#HellasWeeklyNews Balo si... Balo no... Balo al BRESCIA! - A poco più di 15 giorni dalla chiusura del mercato la rosa dell'HELLAS manca ancora di elementi chiave sulle esterne e al centro dell'attacco e la 'tegola' BADU costringerà D'AMICO agli straordinari...

Pubblicato da Smarso venerdì 16 agosto 2019 10:19, vedi , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#HellasWeeklyNews +   -   =

Balo si... Balo no... Balo al BRESCIA Sembrava tutto fatto per l'ingaggio di BALOTELLI da parte del FLAMENGO e inve la realtà era rimasta quella raccontata da Daminao Conati di HellasNews.it: Il FLAMENGO non può permettersi ingaggi record come quello di 5 + 10 milioni scritto la scorsa settimana dalla Gazzetta; il presidente dei rossoneri brasiliani ha nicchiato troppo così sono tornate a prendere corpo le speranze del BRESCIA che, puntando sul ritorno a casa e un contratto triennale fino a tre milioni in caso di raggiungimento di bonus come ha spiegato l'esperto Gianluca Di Marzio, ha tagliato fuori FIORENTINA e VERONA.
Michele Tossani di Hellas1903.it riassume in questo post le ragioni per cui Mario avrebbe potuto fare bene al VERONA ma illustra anche le (non poche) incognite a sfavore...

...A poco più di 15 giorni dalla chiusura del mercato TGGialloBlu.it stila una formazione titolare ed una di rincalzi a disposizione di JURIĆ evidenziando che il tempo stringe e nell'HELLAS che ambisce alla salvezza rimane più di qualche vuoto da colmare soprattutto nel reparto d'attacco e sulle fasce della mediana ma forse, seconda di come evolverà il problema fisico accusato da BADU (repentinamente ricoverato in ospedale), anche in mezzo al campo dove nessuno ha le caratteristiche del ghanese.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

LAZOVIĆ si resenta «La scelta di Verona? Bella piazza, bella tifoseria. E poi è stato importante mister Juric, che ha cominciato a chiamarmi per convincermi fin da quando è arrivato al Verona, così come la società. E' importante sentire la fiducia di queste componenti, penso di aver fatto la scelta giusta e che dimostrerò in campionato il mio valore. Il gruppo? C'è molto talento, con un mix di giovani ed esperti. Il mio ruolo? Con Juric, che mi conosce bene, ho sempre fatto l'esterno di centrocampo, sia a destra che a sinistra, poi si vedrà ma io sono a disposizione e devo dimostrare ogni giorno di meritare un posto. Contratto lungo? Sono uno che quando cambia squadra vuole starci a lungo, anche qui voglio fare bene e restare più tempo possibile. La Serie A? Vorrei lottare fino alla fine per la salvezza, negli anni al Genoa ho maturato molta esperienza in questo senso e questa piazza merita di stare in Serie A. Coppa Italia? Domenica si comincia, è sempre bello quando si inizia a giocare. Prima pensiamo a passare il turno, poi arriva il campionato dove dovremo cercare di fare subito punti preziosi, che aiutano sempre» HellasVerona.it


BRAZ vicepresidente del FLAMENGO a TV Globo a proposito dell'ingaggio di BALOTELLI «È complicato, serve parecchio lavoro. L’accordo non è vicino e non posso dire molto su questa operazione. C’è un’offerta, se risolveremo tutte le problematiche io e il direttore sportivo Spindel partiremo la prossima settimana alla volta dell’Italia. Se Balotelli non dovesse arrivare, avremmo comunque una rosa al di sopra della media che può fare benissimo in campionato» Hellas1903.it

Il presidente SETTI intervistato da 'Il Gazzettino' «L’obiettivo è come sempre salvezza, di sicuro proviamo a fare le cose per bene. Abbiamo confermato larga parte dell’organico. Juric? Lo abbiamo scelto perché ha le caratteristiche giuste da Verona, grinta e carattere, corsa e tanto agonismo, è l’uomo giusto per restare in Serie A. L’Europa? L’avevamo avvicinata con Luca Toni capocannoniere, adesso però è lontanissima, soprattutto in questo momento, in Italia, con questi prezzi di mercato. Oggi arrivare in Europa League è veramente difficile, quelli erano tempi in cui le cose sono state fatte bene e sei andato anche oltre le aspettative. Con un pizzico di fortuna saremmo arrivati sesti, resto felice di esserci andato vicino. Chievo? Ho un rapporto buonissimo, sia col presidente Campedelli che con il suo staff. Scudetto può tornare in provincia? Non credo, è impossibile. Quello dell’Hellas resta una bella favola"» TGGialloBlu.it



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Ufficiale il passaggio di FARIAS dal CAGLIARI al LECCE mentre lo svincolato BIANCHETTI è vicino alla CREMONESE



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Balotelli al Brescia. Pronto un contratto triennale
agosto 14, 2019

La società di Cellino nelle prossime ore è pronta a chiudere per l’attaccante Mario Balotelli. Pronto un contratto triennale per l’ex Inter. Respinta quindi la proposta dell’Hellas Verona e del Flamengo, club brasiliano mai preso in seria considerazione da Balotelli.

FONTE: HellasLive.it


VISTO DA NOI
12 agosto 2019 - 10:30
Balotelli-Verona? Perché sì e perché no
L’Hellas crede ancora nell’okay dell’attaccante. Ecco le ragioni tecniche pro e contro il suo arrivo

di Michele Tossani, @MicheleTossani

Nonostante l’operazione sia molto complicata e difficilmente realizzabile, il Verona cerca ancora di arrivare a Mario Balotelli.
Indipendentemente da questioni relative alla volontà del giocatore di rimettersi in gioco in una piazza con ambizione diverse rispetto a quelle nelle quali ha giocato finora, resta interessante da capire l’aspetto tecnico della vicenda. Come definire da questo punto di vista l’eventuale arrivo dell’ex Marsiglia? Balotelli sarebbe utile o meno al tipo di gioco che Juric sta organizzando per il Verona?

Perché sì
Da un punto di vista delle qualità tecniche, l’ingaggio del 28enne attaccante rappresenterebbe certamente un upgrade del potenziale offensivo a disposizione del tecnico croato. Infatti, se si eccettua Pazzini (sul quale pendono comunque dei dubbi relativi alla tenuta fisica sul lungo periodo), l’attacco gialloblù pecca sia in qualità che in esperienza.
Tupta, Di Carmine e Lee sono, sulla carta, tutti elementi che devono ancora dimostrare di valere la massima serie. Con Balotelli, l’Hellas si doterebbe di un terminale offensivo di provata esperienza e di capacità negli ultimi sedici metri. Il suo arrivo inoltre finirebbe per convogliare su di lui l’attenzione primaria delle difese avversarie, col risultato di creare spazi interessanti per gli altri giocatori chiamati ad agire nel terzo offensivo.

Perché no
L’ultima stagione francese parla di un Balotelli che ha fatto fatica a ritrovare la forma e lo spunto dei giorni migliori. Dopo l’exploit del 2017/18, con 18 reti realizzate, Balotelli è infatti entrato in rotta di collisione con Patrick Vieria, suo allenatore al Nizza.
Così, dopo aver accumulato appena 10 presenze con i nizzardi nella scorsa Ligue 1, Super Mario è stato spedito a Marsiglia. Qui Balotelli avrebbe dovuto migliorare la fase realizzativa della squadra di Rudi Garcia, guidandola alla qualificazione alla Champions. L’attaccante italiano era partito bene con sette reti realizzate nelle prime nove partite.
Tuttavia, dopo questo inizio brillante, Balotelli non si è ripetuto sugli stessi livelli, segnando appena un gol nelle sue ultime sei presenze. La mancanza di continuità del suo attaccante ha contribuito al brutto finale di stagione del Marsiglia, rimasto fuori dalle coppe europee.
Oltre alla capacità di mantenere un rendimento alto per tutto l’arco della stagione, l’altra questione sul tappeto riguarda la capacità di Balotelli di incidere nella fase difensiva. Non è improbabile pensare che il Verona sarà costretto in diverse partite a doversi difendere. La fase di non possesso di Juric è attiva, attraverso un pressing alto e continuo. Balotelli sarebbe in grado di contribuire? Tornerebbe sotto la linea della palla nelle situazioni di difesa posizionale bassa? La squadra potrebbe eventualmente difendere con un uomo in meno attivo nel non possesso?

CALCIOMERCATO
12 agosto 2019 - 08:27
Affare Balotelli, il Flamengo frena: “Trattativa complicata”
Braz, vicepresidente del club brasiliano: “Offerta presentata, ma c’è molto da fare”. E il Verona aspetta

di Redazione Hellas1903

Non è ancora chiusa la via che porterebbe Mario Balotelli a Verona.

Il Flamengo era ormai a un passo dall’ingaggio dell’attaccante, con una proposta sontuosa fatta a Balotelli. Poi l’affare si è arenato, come conferma, intervistato da TV Globo, il vicepresidente del club brasiliano, Marcelo Braz.

Dice il dirigente: “È complicato, serve parecchio lavoro. L’accordo non è vicino e non posso dire molto su questa operazione. C’è un’offerta, se risolveremo tutte le problematiche io e il direttore sportivo Spindel partiremo la prossima settimana alla volta dell’Italia. Se Balotelli non dovesse arrivare, avremmo comunque una rosa al di sopra della media che può fare benissimo in campionato”.

L’Hellas aspetta e non molla.

FONTE: Hellas1903.it


Brescia-Balotelli: le cifre dell'accordo
Serie A

14/08/19 13:23| Calciomercato | Autore: Redazione
Balotelli è pronto a ripartire da Brescia. Un ritorno a casa che in queste ore è diventato realtà. Il giocatore ieri sera si è deciso ad accettare l’offerta della squadra di Cellino, nonostante la corte del Flamengo. Balotelli al Brescia avrà un contratto triennale ad un milione di euro fissi, che potrebbero diventare 3 milioni, con il raggiungimento di bonus. Nonostante la corte del Flamengo degli ultimi giorni, ha vinto la scelta del cuore. Quella di ritornare lì dove è cresciuto, a Brescia. Balotelli tornerà dunque a giocare in Serie A, un annuncio previsto già nella giornata di domani.

Da Brescia a…Brescia: il ritorno di Balotelli sta per diventare realtà
Serie A

14/08/19 13:00 | Storie | Autore: Francesco Gottardi
Lì, dove il talento è fiorito prima di perdersi: Balotelli resiste alla tentazione Flamengo e sceglie di tornare (per la prima volta da giocatore) nella sua Brescia

L'ultima maschera sarà quella della nostalgia, lontana dal carnevale di Rio. Diranno i suoi detrattori, le scelte di testa non sono il forte di Mario Balotelli. E gli oltre 4 milioni di euro annui offerti dal Flamengo farebbero tentennare chiunque. Il Brescia economicamente non può competere con i brasiliani, ma ha qualcosa in più, che non è sul mercato: il passato, la dimensione famigliare, il ritorno alle origini.

Così Mario è pronto ad accettare il triennale offerto da Cellino. Oggi lui e Raiola incontreranno per l'ultima volta gli emissari del Flamengo a Monaco, per onorare, e niente più, il corteggiamento a cui il club rossonero ha pazientemente lavorato da settimane. E' di nuovo tempo di Serie A, tre anni dopo e a partire dalla quinta di campionato: l'attaccante dovrà scontare i quattro turni di stop rimediati nell'ultima giornata di Ligue 1 per un fallaccio. Il solito Balo, o forse no. "L'età non mi cambia", l'altro giorno aveva scritto sui social per festeggiare il suo 29esimo compleanno. Tutta ironia: ad accompagnare il messaggio c'era Balotelli in versione FaceApp, rughe e barba bianca, quasi a certificare un nuovo step della sua vita. Dentro e fuori dal campo.

Abbiamo conosciuto Super Mario, campione d'Europa che era ancora un teenager e killer del 2012 tedesco in un'immagine divenuta cult. E poi il talento incompiuto, tutta la sua sregolatezza dal why always me ai fuochi d'artificio scoppiati nel bagno di casa. Il termine balotellata è entrato perfino nel vocabolario Treccani. Perché nel bene e nel male, dell'ex Inter, City e Milan si è sempre parlato. Ma in versione bomber di provincia, non l'abbiamo vai visto.

Eppure è questo, a cui rischia paradossalmente di andare incontro Mario Balotelli. La sua carriera è stata probabilmente al di sotto di quella che sarebbe potuta essere. Ma lui non ha ancora finito le cartucce (negli ultimi tre anni in Ligue 1, 43 gol in 76 presenze tra Nizza e Marsiglia). E la prossima estate c'è un Europeo che Mancini, riportandolo in Nazionale lo scorso settembre dopo quattro anni, gli ha fatto intuire di poter sognare. Per arrivarci davvero, servirà il low profile, oltre alle prestazioni.

"Balotelli in Serie A può fare ancora la differenza e credo che giocando a Brescia avrebbe stimoli che altrove non troverebbe". Parola di Dario Hubner, che dei biancoblù ha fatto la storia e incarnato lo spirito. Ogni domenica in lotta per la salvezza, lontano dai riflettori. Dimensione nuova e allo stesso tempo ben nota, per Mario. Che nei dintorni di Brescia è diventato Balotelli, a partire dai tre anni quando ha cominciato a vivere nella vicina Concesio con i genitori adottivi. Lì, il pallone l'ha tirato fuori da un'infanzia alla costante ricerca dell'identità ("da piccolo si colorava la pelle di rosa", racconterà di lui la maestra) forse non ancora conclusa.

Ha cominciato dalla squadra dell'oratorio di Mompiano, a due chilometri da Piazza della Loggia, dove oggi ha un attico da cui si vede il Rigamonti. Appuntamento con il futuro, perché né per il Brescia né da avversario finora ci ha mai giocato. La svolta arrivò infatti attraverso la vicina Lumezzane, dove a 15 anni Mario sbalordiva tutti diventando il più giovane debuttante di sempre in Serie C1. Si spalancheranno le porte dell'Inter, del professionismo, di un calcio troppo stretto e troppo grande allo stesso tempo. Così come sarebbe stato svernare nella festa continua del Brasile. Ma stavolta, a casa che chiama, Balotelli risponde.

Brescia, pressing e fiducia per Balotelli: giorni decisivi
Brescia

14/08/19 07:46| Calciomercato | Autore: Redazione
Il Brescia sogna Balotelli, Balotelli non dice di no. Ma nemmeno di sì. Solo, da parte della società di Cellino, si respira un cauto ottimismo sulla possibilità di abbracciare l'attaccante ora svincolato, su cui il Flamengo sta facendo un pressing serrato. Sono giorni decisivi perché il futuro del ragazzo possa avere un nome e una maglia precisa: nelle prossime ore è atteso l'arrivo degli emissari della società brasiliana per parlare direttamente con Raiola, in quanto davvero molto determinati a raggiungere un accordo con il giocatore.


Ma lo stesso Balotelli ha fatto intendere come la soluzione di tornare a casa, nella sua Brescia, sarebbe molto gradita. La pista è molto calda, il sogno di un Brescia ora più fiducioso di avere Balotelli può diventare realtà. La palla è ora a Raiola.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


IL TEMPO STRINGE
Ecco la formazione a disposizione di Juric
15/08/2019 09:35
Manca poco alla fine del calciomercato e la Serie A è alle porte. Ivan Juric non ha ancora a disposizione la squadra che vuole per cercare di centrare l'obiettivo della salvezza. Ecco la potenziale formazione titolare del Verona (quella titolare e quella del turnover sulla carta).

Verona 1 (3-4-2-1): Silvestri; Gunter, Dawidowicz, Bocchetti; Faraoni, Veloso, Badu, Lazovic; Verre, Zaccagni; Di Carmine.

Verona 2 (3-4-2-1): Radunovic; Rrahmani, Kumbulla, Empereur; Crescenzi, Marrone, Henderson, Vitale; Tutino, Tupta; Pazzini.

Altri calciatori: Borghetto e Danzi, più i vari giocatori in partenza Bessa, Lee, Di Gaudio, Ragusa, Berardi, Cissè, Calvano e Almici.

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE A
Neopromosse, non meteore: Farias e Balo in poche ore. E non è finita qui
14.08.2019 12:09 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Sfida a suon di nomi. Più che funzionali a una sfida che si preannuncia tutt'altro che semplice: salvarsi nel primo anno in Serie A. Un anno fa ci riuscì solo il Parma, che pur strappò la salvezza al fotofinish dopo un eccellente girone d'andata. Le altre due, Empoli e Frosinone, furono immediatamente bocciate all'esame più difficile: confermarsi in un campionato che ha pochi, pochissimi punti in comune col campionato cadetto.

Forse anche a questo precedente pericoloso hanno guardato nelle ultime ore Sticchi Damiani e Cellino. Stanno allestendo squadre che hanno un loro perché, che certamente tengono conto di disponibilità economiche che non sono quelle della media borghesia della Serie A, ma non per questo rinunciano all'entusiasmo. Un elemento fondamentale per trarre il massimo nelle gare casalinghe, per costruire l'impresa salvezza.
Per questo motivo ieri il Lecce ha chiuso l'acquisto di Diego Farias, dopo un corteggiamento durato circa due mesi e che ha subito anche momenti difficili. Ha avuto la meglio la tenacia del ds Meluso, che non ha mai mollato la presa. Che in precedenza aveva ingaggiato Lapadula e che è alla ricerca anche di un altro centravanti. Un nome da sogno, oltre che utile.

Più indirizzato verso le scommesse il mercato di Massimo Cellino, che è presidente ma anche uomo mercato del Brescia. Ha puntato su calciatori sconosciuti ai più che arrivano in Italia con la bava alla bocca, con la voglia di affermarsi e di dimostrarsi all'altezza di un campionato complicato come la Serie A. Ha confermato il gruppo dello scorso anno e adesso, con passione e raziocinio, ha deciso di regalare alla piazza il nome che tutti sognavano: Mario Balotelli. Un acquisto che può spostare gli equilibri, un centravanti che se affronta la nuova sfida nel modo giusto può diventare per distacco il calciatore più determinante delle rondinelle.

Ha cambiato tanto anche l'Hellas Verona. Ma con nomi diversi, conosciuti ma meno altisonanti. Chissà che però adesso Setti dopo Farias al Lecce e Balotelli al Brescia non voglia rispondere. In fondo, l'entusiasmo della piazza sapendo di partire dalle retrovie è elemento fondamentale per far si che la salvezza non sia solo un miraggio.

SERIE A
Brescia, Cellino alza l'offerta a Balotelli. Alternativa Stepinski
14.08.2019 10:18 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
Il Corriere della Sera, nella sua edizione di Brescia, parla del sogno Mario Balotelli, sostenendo che nelle ultime ore Massimo Cellino ha alzato la propria proposta per il centravanti bresciano. Nei prossimi giorni ci sarà una risposta, anche se - spiega il quotidiano generalista - ieri il Flamengo era a Lisbona per cercare di chiudere l'affare. Le cifre proposte dai brasiliani sono inavvicinabili per le Rondinelle che, in caso, virerebbero su Stepinski del Chievo Verona.

SERIE A
Dal Brasile: il Flamengo può offrire più soldi della Fiorentina a Balotelli
14.08.2019 00:15 di Dimitri Conti Twitter: @dimitri_conti
In Brasile il Flamengo continua a sognare in grande, e si avvicina a grandi passi a chiudere l'affare per acquistare Mario Balotelli, centravanti italiano svincolato nel mirino anche di alcune squadre di Serie A, tra cui la Fiorentina. Secondo quanto riferisce la versione brasiliana di ESPN, però, il club brasiliano sarebbe in vantaggio nei confronti delle avversarie, soprattutto dei più pericolosi, i viola, in quanto hanno la disponibilità economica per fornire un ingaggio più alto a Balotelli. Sul conto dell'attaccante sono segnalate come squadre interessate anche Brescia ed Hellas Verona.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


COMUNICATO MEDICO: EMMANUEL BADU
14/AGOSTO/2019 - 21:20
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che il centrocampista Emmanuel Badu è stato ricoverato presso l’Ospedale Sacro Cuore di Negrar per eseguire accertamenti e terapie a seguito di un episodio di microembolia polmonare. Le condizioni del calciatore sono buone e rimarrà sotto osservazione per qualche giorno.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
14/AGOSTO/2019 - 21:15
Peschiera - Mercoledì pomeriggio di allenamento per i gialloblù. La squadra oggi si è dedicata a torelli, esercitazioni tattiche e tiri in porta.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
13/AGOSTO/2019 - 18:50
Peschiera - Domenica alle 20.30 il debutto in gare ufficiali, contro la Cremonese al Bentegodi. Il Verona continua a prepararsi a Peschiera e oggi ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche, partita a tema e lavoro aerobico.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Ufficiale il passaggio di FARIAS dal CAGLIARI al LECCE mentre lo svincolato BIANCHETTI è vicino alla CREMONESE
RAGGIUNTO L’ACCORDO PER FARIAS

13.08.2019 21:10
L’US Lecce spa comunica di aver raggiunto l’accordo con la Società Cagliari Calcio Spa ai fini dell’acquisizione a titolo temporaneo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Diego Farias da Silva, con il consenso del calciatore. L’accordo prevede un diritto di opzione in favore dell’US Lecce unitamente all’obbligo di riscatto in caso di permanenza in Serie A. Il calciatore sarà presentato ufficialmente all’esito dell’espletamento delle formalità di rito.

FONTE: USLecce.it


EX VERONA
16 agosto 2019 - 08:23
Ex Verona, Bianchetti verso la Cremonese
Il difensore, svincolato, vicino al passaggio ai grigiorossi

di Redazione Hellas1903


Matteo Bianchetti è vicino al passaggio alla Cremonese.
Il difensore, svincolato dal Verona, sta per accordarsi con il club grigiorosso, riporta Sky.
Già nelle prossime ore potrebbe arrivare l’okay definitivo alla trattativa.

FONTE: Hellas1903.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaTorino Juric

#AtalantaVerona highlights


Archivio