Subscribe Us

SALERNITANA 1-0 HELLAS VERONA: Partita tattica, dura, con un brutto VERONA ed un ingenuo MARTINA RINI ma, proprio nel momento più critico, gli scaligeri si scoprono squadra, reagiscono e portano i tifosi in paradiso!


LE IMPRESSIONI
Oh... Non è stata certo una bella partita se guardiamo il lato meramente tecnico: il VERONA, sopratutto nel primo tempo, difendeva in dieci dietro la linea della palla con il 4-3-3 che in fase di non possesso diventava un 4-5-1.
Nei primi 45 minuti l'HELLAS non tira mai in porta e quell'ingenuità di MARTINA RINI allo scadere della prima metà poteva costare molto molto cara... C'è anche da sottolineare il fatto che, fino a quell'episodio, anche la SALERNITANA si era più o meno limitata ad un ben poco produttivo possesso palla.
Poi la svolta (o quello che poteva essere per i granata) con il signor DI PAOLO a sanzionare un solare atterramento in area di rigore scaligera... Ecco! Proprio ciò che poteva penalizzare oltremodo l'11 di MANDORLINI è stato forse la scintilla che ha provocato la reazione: il carattere trovato ultimamente dalla squadra unito (poco ma sicuro) alla 'strigliata' del mister nello spogliatoio scaligero et voilà l'HELLAS rientra in campo con la voglia di giocare (a quel punto continuare a subire sarebbe stato probabilmente fatale nell'infuocato catino salernitano) e poco importa se sono state ancora campane le ocasioni più ghiotte, ciò che è contato davvero è stato il far vedere agli avversari che l VERONA c'era, che ribatteva colpo su colpo, e questo ha finito col far giocare la linea difensiva avversaria preoccupata quanto bastava...
Il resto è stato gran merito di RAFAEL (con il solito FERRARI il migliore in campo) che ha abbattuto i residui 'bollori' della SALERNITANA.

Apnea nei secondi finali poi l'esplosione di gioia, le lacrime e l'incazzatura per quel fotografo vigliacco che mira e colpisce MANDORLINI proprio nel momento dell'esultanza!
Singoli... d'Orchestra!
Detto del brasiliano e del 'rinato' centravanti (quante ne ha prese! Con quel MUROLO a menare come un fabbro senza essere minimamente sanzionato dal direttore di gara... Quando al 23° l'ex PERGO è caduto in contrasto vicino alla difesa avversa ho contato almeno sei calcioni con l'arbitro lontano: vergogna!) il VERONA non ha visto spiccare altre individualità ma ha giocato da squadra vera (e del resto il calcio cos'altro è se non uno sport di squadra?) portando in cascina un risultato strameritato...

«Un grande ringraziamento va alla tifoseria granata che ci ha creduto fino all’ultimo e ha fornito un’ulteriore prova di maturitá sugli spalti dell’Arechi» Vincenzo DE LUCA Sindaco di Salerno.

L'Arechi? Bell'ambientino... Maturo!
Un discorso a parte merita "l'ambientino" preparato dai tifosi locali agli omologhi veronesi e alla compagine scaligera: è davvero incredibile che il sindaco DE LUCA abbia addirittura trovato modo di lodare isostenitori campani (Un grande ringraziamento va alla tifoseria granata che ci ha creduto fino all’ultimo e ha fornito un’ulteriore prova di maturitá sugli spalti dell’Arechi...) ma anche che l'arbitro abbia praticmente ignorato quell'attentato al suo guardalinee, quasi colpito da un fumeno e medicato dallo staff medico granata...
Sono il primo a criticare i cori razzisti e le canzonacce che purtroppo da anni perseguitano la tifoseria veronese ma sottolineato questo mi chiedo: cosa è più grave? Vogliamo parlare dei bastoni, delle bottigliette e degli altri oggetti caduti sui giocatori (sopratutto quelli in maglia gialla) allorchè si avvicinavano alla linea laterale? Vogliamo parlare dello steward uscito in barella o di MANDORLINI (e altri dello staff scaligero) aggredito, per seconda volta, al termie di una partita di calcio? Il 'Bentegodi' è stato squalificato per molto meno, mi aspetto uguale trattamento per l'Arechi in questo calcio sempre più in crisi di credibilità e faalmente in mano alle frange più violente del tifo (come coraggiosamente messo da CAPELLO subito cesurato dai papaveri della Lega bravissimi a proteggere il loro orticello)...

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Le immagini di Salernitana 1-0 Verona in aggiornamento...

CLAMOROSO ALL'ARECHI: SALERNO PUBBLICO MATURO!
Adesso capisco tante cose! Leggete cosa dichiara il sindaco di Salerno Vincenzo DE LUCA alla fine di questo suo pensiero: ...Onore ad un allenatore e ad una squadra che ci hanno portati ad un passo dalla promozione. Fino ad un quarto d’ora dalla fine della partita eravamo sul punto di passare con numerose e limpide occasioni per cogliere un rinnovato vantaggio. Non ce l’abbiamo fatta, ma è doveroso ringraziare ogni giocatore, ad uno ad uno, per quello che ha dato in campo. Un grande ringraziamento va alla tifoseria granata che ci ha creduto fino all’ultimo e ha fornito un’ulteriore prova di maturitá sugli spalti dell’Arechi.
Domanda: Ma se i tifosi granata non fossero stati così 'maturi' che succedeva di più? Roba da matti...

I sostenitori salernitani si scatenano contro Mandorlini, altro che 'pubblico maturo'!

DICONO
Mister MANDORLINI festeggia coi butèi ma viene aggredito! Comunque la felicità non la può fermare nessuno «E’ stata dura ma ce l’abbiamo fatta. Abbiamo combattuto con tutte le nostre forze. E’ una grande festa per noi e per la nostra gente. Sì, una gioia immensa, questa promozione» Leggo.it

Le emozioni di FERRARI... «E´ una soddisfazione incredibile visto che durante la stagione si sono susseguiti momenti difficili e momenti splendidi come quello di questa giornata. Adesso vogliamo soltanto festeggiare con i nostri tifosi che si meritano ben altre categorie. Il Mister al fischio finale ha buttato fuori tutto quello che aveva dentro e intendeva soltanto festeggiare senza offendere nessuno. Purtroppo non tutti l´hanno capito. Abbiamo dimostrato di essere una squadra compatta e non ci siamo fatti abbattere dalla rete subita alla fine del primo tempo. Ci siamo meritati questo risultato. La mia intenzione è quella di vestire la maglia del Verona anche la prossima stagione, spero da titolare ma quello lo dirà soltanto il campo. Forse il gol più importante è stato quello con il Sorrento ai play-off perchè sentivamo la pressione di una gara che la squadra e la piazza aspettavano da tanto tempo.» TuttoMercatoWeb.com

HELLAS VERONA-ARRIVO VILLAFRANCA

MANDORLINI: "E ora datemi il VICENZA!"... Un grande! «I tifosi sono stati grandissimi, questo successo lo dedico a loro che non hanno mai fatto mancare il proprio supporto. Conoscevamo alla vigilia le insidie legate alla gara di ritorno, tuttavia grazie al carattere dei miei uomini abbiamo legittimato il raggiungimento dell'obiettivo. C'era troppa voglia in noi di acciuffare la cadetteria, mettendo alle spalle tutte le vicissitudini. Vincere così è ancora più bello».
Ovvi gli interrogativi sul futuro dell'ex Cluj, che non ha dubbi: «Voglio il derby con il Vicenza. Da allenatore del Verona» HellasVerona.it

Commosso MARTINELLI. Il presidente in lacrime ha salutato tutti i giocatori: «Grazie ragazzi» Leggo.it
CECCARELLI Il capitano: «Successo straordinario, grande riscatto dopo la delusione dell’anno scorso» Leggo.it
Sollevato il diesse GIBELLINI: «Grande vittoria per Verona, siamo riusciti a raddrizzare la stagione» Leggo.it


SALERNITANA - HELLAS VERONA
Davanti a più di 25.000 persone (Arechi quasi esaurito) le due squadre si giocheranno la Serie B.
Tifosi veronesi 'rinchiusi' in un settore al livello del campo protetto da tutti i lati e sormontato da una rete.
BREDA sostituisce i quattro titolari squalificati con IULIANO, PECCARISI, MUROLO e SZATMARI.
FABINHO, in dubbio fino all'ultimo, ci sarà sul fronte destro dell'attacco granata.
MANDORLINI deve rinunciare a RUSSO per un problema dell'ultimo minuto, lo sostituirà MARTINA RINI: L'HELLAS perderà qualcosa a livello di esperienza e copertura in mezzo al campo ma ne guadagnerà in freschezza atletica ed aggressività.
Rispetto ad una settimana fa mancherà anche LE NOCI, tenuto inizialmente in panchina al posto di MANCINI.

La SALERNITANA parte decisa e cerca di mantenere il pallino dell'iniziativa dall'inizio.
Al 5° è l'ungherese SZATMARI a provare da posizione sfavorevole, RAFAEL blocca tranquillamente.
La gara è tattica e vive di lampi: al 16° bella occasione per gli scaligeri con MANCINI che serve l'accorrente BERRETTONI a sinistra; il tiro dell'ex BASSANO è però debolissimo ed esce a lato della porta difesa da IULIANO.
Due minuti dopo FABINHO da calcio d'angolo vede PECCARISI ma il colpo di testa del difensore vola alto.
Al 32° è CARRUS a provarci da lontano ma il tiro sfila a sinistra di RAFAEL.
Al 37° MANCINI da calcio d'angolo serve CECCARELLI che purtroppo di piede non è abile come lo è di testa ed il suo sinistro è neutralizzato dalla difesa campana.
Passano due minuti e l'arbitro concede un calcio di punizione dal limite alla squadra di BREDA perchè SCAGLIA, superato, commette fallo; sulla palla CARRUS e FABINHO schema con palla al brasiliano che fortunatamente calcia alle stelle...
Nel recupero del primo tempo grandissima ingenuità di MARTINA RINI che stende RAGUSA in percussione da sinistra: il rigore è netto, sulla palla va lo specialista CARRUS che non perdona! Palla a destra RAFAEL a sinistra e SALERNITANA in vantaggio.


Nel secondo tempo l'HELLAS pare svegliarsi dal torpore dei primi 45 minuti.
Al 50° MARTINA RINI si procura un calcio di punizione dal limite dell'area, sulla palla HALLFREDSSON e SCAGLIA, l'islandese tocca piano al terzino che spara una palla velenosa verso IULIANO bravo a smanacciare sopra la traversa.
RAGUSA in percussione al 53°, MAIETTA spazza.
Un minuto dopo CANGI dalla fascia per MANCINI che vede il portiere campano fuori dai palli e prova a beffarlo con un pallonetto: l'idea è buona ma la mira è purtroppo imprecisa.
La SALERNITANA avanti con la forza della disperazione: al 58° è SZATMARI ad impegnare severamente RAFAEL.
Al 61° dribbling irresistibile di FABINHO che salta come birilli i difensori gialloblù e tenta di sorprendere il numero dell'HELLAS di punta: altra paratissima di RAFAEL.
Tre minuti dopo sono ancora i granata a creare pericoli: CARRUS serve una palla d'oro a RAGUSA all'altezza del dischetto del rigore ma fortunatamente l'attaccante granata cicca colpendo di stinco...
AL 68° CANGI cade male a seguito di una respinta di testa, MANDORLINI lo sostituisce con ABBATE.
Al 71° altra buona occasione scaligera: ABBATE traversa, PECCARISI sventa, palla a MANCINI che ancora una volta ci prova dalla lunga distanza: palla fuori.
Al 77° BERRETTONI pare non averne più dentro ANDERSON che schierato come ala (arretrata) sinistra può far male...
Il tempo passa ed i granata sentono il peso della fatica e la rassegnazione che soggiunge.
All'86 ANDERSON imbeccato da MANCINI scende a sinistra fino a trovarsi quasi a tu per tu con IULIANO: il tiro è potente ma il portiere avversario si salva in angolo.
Questa è l'ultima emozione della partita, dopo quattro minuti di recupero l'arbitro fischia la fine: il VERONA è promosso in Serie B!



MERCATO
Per affrontare la Serie B l'HELLAS sarebbe interessato a partire proprio da un nuovo diesse e si tratterebbe proprio di IOVINO autore del 'miracolo' NOCERINA... Intanto 'sfuma' BOMBAGI: il giovane bomber della VILLACIDRESE starebbe per firmare un triennale con la REGGINA.
BRESSAN, portiere del SASSUOLO, si svincola dalla società emiliana: su di lui oltre all'HELLAS anche SPEZIA e LIVORNO.

ALTRE NEWS IN ALLEGATO
L'ALTRA PROMOSSA E' LA JUVE STABIA che nel Girone B ha battuto a domicilio l'ATLETICO ROMA dopo che lo spareggio d'andata era finito a reti bianche...
Il VERONA e la squadra di Castellamare raggiungono fra i cadetti le già promosse GUBBIO e NOCERINA arrivate in testa alla fine della Regular Season, le altre 18 squadre del prossimo campionato di Serie B sono (al netto delle penalizzazioni che deriveranno dal calcioscommesse): ALBINOLEFFE, ASCOLI, BARI, BRESCIA, CITTADELLA, CROTONE, EMPOLI, GROSSETO, LIVORNO, MODENA, PADOVA, PESCARA, REGGINA, SAMPDORIA, SASSUOLO, TORINO, VARESE, VICENZA.
SEI ARRESTATI FRA I TIFOSI DELLA SALERNITANA dopo la grande delusione patita per aver perso una promozione che alla fine del primo tempo era sembrata alla portata... Avevano cercato di aggredire i tifosi scaligeri.

Basket: Montepaschi Siena campione d'Italia 2011
IN BREVE A PIÉ PAGINA
BASKET: La MONTEPASCHI SIENA entra nella storia! Suo il tricolore numero 5 consecutivo...
TENNIS: La VINCI trionfa al torneo WTA su erba 'Den Bosch'
NUOTO: 100 farfalla a PARK TAE HWAN ma la vera notizia è che 'Acquaman' PHELPS è battuto!
PRANDELLI LANCIA UN'IDEA: Far giocare gli azzurrri su cami confiscati alla mafia! Grande mister...

RASSEGNA STAMPA