia il DOMEGLIARA... Un in bocca al lupo quindi anche al buon Davide che si allontana dalla società pugliese per motivi personali (dovuti alle contestazioni ed alle critiche arrivategli addosso dai tifosi) e pure a Paolo che, dice, non è riuscito ad insegnare il suo calcio alla squadra. CALCIO TEDESCO SOTTO CHOC per il suicidio di ENKE, portiere della nazionale teutonica ed ex di BARCELLONA e FENERBAHCE. RUGBY: Grande entusiasmo a Milano per gli ALL BLACKS! LIGA SPAGNOLA: Scandaoloso il REAL che non riesce a recuperare dal 4 a 0 subito da una squadra di terza serie e viene eliminato dalla 'Copa del Rey' TENNIS: Il russo SAFIN si ritira dal professionismo, come aveva annunciato ad inizio stagione, dopo essere stato eliminato da DEL POTRO a Parigi. PRIMA DIVISIONE CALABRESE: Muore un boss, tre calciatori giocano col lutto al braccio! E ci risiamo... COPPA D'OLANDA: L'attaccante è solo davanti alla porta, tira e... Il massaggiatore sventa un gol sicuro!
VITA DA EX: FICCADENTI ricomincerà ad allenare con i biancorossi del PIACENZA in Serie B. All'ex tecnico e diesse scaligero i migliori auguri per la sua nuova avventura calcistica in Emilia; e per un ex gialloblù che trova spazio altri due ex tornano 'ai margini', si tratta di PELLEGRINI che rescinde consensualmente a MONOPOLI e di VANOLI che lascia il DOMEGLIARA... Un in bocca al lupo quindi anche al buon Davide che si allontana dalla società pugliese per motivi personali (dovuti alle contestazioni ed alle critiche arrivategli addosso dai tifosi) e pure a Paolo che, dice, non è riuscito ad insegnare il suo calcio alla squadra. CALCIO TEDESCO SOTTO CHOC per il suicidio di ENKE, portiere della nazionale teutonica ed ex di BARCELLONA e FENERBAHCE. RUGBY: Grande entusiasmo a Milano per gli ALL BLACKS! LIGA SPAGNOLA: Scandaoloso il REAL che non riesce a recuperare dal 4 a 0 subito da una squadra di terza serie e viene eliminato dalla 'Copa del Rey' TENNIS: Il russo SAFIN si ritira dal professionismo, come aveva annunciato ad inizio stagione, dopo essere stato eliminato da DEL POTRO a Parigi. PRIMA DIVISIONE CALABRESE: Muore un boss, tre calciatori giocano col lutto al braccio! E ci risiamo... COPPA D'OLANDA: L'attaccante è solo davanti alla porta, tira e... Il massaggiatore sventa un gol sicuro!
martedì 10 novembre 2009
Risoluzione consensuale con Mister Pellegrini
L'A.C. Monopoli comunica di aver risolto in maniera consensuale il rapporto con l'allenatore Davide Pellegrini, per motivi personali del tecnico.
A Mister Pellegrini l'A.C. Monopoli rinnova la sua profonda stima ed il più sincero ringraziamento per il lavoro svolto con costante professionalità. La società, dopo aver valutato determinate ipotesi, farà conoscere il nome del nuovo allenatore.


COPPA D'OLANDA: L'attaccante è solo davanti alla porta, tira e... Il massaggiatore sventa un gol sicuro!

mercoledì 11 novembre 2009
Il saluto di Davide Pellegrini in una lettera aperta
Buongiorno a tutti.
Con grande rammarico e dopo alcuni giorni di riflessione sono qui per comunicarvi la mia decisione di interrompere l'attività lavorativa con il Monopoli Calcio.
La mia non è una resa anzi, è un gesto che credo possa portare soltanto dei benefici a un gruppo di ragazzi straordinari. In mezzo ad evidenti lacune strutturali, con una squadra allestita in breve tempo e molto giovane, sono riuscito credo, attraverso la cultura del lavoro e della professionalità a impostare un certo tipo di percorso. Adesso ho deciso di prendere un'altra strada. Le contestazioni e le troppe critiche piovute addosso ai ragazzi e al sottoscritto, mi hanno convinto ad abbandonare. Lascio il Monopoli a cinque punti dalla zona-playout, come mi aveva espressamente richiesto la società la scorsa estate. Evidentemente qualcuno al di fuori della società è convinto che questo gruppo possa puntare ad altro. Nel calcio come nella vita, i risultati importanti non sono immediati. Chi ha criticato il mio lavoro forse aveva le proprie ragioni, ma certamente non ha fatto il bene del Monopoli. Meglio che la contestazione sia stata rivolta a me, piuttosto che ai ragazzi. Loro si stanno superando in un campionato difficile. Per questo mi auguro che le mie dimissioni, irrevocabili, diano una carica motivazionale in più ai miei calciatori.

Auguro ai fratelli Floriana, Vito e Sebastiano Ladisa le migliori fortune e soddisfazioni in campo calcistico. Ringrazio Giovanni Manzari per la fiducia avuta nei miei confronti e tutti i miei collaboratori dal primo all'ultimo.

Ai tifosi dico, sappiate stare vicino al Monopoli sempre. E non soltanto quando esprimevamo un buon calcio ed eravamo nelle zone alte della classifica, ma anche nei momenti difficili come questo.
Grazie a tutti.
Davide Pellegrini.

FONTE: LNX.ACMonopoli.com

Notizie Ansa
Ficcadenti nuovo tecnico Piacenza. Sostituisce l'esonerato Fabrizio Castori
Ficcadenti nuovo tecnico Piacenza (ANSA) - PIACENZA, 11 NOV - Massimo Ficcadenti, 42 anni, e' il nuovo allenatore del Piacenza. Sostituisce l'esonerato Fabrizio Castori. Ficcadenti ha gia' guidato, nella sua carriera di allenatore, Fiorenzuola, Avellino, Pistoiese, Verona e Reggina. Gia' nel pomeriggio sara' sul campo per il primo allenamento in vista dell'impegno di domenica che vedra' il Piacenza ospitare il Torino.
11 Nov 10:01

FONTE: BorsaiItaliana.it

Enke: Germania sotto choc. La moglie: "Era depresso"
Confermato il suicidio: il portiere della nazionale tedesca ha lasciato una lettera alla famiglia: "Mi scuso per aver ingannato tutti". La depressione era cominciata dopo gli insuccessi di Barcellona e Istanbul. Testimonianze di cordoglio dal mondo del calcio. Cancellata l'amichevole di sabato col Cile

Rugby
Gli All Blacks a Milano quanta passione dei tifosi
Oltre mille studenti per l'allenamento a porte aperte all'Arena e sabato tutto esaurito a San Siro...

"Real Madrid ridicolo" Pellegrini sotto accusa
La stampa spagnola spara a zero contro i blancos, eliminati in Copa del Rey dall'Alcorcon, squadra di terza serie. Critiche feroci al tecnico, che però è difeso dal presidente Perez

Donne e colpi da numero uno. Safin saluta tutti e si ritira
Sconfitto da Del Potro a Parigi, il campione russo chiude una carriera di altissimo livello, che avrebbe potuto essere anche migliore se Marat si fosse concesso un po' meno "distrazioni". Per lui 2 Slam in bacheca, 15 tornei vinti e la prima posizione mondiale

FONTE: Gazzetta.it

Il derby lascia il segno: Vanoli si dimette
DOMEGLIARA. «Non c'entrano i risultati. Mi metto in discussione perché non riesco a farmi capire dai giocatori». Era sulla panchina dalla stagione 2006-2007
«Questo gruppo con me non cresce». Il Villafranca intanto si lamenta per il gioco maschio dei rossoneri

FONTE: LArena.it

MUORE IL BOSS: CALCIATORI IN CAMPO CON IL LUTTO
Tre giocatori della squadra del San Luca che milita nella prima divisione calabrese, sono scesi in campo con il lutto al braccio per la morte di Antonio Pelle, detto «gambazza», nome storico della 'ndrangheta, morto per cause naturali il 4 novembre scorso. Uno dei tre aveva rapporti di parentela con il boss. Un'iniziativa della quale, comunque, la società era all'oscuro, tanto che nessuno degli altri giocatori ha messo il nastro nero. Rammaricato per il gesto don Pino Strangio, parroco del paese preaspromontano e presidente della società di calcio...

MASSAGGIATORE SALVA DI TESTA SULLA LINEA - VIDEO
In Olanda va in campo il massaggiatore "volante". Durante la partita Nec Nijmegen - De Treffers Groesbeek, sedicesimi di finale di Coppa d'Olanda. L'attaccante dei padroni di casa, Van de Boogart è solo davanti al portiere ed esplode il suo sinistro che l'estremo difensore dei semi-dilettanti non riesce a trattenere. Poco prima però che la palla finisca in rete, da fondo campo spunta una figura che, di testa, respinge il pallone facendo esplodere la rabbia dell'attaccante...

FONTE: Leggo.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

2 commenti:

Awosome http://sports-unleshed.blogspot.com/

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio